Autore Topic: Cagliari - Palermo  (Letto 299 volte)

Offline turiddu

  • Utente
  • *****
  • Post: 2360
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Cagliari - Palermo
« il: 13 Agosto 2023, 10:30:00 am »
Ho visto un ottimo Palermo giocare alla pari contro una squadra che affronterà la serie A.
Il loro portiere è stato fondamentale per salvare il risultato in più occasioni.
Finale rocambolesco, peccato perché il pari era stato più che meritato. Pazienza e andiamo avanti.
Servono almeno un paio di rinforzi ancora, e oggettivamente senza terzini di ruolo è una follia pensare di non avere problemi.
Se faranno i ritocchi giusti quest'anno avremo una bella squadra.
Ultime annotazioni:
Vasic un gioiellino, un talento puro;
Lucioni monumentale, il difensore che ci serviva;
Insigne spaesato, evanescente;
Ceccaroni aspetto di vederlo giocare nel suo ruolo;
Mateju può fare solo panchina
Di Mariano titolare inamovibile, una garanzia
Valente ottima alternativa
Stulac buoni piedi ma a mio parere troppo lento
Alla prossima

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8822
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Cagliari - Palermo
« Risposta #1 il: 13 Agosto 2023, 07:53:52 pm »
Visto pochissimo causa lavoro. Credo che la lezione definitiva che si puo' ricavare da questa ennesima beffa e' che un giorno potremo pure vincere scudetti e Coppe dei Campioni, ma la coppa Italia non la vinceremo mai.

Una nota di mercato: tutti i giocatori accostati al Palermo e dati per ormai certi o quasi alla fine sembrano accasarsi altrove. Delle due l'una: o i veri obiettivi sono top secret e circolano nomi random come da tradizione estiva oppure c'e' un problema reale nel chiudere le trattative. Potrei pensare che Rinaudo sia ancora inesperto, ma Bigon? Mi viene quindi il dubbio che entrambi seguano direttive dall'alto per cui provino a trovare prima l'accordo con le societa' e poi quello con i giocatori, cosa che magari funziona in UK, ma in un mare infestato da squali, come e' il derelitto calcio italiano, proprio non va.

Intanto fra cinque giorni e' campionato e a sinistra c'e' ancora Ceccaroni.

Non so.
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.