Autore Topic: PAURA!!!  (Letto 177 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Sergio

  • Utente
  • *****
  • Post: 4531
PAURA!!!
« il: 09 Ottobre 2019, 02:06:20 am »
il presidente della squadra etnea Ventura ha avuto un incontro in Questura per discutere l'eventualità di un divieto della partita ai tifosi ospiti per motivi di ordine pubblico,
vista l'estrema vicinanza geografica con Catania


Mi sembra che già dal 2011 i tifosi rosanero sono ritornati al Massimino dopo le restrizioni dovuti  ai fatti del 2 febbraio.
Quindi si va a Catania e non si può andare a Biancavilla che dista diversi chilometri dal capoluogo etneo?
Vabbè, il titolo del post dice tutto.
« Ultima modifica: 09 Ottobre 2019, 02:10:14 am da Sergio »
Gli uccelli nati in una gabbia pensano che volare sia una malattia. (Alejandro Jodorowsky)

Offline Marco Tullio

  • Utente
  • *****
  • Post: 2286
  • Me dedit in lucem Catinae carissima terra
Re:PAURA!!!
« Risposta #1 il: 09 Ottobre 2019, 05:07:08 pm »
Purtroppo basta qualche idiota sfaccendato a infondere paure, forse esagerate. Speriamo che a Catania, località Acireale, possiate venire liberamente: non vorrei che poi accampaste scuse qualora prendiate qualche pera di troppo.
Κύριε, πρὸς τίνα ἀπελευσόμεθα; ῥήματα ζωῆς αἰωνίου ἔχεις.

Offline Sergio

  • Utente
  • *****
  • Post: 4531
Re:PAURA!!!
« Risposta #2 il: 09 Ottobre 2019, 08:12:02 pm »
Conferma arrivata, trasferta vietata.
A me sembra che furbescamente si sia strumentalizzata una certa circostanza per trarne vantaggio. Ce ne faremo una ragione e spero che la legge del campo ci renda giustizia.
Si sono fatti una nomea i tifosi rossazzurri che non è affatto invidiabile. Durante un intero campionato è diventato difficile stabilire se le trasferte vietate alla tifoseria rossazzurra sono diventate maggiori di quelle consentite. A noi rosanero, stesso sangue siciliano (quindi con annessi stereotipi di mafia, condotta malavitosa, baccaglio, basso livello culturale, chiazze di evidente analfabestismo, alto tasso di degrado urbano, ecc.), viene concesso di andare ovunque purchè non ci si incroci con i rosazzurri. Appare evidente che a Catania esiste un problema non riscontrabile in altre realtà, che sarebbe ora che lo prendessero di petto e l'affrontassero, possibilmente risolvendolo pure. Perchè non seguiremo la nostra squadra in trasferta non perchè c'è un problema a Biancavilla ma, detto dando pane al pane, ci viene tolta la possibilità di avvicinarci ad una tifoseria che non riesce a tornare "normale", come tutte le altre.
Gli uccelli nati in una gabbia pensano che volare sia una malattia. (Alejandro Jodorowsky)

Offline Marco Tullio

  • Utente
  • *****
  • Post: 2286
  • Me dedit in lucem Catinae carissima terra
Re:PAURA!!!
« Risposta #3 il: 09 Ottobre 2019, 11:50:42 pm »
Temo che la soluzione a cui si è sempre fatto ricorso sia stata anche la più facile, ovvero la punizione generalizzata che colpisce nel mucchio, dando fastidio a tutti, ma facendo praticamente il solletico ai veri destinatari. Quante volte mi è capitato di essere perquisito minuziosamente all'ingresso allo stadio, salvo poi scoprire all'interno che certa gente si era portata dentro petardi, cannabis e chissà che cos'altro! Non ci posso credere che le forze dell'ordine non sappiano chi siano i soliti teppisti che infestano le curve a Catania e in trasferta: certe facce me le sono stampate nella memoria con meno di una decina di trasferte all'anno. Posso dire che negli anni di serie A dal 2010 in poi le cose erano migliorate, ma la catastrofe sportiva degli ultimi sei anni ha fatto riemergere il lato peggiore, con la conseguenza che le autorità al primo sentore di pericolo preferiscono arrendersi ed evitare ogni possibile danno vietando le trasferte. Se poi pensiamo all'imbecille che, in occasione della partita a Terni, ha taccheggiato un autogrill e picchiato il direttore che se ne era accorto e gli aveva ingiunto di rendere il maltolto o passare alla cassa, comprendiamo che, finché non ci libereremo da certa zavorra, dovremo subire divieti e quant'altro senza fiatare.
Κύριε, πρὸς τίνα ἀπελευσόμεθα; ῥήματα ζωῆς αἰωνίου ἔχεις.

Offline Sergio

  • Utente
  • *****
  • Post: 4531
Re:PAURA!!!
« Risposta #4 il: 10 Ottobre 2019, 11:27:28 pm »
Se poi pensiamo all'imbecille che, in occasione della partita a Terni, ha taccheggiato un autogrill e picchiato il direttore che se ne era accorto e gli aveva ingiunto di rendere il maltolto o passare alla cassa, comprendiamo che, finché non ci libereremo da certa zavorra, dovremo subire divieti e quant'altro senza fiatare.

Io credo che costui avrebbe rubato nell'autogrill anche se fosse andato a Terni per ben altre ragioni. Forse è l'esempio meno appropriato. Ricordo invece di una comitiva rossazzurra che aveva scambiato 4 professori universitari per tifosi della squadra rivale e ne è nato un inseguimento e conseguenti malmenate. Costoro dovevano andare in galera (e dovrebbero starci tuttora ed ancora per chissà quanti anni). Invece sono sicuro che sono a piede libero. Io non so se è un problema di difetto di leggi o di questori poco coraggiosi. Ma se Catania subisce un trattamento "privilegiato" secondo me è la seconda ipotesi se gli episodi criminosi si susseguono con più frequenza.
Io allo stadio sento cori pro libertà per gli ultrà. Ma nessuno viene perseguito solo perchè entra allo stadio o perchè coltiva la sua passione  h24 e 7 giorni su 7 per 365 dì all'anno, viene perseguito perchè delinque, per cui, PER ME, nessuna libertà. E qui dovrebbero essere le società a farsi carico di un progetto civilizzatrice, perchè chi devasta gli autogrill, chi insegue una persona perchè ha il colore della sciarpa diverso dal proprio, non ha diritto a nessuna libertà, almeno fin quando non si redime.
Gli uccelli nati in una gabbia pensano che volare sia una malattia. (Alejandro Jodorowsky)

Offline Marco Tullio

  • Utente
  • *****
  • Post: 2286
  • Me dedit in lucem Catinae carissima terra
Re:PAURA!!!
« Risposta #5 il: 11 Ottobre 2019, 11:51:47 am »
Non so quanto possa fare la società se non venire a patti con il tifo organizzato, con il rischio che comporti un compromesso con la frangia più estrema, perché gli altri non avrebbero bisogno di alcun accordo. Le autorità preposte hanno l'obbligo di colpire i responsabili per quello che fanno nei modi previsti dal codice penale. Fino al 2010, nel settore ospiti assistevo allo spettacolino di un personaggio in odore di mafia che dirigeva cori contro le forze dell'ordine e contro i tuoi concittadini senza che nessuno osasse dire nulla, anzi purtroppo ciò avveniva tra le coccole di certa stampa locale: possibile che nessun poliziotto avesse le palle per tenergli gli occhi addosso finché lui e i suoi accoliti non avessero commesso qualcosa di più grave e pertanto perseguibile? Per la scazzottata avvenuta a Bergamo con i tifosi dell'Atalanta nel settembre 2009 prima della partita, non si è trovato di meglio che portare in questura tutti coloro che si trovavano nel pullman che portava i tifosi diretti alla stazione per fare ritorno a Catania, a prescindere se avessero partecipato o meno agli scontri: peraltro la persona a cui alludo (tignusu, ponchiu e di Picanello) non era tra i fermati, non so se per il fatto che non fosse presente o perché siamo tutti spetti. Invece di assestare potenti sberle ai colpevoli si preferisce dare un lievo buffetto a tutti indiscriminatamente. Il problema è questo.
Κύριε, πρὸς τίνα ἀπελευσόμεθα; ῥήματα ζωῆς αἰωνίου ἔχεις.