Autore Topic: Cronaca da Parma  (Letto 4258 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Aldo

  • Utente
  • *****
  • Post: 3622
Re:Cronaca da Parma
« Risposta #15 il: 14 Dicembre 2012, 08:31:40 pm »

Così come...anche qui non vorrei sbagliarmi...ho l'impressione che certo zelo da parte della polizia di Parma, sà un tantinello di vendetta...in quanto risale ai fatti successi alcuni anni fa quando un convoglio di tifosi del Catania diretti a Brescia furono fermati senza motivi seri alla stazione di Parma dove successe il finimondo....non lo so...ma quando hai riportato quel “E’ da tanti anni che facciamo questo mestiere e sappiamo chi può entrare e chi no.”  ...mi è venuto qualche malupinseri  8D

Caro Gaspare, che la questura di Parma possa prestare una particolare attenzione verso la nostra tifoseria è un'ipotesi che ha un reale fondamento, nel quale non sono estranei gli incidenti in stazione del 2006 e la provocazione di un ultras della sud ad un funzionario di polizia nella primavera 2007, durante Parma-Catania. ;-)

Circa u malupinseri per la frase del funzionario, levatillu ra testa  era una frase così detta a mo' di benevolo s p a c c h i a m en t o :-D. Gli acquirenti dei biglietti in regola con la tessera del tifoso erano solo nove, di questi già sei erano dentro, quindi quando sono arrivato io ne mancavano solo tre, per cui l'elenco da consultare non era lunghissimo ........  8D
FORZA CATANIA! SEMPRE.

Offline santopesaro

  • Utente
  • *****
  • Post: 4052
Re:Cronaca da Parma
« Risposta #16 il: 14 Dicembre 2012, 08:35:52 pm »
Ho abbastanza esperienza di trasferte per poter dire che per partito preso mai giudicare

Ma siamo sicuri che ci voleva la tdf?perche' francamente possedendola non vado mai a guarxare le limitazioni

umastru

  • Visitatore
Re:Cronaca da Parma
« Risposta #17 il: 14 Dicembre 2012, 10:42:16 pm »

1) Ti trovi su un autobus con tanta bella e brava gente...alcuni padri con figli a seguito...stai andando in trasferta con la sola intenzione di tifare per la tua squadra e farti una gita fuoriporta...quando il bus viene fermato dalla Celere, sale un agente in mimetica ed inizia a minacciare gravi ritorsioni se non ci sbrighiamo ad uscire i documenti...e non contento ti rifila una manganellata sulla schiena motivazione "perchè mi è stato insegnato che è meglio prevenire che curare" ...risultato: arriviamo a partita quasi finita e un grosso ematoma che duole per più di una settimana...

2) Ti trovi sempre su un autobs...sempre con tanta bella e brava gente...padri e figli sempre compresi...quando questo è vittima di un imboscata da parte dei tifosi avversari che lo prendono a pietrate...interviene la polizia che impedisce che la situazione degeneri oltre modo, ma che fa!?
Porta aggrediti (CHE NON HANNO REAGITO!) e alcuni aggressori in questura, li identifica e applica anche ai primi il DASPO!!!
Risultato: senza mangiari e senza viviri, per 2 anni non possono mettere più piede in qualsiasi stadio...

Gaspare, premesso che anche nella celere ci stanno delle emerite ..... ehm .... ehm testine, potresti contestualizzare i due episodi, almeno il luogo, così, tanto per capire meglio, perchè poi te ne potrei raccontare uno io. ;-)

Umastru, sempre per contestualizzare, l'episodio di cui sono stati protagonisti gli ultras del Toro è sempre quello di Novara di due anni fà in serie B? 

Grazie ad entrambi.
No caro, è successo per il derby. Le bestie non contente, hanno anche demolito i bagni del settore ospiti appena rimessi a nuovo dopo il passaggio dei partenopi. Per questo ho scritto che non sono nuovi a certi accertamenti.
Vedi Aldo, io sono per il massimo rispetto delle leggi e regole, se alcune le considero sbagliate sono pronto ad infrangerle, ma a pagarne le conseguenze, ma è una scelta mia di  cui accetto tutte le conseguenze, e per cui non chiedo attenuanti.
Ciò non toglie che nel mio ormai passato da barricadero a volte nelle manifestazioni si scendesse a compromessi con la controparte, specialmente se trovavi un funzionario con cui si poteva ragionare. Certo, poi c'erano anche li scontri duri, ma c'era un minimo di rispetto. Ti diro di più, più grandicello a Milano ho stretto più che fraterna amicizia con due "sbirri" delle nostre parti. Due ragazzi poco più che ventenni con neanche la quinta elementare, parliamo di fine anni settanta, a quei tempi in polizia tiravano su di tutto, che mi hanno spiegato come funzionavano le cose alla celere in lombardia e dicome la maggior parte dei dirigenti di allora sapesse tenere a freno le poche teste calde, e ricordati che in quel periodo altro che black block, ti ritrovavi davanti gli autonomi ben addestrati, e se adesso sono male pagati, allora prendevano ancora meno e come equipaggiamento avevano un casco un manganello e un cappotto pesante d'inverno.
Tutta questa pappardella per provarti a spiegare che non contesto il mancato ingresso dei nostri sfigati ultras se è vero che ci voleva anche la tessera del tifoso, ma che pretendo una punizione esemplare per chi gli ha venduto i biglietti, ma soprattutto una pena ancora più severa per chi non fà rispettare le stesse norme per (loro) quieto vivere. Ti diro di più, se i tifosi del toro avessero avuto il biglietto e non la tessera, lo avrei potuto accettare, ma il fatto che sti quattro delinquenti li sia stato permesso di entrare, ma soprattutto devastare il settore ospiti mi fa i.n.c.a.zz.a.re come una biscia. Ma soprattutto il nervosismo arriva a mille per come viene trattata la notizia dai media: Corpo sei e possibilmente scritta con inchiostro simpatico. ::)
"U Mastru"

Offline Aldo

  • Utente
  • *****
  • Post: 3622
Re:Cronaca da Parma
« Risposta #18 il: 14 Dicembre 2012, 11:15:01 pm »
La notizia devono effettivamente aver scritta in corpo 6 e con l'inchiostro simpatico, non l'ho notata.  :-D :-D
FORZA CATANIA! SEMPRE.

Offline marco-69

  • Utente
  • *****
  • Post: 2541
Re:Cronaca da Parma
« Risposta #19 il: 14 Dicembre 2012, 11:26:57 pm »
gli è stato affibbiato da chi alle regole e soprattutto alle leggi è assolutamente intollerante...

Ecco..Bravo....
Ci sei arrivato da solo..

 :-D

Quel tale..Purtroppo...NON era un ULTRAS..
Quel tale rappresenta la quintessenza dell'Italiano..Medio..
Refrattario a regole, leggi, ordinamenti...pronto ad autogiustificarsi..e autoassolversi..
Salvo strillare quando beccato con le mani nel sacco.

Su questo tipo di Italiano...Ci hanno lucrato in tanti...in troppi.
Compreso una c..lona della ex DDR..A cui e' stato concesso il lusso...
Di impartirci consigli elettorali..

Dunque quando sento gente che contrabbanda il *** comodo con la difesa  delle Liberta' Costituzionali di questo Paese, che parla di leggi Liberticide, che scambia il TAR Lazio con la Corte Costituzionale..

Quando gli vedo inventarsi escamotage per frodare o aggirare, leggi, regole, divieti..
Mi risovviene il menestrello di Arcore...e Frau ex DDR...Spero di averti chiarito il legame..

Se vai a Parma, in trasferta, senza tessera del tifoso..sai che stai correndo un rischio, lo metti nel conto.
Gli ultras, una volta, partivano senza biglietto..
Adesso vanno senza tessera.
Una volta c'era il romanticismo della passione calcistica.
Ora..Gaspare ora....COSA C'E?

Ritornando a noi, nella fattispecie  a Parma, l'unica recriminazione che abbia senso e' nei confronti di lottomatica..
Non certo del Questore di Parma..
O dei Funzionari di P.S.

Mastru..la notizia non e' in corpo 6....Ne hanno parlato a Sabato Sport...La sera stessa.


P.S. Non credo che Spaccarotella sia un santo..E' uno sceriffo di latta..che ha disonorato la sua divisa..Lui, a differenza di Placanica, non aveva nessuna pressione, nessun pericolo. E ha giocato a fare John Wayne..
« Ultima modifica: 14 Dicembre 2012, 11:33:46 pm da marco-69 »

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
Re:Cronaca da Parma
« Risposta #20 il: 14 Dicembre 2012, 11:49:45 pm »

1) Ti trovi su un autobus con tanta bella e brava gente...alcuni padri con figli a seguito...stai andando in trasferta con la sola intenzione di tifare per la tua squadra e farti una gita fuoriporta...quando il bus viene fermato dalla Celere, sale un agente in mimetica ed inizia a minacciare gravi ritorsioni se non ci sbrighiamo ad uscire i documenti...e non contento ti rifila una manganellata sulla schiena motivazione "perchè mi è stato insegnato che è meglio prevenire che curare" ...risultato: arriviamo a partita quasi finita e un grosso ematoma che duole per più di una settimana...

2) Ti trovi sempre su un autobs...sempre con tanta bella e brava gente...padri e figli sempre compresi...quando questo è vittima di un imboscata da parte dei tifosi avversari che lo prendono a pietrate...interviene la polizia che impedisce che la situazione degeneri oltre modo, ma che fa!?
Porta aggrediti (CHE NON HANNO REAGITO!) e alcuni aggressori in questura, li identifica e applica anche ai primi il DASPO!!!
Risultato: senza mangiari e senza viviri, per 2 anni non possono mettere più piede in qualsiasi stadio...

Gaspare, premesso che anche nella celere ci stanno delle emerite ..... ehm .... ehm testine, potresti contestualizzare i due episodi, almeno il luogo, così, tanto per capire meglio, perchè poi te ne potrei raccontare uno io. ;-)



Ti servo subito caro Aldo  ;-)

1) Ascoli...non ricordo la stagione precisa...eravamo in C, ricordo il goal di Galeoto...e l'ematoma l'ho riportato io...è stata la mia ultima trasferta

2) nel 2009...a Bergamo...

Ma al di là della contestualizzazione...e come ha ribadito Umastru...questo è il paese dove le leggi per gli amici s'interpretano per gli altri si applicano...dove chi riveste incarichi pubblici, fatte le dovute eccezioni, pensa al privileggio dell'arbitrio, non al servizio della collettività...

E francamente questa melensa retorica che i buoni stanno tutti da una parte ed i cattivi d'altra (non è il tuo caso!) mi sta pesantemente sul ca...iser....

Ciao


Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est

Offline Aldo

  • Utente
  • *****
  • Post: 3622
Re:Cronaca da Parma
« Risposta #21 il: 15 Dicembre 2012, 02:38:52 am »
Carusi quando affrontiamo un tema come questo, occorre partire da premesse corrette. Orbene per entrare nelle settore ospiti la tessera del tifoso e' OBBLIGATORI SEMPRE!
Senza se è senza forse. Quelle che possono cambiare di volta, in volta, sono le altre limitazioni, ma MAI, quella del possesso della tessera.
Se non partiamo da questo dato certo, e' assolutamente inutile proseguire il discorso. :-D
FORZA CATANIA! SEMPRE.

Offline Aldo

  • Utente
  • *****
  • Post: 3622
Re:Cronaca da Parma
« Risposta #22 il: 15 Dicembre 2012, 03:29:51 am »
Davvero singolare l'articolo sull'argomento apparso su La Sicilia di ieri, l'articolista afferma che secondo Lottomatica la partita era aperta a tutti e tutti potevano acquistare il biglietto senza bisogno di tessera. Classico esempio di informazione volutamente errata, che produce disinformazione in chi la legga.
Per Il circuito Lottomatica l'accesso nel settore ospiti di Parma-Catania, contrariamente a quanto scrive l'articolista richiedeva obbligatoriamente il possesso della tessera e lo posso testimoniare, senza tema di smentite, io che per acquistare il mio biglietto nel settore ospiti ho dovuto esibirla. Ad ulteriore riprova di questo fatto posso anche affermare, per conoscenza diretta, che ad altri tifosi del Catania non è stato possibile acquistare il biglietto del settore ospiti proprio perché la procedura di emissione richiedeva il numero della tessera.
Che schifo!
FORZA CATANIA! SEMPRE.

Offline Aldo

  • Utente
  • *****
  • Post: 3622
Re:Cronaca da Parma
« Risposta #23 il: 15 Dicembre 2012, 12:11:57 pm »
Tutta questa pappardella per provarti a spiegare che non contesto il mancato ingresso dei nostri sfigati ultras se è vero che ci voleva anche la tessera del tifoso, ma che pretendo una punizione esemplare per chi gli ha venduto i biglietti, ......

U Mastru, scusami, ma solo adesso ho capito a quale episodio ti riferivi, avevo letto della devastazione dei bagni del settore ospiti , ma non avevo notato che fossero entrati senza biglietti ed, in effetti, facendo una ricerca specifica qualcosa c’è scritto, ma circoscritto a pochi elementi e non alla massa di tifosi del Torino senza biglietto che è comunque rimasta fuori dallo stadio.

Tornando al punto che invece ci interessa è evidente che a questo punto che rischia di più, e secondo me rischia davvero, non sono tanto gli ultras che alla fine non hanno contravvenuto a nessun divieto, ma chi ha emesso illegalmente i titoli di accesso, che ne sono convinto, casualmente, per carità,  sarà stato un unico punto vendita.

Mi piacerebbe conoscere il seguito di questa storia ……..

Personalmente nessuno mi toglie dalla testa che quanto successo mercoledì sera sia stato un test, messo in atto dagli ultras, scegliendo una partita che ritenevano di basso profilo, per  vedere di aggirare il problema della tessera del tifoso. Vedremo.
FORZA CATANIA! SEMPRE.

Offline Aldo

  • Utente
  • *****
  • Post: 3622
Re:Cronaca da Parma
« Risposta #24 il: 15 Dicembre 2012, 08:01:47 pm »

1) Ti trovi su un autobus con tanta bella e brava gente...alcuni padri con figli a seguito...stai andando in trasferta con la sola intenzione di tifare per la tua squadra e farti una gita fuoriporta...quando il bus viene fermato dalla Celere, sale un agente in mimetica ed inizia a minacciare gravi ritorsioni se non ci sbrighiamo ad uscire i documenti...e non contento ti rifila una manganellata sulla schiena motivazione "perchè mi è stato insegnato che è meglio prevenire che curare" ...risultato: arriviamo a partita quasi finita e un grosso ematoma che duole per più di una settimana...

2) Ti trovi sempre su un autobs...sempre con tanta bella e brava gente...padri e figli sempre compresi...quando questo è vittima di un imboscata da parte dei tifosi avversari che lo prendono a pietrate...interviene la polizia che impedisce che la situazione degeneri oltre modo, ma che fa!?
Porta aggrediti (CHE NON HANNO REAGITO!) e alcuni aggressori in questura, li identifica e applica anche ai primi il DASPO!!!
Risultato: senza mangiari e senza viviri, per 2 anni non possono mettere più piede in qualsiasi stadio...


Caro Gaspare, non avevo dubbi che il primo episodio, sui cui ti esprimo tutta la mia solidarietà, fosse capitato a te e non avevo dubbi neppure sul fatto che fosse vero. Purtroppo, tra i celerini ci sono, come ho scritto prima, anche degli irresponsabili che fanno un danno enorme alle forze dell’ordine, inversamente proporzionale al loro livello di intelligenza, perché comportamenti come quello che hai subito tu oppure io in questi anni di trasferte, ad onor del vero rari e solo verbali, sono per il cittadino perbene frustranti, perché lo fanno sentire impotente verso le angherie di coloro che, teoricamente, dovrebbero essere dalla sua parte.

Mi preme precisare che escluso quei rari casi cui ho fatto cenno prima, nelle mie, ormai tante, trasferte ho molto più spesso trovato la collaborazione delle forze dell’ordine.

Sul secondo esempio invece ho molto da dire, partendo da un altro episodio.

Era il 28 gennaio 2007, Bergamo, mi trovavo un autobus...sempre con tanta bella e brava gente...padri e figli compreso uno dei miei, allora appena quattordicenne, di ritorno al parcheggio di periferia in cui la polizia ci aveva consigliato di lasciare le auto,...quando, ancora in prossimità dello stadio, l’autobus è vittima di un imboscata da parte dei tifosi avversari che, scambiandolo per uno dei due che lo precedevano pieni di ultras, lo prendono a pietrate...interviene la polizia che impedisce che la situazione degeneri oltre modo, respinge l’attacco, scorta gli aggrediti (CHE NON HANNO REAGITO!) al parcheggio delle loro auto li saluta e torna indietro.

L’8 ottobre 2009, invece, le cose sono andate molto diversamente da come scrivi tu, probabilmente fuorviato dal resoconto dei fatti dello stesso articolista di cui ho scritto qualche post fa.
Ovviamente, quella volta ero presente, insieme ad altri amici. Come ben sai io sono un animale da stadio, di quella particolare sottorazza da trasferta, per cui in quell’occasione fiutando il profumo del vento, avevamo deciso di non andare nel settore ospiti, ma in un’altra parte dello stadio ;-). Essendo arrivati molto per tempo eravamo lì a bighellonare intorno all’impianto, quando sentiamo le sirene della polizia che annunciavano l’arrivo dei tifosi del Catania. Contemporaneamente vediamo un veloce spostamento in quella direzione di un certo numero di tifosi orobici. I nostri arrivano allo stadio ed escono urlanti dallo stesso, abbracciandosi. L’immediato commento nostro, che assistevamo alla scena dei nostri festanti ed all’arrivo sul posto degli ultras bergamaschi, è stato lapidario: “Cianu statu coppa!" (ops! veramente non so se si scriva così, ma accettatelo questo abbiamo detto ::)) e non avevamo dubbi neanche su chi l’ava vuscatu 8D. Dalle notizie che abbiamo raccolto sul posto era successo che l’autobus dei nostri, su cui viaggiavano in effetti oltre agli ultras, anche della bella e brava gente, perché imbarcati sullo stesso aereo,  era stato oggetto di una imboscata da parte degli ultras dell’Atalanta, i nostri ultras avevano reagito scendendo dall’autobus ed ingaggiando una colluttazione con gli avversari. La polizia era riuscita a dividere i contendenti mettendo in stato di ferma qualche bergamasco e rimettendo sull’autobus i nostri che così potevano arrivare allo stadio e lì venivano subito fatti entrare. Fuori restava una forte contestazione degli ultras dell’Atalanta verso le forza dell’ordine, cui contestavano di aver fermato solo i loro e non aver fatto nulla a quelli del Catania. Alla fine della partita tutti i presenti del settore, tra cui qualche nostra conoscenza, venivano trattenuti all’interno dello stadio fino alle due di notte, poi quelli che dovevano andare in aeroporto venivano fatti salire sull’autobus e portati in questura per la loro identificazione. Non so poi se il DASPO sia stato dato ingiustamente a tutti o siano state fatte delle distinzioni, come io credo che sia avvenuto. Sulla reale dinamica dei fatti, avvenuti supergiù come te li ho raccontati, ho avuto una conferma successiva, dal figlio allora diciottenne, di una mia carissima amica, alla sua prima trasferta con la sud, che ha partecipato agli scontri, si è beccato il suo DASPO, credo triennale e che continua a beccarsi tutt'ora i miei sfottò per aver concluso la sua carriera di ultras alla prima trasferta.

Come vedi le cose sono andate ben diversamente da come le hanno raccontate e la polizia non ha portato in questura ed identificato un gruppo di tifosi inermi vittime, senza aver reagito di un agguato degli atalantini, ma ha proceduto all’identificazione di tutti i presenti sull’autobus trai quali c’erano anche coloro i quali avevano partecipato ai tafferugli con i loro pari orobici.

Invece, nel fatto in cui sono stato involontario protagonista niente è stato fatto da parte della polizia, nei confronti dei tifosi catanesi che non avevano reagito.

Questo per dire che salvo eccezioni, che purtroppo ci sono, le forze dell’ordine non prendono provvedimenti a casaccio, ma funzionali ai comportamenti tenuti. Se sull’autobus del 2009 ci fosse stata solo bella e brava gente, sarebbero entrati ed usciti tranquillamente dallo stadio nonostante l’agguato. Purtroppo c’erano altri ……  :^(

Ciao :-))

P.S. Chiedo scusa a tutti per la lunghezza del post, ma credo che l'argomento lo meritasse. :-))
FORZA CATANIA! SEMPRE.

umastru

  • Visitatore
Re:Cronaca da Parma
« Risposta #25 il: 15 Dicembre 2012, 08:37:06 pm »
Carusi quando affrontiamo un tema come questo, occorre partire da premesse corrette. Orbene per entrare nelle settore ospiti la tessera del tifoso e' OBBLIGATORI SEMPRE!
Senza se è senza forse. Quelle che possono cambiare di volta, in volta, sono le altre limitazioni, ma MAI, quella del possesso della tessera.
Se non partiamo da questo dato certo, e' assolutamente inutile proseguire il discorso. :-D
E qui ti volevo! Il dato deve essere certo per tutti! Ma se a Catania annusano che niente niente facendo un pò di casino se trovi il dirigente giusto entri, gli e lo vai a spiegare tu che non si fà? ::) ::) ::)
Vedi le regole per essere considerate giuste devono "sempre " e per "chiunque" applicate. Se no sono soltanto un'enemerita gigantesca presa per....
"U mastru"

Offline Aldo

  • Utente
  • *****
  • Post: 3622
Re:Cronaca da Parma
« Risposta #26 il: 15 Dicembre 2012, 11:04:36 pm »
U Mastru il dato e' certo, senza tessera non si entra nel settore ospiti. A Catania, per stare al tuo esempio, ci hanno provato ed il Questore di Parma, non io, gli ha spiegato che non si fa. ::) ::) ::)
FORZA CATANIA! SEMPRE.

umastru

  • Visitatore
Re:Cronaca da Parma
« Risposta #27 il: 16 Dicembre 2012, 12:10:56 am »
U Mastru il dato e' certo, senza tessera non si entra nel settore ospiti. A Catania, per stare al tuo esempio, ci hanno provato ed il Questore di Parma, non io, gli ha spiegato che non si fa. ::) ::) ::)
E torna patruni e sciuscia! Torino non è in sbizzera! Non si fà su tutto il territorio italiano, isole comprese. Se no continua ad essere una solenne presa per..... Io con le mie scuole basse avevo inteso dire che nel diritto Romano, base del nostro codice i giudici avevano la prerogativa di interpretare le leggi, ma non mi sembra che ciò sia valido per le regole.
Di sicuro saro io ignorante come una capra, ma lo sono anche qualche altro milione d'italiani che considerano ormai il loro stesso paese un nemico da cui difendersi.
"U Mastru"

Offline Aldo

  • Utente
  • *****
  • Post: 3622
Re:Cronaca da Parma
« Risposta #28 il: 16 Dicembre 2012, 01:05:27 am »
Caso mai tonna parrinu e ciuscia, comunque se vuoi insistere a fare diventare regola un'eccezione non posso farci nulla. Abbiamo idee diverse sulle regole e sul rispetto delle stesse. Amen.
FORZA CATANIA! SEMPRE.

Offline Francesco ( Rovigo)

  • Utente
  • ****
  • Post: 547
Re:Cronaca da Parma
« Risposta #29 il: 16 Dicembre 2012, 09:13:57 am »
Le regole, in linea di principio vanno rispettate. Se ci fosse stato anche il minimo dubbio ( ma non e' il caso di Parma Catania) che la tessera del tifoso non sarebbe stata necessaria, sarebbe stato sufficiente informarsi telefonicamente presso qualche ufficio competente , prima di imbarcarsi in un un viaggio cosi' complicato. :-)); o quanto meno, questa e' la prassi a cui noi oldelephants (vero Aldo? :-))) ci ispiriamo :-))
Ho letto anche io il pezzo in questione sul giornale La Sicilia..che sinceramente mi ha lasciato molto perplesso.