Autore Topic: ...doppiamente offeso e indignato dopo i fatti di casa nostra  (Letto 4687 volte)

Offline cantarutti72

  • Utente
  • *****
  • Post: 1365
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
...doppiamente offeso e indignato dopo i fatti di casa nostra
« il: 11 Novembre 2007, 03:48:39 pm »
..a pochi minuti dall'inizio di Torino - Catania mi sento quasi obbligato ad intervenire su questo forum per dire che di fronte ad una tragica morte che ruota attorno il mondo del calcio osservo delle sconcertanti differenze di atteggiamento da parte die mass media al cospetto dell'evento di stamattina sull'autostrada A1 e di quello nostrano del 2 febbraio.
Adesso i media stanno enfatizzando sul fatto che si trattasse di un casuale episodio di un gruppo non organizzato di tifosi laziali che disgraziatamente ha un diverbio in un autogrill con degli juventini...dunque non c'entrano i laziali, i romani in genere
MA NELLA MALEDETTA SERATA DI CATANIA PALERMO, INVECE E' VERO O NON E' VERO CHE ERA STATA MESSA IN CROCE UN INTERA CITTA'???E' VERO O NON E' VERO CHE NOI TUTTI CATANESI ERAVAMO STATI ADDITATI COME DEGLI ASSASSINI??????????
Condoglianze sincere alla famiglia del povero Gabriele ma INDIGNAZIONE ED OFFESA PER QUESTA DISPARITA' DI VEDUTE DA PARTE DELLE TV NAZIONALI!!!!!!!!!!!!
"più tifi strisciato, più sei un siciliano rinnegato !! fuckinmiju "

Offline Moleskine

  • Utente
  • ***
  • Post: 317
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: ...doppiamente offeso e indignato dopo i fatti di casa nostra
« Risposta #1 il: 11 Novembre 2007, 04:20:52 pm »
Cantarutti,massimo rispetto per le tue idee,ma questo non mi pare il momento di cercare sempre divisioni,di issare sempre e solo la bandiera del proprio paese,di rimarcare differenze e disparità di trattamento.
Capisco il dolore e le ferite che quell'esperienza ha lasciato dentro ognuno di voi catanesi, ma stavolta,UNIAMOCI e basta.
Ciao !

Offline Diegos

  • Utente
  • *****
  • Post: 1396
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: ...doppiamente offeso e indignato dopo i fatti di casa nostra
« Risposta #2 il: 11 Novembre 2007, 08:52:23 pm »
ma dai cantarutti basta con questi manie di persecuzione...il calcio Italiano e` nella ca.cca....il discorso e` molto semplice o qualcuno si decide a non fare piu` entrare i teppisti bergamaschi...catanesi..palermitani..juventini... oppure a finemu ku stu min.chia di palluni.......ogni squadra in`Italia ha il suo cancro nessuna escula la violenza in`Italia rappresenta la situazione in cui si trova la societa` Italiana 

Offline tomsriver

  • Utente
  • ****
  • Post: 502
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: ...doppiamente offeso e indignato dopo i fatti di casa nostra
« Risposta #3 il: 13 Novembre 2007, 08:51:05 am »
E invece io son d'accordo con Cantarutti:
A Bergamo non è accaduto assolutamente nulla:  macchè partita sospesa, macchè disordini nelle curve; macchè lanci di tanti oggetti in campo (compresi fumogeni); macchè i primi arresti operati dalla Polizia di Bergamo.
                         TUTTO TRANQUILLO
La partita Atalanta - Milan sarà rigiocata in data da destinarsi !!! =D>


Ora io mi chiedo, da tranquillo uomo della strada: e se ciò che è accaduto a Bergamo fosse accaduto a Catania ??????????? 8-)
""E' vero o non è vero che noi catanesi saremmo stati additati come degli assassini ???? ""

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5543
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re: ...doppiamente offeso e indignato dopo i fatti di casa nostra
« Risposta #4 il: 13 Novembre 2007, 08:59:17 am »
Direi di attendere le decisioni del Giudice Sportivo, sperando che siano eque o comunque ben motivate.

Offline Michelangelo

  • Utente
  • ***
  • Post: 492
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: ...doppiamente offeso e indignato dopo i fatti di casa nostra
« Risposta #5 il: 13 Novembre 2007, 03:10:22 pm »
sì.... doppiamente offeso e indignato dopo i fatti di casa nostra!
Sembra, dalle notizie, che i provvedimenti siano limitati (per ora) alla sola chiusura delle curve....
Se non squalificheranno pesantemente i rispettivi Stadi come fu fatto a suo tempo per il Massimino allora, Signori, il teorema del complotto contro il Catania è davvero innegabile... Non parlo con sentimenti vendicativi, per carità, ma per una questione di equa giustizia! I teppisti e i violenti di Roma e Bergamo dell'11 novembre non sono da meno a quelli di Catania del 2 febbraio.
E che la smettano i media nazionali una volta per tutte di tirare in ballo sempre Catania ad esempio di tifoseria violenta... >:(

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5543
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re: ...doppiamente offeso e indignato dopo i fatti di casa nostra
« Risposta #6 il: 13 Novembre 2007, 03:59:27 pm »
sì.... doppiamente offeso e indignato dopo i fatti di casa nostra!
Sembra, dalle notizie, che i provvedimenti siano limitati (per ora) alla sola chiusura delle curve....
Se non squalificheranno pesantemente i rispettivi Stadi come fu fatto a suo tempo per il Massimino allora, Signori, il teorema del complotto contro il Catania è davvero innegabile... Non parlo con sentimenti vendicativi, per carità, ma per una questione di equa giustizia! I teppisti e i violenti di Roma e Bergamo dell'11 novembre non sono da meno a quelli di Catania del 2 febbraio.
E che la smettano i media nazionali una volta per tutte di tirare in ballo sempre Catania ad esempio di tifoseria violenta... >:(

Però decidiamoci: è stato giusto punire pesantemente Catania? Se sì, allora speriamo che anche gli altri subiscano una pena esemplare (che comunque sarà inferiore perché di morti non ce n'è stati, allo stadio di Bergamo). Se è stato ingiusto punire il Catania, allora sarà ingiusto anche punire l'Atalanta o la Roma. Oppure perché si è sbagliato un avolta dobbiamo augurarci che altri subiscano ingiustizie o presunte tali?
Secondo me, c'è molto da discutere sull responsabilità oggettiva, ma per regolamento le sanzioni possibili sono quasi esclusivamente queste, quindi vanno applicate come è stato "giusto" applicarle lo scorso anno. Rimane il fattore discrezionalità che dipende dai rapporti ricevuti dal Giudice Sportivo, comunque la chiusura delle curve per l'intera stagione mi sembra una pena abbastanza forte, anche se aggiungerei almeno 2 o tre giornate di squalifica per i campi di Bergamo e Taranto.
Ciao!

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5543
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re: ...doppiamente offeso e indignato dopo i fatti di casa nostra
« Risposta #7 il: 13 Novembre 2007, 05:05:47 pm »
 15:20       Quattro giornate al campo del Taranto

Per i disordini allo stadio 'Iacovone' di domenica scorsa nella partita con la Massese (C1 girone B) il giudice sportivo ha deciso di infliggere al Taranto la punizione della perdita della gara con il punteggio di 0-3 a favore della Massese e la sanzione consistente nell'obbligo di disputare quattro gare effettive a porte chiuse, "con decorrenza immediata".

Direi che è una giusta punizione. Vediamo cosa succederà all'Atalanta.

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: ...doppiamente offeso e indignato dopo i fatti di casa nostra
« Risposta #8 il: 13 Novembre 2007, 05:30:27 pm »
Hai ragione Bua...è stato ingiusto per il Catania e lo è per tutte le altre, si chiamassero Atalanta, Palermo, perfino Juve o Milan, o Taranto e Pizzighettone!

Sulla R.O. non c'è nulla da discutere, però...c'è da abolilirla al più presto visto la totale inutilità e l'imbecillità di chi l'ha partorita e continua a difenderla come deterrente alla violenza negli stadi! >:(


SOLIDARIETA' ALLA FAMIGLIA DI GABRIELE...e vergogna per coloro che in queste ore ne stanno infangando la memoria riportando presunte attività di ultrà violento...come a dire "è bene che lo abbiano ammazzato!"...VERGOGNA!
Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est

Offline tomsriver

  • Utente
  • ****
  • Post: 502
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: ...doppiamente offeso e indignato dopo i fatti di casa nostra
« Risposta #9 il: 13 Novembre 2007, 07:01:25 pm »
comunque la chiusura delle curve per l'intera stagione mi sembra una pena abbastanza forte, anche se aggiungerei almeno 2 o tre giornate di squalifica per i campi di Bergamo e Taranto.


Bua, ti premetto che la ""chiusura delle curve"" di Bergamo non è e non sarà una pena comminata dalla FIGC, bensì una minaccia dello stesso presidente atalantino che ha deciso di autopenalizzarsi per tentare di ricondurre a più miti consigli le frange più violente della tifoseria atalantina.
Quanto alle 2  o  3 giornate di squalifica del campo di Bergamo, ti faccio presente che alla FIGC non si sono posti neppure il dilemma, tant'è vero che la partita Atlanta - Milan sarà rigiocata in data da destinarsi.
Io credo che se quei fatti fossero successi a Catania, oltre a crocifiggere un'intera città, la FIGC avrebbe immediatamente data la partita persa al Catania per 3 a 0, oltre alla squalifica del campo.

Offline Michelangelo

  • Utente
  • ***
  • Post: 492
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: ...doppiamente offeso e indignato dopo i fatti di casa nostra
« Risposta #10 il: 13 Novembre 2007, 07:45:40 pm »
Io credo che se quei fatti fossero successi a Catania, oltre a crocifiggere un'intera città, la FIGC avrebbe immediatamente data la partita persa al Catania per 3 a 0, oltre alla squalifica del campo.
Hai perfettamente ragione; inoltre disputare le gare a porte chiuse non è la stessa cosa di disputarle, come è successo al Catania, in esilio lontano migliaia di km. Quindi ho impressione che allora la punizione fu esagerata, e si finì per colpire ingiustamente la squadra (estranea ai fatti) mortificando un'intera città e non i tifosi violenti.

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5543
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re: ...doppiamente offeso e indignato dopo i fatti di casa nostra
« Risposta #11 il: 14 Novembre 2007, 09:30:11 am »
comunque la chiusura delle curve per l'intera stagione mi sembra una pena abbastanza forte, anche se aggiungerei almeno 2 o tre giornate di squalifica per i campi di Bergamo e Taranto.


Bua, ti premetto che la ""chiusura delle curve"" di Bergamo non è e non sarà una pena comminata dalla FIGC, bensì una minaccia dello stesso presidente atalantino che ha deciso di autopenalizzarsi per tentare di ricondurre a più miti consigli le frange più violente della tifoseria atalantina.
Quanto alle 2  o  3 giornate di squalifica del campo di Bergamo, ti faccio presente che alla FIGC non si sono posti neppure il dilemma, tant'è vero che la partita Atlanta - Milan sarà rigiocata in data da destinarsi.
Io credo che se quei fatti fossero successi a Catania, oltre a crocifiggere un'intera città, la FIGC avrebbe immediatamente data la partita persa al Catania per 3 a 0, oltre alla squalifica del campo.

Mi pare che il Giudice Sportivo si debba pronunciare oggi. Il processo alle intenzioni è comunque poco sensato. Inoltre la chiusura delle curve (provvedimento che lo scorso anno non era ammesso) è un'indiscrezione uscita dall'osservatorio per via del fatto che lo stadio di Bergamo è afflitto da gravi problemi logistici, non un provvedimento immediato (e di provevdimnti immediati non ce ne possono essere, altriemnti sarebbe giustizia sommaria):
http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/GdM_sport_NOTIZIA_01.asp?IDNotizia=187256&IDCategoria=1

Alimentare continuamente certe idee secondo le quali non saremmo graditi al fantomatico palazzo mi sembra davvero controproducente e sterile. La differenza di trattamento fra noi e gli altri la fanno essenzialmente le due morti direttamente o indirettamente provocate da teppisti catanesi: a Messina nel 2001 e a Catania nel 2007 (senza i tafferugli non ci sarebbe stata la morte di Raciti), non dimentichiamolo. Un omicidio e una invasione non pacifica di campo, o un tentato omicidio, non sono la stessa cosa. Senza disturbare poi tutti fgli altri episodi di guerriglia che, per fortuna, non hanno avuto gravi conseguenze sulla nostra squadra, come equivalenti episodi non ne hanno avute sulle altre squadre (vedi stazione di Parma e gli scontri col Livorno del 2004). Ecco comunque una lista nera, forse incompleta:
http://diariossazzurro.altervista.org/modules.php?name=Content&pa=showpage&pid=155

Io direi di guardare avanti: ci siamo salvati, abbiamo finalmente uno stadio a prova di Amato e Pisanu e una tifoseria che sembra aver trovato il modo di limitare l'azione delle frange di deficienti. Intendiamoci, nessun gruppo di violenti può essere messo nelle condizioni di non nuocere al 100%, a nessuna latitudine. A Bergamo, a Roma come a Catania, Palermo e Napoli  o...Poggibonsi le tifoserie sono civilissime, tanto che la maggioranza a Bergamo cantava "scemi scemi" agli esagitati e a Catania il 2 febbraioi 22.000 persone sono tornate a casa in tranquillità senza fare nulla di incivile. I delinquenti purtroppo sono quelli che fanno danno, siano pochi o tanti. L'errore, finora, e lo dissi in tempi non sospetti, è stato considerare il problema violenza negli stadi come un problema per lo più di Catania, cosa ovviamente non vera. Solo in questi giorni ho sentito dire che in realtà il calcio non c'entra, che si tratta di un problema sociale e come tale va trattato e che ci sono estremisti di destra (e di sinistra) che manipolano il popolino della curva e che ricattano le società.
Che i dirigenti siano inadeguati, siamo d'accordo, ma direi che il problema è di difficilissima soluzione, quindi non starei con il fucile puntato a sputare sentenze sull'adeguatezza o meno di certi provvedimenti. O almeno prima aspetterei di leggere le motivazioni.

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5543
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re: ...doppiamente offeso e indignato dopo i fatti di casa nostra
« Risposta #12 il: 14 Novembre 2007, 09:58:35 am »
Correzione: le decisioni su Atalanta-Milan saranno prese il 20.11.2007.
(fonte Tgcom)
Ciao!