Autore Topic: Spari all'Olimpico  (Letto 5297 volte)

Offline ivan

  • Utente
  • *****
  • Post: 1365
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Spari all'Olimpico
« Risposta #30 il: 07 Maggio 2014, 04:11:06 pm »
Citazione
...no, altro che rimbambito...è lucidissimo...e per me dovrebbe stare in galera, altro che ospizio...come un qualunque normale cittadino che commette un reato, altro che 4 ridicole ore alla settimana ai servi sociali  8D ...perchè il vero problema della giustizia italiana, Ivan carissimo, è che fa la forte coi deboli...ed è debole coi forti...

Ma...non è tanto questo quello che volevo dire...nè che u Zu Sivviu Baciamulimanu è in cima ai tuoi pensieri...mi stupisco clamorosamente del fatto che non capisci che il pesce puzza dalla testa...come giustamente ribadisce LUIS...

Ti chiedo...seriamente....ma questa generazione che esempi ha avuto in questi anni!?...che società si è costruito, quali valori, quale cultura, quale senso del dovere, della responsabilità, di bene comune, si è trasmesso!?...quale idea di giustizia hanno i ragazzi di oggi!?...e chi ha massacrato, stravolto, reso scientificamente interpretabile il Codice Penale, i magistrati!?  8|

Ancora domenica, caro Ivan, potevi vedere un noto politico catanese...guarda caso di Forza Italia (ma fosse anche del PD, del M5S, della Lista Tsipras!!)...che raccoglieva voti fra i tifosi dando la propria solidarietà alle curve in sciopero contro la società...ma davvero, una persona adulta ed intelligente come te, non le nota le falsità e le storture retoriche ed ipocrite di questo Paese, facendone una questione ideologica tipo anni '50!?

Ciao


Gaspare, è naturale che il pesce puzzi dalla testa, e non ne faccio una questione ideologica, io sono convinto che la politica è tutta marcia (come il calcio), lo è stata
e purtroppo lo sarà ancora per chissà quanto tempo, solo che anche la magistratura secondo me lo è.
Riguardo ai valori trasmessi a questa generazione, niente è più appropriato dell'affermazione "il pesce puzza della testa", solo che io sono convinto che "la testa", in questo caso sia la generazione precedente, cioè a dire i genitori dei giovani d'oggi,
che sono i primi a non aver dato o ad averli dati sbagliati ai propri figli.
"il pesce