Autore Topic: Calciomercato Catania 2011/2012  (Letto 80028 volte)

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Calciomercato Catania 2011/2012
« Risposta #15 il: 27 Maggio 2011, 08:06:51 pm »
Il tecnico dovrebbe essere Torrente....modulo 4 3 3, questa è la novità di queste ultime ore...

Per quanto riguarda il resto...è una fortuna che Fanta continui a sognare giocando a proevolution soccer manager  :-D :-D ...e che la campagna acquisti, quella seria, la fa il Direttore, caro GP  ;-)

Spiici (domandagli, per i non catanesi!) che si diceva di Augustyn terzino o mediano, prima che s'infortunasse...no, perchè il giovinotto dal suo bummulu ricorda solo quello che gli fa comodo...

 ;-) ::) :-D
Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5432
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re: Calciomercato Catania 2011/2012
« Risposta #16 il: 27 Maggio 2011, 08:48:22 pm »
Citazione
Ps Ma la storia della parola tra gentiluomini per Schelotto, che poi non viene rispettata, non vi ricorda un caso simile nel nostro passato?

Fanta, hai ragione qualcosa del genere successe con Paolucci, del quale avremmo dovuto prendere
la metà del cartellino dall'udinese, ma poi siccome Leonardi proprio quell'anno ando' via da udine per parma, non se ne fece nullla, almenop questo è quello che si disse allora.

Ora ricordo: se ne parlò pure per Menegazzo: c'era l'impegno sulla parola con il Siena per il riscatto, 2004-05. Non se ne fece nulla.
Ad ogni modo, non è detto che si cambi poi così tanto quest'anno, dipende anche da come si mette il mercato, sarà certo interessante vedere se riusciremo a valorizzare i vari Moretti, Catellani e Barrientos.
Personalmente ilmercato non mi affascina, molti dei giocatori che mi hanno fatto divertire di più in questi ultimi anni nemmeno li avevo mai visti giocare (tipo Martinez, Silvestre, Vargas).
Per l'allenatore, non cosnosco Torrente, e poi non è ufficiale. La teoria della società è, più o meno, che uno vale l'altro perché la squadra lal costruisce la dirigenza seguendo i consigli del tecnico sul tipo di giocatore, non sui nomi. E' una teoria discutibile, e poi contraddetta dai fatti (Dica lo volle Zenga), ma comunque poco importa. NOn è detto cheper fare bene si debba avere tanta esperienza. Il problema è che in Italia fino a qualche anno fa le panchine erano blindate, riservate ai soliti nomi, persino chi doveva subentrare era quasi deciso. Oggi magari c'è più apertura (vedi i vari Leonardo, Allegri, Bisoli,...)

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Calciomercato Catania 2011/2012
« Risposta #17 il: 27 Maggio 2011, 11:09:52 pm »
Ciao a tutti.
I vecchi tecnici dicevano che la spina dorsale di una squadra è fatta dal portiere, il mediano, lo stopper e il centravanti. E' una classificazione che appartiene ad un calcio "antico": oggi c'è il "centrale", l'"esterno" ecc. ; però a mio parere questa regola è ancora valida.
Il Catania, a quanto pare cambierà, tutti i giocatori in  questi ruoli, rimanendo pressochè inalterato il resto, quindi è importante che arrivino "sostituti" di qualità, all'altezza di chi c'è stato, non necessariamente calciatori di nome (Carboni ad esempio non era famosissimo, tuttavia è stato un giocatore fondamentale negli ultimi anni).
E poi la faccenda allenatore, che non è così semplice come la racconta il Presidente nell'intervista radiofonica: è vero che non bisogna dipendere dall'allenatore, ma senza un tecnico che sappia far rendere al massimo le risorse a sua disposizione si rischia il campionato mediocre o la lotta per la salvezza, anche con una buona squadra.
Scusa Vasco,ma non mi pare che il presidente ai microfoni di Radio Fantastica volesse esprimere quanto da te esposto in relazione alla scelta dell'allenatore.Mi e' sembrato di capire che le scelte inerenti agli acquisti le fa la societa',tenendo conto ,ma non sempre,delle indicazioni sulle caratteristiche tecniche suggerite dall'allenatore. E questo e' un dato comune a tutte le societa',tranne casi eccezionali nei quali la figura dell'allenatore ha anche il compito di manager sul tipo Ferguson.Il presidente certamente voleva rimarcare che la scelta dell'allenatore e' in relazione
al tipo di valenza tecnica e conseguente alle caratteristiche specifiche della squadra.Il Catania ha una base tecnica e da quella base si sceglie l'allenatore.Il discorso percio' non e' cosi semplice ma diventa complicato quando devi individuare l'allenatore di personalita',grande motivatore e in possesso di quelle qualita' tecniche che lo fanno integrare armoniosamente nel gruppo.In fase di discussione ha anche detto che qualora l'allenatore interpellato non ne sposa la causa o non crede fortemente nel progetto(quello che sta succedendo con Simeone?) il discorso si chiude li',che poi e' quello che e' accaduto con Zenga prima e Mijalovic dopo.Implicitamente ammette l'errore fatto con Gianpaolo e nel contempo indica il criterio di scelta per l'allenatore di questo anno:la squadra ha nel suo dna il 4-3-3 e percio'....elementare Watson...tra tutti il piu' probabile mi sembra Torrente che con questo modulo ha portato il Gubbio dalla seconda divisione alla serie B....poi,amico mio,ci vuole fortuna...macari a friiri n'ovu...sono i giocatori che fanno l'allenatore e no viceversa..
I vecchi saggi allenatori di una volta,vedi Nereo Rocco o Nils Liedholm,sostenevano come,hai detto tu,che e' la spina dorsale su cui si deve reggere la squadra,costituita da portiere,centr.di dif.,centr.di centr. e centravanti si deve ricostruire di sana pianta. Come per incanto, salvo imprevisti quest'anno andranno via e percio' si dovra' provvedere a rimpiazzarli adeguatamente.Io spero anche,fortuna permettendo,con elementi ancora migliori dei partenti, perche' quella e' l'intenzione ma e' anche vero che tanti sono i fattori concomitanti che ne possono inficiare le aspettative.Siamo nelle mani della provvidenza...non quella del Verga ma piuttosto quella del Manzoni...
Un caro saluto.  
« Ultima modifica: 27 Maggio 2011, 11:14:28 pm da GPalermo1954 »
CATANIA USQUE AD FINEM

Offline santopesaro

  • Utente
  • *****
  • Post: 4052
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Calciomercato Catania 2011/2012
« Risposta #18 il: 28 Maggio 2011, 11:06:28 am »
Bua perche' non sarebbe corretto?

A parte il discorso Dica ma ci dimentichiamo gente a tipo quaresima?la squadra la deve fare la societa' seguendo uno schema sia tecnico che comportamentale.

Il Mister deve allenare secondo il suo credo.Sicuramente non prendi un allenatore da 3-4-3 per fargli allenare una squadra da 4-5-1

Per dire,tanto i numeri lasciano il tempo che trovano ma fanno capire il concetto.

Ieri sera molto importanti le dichiarazioni sullo stadio fatte dal Presidente a Momenti Rossazzurri.Sono partiti anche con quel progetto e sono molto piu' avanti di gente che sbandiera intenzioni.

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5432
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re: Calciomercato Catania 2011/2012
« Risposta #19 il: 28 Maggio 2011, 04:03:39 pm »
Bua perche' non sarebbe corretto?

A parte il discorso Dica ma ci dimentichiamo gente a tipo quaresima?la squadra la deve fare la societa' seguendo uno schema sia tecnico che comportamentale.

Il Mister deve allenare secondo il suo credo.Sicuramente non prendi un allenatore da 3-4-3 per fargli allenare una squadra da 4-5-1

Per dire,tanto i numeri lasciano il tempo che trovano ma fanno capire il concetto.

Ieri sera molto importanti le dichiarazioni sullo stadio fatte dal Presidente a Momenti Rossazzurri.Sono partiti anche con quel progetto e sono molto piu' avanti di gente che sbandiera intenzioni.

Penso che come si punta forte su Lo Monaco si deve puntare forte su un allenatore, anche se concordo che non può pretendere di scegliere gli acquisti. Però dico, se da sempre credi al 4-3-3, perché affidarsi a Baldini o a Giampaolo, che si sa che hanno altre ideee?
Poi il valore dell'allenatore è importante, non è solo question edi personalità. Ad ogni modo siamo in buone mani, penso che imparino dai propri errori.
Ma dello stadio cosa ha detto il presidente? Che progetto hanno? Dacci dei dettagli per favore.

Offline Caprarupens

  • Utente
  • *****
  • Post: 2016
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Calciomercato Catania 2011/2012
« Risposta #20 il: 28 Maggio 2011, 05:32:14 pm »

Ma dello stadio cosa ha detto il presidente? Che progetto hanno? Dacci dei dettagli per favore.

Il presidente è affascinato da qurllo ddi Utrecht.
A precisa domanda di Scaltriti ha risposto ammiccante che stanno pensando a qualcosa del genere facendo capire che sicuramente sarà più grande.

Lo stadio di Utrecht è il tipico stadio di concezione moderna, funzionale ma essenziale: è formato da quattro tribune coperte che contornano il campo da gioco e sono divise in quattro corpi di fabbrica.
Quella che si suppone sia la tribuna centrale ha un grosso corpo di fabbrica a ridosso di questa che presumibilmente contiene un centro commerciale  (merchandising del brand Utrecth ed altro.)
ho visto qualcosa di simile ma in grande all'Old Trafford a Manchester.
Uno dei lati del suddetto corpo di fabbrica - quello che dà sul campo da gioco - ai piani più alti contiene le pareti finestrate per il pubblico di elite che non si vuole mischiare con la marmaglia tifoseggiante anche se in tribuna principale  ::).
Lo stadio credo attualmente contenga circa 25.000 posti a sedere.
 vi linko alcuni indirizzi dove ammirare la struttura che tanto ha impressionato Pulvy

http://it.wikipedia.org/wiki/Stadion_Galgenwaard#Storia

http://www.worldstadiums.com/stadium_pictures/europe/netherlands/utrecht_galgenwaard.shtml

http://www.stadiumguide.com/galgenwaard.htm

P.S. :
Considerazione personale: pare si tratti di uno stadio nato sul preesistente tessuto della città (in un parco od in un tessuto di non recentissima formazione) ovvero uno stadio di concezione "inglese" inserito perfettamente nel tessuto circostante, questo mi da da pensare che forse l'intenzione è quella di sfruttare l'attuale zona dello stadio Massimino od una zona della città ricca di spazi dismessi od abbandonati da ristrutturare mediante un sostanzioso impegno urbanistico.

Vedremo!
« Ultima modifica: 28 Maggio 2011, 06:01:39 pm da Caprarupens »

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Calciomercato Catania 2011/2012
« Risposta #21 il: 28 Maggio 2011, 07:44:41 pm »
...mi ripeto...non so cosa ha visto di straordinario il presidente nello stadio di Utrecht..
di straordinario c'e' solo che una struttura,risalente agli anni '70,debba essere presa a modello per il nuovo stadio a Catania.Il Nieuw Galgenwaard,che prende il nome dall'omonimo fiume,e' uno stadio che proprio della bellezza non fa certo sfoggio.
Il confort e' su stardard normali e non raggiunge i livelli dell'Arena Stadium di Amsterdam,dove per gli abbonati vip vengono affittati box,che ospitano fino a sei persone,attrezzati di tutto punto con frigo e quant'altro genere di comfort.Ma questi non sono gli elementi qualificanti per una struttura.Architettonicamente non ha niente di particolare nonostante i designers olandesi abbinino grande maestria nell'unire la tecnologia piu evoluta con un grande senso estetico e non e' polifunzionale in quanto si gioca solo a calcio e non ingloba altre attivita'.Le tribune attaccate al campo di gioco sono una prerogativa necessaria e percio'non menzionabile,hanno sedili in ogni settore e percio non capisco quali siano i requisiti che lo indicano a modello.Ergo,visto che ci sono stato, se devo dare un giudizio sul Nuovo Gangelwaard posso dire che...a me mi pare na strun.zata...       
CATANIA USQUE AD FINEM

Offline cantarutti72

  • Utente
  • *****
  • Post: 1365
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Calciomercato Catania 2011/2012
« Risposta #22 il: 28 Maggio 2011, 09:06:23 pm »
...mi ripeto...non so cosa ha visto di straordinario il presidente nello stadio di Utrecht..
di straordinario c'e' solo che una struttura,risalente agli anni '70,debba essere presa a modello per il nuovo stadio a Catania.Il Nieuw Galgenwaard,che prende il nome dall'omonimo fiume,e' uno stadio che proprio della bellezza non fa certo sfoggio.
Il confort e' su stardard normali e non raggiunge i livelli dell'Arena Stadium di Amsterdam,dove per gli abbonati vip vengono affittati box,che ospitano fino a sei persone,attrezzati di tutto punto con frigo e quant'altro genere di comfort.Ma questi non sono gli elementi qualificanti per una struttura.Architettonicamente non ha niente di particolare nonostante i designers olandesi abbinino grande maestria nell'unire la tecnologia piu evoluta con un grande senso estetico e non e' polifunzionale in quanto si gioca solo a calcio e non ingloba altre attivita'.Le tribune attaccate al campo di gioco sono una prerogativa necessaria e percio'non menzionabile,hanno sedili in ogni settore e percio non capisco quali siano i requisiti che lo indicano a modello.Ergo,visto che ci sono stato, se devo dare un giudizio sul Nuovo Gangelwaard posso dire che...a me mi pare na strun.zata...      

concordo pienamente...come dicono a Udine...ni mancunu scecchi a' fera? A proposito di Udine, da quelle parti fu costruito dieci anni fa un vero gioiellino, peccato che è capitato ad una società che ha avuto un dirigente peggio dell'altro, sprofondando ora in Lega Pro.
Se si potesse fare un "copia e incolla"... ::) ::)
http://cuorealabardato.altervista.org/0_981_272.jpg
"più tifi strisciato, più sei un siciliano rinnegato !! fuckinmiju "

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Calciomercato Catania 2011/2012
« Risposta #23 il: 28 Maggio 2011, 09:38:53 pm »
...Cantarutti,interpretandone il pensiero,il presidente forse si riferiva al modello "catino"
del tipo Nereo Rocco di Trieste,quello stadio dove per assenza di tifosi vi furono installate gigantografie raffiguranti spalti gremiti...ci mancava solo la registrazione dell'effetto sonoro del pubblico..e sarebbe stata la replica del Santiago Bernabeu durante una finale di CL...un po' forse,pensandoci su,da quell'impressione di bomboniera lo stadio di Utrecht ...
CATANIA USQUE AD FINEM

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5432
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re: Calciomercato Catania 2011/2012
« Risposta #24 il: 28 Maggio 2011, 10:36:57 pm »
Per la verità alla domanda di Scaltriti se gli piacesse los tadio di Utrecht, Pulvirenti ha risposto "no", aggiungendo poi che vogliono fare di meglio.

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2410
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Calciomercato Catania 2011/2012
« Risposta #25 il: 29 Maggio 2011, 01:44:19 am »
Scusa Vasco,ma non mi pare che il presidente ai microfoni di Radio Fantastica volesse esprimere quanto da te esposto in relazione alla scelta dell'allenatore.Mi e' sembrato di capire che le scelte inerenti agli acquisti le fa la societa',tenendo conto ,ma non sempre,delle indicazioni sulle caratteristiche tecniche suggerite dall'allenatore. E questo e' un dato comune a tutte le societa',tranne casi eccezionali nei quali la figura dell'allenatore ha anche il compito di manager sul tipo Ferguson.Il presidente certamente voleva rimarcare che la scelta dell'allenatore e' in relazione
al tipo di valenza tecnica e conseguente alle caratteristiche specifiche della squadra.Il Catania ha una base tecnica e da quella base si sceglie l'allenatore.Il discorso percio' non e' cosi semplice ma diventa complicato quando devi individuare l'allenatore di personalita',grande motivatore e in possesso di quelle qualita' tecniche che lo fanno integrare armoniosamente nel gruppo.......poi,amico mio,ci vuole fortuna...macari a friiri n'ovu...sono i giocatori che fanno l'allenatore e no viceversa..
I vecchi saggi allenatori di una volta,vedi Nereo Rocco o Nils Liedholm,sostenevano come,hai detto tu,che e' la spina dorsale su cui si deve reggere la squadra,costituita da portiere,centr.di dif.,centr.di centr. e centravanti si deve ricostruire di sana pianta. Come per incanto, salvo imprevisti quest'anno andranno via e percio' si dovra' provvedere a rimpiazzarli adeguatamente.Io spero anche,fortuna permettendo,con elementi ancora migliori dei partenti, perche' quella e' l'intenzione ma e' anche vero che tanti sono i fattori concomitanti che ne possono inficiare le aspettative.Siamo nelle mani della provvidenza...non quella del Verga ma piuttosto quella del Manzoni...
Un caro saluto.  

GP forse mi sono espresso male, ma quello che dici rispecchia esattamente il mio pensiero. Condivido pienamente la strategia della società di non dipendere da nessuna allenatore in particolare e puntare sulla propria struttura tecnica per scegliere i giocatori ed impostare la squadra: del resto questa strategia ha dato i suoi ottimi risultati. Ascoltando l'intervista mi è parso però che il Presidente volesse dire che un allenatore vale l'altro. Sarei ben felice di essermi sbagliato e che, invece, in Società abbiano ben chiaro che da un buon tecnico dipende una buona annata (oltre che, naturalmente, da giocatori di qualità: ma su questo sono certo che Direttore sa il fatto suo). Per l'allenatore invece bisogna sfatare il famoso detto "non c'è due senza tre".
« Ultima modifica: 29 Maggio 2011, 01:46:14 am da vasco »

Offline oriundo

  • Utente
  • ***
  • Post: 132
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Calciomercato Catania 2011/2012
« Risposta #26 il: 30 Maggio 2011, 11:33:47 am »
Scusa Vasco,ma non mi pare che il presidente ai microfoni di Radio Fantastica volesse esprimere quanto da te esposto in relazione alla scelta dell'allenatore.Mi e' sembrato di capire che le scelte inerenti agli acquisti le fa la societa',tenendo conto ,ma non sempre,delle indicazioni sulle caratteristiche tecniche suggerite dall'allenatore. E questo e' un dato comune a tutte le societa',tranne casi eccezionali nei quali la figura dell'allenatore ha anche il compito di manager sul tipo Ferguson.Il presidente certamente voleva rimarcare che la scelta dell'allenatore e' in relazione
al tipo di valenza tecnica e conseguente alle caratteristiche specifiche della squadra.Il Catania ha una base tecnica e da quella base si sceglie l'allenatore.Il discorso percio' non e' cosi semplice ma diventa complicato quando devi individuare l'allenatore di personalita',grande motivatore e in possesso di quelle qualita' tecniche che lo fanno integrare armoniosamente nel gruppo.......poi,amico mio,ci vuole fortuna...macari a friiri n'ovu...sono i giocatori che fanno l'allenatore e no viceversa..
I vecchi saggi allenatori di una volta,vedi Nereo Rocco o Nils Liedholm,sostenevano come,hai detto tu,che e' la spina dorsale su cui si deve reggere la squadra,costituita da portiere,centr.di dif.,centr.di centr. e centravanti si deve ricostruire di sana pianta. Come per incanto, salvo imprevisti quest'anno andranno via e percio' si dovra' provvedere a rimpiazzarli adeguatamente.Io spero anche,fortuna permettendo,con elementi ancora migliori dei partenti, perche' quella e' l'intenzione ma e' anche vero che tanti sono i fattori concomitanti che ne possono inficiare le aspettative.Siamo nelle mani della provvidenza...non quella del Verga ma piuttosto quella del Manzoni...
Un caro saluto.  

GP forse mi sono espresso male, ma quello che dici rispecchia esattamente il mio pensiero. Condivido pienamente la strategia della società di non dipendere da nessuna allenatore in particolare e puntare sulla propria struttura tecnica per scegliere i giocatori ed impostare la squadra: del resto questa strategia ha dato i suoi ottimi risultati. Ascoltando l'intervista mi è parso però che il Presidente volesse dire che un allenatore vale l'altro. Sarei ben felice di essermi sbagliato e che, invece, in Società abbiano ben chiaro che da un buon tecnico dipende una buona annata (oltre che, naturalmente, da giocatori di qualità: ma su questo sono certo che Direttore sa il fatto suo). Per l'allenatore invece bisogna sfatare il famoso detto "non c'è due senza tre".


la strategia della società  =D> =D> =D> =D> è e sarà sempre quella di comprare a poco e vendere appena c'è una corposa plusvalenza  ::) ::) ::). A questo tipo di approccio economico-finanziario non può mancare un allenatore fortemente aziendalista, che sappia valorizzare gli elementi a disposizione e che un poco se ne freghi dei dicktat tecnico tattici rigidi alla sacchi e riesca ad avere la lucidità intellettuale anche di contraddire se stesso, se necessario :-D :-D. Per questo motivo a mio ultra modesto parere la scelta dell'allenatore è  di fondamentale importanza, perchè si può anche fare il caffè con la cicoria ma la caffettiera deve essere fatta funzionare al meglio sennò acqua sporca esce!  :-D

Offline Fantadrum

  • Utente
  • *****
  • Post: 2457
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Calciomercato Catania 2011/2012
« Risposta #27 il: 30 Maggio 2011, 11:35:40 am »
Citazione
Ps Ma la storia della parola tra gentiluomini per Schelotto, che poi non viene rispettata, non vi ricorda un caso simile nel nostro passato?

Fanta, hai ragione qualcosa del genere successe con Paolucci, del quale avremmo dovuto prendere
la metà del cartellino dall'udinese, ma poi siccome Leonardi proprio quell'anno ando' via da udine per parma, non se ne fece nullla, almenop questo è quello che si disse allora.

Giusto Ivan, era proprio Paolucci.  =D> =D> =D>

Che dire? Credo che nessuno creda veramente che per Paolucci e Schelotto mancasse il tempo per scrivere un numero in un contratto... alla fine io credo che non ci sia nessun problema...i prestiti secchi esistono, quasi tutte le squadre li fanno, ha fatto bene il Catania a farli. La valorizzazioen deve andare di pari passo con gli obiettivi stagionali in termini di classifica...e chissenefrega se c'è un giocatore in prestito secco. Anzi, le ottime prove dei "prestiti secchi" al Catania rappresentano un plauso alle scelte della società.

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Calciomercato Catania 2011/2012
« Risposta #28 il: 30 Maggio 2011, 12:30:55 pm »
..e secondo te,Fanta,e' cosa da niente stabilire il prezzo della meta' del cartellino di un calciatore? o credi che sia semplice come comprare un animale alla fiera del bestiame?
Il passaggio in prestito di Schelotto si e' concluso a chiusura calciomercato,proprio allo scadere e percio' impossibile definirne i dettagli.Se poi vogliamo discutere delle promesse ..di marinaio che si fanno in sede di contrattazione e' un altro paio di maniche.
Confermo che quella dei prestiti secchi non e' la corsia preferenziale del Catania se non in casi eccezionali ..e poi alla fine la societa' ha avuto sempre ragione...se qualcuno ha tentato di prenderla per il collo..acca' nisciune e' fessu..
Un caro saluto.
CATANIA USQUE AD FINEM

Offline Fantadrum

  • Utente
  • *****
  • Post: 2457
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Calciomercato Catania 2011/2012
« Risposta #29 il: 30 Maggio 2011, 12:42:03 pm »
..e secondo te,Fanta,e' cosa da niente stabilire il prezzo della meta' del cartellino di un calciatore? o credi che sia semplice come comprare un animale alla fiera del bestiame?
Il passaggio in prestito di Schelotto si e' concluso a chiusura calciomercato,proprio allo scadere e percio' impossibile definirne i dettagli.Se poi vogliamo discutere delle promesse ..di marinaio che si fanno in sede di contrattazione e' un altro paio di maniche.
Confermo che quella dei prestiti secchi non e' la corsia preferenziale del Catania se non in casi eccezionali ..e poi alla fine la societa' ha avuto sempre ragione...se qualcuno ha tentato di prenderla per il collo..acca' nisciune e' fessu..
Un caro saluto.


...quindi diciamo la stessa cosa. La mancata scrittura della cifra significa che non c'era accordo sulla stessa, e probabilmente si saranno lasciato con una frase del tipo "troveremo un accordo". Poi l'accordo non si trova...ma chissenefrega.... "carta canta"!!

Quello che a me piacerebbe (visto che tentiamo di dare consigli non richiesti   :-D nel settore della comunicazione), é che invece di fare capire che un accordo c'era però gli altri non l'hanno rispettato, dire semplicemente che non c'era, perchè quando girano milioni e milioni di euro, quello che conta sono le "cose scritte". Gippi tu daresti mai un anticipo per una casa senza avere in mano un preliminare? O ti fideresti solo della parola dell'acquirente?  8-)  Ovviamente no. Allora, se la cifra é scritta, c'è l'accordo (prestito con diritto di riscatto). Se la cifra non è scritta, non c'è assolutamente niente di niente (ovviamente le squadre si parleranno..ma è cosa diversa da un accordo). Poi, ripeto la mia opinione, io sono anche favorevole ai prestiti secchi, se ci sono delel lacune nella squadra che non è possibile riempire in altro modo (a parità di qualità).

ciao.