Autore Topic: Piccoli segnali di crescita  (Letto 5097 volte)

Offline Sergio

  • Utente
  • *****
  • Post: 4906
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Piccoli segnali di crescita
« Risposta #15 il: 06 Novembre 2007, 09:31:11 am »
Corini nn c'è per una precisa scelta del tecnico e della società.Che oggi paghiamo,chiaramente,a livello tecnico e ancor di più carismatico.Sei daccordo mi pare.
No, non sono d’accordo. Di Corini non ce ne sono 20 (uno per squadra) e noi abbiamo deciso deliberatamente di fare a meno di quello in nostra dotazione. Di Corini ce n’è uno solo e adesso gioca nel Torino. E come possono tranquillamente “tirare avanti” le altre 18 squadre senza un Corini, possiamo (e dobbiamo) farlo anche noi. Io non credo proprio che con Corini in campo tutti i nostri problemi (che sono principalmente di testa e di gambe) sarebbero risolti. Corini non c’è più punto. La vita va avanti, non possiamo sempre guardare indietro.

Non c'è nemmeno quel cacasotto di cui parli,eppure di lui qualche ricordo bello,giusto qualcuno,m'è rimasto.
Anche del cacasotto (per fortuna) ce n’è uno solo. Stranamente, in Italia, dove egli si è fatto conoscere benissimo, non lo cerca nessuno ed è rimasto sul nostro libro paga. Scantulin a Palermo ha fatto 3 campionati. E tolto l’anno della promozione (quella squadra con Toni Grosso Corini e Zauli, per non parlare di Gasbarroni e dei Filippini) sarebbe salita in A anche con Oronzo Canà in panchina) i bei ricordi rimasti sono direttamente proporzionali alle male fiure accucchiate. Il fatto di tenere in considerazione soltanto 12 o 13 fedelissimi su una rosa di 24 giocatori riducendo tutti gli altri a larve umane e la bocciatura a priori dei due rinforzi che la società gli aveva acquistato a gennaio scorso (Cavani e Matusiak, per non parlare del trattamento offensivo riservato a Giacomazzi) lo hanno reso agli occhi miei un triste ed improponibile ricordo.
Ribadisco: non è il momento di cambiare tecnico. Nulla esclude che il Palermo possa tornare sul mercato a gennaio proprio su indicazioni di Colantuono che, al di la di quello che dice ai microfoni, si accorge meglio di noi di cosa non va (penso ad esempio alla gravissima lacuna che abbiamo sulla fascia sinistra).
8 MARZO 415 d. C. IPAZIA DI ALESSANDRIA, MARTIRE LAICA DEL PENSIERO SCIENTIFICO

Offline alex10103

  • Utente
  • *****
  • Post: 2112
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Piccoli segnali di crescita
« Risposta #16 il: 06 Novembre 2007, 10:57:02 am »
Sergio,
d'accordo su quanto dici tu, tranne che per Guidolin.
Vedi, l'anno scorso, almeno nel girone d'andata, la squadra arrivò a primo posto e tutti qui a dire che, come minimo, anzi, come sicuro, c'era il piazzamento in Champions, con possibilità di scudetto: chi c'era in panchina? Io?
C'era il cacasotto.
Certo, poi si infortunò Amauri e a Guidolin venne meno il suo uomo migliore ed i risultati non vennero più.
Però, la Società, vista la situazione, invece di prendere un altro attaccante in grado di non far rimpiangere Amauri (per intenderci, l'Amauri di Fiorentina - Palermo), prese Matusiak e tutti sappiamo che fine fece quest'ultimo e dove giochi adesso.
Prese anche Cavani e tutti sappiamo che Cavani non è una prima punta come lo può essere Amauri.
Quindi, di chi è la vera colpa? Dell'allenatore o della Società?

Ciao

Offline Sergio

  • Utente
  • *****
  • Post: 4906
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Piccoli segnali di crescita
« Risposta #17 il: 06 Novembre 2007, 11:32:45 am »
Certo, poi si infortunò Amauri e a Guidolin venne meno il suo uomo migliore ed i risultati non vennero più.
C'è da rettificare questo passaggio: mancò Amauri e Guidolin non seppe più che pesci prendere. L'unica cosa che seppe escogitare fu quella di prendere u sceccu, Caracciolo e di farne un mulu. E come tu ben sai, chi fa queste cose, il primo calcio è il suo ::)

Prese anche Cavani e tutti sappiamo che Cavani non è una prima punta
Cavani non è una prima punta? 8| 8| Come no?? 8-) Vedrai, te ne accorgerai con il Napoli se Cavani è o non è una prima punta, molto più adeguato a fare ciò che era stato chiesto di fare a Caracciolo e che quest'ultimo, domenica dopo domenica, dimostrava di non saperlo fare. Ma per Guidolin doveva giocare Caracciolo perchè Cavani non parlava l'italiano ::) ::)
Piffauri va....
8 MARZO 415 d. C. IPAZIA DI ALESSANDRIA, MARTIRE LAICA DEL PENSIERO SCIENTIFICO

Offline alex10103

  • Utente
  • *****
  • Post: 2112
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Piccoli segnali di crescita
« Risposta #18 il: 06 Novembre 2007, 03:26:25 pm »
Sergio
Si, dal tuo punto di vista hai ragione tu.
Tuttavia, si potrebbe obiettare nel seguente modo: la Società non fece nulla per prendere un sostituto all'altezza di Amauri e che avesse avuto le sue stesse caratteristiche.
Anzi, si disse (e la Società stessa lo ammise) che si puntava solo su Caracciolo, pur conoscendo i suoi limiti.

Per quanto riguarda Cavani, boh, staremo a vedere.
Come sai, nel calcio tutto è giusto e tutto è opinabile.

Ciao

Offline Moleskine

  • Utente
  • ***
  • Post: 317
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Piccoli segnali di crescita
« Risposta #19 il: 06 Novembre 2007, 03:30:32 pm »
No, non sono d’accordo. Di Corini non ce ne sono 20 (uno per squadra) e noi abbiamo deciso deliberatamente di fare a meno di quello in nostra dotazione. Di Corini ce n’è uno solo e adesso gioca nel Torino. E come possono tranquillamente “tirare avanti” le altre 18 squadre senza un Corini, possiamo (e dobbiamo) farlo anche noi. Io non credo proprio che con Corini in campo tutti i nostri problemi (che sono principalmente di testa e di gambe) sarebbero risolti. Corini non c’è più punto. La vita va avanti, non possiamo sempre guardare indietro.

Sono daccordo.Mi rifacevo soltanto alla tua affermazione,in cui sottolineavi che una differenza rispetto all'anno scorso è la mancanza di Corini.Se sostieni(secondo me giustamente)questo,nn puoi dimenticare che è stata la società a decidere in tal senso,come tu stesso riconosci.Quindi,chi si da la zappa sui piedi...

Su Guidolin,non voglio tornare a questo punto,perchè ritengo che,nel pieno rispetto delle opinioni altrui,ci sia molta irriconoscenza nelle parole tue e in quelle di altri.Tant'è,inutile aggrovigliarsi nel passato.Sempre che quel passato diventi futuro... ::)

Cavani non è una prima punta?   Come no??  Vedrai, te ne accorgerai con il Napoli se Cavani è o non è una prima punta, molto più adeguato a fare ciò che era stato chiesto di fare a Caracciolo e che quest'ultimo, domenica dopo domenica, dimostrava di non saperlo fare. Ma per Guidolin doveva giocare Caracciolo perchè Cavani non parlava l'italiano

Non posso che approvare in pieno su Cavani.Alex Cavani è una prima punta.E su di lui Guidolin sbagliò,senza dubbio.Non facciamo come certi santoni incapaci persino di ammettere le proprie cantonate,su.
Certo Sergio,Cavani a parte,basta vedere la fine che hanno fatto i vari Giacomazzi,Ciaramitaro,Matusiak per rendersi conto della gente tra la quale avrebbe dovuto scegliere Guidolin.
Per correttezza,sarebbe bello ammettere anche questo.
Cmq,speriamo x il futuro,che si chiami Colantuono o chicchessia...
« Ultima modifica: 06 Novembre 2007, 08:04:07 pm da Redazione »

Offline occasionale rosanero

  • Utente
  • *****
  • Post: 3596
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Piccoli segnali di crescita
« Risposta #20 il: 06 Novembre 2007, 06:10:04 pm »
Per me Cavani è una seconda punta....che però...visto il talento, l'entusiasmo e la giovane età può fare la prima.

Altra cosa è che questa cosa che ho detto io la dica Colantuono, come ha dichiarato alla stampa 15 giorni fa................perché a questo punto per coprire il ruolo di Amauri....ti facevi prendere Riganò.....

Saluti
« Ultima modifica: 06 Novembre 2007, 08:04:30 pm da Redazione »

Offline Moleskine

  • Utente
  • ***
  • Post: 317
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Piccoli segnali di crescita
« Risposta #21 il: 06 Novembre 2007, 08:18:45 pm »
Ah. 8|
Questa non la sapevo,Occasionale.
E allora,come dici tu,intendeva affrontare un intera stagione con un unica punta,per di più reduce da un lungo infortunio ?
Mi fa ridere come certe cose vengano abilmente sottaciute in questo forum( nn certo da parte tua Occasionale).
La coerenza e l'onestà dei soloni... ::)
Cmq,speriamo che quantomeno sabato riesca ad agire bene da prima punta,insieme a Brienza. Io,viste le numerose assenze opterei x una soluzione diversa:Cavani con Brienza e Jankovic piu larghi.Caserta Simplicio e Diana in mezzo,con la solita difesa a 4.Che ne dite?

Offline alex10103

  • Utente
  • *****
  • Post: 2112
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Piccoli segnali di crescita
« Risposta #22 il: 06 Novembre 2007, 09:42:08 pm »
Moleskine,
io la penso esattamente come Occasionale.
Nemmeno per me Cavani è una prima punta.

Ciao

Offline occasionale rosanero

  • Utente
  • *****
  • Post: 3596
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Piccoli segnali di crescita
« Risposta #23 il: 07 Novembre 2007, 10:04:35 am »
Io considerando che il Napoli ha a centrocampo gente dotata (Hamisik, Gargano)...partirei con un iniziale 4 4 2......in cui comunque mancando sia Guana che Migliaccio ci sarà da stare attenti nella fase d'interdizione........

    Zaccardo Barzagli Rinaudo Capuano
    Diana Simplicio Tedesco Caserta

           Brienza    Cavani


Saluti


Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8810
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Piccoli segnali di crescita
« Risposta #24 il: 07 Novembre 2007, 10:17:28 am »
Io considerando che il Napoli ha a centrocampo gente dotata (Hamisik, Gargano)...partirei con un iniziale 4 4 2......in cui comunque mancando sia Guana che Migliaccio ci sarà da stare attenti nella fase d'interdizione........

    Zaccardo Barzagli Rinaudo Capuano
    Diana Simplicio Tedesco Caserta

           Brienza    Cavani


Saluti



Se gli uomini sono questi 4-3-3 con Biava al posto di Rinaudo, Diana avanzato a destra e Jancovic dall'altro lato o in sua alternativa Brienza. Se recupera Migliaccio 4-4-2 con il campano a posto di Tedesco e sempre Biava al posto di Rinaudo.

Difficilmente a mio parere vedremo ancora assieme per scelta tecnica Rinaudo e Barzagli, perchè uno come Biava, che gioca sempre di anticipo, serve a togliere profondità agli avversari. Sempre sperando di vedere il Biava che ha fatto giocare Ibraimovich spalle alla porta per quasi tutta la partita e non quello di domenica scorsa.
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline alex10103

  • Utente
  • *****
  • Post: 2112
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Piccoli segnali di crescita
« Risposta #25 il: 07 Novembre 2007, 11:06:32 am »
Occasionale,
io metterei un Capuano in meno ed un Jankovic in più facendo il 3-5-2.

Ciao

Offline occasionale rosanero

  • Utente
  • *****
  • Post: 3596
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Piccoli segnali di crescita
« Risposta #26 il: 07 Novembre 2007, 05:33:27 pm »
Alex l'unico che può adattarsi a fare l'esterno di centrocampo a sinistra nel 3 5 2 è Caserta o lo stesso Capuano...oppure se stiamo in svantaggio Bresciano.........ma sono discursi inutili.....Colantuono la difesa a Tre non la vuole schierare!!!


3 5 2

  Zaccardo Barzaglia Biava (Rinaudo)

Diana Guana Simplicio Migliaccio Caserta
 
Amauri (Cavani)  Miccoli (Cavani/Bresciano)

con Simplicio che deve pensare solo a servire le punte ed inserirsi............

Io....vista la rosa del Palermo non ho dubbi

Offline turiddu

  • Utente
  • *****
  • Post: 2351
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Piccoli segnali di crescita
« Risposta #27 il: 07 Novembre 2007, 06:06:20 pm »
Citazione
ma sono discursi inutili.....Colantuono la difesa a Tre non la vuole schierare!!!


3 5 2

  Zaccardo Barzaglia Biava (Rinaudo)

Diana Guana Simplicio Migliaccio Caserta
 
Amauri (Cavani)  Miccoli (Cavani/Bresciano)

con Simplicio che deve pensare solo a servire le punte ed inserirsi............

Io....vista la rosa del Palermo non ho dubbi

Concordo pienamente, ma come hai detto bene tu, Colantuono, malgrado cambi formazione praticamente ogni partita, da questo orecchio non vuole sentire.
salutamu.

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8810
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Piccoli segnali di crescita
« Risposta #28 il: 07 Novembre 2007, 06:23:35 pm »
Concordo pienamente, ma come hai detto bene tu, Colantuono, malgrado cambi formazione praticamente ogni partita, da questo orecchio non vuole sentire.
salutamu.

Turiddu, Occasionale, Colantuono é arrivato e la prima cosa che ha detto é stata: non parlatemi di difesa a tre, perchè non mi piace e non la faccio.

Adesso possiamo discutere se giocare con una punta e due tre quartisti, con due punte ed un trequartista, con due punte e quattro in linea, con tre punte. Tutto bene. Ma a tre e difesa a quattro implicano tutta una serie di movimenti dei difensori e dei centrocampisti che sono completamente diversi.

Ci siamo allenati da luglio a provare solo la difesa a quattro, con i terzini tutt'altro che bloccati in difesa come si pensava all'inizio, credo che discutere ancora di difesa a tre con Colantuono allenatore ed essendo arrivati a novembre, sia esercizio da playstation.

Io a PES gioco col modulo di Glerean, il 3-3-1-3, subisco in media quindici gol a campionato master e ne faccio più di sessanta. Ma con PES i giocatori corrono per novanta minuti a partita e per tutto la stagione, coppe comprese...

Il mio Palermo a PES: (3-3-1-3) Agliardi; Zaccardo, Barzagli, Rinaudo; Diana, Simplicio, Pisano; Bresciano; Wihlemmson, Amauri, Miccoli.
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline Moleskine

  • Utente
  • ***
  • Post: 317
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Piccoli segnali di crescita
« Risposta #29 il: 07 Novembre 2007, 11:07:15 pm »
Si turiddu,occasionale,non vuol sentirci,e sbaglia secondo me.
Per un motivo semplice:questa squadra nn ha gli uomini adatti ne per giocare a 4 in difesa ne per giocare a 4 in linea a centrocampo.
Ecco perchè:
1- A 4 in difesa ci giochi se hai due terzini buoni,capaci di difendere bene,ma anche di proporsi in avanti,sovrapponendosi alle ali e creando quella superiorità numerica sulle fasce necessaria per fare gioco.Il palermo nn ha terzini di questo tipo,è cosa pacifica.
Inoltre,come aggravante delle scelte di Colantuono,c'è da dire che abbiamo 3 centrali che sembrano perfetti x giocare a 3 dietro:immaginate Barzagli al centro con Zaccardo ( che gioca meglio centrale in più)e Biava ai lati.Sarebbe ottima secondo me.

2. Il centrocampo a 4 presuppone che si abbiano due centrali con caratteristiche diverse e complementari,come lo erano Migliaccio e Bernardini nell'Atalanta di Colantuono dell'anno scorso,uno regista l'altro grande recuperatore di palloni.Nel palermo potrebbero essere Simplicio e Guana o Migliaccio,ma sappiamo delle difficoltà di Simplicio di ricoprire quel ruolo e della difficile convivenza di Guana e Migliaccio.
In più, ci vorrebbero anche due ali che facciano quel lavoro cui facevo riferimento prima a proposito dei terzini.E anche queste ali mancano,visto che Caserta non lo è, Bresciano è in un momento no, Jankovic è in fase di ambientamento.L'unico adatto potrebbe essere Diana, ma è troppo poco x puntare su quel modulo.

Per esempio:
             Fontana
    Zaccardo Barzagli Biava
  Diana Guana Migliaccio Caserta
            simplicio
         Amauri Miccoli
Un 3-4-1-2 che secondo me sfrutterebbe al massimo le caratteristiche di tutti.
Tanto nn ci sarebbe nessun lavoro tattico da disfare... ;-)