Autore Topic: Vorrei l'autorevole commento del mitico ALOD!  (Letto 3681 volte)

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Vorrei l'autorevole commento del mitico ALOD!
« il: 12 Aprile 2006, 07:04:52 pm »
Stamattina (12/4/2006) leggendo la Sicilia, come ogni mattino prima di entrare in ufficio, la mia attenzione viene catturata da questo titolo: “Falsa tessera dell’ufficio indagine per entrare allo stadio: smascherato”.
Praticamente un tizio, a suo modo furbo, falsificando una tessera della FGCI per quasi un intera stagione è entrato gratis allo stadio. C’è voluta la “Giornata Rossazzurra” per smascherarlo e beccarsi una denuncia a piede libero.

Ora, quello che mi scandalizza non è tanto che il tizio non fosse un disoccupato o comunque in ristrettezze economiche ma bensì un DIRIGENTE DELLA REGIONE (gente che ha buste paghe ultra pesanti!), nemmeno che esistano elementi del genere “U Spettu Catanisi” perché ci convivo quasi giornalmente. Quello che mi scandalizza è il tono da “tarallucci e vino” dell’estensore dell’articolo che usa due espressioni , una all’inizio (“Cosa non si fa per il Catania…”) e una alla fine (“Per lui soltanto una cosa potrà mitigare la vergogna e la delusione: vi dice niente la parola promozione?...”), in mezzo la cronaca dell’accaduto.

Capisco che ci sono a Catania problemi ben più gravi e seri di quelli dei portoghesi al Massimino, non chiedo nemmeno di tramutare la denuncia da “a piede libero” alla camera a gas, ma gia che si parla di calcio, fra appassionati di calcio e del Catania, l’ironia buonista di quelle due espressioni da parte del sig. C.M. mi pare fuori luogo.

Andiamo brevemente per ordine: “Cosa non si fa per il Catania” riserviamola SOLO a chi si fa e si è fatto centinaia di chilometri con qualsiasi mezzo, rimettendoci danaro e in alcuni casi la vita, per seguire il Catania ovunque, soprattutto durante i tempi cupi dall’Eccellenza alla C . Non l’accostiamo a questi squallidi elementi che guarda caso scopri non aver alcun problema economico (e non è il primo, ve lo garantisco!)per acquistare, non dico un abbonamento, ma almeno un biglietto ogni tanto.

Togliamo pure, dall’ultima espressione, la parola “delusione” e forse pure “vergogna”, perché questa è gente che ha la faccia buona solo per accenderci i cerini. Quale delusione può provare uno così? A quest’ora starà studiando un altro metodo per portare la sua inutile persona “aggratis” allo stadio. Quale vergogna potrà mai provare uno così? Da qualche parte ho letto che tra le cose che ci differenziano dagli animali c’è il senso del pudore, quindi quella giusta dose di vergogna che nasce dalla DIGNITA’ dell’essere umano. Che dignità può avere uno che fotte la società di calcio che rappresenta la sua città, una dirigenza che non ha lesinato mezzi e risorse per costruirgli un qualcosa di cui andare fieri, e quindi se stesso!?

Infine “promozione”…dobbiamo pure premiarla sta gente? E già dobbiamo, se non premiarla, almeno “mitigare” certi comportamenti con la promozione, certo! Anche perché a beneficiarne sarà la stragrande maggioranza dei tifosi rossazzurri VERI , pazienza se ci dovremo trainare pure questa zavorra, che oltre al danno economico delle volte, la beffa, te li ritrovi accanto a fischiare ed insultare giocatori e società per un pareggio interno, magari chissà con la Roma.
Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est

Offline Alod

  • Utente
  • *
  • Post: 35
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
gioie e sofferenze non appartengono a lor signori
« Risposta #1 il: 12 Aprile 2006, 08:11:55 pm »
Per me è qualcosa in più d'una semplice consolazione, è una verità. Perchè magari sarà pure vero che gli sciocchi son più dei furbi, sennò questi non saprebbero chi ingannare, ma quando si parla di passioni, amore, affetti, cuore ed anima, dimmi tu, i furbi chi stanno fottendo?
E' come quando uno bara in amore, dicendo ti amo e non è vero. Chi ci sta rimettendo, il furbo o l'ingannato/a? E' come quando guardi qualcosa e fingi un'emozione. Per chi concepisce il Catania come un amore, una passione, un'emozione, gioia e dolore che si vivono contestualmente, ora con la prevalenza di un sentimento, poi dell'altro, il concetto è evidente, chiaro.
Il prezzo del biglietto è il prezzo di quel rapporto. Ho visto, e vedo, tifosi conservare gelosamente biglietti di partite storiche. E quando dico storiche a Catania dico Olimpico e dico Gangi, dico Catania-Milan e dico Catania-Aci S.Antonio. Dico cose che appartengono alla sfera del cuore, non a quello del portafogli. Così quel furbo avrà pure visto mezzo campionato come dici tu aggratis, ma non era autorizzato a urlare, gridare gol, fare il tifoso. Aggiungerei neppure a criticare, ma si sa che i signori critici al Massimino spesso sono "costretti" a non pagare. Perchè così è il loro mestiere: gratis per entrare e gratis per rompere le balle alla squadra e a chi ci crede.
p.s. anticipando qualche buontempone ammetto di entrare allo stadio gratis... ma per lavoro. Ma di soffrire per il Catania a pagamento, nel senso che me la pago dentro la sofferenza...
Alod

Offline Sergio

  • Utente
  • *****
  • Post: 4922
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Vorrei l'autorevole commento del mitico ALOD!
« Risposta #2 il: 12 Aprile 2006, 08:40:54 pm »
Citazione
Per me è qualcosa in più d'una semplice consolazione...  (C.U.T.)

Credo che "il mitico Alod" si sia astenuto dall'esprimersi sul tema chiave del post di Gaspare che non è tanto l'esistenza dei furbi ma la mancanza, grave, del signor C.M. nel non aver dato il giusto peso alle cose e di esser stato fin troppo superficiale, quasi compassionevole, nel suo commento della vicenda, mantenendosi ai rilievi di cronaca senza mettere in risalto la perniciosità della condotta del furbo con la falsa tessera in mano.
Vabbene che da rosanero sono estraneo alla vicenda; però, la richiesta di Gaspare mi sembra sia stata ben precisa e, quindi, elusa.
8 MARZO 415 d. C. IPAZIA DI ALESSANDRIA, MARTIRE LAICA DEL PENSIERO SCIENTIFICO

Offline Alod

  • Utente
  • *
  • Post: 35
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
sorry
« Risposta #3 il: 12 Aprile 2006, 08:53:09 pm »
Beh, certo. Cosa non si dovrebbe fare per il Catania? Pagare il biglietto, appunto. E la promozione mitigherà la vergogna? Macché. Sto signore non merita né promozione né consolazione. Si vergognasse, almeno, sarebbe qualcosa. Ma la domanda che vorrei fargli è: ma ora allo stadio ci va, pagando?
Sorry...

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Vorrei l'autorevole commento del mitico ALOD!
« Risposta #4 il: 13 Aprile 2006, 05:11:52 pm »
Caro Andrea,
ti ringrazio intanto per la risposta, ma il punto non è se poi quel tizio pagherà o meno per entrare allo stadio, il punto è la decisa stigmatizzazione di certi comportamenti da parte di chi fa informazione.

Mi piacerebbe che il nostro quotidiano la smettesse di trattare il Catania con sufficenza (ovviamente non mi riferisco a te, non per nulla ti ho chiesto un parere :!: ), mi piacerebbe che si desse a questa Società pane al pane e vino al vino: sostegno incondizionato quando le cose vanno bene, ma soprattutto quando vanno male (Allakatalla o interviste a Sonetti docet!)

Avrei voluto che l'estensore di quell'articolo invece di scrivere un pezzo di gossip avesse apostrofato anche garbatamente la furbata del tizio come esempio di MALEDUCAZIONE, di malcostume, di abitudini che in questa città si devono togliere.

Mi piacerebbe che una buona volta e per sempre passase l'idea che chi paga per vedere il Catania  E' FURBO (u veru spettu!!), mentre invece chi compie azioni del genere o staziona davanti gli ingressi aspettando che una maschera amica o compiacente gli dia il via libera, o si cerca l'amicu bbonu che possa elargire titoli d'ingresso omaggio, E' UN GRAN MALEDUCATO E UN AUTENTICO FESSO!

Tutto qua, Andrea. Io mi sento un furbo quando tra la derisione di alcuni mi compravo il mio bravo bigliettino (simile a quello dei cinema, non so se ricordi :lol: ) per guardarmi Catania Pachino in Eccellenza. Mi sento un furbo quando tornavo a casa a testa bassa dopo aver pagato 8 mila lire per vedere il Catania perdere in casa col Gravina 3 a 0....

Mi sento un furbo quando, pur avendo amicizie all'interno dell'entourage della Bonanima, rifiutavo i biglietti omaggio per la tribuna A, perchè avevo appena acquistato quello di curva Sud...Mi sento furbo quando mandai Proto e il suo "Broggetto" con tanto di biglietti omaggio (com'era nel suo squallido costume!), a  c a g a r e  e poi vedere perdere il Catania in casa col Trani (C2) 3 a 0!

Insomma, è troppo chiedere al nostro giornale, alla nostra emittente, di dare della Catania pallonara un immagine decorosa e meno meschina!?
Soprattutto leggere o sentire un giornalista che dice "Portoghesi siete la vergogna di questa città" e non "mitigare" l'accaduto con la promozione perchè "cosa non si fa per il Catania"!?

E' utopia vero!?

Un saluto.
Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est