Post recenti

Pagine: 1 ... 7 8 [9] 10
81
Calcio siciliano / Re:Palermo -Modena XXI Giornata
« Ultimo post da turiddu il 20 Gennaio 2024, 08:46:20 pm »
Ciao Templare, caspita manchi davvero tanto dall'Italia, mi sembra ieri quando parlasti della perfida Albione.
Tornando alla partita, in realtà a me è sembrata molto simile a quella dello scorso anno: ad un certo punto ho avuto la sensazione che poteva succedere di tutto, ogni risultato possibile era aperto. Alla fine, come lo scorso anno, l'abbiamo chiusa noi e anche con due gol di scarto, non prima di aver rischiato di subire il 3-3.
Meglio così, andiamo avanti, con la consapevolezza che li davanti accanto a Brunori serve una spalla valida che sia Soleri o Mancuso.
Sotto con il Catanzaro.
Salutamu
82
Calcio siciliano / Palermo -Modena XXI Giornata
« Ultimo post da Templare il 20 Gennaio 2024, 02:05:22 pm »
Il 5-2 dello scorso anno e' stata l'unica partita vista alla Favorita da fine novembre 2015, mese e anno in cui lasciai l'Italia per la perfida Albione. Fu una partita stranissima, in cui ogni affondo del Modena corrispondeva ad una potenziale azione da gol (difendevamo con la stessa efficacia del Sistema degli anni pioneristici del calcio) e che invece di vincere in quella maniera avremmo potuto tranquillamente perdere 6 o 7 a 2.

Oggi e' tutta un'altra storia, si dice sempre cosi', ma ieri Corini in conferenza stampa ha stranamente mostrato almeno 1.2 millimetri di scaglioni, magari riuscira' a trasmetterne l'affilatezza ai suoi giocatori per la prima volta in due anni e ne verra' fuori una partita quantomeno gagliarda, al di la' del risultato finale.

Staremo a vedere.
83
Calcio siciliano / Re:Se devo farmi la A con Corini preferisco rimanere in B
« Ultimo post da turiddu il 18 Gennaio 2024, 04:48:31 pm »
Purtroppo noi in quanto tifosi possiamo decidere ben poco, possiamo solo tifare o contestare, oppure fare entrambi le cose.
Sul fatto che CFG abbia soldi non ci sono dubbi, che ne abbia da buttare non credo, nessuno butta via i soldi, men che meno questi . Avranno in qualche modo le loro ragioni.
Sono proprio queste ragioni ,a noi sconosciute, che non mi danno certezze sulle scelte del prossimo futuro: Corini potremmo averlo ancora alla guida per il prossimo anno, promozione o meno.
Voi dite che in A saremmo già retrocessi a gennaio? pazienza, si vede che dobbiamo fare le cose con più calma e creare basi solide ( parole di Soriano).
Speranze: che a forza di compare giocatori di qualità tali da ammazzare il campionato riusciamo almeno, giocando col freno a mano tirato, a centrare la promozione, questo o il prossimo anno.
Ma è solo una speranza.
Salutamu-
84
Calcio siciliano / Re:Se devo farmi la A con Corini preferisco rimanere in B
« Ultimo post da Templare il 16 Gennaio 2024, 10:33:05 pm »
Credo sia scontato. Con Corini in A faremmo 10 punti nel girone d'andata e saremmo virtualmente retrocessi fra Natale e Capodanno.

Ormai mi siddio' pure parlarne, evidentemente a Manchester non hanno fretta, ne' problemi nel buttare nel cesso milioni di euro ogni anno. Fretta credo non ne abbiamo nemmeno noi, almeno quelli che stanno sul forum, mi viene pero' da ridere al pensiero della serie B che ritroveremo il prossimo anno, perche' non capita spesso di vedere due retrocesse su tre dalla A annaspare in fondo alla classifica. Scelgano almeno un allenatore con le palle, che sappia trasferirle ai suoi ragazzi, insieme ad un paio di idee su come si gioca a calcio.

p.s. alla fine Corini mettera' nel curriculum due anni di fila senza esoneri e la cosa gli varra' qualche altro ingaggio, ma non sara' mai un allenatore che potra' andare oltre una serie B da salvezza.
85
Calcio siciliano / Se devo farmi la A con Corini preferisco rimanere in B
« Ultimo post da Sergio il 16 Gennaio 2024, 11:03:33 am »
Che bello!! I tifosi rossazzurri ci hanno lasciato il forum tutto per noi! :-)
Scherzo. Tornate presto!

Credo che ormai anche Corini sappia che almeno nove tifosi rosanero su dieci vorrebbero il suo esonero immediato. Ne avverte la percezione, ci arriva con la sua intelligenza, lo leggerà sui social, glielo diranno i suoi amici o i suoi collaboratori più stretti che avvertono l’aria che tira, insomma in un modo o nell’altro lo sa che Palermo è diventata una pentola a pressione in piena ebollizione e con lo sfiato che fischia ormai troppo rumorosamente. Non ci è dato sapere, a noi tifosi, se Corini abbia la percezione che anche chi ha la responsabilità di questo progetto Palermo, assalito da dubbi e perplessità, stia prendendo atto di una situazione molto precaria e deficitaria sul piano delle aspettative, si stia facendo i suoi conti e se non sia il caso di agire non dico subito ma forse anche prima che finisca questo torneo.
Lui non demorde, lui crede, e spera ancora, di riuscire in quest’impresa di portare il Palermo in A. Il quarto o il quinto posto garantiscono i playoff, non la promozione. E se giochi i playoff e poi non li vinci sarà la stessa cosa di essere arrivati 15esimi in campionato: in B eri ed in B rimani, per cui va bene i playoff ma devono essere vincenti altrimenti avremmo gettato un altro anno ed un’immensità di milioni.
Corini spera e crede ancora di riuscire nell’impresa. I più sentimentalisti, i più puri di cuore pensino pure che sia tutto frutto di attaccamento alla maglia, alla città e a tutto il resto. Può anche essere ma io non riesco a fare a meno di pensare che ci sia anche un attaccamento alla poltrona che, dal punto di vista umano-professionale è anche comprensibile. E lo spauracchio diventa proprio questo, che Corini, nell’eventualità che riuscisse nell’impresa di centrare l’obiettivo, venisse riconfermato per altri due anni. Ora nell’auspicio di essere sempre smentito dai fatti, l’idea di affrontare un campionato di A con Corini in panchina a me mette un po’ paura. Se il Barbera è stato terra di conquista per realtà di provincia come Lecco, Catanzaro, Cittadella, Cosenza, che son venute qui a portarsi i tre punti non dopo estenuanti battaglie e con giocate d’alta scuola calcistica ma passeggiando sui nostri limiti, sulla nostra inadeguatezza, facendoci correre a vuoto per 95 minuti, irridendo anche la passione di 20 mila tifosi increduli quanto avviliti per la nostra pochezza (qualcuno si è concesso anche lo sfizio di venire a sbeffeggiarci sotto la nostra curva (la nord), non oso immaginare cosa accadrà quanto qui caleranno realtà come Atalanta, Fiorentina, Bologna, Torino, il Cagliari di Ranieri, teams contro cui dovremmo giocarcela almeno alla pari.
Ora se devo farmi la serie A con Corini in panchina forse è meglio rimanere dove siamo e ricominciare tutto d’accapo l’anno prossimo con nuovo allenatore, nuovo direttore sportivo e forse anche un nuovo responsabile che sappia prendere atto quanto prima possibile quando la barca prendi la deriva e che tutto si sta sfaldando (quindi prima che ai tifosi venga l’esaurimento nervoso). Io a Cittadella ho visto segni di cedimento mentale, di giocatori che hanno paura di sbagliare o di non interpretare correttamente le consegne a loro impartite, giocatori che hanno perso sicurezza nei loro mezzi e consapevolezza di quello che fanno, timorosi di fare la cosa sbagliata. E queste deficienze sono figlie di limiti tattici, non tecnici.
86
Calcio siciliano / Re:Cittadella - Palermo
« Ultimo post da Sergio il 15 Gennaio 2024, 05:06:10 pm »
il silenzio assoluto della società di fronte ad un gioco inesistente e deleterio non ha lasciato più spazio ad alcun dubbio.

Due ipotesi ascoltate poco fa in radio:
a) Per la società tuttappost, va bene tutto, la classifica dice che siamo in linea coi programmi, il quinto posto è a una manciata di punti, non è il caso di intervenire.
b) nessuna azienda ammetterebbe mai, a giochi ancora in corso, che il proprio operato sia stato errato e quindi un fallimento.

Forse per me c'è l'uno e l'altra.
87
Calcio siciliano / Re:Cittadella - Palermo
« Ultimo post da Sergio il 15 Gennaio 2024, 05:00:52 pm »
a partire dalla scelta dell'allenatore.

E l'incubo peggiore non è non raggiungere la promozione ma l'ipotesi che anche l'anno prossimo si voglia insistere con Corini. Io non dico di avere qualche dubbio ma qualche perplessità ce l'ho perchè a Corini è stata data troppo carta bianca ed il suo ruolo mi sembra cha vada oltre quello di mero allenatore.
88
Calcio siciliano / Re:Cittadella - Palermo
« Ultimo post da turiddu il 15 Gennaio 2024, 12:22:39 pm »
Anche per me non c'erano tutte queste certezze, c'erano invece delle speranze all'inizio di stagione con un'ottima campagna acquisti e una buona partenza.
Mi è bastato poco però per capire che anche quest'anno sarebbe scivolato via nell'anonimato: il silenzio assoluto della società di fronte ad un gioco inesistente e deleterio non ha lasciato più spazio ad alcun dubbio.
Per riassumere posso sintetizzare, per quanto mi riguarda: dalle speranze si è passati alla certezza.
Ho ancora un dubbio per la verità: Corini verrà sostituito a fine stagione? forse, non ci metterei la mano sul fuoco.
Slutamu.
89
Calcio siciliano / Re:Cittadella - Palermo
« Ultimo post da Templare il 14 Gennaio 2024, 07:02:41 pm »
E' il momento che la certezza ceda posto alla speranza.

Per quel che mi riguarda ne' l'una, ne' l'altra, ma solo attesa. E poi, nel mio piccolo, molta prudenza nel commentare l'operato societario, a partire dalla scelta dell'allenatore.
90
Calcio siciliano / Re:Cittadella - Palermo
« Ultimo post da Sergio il 14 Gennaio 2024, 05:08:26 pm »
E' il momento che la certezza ceda posto alla speranza. Ad agosto scorso ero quasi certo che saremmo andati in A, avevamo fatto un mercato di livello con giocatori anche di categoria superiore. Ma noto che chiunque arrivi qui finisce per essere prima un giocatore normale, poi dopo qualche gara diventa anonimo e poi ancora diventa pure scarso. Dopo 20 gare appare chiaro che non è più questione di trovare la quadra, l'andazzo è questo e si proseguirà tra alti (casuali e spesso fortunosi) e bassi (espliciti ed inequivocabili) sino a fine torneo. Non credo che con i nuovi innesti cambi qualcosa, se con essi non cambia pure la guida tecnica per cui i 6 mesi che ci separano da giugno saranno uguali ai 18 mesi appena trascorsi, sia dal punto di vista delle emozioni (poche, quasi rare) che degli abbili (a ettolitri). Probabilmente centreremo i playoff e qui si può solo sperare che l'asse terrestre si riequilibri, si riallineino i pianeti e la buona sorte ci dia una mano. Due anni fa si arrivò in B con molta bravura ed anche un po' di fortuna. Quest'anno la bravura (che più che bravura appare improvvisazione e approssimazione) si rivela davvero poca cosa, surclassata da limiti evidenti, sentenziosi quanto ineludibili. Di fortuna ce ne vorrà davvero tanta e forse nemmeno basterà. Sostenere sino alla fine è dovere di ogni tifoso ma dovere della società è non tradire questo patrimonio (di tifo) che in B possono vantare in pochi. Perchè, possiamo dirlo, si ha la percezione che i nostri sentimenti e le nostre aspettative sulle sorti di questo campionato ed anche di quelli a venire, vengano ritenuti irrilevanti.



Pagine: 1 ... 7 8 [9] 10