Autore Topic: Archiviamo questo campionato  (Letto 929 volte)

Offline Sergio

  • Utente
  • *****
  • Post: 4923
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Archiviamo questo campionato
« il: 15 Aprile 2023, 11:04:07 pm »
I 4 quasi mila tifosi di Parma sono stati il palese esempio di come la tifoseria avesse percepito la stessa aria ottimistica, positiva, frizzantina, respirata l’anno scorso a fine campionate e conclusasi con la trionfale vittoria dei playoff che valsero la serie B. Gli ingredienti c’erano tutti, tranne 1, il Mister.
Lo scorso anno si accantonò il mediocre Filippi per prendere un vincente nato, un motivatore, un uomo vero, uno che seppe toccare le corde dell’anima di ogni singolo ragazzo che avevamo in rosa.
Fece cose semplici: si scelse i 18 con cui concludere il campionato, mise ognuno al suo posto, disse loro che non erano scarsi, che dovevano crederci, che sarebbero riusciti nel loro compito se ognuno di loro avesse sposato la causa e avesse donato tutto quello che aveva dentro per il raggiungimento dell’obiettivo. Nessuno era bocciato a prescindere, tutti erano promossi, tutti erano utili e a tutti diede il tempo di disponibilità richiesta che mai sarebbe venuto meno: “tu Brunori farai 90 minuti, tu Floriano ne giocherai 45, tu Soleri ne giocherai 30 e così via. Non posso darvi di più ma quel poco promesso ve lo garantisco in ogni partita. Non è importante chi inizia la gara ma chi la finisce”.
E così tutti si sentirono utili, tutti credettero di essere importanti, tutti erano diventati certi che avrebbero avuto il loro momento in ogni partita e che avrebbero dovuto farsi trovare pronti non appena chiamati. Il nuovo mister ridisegnò la disposizione in campo, cambiò il modulo di gioco, mise Brunori unica punta a spaziare su tutto il fronte d’attacco, gli mise dietro 3 trequartisti, due regista basso e il compito loro era quello di FARE, non strafare come nel Palermo attuale che più di un giocatore deve ancora dimostrare di valere la maglia titolare (Valente su tutti). Le palle giocabili per Brunori piovvero a dozzine in ogni gara, sfiorò i 30 gol e fummo protagonisti assoluti nei playoff, conclusisi con la vittoria finale.
La differenza tra il Palermo dello scorso anno e quello attuale sta proprio qui: il mediocre Filippi è stato sostituito mentre il mediocre Corini ce lo stiamo tenendo e con esso la confusione che ha in testa e il caos che ci propina in campo ogni santa settimana. Quindi non ci sarà nessun cambiamento di marcia, di conseguenza non ci sarà nessun miracolo.
Detto questo riponiamo il libro dei sogni nel cassetto e cominciamo a raccogliere i soldi per il prossimo abbonamento, al tifoso serio e passionale l’adempimento del proprio dovere non deve venir mai meno.
Spero solo che l’anno prossimo non veda più a bordo campo quell’uomo in nero e senza capelli. Non è nel mio costume fare body shaming ma proprio per il ruolo che riveste sembra che il suo look gli “doni” un aspetto funesto, che non trasmetta positività, tutt’altro, crea uno stato di ansia, sembra mettere angoscia, apprensione.
« Ultima modifica: 15 Aprile 2023, 11:08:41 pm da Sergio »
8 MARZO 415 d. C. IPAZIA DI ALESSANDRIA, MARTIRE LAICA DEL PENSIERO SCIENTIFICO

Offline turiddu

  • Utente
  • *****
  • Post: 2400
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Archiviamo questo campionato
« Risposta #1 il: 16 Aprile 2023, 01:58:29 pm »
Direi che prima di archiviare dobbiamo chiudere il discorso salvezza, poi si penserà al resto.
Corini , come detto già in altra discussione, va bene per il ruolo e l'obiettivo che la società ha dichiarato quest'anno.
L'anno prossimo penseremo al resto, intanto se non ci saranno intoppi, completeranno il centro sportivo, e poi per la promozione si vede, senza pressione, senza fretta.
Andremo piano e lontano? Speriamo.senz'altro meglio che partire a razzo e poi rimanere con un pugno di mosche ( ed un fallimento) in mano.
Salutamu