Autore Topic: Futuro di merda  (Letto 13668 volte)

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2445
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Futuro di merda
« Risposta #60 il: 04 Gennaio 2020, 09:33:46 pm »
Io penso che Manneh sia andato via per provare a fare il salto di qualitá che il Catania non gli permetteva. Non gli é  andata bene e sta ricominciando daccapo: speriamo che nel frattempo sia maturato

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2445
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Futuro di merda
« Risposta #61 il: 05 Gennaio 2020, 11:39:48 pm »
Comunque la si pensi, pare che la vendita del Catania sia molto più  di un'ipotesi. La riprova sta nell'azione di disturbo, scorretta, che Follieri ha portato con il comunicato stampa in cui si dice pronto a spendere 60 milioni di Euro per acquistare il Catania e portarlo a primeggiare "nel mondo". Intanto, quando ne aveva la possibilità, non ha fornito alcuna garanzia economica, pensando che le sue societá fantasma londinesi bastassero ad imbastire un'operazione essenzialmente immobiliare. Ora se ne stia buono e non cerchi visibilitá col nome del Catania, perché ciò é fastidioso.

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5527
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re:Futuro di merda
« Risposta #62 il: 06 Gennaio 2020, 05:50:52 pm »
Ancora nemmeno la "cordata di Pagliara" ha presentato garanzie.
Secondo me nulla è possibile prima di sapere se il 7 gennaio il giudice disporrà il sequestro dei beni di Pulvirenti per cercare di salvare Meridi.

Offline Giovanni (Roma)

  • Utente
  • *****
  • Post: 1956
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Futuro di merda
« Risposta #63 il: 06 Gennaio 2020, 06:15:56 pm »
Dopo Saro Bucolo va via Emanuele Catania...quindi vanno via quei giocatori catanesi tifosi dei nostri colori sui quali almeno dal punto di vista emotivo si poteva continua a fare affidamento...e che credo abbiano i contratti meno onerosi.
Sul fronte societario non accade nulla di nuovo...il Catania cosi come è non se lo compra nessuno...mi pare evidente.
Finiremo questa stagione? Ai posteri...
                                                                                                                                                                               

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2445
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Futuro di merda
« Risposta #64 il: 07 Gennaio 2020, 11:23:11 pm »
Ancora nemmeno la "cordata di Pagliara" ha presentato garanzie.
Secondo me nulla è possibile prima di sapere se il 7 gennaio il giudice disporrà il sequestro dei beni di Pulvirenti per cercare di salvare Meridi.


La decisione del tribunale é slittata di una settimana. Evidentemente le due vicende sono intrecciate. Sul piano formale la "cordata" secondo me si sta muovendo correttamente, senza proclami e con piccoli passi concreti. É chiaro che prima di sedersi a trattare dovranno presentare le garanzie idonee. Del resto c'é di mezzo il tribunale fallimentare e nessun artifizio che arrechi danno ai creditori sará possibile.

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5527
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re:Futuro di merda
« Risposta #65 il: 08 Gennaio 2020, 12:44:49 pm »
Ancora nemmeno la "cordata di Pagliara" ha presentato garanzie.
Secondo me nulla è possibile prima di sapere se il 7 gennaio il giudice disporrà il sequestro dei beni di Pulvirenti per cercare di salvare Meridi.


La decisione del tribunale é slittata di una settimana. Evidentemente le due vicende sono intrecciate. Sul piano formale la "cordata" secondo me si sta muovendo correttamente, senza proclami e con piccoli passi concreti. É chiaro che prima di sedersi a trattare dovranno presentare le garanzie idonee. Del resto c'é di mezzo il tribunale fallimentare e nessun artifizio che arrechi danno ai creditori sará possibile.


Oggi Vittorio Romano su "La Sicilia" ribadisce che ci sono poche speranze per Meridi e per il Catania. 100 mln di debiti sono troppi per una amministrazione controllata, in più il precontratto con Apulia  nemmeno riporta una data (ed è scaduto perché entro il 31.12.2019 avrebbe dovuto tramutarsi in caccordo definitivo), quindi i commmissari che si occuperanno della liquidazione come primoatto tenteranno direcuperare 10 mln inopinatamente abbuonati alle socetà del gruppo, a partire dal Catania. Soldi che serviranno a pagare almeno in arte il dovuto ai lavoratori. In caso non sia possibile recuperare questa cifra, verrà chiesto lo stato di insolvenza o di fallimento epr tutte le società del gruppo. Seguiranno indagini della procura su chi ha provocato la bancarotta.
Curioso che nelle pagine dello sport non si riportino le stesse notizie inquadrandole allo stesso modo.

Offline Marco Tullio

  • Utente
  • *****
  • Post: 3130
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
  • La continuità nella discontinuità
Re:Futuro di merda
« Risposta #66 il: 08 Gennaio 2020, 02:07:05 pm »
Quando ho aperto questo filone di messaggio con il titolo "Futuro di merda" non mi aspettavo tanto successo: già cinque pagine e oltre 1600 visite. Sono molto preoccupato, perché temo di avere solo sfiorato con questo titolo la gravità della situazione.
Nuovo Catania, nuovo nome

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2445
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Futuro di merda
« Risposta #67 il: 08 Gennaio 2020, 11:39:42 pm »
Ancora nemmeno la "cordata di Pagliara" ha presentato garanzie.
Secondo me nulla è possibile prima di sapere se il 7 gennaio il giudice disporrà il sequestro dei beni di Pulvirenti per cercare di salvare Meridi.


La decisione del tribunale é slittata di una settimana. Evidentemente le due vicende sono intrecciate. Sul piano formale la "cordata" secondo me si sta muovendo correttamente, senza proclami e con piccoli passi concreti. É chiaro che prima di sedersi a trattare dovranno presentare le garanzie idonee. Del resto c'é di mezzo il tribunale fallimentare e nessun artifizio che arrechi danno ai creditori sará possibile.


Oggi Vittorio Romano su "La Sicilia" ribadisce che ci sono poche speranze per Meridi e per il Catania. 100 mln di debiti sono troppi per una amministrazione controllata, in più il precontratto con Apulia  nemmeno riporta una data (ed è scaduto perché entro il 31.12.2019 avrebbe dovuto tramutarsi in caccordo definitivo), quindi i commmissari che si occuperanno della liquidazione come primoatto tenteranno direcuperare 10 mln inopinatamente abbuonati alle socetà del gruppo, a partire dal Catania. Soldi che serviranno a pagare almeno in arte il dovuto ai lavoratori. In caso non sia possibile recuperare questa cifra, verrà chiesto lo stato di insolvenza o di fallimento epr tutte le società del gruppo. Seguiranno indagini della procura su chi ha provocato la bancarotta.
Curioso che nelle pagine dello sport non si riportino le stesse notizie inquadrandole allo stesso modo.


Tuttavia va considerato che la vendita del club é  stata affidata ad ottimi professionisti catanesi i quali certamente svolgeranno tutti i passaggi in modo rigorosamente legale, nel quadro della procedura fallimentare che é in atto. Se vendita sará, avverrá nel rispetto delle norme e dei diritti dei creditori.
Come sará il futuro, al di lá  del pessimismo che da il titolo alla "discussione", nessuno può saperlo.

Offline Marco Tullio

  • Utente
  • *****
  • Post: 3130
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
  • La continuità nella discontinuità
Re:Futuro di merda
« Risposta #68 il: 09 Gennaio 2020, 12:35:38 am »
Sì, è vero, si riesce a sopravvivere anche nella merda: magari ci si fa l'abitudine. Ma qui rischiamo di affogarci.
Nuovo Catania, nuovo nome

Offline Arcaloro Scammacca

  • Utente
  • ***
  • Post: 425
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Futuro di merda
« Risposta #69 il: 09 Gennaio 2020, 08:00:50 am »
Che si vinca o che si perda,
sento un lezzo; sarà...?

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5527
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re:Futuro di merda
« Risposta #70 il: 09 Gennaio 2020, 10:10:42 am »
Ancora nemmeno la "cordata di Pagliara" ha presentato garanzie.
Secondo me nulla è possibile prima di sapere se il 7 gennaio il giudice disporrà il sequestro dei beni di Pulvirenti per cercare di salvare Meridi.


La decisione del tribunale é slittata di una settimana. Evidentemente le due vicende sono intrecciate. Sul piano formale la "cordata" secondo me si sta muovendo correttamente, senza proclami e con piccoli passi concreti. É chiaro che prima di sedersi a trattare dovranno presentare le garanzie idonee. Del resto c'é di mezzo il tribunale fallimentare e nessun artifizio che arrechi danno ai creditori sará possibile.


Oggi Vittorio Romano su "La Sicilia" ribadisce che ci sono poche speranze per Meridi e per il Catania. 100 mln di debiti sono troppi per una amministrazione controllata, in più il precontratto con Apulia  nemmeno riporta una data (ed è scaduto perché entro il 31.12.2019 avrebbe dovuto tramutarsi in caccordo definitivo), quindi i commmissari che si occuperanno della liquidazione come primoatto tenteranno direcuperare 10 mln inopinatamente abbuonati alle socetà del gruppo, a partire dal Catania. Soldi che serviranno a pagare almeno in arte il dovuto ai lavoratori. In caso non sia possibile recuperare questa cifra, verrà chiesto lo stato di insolvenza o di fallimento epr tutte le società del gruppo. Seguiranno indagini della procura su chi ha provocato la bancarotta.
Curioso che nelle pagine dello sport non si riportino le stesse notizie inquadrandole allo stesso modo.


Tuttavia va considerato che la vendita del club é  stata affidata ad ottimi professionisti catanesi i quali certamente svolgeranno tutti i passaggi in modo rigorosamente legale, nel quadro della procedura fallimentare che é in atto. Se vendita sará, avverrá nel rispetto delle norme e dei diritti dei creditori.
Come sará il futuro, al di lá  del pessimismo che da il titolo alla "discussione", nessuno può saperlo.

Se il giudice desse via libera al recupero crediti ci sarebbe poco da fare.
Nè credo che la trattativa per la cessione si possa chiudere a breve, specie se si volgiono fare le cose per bene

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2445
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Futuro di merda
« Risposta #71 il: 09 Gennaio 2020, 02:40:04 pm »


Se il giudice desse via libera al recupero crediti ci sarebbe poco da fare.
Nè credo che la trattativa per la cessione si possa chiudere a breve, specie se si volgiono fare le cose per bene
Immagino la responsabilità che si assumerà chi deve prendere quella decisione: c'è in gioco il lavoro di migliaia di famiglie (anche dei lavoratori del Catania). A quel punto il discorso sportivo va in secondo piano. Gli interessi da contemperare sono molti e la soluzione che alla fine adotteranno dovrà essere quella che più soddisfa tutti.
 
Ovviamente l'amministrazione straordinaria, anche in presenza di un alto tenore debitorio, ha senso se la continuazione delle attività d'impresa consente di realizzare utili da destinare al pagamento dei debiti; a cui concorrerà anche la dismissione del Catania (attività notoriamente in perdita in serie C).
Diversamente con il fallimento si avrà la vendita di tutte le attività (senza alcuna garanzia per i lavoratori) dal cui ricavato si provvederà al ristoro dei creditori. 
Anche in questo caso, dunque, si va incontro alla vendita del Catania e del suo ingente patrimonio immobiliare, il cui ricavato sarà destinato ai creditori.

Bisogna vedere in quale delle due prodedure potranno ricavare di più, considerando l'impatto sociale dell'una o dell'altra soluzione
« Ultima modifica: 09 Gennaio 2020, 03:05:58 pm da vasco »

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5527
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re:Futuro di merda
« Risposta #72 il: 09 Gennaio 2020, 03:50:28 pm »
Romano si è sbagliato, hanno concesso l'amministrazione controllata.
Ora cercheranno disalvare Meridi, bisogna vedere se questo tentativo comporterà il tentativo di riscuotere il maltolto dal Catania.

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2445
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Futuro di merda
« Risposta #73 il: 09 Gennaio 2020, 10:48:55 pm »
Romano si è sbagliato, hanno concesso l'amministrazione controllata.
Ora cercheranno disalvare Meridi, bisogna vedere se questo tentativo comporterà il tentativo di riscuotere il maltolto dal Catania.


Come dicevo prima, il destino del Catania in entrambe le situazioni é  la vendita. Comunque quello dell'ammissione all'amministrazione straordinaria da parte del tribunale é solo il primo passo. Adesso i Commissari giá nominati, dovranno predisporre il piano di risanamento che coinvolge tutto il gruppo, in modo da non fare particolaritá fra i creditori,  avendo come prioritá la salvaguardia dei posti di lavoro e poi il soddisfacimento dei creditori.


Solo a quel punto sapremo cosa é stato previsto per il Catania all'interno del piano. É ragionevole pensare che verrá proposta la vendita. A quel punto se ci sono le condizioni economiche, la "cordata" potrá e dovrà giocare le proprie carte.
L'alleggerimento delle spese per gli stipendi dei giocatori é funzionale a questo percorso: la societá senza penalizzazioni é come un bene senza difetti; considerando che il valore del Catania é innanzitutto legato al suo patrimonio immobiliare.

Offline Marco Tullio

  • Utente
  • *****
  • Post: 3130
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
  • La continuità nella discontinuità
Re:Futuro di merda
« Risposta #74 il: 10 Gennaio 2020, 02:58:02 pm »
Non sono sicuro di avere capito: Meridi non è stata dichiarata fallita, ma questo è un male per il Catania, perché proprio per questo motivo sarà costretto a restituire il dovuto a Meridi, ho inteso bene?
Nuovo Catania, nuovo nome