Autore Topic: CATANIA - Pescara  (Letto 2560 volte)

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:CATANIA - Pescara
« Risposta #15 il: 12 Maggio 2013, 12:02:49 pm »
Ieri sera, forse e' stata scritta una delle pagine piu' belle della storia del calcio Catania.Una serata di record e di festa in cui l'ha fatta da mattatore un Barrientos che merita una citazione a parte e che dall'alto della sua classe ha sfoggiato un repertorio di giocate sopraffine che hanno mandato in sollucchero chi ieri sera ha avuto la fortuna di vederlo all'opera sul manto verde del vetusto Cibali.
E' stata la vittoria della "povera gente", della gente normale,la vittoria di una cittá che soffre,la vittoria della societá calcio le cui doti maggiori sono la modestia, la lungimiranza e la consapevolezza delle insidie che nasconde questo grande barnum del calcio nostrano.
La modestia é anche una peculiaritá di una buona parte dei tifosi che, realisticamente, non hanno preteso dalla societá impegni che non fossero una dignitosa salvezza,ne preteso salti nel buio in termini di sacrifici economici. Il tanto mi dá tanto una volta...tanto ha funzionato.
In questi anni le famose e tante volte tirate in ballo "cinque componenti" hanno operato in perfetta simbiosi.Ognuno ha fatto la propria parte remando nella stessa direzione per raggiungere gli obiettivi finora raggiunti.
Un grazie speciale va rivolto a Rolando Maran, che in punta di piedi si é saputo districare nel solco tracciato dal suo predecessore. In uno schema giá collaudato, ha saputo coniugare la spregiudicatezza del bel  gioco con l'acume tattico e la variabilitá degli schemi.Un allenatore che fa della serietá e della riconoscenza una sua prerogativa comportamentale.Credo che sia il primo allenatore che stia rispettando il contratto a suo tempo firmato e che lo vede legato per due anni di seguito al Catania.
Cosa si puó chiedere di piú? Forse, un ulteriore salto di qualitá dal punto di vista della concentrazione e della tenuta mentale per tutto l'arco della partita:le partite finiscono al triplice fischio dell'arbitro e quando si é negli spogliatoi a bere un thé caldo (!?).L'avessero fatto, saremmo qui a raccontare un'altra storia,un'altra pagina ancora piú bella di questa.
          GRAZIE A TUTTI
FOZZA CATANIA
   
     
« Ultima modifica: 12 Maggio 2013, 12:06:07 pm da GPalermo1954 »
CATANIA USQUE AD FINEM

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2436
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:CATANIA - Pescara
« Risposta #16 il: 12 Maggio 2013, 03:55:43 pm »
Ieri sera, forse e' stata scritta una delle pagine piu' belle della storia del calcio Catania.Una serata di record e di festa in cui l'ha fatta da mattatore un Barrientos che merita una citazione a parte e che dall'alto della sua classe ha sfoggiato un repertorio di giocate sopraffine che hanno mandato in sollucchero chi ieri sera ha avuto la fortuna di vederlo all'opera sul manto verde del vetusto Cibali.
E' stata la vittoria della "povera gente", della gente normale,la vittoria di una cittá che soffre,la vittoria della societá calcio le cui doti maggiori sono la modestia, la lungimiranza e la consapevolezza delle insidie che nasconde questo grande barnum del calcio nostrano.
La modestia é anche una peculiaritá di una buona parte dei tifosi che, realisticamente, non hanno preteso dalla societá impegni che non fossero una dignitosa salvezza,ne preteso salti nel buio in termini di sacrifici economici. Il tanto mi dá tanto una volta...tanto ha funzionato.
In questi anni le famose e tante volte tirate in ballo "cinque componenti" hanno operato in perfetta simbiosi.Ognuno ha fatto la propria parte remando nella stessa direzione per raggiungere gli obiettivi finora raggiunti.
Un grazie speciale va rivolto a Rolando Maran, che in punta di piedi si é saputo districare nel solco tracciato dal suo predecessore. In uno schema giá collaudato, ha saputo coniugare la spregiudicatezza del bel  gioco con l'acume tattico e la variabilitá degli schemi.Un allenatore che fa della serietá e della riconoscenza una sua prerogativa comportamentale.Credo che sia il primo allenatore che stia rispettando il contratto a suo tempo firmato e che lo vede legato per due anni di seguito al Catania.
Cosa si puó chiedere di piú? Forse, un ulteriore salto di qualitá dal punto di vista della concentrazione e della tenuta mentale per tutto l'arco della partita:le partite finiscono al triplice fischio dell'arbitro e quando si é negli spogliatoi a bere un thé caldo (!?).L'avessero fatto, saremmo qui a raccontare un'altra storia,un'altra pagina ancora piú bella di questa.

Concordo in tutto con GP, sottolineando alcuni aspetti.
Questo è il tempo delle celebrazioni per un campionato strepitoso della nostra squadra. Se ripercorriamo a ritroso il nostro cammino e ritorniamo agli inizi di maggio dell'anno scorso, l'impresa appare ancora più grande. Un vertice dirigenziale tutto nuovo, un nuovo allenatore per di più alla prima stagione in serie A (sia pur già navigato nelle serie inferiori), uno staff di preparatori rinnovato. Unico punto fermo il nostro Presidente e la sua granitica volontà e capacità di scegliere il meglio che c'è in circolazione e a portata del Catania. Da Gasparin in poi tutte le scelte sono state azzeccate: l'allenatore, lo staff dei preparatori, gli acquisti, con il coraggio di investire sul futuro, anche andando in perdita per una stagione.
Tutto ciò fra i mille dubbi di noi tifosi che ci affannavamo a cercare fra le statistiche qualche dato (e Cantarutti ci è andato giù di brutto) che ci confortasse, consapevoli che, date le premesse, sarebbe stata un'annata durissima.
Ne dobbiamo trarre tutti una grande lezione, in questa terra dove si coltiva l'aspirazione a dimostrare di essere più furbi degli altri: la serietà, la competenza, il lavoro nel rispetto delle regole e degli altri, pagano sempre.
E dai media viene un riscontro a tutto ciò: anche se purtroppo il pregiudizio è duro a morire, il Catania, quest'anno in particolare, si è scrollato di dosso un alone di sciatteria che sembrava accompagnarlo, come una condanna, un marchio. Oggi sempre più commentatori, anche sulle reti nazionali, apprezzano l'organizzazione, (il centro sportivo, lo scouting), la competenza, la serietà del Calcio Catania. Orgogliosamente lo considero un meritato riscatto per una città, i suoi abitanti e per tutta la Sicilia.

GRAZIE A TUTTI
FOZZA CATANIA
   
     

Offline franco-ct al nord

  • Utente
  • ****
  • Post: 688
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:CATANIA - Pescara
« Risposta #17 il: 12 Maggio 2013, 05:06:14 pm »
E sul terrazzo di casa mia sventola la bandiera rossoazzurra del nostro grande Catania.
Una bella soddisfazione... e pensare che qualcuno, a inizio campionato,  ci considerava in serie B. Alla sua facciazza e a quella 'mmiriusi.
Saluti.e fozza Catania sempre.

Offline bonfanti58

  • Utente
  • ****
  • Post: 806
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:CATANIA - Pescara
« Risposta #18 il: 13 Maggio 2013, 01:16:58 pm »
Ne dobbiamo trarre tutti una grande lezione, in questa terra dove si coltiva l'aspirazione a dimostrare di essere più furbi degli altri: la serietà, la competenza, il lavoro nel rispetto delle regole e degli altri, pagano sempre. ... Orgogliosamente lo considero un meritato riscatto per una città, i suoi abitanti e per tutta la Sicilia.

Condivido e sottoscrivo.
Riscatto magari no, ci vorrebbero ben altri miglioramenti, caro Vasco, su molti altri fronti.
Ma certo motivo di soddisfazione e di piccolo vanto, soprattutto per chi vive "in continente"..
Speriamo di consolidare quanto di buono fatto finora...e, perchè no, di migliorare ancora.
Un caro saluto a tutti gli amici del Forum..
Il rosso come il fuoco dell'Etna L'azzurro come il cielo e il mare

Offline garreccio

  • Utente
  • *****
  • Post: 1806
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:CATANIA - Pescara
« Risposta #19 il: 13 Maggio 2013, 01:51:12 pm »
A proposito.
Per tutti quelli che si strazzarono le vesti quando Gasparin anunciò di tirarsi indietro dall'asta per Milton Caraglio.
A Pescara: 4 presenze e zero gol.... 8D 8D 8D