Autore Topic: Lo sport, la morte e le speculazioni  (Letto 3247 volte)

Offline Fantadrum

  • Utente
  • *****
  • Post: 2457
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Lo sport, la morte e le speculazioni
« Risposta #15 il: 16 Aprile 2012, 10:44:20 am »
Ripeto (per i duri d'orecchie): a poche ore dalla morte del ragazzo vi siete lanciati (non tutti...ma buona parte di quelli che hanno scritto) in teorie e osservazioni nette e (a mio avviso) estreme. Non avete neanche aspettato l'autopsia!!! Non avete neanche aspettato i referti medici approfonditi!!! Niente di niente...A POCHE ORE DALLA MORTE!

Il post di Catanisazzu ci sta...é un argomento serio....MA NON CI STA, NELLA MANIERA PIU' ASSOLUTA, A POCHE ORE DALLA MORTE! Quando ancora non si sa di che stiamo parlando. Ps Immaginate come si possano sentire i medici sportivi , allenatori e preparatori che hanno seguito il ragazzo negli ultimi anni....quando una moltitudine di persone, CHE NON SA UNA BENEAMATA CIPPA DI COME SIA MORTO IL RAGAZZO (perchè ancora non c'è nessuna autopsia) cominciano ad adombrare sospetti su doping, auto-trasfusioni di ciclisti, farmacie nel calcio...e tutto l'armamentario classico.

Ripeto, contenti voi...ma non vi arrischiate a dirmi di starmi zitto  >:(


Offline Fantadrum

  • Utente
  • *****
  • Post: 2457
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Lo sport, la morte e le speculazioni
« Risposta #16 il: 16 Aprile 2012, 10:49:17 am »
Dopodiché mi starò zitto (ma lo decido io) fino a quando non ci saranno dati certi sulla morte.

Offline Catanisazzu

  • Utente
  • *****
  • Post: 1243
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Lo sport, la morte e le speculazioni
« Risposta #17 il: 16 Aprile 2012, 11:53:24 am »
Fantadrum, forse non hai afferrato il concetto di questo topic, nè del mio commento sul topic di Marco.

Ma cosa c' entra il mancato rispetto o la certezza della causa della morte di Morosini o aspettare un ora, un giorno o un mese per riflettere su qualcosa che desta preoccupazione?
Tu ritieni che quello da me scritto su doping,  autotrasfusioni, ciclisti e altre cose, sia da riferire o da addebitare alla causa della morte di Morosini?
Allora veramente non capisci.
Ma sei in grado di riflettere quando leggi qualcosa o il tuo egocentrismo ti annebbia a tal punto da tirare con il "paraocchi" e l' acume intellettivo di una talpa, affinchè quello che tu vedi risponda a realtà, che solo tu, ripeto, vedi.
Questo è un forum. Non è un "muro", come ha già detto qualcuno, dove devi dimostrare a qualsiasi costo le tue idee su gli altri.
Qui si discute, come è giusto che sia, come è legittimo fare e dove si ascolta, oltre che dire il proprio.
Se ho spinto tutti noi a riflettere, non è mancanza di rispetto verso nessuno o verso la morte di un giovane, anzi...  te lo garantisco.
Se non sei d' accordo, non sparare a zero su tutti o cercare statistiche che non esistono, che nessuno ha mai fatto e che, se fatte, risentono di una grande variabile che è la volontà umana.
Capire come mai avvengono certi eventi preoccupa chi ha coscienza, allarma. Nulla di più.
Se tu e qualche altro trovate speculazione su ciò che concerne riflettere, che fa parte della facoltà intellettiva di ognuno di noi, io non so cosa poter fare. E' un problema vostro.
Ma, poi, speculare su cosa?
Ieri erano in quattro su Rai 2, massimi esponenti della medicina sportiva e della cardiologia italiana, a dire che la preoccupazione è legittima perchè si adottano dei criteri e dei protocolli inadeguati per l' idoneità allo sport e tu parli di speculazione?
Scusa se ho cercato di spingerti alla riflessione che non sia "statistica"... giuro che non lo farò più!

#STAMUAVVULANNU!

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Lo sport, la morte e le speculazioni
« Risposta #18 il: 16 Aprile 2012, 12:20:43 pm »
Ripeto (per i duri d'orecchie): a poche ore dalla morte del ragazzo vi siete lanciati (non tutti...ma buona parte di quelli che hanno scritto) in teorie e osservazioni nette e (a mio avviso) estreme. Non avete neanche aspettato l'autopsia!!! Non avete neanche aspettato i referti medici approfonditi!!! Niente di niente...A POCHE ORE DALLA MORTE!

Il post di Catanisazzu ci sta...é un argomento serio....MA NON CI STA, NELLA MANIERA PIU' ASSOLUTA, A POCHE ORE DALLA MORTE! Quando ancora non si sa di che stiamo parlando. Ps Immaginate come si possano sentire i medici sportivi , allenatori e preparatori che hanno seguito il ragazzo negli ultimi anni....quando una moltitudine di persone, CHE NON SA UNA BENEAMATA CIPPA DI COME SIA MORTO IL RAGAZZO (perchè ancora non c'è nessuna autopsia) cominciano ad adombrare sospetti su doping, auto-trasfusioni di ciclisti, farmacie nel calcio...e tutto l'armamentario classico.

Ripeto, contenti voi...ma non vi arrischiate a dirmi di starmi zitto  >:(
Anche tu non scherzi..a durezza di orecchi..
Non mi pare di aver letto nei commenti, che si sono succeduti a poche ore dalla morte del povero Morosini,nessuna ipotesi o diagnosi di morte da parte alcuno dei forumisti.Non vedo come tu ti possa scandalizzare quando e' sotto gli occhi di tutti quello che negli anni passati e' successo.
O e' oltraggioso evocare quello che accadeva alla Juve qualche anno fa e quello che ancora accade adesso, nonostante i provvedimenti di facciata facciano apparire che tutto e' sotto controllo e che le mortualita' rientrano nelle statistiche e nella norma ?
Se qualche tempo addietro Zeman dichiaro' di augurarsi,ma con poche speranze, che il calcio uscisse dalle " farmacie" un motivo ci dovra' pur essere.E l'allenatore boemo e' stato tra i primi ad alzare il coperchio del pentolone delle magagne iuventine e di quello che succede nelle infermerie degli spogliatoi.
Aldi la' degli acceratamenti autoptici,su cui nessuno ha detto nulla,ti ho detto nell'altro post che una persona sana di cuore non puo' morire all'improvviso:e' una verita' assoluta confortata dalla scienza medica. Ergo,se un atleta muore in campo per un motivo cardiologico vuol dire che alla base c'e' un difetto organico che non e' stato rilevato per incapacita' dei controlli effettuati.
Se nel nostro paese e' obbligatoria la visita' di idoneita' agonistica e le mortualita' sono nella stessa quantita' di chi non obbliga gli atleti a questi controlli,non ti pare che ci sia qualcosa che non funziona nel nostro sistema? I casi Taccola,Borgonovo,solo per citarne alcuni, e quelli ultimi riguardanti Cassano e Gattuso non credi che debbano essere oggetto di seria riflessione?
 Una buona settimana.
CATANIA USQUE AD FINEM

Offline Sergio

  • Utente
  • *****
  • Post: 4906
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Lo sport, la morte e le speculazioni
« Risposta #19 il: 16 Aprile 2012, 01:35:29 pm »
Dopodiché mi starò zitto (ma lo decido io) fino a quando non ci saranno dati certi sulla morte.

Una domanda io vorrei farlartela, tu che ti sei sempre erto a paladino delle istituzioni, contro i cittadini e l'uomo comune che elargisce generosamente aspre critiche a destra e a manca e/ma non capisce le dinamiche di certe situazioni, parla, parla senza sapere ciò che dice (tue opinioni, se sbaglio correggimi):
sono quasi trascorse 48 ore dall'incidente di Pescara e ancora non salta fuori il nome del vigile urbano. Se da un lato c'è un Italia indignata per l'assurda morte di un giovanissimo ragazzo, c'è un altra italietta che si è già messa in moto per distorce, nascondere, insabbiare, probabilmente responsabilità evidenti ma anche se non fosse il responsabile diretto, c'è certamente un comportamento arrogante e ingiustificato da perseguire. Cosa osta alla pubblicazione del nome visto che in altre circostanze e per cose meno gravi, basta un semplice avviso di garanzia per finire immediatamente in prima pagina e, nell'immaginario collettivo, reo come se già fosse stato passato in giudicato?
8 MARZO 415 d. C. IPAZIA DI ALESSANDRIA, MARTIRE LAICA DEL PENSIERO SCIENTIFICO

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Lo sport, la morte e le speculazioni
« Risposta #20 il: 16 Aprile 2012, 01:59:36 pm »
Dopodiché mi starò zitto (ma lo decido io) fino a quando non ci saranno dati certi sulla morte.

Una domanda io vorrei farlartela, tu che ti sei sempre erto a paladino delle istituzioni, contro i cittadini e l'uomo comune che elargisce generosamente aspre critiche a destra e a manca e/ma non capisce le dinamiche di certe situazioni, parla, parla senza sapere ciò che dice (tue opinioni, se sbaglio correggimi):
sono quasi trascorse 48 ore dall'incidente di Pescara e ancora non salta fuori il nome del vigile urbano. Se da un lato c'è un Italia indignata per l'assurda morte di un giovanissimo ragazzo, c'è un altra italietta che si è già messa in moto per distorce, nascondere, insabbiare, probabilmente responsabilità evidenti ma anche se non fosse il responsabile diretto, c'è certamente un comportamento arrogante e ingiustificato da perseguire. Cosa osta alla pubblicazione del nome visto che in altre circostanze e per cose meno gravi, basta un semplice avviso di garanzia per finire immediatamente in prima pagina e, nell'immaginario collettivo, reo come se già fosse stato passato in giudicato?

Bè...semplice Sergio...non c'è una statistica che dica quante macchine dei vigili urbani impediscono alle autoambulanze di passare...quindi zitto anche tu...che qui deve parlare solo uno...e basta!
Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Lo sport, la morte e le speculazioni
« Risposta #21 il: 16 Aprile 2012, 02:27:03 pm »

Pero' Gaspare anche tu mpare avai.

I medici hanno dichiarato che minuto piu'...minuto meno...il ragazzo se ne sarebbe andato comuque.

Ora a mi pare che stiamo diventado tutti filoamericani alla ricerca dello scoop giornalistico per due minuti di notorieta'.

A questo punto a che servono i "se" e i "ma".   Sei mai stato colpito da un lutto personale?  Se no, mi auguro che tu possa provare la sensazione  piu' in la' possibile....io ho provato la sensazione sulla  mia pelle e ti assicuro che alcune persone le ho mandate a quel paese per la loro ipocrisia...gente che non ho mai visto ne conosciuto che improvvisamente vi vengono a dire una marea di minchi.ate.

Non volermene Gaspare, spero che tu sia contento adesso perche' mi hai costretto a speculare sulla morte di un ragazzo di 26 anni e chi se ne fo.tte dei Vigili Urbani a questo punto se c'e' una giustizia, giustizia sara' fatta.

Per quello che vi possa interessare questo e' il secondo ed ultimo intervento su un tema che riguarda la vita di un ragazzo.

Buona domenica.

Diaegos...solo qualche domanda...

Speculare!!??...ma che ci ho guadagnato io?...e tu cosa!? ...

E chi ha scritto ed asserito con sicurezza che è stata una morte causata dal doping!?...chi!?...chi di noi!?...

Infine...Morosini si è accasciato al Turati durante Bar Italia - Ardorsales o durante Pescara Livorno valevole per il campionato italiano di serie B!?

Ecco...se vorrai rispondermi, ti ringrazio anticipatamente! 
Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est

Offline Fantadrum

  • Utente
  • *****
  • Post: 2457
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Lo sport, la morte e le speculazioni
« Risposta #22 il: 16 Aprile 2012, 02:56:48 pm »
Ma cosa c' entra il mancato rispetto o la certezza della causa della morte di Morosini o aspettare un ora, un giorno o un mese per riflettere su qualcosa che desta preoccupazione?


Catanisazzu...é una questione di sensibilità, almeno io la penso così, verso le persone che potrebbero essere coinvolte nell'uragano delle supposizioni. Se 5 ore dopo la morte del calciatore, apri un topic del genere, o in altri contesti si inizia a parlare di doping, farmacie e quant'altro...a mio avviso si manca di sensibilità verso chi potrebbe essere messo sotto accusa senza aver, magari, fatto nulla. Il tuo invito a riflettere avrebbe dovuto essere postato una settimana dopo (con, almeno, un abbozzo di autopsia in mano).
Tu ed altri la pensate in maniera differente...a ciascuno il suo.



Tu ritieni che quello da me scritto su doping,  autotrasfusioni, ciclisti e altre cose, sia da riferire o da addebitare alla causa della morte di Morosini?
Allora veramente non capisci.


Leggi sopra. Tempi totalmente sbagliati.



Ma sei in grado di riflettere quando leggi qualcosa o il tuo egocentrismo ti annebbia a tal punto da tirare con il "paraocchi" e l' acume intellettivo di una talpa, affinchè quello che tu vedi risponda a realtà, che solo tu, ripeto, vedi.


Credo che il tuo linguaggio stia diventando un pò pesante...io ti ho contestato le idee, tu é già la terza volta che vai sul personale.



Questo è un forum. Non è un "muro", come ha già detto qualcuno, dove devi dimostrare a qualsiasi costo le tue idee su gli altri.
Qui si discute, come è giusto che sia, come è legittimo fare e dove si ascolta, oltre che dire il proprio.
Se ho spinto tutti noi a riflettere, non è mancanza di rispetto verso nessuno o verso la morte di un giovane, anzi...  te lo garantisco.



Non vorrei andare a quotare..ma lo faccio.



Mi associo anche io allo sgomento...azz!!!

E mi permetto di aggiungere...in base a quanto scrive Occasionale...che il momento di riflettere non sia solo sul lato spirituale...ma anche e tanto su quello materiale...perchè se molto si sta scoprendo sul calcioscommesse, un pò meno sul doping...e a me sta storia di Morosini puzza...e anche parecchio!


Gaspare, concordo. Non del tutto impossibile, ma rara... ed in medicina ciò che è raro... è veramente raro, soprattutto se sono degli atleti professionisti e sono puntualmente controllati approfonditamente... o così dovrebbe essere.


Insomma... 8-) 8-) 8-)...voi con i vostri inviti a ragionare, io con i miei. Va bene lo stesso...

Offline Fantadrum

  • Utente
  • *****
  • Post: 2457
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Lo sport, la morte e le speculazioni
« Risposta #23 il: 16 Aprile 2012, 03:03:41 pm »
Dopodiché mi starò zitto (ma lo decido io) fino a quando non ci saranno dati certi sulla morte.

Una domanda io vorrei farlartela, tu che ti sei sempre erto a paladino delle istituzioni, contro i cittadini e l'uomo comune che elargisce generosamente aspre critiche a destra e a manca e/ma non capisce le dinamiche di certe situazioni, parla, parla senza sapere ciò che dice (tue opinioni, se sbaglio correggimi):
sono quasi trascorse 48 ore dall'incidente di Pescara e ancora non salta fuori il nome del vigile urbano. Se da un lato c'è un Italia indignata per l'assurda morte di un giovanissimo ragazzo, c'è un altra italietta che si è già messa in moto per distorce, nascondere, insabbiare, probabilmente responsabilità evidenti ma anche se non fosse il responsabile diretto, c'è certamente un comportamento arrogante e ingiustificato da perseguire. Cosa osta alla pubblicazione del nome visto che in altre circostanze e per cose meno gravi, basta un semplice avviso di garanzia per finire immediatamente in prima pagina e, nell'immaginario collettivo, reo come se già fosse stato passato in giudicato?

Sergio...che ne posso sapere io????

Detto questo, spero che in poco tempo il poliziotto municipale che ha messo la macchina in sosta vietata venga licenziato! Che vada a fare un altro mestiere.

Se poi vogliamo parlare di rogo mediatico...di spapare il nome in prima pagina (magari come ha fatto un giornale riguardo cose più gravi...con indirizzo e numero di telefono...)...prima di una benchè minima inchiesta che faccia luce sull'accaduto...questo è un altro argomento.

Offline Fantadrum

  • Utente
  • *****
  • Post: 2457
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Lo sport, la morte e le speculazioni
« Risposta #24 il: 16 Aprile 2012, 03:19:36 pm »
Anche tu non scherzi..a durezza di orecchi..
Non mi pare di aver letto nei commenti, che si sono succeduti a poche ore dalla morte del povero Morosini,nessuna ipotesi o diagnosi di morte da parte alcuno dei forumisti.Non vedo come tu ti possa scandalizzare quando e' sotto gli occhi di tutti quello che negli anni passati e' successo.
O e' oltraggioso evocare quello che accadeva alla Juve qualche anno fa e quello che ancora accade adesso, nonostante i provvedimenti di facciata facciano apparire che tutto e' sotto controllo e che le mortualita' rientrano nelle statistiche e nella norma ?

Gippi, leggiti la mia risposta a Catanisazzu...é tutto abbastanza chiaro. Poi...epr il resto divergenze di opinioni...finchè non si trascende...

ciao.

Offline Diegos

  • Utente
  • *****
  • Post: 1396
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Lo sport, la morte e le speculazioni
« Risposta #25 il: 16 Aprile 2012, 07:04:22 pm »

Pero' Gaspare anche tu mpare avai.

I medici hanno dichiarato che minuto piu'...minuto meno...il ragazzo se ne sarebbe andato comuque.

Ora a mi pare che stiamo diventado tutti filoamericani alla ricerca dello scoop giornalistico per due minuti di notorieta'.

A questo punto a che servono i "se" e i "ma".   Sei mai stato colpito da un lutto personale?  Se no, mi auguro che tu possa provare la sensazione  piu' in la' possibile....io ho provato la sensazione sulla  mia pelle e ti assicuro che alcune persone le ho mandate a quel paese per la loro ipocrisia...gente che non ho mai visto ne conosciuto che improvvisamente vi vengono a dire una marea di minchi.ate.

Non volermene Gaspare, spero che tu sia contento adesso perche' mi hai costretto a speculare sulla morte di un ragazzo di 26 anni e chi se ne fo.tte dei Vigili Urbani a questo punto se c'e' una giustizia, giustizia sara' fatta.

Per quello che vi possa interessare questo e' il secondo ed ultimo intervento su un tema che riguarda la vita di un ragazzo.

Buona domenica.

Diaegos...solo qualche domanda...

Speculare!!??...ma che ci ho guadagnato io?...e tu cosa!? ...

E chi ha scritto ed asserito con sicurezza che è stata una morte causata dal doping!?...chi!?...chi di noi!?...

Infine...Morosini si è accasciato al Turati durante Bar Italia - Ardorsales o durante Pescara Livorno valevole per il campionato italiano di serie B!?

Ecco...se vorrai rispondermi, ti ringrazio anticipatamente!

Se hai tempo vai a rileggerti tutte le risposte prima della mia nel "topic" di marco69 e noterai le speculazioni.

Buona serata.

umastru

  • Visitatore
Re:Lo sport, la morte e le speculazioni
« Risposta #26 il: 16 Aprile 2012, 11:28:26 pm »
Adesso l'autopsia è stata effettuata, nessun aneurisma, nessun infarto, soltanto un'altra morte misteriosa di un atleta,
Che si aggiunge a quelle recentissime di due pallavolisti.
Scusami Fanta, io me ne fotto delle statistiche, ma se in così breve tempo muoino degli "atleti" persone che in teoria sono controllatissime sul piano sanitario e che in pratica dovrebbero rappresentare l'eccellenza sul piano fisico, io mi preoccupo e non poco per i miei figli.
Se questi domani vogliono fare sport a livello agonistico, come faccio a fidarmi?
Poi tu fai al tuo solito tutti i ragionamenti che vuoi, ma ricordati che anche tu adesso sei padre e che anche tu ti porrai delle domande che adesso ti sembrano .....pleonastiche.
Antonino Rapisarda
E che c.a.z.z.o  il francese diceva che l'importante era partecipare, mica vincere a qualunque costo.