Autore Topic: Livorno - CATANIA  (Letto 20698 volte)

Offline Francesco ( Rovigo)

  • Utente
  • ****
  • Post: 547
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Livorno - CATANIA
« Risposta #135 il: 19 Settembre 2013, 09:30:32 pm »
Per metodista intendi un ruolo alla Lodi, davanti alla difesa.? Se cosi' fosse, mi sembrerebbe una soluzione ad alto rischio, perché in quella posizione ogni dribbling andato a vuoto avverrebbe in una zona di campo molto ma molto ..delicata. E poi Barrientos deve giocare  decisamente piu' avanzatato
Ma forse ho capito male e quindi sto parlando a vuoto..

Anche a me non pare opportuno, ma l'allenatore è quello che vede le cose "da vicino". A mio parere il Catania quest'anno ha una "serie" di centrocampisti dai piedi buoni che possono giocare da "metodisti", mentre "il Calcio" deve giocare avendo a portata di "piede" le punte. Qualcuno, non ricordo dove, ha fatto una disamina tecnico-statistica del gioco del Catania ed ha osservato che il Catania tira poco nello specchio della porta. Se mettiamo pure Barrientos lontano dalla porta, allora meglio lasciarlo in panca e giocare per il pareggio con 7 difensori.

Da quello che leggo in giro per internet, mi sembra di capire che nel 3-5-2 Barrientos dovrebbe occupare una posizione dietro le 2 punte con Plasil e Almiron piu' indietro. Se fosse cosi' sarebbe una soluzione decisamente auspicabile. :-)) , soprattutto nella scelta di chi deve scendere in campo :-))

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2446
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Livorno - CATANIA
« Risposta #136 il: 19 Settembre 2013, 10:42:35 pm »
Per metodista intendi un ruolo alla Lodi, davanti alla difesa.? Se cosi' fosse, mi sembrerebbe una soluzione ad alto rischio, perché in quella posizione ogni dribbling andato a vuoto avverrebbe in una zona di campo molto ma molto ..delicata. E poi Barrientos deve giocare  decisamente piu' avanzatato
Ma forse ho capito male e quindi sto parlando a vuoto..

Anche a me non pare opportuno, ma l'allenatore è quello che vede le cose "da vicino". A mio parere il Catania quest'anno ha una "serie" di centrocampisti dai piedi buoni che possono giocare da "metodisti", mentre "il Calcio" deve giocare avendo a portata di "piede" le punte. Qualcuno, non ricordo dove, ha fatto una disamina tecnico-statistica del gioco del Catania ed ha osservato che il Catania tira poco nello specchio della porta. Se mettiamo pure Barrientos lontano dalla porta, allora meglio lasciarlo in panca e giocare per il pareggio con 7 difensori.

Da quello che leggo in giro per internet, mi sembra di capire che nel 3-5-2 Barrientos dovrebbe occupare una posizione dietro le 2 punte con Plasil e Almiron piu' indietro. Se fosse cosi' sarebbe una soluzione decisamente auspicabile. :-)) , soprattutto nella scelta di chi deve scendere in campo :-))

E' coraggioso il Mister a cambiare modulo in una partita delicata come quella col Parma (una squadra tatticamente sapiente guidata da un ottimo allenatore). I movimenti sono diversi rispetto al modulo tradizionale adottato dal Catania per cui spero che siano stati ben assimilati. Perchè se andrà bene, tutti ad elogiare Maran, .............................

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Livorno - CATANIA
« Risposta #137 il: 20 Settembre 2013, 12:16:57 am »
Chi ha tempo non aspetti tempo...Maran rompe gli indugi e propone un inedito 3-5-2 e sue varianti ai quasi millecinquecento spettatori assiepatisi sulle gradinate del centro.
La prima cosa che salta agli occhi,ai piu' attenti,e' il nuovo schema con i due terzini Alvarez e Monzon schierati come esterni alti a fare da cornice agli altri tre della mediana formata da Plasil-Almiron e Il Pitu Barrientos.
Aspettando tempi migliori,credo che questo sia l'unico schema possibile per far giocare Monzon e nello stesso tempo consentire di avere un maggiore filtro nella zona mediana e perciò maggiore protezione per i compagni del reparto difensivo...dei tre centrali della difesa spicca la prova del ever-green Nicola Legrottaglie che con due gol risulta alla fine dell'allenamento il piu' prolifico degli uomini scesi in campo.
Dopo le tre sconfitte di campionato veniva spontaneo chiedersi cosa stesse succedendo al Catania.
Io mi sono fatto una opinione.L'assenza di Gomez e quella di marchese, dal mio punto di vista,sono la causa maggiore dei nostri mali.In un sol colpo ci sono venuti a mancare due riferimenti della fascia sinistra.Ci si era illusi che con lo stesso schema e con uomini diversi si potessero ottenere gli stessi risultati. Ingannevoli si sono mostrate poi le prime amichevoli di campionato che hanno illuso un pò tutti.Con l'accentramento del Pitu anche l'altra fascia risulta sguarnita e quelle che prima erano fonte di cross e insidie per le difese avversarie di colpo sono diventate terre di nessuno,terre aride e non prolifiche.
Se questa e' la strada da seguire sarà esaltante.Ma ancora di piu' per Maran che per noi tifosi.Nemmeno il piu' stolto dei tifosi potrà dire che ha vissuto di rendita o di luce riflessa. Se questo uomo merita fiducia perche' non vende fumo, e' pragmatico ma anche flessibile nel modulare gli schemi in rapporto alle esigenze degli uomini e del campo ognuno di noi nel suo piccolo dovrà supportarlo a prescindere dall'immediatezza dei risultati...ogni cosa ha i suoi tempi di maturazione....

Per metodista intendi un ruolo alla Lodi, davanti alla difesa.?

Caro Francesco,il riferimento era molto figurativo, in quanto il nostro Barrientos e' nuovo in quel ruolo e perciò,qualora si dovesse optare per questo schema, non ne possiamo prevedere gli sviluppi...ognuno esprime sempre qualcosa di diverso rispetto a un altro...
Ha giocato in una posizione che sfruttava poca ampiezza ma molta profondità...e questo gli dava l'opportunità di inquadrare meglio la porta e servire i compagni delle fasce...all'uopo Monzon a sinistra e Alvarez a destra che si prodigavano in lunghe sgroppate concluse con cross radenti per i compagni del reparto avanzato.....Leto e Barrientos...parlano la stessa lingua ed e' un piacere vederli all'opera....
Confermo che abbiamo la squadra piu' forte di sempre bisogna trovare i giusti equilibri con questo o con chiunque altro schema perche' nel calcio la qualità e' la prerogativa che lo governa.
Un abbraccio

FOZZA CATANIA       
CATANIA USQUE AD FINEM

Offline katane64

  • Utente
  • ***
  • Post: 382
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Livorno - CATANIA
« Risposta #138 il: 20 Settembre 2013, 02:26:07 am »
Non sono convinto che Maran voglia mostrare le sue idee per domenica a porte aperte,  anche visto il momento delicato.  Comunque viremu,  io ho fatto un '' ipotesi nel topic dedicato.  Hai visto Guarente? Da fuori non ne arrivano notizie

Offline Nelson

  • Utente
  • *****
  • Post: 1579
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Livorno - CATANIA
« Risposta #139 il: 20 Settembre 2013, 03:33:20 am »
Cosa dire, con la difesa a 3 Maran proporrebbe il terzo sistema di gioco in 4 partite. Insolito, o no?
Ma ci sta, in fondo, su tre partite abbiamo fatto 0 punti, è inevitabile fare alcuni esperimenti alla ricerca del sistema più affidabile.

Premetto che, come qualcuno sa - giacché ne ho parlato in alcuni post recenti – sono un estimatore del 3-5-2, ma nella variante del 3-5-1-1, sia nella versione spregiudicata di Montella, sia nella versione più accorta  attuata da Mazzarri.

Interroghiamoci un po':

il 3-5-2 è un sistema di gioco che ha svariate interpretazioni. Evito di fantasticare e mi calo nella realtà provando a immaginare cosa voglia fare mister Maran.
Io credo che  Maran voglia provare il 3-5-2 ma nella variante del 3-4-1-2. Si tratta della soluzione adottata da Davide Nicola, il nostro recente avversario. Dubito che Barrientos possa fare il vertice basso. Semmai, posso immaginare per lui – alla stregua del sistema adottato dal nostro recente avversario – un ruolo analogo a quello di Leandro Greco, che ripiega al ruolo di regista basso in fase di non possesso e si propone come trequartista in fase offensiva per innescare Emeghara e Paulinho. Così  dovrebbe fare il Pitu per Leto e Bergessio.

Questa è l'idea che ho nell'immaginare il 3-5-2 provato in allenamento, di cui ho conoscenza solo dalla lettura dei vostri post.

Condivido lo stesso interrogativo che si è posto Vasco. Se dovesse andare bene, tutti a elogiare Maran.

Speriamo bene. Tuttavia, mi pongo un altro interrogativo: ne abbiamo parlato persino nel forum del 3-5-2, non poteva pensarci prima? Credo che il prolungarsi del calciomercato non sia una valida giustificazione, aveva un Plasil e Guarente in meno, ma un Biagianti in più. Ergo, avrebbe potuto intuirlo prima. Oppure, dovrebbe avere fiducia nelle proprie idee, lavorare sulla base già tracciata e a attendere i risultati.

È un dato di fatto: Maran dà la sensazione di essere a un passo dal panico, altrimenti non cambierebbe per la terza volta sistema di gioco. Spero per lui e per noi tifosi che si batta il Parma, a quel punto l'avrà sfangata. Ma resto anche del parere che cambiare molte volte il sistema di gioco fa perdere credibilità nei confronti dei giocatori.

A Maran (anzi, a tutti) serve una vittoria.

« Ultima modifica: 20 Settembre 2013, 03:39:00 am da Nelson »
He was like a cock who thought the sun had risen to hear him crow  (G. Eliot)

Offline marco-69

  • Utente
  • *****
  • Post: 2541
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Livorno - CATANIA
« Risposta #140 il: 20 Settembre 2013, 09:06:31 am »
Ottima la disamina di Nelson, come sempre.

Questa forma di gioco pemetterebbe forse di impiegare al megio anche le caratteristiche di Monzon, piu' libero da compiti di marcatura e meglio applicato in fase di attacco.

Inoltre con questo modulo la convivenza di Bergessio e Maxi Lopez sarebbe plausibile a differenza del 4-3-3.

Maran in panico?
Non credo.
Credo piuttosto che il trentino stia offrendo l'opportunita' a tutti.
E che a poco a poco tutti stiano esaurendo gli alibi.

I difetti di un mercato lungo e con tanti inserimenti sono essenzialmente questi.

Offline MsssNY

  • Utente
  • ***
  • Post: 133
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Livorno - CATANIA
« Risposta #141 il: 20 Settembre 2013, 09:46:26 am »
pienamente d'accordo con Nelson, come sempre direi,
ho qualche dubbio sulla bravura di Alvarez come ala nel 352
e su Monzon tan bien per la condizione.
Non credo,come dice Katane,che Maran si scopra a porte aperte..
credo si indirizzi su un 3-4-1-2
Il pitu in posizione Lodi perderebbe pericolosità e tagli,
dietro le punte libero ,per me,darebbe vantaggi, ma non
siamo tutti i giorni a vederlo allenare..il suo problema
è solo la testa..se è tranquillo può giocare anche in porta..
Un po' di idee confuse nella testa del mister è comunque
chiaro che ci siano.
L'importante domenica e sboccarsi in qualunque maniera..
anche perché credo mercoledì si giochi di nuovo a Lazio vero ?
Ma Freire ?Al posto di Almiron fuori forma è troppo? Chiedo a chi
lo ha visto dal vivo o più di me..

Offline Giovanni (Roma)

  • Utente
  • *****
  • Post: 1957
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Livorno - CATANIA
« Risposta #142 il: 20 Settembre 2013, 11:37:09 am »
Ascoltate tutte le opinioni tiro fuori anche la mia formazione.

Andu (possibilmente rinsavito)
Bellusci Legrottaglie Spolli
Izco Guarente(Plasil)  Plasil(Almiron) Biraghi
Barrientos
Leto Bergessio

Fozza Catania

Offline Caprarupens

  • Utente
  • *****
  • Post: 2016
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Livorno - CATANIA
« Risposta #143 il: 20 Settembre 2013, 11:51:03 am »
Ascoltate tutte le opinioni tiro fuori anche la mia formazione.

Andu (possibilmente rinsavito)
Bellusci Legrottaglie Spolli
Izco Guarente(Plasil)  Plasil(Almiron) Biraghi
Barrientos
Leto Bergessio

Fozza Catania

ok in testa ed in coda ma a parte la indisponibilità di Izco credo che in mediana Maran schieri: Alvarez Plasil Almiron (Tachsidis) Monzon con i cambi Guarente - Maxi e Freire (Tachsidis )

Offline Nelson

  • Utente
  • *****
  • Post: 1579
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Livorno - CATANIA
« Risposta #144 il: 20 Settembre 2013, 07:58:02 pm »
Marco e NY,

innanzitutto vi ringrazio per avere approfondito alcuni dettagli del mio post.

Quando si ha una sensazione, è importante confidare nel parere altrui.

La mia sensazione è che Maran abbia bisogno di alcuni risultati positivi, per rassicurare un gruppo  di indiscutibile valore tecnico e agonistico, al fine di poter lavorare con lungimiranza e senza le scadenze imposte dalla serie negativa di questo inizio campionato.

A tal proposito, confido nell'opinione di Marco: Maran sta dando una chance a buona parte dei giocatori. Non ci sono dubbi, è abile nel gestire il turn over, tant'è che lo scorso anno furono determinanti, per vincere due partite sia Paglialunga, sia Keko, giocatori che alla fine dell'anno racimolarono poche presenze. Fortuna, direbbe qualcuno. Come la ebbe Zenga, che faceva una costante rotazione dei giocatori a disposizione, e - pur non essendo un fenomeno - otteneva ottimi risultati perché sapeva gestire lo spogliatoio. La fortuna non esiste.

Maran dà lasensazione di essere molto abile ed equilibrato nel gestire il gruppo e gli auguro di avere la credibilità che merita.

Tuttavia, mi dà atto NY che il tecnico trentino abbia un po' le idee confuse; e ci sta. Ci può stare. Il ruolo dell'allenatore è delicatissimo, non è mai periferico nell'analisi del gioco e dei risultati di una squadra. L'allenatore, durante il campionato, non può permettersi pause, deve sempre rendere conto.
He was like a cock who thought the sun had risen to hear him crow  (G. Eliot)

Offline Nelson

  • Utente
  • *****
  • Post: 1579
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Livorno - CATANIA
« Risposta #145 il: 20 Settembre 2013, 07:59:16 pm »

Marco e NY,

innanzitutto vi ringrazio per avere approfondito alcuni dettagli del mio post.

Quando si ha una sensazione, è importante confidare nel parere altrui.

La mia sensazione è che Maran abbia bisogno di alcuni risultati positivi, per rassicurare un gruppo  di indiscutibile valore tecnico e agonistico, al fine di poter lavorare con lungimiranza e senza le scadenze imposte dalla serie negativa di questo inizio campionato.

A tal proposito, confido nell'opinione di Marco: Maran sta dando una chance a buona parte dei giocatori. Non ci sono dubbi, è abile nel gestire il turn over, tant'è che lo scorso anno furono determinanti, per vincere due partite, sia Paglialunga, sia Keko, giocatori che alla fine dell'anno racimolarono poche presenze. Fortuna, direbbe qualcuno. Come la ebbe Zenga, che faceva una costante rotazione dei giocatori a disposizione, e - pur non essendo un fenomeno - otteneva ottimi risultati perché sapeva gestire lo spogliatoio. La fortuna non esiste.

Maran dà lasensazione di essere molto abile ed equilibrato nel gestire il gruppo e gli auguro di avere la credibilità che merita.

Tuttavia, mi dà atto NY che il tecnico trentino abbia un po' le idee confuse; e ci sta. Ci può stare. Il ruolo dell'allenatore è delicatissimo, non è mai periferico nell'analisi del gioco e dei risultati di una squadra. L'allenatore, durante il campionato, non può permettersi pause, deve sempre rendere conto.
He was like a cock who thought the sun had risen to hear him crow  (G. Eliot)

Offline Nelson

  • Utente
  • *****
  • Post: 1579
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Livorno - CATANIA
« Risposta #146 il: 20 Settembre 2013, 08:19:24 pm »

Il pitu in posizione Lodi perderebbe pericolosità e tagli,
dietro le punte libero ,per me,darebbe vantaggi, ma non
siamo tutti i giorni a vederlo allenare..il suo problema
è solo la testa..se è tranquillo può giocare anche in porta..
Un po' di idee confuse nella testa del mister è comunque
chiaro che ci siano.
.

Caro NY (ormai sei NY, giacché abiti lì ;-) )

prendo a pretesto queste righe per fare una breve sintesi sul nostro talento.

Barrientos, come tutti sappiamo, fa parte di un gruppo di calciatori argentini nati negli Ottanta di grande talento.

Lo conoscevano in molti, ancor prima di arrivare in Italia. Non pochi addetti ai lavori lo stimavano tecnicamente, ma diffidavano della sua struttura fisica e di quel carattere irruento che talvolta lo penalizzava. Poi, dopo l'infortunio, possiamo immaginare quali siano state le sue quotazioni.

Eppure, infortunato e con dei lunghissimi tempi di recupero, il nostro ex AD (che potrebbe fare scuola a tanti altri AD) puntò su di lui. Ci credevano in pochi e, per quanto l'acquisto di questo calciatore fu ampiamente ridimensionato nei costi, per il Catania fu uno dei più impegnativi investimenti mai fatti. Forse per gli altri era poco, ma per il Catania quella cifra fu un vero investimento. Bravo, LM, jù non mu scordu!

In tutta franchezza, dopo una baruffa in fase di precampionato, che portò Giampaolo a dubitare del temperamento del giocatore, anche io, come tanti, rimanevo perplesso sugli atteggiamenti del Pitu. Ci credevo, per la tecnica. Ma dubitavo della possibilità che il ragazzo potesse sfondare in Italia. Un dubbio che per onestà intellettuale non ho mai negato. Mi ricordo che 'u Mastru e Papé Satàn, al di là di tutto, lo sponsorizzavano totalmente (anche questo, non mu scordu :-D).

Nonostante tutto, talvolta il ragazzo di Comodoro Rivadavia, qualche pazzia la fa, come nella partita assurdamente persa lo scorso anno contro il Milan, in casa. Non parliamo, va', lassamu péddiri!

In ogni caso, nonostante qualche riserva, da parte di molti, di moltissimi, oggi il Pitu è un calciatore straordinario, che sa gestire talento e grinta. Montella ebbe il merito di schierarlo come titolare inamovibile (e ancora non aveva fatto nulla di interessante), ma Maran ha avuto il merito di valorizzarlo; e sono convinto che sia stato l'allenatore più adatto per farlo maturare come calciatore, in particolar modo per l'impegno che vedo spendere da questo talento.
He was like a cock who thought the sun had risen to hear him crow  (G. Eliot)

Offline Nelson

  • Utente
  • *****
  • Post: 1579
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Livorno - CATANIA
« Risposta #147 il: 20 Settembre 2013, 09:03:47 pm »
E ora due righe su un altro giocatore che considero dotato di tecnica finissima.

Chi sarà? Indovinate un po'?: per la gioia delle Marche, parlo di Panagiotis, il numero 7.

Ora, chi sa, magari Maran deciderà di farlo accomodare in panchina. Molti saranno contenti, qualcuno un po' meno, ma di certo non è un problema se un ragazzo di 22 anni dovesse fare un po' di sana panchina. Non sarebbe una bocciatura, anzi.

Panagiotis ha dei limiti che vedrebbe anche chi scambia il pallone per una pietanza di prosciutto e melone. Il ragazzo è lento e macchinoso, ma IO CI CREDO.

Facciamo un esempio, il migliore regista italiano è Pirlo.

Anche Pirlo in gioventù era stato un trequartista. Me lo ricordo come ieri: era diciottene, eppure all'esordio in serie A, in quel di San Siro, anziché tremargli le gambe, fece un assist perfetto per Hubner (poi l'Inter fece una rimonta con due giocate da fuori area di Recoba; era l'Inter di Ronaldo e Simoni, che giocava ancora col libero).

Eppure, Pirlo è diventato il regista che tutti conosciamo, al di là di quella lentezza e mancanza di rapidità, che erano considerate un punto debole determinante. Fu Mazzone a inventarlo regista, per farlo coesistere con Baggio. E poi Ancelotti seppe valorizzarlo. E poi sappiamo tutto il resto.

Ovviamente, con le dovute proporzioni e senza fantasticare più di tanto, io credo che i limiti del nostro regista greco possano essere compensati con l'impegno, confidando sulle enormi potenzialità tecniche. Perché chi cita la Roma di Zeman deve farlo con cognizione di causa. Io alcune partite le vidi e il ragazzo greco alternava qualche errore a delle giocate spettacolari, vedeva dei corridoi che pochi saprebbero vedere.
Insomma, se con l'impegno puoi migliorare i tuoi limiti, certe potenzialità e quella tecnica di base, non puoi comprarle al supermercato. Possono impegnarsi quanto vogliono, ma i centrocampisti limitati non potranno avere la tecnica che ha il ragazzo greco. È come il carisma, o ce l'hai o non ce l'hai.

Sono convinto che può fare molto bene; e spero che lo faccia con la maglia del Catania.

Ora, a lui il resto.
He was like a cock who thought the sun had risen to hear him crow  (G. Eliot)

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Livorno - CATANIA
« Risposta #148 il: 20 Settembre 2013, 09:07:58 pm »

Un po' di idee confuse nella testa del mister è comunque
chiaro che ci siano.

Dici? E se invece che confusione fosse pretattica?
E' di oggi la notizia che Donadoni,per via di un infortunio occorso a un suo uomo, abbia in mente di cambiare assetto alla difesa.Abbandono della difesa a tre per passare a quella a quattro.
Potrebbe sembrare un contro rilancio al "bluff" di Maran e al suo inedito 3-5-2 proposto al pubblico nell'allenamento di ieri.
Ora,al di là degli schemi e degli estetismi che ne derivono, credo che per Maran sia piu' urgente,oltre che necessario,recuperare terreno in classifica e abbandonare quanto prima l'ultima posizione in classifica.
Gli schemi e i numeri, sulla carta e in via teoretica, aprono orizzonti a interminabili discussioni, ma quel che conta e' il responso del campo derivante dall' interpretazione che ogni singolo calciatore da alle indicazioni dell'allenatore.
Io credo ancora che il nostro allenatore ha voluto mandare un messaggio preciso a tutto l'ambiente:stiamo lavorando per raggiungere la migliore condizione e stiamo provando di impiegare gli uomini piu' in forma e che si prestano meglio a un disegno tattico piuttosto che a un altro.
Sarà un 3-5-2 puro o un suo derivato? oppure ancora una variazione del 4-3-2-1? oppure ancora un 4-2-3-1?Tutto e' possibile, ma in campo conterà poco!



Ma Freire ?Al posto di Almiron fuori forma è troppo? Chiedo a chi
lo ha visto dal vivo o più di me..

L' unico in grado di risponderti,in quanto presente all'allenamento  ;-)...ma sei stato distratto su un mio post precedente in cui esaltavo le qualità di questo ragazzo che IO vedo, a meno di infortuni o altro che ne possa pregiudicare gli sviluppi,come il nostro prossimo regista di centrocampo.Ha qualità,quantità,personalità,passo, lancio e quant'altro possa giovare a svolgere questo compito.In due parole ha tutte le capacità tecnico-fisiche per diventare un grande,IMHO  ;-)
Ciao.     
« Ultima modifica: 20 Settembre 2013, 09:10:45 pm da GPalermo1954 »
CATANIA USQUE AD FINEM

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Livorno - CATANIA
« Risposta #149 il: 20 Settembre 2013, 09:13:43 pm »
E ora due righe su un altro giocatore che considero dotato di tecnica finissima.

Chi sarà? Indovinate un po'?: per la gioia delle Marche, parlo di Panagiotis, il numero 7.

Ora, chi sa, magari Maran deciderà di farlo accomodare in panchina. Molti saranno contenti, qualcuno un po' meno, ma di certo non è un problema se un ragazzo di 22 anni dovesse fare un po' di sana panchina. Non sarebbe una bocciatura, anzi.

Panagiotis ha dei limiti che vedrebbe anche chi scambia il pallone per una pietanza di prosciutto e melone. Il ragazzo è lento e macchinoso, ma IO CI CREDO.

Facciamo un esempio, il migliore regista italiano è Pirlo.

Anche Pirlo in gioventù era stato un trequartista. Me lo ricordo come ieri: era diciottene, eppure all'esordio in serie A, in quel di San Siro, anziché tremargli le gambe, fece un assist perfetto per Hubner (poi l'Inter fece una rimonta con due giocate da fuori area di Recoba; era l'Inter di Ronaldo e Simoni, che giocava ancora col libero).

Eppure, Pirlo è diventato il regista che tutti conosciamo, al di là di quella lentezza e mancanza di rapidità, che erano considerate un punto debole determinante. Fu Mazzone a inventarlo regista, per farlo coesistere con Baggio. E poi Ancelotti seppe valorizzarlo. E poi sappiamo tutto il resto.

Ovviamente, con le dovute proporzioni e senza fantasticare più di tanto, io credo che i limiti del nostro regista greco possano essere compensati con l'impegno, confidando sulle enormi potenzialità tecniche. Perché chi cita la Roma di Zeman deve farlo con cognizione di causa. Io alcune partite le vidi e il ragazzo greco alternava qualche errore a delle giocate spettacolari, vedeva dei corridoi che pochi saprebbero vedere.
Insomma, se con l'impegno puoi migliorare i tuoi limiti, certe potenzialità e quella tecnica di base, non puoi comprarle al supermercato. Possono impegnarsi quanto vogliono, ma i centrocampisti limitati non potranno avere la tecnica che ha il ragazzo greco. È come il carisma, o ce l'hai o non ce l'hai.

Sono convinto che può fare molto bene; e spero che lo faccia con la maglia del Catania.

Ora, a lui il resto.
Scusami Nelson,non me ne volere, ma l'accostamento con Pirlo ci sta come i cavoli a merenda..se vuoi possiamo aprire una discussione a parte  ;-)
CATANIA USQUE AD FINEM