Autore Topic: CATANIA-AVELLINO  (Letto 341 volte)

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2437
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
CATANIA-AVELLINO
« il: 29 Ottobre 2023, 10:05:50 am »
La partita della verità. Sul rapporto fra l'allenatore e la squadra, sulla capacità della società di affrontare i momenti difficili.
Il tutto al cospetto di una squadra in fiducia, che ha svoltato la sua stagione dopo il cambio dell'allenatore e che verrà a Catania per fare risultato pieno. Il Catania è certamente indebolito dall'assenza di Di Carmine, ma giocando in casa avrà motivazioni che dovrebbero moltiplicare energie e determinazione. Mi aspetto una gestione dei cambi oculata e razionale.
Spero che sugli spalti prevalga lo spettacolo del tifo rossoazzurro e che le "tentazioni" vengano messe da parte. Saremo in diretta su RAI 2 (prima volta nella storia per una partita di serie C) e quindi lasciamo il lavaggio dei "panni sporchi" eventualmente per dopo.

FORZA CATANIA

Offline garreccio

  • Utente
  • *****
  • Post: 1806
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:CATANIA-AVELLINO
« Risposta #1 il: 29 Ottobre 2023, 06:30:40 pm »
Sullo 0-2 ho spento la TV. Malacumpassa in diretta nazionale. Squadra sterile. Allenatore in confusione.
Non c'è molto altro da scrivere.
Adesso: cambiare guida tecnica e salvare la categoria.

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5506
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re:CATANIA-AVELLINO
« Risposta #2 il: 30 Ottobre 2023, 01:01:20 pm »
La malacumpassa l'hanno fatta i trogloditi che hanno spedito in cmapo i fumoggeni, evidentemente pensandoc he fossero una soluzione ainostri problemi attuali.
Sul campo è stata una sconfitta meritata, nulla di umiliante, loro stanno meglio, sono più squadra e noi siamo tipo loro la scorsa stagione.
Certo bisogna prendere atto che non c'è sta la reazione d'orgoglio che avrebbe dovuto scattare in automatico e che a questo punto è difficile andare avanti con questo tecnico.
Delusissimo dalal curva sud, protagonista del coro volgare alla squadra alla fine e dello striscione al 10' minuto su Tabbiani che non vedo quale utilitàsi aspettavano ptoesse avere in quel momento, considerato che c'era comunque in ballo la possibilità teorica di accorciare la classifica.
Decisamente meglio la curva nord che ha sostenuto fino alla fine e ha contestato dopo, come da copione

Da capire se la società è realmente in confusione o se è semplicemente il loro stile.
Di sicuro apprezzerei che si esponessero e parlassero charo. Chi sa quello che fa non ha certo paura di spiegare le proprie mosse e persino contraddire la piazza, che non può decidere le strategie della società ma ha tuto il diritto di decidere se supportarle o meno.

Offline Testa Dura

  • Utente
  • ****
  • Post: 700
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:CATANIA-AVELLINO
« Risposta #3 il: 30 Ottobre 2023, 10:53:55 pm »
Ho visto con goduria la partita su Rai 2, mi dispiace, poteva finire anche con un maggiore scarto.
Ci rivediamo il prossimo anno.
Speriamo che i granata abbiano una squadra più competitiva delle ultime due stagioni. Vabbè che quest'anno ci sono almeno due squadre destinate a battere ogni record per la d, ma quando è troppo è troppo.

Forza Acireale
 

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2437
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:CATANIA-AVELLINO
« Risposta #4 il: 31 Ottobre 2023, 12:58:31 pm »
La partita con l'Avellino ha indicato quello che potrà essere il campionato del Catania da qui alla fine della stagione. Scarto subito l'opzione che Tabbiani possa portare a termine il campionato sulla panchina del Catania, e ciò per vari motivi. Innanzitutto perché questa partita, giunta dopo 10 giornate e quindi in un momento di consolidamento delle squadre del girone, ha evidenziato - a mio parere in modo netto - che il Catania, pur non avendo nulla da invidiare all'Avellino sul piano della qualità dei giocatori, è messo in campo male. La vera superiorità dell'Avellino infatti è emersa dal modo di stare in campo, dal correre dei suoi giocatori in modo efficace ed utile; al cospetto di un Catania che invece ha corso senza costrutto, sprecando soltanto energie nella realizzazione del "gioco" sterile ideato dal suo allenatore. La squadra sul campo ha mostrato volontà, applicazione, senza tuttavia riuscire a dare fastidio più di tanto ad un Avellino dall'identità di gioco precisa e determinata.

E' evidente che, dopo 10 giornate, gli avversari sanno che il Catania gioca sempre nello stesso modo e le squadre più attrezzate prendono le giuste contromisure, vanificando le velleità "giochiste" di Tabbiani. L'identità di gioco del Catania, che era l'obiettivo della dirigenza, è debole: hanno segnato pochi giocatori; non ci sono schemi per sfruttare i calci piazzati; non vengono valorizzati i 5 cambi per colpire i punti deboli dell'avversario con giocatori freschi. Tutto ciò indebolisce il morale di una squadra fatta di giocatori maturi e mentalmente strutturati, i quali, pur dimostrando disponibilità a seguire il tecnico, davanti a queste situazioni non possono certamente essere entusiasti e felici.

Tutto questo credo basti a giustificare il cambio della guida tecnica. Con l'auspicio che il nuovo tecnico venga scelto con maggiore oculatezza, (ho l'impressione che Tabbiani lo abbiano scelto con l'algoritmo oppure qualche amico lo ha raccomandato a Grella).
Il cambio di allenatore dovrebbe essere accompagnato anche dal cambio dello staff dei preparatori. Ridare tutta la parte atletica in mano a Petralia e sollevare dall'incarico chi ha riempito l'infermeria di infortuni muscolari, anche di giocatori che non ne avevano sofferto mai in carriera.

La stagione non è ancora compromessa, non definitivamente. Ma non bisogna perdere altro tempo per andare appresso ad un tecnico che ha dimostrato tutto quello che poteva dimostrare.

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5506
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re:CATANIA-AVELLINO
« Risposta #5 il: 31 Ottobre 2023, 09:07:29 pm »
C'è la possibilità di porre rimedio agli errori, non è detto che lo si debba fare subito cambiando la guida tecnica, anche se obettivamente non ho visto quasi nulal di quello che era stato auspicato. Se loro ci creddono è giusto che gli diano tempo, lo ribadisco. Certo non all'infinito.