Autore Topic: Catania 2015-2016  (Letto 61509 volte)

Offline santopesaro

  • Utente
  • *****
  • Post: 4052
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania 2015-2016
« Risposta #105 il: 21 Luglio 2015, 08:41:44 pm »
Vasco...il mio era un discorso piu' ampio

Nel senso.Nessuna nuova proprieta' si presentera' se non al momento del fallimento.

Quindi il Catania resta a Pulvirenti.Detto questo si aprono alcune strade.


Quale prenderemo non lo so.

Io so quale prendero'.

Continuero' a seguire il Catania

Calcio Catania 1946,matricola 11700
Non e' la Pulvirentese.

Ognuno faccia come crede.



Offline santopesaro

  • Utente
  • *****
  • Post: 4052
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania 2015-2016
« Risposta #106 il: 21 Luglio 2015, 09:59:48 pm »
 8|

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2448
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania 2015-2016
« Risposta #107 il: 22 Luglio 2015, 10:59:54 pm »
Intanto anche Martinho chiede la risoluzione consensuale. Ciò vuol dire che il patrimonio giocatore sarebbe azzerato, si risparmierebbe soltanto sullo stipendio elevato. Una brutta piega...


Offline santopesaro

  • Utente
  • *****
  • Post: 4052
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania 2015-2016
« Risposta #108 il: 30 Luglio 2015, 08:23:38 pm »
ESCLUSIVA TLP - Ag. Calderini: "Catania sarà il suo trampolino di lancio. A Cosenza troppi rapporti difficili..."
30.07.2015 19:10 di Marco Cutuli per tuttolegapro.com
ESCLUSIVA TLP - Ag. Calderini: "Catania sarà il suo trampolino di lancio. A Cosenza troppi rapporti difficili..."
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com

Elio Calderini è da oggi ufficialmente un calciatore del Catania. Il club etneo ha fatto sottoscrivere un biennale all'ex attaccante svincolato del Cosenza, mettendo così a segno il primo colpo targato Bonanno-Pitino, i due uomini che seguono il mercato della società rossazzurra. TuttoLegaPro.com ha intervistato in esclusiva Alessandro Marino, agente del giocatore umbro.


Calderini indosserà la casacca rossazzurra fino al giugno 2017. Le cifre dell'operazione?

“Ho preso accordi con la proprietà del Catania in tal senso e non possiamo rivelare i numeri di questa operazione. Di contro posso affermare senza ombra di dubbio che sono state sufficienti un paio d'ore per chiudere l'accordo con il direttore Pippo Bonanno che, insieme a Marcello Pitino, hanno fortemente voluto Calderini battendo la concorrenza serrata di Salernitana e Ternana”.

Quali sono le sue principali caratteristiche in campo?

“E' un attaccante longilineo che può fare reparto da solo così come può spaziare da una fascia all'altra. A Cosenza ha giocato anche da trequartista, ruolo che è in grado di ricoprire molto bene grazie alle sue indiscusse qualità tecniche”.


Come mai il club silano si è lasciato sfuggire un giocatore delle sue qualità?

“Una decina di giorni fa ho incontrato direttamente il presidente Guarascio in forma privata, incontro al quale sia Elio sia il direttore Meluso non erano presenti considerando i difficili rapporti tra i due. Alla fine è prevalsa la soluzione condivisa di metterlo sul mercato e non è stato difficile individuare club cadetti, pronti a tesserarlo”.


Rapporti difficili con la dirigenza calabrese?

“Già nel mercato di riparazione a gennaio il Lecce aveva messo concretamente gli occhi su di lui e parevano esserci tutti i presupposti per il suo passaggio al club salentino poi purtroppo per lui non se ne fece nulla. Da quel momento, dopo i primi due anni molto positivi a Cosenza, si sono posti i presupposti per la sua partenza da Cosenza nonostante i suoi 9 gol siano stati tutti decisivi sul totale dei punti conquistati alla fine della stagione”.


Il presente ed il futuro di Calderini si chiama al momento Catania. Come interpreta questa nuova esperienza all'ombra dell'Elefante?

“Catania sarà per Elio un trampolino di lancio per la sua carriera dato che è un calciatore di qualità che nell'uno contro uno palla al piede è devastante e saprà dimostrare sicuramente tutto il suo valore. A Cosenza sia tra la tifoseria sia in seno alla dirigenza piangono la sua partenza”.

Offline Giovanni (Roma)

  • Utente
  • *****
  • Post: 1959
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania 2015-2016
« Risposta #109 il: 06 Agosto 2015, 10:14:07 am »
Pare che anche Schiavi e Sciaudone siano pronti a rescindere e ad accasarsi con la Salernitana "dell'amico" Lotito...io mi chiedo...ma davvero non ci sta modo di recuperare qualche euro da questi calciatori?
La lista di coloro che sono andati via a gratis si sta allungando pesantemente...e ancora non ci sta in fondo nessuna sentenza sportiva...

Fozza Catania...sempri...

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2448
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania 2015-2016
« Risposta #110 il: 06 Agosto 2015, 10:32:25 am »
Pur in assenza di una sentenza definitiva, credo che in società chi al momento sta gestendo, abbia ben chiaro il quadro futuro. La priorità è ridurre il monte stipendi, in modo da renderlo sostenibile con gli incassi da stadio e con quel minimo di contributi federali. La voce stipendi incide fra il 70 e l'80 per cento delle uscite di una società di calcio. È chiaro che non si possono mantenere giocatori contrattualizzati per una serie B di alto livello in serie C, anche se ciò vuol dire azzerare il capitale giocatori in seguito agli "svincoli". 

Sono questi gli effetti non solo della perdita, certa, della categoria, ma anche di una gestione inetta, senza alcuna programmazione, ispirata da manie di grandezza senza avere alcuna esperienza. E di tutto ciò non c'era proprio bisogno in quanto bastava aspettare la conclusione della vicenda Parma, i cui esiti erano più prevedibili degli orari dei treni.
Anzi dirò di più: se il caso Parma fosse stato sollevato dal Catania già lo scorso anno (e un management all'altezza, con i giusti agganci avrebbe saputo e potuto farlo), forse oggi saremmo due categorie più su. Purtroppo "con i se e con i ma non si fa la storia".
« Ultima modifica: 06 Agosto 2015, 10:35:53 am da vasco »

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania 2015-2016
« Risposta #111 il: 06 Agosto 2015, 10:36:43 am »
Giovanni,se vuoi avere un quadro preciso vai su Lega serie B : ceduto a titolo definitivo vuol dire che acchiappanu soddi...rescissione consensuale  o svincolato è aggratisi...non ti lasciare abbindolare dai vari siti che non sanno un kazzo...
CATANIA USQUE AD FINEM

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania 2015-2016
« Risposta #112 il: 06 Agosto 2015, 10:40:53 am »
.
Anzi dirò di più: se il caso Parma fosse stato sollevato dal Catania già lo scorso anno (e un management all'altezza, con i giusti agganci avrebbe saputo e potuto farlo), forse oggi saremmo due categorie più su. Purtroppo "con i se e con i ma non si fa la storia".

  Vasco, in quel caso avrebbero ripescato il Bologna...per titoli e storia calcistica...questo il criterio di ripescaggio...
CATANIA USQUE AD FINEM

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2448
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania 2015-2016
« Risposta #113 il: 11 Agosto 2015, 09:52:27 pm »
Intanto c'è da registrare che chi sta gestendo attualmente il Catania sta facendo del suo meglio e merita un plauso. La vittoria ottenuta a tavolino sulla Spal, per una squalifica di due anni fa da parte di un giocatore che neanche la sua attuale squadra ricordava, denota una cura dei particolari che non mi sarei aspettato in questa fase di grande incertezza. Bravi.

Offline bonfanti58

  • Utente
  • ****
  • Post: 811
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania 2015-2016
« Risposta #114 il: 11 Agosto 2015, 10:33:19 pm »
Intanto c'è da registrare che chi sta gestendo attualmente il Catania sta facendo del suo meglio e merita un plauso. La vittoria ottenuta a tavolino sulla Spal, per una squalifica di due anni fa da parte di un giocatore che neanche la sua attuale squadra ricordava, denota una cura dei particolari che non mi sarei aspettato in questa fase di grande incertezza. Bravi.

Frutto di attenzione anche la tua riflessione, Vasco.
Come sempre peraltro.
Mi associo al tuo "Bravi" e  ne aggiungo uno per te.
Il rosso come il fuoco dell'Etna L'azzurro come il cielo e il mare

Offline katane64

  • Utente
  • ***
  • Post: 384
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania 2015-2016
« Risposta #115 il: 11 Agosto 2015, 10:57:10 pm »
Stamuavvulannu

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2448
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania 2015-2016
« Risposta #116 il: 12 Agosto 2015, 08:06:10 am »
Intanto c'è da registrare che chi sta gestendo attualmente il Catania sta facendo del suo meglio e merita un plauso. La vittoria ottenuta a tavolino sulla Spal, per una squalifica di due anni fa da parte di un giocatore che neanche la sua attuale squadra ricordava, denota una cura dei particolari che non mi sarei aspettato in questa fase di grande incertezza. Bravi.

Frutto di attenzione anche la tua riflessione, Vasco.
Come sempre peraltro.
Mi associo al tuo "Bravi" e  ne aggiungo uno per te.

Bonfanti, oltre a ringraziarti per l'apprezzamento, mi fa piacere sapere che c'é qualcun altro che guarda avanti. Non ha senso ignorare con indifferenza e rifiuto chiunque oggi si chiami "Catania Calcio" sol perchè il responsabile unico di questa situazione, l'ex presidente, è ancora il proprietario della società.
Chi sta lavorando oggi per il Catania lo sta facendo fra enormi difficoltà,  come un'equipe medica che sta eseguendo un trapianto sotto i bombardamenti.

Non si vuole riabilitare nessuno se si riconosce questo e se si sostiene questo lavoro. L'atteggiamento di totale chiusura fa male prima di tutto al Catania, che è l'oggetto della nostra passione.
C'è un'espressione che ben descrive l'assurdità di questo atteggiamento: chiddu ca ppi farici 'ndispettu a so muggheri, sa tagghiau .

Ecco, attendiamo ed invochiamo la vendita della società, ma intanto sosteniamo chi sta lavorando per la sua sopravvivenza e per avviare una nuova stagione sportiva, che almeno, per come sono messe le cose al momento, dovrà provare a  mantenere la categoria.

Offline Nelson

  • Utente
  • *****
  • Post: 1579
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania 2015-2016
« Risposta #117 il: 12 Agosto 2015, 08:40:55 am »
Caro Vasco,

attualmente è tutto fermo, eccetto le cessioni. Si sta completando lo smantellamento della rosa giocatori e mi pare evidente che anche questa è una scelta della Società. E non è detto che siano stati obbligati a farlo.

Fin ora sono stati ingaggiati giocatori modesti e svincolati e il resto della rosa giocatori è composto dai giovani del nostro vivaio.

Il tuo discorso è apprezzabile, ma loro sono in attesa della sentenza definitiva, per capire in quale categoria giocherà il Catania. Siamo tutti interessati, infatti siamo qui, ma dal punto di vista tecnico c'è poco da dire. La proprietà vuole vendere e noi aspettiamo che sia venduta, perché così preferiscono e così preferiamo.

Ma a parte la sentenza e la volontà di cedere la Società, c'è poco altro da dire. Perché tutto inizierà davvero con la categoria assegnata.

Poi, per quanto riguarda le preferenze dei tifosi, è assolutamente vero che nessuno  vuole riabilitare niente e nessuno (nonostante alcuni consigli di qualche illuminato), ma è altrettanto vero che manifestare il desiderio di una cessione è un diritto che non equivale, necessariamente, a un dispetto.

Un saluto.
« Ultima modifica: 12 Agosto 2015, 08:43:00 am da Nelson »
He was like a cock who thought the sun had risen to hear him crow  (G. Eliot)

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2448
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania 2015-2016
« Risposta #118 il: 12 Agosto 2015, 11:24:13 am »

Poi, per quanto riguarda le preferenze dei tifosi, è assolutamente vero che nessuno  vuole riabilitare niente e nessuno (nonostante alcuni consigli di qualche illuminato), ma è altrettanto vero che manifestare il desiderio di una cessione è un diritto che non equivale, necessariamente, a un dispetto.


Nelson, io non metto in discussione il diritto dei tifosi di chiedere il cambio di proprietà, ci mancherebbe. A prescindere dalle dichiarazioni dell'ex presidente sulla sua volontà di vendere, io faccio parte di quelli che pensano che un acquirente serio, con un progetto sportivo valido, si troverà perchè è stato dimostrato coi fatti in 8 anni che Catania é una piazza in cui è possibile fare calcio ad alti livelli, con un ambiente che, passando attraverso molte vicissitudini, ha la maturità giusta per sostenere qualsiasi progetto serio.

Su questo occorre immediatamente smentire le parole di Pulvirenti sulle "minacce" a lui e alla sua famiglia: l'odio dei tifosi se lo é cercato e lo ha voluto pervicacemente negli ultimi due anni, anzi, nell'ultimo anno, perchè anche la retrocessione (evitabilissima per come la vedo io)  era passata in carrozza: il Catania si trova dov'è ora per una gestione folle, prima di tutto sportiva, del suo proprietario e non per l'ambiente (tifosi, stampa, istituzioni pubbliche). Il messaggio dev'essere ben chiaro e deve passare all'esterno, verso quelli che non conoscono Catania.

Senza mancare mai di "invitare" Pulvirenti ad andarsene, proprio per smentire il quadro ambientale fosco che ha disegnato occorre, secondo me, sostenere quel poco che, come giustamente dici tu, attualmente c'é: i giovani, gli svincolati, un allenatore che a me sta dando un'impressione buona, da uomo di carattere, quelli che stanno lavorando nella dirigenza. Bisogna trovare il modo giusto. Ma è certo che fra poco inizierà un campionato da giocare e non possiamo aspettare Godot.

Offline Davide da Miami

  • Utente
  • *****
  • Post: 1174
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania 2015-2016
« Risposta #119 il: 12 Agosto 2015, 10:35:52 pm »
...... quelli che stanno lavorando nella dirigenza......

Appunto Vasco, non dimentichiamoci chi sono quelli che stanno lavorando nella dirigenza: gli scagnozzi di Pulvirenti. E per non farcelo dimenticare, i nostri eroi hanno collezionato un'altra perla di operato trasparente e oculato degno della "miglior" gestione Pulvirenti-Cosentino.

http://www.mondocatania.com/wp/senza-categoria/laddio-silenzioso-di-baiocco-lennesimo-autogol-del-club-110087

Vedremo la luce solo quando l'ignobile infame cederà la società. Spero.

Sempri
FOZZA CATANIA