Autore Topic: Pulvi e Cosentino sempilcemente scandalosi...  (Letto 21362 volte)

Offline U mastru

  • Utente
  • *****
  • Post: 1778
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Pulvi e Cosentino sempilcemente scandalosi...
« Risposta #60 il: 22 Marzo 2015, 05:48:40 pm »
Ragazzi non vorrei essere cattivo, ma ricordatevi i cori direttore pezzo di m. e che come prefiche eravate tutti li a sperare che fosse cacciato.
Ecco l'ho detto.
Antonino Rapisarda.

Ribadisco "Direttore pezzo di m e R d a!"
Questi allora come li definisci? Vispe terese? ::) ::) ::)
"U Mastru"
P.S. otto anni di serie A e TDG. Ah, dimenticavo per Pippo era solo cxx.... fortuna.

Offline Aldo

  • Utente
  • *****
  • Post: 3910
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Pulvi e Cosentino sempilcemente scandalosi...
« Risposta #61 il: 23 Marzo 2015, 02:03:38 am »
Ragazzi non vorrei essere cattivo, ma ricordatevi i cori direttore pezzo di m. e che come prefiche eravate tutti li a sperare che fosse cacciato.
Ecco l'ho detto.
Antonino Rapisarda.

Ribadisco "Direttore pezzo di m e R d a!"
Questi allora come li definisci? Vispe terese? ::) ::) ::)
"U Mastru"
P.S. otto anni di serie A e TDG. Ah, dimenticavo per Pippo era solo cxx.... fortuna.

Esattamente come il Direttore, caro umastru.  ;-)
Melior de cinere surgo! ❤️💙❤️💙

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Pulvi e Cosentino sempilcemente scandalosi...
« Risposta #62 il: 23 Marzo 2015, 09:40:13 am »
 8D ...questa, con tutto rispetto caro Aldo, è una C.A.Z.Z.A.T.A CLAMOROSA...  ;-)

... e comunque, l'autore del topic in origine...li ha definiti scandalosi perchè non avrebbe voluto nessuna rivoluzione...  8-) 

Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5504
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re:Pulvi e Cosentino sempilcemente scandalosi...
« Risposta #63 il: 23 Marzo 2015, 10:19:31 am »
Titolo  de "La Sicilia" di oggi: "Retrocessione da evitare per scongiurare il fallimento del Catania".
Crolla dunque il mito della realtà costruita finalmente per durare nel tempo. Siamo tornati al 1988, quando ci giocammo la sopravvivenza dopo il disastro Attagile nello spareggio per evitare la prima retrocessione in C2 della nostra storia (per fortuna mai avvenuta) con la Nocerina.
Considerato che per salvarci dovremmo vincere 6 partite su 10, quando in quasi un intero girone ne abbiamo vinte due, e che abbiamo una squadra di mezzi uomini senza guida societaria e tecnica, senza un motivatore, non ci restano molte speranze. E ora suonano ancora più arroganti le dichiarazioni sferzanti di Pulvirenti nelle varie conferenze stampa.
La cosa che mi fa rabbia è che non era difficile prevedere uno scenario del genere, visto l'anomalo cambio di rotta seguito al conseguimento dell'ottavo posto in A e l'affidamento delle chiavi della società a personaggi equivoci.

Per me un fallimento societario sarebbe peggio di qualunque sconfitta sul campo, avrei preferito anni di piatti campioanti in cadetteria piuttosto che questi picchi di entsiasmo e di delusione. Come disse il patron del Verona scudettato dopo il fallimento della sua attività a chi gli chiedeva se ne fosse valsa la pena: "E' come se il volo che ti riporta a casa da una vacanza fantastica si chiantasse al suolo. Ne sarebbe valsa la pena?"

Insomma, non ci resta che combattere questa nuova battaglia sperando di salvare la categoria e la società e di trovare  uan nuova proprietà, o anche questa, purché torni ad affidarsi ad una struttura che abbia un senso e che comprenda il contatto con la squadra e con il mondo esterno.
Perché la strada che stiamo percorrendo porta ad una agonia che potrà essere più o meno lunga ma sfocia sempre lì.

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2436
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Pulvi e Cosentino sempilcemente scandalosi...
« Risposta #64 il: 23 Marzo 2015, 11:25:52 am »
Che crolli un mito perché lo scrive "La Sicilia" mi sembra una forzatura logica. Prima di arrivare addirittura al "fallimento", la morte economica e civile, ci sono tanti passaggi in cui entrano in gioco molte variabili.  É certo però che in caso di retrocessione il Catania subirebbe un ridimensionamento tale da comprometterne il futuro sportivo per tanti e tanti anni. Altro che "Europa in tre anni".

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5504
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re:Pulvi e Cosentino sempilcemente scandalosi...
« Risposta #65 il: 23 Marzo 2015, 12:54:30 pm »
Hai ragione Vasco. Ma è sognificativo, visto quanto scrivevano prima.

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Pulvi e Cosentino sempilcemente scandalosi...
« Risposta #66 il: 23 Marzo 2015, 06:43:32 pm »
Che crolli un mito perché lo scrive "La Sicilia" mi sembra una forzatura logica. Prima di arrivare addirittura al "fallimento", la morte economica e civile, ci sono tanti passaggi in cui entrano in gioco molte variabili.  É certo però che in caso di retrocessione il Catania subirebbe un ridimensionamento tale da comprometterne il futuro sportivo per tanti e tanti anni. Altro che "Europa in tre anni".

...bè, Vasco...non ci sono stati interventi di penalizzazione per ritardati pagamenti...non c'è alcuna inchiesta penale o sportiva, nè risultano dirigenti rossazzurri arrestati o indagati per reati finanziari...il mercato di gennaio non è sembrato a nessuno un mercato da società alla bancarotta...

..ma oramai la preda è stata ghermita, Vasco...difficilmente si mollerà la presa, almeno fino a quando non scatterà il classico lavevodettoio...per qualcuno si deve per forza fare la fine del Parma o (presto) del Brescia...è un assunto portato avanti da oltre un anno e non si può recedere, pena l'onore personale ...perchè fallire due annate consecutive per scelte tecnogestionali sbagliate, solo i fessi come me possono crederlo...anche perchè non è mai successo a nessuna società calcistica...mentre i più furbi e scafati hanno già capito tutto: ci su già gli ufficiali giudiziari arreri u puttuni di TdG, per questo pessumu ad Entella...

Credici anche tu Vasco...  8D
Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2436
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Pulvi e Cosentino sempilcemente scandalosi...
« Risposta #67 il: 23 Marzo 2015, 10:13:37 pm »

...bè, Vasco...non ci sono stati interventi di penalizzazione per ritardati pagamenti...non c'è alcuna inchiesta penale o sportiva, nè risultano dirigenti rossazzurri arrestati o indagati per reati finanziari...il mercato di gennaio non è sembrato a nessuno un mercato da società alla bancarotta...

..ma oramai la preda è stata ghermita, Vasco...difficilmente si mollerà la presa, almeno fino a quando non scatterà il classico lavevodettoio...per qualcuno si deve per forza fare la fine del Parma o (presto) del Brescia...è un assunto portato avanti da oltre un anno e non si può recedere, pena l'onore personale ...perchè fallire due annate consecutive per scelte tecnogestionali sbagliate, solo i fessi come me possono crederlo...anche perchè non è mai successo a nessuna società calcistica...mentre i più furbi e scafati hanno già capito tutto: ci su già gli ufficiali giudiziari arreri u puttuni di TdG, per questo pessumu ad Entella...

Credici anche tu Vasco...  8D

Gaspare proprio per questi motivi che tu dici, non riesco ancora a farmene una ragione: c'era bisogno (e c'è bisogno) di tutto ciò che è accaduto al Catania in questi due anni?

Eravamo messi non bene, ma benissimo, si cresceva lentamente (e forse all'EL ci saremmo arrivati prima o poi). Si era riusciti a dimostrare che era vero, verissimo, che "il vento non si può fermare", riuscendo nell'annata che tutti temevamo di più, a raggiungere vette insperate in serie A. Si andava avanti, fra scelte azzeccate ed errori.

Ma ora, Gaspare, se riuscissi a capire il motivo, la logica di questi due anni.....me ne farei una ragione. Ma ancora non l'ho capita: dopo un primo anno disastroso anziché tornare sui propri passi e chiudere l'esperimento, si è rincarata la dose.....Vedi, non sono due annate consecutive andate male (che nel calcio sono possibili e tutt'altro che rare), dovute a scelte sfortunate, al rischio, all'imponderabile che è sempre in agguato (la famosa "palla tonda"). No, sono due disastri consecutivi (una retrocessione con salvezza a 34 punti e un campionato di Serie B totalmente fallimentare) conseguenti a scelte VOLUTE e difese pervicacemente, nella convinzione (in totale buona fede e di ciò sono fermamente convinto) che prima o poi avrebbero pagato. Ma il calcio è altra cosa e non bisogna essere per forza del mestiere, dentro al calcio, per capirlo, basta esserci cresciuti accanto.  Perché tutto questo? Non lo capisco Gaspare, non ci arrivo.... E le spiegazioni che possiamo definire "alternative", quelle autoprodotte dai "bene informati",  tutto dicono ma nulla spiegano.
« Ultima modifica: 23 Marzo 2015, 10:20:38 pm da vasco »

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Pulvi e Cosentino sempilcemente scandalosi...
« Risposta #68 il: 24 Marzo 2015, 09:17:27 am »

Gaspare proprio per questi motivi che tu dici, non riesco ancora a farmene una ragione: c'era bisogno (e c'è bisogno) di tutto ciò che è accaduto al Catania in questi due anni?

Eravamo messi non bene, ma benissimo, si cresceva lentamente (e forse all'EL ci saremmo arrivati prima o poi). Si era riusciti a dimostrare che era vero, verissimo, che "il vento non si può fermare", riuscendo nell'annata che tutti temevamo di più, a raggiungere vette insperate in serie A. Si andava avanti, fra scelte azzeccate ed errori.

Ma ora, Gaspare, se riuscissi a capire il motivo, la logica di questi due anni.....me ne farei una ragione. Ma ancora non l'ho capita: dopo un primo anno disastroso anziché tornare sui propri passi e chiudere l'esperimento, si è rincarata la dose.....Vedi, non sono due annate consecutive andate male (che nel calcio sono possibili e tutt'altro che rare), dovute a scelte sfortunate, al rischio, all'imponderabile che è sempre in agguato (la famosa "palla tonda"). No, sono due disastri consecutivi (una retrocessione con salvezza a 34 punti e un campionato di Serie B totalmente fallimentare) conseguenti a scelte VOLUTE e difese pervicacemente, nella convinzione (in totale buona fede e di ciò sono fermamente convinto) che prima o poi avrebbero pagato. Ma il calcio è altra cosa e non bisogna essere per forza del mestiere, dentro al calcio, per capirlo, basta esserci cresciuti accanto.  Perché tutto questo? Non lo capisco Gaspare, non ci arrivo.... E le spiegazioni che possiamo definire "alternative", quelle autoprodotte dai "bene informati",  tutto dicono ma nulla spiegano.

...esattamente Vasco...nessuno riesce a spiegarselo...ed allora qualcuno, ripeto, sceglie la strada più semplice...anche grazie alla cortina di ferro che si è alzata a TdG: stiamo fallendo!

Poi c'è l'altra corrente di "pensiero"  8-) ...la retrocessione programmata, non solo in B...ma pure in C...anche se ancora nessuno mi ha spiegato quali vantaggi se ne ricavano dal depauperare un patrimonio tecnologistico...perdere milioni di introiti dalle tv e dalla Lega...oltre a rovinarsi una carriera ed una reputazione...insomma, come se io ingegnere progetto un palazzo...questo crolla, non perchè ho sbagliato il calcolo del cemento armato...ma per un mio capriccio, per fare dispetto a chi ha comprato gli appartamenti...

Nel calcio chi ha truffato ha vinto e stravinto...qui si continua invece a perdere e straperdere...dove starebbe il guadagno!?...ma probabilmente hanno ragione questi spetti e cronisti d'assalto: il limite è il mio che proprio non c'arrivo...  8-)
Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5504
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re:Pulvi e Cosentino sempilcemente scandalosi...
« Risposta #69 il: 24 Marzo 2015, 09:27:40 am »
L'articolo de "La Sicilia" non parla di complotti o di presente, dice solo la cosa più ovvia del mondo, cioè che retrocedere in Lega Pro, per una socetà con un potenziale da Serie A, può portare a seri problemi finanziari. Forse il mutuo di TdG può persino essere un handicap in più, ma comunque questo vale per qualunque società, pure la Juventus avrebbe problemi in caso di doppia retrocessione, per come è fatto il calcio di oggi.
Qui non si tratta di dire te l'avevo detto, si tratta di capire la gravità del momento, paradossalmente è il giornale più filogovernativo, oltre che l'unico, che lancia l'allarme, dopo aver perso tempo per mesi con articoli su corazzate e tatuaggi nuovi del presidente.

Saremmo i primi a fare il doppio salto indietro (sul campo, il Lecce non lo conto) da quando Sky ha preso totalmente in mano il calcio italiano. E' vero, "può capitare" di sbagliare tutto, anche per due stagioni di fila, soprattutto se chi sbaglia si rifiuta di vedere e ammettere i propri errori. Perché qui non c'è nulla che è capitato per sfortuna, come non è stato per fortuna che abbiamo avuto tanti anni di successi. Anche dietro il singolo punto che ci ha salvato al secondo anno c'era un lavoro certosino di cura dei dettagli indispensabile per stare a galla in un mondo ultracompetitivo. Ricordiamoci che quando c'era un'identità e un'anima siamo riusciti a vincere un pseudo spareggio in formazione ampiamente rimaneggiata. E' evidente che oggi non c'è nessuno al timone della nave, altrimenti almeno le scelte come il silenzio stampa e i ritiri sarebbero gestiti normalmente.

Nessuno che ami il Catania può negare che stiamo correndo grossi rischi. Non c'entra nulla il "telavevo detto".

Per questo domenica contro l'Avellino deve essere la partita della vita e del tifo, poi ognuno è libero di decidere dopo quante stagioni sbagliate sia il caso di preoccuparsi.

Offline oriundo

  • Utente
  • ***
  • Post: 132
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Pulvi e Cosentino sempilcemente scandalosi...
« Risposta #70 il: 24 Marzo 2015, 02:27:36 pm »
Premesso che mi scuso di non essere troppo presente ma . . .  cxxxzzzo, scrivete tutto voi, che devo dire di più se è così bello leggervi? Dunque, dicevo . . .  considerando che nessuno savio di mente da due anni a questa parte non si era reso conto di cosa stava succedendo, prima con la banda degli argentini  e poi con questa sarabanda di mediocrità all'ennesima potenza; premesso che 'cca nisciuno è fesso e che questa manica di incompetenti è riuscito a santificare l'innominabile; è possibile che questa sia una operazione pilotata per svendere tutto , nel senso di bacino di utenza allo stadio e di telespettatori sky o pay x wiew( non siamo certo Chiavari  o Carpi numericamente) a qualche cordata che vuole comprare a prezzi di realizzo?

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5504
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re:Pulvi e Cosentino sempilcemente scandalosi...
« Risposta #71 il: 24 Marzo 2015, 02:40:38 pm »
...
 è possibile che questa sia una operazione pilotata per svendere tutto , nel senso di bacino di utenza allo stadio e di telespettatori sky o pay x wiew( non siamo certo Chiavari  o Carpi numericamente) a qualche cordata che vuole comprare a prezzi di realizzo?

Non vedo quale sarebbe la convenienza. Se vuoi svendere svendi e basta, senza preoccuparti di far scendere il valore della società. Poi TdG varrà sempre quei 30-40 mln.
Chi cavolo la vorrebbe una squadra in C, dovce non hai nè sponsor, nè finanziamenti? Sarebbe un pessimo investimento, a qualunque prezzo.
Semplicemente la mancanza di organizzazione produce questi risultati.

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Pulvi e Cosentino sempilcemente scandalosi...
« Risposta #72 il: 24 Marzo 2015, 03:44:17 pm »
L'articolo de "La Sicilia" non parla di complotti o di presente, dice solo la cosa più ovvia del mondo, cioè che retrocedere in Lega Pro, per una socetà con un potenziale da Serie A, può portare a seri problemi finanziari. Forse il mutuo di TdG può persino essere un handicap in più, ma comunque questo vale per qualunque società, pure la Juventus avrebbe problemi in caso di doppia retrocessione, per come è fatto il calcio di oggi.
Qui non si tratta di dire te l'avevo detto, si tratta di capire la gravità del momento, paradossalmente è il giornale più filogovernativo, oltre che l'unico, che lancia l'allarme, dopo aver perso tempo per mesi con articoli su corazzate e tatuaggi nuovi del presidente.

Saremmo i primi a fare il doppio salto indietro (sul campo, il Lecce non lo conto) da quando Sky ha preso totalmente in mano il calcio italiano. E' vero, "può capitare" di sbagliare tutto, anche per due stagioni di fila, soprattutto se chi sbaglia si rifiuta di vedere e ammettere i propri errori. Perché qui non c'è nulla che è capitato per sfortuna, come non è stato per fortuna che abbiamo avuto tanti anni di successi. Anche dietro il singolo punto che ci ha salvato al secondo anno c'era un lavoro certosino di cura dei dettagli indispensabile per stare a galla in un mondo ultracompetitivo. Ricordiamoci che quando c'era un'identità e un'anima siamo riusciti a vincere un pseudo spareggio in formazione ampiamente rimaneggiata. E' evidente che oggi non c'è nessuno al timone della nave, altrimenti almeno le scelte come il silenzio stampa e i ritiri sarebbero gestiti normalmente.

Nessuno che ami il Catania può negare che stiamo correndo grossi rischi. Non c'entra nulla il "telavevo detto".

Per questo domenica contro l'Avellino deve essere la partita della vita e del tifo, poi ognuno è libero di decidere dopo quante stagioni sbagliate sia il caso di preoccuparsi.

 8-) ...ma nessuno, sano di mente, ha mai negato o, meglio ancora, non è preoccupato che una doppia retrocessione possa portare a dei contraccolpi economici gravi...non giriamo, per cortesia, le carte in tavola Enrico...

...sai benissimo cosa io ritengo insopportabile...che si continua a dare per scontato che i risultati sportivi di questi 2 anni sono frutto di un sicuro crak finanziario...nonostante i fatti dicano (al momento, ok!) il contrario...e chi non ci crede e parla di solo scelte tecnogestionali sbagliate, o è un fesso o un fiancheggiatore di Cosentino...

In un altro post parlavi del popolo di FB che esaltava la presunta corazzata che sembrava il Catania quest'estate...però oggi sorvoli sul fatto che parte di quel popolo continua a scrivere sullo stesso social, post in cui si cerca di associare le vicende del Parma con quelle di TdG o di altre squadre sulla soglia del fallimento...o scenari societari che definire fantasiosi è dir poco...cose, dunque, molto ben diverse dalla normale e fisiologica preoccupazione....post a cui, perdonami, spesso presti volentieri il fianco, probabilmente sarà per questo che sorvoli...perciò risparmiami l'ironia su quanto sarà opportuno iniziare a preoccuparsi...

Detto questo...io domenica sarò come sempre al mio posto a tifare Catania...a gioire se sarà il caso o prendermi ancora un'altra boccata di veleno...ma io ci sarò sempre...

Ciao
Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5504
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re:Pulvi e Cosentino sempilcemente scandalosi...
« Risposta #73 il: 24 Marzo 2015, 04:40:07 pm »
Solo ina nota Gaspare: il popolo fb che parlava di corazzate non è lo stesso di quello che attribuisce la causa del disastro ad una crisi economica. Chi pensa che la crisi sarà conseguenza del disastro è diverso fa chi pensava che la squadra fosse fortissima.che poi il problema per me non è il valore dei giocatori,  ma la gestione globale.
Il Parma ha sempre barato, fin dai tempi di Tanzi.
È cmq un caso che deve servire da monito.

Offline LUIS

  • Utente
  • ****
  • Post: 893
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Pulvi e Cosentino sempilcemente scandalosi...
« Risposta #74 il: 24 Marzo 2015, 07:27:29 pm »
Premesso che mi scuso di non essere troppo presente ma . . .  cxxxzzzo, scrivete tutto voi, che devo dire di più se è così bello leggervi? Dunque, dicevo . . .  considerando che nessuno savio di mente da due anni a questa parte non si era reso conto di cosa stava succedendo, prima con la banda degli argentini  e poi con questa sarabanda di mediocrità all'ennesima potenza; premesso che 'cca nisciuno è fesso e che questa manica di incompetenti è riuscito a santificare l'innominabile; è possibile che questa sia una operazione pilotata per svendere tutto , nel senso di bacino di utenza allo stadio e di telespettatori sky o pay x wiew( non siamo certo Chiavari  o Carpi numericamente) a qualche cordata che vuole comprare a prezzi di realizzo?


no, non è possibile per il semplice motivo che non ha senso deprezzare un patrimonio che si era costruito negli anni passati per poi svenderlo.
queste sono solo leggende metropolitane comuni a tutte le nostre città e non solo.
Si poteva, al limite, fare qualche cattivo pensiero per i soldi messi a disposizione dal progetto b futura per l'accesso ad un mutuo agevolato per la costruzione di un nuovo stadio di proprietà da parte delle società di calcio, ma personalmente non ci ho mai creduto ed infatti gli eventi mi stanno dando ragione (cosa che non volevo assolutamente).

non sto più a contare gli allenatori ed i preparatori atletici che in meno di due anni sono stati cambiati con risultati disastrosi.
la media punti totalizzata da quando c'è cosentino probabilmente è la più bassa da quando io seguo il catania.

personalmente non ho il minimo dubbio: la situazione in cui ci si trova oggi è il logico risultato di tanta incompetenza ed enorme presunzione da parte di chi ha gestito la società negli ultimi due anni, giusto mix per azzerare tutto quello che lo monaco aveva costruito qui a catania negli anni passati.

non ha senso parlare di allenatori, di preparatori atletici, di giocatori, di schemi se le decisioni che arrivano dall'alto non sono prese con competenza.
 
l'unico lato oscuro rimane il motivo per cui la società è stata messa nelle mani di un procuratore argentino insistendo nella scelta nonostante una retrocessione ed i risultati disastrosi conseguiti anche successivamente in serie b, ma questo a noi non è dato sapere e probabilmente non lo sapremo mai.
« Ultima modifica: 24 Marzo 2015, 07:42:23 pm da LUIS »