Autore Topic: Catania Calcio stagione 2013-2014  (Letto 29480 volte)

Offline Caprarupens

  • Utente
  • *****
  • Post: 2016
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania Calcio stagione 2013-2014
« Risposta #45 il: 08 Aprile 2014, 12:17:28 am »
Un giorno, forse, capirò questa diffidenza nei confronti di Marino. Un allenatore che ci ha portato in serie A giocando alla grande e che, non fosse stato per Farina, era in posizione Champions. D'accordo, ha fetuto altrove, ma anche il signor Guidolin, Udinese a parte. A ognuno la sua casa

 =D> non posso che quotarti!

Offline Aldo

  • Utente
  • *****
  • Post: 3912
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania Calcio stagione 2013-2014
« Risposta #46 il: 08 Aprile 2014, 03:13:36 am »
Un giorno, forse, capirò questa diffidenza nei confronti di Marino. Un allenatore che ci ha portato in serie A giocando alla grande e che, non fosse stato per Farina, era in posizione Champions. D'accordo, ha fetuto altrove, ma anche il signor Guidolin, Udinese a parte. A ognuno la sua casa
Gridolini ha fetuto lontano da Udine? Ma dove? Ma quando?
Vicenza: promozione in serie A, Coppa Italia e semifinale di Coppa delle coppe.
Palermo: promozione in serie A ed, almeno, 1o2 qualificazioni UEFA.
Credo che abbia sbagliato solo l'esordio in serie A, a Bergamo, prima di andare aVicenza.
Melior de cinere surgo! ❤️💙❤️💙

Offline LUIS

  • Utente
  • ****
  • Post: 893
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania Calcio stagione 2013-2014
« Risposta #47 il: 08 Aprile 2014, 08:40:38 am »
Continuate a porvi la questione allenatore quando invece il vero problema è chi deve metterci mano per  costruire e soprattutto GESTIRE la squadra del prossimo campionato di serie b.
senza un direttore sportivo competente (e ce ne sono pochi disponibili: corvino, lo monaco, gasparin ) non
si va da nessuna parte.
poi se si vuole prendere angelozzi o peggio continuare così è un altro discorso...................................

Offline katane64

  • Utente
  • ***
  • Post: 388
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania Calcio stagione 2013-2014
« Risposta #48 il: 08 Aprile 2014, 12:14:43 pm »
Un giorno, forse, capirò questa diffidenza nei confronti di Marino. Un allenatore che ci ha portato in serie A giocando alla grande e che, non fosse stato per Farina, era in posizione Champions. D'accordo, ha fetuto altrove, ma anche il signor Guidolin, Udinese a parte. A ognuno la sua casa
Gridolini ha fetuto lontano da Udine? Ma dove? Ma quando?
Vicenza: promozione in serie A, Coppa Italia e semifinale di Coppa delle coppe.
Palermo: promozione in serie A ed, almeno, 1o2 qualificazioni UEFA.
Credo che abbia sbagliato solo l'esordio in serie A, a Bergamo, prima di andare aVicenza.

Aldo, chiediamo ai cugini, a chi lo chiamava “scantulin”.
Al di là di questo, il senso del mio post era un altro.
Mi verrebbe da dire “nemo profeta in patria”, almeno in sicilia.
A noi serve un tecnico da “Catania”, come Guidolin è da “Udinese”.


Continuate a porvi la questione allenatore quando invece il vero problema è chi deve metterci mano per  costruire e soprattutto GESTIRE la squadra del prossimo campionato di serie b.
senza un direttore sportivo competente (e ce ne sono pochi disponibili: corvino, lo monaco, gasparin ) non
si va da nessuna parte.
poi se si vuole prendere angelozzi o peggio continuare così è un altro discorso...................................

Luis, non credi che sia prematuro criticare la società per la gestione della prossima stagione prima ancora di essere retrocessi?
Intanto, hanno capito che Maran non può rientrare nei piani tecnici della prossima stagione, e stanno già preparando l’ingresso di un nuovo tecnico, con il quale poter programmare la risalita.
Per criticare la prossima, aspettiamo almeno che sia finita questa di stagione.

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2460
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania Calcio stagione 2013-2014
« Risposta #49 il: 08 Aprile 2014, 01:42:17 pm »

Intanto, hanno capito che Maran non può rientrare nei piani tecnici della prossima stagione, e stanno già preparando l’ingresso di un nuovo tecnico, con il quale poter programmare la risalita.
Per criticare la prossima, aspettiamo almeno che sia finita questa di stagione.[/font][/i]

Non mi pare che in quello che sta accadendo a Catania vi sia neanche un inizio di "programmazione".
La programmazione richiede che vi siano continue verifiche, in corso d'opera e finali, secondo una linea logica di procedere.
Qui invece vedo solo azioni che contraddicono le precedenti. Es. se la colpa é della preparazione atletica il preparatore si manda via subito, non a fine stagione e dopo averlo difeso. Non si fa ritornare un allenatore cacciato perché non stava ottenendo risultati ed accusato della precaria condizione fisica della squadra, quindi inadatto: cosa é cambiato rispetto a prima? E mandare via Russo facendone un caprio espiatorio? Se un mercato é stato buono, se la squadra é completa lo deve dire il campo i risultati e non le chiacchiere dei tifosi, dei giornalisti o le illazioni ('mbranature) del "responsabile del mercato".

La realtá é invece ben diversa. Il Presidente (almeno questo é quello che si può desumere dalle notizie giornalistche, che parlano di riunioni per programmare la prossima stagione con gli attuali collaboratori; e questo si desume anche dalle notizie ufficiali circa la struttura dello scouting in cui é rafforzato il ruolo degli uomini dell'attuale "responsabile del mercato" nonché vice-presidente) non sta facendo alcuna verifica dei problemi veri che hanno determinato questo disastro e quindi non sta programmando un bel nulla. Sta solo facendo la lista delle cose da fare, senza risolvere il primo equivoco che ci ha portato fin qui: Cosentino.
Questi non può continuare a seguire il mercato autonomamente senza essere guidato da un DS di esperienza, capace e con l'autorevolezza necessaria per gestire, tenendo saldamente tutte le redini in mano, una grande e complessa organizzazione qual é oggi una squadra professionistica di calcio. E non c'é nulla di male ad ammettere (prima di tutto a se stessi) di non essere tagliati per un mestiere.

Non ho mai fatto inutili "dietrologie" nell'analisi dei fatti, ma ormai siamo arrivati al dunque: se dovesse continuare a persistere questo stato di cose, inizierei a pensare male, senza bisogno di aspettare la prossima stagione

Offline LUIS

  • Utente
  • ****
  • Post: 893
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania Calcio stagione 2013-2014
« Risposta #50 il: 08 Aprile 2014, 02:51:08 pm »
Un giorno, forse, capirò questa diffidenza nei confronti di Marino. Un allenatore che ci ha portato in serie A giocando alla grande e che, non fosse stato per Farina, era in posizione Champions. D'accordo, ha fetuto altrove, ma anche il signor Guidolin, Udinese a parte. A ognuno la sua casa
Gridolini ha fetuto lontano da Udine? Ma dove? Ma quando?
Vicenza: promozione in serie A, Coppa Italia e semifinale di Coppa delle coppe.
Palermo: promozione in serie A ed, almeno, 1o2 qualificazioni UEFA.
Credo che abbia sbagliato solo l'esordio in serie A, a Bergamo, prima di andare aVicenza.

Aldo, chiediamo ai cugini, a chi lo chiamava “scantulin”.
Al di là di questo, il senso del mio post era un altro.
Mi verrebbe da dire “nemo profeta in patria”, almeno in sicilia.
A noi serve un tecnico da “Catania”, come Guidolin è da “Udinese”.


Continuate a porvi la questione allenatore quando invece il vero problema è chi deve metterci mano per  costruire e soprattutto GESTIRE la squadra del prossimo campionato di serie b.
senza un direttore sportivo competente (e ce ne sono pochi disponibili: corvino, lo monaco, gasparin ) non
si va da nessuna parte.
poi se si vuole prendere angelozzi o peggio continuare così è un altro discorso...................................

Luis, non credi che sia prematuro criticare la società per la gestione della prossima stagione prima ancora di essere retrocessi?
Intanto, hanno capito che Maran non può rientrare nei piani tecnici della prossima stagione, e stanno già preparando l’ingresso di un nuovo tecnico, con il quale poter programmare la risalita.
Per criticare la prossima, aspettiamo almeno che sia finita questa di stagione
.



carissimo katane, se ancora non te ne sei accorto siamo virtualmente in serie b dopo una stagione completamente disastrosa equiparabile a quella del 1983-84.
la differenza è che all'epoca si doveva costruire una squadra solida e massimino purtroppo non è riuscito nel difficile compito (serie A a 16 squadre), oggi hanno distrutto un progetto già esistente in pochissimi mesi retrocedendo in un campionato a 20 squadre per giunta scadente.
dici che hanno capito che Maran non può rientrare nei piani tecnici ?
e chi è costui che lo ha capito ? :-D
no, sai, vorrei sapere chi è questo scienziato.. :-))
come giustamente ha detto ieri una persona a corner, stanno licenziando giardinieri, team manager, preparatori atletici, allenatori ma l'unico responsabile di questo disastro è lì al suo posto.
Ed a questo punto le cose sono due, secondo me:
prima ipotesi: la persona in questione non è licenziabile perché anche indirettamente contribuisce finanziariamente
seconda ipotesi: si ha la presunzione, da parte della proprietà, che questa annata sia andata male per mera sfortuna, per gli infortuni, per il fato, per le stelle o per i marziani e non si vuole ammettere di aver sbagliato in sede di calciomercato e soprattutto nella gestione dei giocatori in rosa.
Mi auguro soltanto che ci troviamo di fronte alla prima ipotesi........................


« Ultima modifica: 08 Aprile 2014, 03:00:52 pm da LUIS »

Offline katane64

  • Utente
  • ***
  • Post: 388
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania Calcio stagione 2013-2014
« Risposta #51 il: 08 Aprile 2014, 03:11:35 pm »
Luis, nelle società che si rispettino i contratti vanno onorati fino alla scadenza, anche perché sennò devi pagare, e salato, lasciati guidare da chi fa il legale d’impresa.
Sono il primo a pensare che l’oriundo sia un disastro, però, ripeto, aspettiamo ancora prima di trarre conclusioni affrettate.
Anche se dovesse restare, non è detto che debba avere gli stessi incarichi dell’anno precedente.
Qualcosa, mi pare, si stia muovendo.

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2460
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania Calcio stagione 2013-2014
« Risposta #52 il: 08 Aprile 2014, 03:26:02 pm »
Qui non é in gioco il contratto di lavoro di Cosentino (il quale non resterebbe certo disoccupato), ma il futuro del Catania.

E poi i contratti dei manager prevedono (o dovrebbero prevedere) sempre delle clausole di salvaguardia per le parti, dove si definisce la buonuscita in caso di risoluzione anticipata.
Ecco questi sarebbero soldi ben spesi su cui credo che alcun tifoso che contribuisce con il suo "piccolo"abbonamento, avrebbe nulla in contrario. ;-)

Offline LUIS

  • Utente
  • ****
  • Post: 893
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania Calcio stagione 2013-2014
« Risposta #53 il: 08 Aprile 2014, 04:32:09 pm »
ma quale contratto ?????
ed allora maran e de canio non erano legati anche loro ad un contratto ?
sono stati sollevati dall'incarico entrambi insieme ad i loro collaboratori.
non è un problema certo di contratto, le due ipotesi da me esposte sopra sono
invece molto plausibili.
piuttosto, che senso ha cambiare l'allenatore quando ormai siamo in serie b.
io interpreto questa mossa come il voler scaricare le responsabilità di questa
stagione all'allenatore.
« Ultima modifica: 08 Aprile 2014, 04:48:30 pm da LUIS »

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania Calcio stagione 2013-2014
« Risposta #54 il: 08 Aprile 2014, 07:05:30 pm »

Intanto, hanno capito che Maran non può rientrare nei piani tecnici della prossima stagione, e stanno già preparando l’ingresso di un nuovo tecnico, con il quale poter programmare la risalita.
Per criticare la prossima, aspettiamo almeno che sia finita questa di stagione.[/font][/i]

Non mi pare che in quello che sta accadendo a Catania vi sia neanche un inizio di "programmazione".
La programmazione richiede che vi siano continue verifiche, in corso d'opera e finali, secondo una linea logica di procedere.
Qui invece vedo solo azioni che contraddicono le precedenti. Es. se la colpa é della preparazione atletica il preparatore si manda via subito, non a fine stagione e dopo averlo difeso. Non si fa ritornare un allenatore cacciato perché non stava ottenendo risultati ed accusato della precaria condizione fisica della squadra, quindi inadatto: cosa é cambiato rispetto a prima? E mandare via Russo facendone un caprio espiatorio? Se un mercato é stato buono, se la squadra é completa lo deve dire il campo i risultati e non le chiacchiere dei tifosi, dei giornalisti o le illazioni ('mbranature) del "responsabile del mercato".

La realtá é invece ben diversa. Il Presidente (almeno questo é quello che si può desumere dalle notizie giornalistche, che parlano di riunioni per programmare la prossima stagione con gli attuali collaboratori; e questo si desume anche dalle notizie ufficiali circa la struttura dello scouting in cui é rafforzato il ruolo degli uomini dell'attuale "responsabile del mercato" nonché vice-presidente) non sta facendo alcuna verifica dei problemi veri che hanno determinato questo disastro e quindi non sta programmando un bel nulla. Sta solo facendo la lista delle cose da fare, senza risolvere il primo equivoco che ci ha portato fin qui: Cosentino.
Questi non può continuare a seguire il mercato autonomamente senza essere guidato da un DS di esperienza, capace e con l'autorevolezza necessaria per gestire, tenendo saldamente tutte le redini in mano, una grande e complessa organizzazione qual é oggi una squadra professionistica di calcio. E non c'é nulla di male ad ammettere (prima di tutto a se stessi) di non essere tagliati per un mestiere.

Non ho mai fatto inutili "dietrologie" nell'analisi dei fatti, ma ormai siamo arrivati al dunque: se dovesse continuare a persistere questo stato di cose, inizierei a pensare male, senza bisogno di aspettare la prossima stagione
L'unica cosa che appare evidente in questo work in progress e' la permanenza di Cosentino....scommettiamo?
CATANIA USQUE AD FINEM

Offline ivan

  • Utente
  • *****
  • Post: 1365
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania Calcio stagione 2013-2014
« Risposta #55 il: 08 Aprile 2014, 07:08:12 pm »
Citazione
piuttosto, che senso ha cambiare l'allenatore quando ormai siamo in serie b.

E che senso aveva tenerlo ancora?
visto che è chiaro che non aveva alcuna autorevolezza nei confronti di giocatori.

Io spero solo di non vedere più fino alla fine del campionato alcuni personaggi in campo, sui quali credo siamo tutti d'accordo, ed è inutile fare la lista.

Offline LUIS

  • Utente
  • ****
  • Post: 893
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania Calcio stagione 2013-2014
« Risposta #56 il: 08 Aprile 2014, 07:10:41 pm »

Intanto, hanno capito che Maran non può rientrare nei piani tecnici della prossima stagione, e stanno già preparando l’ingresso di un nuovo tecnico, con il quale poter programmare la risalita.
Per criticare la prossima, aspettiamo almeno che sia finita questa di stagione.[/font][/i]

Non mi pare che in quello che sta accadendo a Catania vi sia neanche un inizio di "programmazione".
La programmazione richiede che vi siano continue verifiche, in corso d'opera e finali, secondo una linea logica di procedere.
Qui invece vedo solo azioni che contraddicono le precedenti. Es. se la colpa é della preparazione atletica il preparatore si manda via subito, non a fine stagione e dopo averlo difeso. Non si fa ritornare un allenatore cacciato perché non stava ottenendo risultati ed accusato della precaria condizione fisica della squadra, quindi inadatto: cosa é cambiato rispetto a prima? E mandare via Russo facendone un caprio espiatorio? Se un mercato é stato buono, se la squadra é completa lo deve dire il campo i risultati e non le chiacchiere dei tifosi, dei giornalisti o le illazioni ('mbranature) del "responsabile del mercato".

La realtá é invece ben diversa. Il Presidente (almeno questo é quello che si può desumere dalle notizie giornalistche, che parlano di riunioni per programmare la prossima stagione con gli attuali collaboratori; e questo si desume anche dalle notizie ufficiali circa la struttura dello scouting in cui é rafforzato il ruolo degli uomini dell'attuale "responsabile del mercato" nonché vice-presidente) non sta facendo alcuna verifica dei problemi veri che hanno determinato questo disastro e quindi non sta programmando un bel nulla. Sta solo facendo la lista delle cose da fare, senza risolvere il primo equivoco che ci ha portato fin qui: Cosentino.
Questi non può continuare a seguire il mercato autonomamente senza essere guidato da un DS di esperienza, capace e con l'autorevolezza necessaria per gestire, tenendo saldamente tutte le redini in mano, una grande e complessa organizzazione qual é oggi una squadra professionistica di calcio. E non c'é nulla di male ad ammettere (prima di tutto a se stessi) di non essere tagliati per un mestiere.

Non ho mai fatto inutili "dietrologie" nell'analisi dei fatti, ma ormai siamo arrivati al dunque: se dovesse continuare a persistere questo stato di cose, inizierei a pensare male, senza bisogno di aspettare la prossima stagione
L'unica cosa che appare evidente in questo work in progress e' la permanenza di Cosentino....scommettiamo?


e quindi GP, sei d'accordo con me.
se fossero vere le mie due ipotesi per le quali non lo caccia, tu per quale saresti propenso a credere delle due ????

Offline ivan

  • Utente
  • *****
  • Post: 1365
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania Calcio stagione 2013-2014
« Risposta #57 il: 08 Aprile 2014, 07:11:51 pm »
GP

non possiamo saperlo, lo sapremo sicuramente a fine campionato, io comunque resto del parere, che nonostante tutti gli errori, un allenatore autorevole e con le "palle", ci avrebbe fatto salvare, se sostenuto dalla società.

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania Calcio stagione 2013-2014
« Risposta #58 il: 08 Aprile 2014, 08:52:27 pm »

e quindi GP, sei d'accordo con me.
se fossero vere le mie due ipotesi per le quali non lo caccia, tu per quale saresti propenso a credere delle due ????

Si sono d'accordo....ma non so quali delle due rimane quella piu' attendibile.
Di certo so che rimarrà.  ;-)
 Vedi Luis, nella gestione di una società di calcio le dinamiche interne  che la governano  sono piu' complesse rispetto a tante altre attività della vita di tutti i giorni e perciò, se non le conosci perche' non le vivi, fai solo illazioni che non trovano riscontro nei fatti e non danno risposte. Bla, bla,bla vediamo a chi e' piu' bravo a fari puppetta .... tutti a fare il trenino....brigitte bardot bardot brigitte beijou beijou na fila do cinema todo mundo se afogou....
Molte risposte le puoi trovare nelle dichiarazioni ultime di Pellegrino: a meno che anche lui si sta prestando al gioco perverso che ha invaso la mente di molti tifosi, fagocitati dalla cattiva stampa e da qualcuno che ha giurato vendetta alla società, che già preconizzano il default di Pulvirenti.
La società ha sbagliato, ma e' viva, si appresta a programmare il futuro, che il prossimo anno  non sarà in serie A, ma e' rispondente alla nostra dimensione e forse forse superiore a quello che si meritano alcuni tifosi.....
Non so chi in questo forum ha sostenuto che comunque saremmo finiti in serie B anche con Gomez e Marchese....quando si punta su giocatori senza ciriveddu come Barrientos,giocatore sopravvalutato, praticante di un calcio di 50 anni fa, puoi fare solo la fine che sta facendo il Catania. Uno spogliatoio litigioso dove regna l'anarchia , in assenza di uno spirito comune, non ha granche' da esprimere se non lo spettacolo indeegno di cui sono stati capaci di rappresentare questi " galantuomini".
Piu' presto molti di loro lasciano la città e meglio e' per tutti.
Un banco di prova per la dirigenza...e vediamo se Cosentino ha le pa  lle o se e' un invertebrato..
Ciao  ;-)     
CATANIA USQUE AD FINEM

Offline santopesaro

  • Utente
  • *****
  • Post: 4052
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania Calcio stagione 2013-2014
« Risposta #59 il: 08 Aprile 2014, 09:20:43 pm »
La società ha sbagliato, ma e' viva, si appresta a programmare il futuro, che il prossimo anno  non sarà in serie A, ma e' rispondente alla nostra dimensione e forse forse superiore a quello che si meritano alcuni tifosi.....


Mah....