Autore Topic: Nuovo stadio a Palermo  (Letto 44141 volte)

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8805
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nuovo stadio a Palermo
« Risposta #75 il: 02 Agosto 2011, 01:02:47 am »
http://www.gds.it/gds/sezioni/sport/dettaglio/articolo/gdsid/167565/

Dove da anni ci stanno i rom un tempo c'era uno dei pochi campi in erba della città, il Castelnuovo. Un magistrato di cui non ricordo il nome, decise che era abusivo, come abusivi erano il campo ostacoli alla Favorita, i due campi del Malvagno (Villaggio Ruffini e Olimpia) e credo che nell'elenco fossero inclusi pure lo stadio e l'ippodromo. Risultato: tutto in malora, gli zingari vil razza dannata (altro che cortigiani!) padroni insieme ai topi di fogna e ai cumuli di immondizia e di quei campi resta solo il ricordo. Come del Giannettino, il campo militare in erba su cui l'esercito ha costruito palazzi proprio all'ingresso della Real Riserva.

Il Campo Bianco invece costituisce un pezzo importante della mia adoloscenza. Un campo principale, sabbia calcarenitica bianchissima, un altro campetto più su, tubi innocenti come porte, la linea laterale dal lato che costeggia viale Diana era rappresentata da uno sdirrubbo di tre-quattro metri. Non si precipitava soltanto perchè ci si attaccava a qualche albero. Il custode (ABUSIVO) del campo lo affittava 22.000 lire a partita (da 90 minuti), ti procurava a richiesta anche l'arbitro con 10.000 lire in più, organizzava tornei, faceva il giudice sportivo ed appendeva i comunicati il mercoledì, come la serie A, nella bacheca posta sopra una specie di carrettino che fungeva da ufficio... leggere quei comunicati era uno spasso per noi ginnasiali dell'epoca, perchè ogni tre parole quattro erano scritte sbagliate! Avissi 'nsirtatu una vuota una acca o un accento nei verbi il buon Pino!

Abitavo in viale del Fante, la domenica ci mettevo tre minuti per arrivare allo stadio (e una trentina per entrare, a rischio vita, nei vecchi tunnel verdi che puzzavano di sudore, fumo di tabacco e creolina) e cinque il resto della settimana per arrivare al Campo Bianco per giocare contro o insieme a mezzo Zen 2. Pino aveva un'impresa di pulizia, ricieva iddu, picchì lavava i scali, suo impiegato Baldassarre detto Baiddassanu, terzino stronca carriere per diletto, incapace di ricordarsi pure la data di nascita. Una volta lo vidi in mezzo alla strada sdoppiato, lui e suo fratello, di cui ignoravo l'esistenza. Dissi loro: "Min.chia siete uguali!" E lui: "Ncà! Siamo giamelli!"  :-D :-D :-D Poi c'era Rosario, che aveva un figlioletto di quattro anni che rompeva le palle come tre di dieci. Una volta disturbava mio fratello, l'unico over della squadra con un decente passato in promozione A, mentre compilava la distinta da dare all'arbitro. Baiddassanu gli intimò: "Non inquietare quello ragazzo!" e lui sorridendo: "Min.chia, 'nquietu a tutti!"...  ::)

Squadre dei tornei: Juve Zen poi rinominati Rehau con centravanti tale Ciaramitaro detto "Paista cu Sucu" e tanti fratelli e (forse) cugini Bronzino in organico, Tigrotti AMNU (ora si chiamerebbero AMIA, tutti munnizzari e parenti di munnizzari), Pisani, Olimpia (la squadra e l'azienda di Pino), poi c'era una squadretta di quindicenni che si chiamava Atenea e che stava simpatica a tutti, forse perchè perdevamo sette-otto a zero e ridevamo sempre, forse perchè eravamo l'eccezione in un ambiente particolare: mancava uno la domenica al torneo, chiedevi se fosse infortunato o squalificato e ti rispondevano "No, é 'o Ucciarduni"...

L'Atenea a fine torneo ebbe due soli gol all'attivo: L'illusorio 1-0 contro la squadra vincitrice del torneo alla prima partita fu un clamoroso autogol del suo terzino strappa caviglie, Baiddassanu. Poi fini 7-1 per loro. L'altro gol lo segnò il sottoscritto: passaggio raccolto a centro area, botta d'esterno destro all'incrocio dei pali, applausi sentiti anche da parte degli avversari, Paista cu Sucu in testa. Era il gol del 3-1. Ma finì 5-1 per i nostri amici dello Zen.

Spero che il rugby realizzi il suo sogno di un campo dedicato. Zamparini in questo può e deve essere fondamentale. Ma i miei ricordi del Campo Bianco saranno legati esclusivamente al calcio. E a Baiddassanu.
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline Sergio

  • Utente
  • *****
  • Post: 4906
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nuovo stadio a Palermo
« Risposta #76 il: 02 Agosto 2011, 09:36:27 am »
http://www.gds.it/gds/sezioni/sport/dettaglio/articolo/gdsid/167565/

Dove da anni ci stanno i rom un tempo c'era uno dei pochi campi in erba della città, il Castelnuovo. Un magistrato di cui non ricordo il nome, decise che era abusivo, come abusivi erano il campo ostacoli alla Favorita, i due campi del Malvagno (Villaggio Ruffini e Olimpia) e credo che nell'elenco fossero inclusi pure lo stadio e l'ippodromo. Risultato: tutto in malora, gli zingari vil razza dannata (altro che cortigiani!) padroni insieme ai topi di fogna e ai cumuli di immondizia e di quei campi resta solo il ricordo. Come del Giannettino, il campo militare in erba su cui l'esercito ha costruito palazzi proprio all'ingresso della Real Riserva.

Il Campo Bianco invece costituisce un pezzo importante della mia adoloscenza. Un campo principale, sabbia calcarenitica bianchissima, un altro campetto più su, tubi innocenti come porte, la linea laterale dal lato che costeggia viale Diana era rappresentata da uno sdirrubbo di tre-quattro metri. Non si precipitava soltanto perchè ci si attaccava a qualche albero. Il custode (ABUSIVO) del campo lo affittava 22.000 lire a partita (da 90 minuti), ti procurava a richiesta anche l'arbitro con 10.000 lire in più, organizzava tornei, faceva il giudice sportivo ed appendeva i comunicati il mercoledì, come la serie A, nella bacheca posta sopra una specie di carrettino che fungeva da ufficio... leggere quei comunicati era uno spasso per noi ginnasiali dell'epoca, perchè ogni tre parole quattro erano scritte sbagliate! Avissi 'nsirtatu una vuota una acca o un accento nei verbi il buon Pino!

Abitavo in viale del Fante, la domenica ci mettevo tre minuti per arrivare allo stadio (e una trentina per entrare, a rischio vita, nei vecchi tunnel verdi che puzzavano di sudore, fumo di tabacco e creolina) e cinque il resto della settimana per arrivare al Campo Bianco per giocare contro o insieme a mezzo Zen 2. Pino aveva un'impresa di pulizia, ricieva iddu, picchì lavava i scali, suo impiegato Baldassarre detto Baiddassanu, terzino stronca carriere per diletto, incapace di ricordarsi pure la data di nascita. Una volta lo vidi in mezzo alla strada sdoppiato, lui e suo fratello, di cui ignoravo l'esistenza. Dissi loro: "Min.chia siete uguali!" E lui: "Ncà! Siamo giamelli!"  :-D :-D :-D Poi c'era Rosario, che aveva un figlioletto di quattro anni che rompeva le palle come tre di dieci. Una volta disturbava mio fratello, l'unico over della squadra con un decente passato in promozione A, mentre compilava la distinta da dare all'arbitro. Baiddassanu gli intimò: "Non inquietare quello ragazzo!" e lui sorridendo: "Min.chia, 'nquietu a tutti!"...  ::)

Squadre dei tornei: Juve Zen poi rinominati Rehau con centravanti tale Ciaramitaro detto "Paista cu Sucu" e tanti fratelli e (forse) cugini Bronzino in organico, Tigrotti AMNU (ora si chiamerebbero AMIA, tutti munnizzari e parenti di munnizzari), Pisani, Olimpia (la squadra e l'azienda di Pino), poi c'era una squadretta di quindicenni che si chiamava Atenea e che stava simpatica a tutti, forse perchè perdevamo sette-otto a zero e ridevamo sempre, forse perchè eravamo l'eccezione in un ambiente particolare: mancava uno la domenica al torneo, chiedevi se fosse infortunato o squalificato e ti rispondevano "No, é 'o Ucciarduni"...

L'Atenea a fine torneo ebbe due soli gol all'attivo: L'illusorio 1-0 contro la squadra vincitrice del torneo alla prima partita fu un clamoroso autogol del suo terzino strappa caviglie, Baiddassanu. Poi fini 7-1 per loro. L'altro gol lo segnò il sottoscritto: passaggio raccolto a centro area, botta d'esterno destro all'incrocio dei pali, applausi sentiti anche da parte degli avversari, Paista cu Sucu in testa. Era il gol del 3-1. Ma finì 5-1 per i nostri amici dello Zen.

Spero che il rugby realizzi il suo sogno di un campo dedicato. Zamparini in questo può e deve essere fondamentale. Ma i miei ricordi del Campo Bianco saranno legati esclusivamente al calcio. E a Baiddassanu.

Bello conservare questi ricordi. Io qualche partita al Malvagno me la feci. Mai invece ho giocato al Castelnuovo.
Il Campo Bianco invece, se non ho capito male, è quello che vi si entrava dalla strada, direzione Palermo, subito dopo il così detto "curvone della morte". C'era un montarozzo di un 5 metri, si saliva e lì c'era il campo. Dall'altro lato, confinava con la "curva sud" ::) dell'ippodromo. Se è questo,  io ci giocavo spesso con gli amici. Non ricordo che si affittava e non ricordo di un custode. Si andava lì principalmente per farci scorpacciate di cievusi (eravamo anche bravi ad arrampicarci sugli alberi). Poi, con le mani ancora nere, o si entrava all'ippodromo per vedere le corse, o si organizzava una partitella, tanto il campo era piccolino e bastava per tutti. Comunque, di calcio, questo campo qui, aveva solo le porte. ::)
Questo per le poche volte che bazzicai la Favorita perchè la mia infanzia calcistica la feci a Villa Filippina dove si facevano tornei organizzate dalla parrocchia dell'Olivella (no messa, non giochi! ::) quantu su fagni sti parrini :-D :-D). Partite di pallone si organizzavano per strada. Memorabili tornei a piazza Marmi, di fronte all'ex pronto soccorso (adesso questo spiazzo qui è stato occupato dal proseguimento di quel palazzone di fronte al Tribunale). Partite si organizzavano anche al Noviziato o nello spazio laterale a fianco del Tribunale con tanto di spettatori perchè si organizzavano partite a scommesse e a vederle correva mezzo Capo.
Picciriddi: bastava che ci fosse un pallone e c'era tutto.
8 MARZO 415 d. C. IPAZIA DI ALESSANDRIA, MARTIRE LAICA DEL PENSIERO SCIENTIFICO

Offline Sergio

  • Utente
  • *****
  • Post: 4906
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nuovo stadio a Palermo
« Risposta #77 il: 02 Agosto 2011, 09:39:25 am »
Come del Giannettino, il campo militare in erba su cui l'esercito ha costruito palazzi proprio all'ingresso della Real Riserva.

Esercito? 8-) Campo Militare? 8-) 8-) Quest'area potrebbe interessare a Zamparini, per la costruzione del nuovo centro sportivo. :-D :-D Tanto per non perdere confidenza con le nostre vecchie abitudini. ::)
8 MARZO 415 d. C. IPAZIA DI ALESSANDRIA, MARTIRE LAICA DEL PENSIERO SCIENTIFICO

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8805
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nuovo stadio a Palermo
« Risposta #78 il: 02 Agosto 2011, 12:08:04 pm »
Come del Giannettino, il campo militare in erba su cui l'esercito ha costruito palazzi proprio all'ingresso della Real Riserva.

Esercito? 8-) Campo Militare? 8-) 8-) Quest'area potrebbe interessare a Zamparini, per la costruzione del nuovo centro sportivo. :-D :-D Tanto per non perdere confidenza con le nostre vecchie abitudini. ::)

 :-D :-D :-D
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8805
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nuovo stadio a Palermo
« Risposta #79 il: 02 Agosto 2011, 12:11:54 pm »
Il Campo Bianco invece, se non ho capito male, è quello che vi si entrava dalla strada, direzione Palermo, subito dopo il così detto "curvone della morte". C'era un montarozzo di un 5 metri, si saliva e lì c'era il campo. Dall'altro lato, confinava con la "curva sud" ::) dell'ippodromo. Se è questo,  io ci giocavo spesso con gli amici. Non ricordo che si affittava e non ricordo di un custode. Si andava lì principalmente per farci scorpacciate di cievusi (eravamo anche bravi ad arrampicarci sugli alberi). Poi, con le mani ancora nere, o si entrava all'ippodromo per vedere le corse, o si organizzava una partitella, tanto il campo era piccolino e bastava per tutti. Comunque, di calcio, questo campo qui, aveva solo le porte. ::)

Iddu é! Per il resto posso solo dirti che aproposito di Villa Filippina nella mia mente riecheggiano i racconti di mio fratello (che é del 1956) e della buonanima di mio zio (classe 1953 se non sbaglio) a proposito delle partite che si facevano e che uno dei parrini di San Francesco di Paola era tale Padre Bono.

Magari avete giocato assieme...


Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline Sergio

  • Utente
  • *****
  • Post: 4906
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nuovo stadio a Palermo
« Risposta #80 il: 03 Agosto 2011, 02:48:35 pm »
Magari avete giocato assieme...

E chi lo sa? Comunque padre Buono, un balenottero da due tonnellate e mezzo ::), c'entra poco con Villa Filippina che era "gestita" dalla chiesa dell'Olivella (nell'omonima pizza) ed il parrino era padre Covais.
8 MARZO 415 d. C. IPAZIA DI ALESSANDRIA, MARTIRE LAICA DEL PENSIERO SCIENTIFICO

Offline ENZO

  • Utente
  • *****
  • Post: 2409
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nuovo stadio a Palermo
« Risposta #81 il: 03 Agosto 2011, 07:39:11 pm »
Se è per questo, da ragazzo ho giocato pure nel campo di calcio dentro l'ex manicomio !!

Min.chia ri fuoddi !!!!
 :-D ::) :-D ::) :-D ::) :-D ::)

Ricordo anche il campo dietro l'ippodromo, ma la cosa che ricordo di più le partitelle nell'enorme piazzale asfaltato dietro la curva nord del Barbera e per porta "pietre, lattine, maglioni" e quant'altro per identificare il palo. Mentre per la traversa si andava a "soggetto" !!!
 ::) ::) ::) ::) ::)

Saluti
Enzo
Ciao a Tutti e................. FORZA PALERMOOOOOOO
LA  CAPITALE DEL CALCIO SICILIANO

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8805
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nuovo stadio a Palermo
« Risposta #82 il: 03 Agosto 2011, 07:44:34 pm »
Magari avete giocato assieme...

E chi lo sa? Comunque padre Buono, un balenottero da due tonnellate e mezzo ::), c'entra poco con Villa Filippina che era "gestita" dalla chiesa dell'Olivella (nell'omonima pizza) ed il parrino era padre Covais.

La descrizione del prelato combacia, credevo invece avesse a che fare pure lui con Villa Filippina, ma evidentemente sbagliavo.
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8805
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nuovo stadio a Palermo
« Risposta #83 il: 03 Agosto 2011, 07:46:18 pm »
Se è per questo, da ragazzo ho giocato pure nel campo di calcio dentro l'ex manicomio !!

Min.chia ri fuoddi !!!!
 :-D ::) :-D ::) :-D ::) :-D ::)

Ricordo anche il campo dietro l'ippodromo, ma la cosa che ricordo di più le partitelle nell'enorme piazzale asfaltato dietro la curva nord del Barbera e per porta "pietre, lattine, maglioni" e quant'altro per identificare il palo. Mentre per la traversa si andava a "soggetto" !!!
 ::) ::) ::) ::) ::)

Saluti
Enzo

Il manicomio!!! Giocavano pure là mio zio e mio fratello e la squadra si chiamava Littoria...  ::) ::) ::) La gestiva un medico con evidenti e sane nostalgie per i tempi che furono!  ;-)
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8805
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nuovo stadio a Palermo
« Risposta #84 il: 11 Agosto 2011, 09:01:54 pm »
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline Sergio

  • Utente
  • *****
  • Post: 4906
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nuovo stadio a Palermo
« Risposta #85 il: 11 Agosto 2011, 09:58:53 pm »
Nuovi rendering sul sito del Palermo: http://www.ilpalermocalcio.it/it/media/photogallery.php?id=5882

Sarebbe veramente gran bella cosa se diventasse realtà. Totale copertura degli spalti e le curve rette sono due peculiarità molto sfiziose.
Ho visto in una delle foto sull'esterno che in adiacenza ci sono dei campi di calcio. Non so se siano stati disegnati lì tanto per o se perchè facenti parte del progetto.
Se fanno parte del progetto, avrebbero dovuto anche aggiungere delle case matte e dovevano circondare il tutto con del filo spinato ::)
8 MARZO 415 d. C. IPAZIA DI ALESSANDRIA, MARTIRE LAICA DEL PENSIERO SCIENTIFICO

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8805
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nuovo stadio a Palermo
« Risposta #86 il: 11 Agosto 2011, 10:38:22 pm »
Nuovi rendering sul sito del Palermo: http://www.ilpalermocalcio.it/it/media/photogallery.php?id=5882

Sarebbe veramente gran bella cosa se diventasse realtà. Totale copertura degli spalti e le curve rette sono due peculiarità molto sfiziose.
Ho visto in una delle foto sull'esterno che in adiacenza ci sono dei campi di calcio. Non so se siano stati disegnati lì tanto per o se perchè facenti parte del progetto.
Se fanno parte del progetto, avrebbero dovuto anche aggiungere delle case matte e dovevano circondare il tutto con del filo spinato ::)

Da quel che ne so sono previsti nel progetto tre campi per riscaldamento/allenamento. Per il nome del nuovo stadio mi piacerebbe tanto "Generale Armando Diaz"...  ::) ::) ::)
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline occasionale rosanero

  • Utente
  • *****
  • Post: 3596
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nuovo stadio a Palermo
« Risposta #87 il: 14 Agosto 2011, 01:55:31 pm »
Io lo chiamerei ZEN ........Zamparini Eroe Nazionale  ::) ::)

umastru

  • Visitatore
Re: Nuovo stadio a Palermo
« Risposta #88 il: 14 Agosto 2011, 11:23:16 pm »
Non vorrei essere pessimista, ma scrusciu i carta tantu, ma cubaita nenti, o almeno così dicono in Valtellina. ::) ::) ::)
I mastri, voglio vedere i mastri all'opera, 1000 quintali di tondino e almeno dieci carpentieri fini.
Se no sono solo fantasie. :^(
"U Mastru"

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8805
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nuovo stadio a Palermo
« Risposta #89 il: 14 Agosto 2011, 11:27:09 pm »
Non vorrei essere pessimista, ma scrusciu i carta tantu, ma cubaita nenti, o almeno così dicono in Valtellina. ::) ::) ::)
I mastri, voglio vedere i mastri all'opera, 1000 quintali di tondino e almeno dieci carpentieri fini.
Se no sono solo fantasie. :^(
"U Mastru"

Fantasie ben pagate, visto quanto prende l'architetto al minuto...
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.