Autore Topic: An evening at the improv  (Letto 1656 volte)

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8875
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
An evening at the improv
« il: 03 Aprile 2024, 11:54:15 am »
Che in fucking English language sarebbe più o meno “Dilettanti allo sbaraglio”, se non per traduzione diretta, sicuramente per significato.

Pensavo dietro il cieco immobilismo ed i silenzi ci fosse tutto sommato una strategia. Evidentemente li ho sopravvalutati troppo questi capitalisti sunniti con impiegati inglesi, catalani, italiani e ausitani.

La gestione dell’allenatore, fin dalla gestazione asinina (non solo in termini di tempo) della scelta, è stata qualcosa cui forse solo Giovanni Ferrara ai tempi del Morgia II si è potuto avvicinare. La giornata di ieri rappresenta una delle pagine più ridicole nella storia del calcio cittadino: contatti mezzo mondo, vieni, giustamente, preso a pesci in faccia da mezzo mondo, ripieghi su un traghettatore, ma anche qui hai difficoltà soltanto a non farti ridere in faccia, il tutto mentre allenatore quasi-esonerato e squadra si allenano come se niente fosse a Torretta. Non mi stupirei se alla fine non succedesse nulla, per completare il quadro comico.

Ma anche a Girona e nel resto del pianeta CFG succede di avere dilettanti a gestire comunicazione e scelte strategiche? Qui mancano solo Corrado Mantoni e il Maestro Pregadio, poi potremmo rilanciare alla grande la “Corrida”…
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline turiddu

  • Utente
  • *****
  • Post: 2395
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:An evening at the improv
« Risposta #1 il: 03 Aprile 2024, 12:31:42 pm »
Qui oltre che l'allenatore, servono dirigenti con le palle.
Come ho scritto in altro post, serve qualcuno col pugno duro che faccia sentire la propria presenza.
Templare non mi stupirei nemmeno io se alla fine il traghettatore fosse Corini.
Che poi traghettatore verso cosa? Se non hai gente di spessore, e non solo in campo e in panchina, hai voglia di fare campionati traghettando a dx e a manca.
Ridicoli

Offline ENZO

  • Utente
  • *****
  • Post: 2432
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:An evening at the improv
« Risposta #2 il: 03 Aprile 2024, 12:47:34 pm »
Arrivato a questo punto, lascerei ormai le cose come stanno, anche perchè i nomi fatti non mi entusiasmano per il prossimo anno. Nessun allenatore che voglia una squadra certa per il prossimo campionato accetterà tre mesi di contratto, quindi prendere un nome a caso solo per sostituire Corini adesso non ha senso. Meglio l'allenatore della primavera, ormai tenere Corini ora non avrebbe più senso.

Un grosso saluto a tutti
Ciao a Tutti e................. FORZA PALERMOOOOOOO
LA  CAPITALE DEL CALCIO SICILIANO

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8875
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:An evening at the improv
« Risposta #3 il: 04 Aprile 2024, 12:48:14 am »
Ei fu.

E' arrivato Mignani, che a Bari ha fatto cose eccellenti, ma fosse arrivato pure Guardiola, in uno scambio che prevedeva la comproprieta' di Tony Sperandeo ed i 3/4 dell'archivio hard storico di Tele Sakura, non mi sarei entusiasmato comunque.

All'ultima di campionato o di eventuali play off tirero' un sospiro di sollievo e guardero' con moderato interesse alle prime mosse in vista della prossima stagione. Prendere Corini, tenerlo per due anni malgrado i danni enormi e a dispetto di ogni logica e poi farlo fuori a campionato ormai compromesso, e' stata, mi dispiace ripetermi, una dimostrazione unica di incompetenza mista ad arroganza da parte della societa'. Questi dirigenti dovrebbero portarci in A e tenerci stabilmente nel lato sinistro della classifica? Ho grossi dubbi. Per attenuarli oltre a Corini dovrei vedere cadere almeno un altro paio di teste entro fine Giugno, ma ho seri dubbi che cio' accada.

Chiosa finale proprio su Corini. E' rimasto attaccato alla panchina a dispetto dei santi. Non voglio fare discorsi sul portafogli, perche' ognuno ha la sua testa ed i suoi cazzi. Io non sarei rimasto un minuto in piu' dopo il triplice fischio di Palermo-Brescia dello scorso anno. E nel mio piccolo l'ho gia' fatto, quando, rimanendo sempre nella stessa azienda, mi trasferii da Birmingham ad Inverness, trovando un ambiente lavorativo che semplicemente non mi accetto'. Dopo un mese di liti quotidiane e malgrado il pieno supporto del manager, Italiano anche lui, mi dimisi in due ore senza avere nessuna alternativa di lavoro pronta.

Onestamente non so cosa sia passato per la testa di Corini, so solo che da idolo come giocatore si e' trasformato nell'allenatore piu' indesiderato della storia ultracentenaria del Palermo. Anche lui dovra' fare prima o poi i conti con questi due anni di orrori.

Vedremo se sabato la Samp verra' a passeggiare, come il Cosenza, il Lecco, il Cittadella, la Ternana oppure trovera', finalmente, pane per i suoi denti.

E sempre Forza Palermo.
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline turiddu

  • Utente
  • *****
  • Post: 2395
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:An evening at the improv
« Risposta #4 il: 04 Aprile 2024, 11:04:07 pm »
Di Mignani ricordo le sue dichiarazioni dopo la sconfitta del bari contro il Palermo. In quell'occasione mi sembrò un Signore, una persona perbene.
Il cambio doveva essere fatto molto tempo prima, purtroppo ormai è andata così e adesso c'è davvero poco margine per cambiare le cose. Vedremo.
Una cosa non mi è ancora del tutto chiara: per quanto tempo è stato ingaggiato Mignani? Un anno con opzione sul secondo?  Oppure ha firmato fino a giugno 2025?
Sarebbe interessante saperlo, avremmo un'idea più chiara di quello che ci aspetta e di come ragiona questo CFG.
Faccio un'ultima considerazione su Corini, dicendo che questa esperienza a Palermo secondo me rischia seriamente di condizionare la sua carriera. Avere la possibilità di chiedere ed ottenere quasi tutti i giocatori richiesti e poi fare questa figura, può essere la pietra tombale della sua carriera.
Tornando al presente ed al futuro , sono curioso di vedere la conferenza di presentazione del nuovo allenatore, per capire se puo essere in grado almeno di mettere un po di ordine e disciplina e concludere il campionato con dignità.
Vedremo