Autore Topic: La marcia su Roma del 1983  (Letto 6240 volte)

Offline katane64

  • Utente
  • ***
  • Post: 384
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:La marcia su Roma del 1983
« Risposta #30 il: 19 Luglio 2013, 01:21:52 am »
Io ne avevo 19, e per me, cresciuto e vissuto nella capitale dalla tenera età di 3 anni, ma nato in prossimità della Villa Bellini, fu un’emozione indescrivibile, ancora più amplificata dall’orgoglio di raccontare ai compagni di scuola, per lo più romanisti e laziali, che l’anno successivo avrebbero dovuto fare i conti con il “mio” Catania.

Quella domenica decisiva, contro la Cremonese, mi trovavo, insieme ad un cugino, in mezzo ai “falangisti”, nella curva Nord dell’Olimpico.

Incredibile all’ingresso la visione dell’Olimpico, completamente rossazzurro, avevo il cuore in gola.

Ricordo che nell’intervallo tra i due tempi un paio di romanisti infiltrati, allora gemellati con noi, avrebbero voluto avviare una spedizione “punitiva” nei confronti dei laziali, gemellati con i cremonesi nella curva Sud. Ovviamente, nessuno di noi gli diede retta, sia, innanzitutto, per civiltà che per l’impossibilità di farci distogliere da quanto stava accadendo: il Catania stava tornando in serie A!

Vi seguo da un bel pò, questo post però meritava un intervento, seppur tardivo
carusi, un saluto da un romano catanese e catanista

Offline bonfanti58

  • Utente
  • ****
  • Post: 813
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:La marcia su Roma del 1983
« Risposta #31 il: 19 Luglio 2013, 10:17:57 am »
Io ne avevo 19, e per me, cresciuto e vissuto nella capitale dalla tenera età di 3 anni, ma nato in prossimità della Villa Bellini, fu un’emozione indescrivibile...

Mi pare che miglior esordio non potevi fare..
Un caloroso "benvenuto" da parte mia, caro katane64. ;-)
Il rosso come il fuoco dell'Etna L'azzurro come il cielo e il mare

Offline garreccio

  • Utente
  • *****
  • Post: 1830
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:La marcia su Roma del 1983
« Risposta #32 il: 19 Luglio 2013, 02:06:36 pm »
Vi seguo da un bel pò, questo post però meritava un intervento, seppur tardivo
carusi, un saluto da un romano catanese e catanista
Un saluto anche da parte mia, classe '73 e nella capitale dal 2001... ;-) ;-)

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:La marcia su Roma del 1983
« Risposta #33 il: 19 Luglio 2013, 03:09:22 pm »
Benvenuto tra gli "eletti" Katane 64  =D>  ;-)
CATANIA USQUE AD FINEM

Offline Nelson

  • Utente
  • *****
  • Post: 1579
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:La marcia su Roma del 1983
« Risposta #34 il: 19 Luglio 2013, 08:51:14 pm »
Benvenuto anche da parte mia, Katane.
Sto a Roma da 13 anni ;-)
He was like a cock who thought the sun had risen to hear him crow  (G. Eliot)

Offline aner

  • Newbie
  • Post: 15
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:La marcia su Roma del 1983
« Risposta #35 il: 20 Luglio 2013, 03:38:35 pm »
Ciao a tutti, sono iscritto da tempo a questo bellissimo forum ma scrivo pochissimo, un po' per pigrizia, un po' per gli impegni di lavoro, ma soprattutto perché forse non sono così preparato come la maggior parte di voi sul nostro Catania.
Questo topic però mi suscita teneri ricordi che voglio condividere con voi.
Avevo quasi venti anni ed ero un giovane studente di ingegneria nella nostra città. Nella nostra famiglia nessuno seguiva le trasferte del Catania ed anche quando il Catania giocava in casa solo di tanto in tanto andavamo allo stadio, ma quella volta non fu difficile per me e mio fratello convincere nostro padre a fare una "passeggiata" a Roma. Partiti all'alba ci rendemmo conto che stavamo partecipando ad un evento unico: sul traghetto solo auto con catanesi diretti all'Olimpico, la Salerno - Reggio Calabria sembrava la Circonvallazione per la percentuale di auto targate CT, lo stadio Olimpico colorato di rosso e di azzurro. Per noi, non abituati a tanto entusiasmo, era tutto troppo bello. E poi la partita, la nostra squadra che aveva talento (Mastalli il mio preferito), forza (Cantarutti soprattutto), intelligenza ed astuzia (bravo Di Marzio), il pubblico che non smetteva di incitare (Mondonico allenatore della Cremonese disse che non avrebbero mai potuto vincere contro un'intera città), il triplice fischio, l'abbraccio con sconosciuti vicini catanesi felici come noi, la gioia del mio povero papà oggi scomparso. Ed ancora il ritorno a Catania quella stessa notte con gli occhi "a pampinedda". Semplicemente indimenticabile. Non è stata solo la vittoria di una squadra di calcio, ma di una intera comunità, di una intera città che rialzava la testa e che diceva al resto d'Italia: "Ci siamo anche noi". Così, forse ingenuamente, mi sentivo anch'io.
Allora non sapevo che Roma sarebbe diventata la mia seconda città: ci vivo da 16 anni, è una città che amo, nella quale mi trovo bene e nella quale spero i miei figli possano avere le loro opportunità, ma Catania ed il Catania "non mi l'ana tuccari"!

PS La scorsa settimana ho portato il mio piccolo quasi quattordicenne (nato a Roma) al Pronto Soccorso per una radiografia (si rumpiu u itu ro peri u cunnuteddu): quando il tecnico di radiologia gli ha chiesto per quale squadra tifasse lui ha risposto all'istante Catania (che soddisfazione per un padre catanese! :-D): il tecnico gli ha chiesto l'autografo! =D>

Buona domenica.

Aner

Offline Aldo

  • Utente
  • *****
  • Post: 3910
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:La marcia su Roma del 1983
« Risposta #36 il: 25 Luglio 2013, 04:12:56 pm »
Caro Aner, mio figlio, anche io ho provato questa soddisfazione con i miei figli, nati e cresciuti qui nel reggiano.
Ciao
Melior de cinere surgo! ❤️💙❤️💙

Offline Nelson

  • Utente
  • *****
  • Post: 1579
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:La marcia su Roma del 1983
« Risposta #37 il: 29 Luglio 2013, 08:31:03 pm »
PS La scorsa settimana ho portato il mio piccolo quasi quattordicenne (nato a Roma) al Pronto Soccorso per una radiografia (si rumpiu u itu ro peri u cunnuteddu): quando il tecnico di radiologia gli ha chiesto per quale squadra tifasse lui ha risposto all'istante Catania (che soddisfazione per un padre catanese! :-D): il tecnico gli ha chiesto l'autografo! =D>

 =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D>
He was like a cock who thought the sun had risen to hear him crow  (G. Eliot)