Autore Topic: Serie B (come Bicienzu) 2022/23 - VI giornata Frosinone - Palermo  (Letto 155 volte)

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8699
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Visto solo le immagini delle azioni principali, troppo poco per esprimere un parere sul gioco e sull'intera prestazione. Mi sembra, tuttavia, che ci siamo mangiati un discreto numero di gol, se un paio di palloni capitati a Di Mariano fossero invece passati per i piedi di Brunori, probabilmente staremmo a parlare d'altro.

Aspettiamo queste due settimane di lavoro, con mini ritiro a Manchester (peccato che non stia piu' a Birmingham, che e' a un'ora e mezza di strada, altrimenti una puntatina la facevo), per vedere progressi.

Che arriveranno. Speriamo.
...meritare la mia amicizia non e' semplice. Ancora meno semplice e' meritare la mia inimicizia, perche' per essere mio nemico devi avere dei valori che non posso condividere, ma che rispettero'. Ai piu' riservo invece cio' che meritano: indifferenza...

Offline turiddu

  • Utente
  • *****
  • Post: 2262
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Serie B (come Bicienzu) 2022/23 - VI giornata Frosinone - Palermo
« Risposta #1 il: 19 Settembre 2022, 09:21:13 am »
Partita giocata discretamente che avremmo meritato senz'altro di pareggiare.
Il Frosinone non ha fatto nulla, ma come spesso capita nel calcio è sufficiente un tiro sporco, in questo caso un autogol, per vincere la partita.
Il Palermo deve ancora rivedere qualcosa a centrocampo. Vedremo cosa succederà nel mese prossimo.

Offline Sergio

  • Utente
  • *****
  • Post: 4863
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Serie B (come Bicienzu) 2022/23 - VI giornata Frosinone - Palermo
« Risposta #2 il: 19 Settembre 2022, 04:16:37 pm »
Si era chiesto ai tifosi di avere pazienza almeno fino alla gara contro la conclamata città più antisportiva d'Italia, per poi sfruttare la sosta e registrare meglio la squadra. Sebbene non sia affatto soddisfatto di quello che ho visto mi sono adeguato ed ho portato pazienza. Adesso c'è la sosta, quella tanto attesa in primis da Corini, dopo di che mi aspetto dei netti miglioramenti innanzitutto sul piano del gioco. Il risultato lo guarderò poi al 90esimo. Credo però che sia poco sensato schierare subito titolari giocatori ancora fuori forma e fuori contesto a discapito di giocatori che già giravano a mille, e mi riferisco soprattutto a Floriano e Valente ma anche a Broh e Damiani. Broh lo vidi già un po' svagato contro l'Ascoli quando probabilmente capì che in seguito non sarebbe stato più lui il titolare.
In 4 gare abbiamo preso 3 sconfitte e una vittoria col Genoa che abbiamo portato a casa più per episodi (fortunati a noi, sfortunati a loro) che per bravura e superiorità tecnico-tattica. Non ci resta che sperare che Corini abbia ragione, sebbene io abbia qualche perplessità che i vecchi giocatori su citati valgano solo 20 minuti di partita e in situazioni di gara già mezza compromessa.
Io non sono allenatore, non ho fatto il corso a Coverciano e sicuramente ne capisco poco e nella mia umile posizione di chi sa di non sapere avrei fatto il contrario: ai nuovi gli ultimi 20 minuti di partita (e magari anche 30, ricordando che Baldini predicava spesso che chi gioca per ultimo è più importante di chi gioca prima) chiedendo loro di dimostrarlo sul campo, e non sulla carta, di essere già in forma e tecnicamente superiori ai vecchi giocatori.
Anno di transizione o di consolidamento: sicuramente era la cosa più giusta da dire ai tifosi onde evitare aspettative che poi, non avverandosi, potevano avere risvolti negativi su tutto il contesto. Per adesso la squadra va maluccio e la società, avendo messo le mani avanti, si salva, ne esce pulita. Ma secondo me, in camera caritatis, al chiuso degli spogliatoi e lontani da orecchie indiscrete, con questa campagna acquisti si sta tentando il colpaccio già quest'anno, anche attraverso i playoff come accaduto l'anno scorso. Per fare un campionato di consolidamento bastavano pochi innesti sulla rosa dello scorso anno, senza stravolgere i 10/11esimi della squadra titolare e tre quarti di panchina. Ma se non si ci riuscirà, l'avevano detto: campionato di consolidamento era e tale è (sarà) stato.
8 MARZO 415 d. C. IPAZIA DI ALESSANDRIA, MARTIRE LAICA DEL PENSIERO SCIENTIFICO