Autore Topic: Calcio Catania: nuova asta  (Letto 1005 volte)

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5411
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Calcio Catania: nuova asta
« il: 17 Febbraio 2022, 01:10:40 pm »
Ultimo tentativo di salvare il ramo sportivo dell'azienda Catania:

https://www.lasiciliaweb.it/2022/02/catania-seconda-proroga/


Che dire?
Si parte da 500 keuro di base, più i debiti di 3 mln più il necessario per puntare a risollevarsi. Insomma, poco cambia.

Saranno smentiti gli scenari apocalittici prospettati una settimana fa?
Finora solo interviste fumose (Morosoli), chiacchiere, avvistamenti inqueietanti (Mancini con Ferraù), ma nessuno ha mosso un dito.

La speranza è che l'affare possa essere conveniente per qualcuno di serio.

Offline Aldo

  • Utente
  • *****
  • Post: 3796
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Calcio Catania: nuova asta
« Risposta #1 il: 17 Febbraio 2022, 06:05:10 pm »
Cosa possa succedere non ne ho idea, però qualcosa mi induce ad ipotizzare che una prospettiva possa esserci.

Infatti la proroga di soli sette giorni dell'esercizio provvisorio, a mio modo di vedere, da un lato certifica che soldi per andare avanti i curatori non ne abbiano più, dall'altro lascia intuire la prospettiva di una possibile offerta,perchè, se così non fosse, sarebbe difficile ipotizzare una proroga fine a se stessa.

Staremo a vedere, come più o meno succede da sei mesi a questa parte.
Melior de cinere surgo! ❤️💙❤️💙

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5411
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re:Calcio Catania: nuova asta
« Risposta #2 il: 04 Marzo 2022, 11:48:51 am »
Oggi è il giorno della (parziale) verità, nel senso che se ci sarà qualche offerta, si potrà sperare di finire il campionato, ma anche in caso di aggiudicazione del ramo sportivo del Catania, non è detto che i successivi passaggi vadano a buon fine, perché il nuovo proprietario dovrà sborsare,  oltre la cifra per aggiudicarsi l'asta, anche un paio di milioni per finire il campionato e presentare le fidejussioni per ottenre l'affiliazione.

Offline Marco Tullio

  • Utente
  • *****
  • Post: 3036
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
  • La continuità nella discontinuità
Re:Calcio Catania: nuova asta
« Risposta #3 il: 04 Marzo 2022, 02:55:08 pm »
A quanto pare, l'unico a farsi avanti è stato Mancini, il quale però ha versato solo 10.000 euro anziché i 500.000 previsti. La nuova società si chiamerebbe F. C. Catania 1946, quanto basta per confermare che, in ogni caso, il vero Catania è ormai defunto e questa ripetizione dell'asta è solo una farsa. Il logo della società neonata è di una bruttezza singolare. Condoglianze a tutti.
Nuovo Catania, nuovo nome

Offline Aldo

  • Utente
  • *****
  • Post: 3796
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Calcio Catania: nuova asta
« Risposta #4 il: 04 Marzo 2022, 04:22:29 pm »
Oggi è il giorno della (parziale) verità, nel senso che se ci sarà qualche offerta, si potrà sperare di finire il campionato, ma anche in caso di aggiudicazione del ramo sportivo del Catania, non è detto che i successivi passaggi vadano a buon fine, perché il nuovo proprietario dovrà sborsare,  oltre la cifra per aggiudicarsi l'asta, anche un paio di milioni per finire il campionato e presentare le fidejussioni per ottenre l'affiliazione.
Non mi preoccuperei del dopo caro Bua, se qualcuno si dovesse presentare ed aggiudicarsi il Catania, sarà a perfetta conoscenza dei costi successivi. Il problema sarebbe se non si presentasse nessuno o non ci fosse alcun offerta valida.
Melior de cinere surgo! ❤️💙❤️💙

Offline Giovanni (Roma)

  • Utente
  • *****
  • Post: 1902
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Calcio Catania: nuova asta
« Risposta #5 il: 04 Marzo 2022, 05:36:29 pm »
Bene non aggiudicato.

Offline Marco Tullio

  • Utente
  • *****
  • Post: 3036
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
  • La continuità nella discontinuità
Re:Calcio Catania: nuova asta
« Risposta #6 il: 04 Marzo 2022, 05:47:08 pm »
È finita anche questa.
Nuovo Catania, nuovo nome

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5411
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re:Calcio Catania: nuova asta
« Risposta #7 il: 04 Marzo 2022, 06:14:00 pm »
Mancini ha allungato il suo curriculum con un altro numero dal finale scontato.
Potrebbe ripetersi anche in caso di ripartenza dalla D o dall'Eccellenza.
Che dire, il tirare a campare con la Sigi a posticipato la nostra fine ad un momento non propizio.
Ora non saprei cosa sarebbe meglio.
Di sicuro non ripartire con più di una società.
Intanto continua lo spettacolo deprimente del giornalismo social: tutti sibillini fino al momento della notizia, tutti che non escludono nulla, per poi dire"ce lo aspettavamo"....
E magari lanciare frecciate ai colleghi.
Ma dai, ribadisco che bisogna ripartire con ben altra mentalità.

Offline Marco Tullio

  • Utente
  • *****
  • Post: 3036
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
  • La continuità nella discontinuità
Re:Calcio Catania: nuova asta
« Risposta #8 il: 04 Marzo 2022, 09:52:44 pm »
Non cambia nulla, il Catania è morto a dicembre. Certo, se si fosse salvata la categoria, ci saremmo accorti solo in Sicilia del fallimento. Ma F.C. Catania non si può sentire.
« Ultima modifica: 04 Marzo 2022, 11:42:00 pm da Marco Tullio »
Nuovo Catania, nuovo nome

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2407
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Calcio Catania: nuova asta
« Risposta #9 il: 04 Marzo 2022, 10:35:54 pm »
Però io mi chiedo - dopo questa nuova fulgida dimostrazione di orgoglio catanese da parte di politica ed imprenditoria locale - quale ben altra mentalità possiamo aspettarci?

Se questo è il brodo in cui la politica e l'imprenditoria locale cuoce Catania, anche il futuro (da qualunque categoria il Catania ripartirà) sarà sempre da "asta deserta",  con un affarista (o altro tipo di approfittatore in cerca di plausi) sempre dietro l'angolo pronto a spolpare la carne e buttare via l'osso (tanto per restare in tema gastronomico).
Concordo con il prof, il Catania è morto ufficialmente a dicembre.  Di fatto è morto il 23 giugno 2015.
P.S. La stampa locale, in ossequio ad un'antica tradizione, ha assunto l'atteggiamento del "non disturbare" i manovratori
« Ultima modifica: 04 Marzo 2022, 10:41:01 pm da vasco »

Offline Aldo

  • Utente
  • *****
  • Post: 3796
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Calcio Catania: nuova asta
« Risposta #10 il: 05 Marzo 2022, 01:46:54 am »
Oggi è il giorno della (parziale) verità, nel senso che se ci sarà qualche offerta, si potrà sperare di finire il campionato, ma anche in caso di aggiudicazione del ramo sportivo del Catania, non è detto che i successivi passaggi vadano a buon fine, perché il nuovo proprietario dovrà sborsare,  oltre la cifra per aggiudicarsi l'asta, anche un paio di milioni per finire il campionato e presentare le fidejussioni per ottenre l'affiliazione.
Non mi preoccuperei del dopo caro Bua, se qualcuno si dovesse presentare ed aggiudicarsi il Catania, sarà a perfetta conoscenza dei costi successivi. Il problema sarebbe se non si presentasse nessuno o non ci fosse alcun offerta valida.


C.V.D.  :^( :^(
Melior de cinere surgo! ❤️💙❤️💙

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5411
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re:Calcio Catania: nuova asta
« Risposta #11 il: 05 Marzo 2022, 10:40:59 am »
Però io mi chiedo - dopo questa nuova fulgida dimostrazione di orgoglio catanese da parte di politica ed imprenditoria locale - quale ben altra mentalità possiamo aspettarci?

Se questo è il brodo in cui la politica e l'imprenditoria locale cuoce Catania, anche il futuro (da qualunque categoria il Catania ripartirà) sarà sempre da "asta deserta",  con un affarista (o altro tipo di approfittatore in cerca di plausi) sempre dietro l'angolo pronto a spolpare la carne e buttare via l'osso (tanto per restare in tema gastronomico).
Concordo con il prof, il Catania è morto ufficialmente a dicembre.  Di fatto è morto il 23 giugno 2015.
P.S. La stampa locale, in ossequio ad un'antica tradizione, ha assunto l'atteggiamento del "non disturbare" i manovratori

Non si può pretendere che un imprenditore metta a rischio la propria attività principale per salvare il Catania. Purtroppo si tratta di un investimento a perdere, finché non si arriva in A. Persino Berlusconi ha detto che ormai il calcio è roba da Fondi, non da famiglie.
La politica? Da decenni ci affidiamo a personaggi di bassissimo profilo, nonostante bancarotte e zone d'ombra, ma anche qui non c'è da prendersela che con noi stessi perché i rappresentanti non possono essere peggiori di coloro che rappresentano. Ne sono la perfetta espressione.
Il giornalismo certamente deve migliorare, c'è qualche segnale positivo, ma ancora troppo provincialismo e continue frecciate puerili che dimostrano solo che, anche qui, mancano certamente i fuoriclasse.

Un  Prestinenza oggi sembra un gigante rispetto a gente che ha grandi difficoltà con l'italiano scritto e parlato e nemmeno se ne può rendere conto.

Offline U mastru

  • Utente
  • *****
  • Post: 1778
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Calcio Catania: nuova asta
« Risposta #12 il: 05 Marzo 2022, 01:42:50 pm »

Non si può pretendere che un imprenditore metta a rischio la propria attività principale per salvare il Catania. Purtroppo si tratta di un investimento a perdere, finché non si arriva in A. Persino Berlusconi ha detto che ormai il calcio è roba da Fondi, non da famiglie.
Ah, se l'ha detto il nano canuto.. Peccato che sia il proprietario del Monza e credo che sotto sotto ci sia ancora il suo zampino nel Milan.
Non e vero che si mette a rischio la propria attività e i proprietari di udinese, Atalanta stanno li a dimostrarlo. Come i vari Lotito, De Laurentis e Cairo.
 devi avere capacità imprenditoriale...
"U mastru"

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2407
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Calcio Catania: nuova asta
« Risposta #13 il: 05 Marzo 2022, 11:31:41 pm »

Non si può pretendere che un imprenditore metta a rischio la propria attività principale per salvare il Catania. Purtroppo si tratta di un investimento a perdere, finché non si arriva in A. Persino Berlusconi ha detto che ormai il calcio è roba da Fondi, non da famiglie.

Ah, se l'ha detto il nano canuto.. Peccato che sia il proprietario del Monza e credo che sotto sotto ci sia ancora il suo zampino nel Milan.
Non e vero che si mette a rischio la propria attività e i proprietari di udinese, Atalanta stanno li a dimostrarlo. Come i vari Lotito, De Laurentis e Cairo.
 devi avere capacità imprenditoriale...
"U mastru"
U mastru secondo me ha colto nel segno.
Se fosse sempre un investimento a perdere fino alla serie A, non ci sarebbero le serie minori  perché nessuno vorrebbe mettere a rischio il proprio capitale.
I Fondi poi devono (dovebbero) gestire il capitale loro affidato da investitori che si aspettano un ritorno certo, pena la smobilitazione del capitale investito e la chiusura del fondo (con tanti saluti alle provvigioni dei gestori).

Nel calcio si investe per una serie di motivi che possono essere i più svariati. Per passione, nel migliore dei casi. Per far soldi con il giochetto della compravendita dei calciatori.  Per narcisismo, per avere un posto in primo piano nei media. Per essere all'interno di un mondo (quello del calcio) nel quale ogni giorno, in ogni parte del mondo si scommettono somme enormi. Per altri leciti motivi.

Vorrei attenermi al migliore dei casi ed osservare che il Calcio a Catania evidentemente non attrae alcun imprenditore appassionato e soprattutto con capacità manageriali in ambito sportivo.


Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5411
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re:Calcio Catania: nuova asta
« Risposta #14 il: 06 Marzo 2022, 10:32:46 am »
Secondo me chi fa utili in serie minori lo fa in modo illecito.
Il Monza è in B, è vero, ma di Berlusconi a Catania non ne abbiamo.
Forse sopravvalutiamo la nostra economia, che fra l'altro è in gran parte sommersa.
Forse Virlinzi sarebbe il prototipo su cui sperare? Non so nemmeno se ha risolto le sue pendenze con la giustizia...
In ogni caso si parla di un investimento notevole, con la variabile risultati, non è così banale.
Finora la fotografia dell'imprenditoria locale è la SIGI.
Dall'esterno, con cifre simili, potrebbero accostarsi a Club in categorie superiori.