Autore Topic: Mandato di arresto per Pulvirenti e Cosentino  (Letto 91068 volte)

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2410
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Mandato di arresto per Pulvirenti e Cosentino
« Risposta #450 il: 26 Luglio 2015, 03:50:15 am »
........questo si era presentato in maniera diversa, ci ha illuso nella maniera più atroce. No, io non ci sto a lasciarmi tutto alle spalle.
"U Mastru"

E ci ha illuso per ben 8 anni prima di venire fuori al naturale. Evidentemente quella dei primi 8 anni non era farina del suo  sacco: la scelta di Lo Monaco e di Gasparin fu solo un caso, se ancora oggi non riconosce che l'argentino è un incapace come dirigente di club e che a lui dobbiamo la distruzione del Catania sotto l'aspetto tecnico-sportivo.

Offline santopesaro

  • Utente
  • *****
  • Post: 4052
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Mandato di arresto per Pulvirenti e Cosentino
« Risposta #451 il: 26 Luglio 2015, 12:19:36 pm »
La storia rimane SEMPRE.

La accantoni,perche' si deve guardare avanti.

Sulle macerie si costruisce non si continuano a guardare rimpiangendo cosa ci stava prima.Dalla seconda guerra mondiale ne puoi uscire come la germania e il giappone o come l'Italia .Parliamo di 3 paesi umiliati profondamente.

Tutto quello che e' successo fa parte della nostra storia.Quello che ha fatto l'ex presidente non e' un imbroglio,ha costruito qualcosa di incaccellabile che restera' a chi verra' molto tempo dopo.Purtroppo lascia anche un umiliazione profonda.

Ma si riparte sempre.

Per esempio,per anni molti l'hanno solfeggiata cu sta storia del prestanome,di ligresti,di lo monaco,tutti erano proprietari tranne l'innominato.Persino cosentino cera picchi era il proprietario occulto,quello era solo un pupazzo non comandava nulla

Ora invece addirittura non solo viene accusato di non voler vendere(allora e' il proprietario 8-))ma che addirittura sia il creatore di queste fantomatiche cordate.

Svizzera e sudamericana,create ad arte da lui per far rientrare capitali e far finta che lui abbia venduto.

Ripartire.Se interessa ancora a qualcuno.

Ed io non sono minimamente d'accordo con chi dice mi astengo dal sostenere il Catania finche' lui e' presente  o meglio la D o meglio il fallimento basta ca sinni va.Ignorando bellamente due cose,il fallimento lascia per strada centinaia di persone e.....NOI SIAMO IL CALCIO CATANIA lo puoi buttare bellamente nel cesso.Se lo abbandoni il Catania.

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Mandato di arresto per Pulvirenti e Cosentino
« Risposta #452 il: 26 Luglio 2015, 12:41:51 pm »
Per esempio,per anni molti l'hanno solfeggiata cu sta storia del prestanome,di ligresti,di lo monaco,tutti erano proprietari tranne l'innominato.Persino cosentino cera picchi era il proprietario occulto,quello era solo un pupazzo non comandava nulla

Santo,caro amico, purtroppo, molti fanno finta di non capire o non vogliono accettare che tutto era preordinato, e in questo disegno Cosentino non era una "risorsa" ma una "vittima".. o meglio, lo era solo perchè era una tessera importante del puzzle che si doveva comporre.... tutto quello che ho sempre rifiutavo di pensare, di colpo, si è materializzato... confermando che a Catania, e in genere al Sud, non si esce da "certi giri"......a buon intenditore poche parole...autru ca stamuavvulannu..ni tagghiavu l'ali 
CATANIA USQUE AD FINEM

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Mandato di arresto per Pulvirenti e Cosentino
« Risposta #453 il: 26 Luglio 2015, 12:47:41 pm »
Della vicenda ancora non mi è chiaro un passaggio: l'iscrizione al campionato di serie B gli è costata 3 ml di euro.... come si concilia tutto questo con la volontà di cedere la società?
CATANIA USQUE AD FINEM

Offline U mastru

  • Utente
  • *****
  • Post: 1778
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Mandato di arresto per Pulvirenti e Cosentino
« Risposta #454 il: 26 Luglio 2015, 01:09:38 pm »
Vorrei ricordare a Nelson ed altri che purtroppo il Catania era gia'  stato retrocesso in passato per illecito.

Purtroppo non siamo nuovi a nefandezze simili.
E allora? Qui Santo si parla d'altro. Quello era il passato. Ora si parla di una società che aveva dato di se un'idea d'efficenza e correttezza, di programmazione. Cose mai viste da noi. Mi poteva stare bene fare il pendolo tra A e B, ma con i conti a posto e reali prospettive di crescita. Bene dopo nove anni c'è crollato il mondo addosso, no, io non ci sto a lasciarmi tutto alle spalle e ripartire come niente sia successo. Quelli lo sapevamo che erano scassapagghiari, questo si era presentato in maniera diversa, ci ha illuso nella maniera più atroce. No, io non ci sto a lasciarmi tutto alle spalle.
"U Mastru"
Mi permetto di far notare, che nel '54 non eri nato, quindi come facevi a sapere ca chiddi era un scassapagghiara? Pensiamo al nostro scassapagghiara, perché questo è l'infame, senza sminuire il passato. 😊
Ho detto che si è presentato in modo diverso, poi si è dimostrato neppure degno dell'ultimo gradino della scala Sciascia. 8D
"U Mastru"

Offline U mastru

  • Utente
  • *****
  • Post: 1778
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Mandato di arresto per Pulvirenti e Cosentino
« Risposta #455 il: 26 Luglio 2015, 01:11:41 pm »
Della vicenda ancora non mi è chiaro un passaggio: l'iscrizione al campionato di serie B gli è costata 3 ml di euro.... come si concilia tutto questo con la volontà di cedere la società?
Pippo se falliva perdeva tutto, così la società ha ancora un valore.
"U Mastru"

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2410
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Mandato di arresto per Pulvirenti e Cosentino
« Risposta #456 il: 26 Luglio 2015, 01:29:01 pm »
Non dimentichiamo mai che il proprietario del Catania è Finaria e che questa è dentro una procedura di concordato che non gli consente di compiere atti che possono nuocere all'integrità del patrimonio, il tutto sotto la vigilanza del Tribunale fallimentare. Quindi non poteva far fallire deliberatamente il Catania se c'era la possibilità di iscrizione, ne lo potrà svendere ma dovrà accettare la migliore offerta, quella che garantisce di più il patrimonio societario e in questo evidentemente è avvantaggiato chi sá come gestirlo al meglio e mostra un piano convincente.

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Mandato di arresto per Pulvirenti e Cosentino
« Risposta #457 il: 26 Luglio 2015, 06:50:22 pm »

Mi permetto di far notare, che nel '54 non eri nato, quindi come facevi a sapere ca chiddi era un scassapagghiara? Pensiamo al nostro scassapagghiara, perché questo è l'infame, senza sminuire il passato. 😊

 8-) ...no, perdonami Aldo o na caputu nenti o fai finta perchè la rabbia di questa situazione ti sta annebbiando la ragione...la delusione cocente, il senso di rabbia, di vuoto, di smarrimento, di essere stati traditi...nasce proprio dal fatto ca non è uno scassappagghiaru...o quanto meneno non lo era!

...ammenochè, visto che fai capire che invece tu c'eri, nel 54 c'era un centro sportivo come TdG, eravamo reduci da 8 anni consevutivi di A, con giocatori chiamati in nazionale, quella italiana compresa, modello di efficenza economico-sportivo di cui s'interessavano anche all'estero (vedi il servizio del primo canale francese) ...allora forse...ma sempre forse...avresti ragione...

...no, da lui no... almeno io, non me l'aspettavo una cosa del genere...me la sarei aspettata da un Proto, da un Luciano Gaucci (ma non dispero mi dimostrerai che anche loro erano molto meglio!) ...potevo considerare che ci stavano delle scelte sbagliate e conseguentemente risultati penosi...ma un tentantivo di combinare 5 partite e mettere a rischio decine di posti di lavoro...no...nemmeno nel peggiore dei miei incubi me lo sarei immaginato...e mi pare che ora ci stati facennu nesciri i peri i fora...con sta storia della contrizione e della fustigazione per quello che ha fatto il Capostazione...qua leggo che perfino gli anni prima di Cosentino sono stati tutto un bluff...questo passato invece lo si può sminuire, no!?

...poi, mi raccomando, sentitevela quando vi danno del tafazzisti...
Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2410
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Mandato di arresto per Pulvirenti e Cosentino
« Risposta #458 il: 26 Luglio 2015, 08:01:39 pm »
No Gaspare, gli 8 anni non sono stati un bluff,  sono stati una realtà sportiva di prim'ordine per tutti i motivi che hai ricordato tu.

Ma alla luce di quello che é successo come dobbiamo considerare il ruolo di Pulvirenti in quegli anni? Qual'é la sua vera natura? Negli ultimi due anni tutto é cambiato, quasi fosse un'altra persona.

Si può pensare che in quegli 8 anni il suo ruolo operativo fù marginale e che i successi si ebbero grazie all'abilità e alla competenza di altri?
« Ultima modifica: 26 Luglio 2015, 08:05:42 pm da vasco »

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Mandato di arresto per Pulvirenti e Cosentino
« Risposta #459 il: 26 Luglio 2015, 09:15:47 pm »
No Gaspare, gli 8 anni non sono stati un bluff,  sono stati una realtà sportiva di prim'ordine per tutti i motivi che hai ricordato tu.

Ma alla luce di quello che é successo come dobbiamo considerare il ruolo di Pulvirenti in quegli anni? Qual'é la sua vera natura? Negli ultimi due anni tutto é cambiato, quasi fosse un'altra persona.

Si può pensare che in quegli 8 anni il suo ruolo operativo fù marginale e che i successi si ebbero grazie all'abilità e alla competenza di altri?


Vasco carissimo...per quel che mi riguarda io ho sempre pensato che dietro i successi e gli insuccessi del Catania made Pulvirenti...ci fosse sempre e solo lui (inteso con le sue intuizioni e scelte, Lo Monaco, Gasparin e Cosentino!)...nessun'altro!...le intercettazioni di questa brutta faccenda non ha fatto altro che darmi la conferma!

...il Puparo è lui e solo lui...ancora oggi qualcuno continua a sottovalutarlo...forse per quella faccia da parrinuspugghiatu o forse perchè chi è fatto della sua stessa pasta capisco abbia grosse difficoltà a considerarlo solo un gradasso ignorante (ovviamente non è il caso tuo e nemmeno degli utenti del forum!)...e sento parlare ancora di retrocessione programmata, che oramai fa il paio con la panzana di Cosentino vero proprietario del Catania...

Carusi...basta...finemula di cuntarini i bazzelletti... :-D ...secondo me, fino a quando è stato Antonino Pulvirenti, cioè le sue aziende andavano bene, ha fatto grandi cose, dando lustro ad un intera città, se non addirittura ad un intera regione...quando la crisi ha colpito il suo impero, ha fatto uscire la sua natura di arripuddutu malpassotu, divenendo con l'ultima spittizza il Capostazione....

Cosentino...secondo come la leggo io...è stato anche questa volta l'uomo giusto al posto giusto...l'utile "idiota"....continuare a mantenere un AD come Lo Monaco prima e Gasparin dopo...non se lo poteva più permettere, così come quando siamo retrocessi prendere un Perrinetti o un Angelozzi...questi sono dirigenti calcistici veri...soprattutto sanno leggere i bilanci...
Cosentino no...quello è un procuratore di fama internazionale, per di più argentino...aveva solo il compito di prendere i giocatori e fare una squadra, l'AD "che deve fare solo i conti" (se ricordi usò questa frase...oggi si capisce il perchè...quando esutorò Gasparin!) lo avrebbero fatto Milazzo e Vitaliti (quest'ultimo guarda caso coinvolto nella bancarotta WJ!)...il resto è storia che, ahimè, sappiamo, Vasco....

...anche adesso si continua con le pazane...secondo cui la holding elvetica che vuole rilevare il Catania altro non è che lui stesso che fa rientrare i capitali occultati nelle banche svizzere... tanto che i rappresentati incaz.zati hanno dovuto fare un comunicato stampa per smentire categoricamente ogni legame con il Capostazione...insomma, u viziu ra minc.hiata non nu luamu mai  :-D 8D
Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2410
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Mandato di arresto per Pulvirenti e Cosentino
« Risposta #460 il: 27 Luglio 2015, 02:00:30 am »
Gaspare, il tuo ragionamento mette in fila i fatti ed è logico.
A me rimane tuttavia una perplessità: uno che ha appena subito la batosta della windjet ed ha un'azienda che funziona che produce utili e gloria decide di abbandonare il modello che ha dato grandi risultati, sportivi ed economici per passare a quello in cui l'AD "deve fare solo conti". E se è vero che Lo Monaco lo oscurava, Gasparin invece era stato molto rispettoso del suo ruolo di presidente e non aveva mai mancato di metterne in risalto la figura e i meriti.

Che logica ha tutto questo? C'é una logica un questi due anni? È forse la banale arroganza di imporre a tutti i costi la volontà del padrone, anche se palesemente errata? Se queste domande non trovano risposta, e non credo che la troveranno, ogni genere di film è possibile.



Offline Aldo

  • Utente
  • *****
  • Post: 3859
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Mandato di arresto per Pulvirenti e Cosentino
« Risposta #461 il: 27 Luglio 2015, 03:36:33 am »

Mi permetto di far notare, che nel '54 non eri nato, quindi come facevi a sapere ca chiddi era un scassapagghiara? Pensiamo al nostro scassapagghiara, perché questo è l'infame, senza sminuire il passato. 😊

 8-) ...no, perdonami Aldo o na caputu nenti o fai finta perchè la rabbia di questa situazione ti sta annebbiando la ragione...la delusione cocente, il senso di rabbia, di vuoto, di smarrimento, di essere stati traditi...nasce proprio dal fatto ca non è uno scassappagghiaru...o quanto meneno non lo era!

...ammenochè, visto che fai capire che invece tu c'eri, nel 54 c'era un centro sportivo come TdG, eravamo reduci da 8 anni consevutivi di A, con giocatori chiamati in nazionale, quella italiana compresa, modello di efficenza economico-sportivo di cui s'interessavano anche all'estero (vedi il servizio del primo canale francese) ...allora forse...ma sempre forse...avresti ragione...

...no, da lui no... almeno io, non me l'aspettavo una cosa del genere...me la sarei aspettata da un Proto, da un Luciano Gaucci (ma non dispero mi dimostrerai che anche loro erano molto meglio!) ...potevo considerare che ci stavano delle scelte sbagliate e conseguentemente risultati penosi...ma un tentantivo di combinare 5 partite e mettere a rischio decine di posti di lavoro...no...nemmeno nel peggiore dei miei incubi me lo sarei immaginato...e mi pare che ora ci stati facennu nesciri i peri i fora...con sta storia della contrizione e della fustigazione per quello che ha fatto il Capostazione...qua leggo che perfino gli anni prima di Cosentino sono stati tutto un bluff...questo passato invece lo si può sminuire, no!?

...poi, mi raccomando, sentitevela quando vi danno del tafazzisti...
Caro Gaspare, vediamo di ragionare e non partire per la tangente.

La mia era una risposta a u mastru che ha dato degli scassapagghiaru ai dirigenti del '54 autori del primo illecito in cui fummo coinvolti. Gli ho fatto notare che perla a di fatti e di persone che non conosceva e dava l'impressione di sminuire il valore dei dirigenti di un tempo, come altri hanno fatto, e se non ricordo male anche tu sei stato tra questi, con i dirigenti degli anni '60, come se allora fosse tutto facile,, mentre adesso è tutto più difficile. Questo non mi sta bene, quello degli anni '50 e '60 era un altro calcio, ma la difficoltá di competere nella massima serie era la stessa di adesso e con niente soldi a disposizione, mentre, se mai, è adesso che è tutto più facile perché con una gestione oculata in A ci si mantiene, senza rimetterci un euro, anzi guadagnandoci.

Quando alla definizione di scassapagghiaru all'infame, a mio modo di vedere, gli calza a pennello, perché ovunque ha messo le mani è stato un fallimento, tra l'altro con ignominia. Il nostro è, o si crede, spettu, non intelligente e sono dell'idea che fino a quando si sia tenuto ai margini del Catania tutto è andato bene, mentre quando è stato costretto, per motivi che ancora non conosciamo, ad esautorare persone competenti, è stato l'inizio della nostra fine dal punto di vista sportivo ed economico. A mio modo di vedere sei tu che lo sopravvaluti, non io che lo sottovaluto. Il tempo dirà chi dei due ha ragione.

Quanto al fatto che io sia tafazzista o meno, ccà semu, viremu comu finisci e poi na riscuremu.

Ciao.
« Ultima modifica: 27 Luglio 2015, 03:39:29 am da Aldo »
Melior de cinere surgo! ❤️💙❤️💙

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5433
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re:Mandato di arresto per Pulvirenti e Cosentino
« Risposta #462 il: 27 Luglio 2015, 09:34:01 am »
Vorrei precisare che la storia del "caso Scarramella" del 1955 è paerecchio diversa, comunque si può facilemnte andare a leggere i giornali dell'epoca o le ricostruzioni storiche più o meno accurate sulle varie pubblicazioni rossazzurre. Curiosamente l'allora direttore de "La Sicilia" Candido Cannavò difese a penna tratt il Catania Allora come oggi, le conseguenze furono gravissime, e nel giro di qualche anno la società rischio di scomparire nelle mani di Michisanti, e poi fu Marcoccio a fare un vero e proprio miracolo non solo salvandola, ma riuscendo a costruire uan squadra da promozione nel 1959-'60.

Riguardo alle illazioni sul presidente, mi auguro che quelli che erano sono convinti si tratti di un prestanome non siano gli stessi che adombrano adesso il sospetto che sia talmente il proprietario da organizzare il finto passaggio di consegne alla holding svizzera e che ha finito i soldi. No, perché se uno ha finito i soldi ed ha un tesoretto all'estero magari da sfruttare per un esilio dorato in caso di accanimento della giustizia, di sicuro non lo fa rientrare adesso che ha la magistratura alle calcagna. Per cosa, per investire sul Catania?! O per pagare le tasse in Italia?!
Quindi credo che la holding svizzera non abbia a che fare con Pulvirenti (che fra l'altro a Renato Marletta lo detesta). Chiaramente se l'imprenditore è davvero quello di Adrano non ha i requisiti minimi di credibilità, avendo anche lui qualcosina da chiarire con la magistratura. E soprattutto chi è interessato al Catania deve presentarsi con nome, cognome e C.V. o stare nell'ombra finoa  cose fatte, non mandare improbabili intermediari a trattare.

Sul fatto che l'iscrizione al campionato non si concilierebbe con la volontà di venddere non sono d'accordo, perché la non iscrizione avrebbe fatto perdere in automatico a costo zero il parco giocatori, oltre al titolo sportivo. Semmai è la valutazione fuori mercato della società che dimostra che non non ha alcuna intenzione di passare la mano.

Infine il ruolo di Pulvireni nel passato ormai ha poca importanza, la cosa importante è che oramai è un altro Pulvirenti da quello che aveva almeno l'indubbio merito di scegliere i suoi collaboratori, e non mi sembra sia in grado nemmeno di imbastrie la preparazione tecnica della prossima stagione, sia essa di Lega Pro o di Serie D.

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Mandato di arresto per Pulvirenti e Cosentino
« Risposta #463 il: 27 Luglio 2015, 10:03:49 am »
Caro Gaspare, vediamo di ragionare e non partire per la tangente.

La mia era una risposta a u mastru che ha dato degli scassapagghiaru ai dirigenti del '54 autori del primo illecito in cui fummo coinvolti. Gli ho fatto notare che perla a di fatti e di persone che non conosceva e dava l'impressione di sminuire il valore dei dirigenti di un tempo, come altri hanno fatto, e se non ricordo male anche tu sei stato tra questi, con i dirigenti degli anni '60, come se allora fosse tutto facile,, mentre adesso è tutto più difficile. Questo non mi sta bene, quello degli anni '50 e '60 era un altro calcio, ma la difficoltá di competere nella massima serie era la stessa di adesso e con niente soldi a disposizione, mentre, se mai, è adesso che è tutto più facile perché con una gestione oculata in A ci si mantiene, senza rimetterci un euro, anzi guadagnandoci.

...quindi aspetta, fammi capire...Pulvirenti prima di divenire il Capostazione non ha fatto nulla di trascendentale...anzi...
Mentre...quasi quasi...era meglio prima...quando sull'orlo del fallimento ci teneva in vita un commissario della FGCI...con una dirigenza praticamente inesistente e giocatori prestati...certo...senza soldi...era più eroico, più romantico...ed il calcio era così difficile che, pensa un pò, il Cagliari, notissima compagine internazionale, vinceva lo scudetto...sgomitando tra altri mostri sacri del calcio mondiale come SPAL, Lanerossi Vicenza o Varese...  8D

Eppure una situazione simile l'abbiamo vissuta non tantissimo tempo fa con Riccardo Gaucci (che non era curatore federale)...e non mi pare che tu fossi così accondiscendente...anzi...  :-D


Quando alla definizione di scassapagghiaru all'infame, a mio modo di vedere, gli calza a pennello, perché ovunque ha messo le mani è stato un fallimento, tra l'altro con ignominia. Il nostro è, o si crede, spettu, non intelligente e sono dell'idea che fino a quando si sia tenuto ai margini del Catania tutto è andato bene, mentre quando è stato costretto, per motivi che ancora non conosciamo, ad esautorare persone competenti, è stato l'inizio della nostra fine dal punto di vista sportivo ed economico. A mio modo di vedere sei tu che lo sopravvaluti, non io che lo sottovaluto. Il tempo dirà chi dei due ha ragione.



...ovunque ha messo le mani è stato un fallimento!!??...unni, quannu!!??...no, ma sono io che ho preso la tangenziale  ::)...mentre tu sei sereno, non sei animato da risentimento alcuno...cosi giusti  ::)

...semmai il fallimento lo sta attuando ora, nel momento in cui ha pensato di tamponare la crisi del suo impero con manovre delinquenziali (che poi sono ne più e ne meno le stesse che usa questa classe industriale italiana!...sono rarissimi i suoi "colleghi" che non hanno problemi con la giustizia!)...ma poco più di 10 anni fa era l'astro nascente dell'imprenditoria italiana...una compagnia aerea low cost che dava filo da torcere alle grandi flotte...la catena della grande e media distribuzione, compresa quella della ristorazione take away...gli alberghi di lusso a Mazzarò...la squadra di calcio a cui fa toccare traguardi mai raggiunti prima...

Ma ste cose le ricordo solo io, Aldo!?....

Io una mia lettura delle manovre che ha fatto nel Catania l'ho data a Vasco...e resto convinto che ai margini ci siamo stati noi tifosi...non certo lui...del resto un detto famoso diceva che la più grande delle astuzie del demonio è quella di far credere che non esista...

Ciao  ;-) 
Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2410
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Mandato di arresto per Pulvirenti e Cosentino
« Risposta #464 il: 27 Luglio 2015, 11:18:08 am »

Infine il ruolo di Pulvireni nel passato ormai ha poca importanza, la cosa importante è che oramai è un altro Pulvirenti da quello che aveva almeno l'indubbio merito di scegliere i suoi collaboratori, e non mi sembra sia in grado nemmeno di imbastrie la preparazione tecnica della prossima stagione, sia essa di Lega Pro o di Serie D.

Certamente dobbiamo guardare avanti e al futuro.
 
Ma intanto stiamo raccogliendo, o stiamo per raccogliere i frutti avvelenati del recente passato. E la demarcazione fra il periodo d'oro e gli ultimi due anni è talmente netta che non può essere spigata come una sequenza di errori: se possiedo una cosa che funziona, e anche bene, che produce utili e gloria, che altri vogliono copiare, non la rivoluziono improvvisamente senza alcun motivo. Non ha nessuna razionalità imprenditoriale. Da lì inizia il declino del Catania. Conoscere la storia è importante per il futuro.