Autore Topic: Mandato di arresto per Pulvirenti e Cosentino  (Letto 91068 volte)

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5433
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re:Mandato di arresto per Pulvirenti e Cosentino
« Risposta #285 il: 14 Luglio 2015, 11:23:54 am »
Un altro scandalo. Dunque, il presidente, l'amministratore delegato e il direttore generale del Catania Calcio sono stati arrestati con l'accusa, mossa dalla Procura e avallata dal Gip, di aver "comprato diverse partite per evitare la retrocessione". Come in ogni transazione però oltre al compratore ci vuole un venditore. "Diverse partite" vuol dire diverse società. Non solo, vuol dire, per il Catania e le altre squadre implicate, che i giocatori e gli allenatori dovevano per forza essere parte della combine. Essendo il calcio un ambito molto sensibile, che oltre ad avere necessità organizzative ferree muove interessi corposi, sensibilità, campanilismi e anche un tifo organizzato a volte borderline (proprio a Catania morì l'agente Raciti) non sarebbe stato il caso di muoversi - da parte della giustizia - in modo da illustrare l'insieme delle accuse e dei soggetti inquisiti e indagati? E non si dica che le indagini sono ancora in corso: una partita di calcio truccata non è mai un furto che si compie con la complicità di ignoti...
Enrico Mentana

Dopo le prime ore di grande confusione, si e' delineata una situazione in cui la magistratura aveva in mano solo (si fa per dire!) le intercettazioni e poco altro nel senso che aveva si trovato il famoso libro mastro e il denaro cash "nascosto" a casa di uno degli intermediari (non ricordo chi) ma non e' mai stata in grado di ricostruire il flusso di denaro e se questo denaro sia mai realmente stato consegnato a chi apparentemente si e' venduto.
E' evidente quanto sia monca l'inchiesta...ora mi chiedo supponiamo che non si dimostri la reale combine con la consegna del denaro ai venduti...o che addirittura con la confessione di qualcuno si possa dimostrare che combine non c'e' stata e che questi mediatori hanno "truffato" Pulvirenti.
In queste ipotesi io non so se Pulvirenti potra' avere uno sconto in sede penale...e devo dire che manco me ne frega nulla...sicuramente dubito che questo possa avere degli effetti positivi sul piano della giurisdizione sportiva.
Cioe' accade e forse accadra' esattamente il contrario di quello che io personalmente auspico...e questo mi fa molto girare le sfere!!!

Fozza Catania


Bravo Giovanni. Ho il tuo stesso timore. E mi viene il dubbio che Pulvirenti avrebbe fatto meglio a negare invece che confessare.
Credo che per la giustizia sportiva cambi poco. Si punisce anche solo l'intenzione. Certo, la peggiore delle ipotesi, cioè la D, dovrebbe essere scongiurata.

Intanto nel solito articolo del piffero oggi si leggono dei nomi di imprenditori, alcuni a dire il vero squattrinati o con alle pspalle scarsi successi in piani di rilancio del bascket acese: Bartolini, Torrisi, Sciacca, Ontario e D'Addio.

Offline Sergio

  • Utente
  • *****
  • Post: 4870
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Mandato di arresto per Pulvirenti e Cosentino
« Risposta #286 il: 14 Luglio 2015, 11:54:09 am »
Si punisce anche solo l'intenzione. Certo, la peggiore delle ipotesi, cioè la D, dovrebbe essere scongiurata.

Bua, secondo me, quando sarà il momento di infliggere la pena al Catania, cambia qualcosa se la società sia ancora di proprietà di Ninuzzu o se questa sia già stata venduta. Se sarà ancora proprietà di Pulvirenti, potrebbero anche calcare la mano.
Come hai tu ben ricordato, si punisce anche solo l’intenzione. Quindi se la combine non si è concretizzata per l’opposizione dell’altra squadra o perché a Ninuzzu hanno truffato i soldi, non cambia assolutamente nulla. L’ha pensato, ideato, programmato, messo i soldi (mezzo mln), confessato, mi sa che non c’è scampo.
8 MARZO 415 d. C. IPAZIA DI ALESSANDRIA, MARTIRE LAICA DEL PENSIERO SCIENTIFICO

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2410
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Mandato di arresto per Pulvirenti e Cosentino
« Risposta #287 il: 14 Luglio 2015, 11:58:48 am »

...............E mi viene il dubbio che Pulvirenti avrebbe fatto meglio a negare invece che confessare.


E davanti alla contestazione dell'accusa, con relative intercettazioni, avrebbe dovuto dire al magistrato che c'era un treno che partiva alle 33 anzi no alle 3 e 33....magari con la scusa che lui senza la windjet aerei non ne prende più.....

La giustizia penale è una cosa seria, e a me pare che la linea difensiva del prof. Grasso sia molto lucida: il suo scopo è minimizzare gli effetti penali della vicenda per il suo assistito.


Sul piano della giustizia sportiva invece è ben diverso (basta il tentativo ma ad esso o al fatto consumato, sono associate sanzioni diverse, come riportato nell'articolo postato da Santo) e ci penserà l'avvocato Chiacchio, il quale sicuramente conosce il precedente di Lecce .....
Secondo me dobbiamo aspettare i deferimenti di Palazzi per vedere le intenzioni della federazione....la battaglia vera, in sede sportiva, inizia dopo.

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5433
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re:Mandato di arresto per Pulvirenti e Cosentino
« Risposta #288 il: 14 Luglio 2015, 12:02:19 pm »
@Sergio: la società non potrà avere una nuova proprietà priam di sapere dove giocheràe con che penalizzazione. Avrà però un nuovo cda, si spera con personaggi nuovi, anche se con incarichi più o meno fittizi. Loro dovranno fare da traghettatori in attesa del cambio.

@Vasco: avrebbe potuto non parlare o parlare di  millanteria. Comunque come dici tu, lasciamo fare il mestiere a chi lo sa fare. Certo è che la giustizia sportiva non è mai andata tanto per il sottile.

Offline ENZO

  • Utente
  • *****
  • Post: 2399
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Mandato di arresto per Pulvirenti e Cosentino
« Risposta #289 il: 14 Luglio 2015, 12:59:54 pm »
Un altro scandalo. Dunque, il presidente, l'amministratore delegato e il direttore generale del Catania Calcio sono stati arrestati con l'accusa, mossa dalla Procura e avallata dal Gip, di aver "comprato diverse partite per evitare la retrocessione". Come in ogni transazione però oltre al compratore ci vuole un venditore. "Diverse partite" vuol dire diverse società. Non solo, vuol dire, per il Catania e le altre squadre implicate, che i giocatori e gli allenatori dovevano per forza essere parte della combine. Essendo il calcio un ambito molto sensibile, che oltre ad avere necessità organizzative ferree muove interessi corposi, sensibilità, campanilismi e anche un tifo organizzato a volte borderline (proprio a Catania morì l'agente Raciti) non sarebbe stato il caso di muoversi - da parte della giustizia - in modo da illustrare l'insieme delle accuse e dei soggetti inquisiti e indagati? E non si dica che le indagini sono ancora in corso: una partita di calcio truccata non è mai un furto che si compie con la complicità di ignoti...
Enrico Mentana

Dopo le prime ore di grande confusione, si e' delineata una situazione in cui la magistratura aveva in mano solo (si fa per dire!) le intercettazioni e poco altro nel senso che aveva si trovato il famoso libro mastro e il denaro cash "nascosto" a casa di uno degli intermediari (non ricordo chi) ma non e' mai stata in grado di ricostruire il flusso di denaro e se questo denaro sia mai realmente stato consegnato a chi apparentemente si e' venduto.
E' evidente quanto sia monca l'inchiesta...ora mi chiedo supponiamo che non si dimostri la reale combine con la consegna del denaro ai venduti...o che addirittura con la confessione di qualcuno si possa dimostrare che combine non c'e' stata e che questi mediatori hanno "truffato" Pulvirenti.
In queste ipotesi io non so se Pulvirenti potra' avere uno sconto in sede penale...e devo dire che manco me ne frega nulla...sicuramente dubito che questo possa avere degli effetti positivi sul piano della giurisdizione sportiva.
Cioe' accade e forse accadra' esattamente il contrario di quello che io personalmente auspico...e questo mi fa molto girare le sfere!!!

Fozza Catania


Bravo Giovanni. Ho il tuo stesso timore. E mi viene il dubbio che Pulvirenti avrebbe fatto meglio a negare invece che confessare.
Credo che per la giustizia sportiva cambi poco. Si punisce anche solo l'intenzione. Certo, la peggiore delle ipotesi, cioè la D, dovrebbe essere scongiurata.

Come ho scritto nell'altro topic, penso che la confessione di Pulvirenti aggrava la posizione sportiva del club, mentre se non ci sono prove sul buon fine delle combine, allora agevola lo stesso in fase di giustizia ordinaria.

Moralmente però non si può negare che gli illeciti siano andati a buon fine, altrimenti non si spiegherebbe l'intercettazione telefonica dell'Impellizzeri quando dice "che se non ci pensavano loro per queste 5 partite, il catania sarebbe retrocesso"

Se non fosse stato così si sarebbero detti qualcos'altro tipo: "Ci abbiamo rubato i soldi e loro sono convinti che abbiamo truccato le partite" !!!
 8-) 8-) 8-) 8-)

Insomma lavoro (e soldi) per gli avvocati !!!

Saluti
Enzo
Ciao a Tutti e................. FORZA PALERMOOOOOOO
LA  CAPITALE DEL CALCIO SICILIANO

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2410
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Mandato di arresto per Pulvirenti e Cosentino
« Risposta #290 il: 14 Luglio 2015, 02:39:03 pm »
@Vasco: avrebbe potuto non parlare o parlare di  millanteria. Comunque come dici tu, lasciamo fare il mestiere a chi lo sa fare. Certo è che la giustizia sportiva non è mai andata tanto per il sottile.

Bua, considera anche un elemento importante: se non avesse parlato (avvalendosi della facoltà di non rispondere), la tesi della truffa subita con conseguente semplice tentativo di frode sportiva, difficilmente avrebbe potuto sostenerla. In questo modo ha messo l'avvocato che difenderà il Catania (e Pulvirenti) innanzia al giudice sportivo,  in condizione di sostenere la tesi del semplice tentativo, con conseguente applicazione del principio di gradualità della pena (principio generale del diritto che la giustizia sportiva non disconosce e non può disconoscere), com'è evidenziato nell'articolo relativo al caso Lecce postato da Santo.

Ora tutto sta a capire come la vede Palazzi, se considererà il semplice tentativo oppure riterrà la fattispecie di frode come avvenuta. Lavoro per l'avvocato Eduardo Chiccchio......

Offline Catanisazzu

  • Utente
  • *****
  • Post: 1243
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Mandato di arresto per Pulvirenti e Cosentino
« Risposta #291 il: 14 Luglio 2015, 03:06:14 pm »
Un altro scandalo. Dunque, il presidente, l'amministratore delegato e il direttore generale del Catania Calcio sono stati arrestati con l'accusa, mossa dalla Procura e avallata dal Gip, di aver "comprato diverse partite per evitare la retrocessione". Come in ogni transazione però oltre al compratore ci vuole un venditore. "Diverse partite" vuol dire diverse società. Non solo, vuol dire, per il Catania e le altre squadre implicate, che i giocatori e gli allenatori dovevano per forza essere parte della combine. Essendo il calcio un ambito molto sensibile, che oltre ad avere necessità organizzative ferree muove interessi corposi, sensibilità, campanilismi e anche un tifo organizzato a volte borderline (proprio a Catania morì l'agente Raciti) non sarebbe stato il caso di muoversi - da parte della giustizia - in modo da illustrare l'insieme delle accuse e dei soggetti inquisiti e indagati? E non si dica che le indagini sono ancora in corso: una partita di calcio truccata non è mai un furto che si compie con la complicità di ignoti...
Enrico Mentana

Dopo le prime ore di grande confusione, si e' delineata una situazione in cui la magistratura aveva in mano solo (si fa per dire!) le intercettazioni e poco altro nel senso che aveva si trovato il famoso libro mastro e il denaro cash "nascosto" a casa di uno degli intermediari (non ricordo chi) ma non e' mai stata in grado di ricostruire il flusso di denaro e se questo denaro sia mai realmente stato consegnato a chi apparentemente si e' venduto.
E' evidente quanto sia monca l'inchiesta...ora mi chiedo supponiamo che non si dimostri la reale combine con la consegna del denaro ai venduti...o che addirittura con la confessione di qualcuno si possa dimostrare che combine non c'e' stata e che questi mediatori hanno "truffato" Pulvirenti.
In queste ipotesi io non so se Pulvirenti potra' avere uno sconto in sede penale...e devo dire che manco me ne frega nulla...sicuramente dubito che questo possa avere degli effetti positivi sul piano della giurisdizione sportiva.
Cioe' accade e forse accadra' esattamente il contrario di quello che io personalmente auspico...e questo mi fa molto girare le sfere!!!

Fozza Catania


Bravo Giovanni. Ho il tuo stesso timore. E mi viene il dubbio che Pulvirenti avrebbe fatto meglio a negare invece che confessare.
Credo che per la giustizia sportiva cambi poco. Si punisce anche solo l'intenzione. Certo, la peggiore delle ipotesi, cioè la D, dovrebbe essere scongiurata.

Come ho scritto nell'altro topic, penso che la confessione di Pulvirenti aggrava la posizione sportiva del club, mentre se non ci sono prove sul buon fine delle combine, allora agevola lo stesso in fase di giustizia ordinaria.

Moralmente però non si può negare che gli illeciti siano andati a buon fine, altrimenti non si spiegherebbe l'intercettazione telefonica dell'Impellizzeri quando dice "che se non ci pensavano loro per queste 5 partite, il catania sarebbe retrocesso"

Se non fosse stato così si sarebbero detti qualcos'altro tipo: "Ci abbiamo rubato i soldi e loro sono convinti che abbiamo truccato le partite" !!!
 8-) 8-) 8-) 8-)

Insomma lavoro (e soldi) per gli avvocati !!!

Saluti
Enzo


Enzo però, se questa dichiarazione di impellizzeri è vera, significa che qualcuno degli avversari, e a questo punto altre 5 squadre di B, hanno accettato i soldi, quindi, c' è stata combine.
Bisogna rivoluzionare tutta la serie B.

È il Bologna?
Se si crede alle intercettazioni, qualcuno dice che il Bologna ha corrott dei calciatori catanesi ( nella supposizione Gillet e Schiavi) con viva preoccupazione del capostazione, che la comunica anche alla risorsa.
Hanno indagato anche su questo?
E Palazzi, della presunta combine Bologna-Catania, che dirà?
Vedi,mio non cerco di trovare una scusante per alleviare la pena al Catania, ma vedrai che alla fine sarà così...perché sta più comodo a tutti.

Ribadisco: che schifo!
#STAMUAVVULANNU!

Offline Aldo

  • Utente
  • *****
  • Post: 3859
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Mandato di arresto per Pulvirenti e Cosentino
« Risposta #292 il: 14 Luglio 2015, 04:50:56 pm »

La giustizia penale è una cosa seria, e a me pare che la linea difensiva del prof. Grasso sia molto lucida: il suo scopo è minimizzare gli effetti penali della vicenda per il suo assistito.


Sul piano della giustizia sportiva invece è ben diverso (basta il tentativo ma ad esso o al fatto consumato, sono associate sanzioni diverse, come riportato nell'articolo postato da Santo) e ci penserà l'avvocato Chiacchio, il quale sicuramente conosce il precedente di Lecce .....
Secondo me dobbiamo aspettare i deferimenti di Palazzi per vedere le intenzioni della federazione....la battaglia vera, in sede sportiva, inizia dopo.

Assolutamente d'accordo  ;-)
Melior de cinere surgo! ❤️💙❤️💙

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Mandato di arresto per Pulvirenti e Cosentino
« Risposta #293 il: 14 Luglio 2015, 05:04:59 pm »
...scusate...premesso che mi fido del parere e delle sensazioni di A.V. che ha letto l'intero incartamento che verrà consegnato in copia agli uomini di Palazzi, visto che di mestiere fa l'avvocato prima che fine giornalista sportivo...il quale probabilmente ha anticipato la strategia difensiva dell'avvocato del Catania nel PROCEDIMENTO SPORTIVO...no nel penale...tra l'altro c'è arrivato pure Mentana che non è di Monte Po...per cui aspetterò i deferimenti per capirne di più...

...però chiedo al buon Giovanni...sarebbe una prova di combine cosa?...che si siano vinte 5 partite consecutive?...perciò, l'antologia del calcio è ricchissima di casi di squadre che salvano stagioni condotte da schifo, vincendo anche più di 5 partite consecutive, dobbiamo considerare, dunque, che hanno comprato le partite?

...i flussi anomali di scommesse in determinate partite!?...ogni anno, da quando queste maledette agenzie di scommesse hanno soppiantato la buona e sana schedina del totocalcio, si registrano in tutti i campionati flussi anomali...e giusto giusto solo quelli che interessano Catania Trapani sono prove di partita appattata!?...dai

..ah...somodando un caso più serio ed atroce di meri casi di partite truccate...anche Misseri, lo Zì Michele, ha confessato e giurato di aver ucciso la nipote...però in galera ci sono finite altre...

...io ho una mia convinzione personale...magari mi sbaglierò alla grande (tanto una più, che vuoi che sia :-D )...al contrario di quello che pensate voi, la confessione ANOMALA del Capostazione non servirà solo ad alleggerire la sua vicenda penale...

 8-)
« Ultima modifica: 14 Luglio 2015, 05:06:51 pm da GASPARE »
Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2410
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Mandato di arresto per Pulvirenti e Cosentino
« Risposta #294 il: 14 Luglio 2015, 05:21:08 pm »
Gaspare, più che la confessione "anomala" (perfettamente logica in una strategia difensiva) a me dà da pensare il fatto che si sia fatto intercettare come se nulla fosse.......

Concordo con te, come ho già sostenuto, che i flussi anomali denunciati dagli "allibratori" (maledetti) mai e poi mai possono essere "prova" di una combine: possono essere una spia che qualcosa non va per cui occorre stare con gli occhi aperti: un giocatore potrebbe vendersi la partita senza che la società ne sappia nulla. Ma più in la di questo non si può andare...

Per il resto....attendiamo Palazzi.....

Sulla questione vendita voglio dire una cosa, questa sì un po' "anomala": io, da tifoso, contrariamente alle attese diffuse, un cambio a tutti i costi (anche a tanu 'cca lapa) della proprietà non me lo augurerei. Innanzitutto vorrei vedere un progetto sportivo e poi vorrei sapere chi sono gli uomoni che dovrebbero realizzarlo. Avere a Catania un altro Cosentino non mi pare proprio il caso.....E poiché gli interessi "veri" nel mondo del calcio sono legati a personaggi di tal risma....io ci andrei piano con l'accettare qualsiasi proposta: meglio un Pulvirenti dimesso, sottotono, "cani vastuniatu", che magari cede le redini/gestione di tutto a qualcuno che ne capisce, competente, piuttosto che avere a che fare ancora con personaggi di quel tipo là, compresi tutti i suoi "compari" che in questi due anni hanno frequentato TdG e gli alberghi di Taormina...
« Ultima modifica: 14 Luglio 2015, 05:23:04 pm da vasco »

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Mandato di arresto per Pulvirenti e Cosentino
« Risposta #295 il: 15 Luglio 2015, 10:08:54 am »
Vasco volevo aggiungere alla discussione questo passo dell'editoriale del grande e sempre lucido Max Licari da .com...che è praticamente il mio pensiero, non solo sulla vicenda...ma da sempre...

"Tafazzismo" applicato Ancora non è scattato alcun deferimento in merito alla vicenda relativa al Catania, le carte processuali le conoscono in pochissimi, in pratica quasi nessuno sa realmente una beata mazza dell’argomento e già nella nostra stessa città fioriscono ipotesi catastrofiste di radiazioni tecnicamente impossibili, di retrocessioni di due categorie immotivate, di penalizzazioni fantascientifiche. Sostanzialmente, noi stessi godiamo nell'autopunirci; con atteggiamento tipicamente fatalista da “colonizzati” quali siamo, vogliamo suggerire pene esemplari sostanzialmente “mirate” unicamente al Catania a chi ha in pratica “sorvolato” o minimizzato su casi ben più clamorosi, nonché ha fra le mani un'inchiesta (Cremona) con centinaia di indagati fra calciatori e squadre. Motivazione? Ve la dico io: a Catania non riusciamo proprio a scindere i livori e gli odi personali dalle questioni di interesse pubblico. Siccome Pulvirenti (con Cosentino) oggettivamente (è storia e la storia non si cancella) ne ha combinate più di Bartolo negli ultimi due anni, allora il Catania “deve pagare salato”. Dimenticando una cosa fondamentale: Pulvirenti, come Marcoccio, Massimino o Gaucci, NON è il Catania. Il Catania è altro, un concetto, una fede, un simbolo che trascende il materiale. Non è difficile...

 =D> =D>

...e non aggiungo altro
Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2410
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Mandato di arresto per Pulvirenti e Cosentino
« Risposta #296 il: 15 Luglio 2015, 01:19:18 pm »
Dimenticando una cosa fondamentale: Pulvirenti, come Marcoccio, Massimino o Gaucci, NON è il Catania. Il Catania è altro, un concetto, una fede, un simbolo che trascende il materiale. Non è difficile...



Gaspare, ho letto l'articolo di Licari e ne apprezzo il contenuto, specie nella parte in cui mette in guardia dalle "cordate" e - aggiungo io - non solo per le esperienze negative avute a Catania, ma anche perché non hanno mai funzionato da nessuna parte. Il proprietario di una società di calcio dev'essere uno, così come una dev'essere la testa che comanda. Cosa succederebbe alle prime difficoltà alla "cordata" è facile immaginare. Parma è una situazione del tutto diversa rispetto a Catania e le condizioni iniziali sono particolari, a partire dai due pezzi grossi della "cordata", Barilla e Pizzarotti, in grado da soli di acquistare il Milan.

Come sottolinea Licari, intanto siamo iscritti al campionato di serie B, regolarmente e senza rilievi Covisoc; e la cosa non era per niente scontata. Credo anch'io che dopo l'iniziale, comprensibile, botta emotiva, adesso sia il momento di mantenere la calma e la lucidità. Ormai l'irreparabile è successo, è inutile mettere supr 'a pasta i minnulicchi.

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5433
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re:Mandato di arresto per Pulvirenti e Cosentino
« Risposta #297 il: 15 Luglio 2015, 01:30:09 pm »
Pulvirenti indagato per bancarotta fraudolenta nell'ambito del caso WJ. Leggete bene quali sono le ipotesi dell'accusa:
http://www.sudpress.it/wind-jet-s-p-a-pulvirenti-indagato-per-bancarotta-fraudolenta/
Sapevo che la finanza stava indagando da tempo sulla fine di WJ, quindi è solo un caso che l'avviso di garanzia arrivi adesso, quindi consiglio di non attingere al classico repertorio delle mosse a orologeria, che alla magistratura sappiamo che sono tifosi di Pulvirenti, lo testimoniano gli articoli farneticanti di Fonzo che ci ha rimproverati spesso per le contestazioni al presidente degli utlimi due anni.

La parabola di Pulvirenti credo sia ormai nella fase discendente, sempre che possa definirsi parabola dal momento che pare i problemi siano cominciati addirittura nel 2005. A quanto pare si tratta dell'ennesimo imprenditore che non è sopravvissuto a se stesso e ai meccanismi drogati della finanza, specie alle nostre latitudini.
Dunque si direbbe che non erano poi così brutti e cattivi quelli dell'Alitalia.
Tutto questo per dire che serve un cambio al vertice della società, senza se e senza ma, scegliendo l'acquirente più credibile e senza pretendere più del dovuto.
E sarebbe più che utile che il nuovo consiglio di amministrazione desse almeno formalmente un netto segnale di discontinuità.

@Gaspare: io invece il buon Max Licari non lo capisco quando fa così. Proprio perché non conosciamo gli atti, è giusto sapere che si rischia anche la riassegnazione a un campionato arbitrario o tanti punti di penalizzazione in Lega Pro. Anche perché la giustizia sportiva funziona così, non benissimo, ma velocemente e con una certa approssimazione. Inoltre il caso è grave, oggettivamente, perché la responsabilità diretta è stata ammessa dallo stesso ex-presidente. Siamo secondi solo al caso Juventus, molto peggio del caso Genoa. Anche gente che ha a cuore il Catania si è premurata di fare sapere che non riterrebbe giusto che nella foga di punire i delinquenti si colpisse a morte un club come il Catania con una retrocessione in D. Lo hanno detto Gasparin e Nicola Binda, ma anche altri giornalisti nazionali, amici e non, ed hanno fatto bene.
Se Palazzi concederà le attenuanti e sarà solo Lega Pro con pochi punti di penalizzazione saremo tutti contenti ma è bene fare presente che bisogna fare pressione mediatica e politica per non ridurci ad agnello sacrificale oltre le nostre colpe.
Molti giornalisti catanesi sono campioni nel non centrare il punto focale, solo perché infastiditi dal pessimismo di alcuni e dal realismo di altri. Che imparassero a rispettare le opinioni diverse.
« Ultima modifica: 15 Luglio 2015, 01:32:33 pm da bua »

Offline Aldo

  • Utente
  • *****
  • Post: 3859
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Mandato di arresto per Pulvirenti e Cosentino
« Risposta #298 il: 15 Luglio 2015, 01:39:58 pm »
Pulvirenti indagato per bancarotta fraudolenta nell'ambito del caso WJ. Leggete bene quali sono le ipotesi dell'accusa:
http://www.sudpress.it/wind-jet-s-p-a-pulvirenti-indagato-per-bancarotta-fraudolenta/
Sapevo che la finanza stava indagando da tempo sulla fine di WJ, quindi è solo un caso che l'avviso di garanzia arrivi adesso, quindi consiglio di non attingere al classico repertorio delle mosse a orologeria, che alla magistratura sappiamo che sono tifosi di Pulvirenti, lo testimoniano gli articoli farneticanti di Fonzo che ci ha rimproverati spesso per le contestazioni al presidente degli utlimi due anni.

La parabola di Pulvirenti credo sia ormai nella fase discendente, sempre che possa definirsi parabola dal momento che pare i problemi siano cominciati addirittura nel 2005. A quanto pare si tratta dell'ennesimo imprenditore che non è sopravvissuto a se stesso e ai meccanismi drogati della finanza, specie alle nostre latitudini.
Dunque si direbbe che non erano poi così brutti e cattivi quelli dell'Alitalia.
Tutto questo per dire che serve un cambio al vertice della società, senza se e senza ma, scegliendo l'acquirente più credibile e senza pretendere più del dovuto.
E sarebbe più che utile che il nuovo consiglio di amministrazione desse almeno formalmente un netto segnale di discontinuità.

@Gaspare: io invece il buon Max Licari non lo capisco quando fa così. Proprio perché non conosciamo gli atti, è giusto sapere che si rischia anche la riassegnazione a un campionato arbitrario o tanti punti di penalizzazione in Lega Pro. Anche perché la giustizia sportiva funziona così, non benissimo, ma velocemente e con una certa approssimazione. Inoltre il caso è grave, oggettivamente, perché la responsabilità diretta è stata ammessa dallo stesso ex-presidente. Siamo secondi solo al caso Juventus, molto peggio del caso Genoa. Anche gente che ha a cuore il Catania si è premurata di fare sapere che non riterrebbe giusto che nella foga di punire i delinquenti si colpisse a morte un club come il Catania con una retrocessione in D. Lo hanno detto Gasparin e Nicola Binda, ma anche altri giornalisti nazionali, amici e non, ed hanno fatto bene.
Se Palazzi concederà le attenuanti e sarà solo Lega Pro con pochi punti di penalizzazione saremo tutti contenti ma è bene fare presente che bisogna fare pressione mediatica e politica per non ridurci ad agnello sacrificale oltre le nostre colpe.
Molti giornalisti catanesi sono campioni nel non centrare il punto focale, solo perché infastiditi dal pessimismo di alcuni e dal realismo di altri. Che imparassero a rispettare le opinioni diverse.

Bua, per dirla alla Max Licari, gli avvisi di garanzia per bancarotta fraudolenta notificati al lestofante ed agli altri suoi complici, sono solo un altro esempio di tafazzismo catanese! :-D :-D :-D

E' inutile dire che anche io giudico pessimo l'articolo di Max, che peraltro stimo.
Melior de cinere surgo! ❤️💙❤️💙

Offline Marco Tullio

  • Utente
  • *****
  • Post: 3130
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
  • La continuità nella discontinuità
Re:Mandato di arresto per Pulvirenti e Cosentino
« Risposta #299 il: 15 Luglio 2015, 02:08:51 pm »
Casorezzo (MI), 15 Luglio 2015
Caro Dario,
 purtroppo non è questione di mero autolesionismo:
1) comunque vada, la nostra purezza è stata deformata nel momento in cui il nostro presidente emerito ha tentato di imbrogliare gettando su di noi il disonore;
2) sicuramente l'anno prossimo il Catania non disputerà il campionato di serie B, benché su certi muri ci sia chi si illuda incredibilmente del contrario, alla faccia del tafazzismo!
 Non siamo juventini e non possiamo far finta che non sia successo nulla, anzi pretendere la restituzione di scudetti, a loro dire, vinti sul campo (sic!): che il mondo del calcio sia marcio e che  così fan tutti, per me non può essere affatto un motivo di consolazione. La cosa più triste è che io ho creduto davvero in quell'uomo. Stammi bene,
Marco Tullio
Nuovo Catania, nuovo nome