Autore Topic: Pulvirenti cede o non cede? ...to be or no to be!?  (Letto 25951 volte)

Offline LUIS

  • Utente
  • ****
  • Post: 893
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Pulvirenti cede o non cede? ...to be or no to be!?
« Risposta #210 il: 19 Maggio 2015, 09:02:04 pm »
« Ultima modifica: 19 Maggio 2015, 09:16:20 pm da LUIS »

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2410
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Pulvirenti cede o non cede? ...to be or no to be!?
« Risposta #211 il: 19 Maggio 2015, 09:52:12 pm »
Questa storia di TdG mi sembra surreale. Il centro sportivo, costoso certamente, é stato riconosciuto da tutti quelli che l'hanno visitato come un fiore all'occhiello del Catania, una cosa rara fra le squadre europee. Ricordo che Marcello Lippi addirittura si spinse a dire che avere a disposizione una struttura del genere avrebbe significato un notevole vantaggio rispetto alle altre squadre. Perché non é più così e non é più sostenibile?

Il Catania fino a 2 anni fa si autofinanziava, senza chiedere soldi alla proprietá, grazie ad una oculata e competente gestione sportiva. Chi aveva progettato il tutto aveva anche messo in conto la possibilità di una retrocessione, spedendo in giro giocatori di categoria che, in quella malaugurata ipotesi, avrebbero permesso di allestire una squadra competitiva senza svenarsi e senza chiedere soldia alla societá.
In tutto questo era compresa anche la gestione di TdG, che evidentemente non era un pozzo mangiasoldi, ma una - quella sì - risorsa vera, anche per gli introiti che generava grazie alla ricchezza di strutture. Naturalmente TdG doveva anche facilitare la creazione di un vivaio, elemento che ha tardato ad entrare a regime.

Tutto ciò é stato cancellato negli ultimi due anni, con il Catania ridotto, a quanto sta emergendo, a cercare finanziatori  fra gli squali del calcio. E certo, ora si devono pagare lauti stipendi ai Gillet o a Maniero per convinceri a giocare a Catania, quando ad es un Moretti accucchia 10 Sciaudone e 5 Rinaudo, ed era pronto (certo tutta la storia delle quote degli under degli over, ma anche queste cose vanno programmate). E poi non dimentichiamo che la retrocessione dell'anno scorso con la salvezza a 34 punti non era un evento inevitabile solo che si avesse agito con un minimo di competenza.

Ora spunta che Cosentino é necessario perché amico di Nelio Lucas, che può finanziare il Catania (a quale prezzo?). La trovo proprio una teoria ai limiti dell'insulto alla storia di questa societá e all'intelligenza dei tifosi. Purtroppo per questi signori per 8 lunghi anni abbiamo vissuto una realtá "virtuosa" che ha dimostrato che fare le cose bene é possibile anche a Catania, senza la Doyen o gli arabi.

Pulvirenti, se ci sei batti un colpo.....liberati da questo abbraccio mortale e torna ad essere il Presidente di una squadra di provincia gestita bene e con competenza, con le giuste ambizioni del momento e della realtà, senza sogni fuorvianti tipo europa in 3 anni o altri velleitarismi del genere. I tifosi non aspettano altro.

Offline U mastru

  • Utente
  • *****
  • Post: 1778
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Pulvirenti cede o non cede? ...to be or no to be!?
« Risposta #212 il: 19 Maggio 2015, 11:01:11 pm »
Questa storia di TdG mi sembra surreale. Il centro sportivo, costoso certamente, é stato riconosciuto da tutti quelli che l'hanno visitato come un fiore all'occhiello del Catania, una cosa rara fra le squadre europee. Ricordo che Marcello Lippi addirittura si spinse a dire che avere a disposizione una struttura del genere avrebbe significato un notevole vantaggio rispetto alle altre squadre. Perché non é più così e non é più sostenibile?

Il Catania fino a 2 anni fa si autofinanziava, senza chiedere soldi alla proprietá, grazie ad una oculata e competente gestione sportiva. Chi aveva progettato il tutto aveva anche messo in conto la possibilità di una retrocessione, spedendo in giro giocatori di categoria che, in quella malaugurata ipotesi, avrebbero permesso di allestire una squadra competitiva senza svenarsi e senza chiedere soldia alla societá.
In tutto questo era compresa anche la gestione di TdG, che evidentemente non era un pozzo mangiasoldi, ma una - quella sì - risorsa vera, anche per gli introiti che generava grazie alla ricchezza di strutture. Naturalmente TdG doveva anche facilitare la creazione di un vivaio, elemento che ha tardato ad entrare a regime.

Tutto ciò é stato cancellato negli ultimi due anni, con il Catania ridotto, a quanto sta emergendo, a cercare finanziatori  fra gli squali del calcio. E certo, ora si devono pagare lauti stipendi ai Gillet o a Maniero per convinceri a giocare a Catania, quando ad es un Moretti accucchia 10 Sciaudone e 5 Rinaudo, ed era pronto (certo tutta la storia delle quote degli under degli over, ma anche queste cose vanno programmate). E poi non dimentichiamo che la retrocessione dell'anno scorso con la salvezza a 34 punti non era un evento inevitabile solo che si avesse agito con un minimo di competenza.

Ora spunta che Cosentino é necessario perché amico di Nelio Lucas, che può finanziare il Catania (a quale prezzo?). La trovo proprio una teoria ai limiti dell'insulto alla storia di questa societá e all'intelligenza dei tifosi. Purtroppo per questi signori per 8 lunghi anni abbiamo vissuto una realtá "virtuosa" che ha dimostrato che fare le cose bene é possibile anche a Catania, senza la Doyen o gli arabi.

Pulvirenti, se ci sei batti un colpo.....liberati da questo abbraccio mortale e torna ad essere il Presidente di una squadra di provincia gestita bene e con competenza, con le giuste ambizioni del momento e della realtà, senza sogni fuorvianti tipo europa in 3 anni o altri velleitarismi del genere. I tifosi non aspettano altro.
=D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D>
Bravissimo, non una parola di più ne una di meno. eravamo il caso Catania in positivo, siamo diventati il caso Catania in negativo. >:(
"U mastru"
P.s. Poi vorrei capire una cosa, i primi otto anni solo c.u.l.o, in questi due solo sfortuna? ::)
P.S.2 Oggi hanno arrestato mezza lega Pro, ma la buonanima è ancora a piede libero?

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5435
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re:Pulvirenti cede o non cede? ...to be or no to be!?
« Risposta #213 il: 20 Maggio 2015, 10:02:07 am »
Pulvirenti disse una volta che quando cominciarono a costruire TdG nemmeno sapevano cosa stavano facendo.  Di certo era un cavallo di battaglia più di LM che suo e di sicuro è più facile gestirlo in A e molto più problematico farlo in B. Per es. Cantarutti, dopo averlo visitato, mi confidò che era rimasto colpito soprattutto perché I costi di gestione li immaginava spropositati, e ricordiamoci che ha un passato da dirigente oltre  che da calciatore.
Cmq finire nelle mani dei moderni strozzini brasiliani non è affatto una prospettiva buona. Mi conforta che Lodato pensi che si stia cercando una persona in grado di gestire il gruppo. Mi sconforta che non la si sia trovata a questo punto,  quando si devono gettare le basi x la prossima stagione.
Parlano bene di un tale Fusco, cacciato dal Bologna x far posto a Corvino quando o felsinei erano secondi.

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2410
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Pulvirenti cede o non cede? ...to be or no to be!?
« Risposta #214 il: 20 Maggio 2015, 10:38:40 am »
Bua, sul fatto che Pulvirenti non sapesse cosa stava facendo, sorvoliamo. Identici, se non più pesanti (ricordiamoci che fine fece la Reggiana, prima societá di calcio italiana piccola, a costruirsi uno stadio di proprietá) , problemi ci sarebbero anche nel caso in cui si fossero imbarcati nella costruzione dello stadio. In entrambi i casi ci dev'essere una sostenibilitá economica e per TdG c'era, anche in B, a patto che si gestisse bene la situazione.

Comunque sul tema sono stati fatti studi scientifici da parte dell'Universitá di Palermo, facoltá di Economia, Corso di studi in Management dello sport e delle attivitá motorie. I bilanci del Catania (periodo Lo Monaco) sono stati analizzati in maniera approfondita con metodo scientifico, non impressioni. E i giudizi (mi consta personalmente) sono lusinghieri. Basta andare a Palermo all'universitá ed intervistare le persone che se ne sono occupate.
« Ultima modifica: 20 Maggio 2015, 11:01:15 am da vasco »

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5435
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re:Pulvirenti cede o non cede? ...to be or no to be!?
« Risposta #215 il: 20 Maggio 2015, 12:47:31 pm »
Ma che I bilanci fino allo scorso anno fossero buoni non ne dubito.  Ovviamente una struttura che ancora pesa sulle uscite perché non è ancora stata pagata in B potrebbe essere un problema.  D'altra parte lo fu anche x la Reggina, mi risulta: uno dei motivi per cui Foti non ha potuto vendere.  Diverso sarebbe stato se la retrocessione fosse avvenuta a mutuo estinto.
Comunque quello che mi preoccupa è che ci si metta in mano ai fondi a prescindere dal motivo.
Ci dirà qualcosa in proposito?  Ci dirà la verità in proposito? 

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2410
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Pulvirenti cede o non cede? ...to be or no to be!?
« Risposta #216 il: 20 Maggio 2015, 01:12:00 pm »
A certe condizioni la struttura sarebbe sostenibile anche in B. Ovviamente se si retrocede senza alcun valido motivo tecnico (salvezza a 34 punti per una squadra che l'anno prima ne aveva messi assiema 56), se, anziché una pronta risalita, (per la quale era previsto un parco giocatori di categoria già in proprietá che invece viene svenduto) si lotta per salvare la categoria e si vanifica il paracadute con stipendi fuori mercato a sedicenti campioni, allora tutto diventa insostenibile, non solo la rata del mutuo del centro sportivo.
Comunque non si trattava solo di bilanci tecnicamente a posto, ma di bilanci per così dire "virtuosi", da dove si evincevano le voci in grado di autofinanziare la societá e di sostenerne gli investimenti.

Offline garreccio

  • Utente
  • *****
  • Post: 1762
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Pulvirenti cede o non cede? ...to be or no to be!?
« Risposta #217 il: 20 Maggio 2015, 03:11:56 pm »
Ci sarebbe qualcuno di buon cuore disposto pazientemente a fare un riassunto delle posizioni contrattuali del parco giocatori del Catania? Scadenze? Titolo giuridico (proprietà, prestito, etc.)Stipendi?
Così, giusto per capire con quali prospettive si potrà affrontare la prossima stagione...sia essa in B, in C o in D...
Thanks  ;-) ;-)
 

Offline santopesaro

  • Utente
  • *****
  • Post: 4052
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Pulvirenti cede o non cede? ...to be or no to be!?
« Risposta #218 il: 20 Maggio 2015, 07:09:20 pm »
Pulvirenti disse una volta che quando cominciarono a costruire TdG nemmeno sapevano cosa stavano facendo.  Di certo era un cavallo di battaglia più di LM che suo e di sicuro è più facile gestirlo in A e molto più problematico farlo in B. Per es. Cantarutti, dopo averlo visitato, mi confidò che era rimasto colpito soprattutto perché I costi di gestione li immaginava spropositati, e ricordiamoci che ha un passato da dirigente oltre  che da calciatore.
Cmq finire nelle mani dei moderni strozzini brasiliani non è affatto una prospettiva buona. Mi conforta che Lodato pensi che si stia cercando una persona in grado di gestire il gruppo. Mi sconforta che non la si sia trovata a questo punto,  quando si devono gettare le basi x la prossima stagione.
Parlano bene di un tale Fusco, cacciato dal Bologna x far posto a Corvino quando o felsinei erano secondi.

Bua scusami iu nesciu pazzu.Ma i soddi cu ci misi 8|.

Ma secunnu tia succomu era il cavallo di battaglia del Vate ,Pulvirenti ppi fallu cuntentu ci rissi"teni cca petru acchiappa sti 60 milioni ie facci chiddu ca ti pari"

Certo mi sembra di leggere cose surreali 8|

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Pulvirenti cede o non cede? ...to be or no to be!?
« Risposta #219 il: 20 Maggio 2015, 07:21:26 pm »
Ci sarebbe qualcuno di buon cuore disposto pazientemente a fare un riassunto delle posizioni contrattuali del parco giocatori del Catania? Scadenze? Titolo giuridico (proprietà, prestito, etc.)Stipendi?
Così, giusto per capire con quali prospettive si potrà affrontare la prossima stagione...sia essa in B, in C o in D...
Thanks  ;-) ;-)
 
..garry..più informato è Aldo...comunque,sono tutti di proprietà o venuti con la formula del prestito con obbligo di riscatto (Schiavi Ceccarelli e Sciaudone)..perciò virtualmente sono di nostra proprietà , a meno che questo prestito si esercita diversamente...
Molti dei nuovi venuti(Gillet, Belmonte e Coppola ) hanno contratti pluriennali (2016-2017) ed il proble ma sarà come collocarli per una eventuale vendita(?)...credo che Cosentino sia bonu sulu ppi chissu
CATANIA USQUE AD FINEM

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Pulvirenti cede o non cede? ...to be or no to be!?
« Risposta #220 il: 20 Maggio 2015, 07:37:41 pm »
Pulvirenti disse una volta che quando cominciarono a costruire TdG nemmeno sapevano cosa stavano facendo.  Di certo era un cavallo di battaglia più di LM che suo e di sicuro è più facile gestirlo in A e molto più problematico farlo in B. Per es. Cantarutti, dopo averlo visitato, mi confidò che era rimasto colpito soprattutto perché I costi di gestione li immaginava spropositati, e ricordiamoci che ha un passato da dirigente oltre  che da calciatore.
Cmq finire nelle mani dei moderni strozzini brasiliani non è affatto una prospettiva buona. Mi conforta che Lodato pensi che si stia cercando una persona in grado di gestire il gruppo. Mi sconforta che non la si sia trovata a questo punto,  quando si devono gettare le basi x la prossima stagione.
Parlano bene di un tale Fusco, cacciato dal Bologna x far posto a Corvino quando o felsinei erano secondi.

Bua scusami iu nesciu pazzu.Ma i soddi cu ci misi 8|.

Ma secunnu tia succomu era il cavallo di battaglia del Vate ,Pulvirenti ppi fallu cuntentu ci rissi"teni cca petru acchiappa sti 60 milioni ie facci chiddu ca ti pari"

Certo mi sembra di leggere cose surreali 8|
Santo...molto spesso ci si dimentica che Pulvirenti è un imprenditore...poi, siccome PLM è tornato di moda ,è tornato prepotentemente alla ribalta per la ritrovata notorietà ed abile intenditore di calciatori argentini( Zavagno, Messera, roba di prima qualità), ora è pure ideatore delle cose buone fatte dalla società durante la sua esperienza a Catania...i puppittuni semu sulu nuatri, tutti l'autri su spetti e sanu tutti cosi..
CATANIA USQUE AD FINEM

Offline LUIS

  • Utente
  • ****
  • Post: 893
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Pulvirenti cede o non cede? ...to be or no to be!?
« Risposta #221 il: 20 Maggio 2015, 08:38:39 pm »
Pulvirenti disse una volta che quando cominciarono a costruire TdG nemmeno sapevano cosa stavano facendo.  Di certo era un cavallo di battaglia più di LM che suo e di sicuro è più facile gestirlo in A e molto più problematico farlo in B. Per es. Cantarutti, dopo averlo visitato, mi confidò che era rimasto colpito soprattutto perché I costi di gestione li immaginava spropositati, e ricordiamoci che ha un passato da dirigente oltre  che da calciatore.
Cmq finire nelle mani dei moderni strozzini brasiliani non è affatto una prospettiva buona. Mi conforta che Lodato pensi che si stia cercando una persona in grado di gestire il gruppo. Mi sconforta che non la si sia trovata a questo punto,  quando si devono gettare le basi x la prossima stagione.
Parlano bene di un tale Fusco, cacciato dal Bologna x far posto a Corvino quando o felsinei erano secondi.

Bua scusami iu nesciu pazzu.Ma i soddi cu ci misi 8|.

Ma secunnu tia succomu era il cavallo di battaglia del Vate ,Pulvirenti ppi fallu cuntentu ci rissi"teni cca petru acchiappa sti 60 milioni ie facci chiddu ca ti pari"

Certo mi sembra di leggere cose surreali 8|


Non riesco a comprendere tutta questa polemica per nulla.

Io ho semplicemente scritto che l'idea è stata di Lo monaco perché con l'ex direttore del catania ho avuto modo di parlare personalmente quando era ad acireale e già allora era fissato con questo centro sportivo, ma questa è una cosa risaputa da tutti.

E' naturale che senza l'approvazione di pulvirenti lo monaco non poteva fare nulla ma io ho sempre scritto la parola " ideatore " e non " finanziatore ".

Non penso di aver scritto cose surreali.
 

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Pulvirenti cede o non cede? ...to be or no to be!?
« Risposta #222 il: 20 Maggio 2015, 08:51:34 pm »
Pulvirenti disse una volta che quando cominciarono a costruire TdG nemmeno sapevano cosa stavano facendo.  Di certo era un cavallo di battaglia più di LM che suo e di sicuro è più facile gestirlo in A e molto più problematico farlo in B. Per es. Cantarutti, dopo averlo visitato, mi confidò che era rimasto colpito soprattutto perché I costi di gestione li immaginava spropositati, e ricordiamoci che ha un passato da dirigente oltre  che da calciatore.
Cmq finire nelle mani dei moderni strozzini brasiliani non è affatto una prospettiva buona. Mi conforta che Lodato pensi che si stia cercando una persona in grado di gestire il gruppo. Mi sconforta che non la si sia trovata a questo punto,  quando si devono gettare le basi x la prossima stagione.
Parlano bene di un tale Fusco, cacciato dal Bologna x far posto a Corvino quando o felsinei erano secondi.

Bua scusami iu nesciu pazzu.Ma i soddi cu ci misi 8|.

Ma secunnu tia succomu era il cavallo di battaglia del Vate ,Pulvirenti ppi fallu cuntentu ci rissi"teni cca petru acchiappa sti 60 milioni ie facci chiddu ca ti pari"

Certo mi sembra di leggere cose surreali 8|


Non riesco a comprendere tutta questa polemica per nulla.

Io ho semplicemente scritto che l'idea è stata di Lo monaco perché con l'ex direttore del catania ho avuto modo di parlare personalmente quando era ad acireale e già allora era fissato con questo centro sportivo, ma questa è una cosa risaputa da tutti.

E' naturale che senza l'approvazione di pulvirenti lo monaco non poteva fare nulla ma io ho sempre scritto la parola " ideatore " e non " finanziatore ".

Non penso di aver scritto cose surreali.
.. a si, veru..ad Acireale, quando ancora non era nella mente di Dio che Pulvirenti venisse a Catania...
...non è surreale: è na minkiata
CATANIA USQUE AD FINEM

Offline LUIS

  • Utente
  • ****
  • Post: 893
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Pulvirenti cede o non cede? ...to be or no to be!?
« Risposta #223 il: 20 Maggio 2015, 09:00:23 pm »
Pulvirenti disse una volta che quando cominciarono a costruire TdG nemmeno sapevano cosa stavano facendo.  Di certo era un cavallo di battaglia più di LM che suo e di sicuro è più facile gestirlo in A e molto più problematico farlo in B. Per es. Cantarutti, dopo averlo visitato, mi confidò che era rimasto colpito soprattutto perché I costi di gestione li immaginava spropositati, e ricordiamoci che ha un passato da dirigente oltre  che da calciatore.
Cmq finire nelle mani dei moderni strozzini brasiliani non è affatto una prospettiva buona. Mi conforta che Lodato pensi che si stia cercando una persona in grado di gestire il gruppo. Mi sconforta che non la si sia trovata a questo punto,  quando si devono gettare le basi x la prossima stagione.
Parlano bene di un tale Fusco, cacciato dal Bologna x far posto a Corvino quando o felsinei erano secondi.

Bua scusami iu nesciu pazzu.Ma i soddi cu ci misi 8|.

Ma secunnu tia succomu era il cavallo di battaglia del Vate ,Pulvirenti ppi fallu cuntentu ci rissi"teni cca petru acchiappa sti 60 milioni ie facci chiddu ca ti pari"

Certo mi sembra di leggere cose surreali 8|


Non riesco a comprendere tutta questa polemica per nulla.

Io ho semplicemente scritto che l'idea è stata di Lo monaco perché con l'ex direttore del catania ho avuto modo di parlare personalmente quando era ad acireale e già allora era fissato con questo centro sportivo, ma questa è una cosa risaputa da tutti.

E' naturale che senza l'approvazione di pulvirenti lo monaco non poteva fare nulla ma io ho sempre scritto la parola " ideatore " e non " finanziatore ".

Non penso di aver scritto cose surreali.
.. a si, veru..ad Acireale, quando ancora non era nella mente di Dio che Pulvirenti venisse a Catania...
...non è surreale: è na minkiata


Se la discussione si mette su questo livello è inutile continuare...........................

Offline santopesaro

  • Utente
  • *****
  • Post: 4052
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Pulvirenti cede o non cede? ...to be or no to be!?
« Risposta #224 il: 20 Maggio 2015, 10:42:20 pm »
Ed infatti e' inutile continuare con questa gara a valorizzare e deprezzare

Come tutti possono leggere in passato ho lodato il Vate.Ma piu' di lui si deve lodare Pulvirenti,per averlo scelto,messo nelle condizioni di esprimersi al massimo e averlo difeso quannu tutti u vuleunu mottu(o ci siamo dimenticati lo stadio ca ci cantava o visto il direttore con mille lire in mano....o accattiti i miricini)

Quindi che razza di discussioni sono queste?

Ora Pulvirenti merita critiche a iosa.Non la distruzione del personaggio.

Ma capisco che e' complicato a Ct