Autore Topic: Catania Brescia  (Letto 12205 volte)

Offline marco-69

  • Utente
  • *****
  • Post: 2541
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania Brescia
« Risposta #90 il: 21 Dicembre 2014, 03:47:27 pm »
Solo per gli Auguri.
Che sia un Natale Sereno e tranquillo con le Vostre Famiglie.
Di questa squadra...di questa societa'...non vale la pena parlare..
Non piu'.

Offline Davide da Miami

  • Utente
  • *****
  • Post: 1174
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania Brescia
« Risposta #91 il: 21 Dicembre 2014, 04:54:38 pm »
Citazione
Oggi ci è andata bene ad incontrare un squadra come il Brescia che ha più problemi del Catania. Con un altro avversario l'avremmo persa.

Concordo, qualunque altra squadra, contro la primavera con qualche fuori quota,
perchè questo ieri era la nostra squadra
, avrebbe vinto a mani basse, mentre invece abbiamo quasi "rischiato" di vincerla, cosa non accaduta anche grazie a qualcuno che anzichè far uscire Leto, che passeggiava in campo, fa uscire Cani, il migliore in attacco fino a quel momento, e si è guardato bene, in questo emulando il suo predecessore, di mettere un difensore di ruolo, anche se ragazzino, in modo da far giocare ciascuno al suo posto, Sauro centrale, Parisi a destra, Rinaudo a centrocampo.

Ivan il Brescia ha iniziato la gara con un under 21 in più rispetto a quelli nostri (Coly, H'Maidat e Morosini contro i nostri Parisi e Odjer). Non vedo perché l'impiego di un giovane da parte del Catania debba essere considerato un fatto straordinario e penalizzante piuttosto che come un evento di normale gestione tecnica durante una stagione lunga e logorante come il campionato di Serie B.

D'accordissimo che c'erano troppi giocatori fuori ruolo, ma credo proprio che avendo avuto la possibilità di dirigere solo la seduta di rifinitura pre-partita, Pellegrino abbia mandato in campo la formazione provata da Sannino. Sicuramente ha sbagliato a fare uscire Cani che stava giocando molto bene, per fare entrare Jankovic per farlo giocare sulla fascia. Semmai avrebbe dovuto far subentrare Marcelinho per giocare esterno d'attacco sinistro, per così inchiodare sulla linea difensiva il loro terzino destro (Scaglia) che ci stava martellando con le sue discese sulla fascia.

Pellegrino è stato anche sfortunato con l'infortunio di Odjer il quale ha dovuto gioco forza rimpiazzarlo con il deludente Garufi. Credo che l'ultimo cambio sia stato ininfluente visto che è stata effettuata nei minuti di recupero, anche se Pellegrino è stato bacchettato dalla stampa per aver fatto uscire Calaiò piuttosto che Leto.

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania Brescia
« Risposta #92 il: 21 Dicembre 2014, 06:31:51 pm »
Casorezzo (MI), 20 Dicembre 2014
Caro Giuseppe,
 dici che era Escalante e non Chrapek? Non mi pare, ma ero concentrato sullo sbaglio più che sull'autore della mischiata, cioè del goal che non si è materializzato. Ciao,
Marco Tullio
..ti chiedo scusa...hai ragione, il gol divorato era di Chrapek e non di Escalante...ho rivisto le immagine nella registrazione ...ero stato indotto nell'errore dai due miei vicini di posto...ciao  ;-)
CATANIA USQUE AD FINEM

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania Brescia
« Risposta #93 il: 21 Dicembre 2014, 07:21:30 pm »

Concordo, qualunque altra squadra, contro la primavera con qualche fuori quota,
perchè questo ieri era la nostra squadra, avrebbe vinto a mani basse, mentre invece abbiamo quasi "rischiato" di vincerla, cosa non accaduta anche grazie a qualcuno che anzichè far uscire Leto, che passeggiava in campo, fa uscire Cani, il migliore in attacco fino a quel momento, e si è guardato bene, in questo emulando il suo predecessore, di mettere un difensore di ruolo, anche se ragazzino, in modo da far giocare ciascuno al suo posto, Sauro centrale, Parisi a destra, Rinaudo a centrocampo.
Ma lui, Pellegrino, come giustamente, e lo dico senza ironia, è un professionista stipendiato dalla società, e quindi deve attenersi a determinate disposizioni, e non mi sento di criticarlo per questo.


E proprio dell'opportunità di schierare gli uomini nel loro ruolo naturale si discuteva in curva con Pape Satan...piuttosto che togliere Leto , che fin là non aveva fatto male, bastava far uscire Escalante ,che stava fitennu vivu, e al posto suo far entrare il difensore di sinistra Ramos con conseguente dirottamento di Parisi a destra, anche se nella Primavera in qualche apparizione aveva occupato la fascia di sinistra, di Sauro a centrale di destra e Rinaudo nel suo ruolo naturale di centrocampista....ma siccome, piuttosto che fare gli allenatori, ai nostri piace fare gli "equilibristi" ecco che puntualmente....si cade nella kakka...e poi, l'hai capito chi doveva dare manforte a Parisi ? il giovane difensore andava in sofferenza in quanto sistematicamente si trovava nella terra di nessuno in mezzo a due avversari che lo prendevano d'infilata....credo che i centrocampisti siano condizionati negativamente dalle prestazioni davvero disarmanti del reparto difensivo ...una banda del buco, e il suo anello debole, dispiace dirlo, è Spolli...l'uomo da cui ci saremmo aspettati qualcosa in piu' di quello che finora ha fatto....   
Ivan, poi, concordo sull'allenatore che, oltre alla qualifica di "tecnico", necessariamente deve avere anche personalità e carattere, e senza condizionamenti deve poter applicare le sue metodologie di lavoro e gestione dell'organico. Ieri ho visto una squadra senza anima e mi sarei aspettato appunto per  quello che è successo in settimana una prestazione piena di rabbia...e l'allenatore che verrà, se verrà, dovrà lavorare nella testa, e poi l'applicazione degli schemi e delle tattiche saranno una naturale conseguenza...
Oggi, però,quasi nella totalità, gli allenatori sono aziendalisti e malvolentieri le società si piegano alla volontà dell'allenatore accettando nomi, piuttosto si indicano i ruoli che ritengono carenti  e che abbisognano di cambi. Aspettiamoci, quindi, una sessione riparatrice di mercato non all'altezza delle aspettative di noi tifosi....
     
CATANIA USQUE AD FINEM

Offline Davide da Miami

  • Utente
  • *****
  • Post: 1174
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania Brescia
« Risposta #94 il: 23 Dicembre 2014, 05:56:15 am »

...e poi, l'hai capito chi doveva dare manforte a Parisi ? il giovane difensore andava in sofferenza in quanto sistematicamente si trovava nella terra di nessuno in mezzo a due avversari che lo prendevano d'infilata....credo che i centrocampisti siano condizionati negativamente dalle prestazioni davvero disarmanti del reparto difensivo ...una banda del buco, e il suo anello debole, dispiace dirlo, è Spolli...l'uomo da cui ci saremmo aspettati qualcosa in piu' di quello che finora ha fatto....   

GP se è per questo il povero Parisi aveva tre uomini, non due, da controllare: l'attaccante Morosini (il suo uomo), il centrocampista Bentivoglio (che Chrapek guardava da lontano) e il terzino Scaglia (che i nostri esterni d'attacco che si sono alternati a sinistra non seguivano mai nelle sue frequenti discese sulla fascia). È stato proprio quest'ultimo che ci ha creato più grattacapi di tutti.

Per quanto riguarda Spolli, credo che il nostro capitano quest'anno non abbia giocato neanche una partita al massimo della condizione fisica. Forse Spolli non ha mai raggiunto nemmeno il 50% della condizione fisica quest'anno tra un infortunio muscolare e una frattura al piede. Io lo fermerei per un certo periodo di tempo, almeno fin quando non avrà raggiunto una forma fisica accettabile, perché così come stanno le cose, da un lato accucchia mala cumpassa supra mala cumpassa, e dall'altro lato è assolutamente deleterio per la nostra squadra. Credo che anche un esordiente assoluto come Berezny o con pochi minuti sulle spalle come Carillo possano dare di più dello Spolli attuale.