Autore Topic: Catania 2012/13: L'ALLENATORE  (Letto 21699 volte)

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania 2012/13: L'ALLENATORE
« Risposta #75 il: 09 Giugno 2012, 01:08:01 pm »
*** p..... pensavo che mio fratello Thor iera u chiu lastimiusu ed invece parlando con lui mi sono risollevato dopo aver letto questi topic 8|

Incredibile veramente

Poi Pea e Serena((andatevi a rileggere il suo curriculum) avaia carusi ma facemu i seri.

Per non parlare di Marcolin,assurdo che questi allenatori diano piu' garanzie di un Maran(che a me non piace beninteso)

Se poi ogni volta che esce una voce di calciomercato devono smentirla individualmente passerebbero piu' tempo in televisione di berlusconi :-D.Avaia ca tagghiatala

Hanno gia' espressamente detto che partono solo per soldoni veri.Quindi cosa volete?

Per non parlare che fino all'inizio anno Marchese era bollato a tipo il peggior De Martis.

Il Catanese .Numero uno.



Mi tengo ben stretto Scaltriti se possibile.Tifoso da una vita.

Dentro Cammarata.Questo e' un grande acquisto organizzativo.

Ooooohhhhhh finalmente il Santo che piace a meeeee!!!  =D> =D> =D> ...quoto e straquoto Fratello!

E ancora nessuno riesce a rispondermi sul come kaiserslauteren fate a lastimiarvi senza che ancora la gente metta mano...comeeeee!!!?? :-D :-D
Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania 2012/13: L'ALLENATORE
« Risposta #76 il: 09 Giugno 2012, 01:14:30 pm »

Liberi di pensarla,caro Gasp,come ad ognuno di noi conviene :le libere interpretazioni,specie nel pensiero variegato del calcio,sono anch'esse rappresentazioni o manifestazioni di una corretta democrazia.
Voglio,pero',precisarti alcuni punti su cui IO mi sono soffermato, senza per questo scomodare placidi ricordi o fatti episodici relativi a una partita o a una stagione,dopodiche' mi sentiro' dispensato dal rispondere in quanto ritengo chiuso l'argomento.Siamo andati un po' fuori OT   8D.
Il chiarimento e' pero' d'obbligo in quanto puo' essere che sia stato frainteso o piu' probabile ancora che non abbia esposto concettualmente bene le mie argomentazioni.
Se abbiamo chiaro il concetto di rendimento costante e continuato nel tempo, unitamente all'elencazione di requisiti tecno-fisici di cui facevo cenno sopra, non possiamo accettare il postulato che una o due partite oppure ancora un intero campionato di serie B possano essere sufficienti a garantire le qualita' e il diritto di figurare al meglio in serie A.
Un breve cenno storico per i soggetti argomentati credo si debba fare, e' quasi d'obbligo vederne gli sviluppi nel tempo. Bisogna,per questo, ricordare che Pantanelli dopo l'esperienza Cagliari e la promozione in serie A fu lasciato libero di accasarsi da noi dove contribui' splendidamente anche alla nostra promozione in massima serie. Anche io non ho perso la memoria storica e credo come te che  gli episodi positivi arricchiscono e possono completare certamente la carriera di un atleta,ma non posso dimenticarne le papere e le sue cappellate..e la fine all'Avellino,dove lo fecero accomodare in panchina..e poi,quel sospetto della procura di Siracusa...avaia va..
Nel 1982 ero in Spagna a seguire quel mundial ed ho ancora nella mente la parata sulla linea di porta di Zoff nei minuti finali contro il Brasile,mi pare su colpo di testa schiacciato di Cerezo.Fu l'episodio principe che ci permise poi di vincere con merito quella competizione. Ma mi domando, se il pörtiere azzurro si fosse fermato a quell'episodio determinante per farci vincere il Mondiale e non avesse dimostrato prima e dopo la sua grande perizia di numero uno, sarebbe stato bastevole a consacrarlo forse il miglior portiere della storia del calcio italiano?
Un portiere come ogni atleta va giudicato contestualmente al rendimento nel tempo e alla categoria,gli episodi non possono esaltare (vedi Zoff) o mortificare la carriera(vedi rigori sbagliati Baresi e Baggio USA),tutto va contemplato nello svolgimento temporale e i risultati o le graduatorie di merito si fanno solo alla fine.
Anche Bizzarri,forse il migliore del lotto,non mi dava assoluta sicurezza,timore poi confermato alla Lazio dove per qualche tempo fini' addirittura di fare il terzo portiere senza trovare mai credito in nessun allenatore laziale.Tutta gente lasciata libera senza alcuna contropartita sia essa tecnica che in denaro.Che senso avrebbe avuto tutto questo se la societa' ci avesse veramente creduto?
La societa' ha cercato di fare del suo meglio ma questo non mi esime certo dal giudicarla e dal constatare che lo ha fatto con scarsi risultati malgrado la sua buona volonta'....Gaspare semu ancora ncecca di  mputteri...semu ancora a "cummari mu cancia l'ovu?  :-D.....
Ciao, compagno  ;-)

 8-) ...va bè...adesso I FATTI sono libera interpretazione di una corretta democrazia  :-D  e pi futtuna sugnu ju chiù duru do puppu... 8D

Mi cuntasti tutta la favola del calcio mondiale...per non dire nulla e soprattutto non dimostrare niente  :-D :-D

Sarebbe bastato dirmi che A TE i portieri che abbiamo avuto nell'era Lo Monaco non ti sono piaciuti.Punto.

Senza offesa...ci facevi cchiu cumpassa! :-D
Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania 2012/13: L'ALLENATORE
« Risposta #77 il: 09 Giugno 2012, 02:34:37 pm »

Liberi di pensarla,caro Gasp,come ad ognuno di noi conviene :le libere interpretazioni,specie nel pensiero variegato del calcio,sono anch'esse rappresentazioni o manifestazioni di una corretta democrazia.
Voglio,pero',precisarti alcuni punti su cui IO mi sono soffermato, senza per questo scomodare placidi ricordi o fatti episodici relativi a una partita o a una stagione,dopodiche' mi sentiro' dispensato dal rispondere in quanto ritengo chiuso l'argomento.Siamo andati un po' fuori OT   8D.
Il chiarimento e' pero' d'obbligo in quanto puo' essere che sia stato frainteso o piu' probabile ancora che non abbia esposto concettualmente bene le mie argomentazioni.
Se abbiamo chiaro il concetto di rendimento costante e continuato nel tempo, unitamente all'elencazione di requisiti tecno-fisici di cui facevo cenno sopra, non possiamo accettare il postulato che una o due partite oppure ancora un intero campionato di serie B possano essere sufficienti a garantire le qualita' e il diritto di figurare al meglio in serie A.
Un breve cenno storico per i soggetti argomentati credo si debba fare, e' quasi d'obbligo vederne gli sviluppi nel tempo. Bisogna,per questo, ricordare che Pantanelli dopo l'esperienza Cagliari e la promozione in serie A fu lasciato libero di accasarsi da noi dove contribui' splendidamente anche alla nostra promozione in massima serie. Anche io non ho perso la memoria storica e credo come te che  gli episodi positivi arricchiscono e possono completare certamente la carriera di un atleta,ma non posso dimenticarne le papere e le sue cappellate..e la fine all'Avellino,dove lo fecero accomodare in panchina..e poi,quel sospetto della procura di Siracusa...avaia va..
Nel 1982 ero in Spagna a seguire quel mundial ed ho ancora nella mente la parata sulla linea di porta di Zoff nei minuti finali contro il Brasile,mi pare su colpo di testa schiacciato di Cerezo.Fu l'episodio principe che ci permise poi di vincere con merito quella competizione. Ma mi domando, se il pörtiere azzurro si fosse fermato a quell'episodio determinante per farci vincere il Mondiale e non avesse dimostrato prima e dopo la sua grande perizia di numero uno, sarebbe stato bastevole a consacrarlo forse il miglior portiere della storia del calcio italiano?
Un portiere come ogni atleta va giudicato contestualmente al rendimento nel tempo e alla categoria,gli episodi non possono esaltare (vedi Zoff) o mortificare la carriera(vedi rigori sbagliati Baresi e Baggio USA),tutto va contemplato nello svolgimento temporale e i risultati o le graduatorie di merito si fanno solo alla fine.
Anche Bizzarri,forse il migliore del lotto,non mi dava assoluta sicurezza,timore poi confermato alla Lazio dove per qualche tempo fini' addirittura di fare il terzo portiere senza trovare mai credito in nessun allenatore laziale.Tutta gente lasciata libera senza alcuna contropartita sia essa tecnica che in denaro.Che senso avrebbe avuto tutto questo se la societa' ci avesse veramente creduto?
La societa' ha cercato di fare del suo meglio ma questo non mi esime certo dal giudicarla e dal constatare che lo ha fatto con scarsi risultati malgrado la sua buona volonta'....Gaspare semu ancora ncecca di  mputteri...semu ancora a "cummari mu cancia l'ovu?  :-D.....
Ciao, compagno  ;-)

 8-) ...va bè...adesso I FATTI sono libera interpretazione di una corretta democrazia  :-D  e pi futtuna sugnu ju chiù duru do puppu... 8D

Mi cuntasti tutta la favola del calcio mondiale...per non dire nulla e soprattutto non dimostrare niente  :-D :-D

Sarebbe bastato dirmi che A TE i portieri che abbiamo avuto nell'era Lo Monaco non ti sono piaciuti.Punto.

Senza offesa...ci facevi cchiu cumpassa! :-D
...repetita juvant..tu rissi...punti di vista...
Puo' essere,forse e' un mio limite,ma anche tu sei bravo a sostenere o dimostrare il nulla ...se non altro di essere sempre dalla parte giusta !  =D>
Complimenti per la perspicacia, hai fatto centro !..effettivamente non si capiva che non mi erano piaciuti i portieri dell'era Lo Monaco  8D  :-D
Ciao
CATANIA USQUE AD FINEM

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2436
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania 2012/13: L'ALLENATORE
« Risposta #78 il: 09 Giugno 2012, 03:06:01 pm »

Nel 1982 ero in Spagna a seguire quel mundial ed ho ancora nella mente la parata sulla linea di porta di Zoff nei minuti finali contro il Brasile,mi pare su colpo di testa schiacciato di Cerezo.Fu l'episodio principe che ci permise poi di vincere con merito quella competizione.
 

Intervengo nella discussione, rimanendo off topic, non tanto per parlare dei portieri (comunque il Pantanelli della promozione e della prima metà del campionato 2006 - 2007 secondo me aveva fatto bene il suo dovere), quanto per una curiosità legata a quella indimenticabile partita giocata dall'Italia ai mondiali del 1982 contro quello che, secondo me, è stato il più forte Brasile di sempre: non ricordo una squadra avere una tale concentrazione di fuoriclasse dell'epoca. Un calcio d'altri tempi quando non c'erano le signorine di oggi che appena sfiorate si buttano a terra; quando un duello fisico mai cattivo o tendente a fare male, Gentile - Zico esaltava il pubblico e nobilitava il calcio.

Comunque veniamo alla curiosità. Il colpo di testa su cui Zoff effettuò quella sontuosa parata all'ultimo minuto, secondo quanto scrive il "testimone" oculare Gipì e anche secondo quanto riportato dai giornali dell'epoca, fu di Toninho Cerezo.
Io vidi quella partita in tv e forse preso dall'emozione del momento non mi interessò più di tanto sapere chi fosse stato l'autore del colpo di testa. La cosa importante era stata la parata sulla linea.
Oggi, rivedendo le immagini non mi sembra che a colpire fu Cerezo ma, forse, lo stopper Oscar. Certamente in quella zona di campo non si vedono i proverbiali baffi di Cerezo.
Chi fu a colpire quella palla? Chiedo agli "anziani"  :-))

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania 2012/13: L'ALLENATORE
« Risposta #79 il: 09 Giugno 2012, 04:28:07 pm »
..Vasco,in verita' sono uno di memoria corta ,se ci metti poi la legittima tensione e il patos degli ultimi minuti diventa tutto piu' nebuloso. Mi pare che non fu Cerezo,come mi sembro' in quel momento, a colpire di testa il pallone destinato alla sinistra in basso del palo della porta di Zoff ( a proposito poi giro' a Catania una frase famosa coniata dall'indimenticabile presidente Massimino a proposito della magnifica parata di Zoff sul palo di sinistra: e frati quali si stiro' 'ndel palo Zoff di sinistra... o qualcosa del genere di italiano maccheronico) ma le immagini televisive e wiki dicono che fu Leandro...
Meravigliosi ricordi in una Spagna da pochi anni uscita dal regime franchista,vissuti al Sarria dell'Espanyol di Barcellona e poi festeggiati alle Ramplas della citta' catalana..e continuati per tutto il mese di luglio,mi feci questo regalo, a Ibiza al Q di proprieta' dell'ex centrale madridista Santamaria,dove ho anche conosciuto, in quelle "notti calde", Sandy Marton e Niki Lauda con la moglie Martine che avevano casa nell'ex isola hippy...che bellezza..e che bonta' ;-)   
« Ultima modifica: 09 Giugno 2012, 04:39:50 pm da GPalermo1954 »
CATANIA USQUE AD FINEM

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2436
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania 2012/13: L'ALLENATORE
« Risposta #80 il: 09 Giugno 2012, 04:46:15 pm »
.... ma le immagini televisive e wiki dicono che fu Leandro...
Meravigliosi ricordi in una Spagna da pochi anni uscita dal regime franchista,vissuti al Sarria dell'Espanyol di Barcellona e poi festeggiati alle Ramplas della citta' catalana..e continuati per tutto il mese di luglio,mi feci questo regalo, a Ibiza al Q di proprieta' dell'ex centrale madridista Santamaria,dove ho anche conosciuto durante quelle notti calde Sandy Marton e Niki Lauda con la moglie Martine che avevano casa nell'ex isola hippy...che bellezza..e che bonta' ;-)   

In un wiki su José Oscar Bernardi dicono che fu lui a colpire di testa. Martellini sul momento, questo lo ricordo benissimo, disse che fu Paulo Isidoro (ci sono in giro anche dei video con il commento originale del grande telecronista) ma sicuramente non fu lui in quanto chiaramente distinguibile perchè era un giocatore di colore. Vediamo se altri si ricordano....

Concordo con te sulla bellezza di Barcellona. Una città in cui sono stato tanti anni fa (prima delle olimpiadi) e che mi diede subito l'impressione di essere a casa: una Catania in grande.

Offline cantarutti72

  • Utente
  • *****
  • Post: 1365
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania 2012/13: L'ALLENATORE
« Risposta #81 il: 09 Giugno 2012, 06:32:17 pm »
..Vasco,in verita' sono uno di memoria corta ,se ci metti poi la legittima tensione e il patos degli ultimi minuti diventa tutto piu' nebuloso. Mi pare che non fu Cerezo,come mi sembro' in quel momento, a colpire di testa il pallone destinato alla sinistra in basso del palo della porta di Zoff ( a proposito poi giro' a Catania una frase famosa coniata dall'indimenticabile presidente Massimino a proposito della magnifica parata di Zoff sul palo di sinistra: e frati quali si stiro' 'ndel palo Zoff di sinistra... o qualcosa del genere di italiano maccheronico) ma le immagini televisive e wiki dicono che fu Leandro...
Meravigliosi ricordi in una Spagna da pochi anni uscita dal regime franchista,vissuti al Sarria dell'Espanyol di Barcellona e poi festeggiati alle Ramplas della citta' catalana..e continuati per tutto il mese di luglio,mi feci questo regalo, a Ibiza al Q di proprieta' dell'ex centrale madridista Santamaria,dove ho anche conosciuto, in quelle "notti calde", Sandy Marton e Niki Lauda con la moglie Martine che avevano casa nell'ex isola hippy...che bellezza..e che bonta' ;-)   
..ragazzi, io sono del 1972, dunque per motivi anagrafici ho vissuto solo di sfuggita quel periodo, quello di inizio anni '80 (sino al 1983) che a sensazione e secondo sbiaditi ricordi dell'epoca credo che in assoluto sia stato il più bello tra le varie epoche post belliche per un ragazzo tra i 17 ed i 25 anni...emancipazione culturale, stupenda musica (io impazzivo per i Police) e tanto, ma tanto libertinismo (in quanto quell'orribile acronimo di quattro lettere ancora non esisteva)...vedi il mitico film dell'estate 1982 (che per me fu un mito adolescenziale) "Summer Lovers" con Daryl Hannah, Peter Gallagher e la francesina Valerie Quennessen (morta poi in un incidente stradale)...Se fosse esistita una macchina del tempo... ;-)
Abbracci
« Ultima modifica: 09 Giugno 2012, 06:35:24 pm da cantarutti72 »
"più tifi strisciato, più sei un siciliano rinnegato !! fuckinmiju "

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania 2012/13: L'ALLENATORE
« Risposta #82 il: 09 Giugno 2012, 06:57:13 pm »
...repetita juvant..tu rissi...punti di vista...
Puo' essere,forse e' un mio limite,ma anche tu sei bravo a sostenere o dimostrare il nulla ...se non altro di essere sempre dalla parte giusta !  =D>
Complimenti per la perspicacia, hai fatto centro !..effettivamente non si capiva che non mi erano piaciuti i portieri dell'era Lo Monaco  8D  :-D
Ciao

 :-D :-D ...pazzesco!! Ma ce ne vuole coraggio!!

Ah...io voglio avere ragione per forza, tu invece no?  :-D :-D

Cioè...prima mi scrivi ca Pantanelli non era cosa di fare il portiere per il look...poi visto che anche altri, e non solo io, ti smentiscono...mi concedi un "ah si effettivamente qualcosa per la promozione in A l'ha fatta"...virando poi in una sorta di "ma va bè che vuoi che sia una promozione in A" pur di non darti per vinto... :-D
Improvvisamente ti ritorna la memoria e ricordi che finì fuori squadra per motivi disciplinari e non come avevi imbracchiato scalzato da Polito...però poi mi cunti di quello che Pantanelli avrebbe combinato in altre squadre...sempre per dimostrare che era scarso... :-D

Stesso dicasi di Bizzarri...per cui per un attimo ti torna la memoria...però, sempre p'impegnu, ti metti  a raccontarmi, secondo te, cosa avrebbe fatto alla Lazio dimenticando o facendo finta (la seconda che ho detto!), che: I° la Lazio se lo prese perchè fece una grandissima stagione con noi (ma tu: suffuru...o anzi mi concedi "forse il meno peggio del lotto") ...II° non appena arrivò a Roma si infortunò in maniera grave, mi pare al crociato, e per questo gli preferirono Muslera...altro che perchè dava poca sicurezza...ca il 18enne Muslera inveci era Dassaiev  :-D

Poi passi ai mondiali dell'82...a Zoff  8|...gli episodi che distinguono un buon portiere...ma ti scuddasti che ti avevo ricordato delle parate fondamentali di Pantanelli a Bologna che valsero la salvezza, che in quel momento equivaleva al Mondiale di Zoff e compagni... :-D

Tutto questo, quando l'argomento è i portieri del Catania...NEL CATANIA...dell'era Lo Monaco, dunque che caz.zo c'azzecca quello che hanno fatto quando sono andati via da qui!!?? ... 8| 8D
Allora in base a questo tuo personalissimo assunto, i Vargas, i Martinez e tutte le altre corpose plusvalenze di questi anni che per motivi vari si sono persi altrove sono tutti dei ce.ssi, no!? :-D :-D

Inkia...ahu...questo sarebbe un ragionamento normale, no!?...e il presuntuoso sono io!?

Pazzesco! :-D
Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania 2012/13: L'ALLENATORE
« Risposta #83 il: 09 Giugno 2012, 07:53:01 pm »
 :-D :-D minkia Gaspare m'arrennu,facisti nfimmi di fantascienza....o di horror,a secondo i punti vista...
Ma chi mi ha smentito e poi con quali motivazioni? mi dici in quale teatro hai visto sta farsa, cosi' posso farmi quattro risate anch'io?
Io, anche se posso sbagliarmi, i giudizi cerco di darli su basi e su parametri  tecnici e non sotto effetto di suggestioni emotive. Hai distorto il contenuto delle mie argomentazioni e hai manipolato e poi strumentalizzato le boutade messe la' per fare colore..mica l'ho giudicato per il look,ho detto solo che per me e' stato un portiere da serie B e come lui anche gli altri; poi,per te e per tanti altri ancora puo' essere meglio di Cech o di Buffon, de gustibus..cosa vuoi  mi possa tangere...ma per favore non mi venire a raccontare di virate e contorsionismi perche' io la barra la tengo sempre dritta e la mia linea di pensiero, checche' tu ne possa pensare, non subisce mutamenti per nesssun motivo..ti pregherei pertanto,per un piu' chiaro e schietto confronto, di attenerti solo a quei parametri a cui io mi riferivo... ::) ::)
Pazzesco..mi facisti peddiri u primu tempu di Olanda-Danimarca  >:(
 
« Ultima modifica: 09 Giugno 2012, 07:56:15 pm da GPalermo1954 »
CATANIA USQUE AD FINEM

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2436
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania 2012/13: L'ALLENATORE
« Risposta #84 il: 09 Giugno 2012, 10:41:22 pm »
Tornando on topic sull'argomento allenatore.

Adesso pare che Maran sia in vantaggio su Marino. La cosa mi sta sembrando molto ridicola, anche perchè sulla scelta dell'allenatore stanno inziando a  ricamare sopra di divisioni fra i dirigenti (Maran - Gasparin, Marino - Pulvirenti, Serena - Salerno) e altre amenità di questo tipo che nella conferenza stampa di ieri non mi sembra avessero ragione di esistere.
La verità più probabile del ritardo dell'annuncio è legata alla definizione della vicenda Montella, la quale, a quanto pare ancora non è conclusa. Per qualche motivo il Catania vuole aspettare che Montella firmi per la Fiorentina per annunciare il nuovo allenatore che, secondo me, è già stato scelto da tempo, senza tutte quelle corse dei cavalli di cui si favoleggia in giro per il web e che alimentano quell'alone di incertezza attorno al Catania, di cui sembra che in tanti siano pronti ad approfittare.

Offline cantarutti72

  • Utente
  • *****
  • Post: 1365
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania 2012/13: L'ALLENATORE
« Risposta #85 il: 09 Giugno 2012, 11:48:13 pm »
Sampdoria in A, Maran a questo punto "libero" di approdare a Catania...dopo l'annuncio ufficiale da parte del club rossazzurro seguirà entro breve un mio topic  8-)
Goodnight
"più tifi strisciato, più sei un siciliano rinnegato !! fuckinmiju "

Offline rossazzurrostorico

  • Utente
  • ***
  • Post: 153
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania 2012/13: L'ALLENATORE
« Risposta #86 il: 10 Giugno 2012, 12:15:21 am »
No, per favore, l'arrivo come allenatore di uno che ha appena fallito i playoff porta decisamente male. Qualcuno ricorda il mago di Collepardo approdato da noi dopo avere fallito i playoff col Ravenna?  >:(

Offline Michelangelo

  • Utente
  • ***
  • Post: 492
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania 2012/13: L'ALLENATORE
« Risposta #87 il: 10 Giugno 2012, 12:16:06 am »
Sampdoria in A, Maran a questo punto "libero" di approdare a Catania...

Mah............... 8-)

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania 2012/13: L'ALLENATORE
« Risposta #88 il: 10 Giugno 2012, 01:10:18 am »
Tornando on topic sull'argomento allenatore.

Adesso pare che Maran sia in vantaggio su Marino. La cosa mi sta sembrando molto ridicola, anche perchè sulla scelta dell'allenatore stanno inziando a  ricamare sopra di divisioni fra i dirigenti (Maran - Gasparin, Marino - Pulvirenti, Serena - Salerno) e altre amenità di questo tipo che nella conferenza stampa di ieri non mi sembra avessero ragione di esistere.
La verità più probabile del ritardo dell'annuncio è legata alla definizione della vicenda Montella, la quale, a quanto pare ancora non è conclusa. Per qualche motivo il Catania vuole aspettare che Montella firmi per la Fiorentina per annunciare il nuovo allenatore che, secondo me, è già stato scelto da tempo, senza tutte quelle corse dei cavalli di cui si favoleggia in giro per il web e che alimentano quell'alone di incertezza attorno al Catania, di cui sembra che in tanti siano pronti ad approfittare.
...elementare Watson...sono scaramucce e fumo per depistare stampa e uccellacci del malaugurio,concordo con la tua supposizione..aspettano che si chiuda il contratto con la Fiorentina e che vengano rispettati gli impegni che ha preso Montella con la nostra societa' per essere liberato...
CATANIA USQUE AD FINEM

Offline santopesaro

  • Utente
  • *****
  • Post: 4052
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania 2012/13: L'ALLENATORE
« Risposta #89 il: 10 Giugno 2012, 08:59:33 am »
Allora se hanno scelto maran sarebbe vento anche con il varese in a.Per inciso Maran fici megghiu di sannino con il varese..A me non piace ma non dicismo cose assurde