Autore Topic: La casa del Calcio Catania per far crescere un'intera città  (Letto 6592 volte)

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: La casa del Calcio Catania per far crescere un'intera città
« Risposta #30 il: 02 Ottobre 2010, 11:18:38 am »
Fanta,tu mi somigli molto ad un caro amico fraterno di nome Thor :-D

No Santuzzo...me frati Nico è inarrivabile  ::) ...diciamo che ha trapiantato nel laborioso nord/est tutto il "disfattismo" catanese  ::)  8D

Se un qualsiasi dirigente d'azienda Italiano o no avesse fatto quello che Pulvirenti e Lo Monaco finiranno in 12 anni,ma anche quello che hanno fatto in questi 7 anni,minimo erano cavalieri dell'universo.Ed invece lui parla solo di alcune cose positive :-D.Ad averceli nella sanita' o nell'industria gente con queste poche capacita'.

 ::) ...Erba di casa mia / Mangiavo in fretta e poi / Correvo via / Quanta emozione un calcio ad un pallone...  ::) quella del vicino ghe sempre la milior, ostregheta!!  ::) ;-)

Ma secondo te se in 7 anni questi costruiscono un settore giovanile mai avuto a Catania che porta gente in prima squadra,nazionale,in moltissime squadre professionistiche.Che si qualifica per 4 volte alla fase finale.Dicevo,secondo te hanno bisogno che gli diciamo noi cosa fare o chi prendere?

 8D ...a picchi no sai!?  ::) :-D ...a Catania con la bocca...adesso col web... sappiamo/facciamo/risolviamo tutto...ca aspittaumu a stu napulitanu e a stu malpassotu per scoprire come si fa calcio  ::) :-D

Una cosa dice giusta Marco :-D,noi siamo tifosi.Per estrazione non abbiamo pazienza,compreso io.Ma se mi giro e vedo tutta la strada percorsa mi passa u suffareddu.

 8D ::) ...eiaculatio precox si chiama...oltre a disturbare la vita sessuale  ::) rende infelice pure quella del tifoso di calcio  ::) ...in particolare a quelli che si dimenticano che fino a non tantissimo tempo fa seguivano la propria squadra all'oratorio Don Bosco  ::) e che per seguirne l'allenamento dovevano informarsi se si svolgeva o Turati, o trentunu maggiu o a Cittadella (dipendeva dalla disponibilità e dalla magnanimità dei propietari ::) )...ma che hanno le stesse pretese dei tifosi del Milan... ::) ...ma anche (mi si perdoni il veltronismo!) della Fiorentina... ::)

A Catania abbiamo due detti in contrapposizione

Vo stari bbonu?lamentiti
Putissi stari megghiu,ma pinsannu a cu stapeggiu maccuntentu di comu vaiu.

Fatalismo,realismo e vittimismo.Grande il popolo Catanese :-D

 8D ...diciamo che a maggioranza prevale il primo di quei detti  ::) ...che se Leonardo Sciascia avesse sceneggiato il suo famoso il Giorno della Civetta a Catania, avrebbe scritto che in questa città "lamentarsi è meglio do fu.t.t.iri" ::)
Quoto però...nonostante tutto...il Grande Polpolo Catanese! ;-) ::)

Ciao
Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: La casa del Calcio Catania per far crescere un'intera città
« Risposta #31 il: 02 Ottobre 2010, 11:36:15 am »
:-D :-D Allora menti sempliciotte.... :-D ::) ::) ::)

con voi devo discutere nella stessa maniera con cui discuto col mio Rottweiler, che é intelligente e capisce, però non gli devo proporre ragionamenti troppo complessi.  ;-) :-D

Facciamo con le percentuali, tipo trasmissioni sportive, così, forse-forse-forse-, lo capite anche voi.

Io penso che la classifica finale sia dovuta a (semplificamdo--ma per voi va bene così :-D):

1) 60%/65% per l' Entità bilancio (con "peso diverso" tra le varie componenti tipo monte ingaggi, entità del saldo tra entrate e uscite riservate al calciomercato, valore "finanziario" dei giocatori..ecc).

2) 15%/20 % allenatore

3) 5/10% tranquillità/serietà all'interno della società

4) 10%/15% strutture sportive/e di allenamento.

5) 5% potenza mediatica, "arbitrale"..ecc della società

6) 5%/10% varie ed eventuali

Tutte le variabili sono intersecate nelle scelte della società, in primis presidenti e direttori sportivi. Non credo che esista qualcuno molto molto più bravo di tutti gli altri, ma esistono diregenti più o meno bravi, e più o meno scarsi. Insomma, niente salvatori della patria ma capaci di incidere per una certa percentuale.

Ora fate voi ragazzotti... ;-) :-D :-D


Veltroni, u mastru!!?? Veltoni!!??  ::) ::) ...questo è Dalemismo puro...che è anche peggio!!  ::) ::)


Senti Fanta  ::) :-D...ma il tuo rottweiler è u stissu che useresti contro gli ultrà!?  ::) :-D 
Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est

Offline Fantadrum

  • Utente
  • *****
  • Post: 2457
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: La casa del Calcio Catania per far crescere un'intera città
« Risposta #32 il: 02 Ottobre 2010, 12:39:10 pm »
:-D :-D Allora menti sempliciotte.... :-D ::) ::) ::)

con voi devo discutere nella stessa maniera con cui discuto col mio Rottweiler, che é intelligente e capisce, però non gli devo proporre ragionamenti troppo complessi.  ;-) :-D

Facciamo con le percentuali, tipo trasmissioni sportive, così, forse-forse-forse-, lo capite anche voi.

Io penso che la classifica finale sia dovuta a (semplificamdo--ma per voi va bene così :-D):

1) 60%/65% per l' Entità bilancio (con "peso diverso" tra le varie componenti tipo monte ingaggi, entità del saldo tra entrate e uscite riservate al calciomercato, valore "finanziario" dei giocatori..ecc).

2) 15%/20 % allenatore

3) 5/10% tranquillità/serietà all'interno della società

4) 10%/15% strutture sportive/e di allenamento.

5) 5% potenza mediatica, "arbitrale"..ecc della società

6) 5%/10% varie ed eventuali

Tutte le variabili sono intersecate nelle scelte della società, in primis presidenti e direttori sportivi. Non credo che esista qualcuno molto molto più bravo di tutti gli altri, ma esistono diregenti più o meno bravi, e più o meno scarsi. Insomma, niente salvatori della patria ma capaci di incidere per una certa percentuale.

Ora fate voi ragazzotti... ;-) :-D :-D


Veltroni, u mastru!!?? Veltoni!!??  ::) ::) ...questo è Dalemismo puro...che è anche peggio!!  ::) ::)


Senti Fanta  ::) :-D...ma il tuo rottweiler è u stissu che useresti contro gli ultrà!?  ::) :-D 

Niente da fare Gasparuzzo, i Veltroni e i Dalema li lascio a te :-D  :-D Mentre che ci sei, portati a casa anche tutto il gruppo dirigente del PD.

Per gli ultras (quelli beceri, mica tutti! Salverei, ad es., i nostri Old Elephant ;-) e qualche amico che ho nella Nord), più che il mio Rott. che si potrebbe intossicare con "menti infette", opterei per una completa nuclearizzazione dei loro luoghi di ritrovo con delle bonbe tattiche a breve raggio. D'altronde se non sbaglio Menza é stato chiuso per un pò causa NAS nelle cucine 8|, certo, il povero Marco sentirebbe un pò di rumore, ma fa niente...

Offline Aldo

  • Utente
  • *****
  • Post: 3827
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: La casa del Calcio Catania per far crescere un'intera città
« Risposta #33 il: 02 Ottobre 2010, 01:18:43 pm »
Fantadrum, a nome mio personale ed arrogandomi tale diritto anche per tutti gli Old Elephants, ti comunico che puoi darci qusiasi definizione, tifosi, tifosissimi, malati, sfegatati, pazzi, irresponsabili, picciriddi, vecchi, pagghioli. ecc. ecc., ma non quella di ultras, non lo siamo, non lo vogliamo essere, non ci interessa esserlo. A noi interessa soltanto essere il più possibile presenti dove ci sono dei ragazzi in maglia rossazzurra in campo. Anche da lontano stiamo acquisendo le nostre tessere del tifoso, che non servono a nulla, ma sono necessarie per accedere al settore ospiti, che, fra l'altro, depurato dai soliti noti, è tornato ad essere un posto frequentabile, senza vergagna alcuna.
Melior de cinere surgo! ❤️💙❤️💙

Offline Fantadrum

  • Utente
  • *****
  • Post: 2457
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: La casa del Calcio Catania per far crescere un'intera città
« Risposta #34 il: 02 Ottobre 2010, 01:30:23 pm »
Fantadrum, a nome mio personale ed arrogandomi tale diritto anche per tutti gli Old Elephants, ti comunico che puoi darci qusiasi definizione, tifosi, tifosissimi, malati, sfegatati, pazzi, irresponsabili, picciriddi, vecchi, pagghioli. ecc. ecc., ma non quella di ultras, non lo siamo, non lo vogliamo essere, non ci interessa esserlo. A noi interessa soltanto essere il più possibile presenti dove ci sono dei ragazzi in maglia rossazzurra in campo. Anche da lontano stiamo acquisendo le nostre tessere del tifoso, che non servono a nulla, ma sono necessarie per accedere al settore ospiti, che, fra l'altro, depurato dai soliti noti, è tornato ad essere un posto frequentabile, senza vergagna alcuna.

 ;-) =D>

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: La casa del Calcio Catania per far crescere un'intera città
« Risposta #35 il: 02 Ottobre 2010, 01:36:39 pm »
Impossibile Fanta  ::) il gruppo dirigente del PD, Veltroni e D'Alema in primis, è cosa tua  ;-) ::) ...ti rappresenta in assoluto!! ::) :-D

Come te...tante oche giulive che scendono dalla luna...mentre i berluscones li prendono a mazzate, minimizzano...sono l'assicurazione sulla vita e sulle por.kate di questo governo... ;-) ::)



Aldo  ::) ...il ragazzo, come avrai potuto leggere nel topic (ma non solo ::) ), è un pò confuso... :-D :-D
Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: La casa del Calcio Catania per far crescere un'intera città
« Risposta #36 il: 03 Ottobre 2010, 01:11:45 pm »
Senza voler entrare nel merito della questione riguardo i vostri referenti e riferimenti
politici mi e' venuto spontaneo chiedermi: ma tutti sti nummira...percentuali,equazioni,propabilita',proprieta' delle espressioni...teorema di cca'..teorema di dda'.. ma 'nta quali rota niscenu?.. o, macari, i stati rannu vuatri i nummira?
L'esposizione corretta di Filippo mette in evidenza un elemento essenziale della questione, e cioe' come la societa' Catania porti avanti una operazione che e' capace di minimizzare le spese e massimizzare i redditi attraverso una attenta e sistematica analisi del settore con l'obiettivo di contenere i costi e ridurre il rischio di perdita.
Se poi gli investimenti sono rivolti alle strutture che possono dare a lungo termine profitti e rendere possibile il mantenimento di traguardi raggiunti e restare competitivi economicamente abbiamo, esponenzialmente, un risultato anche sportivo, oltre che di beneficio dellIndotto in termini di occupazione e ricchezza.
A questo punto,e' mai possibile ca nuatri catanisi,tifosi e cittadini,nonostante abbiamo subito supinamente e senza aver fatto mai nulla di veramente meritorio per cambiare in meglio questa citta',di fronte a cotanta meraviglia del centro sportivo abbiamo una percezione incoscia che ci trascina inesorabilmente nel vortice della disputa e sferriamo all'impazzata fendenti alla cieca,cosi senza un obiettivo utile,se non quello di voler dimostrare che a Catania nulla di buono si puo' realizzare e che tutto va visto con scetticismo,tanto per non usare la parola disfattismo tanta cara all'amico Gaspare ;-) ;-)
Signori,credo che la strada tracciata dalla societa' sia l'unica e quella piu' giusta per il mantenimento dei traguardi gia' raggiunti e, in futuro, il miglioramenti di essi si potra' ottenere confermando le capacita' imprenditoriali sinora dimostrate e,scusate, anche se sono emerse alcune asperita' caratteriali di qualcuno e che a qualcuno non piacciono,visto che nessuno e' perfetto,io me li tengo belli stretti e spero che non succeda ancora una volta (Massimino docet) quello che spesso avviene in questa citta'.
"E' un paradosso tipico dello spirito umano cogliere solo gli elementi senza poterne abbracciare la sintesi,percettibile nelle sue parti,ma inaccessibile nella sua profonda unita'". Camus.
Ciao.
CATANIA USQUE AD FINEM

Offline Fantadrum

  • Utente
  • *****
  • Post: 2457
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: La casa del Calcio Catania per far crescere un'intera città
« Risposta #37 il: 03 Ottobre 2010, 04:41:28 pm »
Senza voler entrare nel merito della questione riguardo i vostri referenti e riferimenti
politici mi e' venuto spontaneo chiedermi: ma tutti sti nummira...percentuali,equazioni,propabilita',proprieta' delle espressioni...teorema di cca'..teorema di dda'.. ma 'nta quali rota niscenu?.. o, macari, i stati rannu vuatri i nummira?
L'esposizione corretta di Filippo mette in evidenza un elemento essenziale della questione, e cioe' come la societa' Catania porti avanti una operazione che e' capace di minimizzare le spese e massimizzare i redditi attraverso una attenta e sistematica analisi del settore con l'obiettivo di contenere i costi e ridurre il rischio di perdita.
Se poi gli investimenti sono rivolti alle strutture che possono dare a lungo termine profitti e rendere possibile il mantenimento di traguardi raggiunti e restare competitivi economicamente abbiamo, esponenzialmente, un risultato anche sportivo, oltre che di beneficio dellIndotto in termini di occupazione e ricchezza.
A questo punto,e' mai possibile ca nuatri catanisi,tifosi e cittadini,nonostante abbiamo subito supinamente e senza aver fatto mai nulla di veramente meritorio per cambiare in meglio questa citta',di fronte a cotanta meraviglia del centro sportivo abbiamo una percezione incoscia che ci trascina inesorabilmente nel vortice della disputa e sferriamo all'impazzata fendenti alla cieca,cosi senza un obiettivo utile,se non quello di voler dimostrare che a Catania nulla di buono si puo' realizzare e che tutto va visto con scetticismo,tanto per non usare la parola disfattismo tanta cara all'amico Gaspare ;-) ;-)
Signori,credo che la strada tracciata dalla societa' sia l'unica e quella piu' giusta per il mantenimento dei traguardi gia' raggiunti e, in futuro, il miglioramenti di essi si potra' ottenere confermando le capacita' imprenditoriali sinora dimostrate e,scusate, anche se sono emerse alcune asperita' caratteriali di qualcuno e che a qualcuno non piacciono,visto che nessuno e' perfetto,io me li tengo belli stretti e spero che non succeda ancora una volta (Massimino docet) quello che spesso avviene in questa citta'.
"E' un paradosso tipico dello spirito umano cogliere solo gli elementi senza poterne abbracciare la sintesi,percettibile nelle sue parti,ma inaccessibile nella sua profonda unita'". Camus.
Ciao.

 :-\scusa GPalermo ma con chi ce l'hai? Io in questo topic non ho letto niente di diverso da quello che scrivi tu...avrai mica sbagliato sito? Volevi rispondere a qualcun altro in qualche muro catanese?  8-) ;-)

perchè l'oggetto della discussione era, principalmente, quello se questa squadra, con questo modo di agire e investire, possa avere come OBIETTIVO REALISTICO la zona Uefa. C'è chi, come me e altri, ritiene di no perchè la differenza nei bilanci tra noi e altri (allo stato attuale) é troppo ampia, c'è chi invece ritiene di sì. Molto bello il tuo monologo..ma che c'azzecca? :-D :-D :-D
« Ultima modifica: 03 Ottobre 2010, 04:44:07 pm da Fantadrum »

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: La casa del Calcio Catania per far crescere un'intera città
« Risposta #38 il: 03 Ottobre 2010, 10:06:43 pm »
Caro Fanta,non ce l'ho con nessuno in particolare e in generale con tutti quelli che a pie' sospinto e ad ogni costo vogliono per forza trovare, come suol dirsi, il pelo nell'uovo
e con i cosidetti bastian contrari,ca a Catania cinne' assai,che assumono per partito preso o per amore della dialettica fine a se stessa e senza risultato alcuno una posizione sempre contraria al buon senso dimostrando prima di assecondare idee e progetti e poi verificarne l'affidabilita' e quindi la loro efficacia in termini di risultati.
Volevo solo esporre quanto meglio e piu' dettagliatamente aveva fatto Filippo per affermare che l'assioma: corretta amministrazione aziendale e risultati conseguiti e' sinonimo anche di miglioramento di traguardi economici e sporivi nella fattispecie rispetto alla concorrenza e percio', cecche' tu ne possa pensare,mi sembra pertinente ammettere che la differenza non la fa la quantita' ma bensi' la qualita' degli investimenti.
Ti ringrazio per l'attenzione prestata,ciao.
CATANIA USQUE AD FINEM

umastru

  • Visitatore
Re: La casa del Calcio Catania per far crescere un'intera città
« Risposta #39 il: 03 Ottobre 2010, 11:04:17 pm »
Caro Fanta,non ce l'ho con nessuno in particolare e in generale con tutti quelli che a pie' sospinto e ad ogni costo vogliono per forza trovare, come suol dirsi, il pelo nell'uovo
e con i cosidetti bastian contrari,ca a Catania cinne' assai,che assumono per partito preso o per amore della dialettica fine a se stessa e senza risultato alcuno una posizione sempre contraria al buon senso dimostrando prima di assecondare idee e progetti e poi verificarne l'affidabilita' e quindi la loro efficacia in termini di risultati.
Volevo solo esporre quanto meglio e piu' dettagliatamente aveva fatto Filippo per affermare che l'assioma: corretta amministrazione aziendale e risultati conseguiti e' sinonimo anche di miglioramento di traguardi economici e sporivi nella fattispecie rispetto alla concorrenza e percio', cecche' tu ne possa pensare,mi sembra pertinente ammettere che la differenza non la fa la quantita' ma bensi' la qualita' degli investimenti.
Ti ringrazio per l'attenzione prestata,ciao.
=D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D>
"U Mastru"