Autore Topic: Nonostante tutto... Forza Acireale  (Letto 337459 volte)

Offline Trunz

  • Utente
  • ***
  • Post: 374
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #390 il: 12 Luglio 2007, 09:46:31 am »
Scusa Bua, forse non conosci bene la storia dell'Acireale, ma altre volte sei stato più preciso.

A sentir te sembra che abbiamo conosciuto la serie C1 solo con Pulvirenti.

Invece, l'Acireale aveva prima trascorso circa trenta campionati di B, C e C1, oltre a quelli di C2, con imprenditori locali.

Con Pulvirenti, invece, l'Acireale è subito retrocesso in C2 ed è risalito solo dopo quattro anni (non uno) e varie contestazioni e traversie, tra cui l'incredibile cessione poi rientrata persino a Cecchi Gori.

Solo il campionato di testa di C1 può rientrare forse tra i suoi meriti, e ricordo che nemmeno questa era una novità per l'Acireale che già aveva sfiorato la B negli anni settanta raggiungendola nel 93, ma ha bruciato tutto dopo l'acquisto del Catania, abbandonando i progetti nell'Acireale e ancora peggio togliendo alla squadra gli stimoli verso una promozione ormai certa. Per poi arrivare all'epilogo con cui Pulvirenti ha lasciato l'Acireale in condizioni fallimentari e non acquistabile da nessuno.

Pulvirenti da noi non ha lasciato un buon ricordo e non mi sembra vittimismo. Come sai, non mi piace la polemica estrema contro Catania, ma su questi fatti è bene mettere i puntini sulle i.

Ciao.

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5429
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re: Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #391 il: 12 Luglio 2007, 01:15:18 pm »
Scusa Bua, forse non conosci bene la storia dell'Acireale, ma altre volte sei stato più preciso.

A sentir te sembra che abbiamo conosciuto la serie C1 solo con Pulvirenti.

Invece, l'Acireale aveva prima trascorso circa trenta campionati di B, C e C1, oltre a quelli di C2, con imprenditori locali.

Con Pulvirenti, invece, l'Acireale è subito retrocesso in C2 ed è risalito solo dopo quattro anni (non uno) e varie contestazioni e traversie, tra cui l'incredibile cessione poi rientrata persino a Cecchi Gori.

Solo il campionato di testa di C1 può rientrare forse tra i suoi meriti, e ricordo che nemmeno questa era una novità per l'Acireale che già aveva sfiorato la B negli anni settanta raggiungendola nel 93, ma ha bruciato tutto dopo l'acquisto del Catania, abbandonando i progetti nell'Acireale e ancora peggio togliendo alla squadra gli stimoli verso una promozione ormai certa. Per poi arrivare all'epilogo con cui Pulvirenti ha lasciato l'Acireale in condizioni fallimentari e non acquistabile da nessuno.

Pulvirenti da noi non ha lasciato un buon ricordo e non mi sembra vittimismo. Come sai, non mi piace la polemica estrema contro Catania, ma su questi fatti è bene mettere i puntini sulle i.

Ciao.

Ok, sono stato impreciso, non conosco bene la storia dell'Acireale, certo è che per lunghi anni con Aleppo, siete stati ben più in basso della C2, con tanto di ombre di illeciti sportivi, comunque sicuramente con Pulvirenti non si rischia il fallimento, visto  la gestione da alcuni defintia ironicamente low-cost.
Se siete più contenti così icome siete adesso, auguri, ma al momento, la realtà è che da decenni in Sicilia c'è una desolazione a livello economico, Catania, Messina e Palermo si sono risolllevate con storie diverse, perché sono un minimo appetibili anche per imprenditori stranieri (il che ha portato anche qualche parentesi ambigua, vedi Sesi e Gaucci, ma anche  anon morire), nei centri di provincia non ci sono queste possibilità. Niente di cui vergognarsi, ma nenache nessuna colpa alle città più grandi. Mi pare plapalissiano.
Il vittimismo l'ho citato perché conosco il problema, da catanese, quindi lo so riconoscere.
Ciao!

Offline occasionale rosanero

  • Utente
  • *****
  • Post: 3596
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #392 il: 12 Luglio 2007, 03:09:47 pm »
Bua mi aspetto un tuo parere sul Topic" Palermo e Catania....
saluti

Offline Trunz

  • Utente
  • ***
  • Post: 374
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #393 il: 12 Luglio 2007, 03:37:46 pm »
Bua, mi dispiace, ma non sono d'accordo.

Innanzitutto, gli illeciti sportivi di cui parli facevano ridere, ci sono costati una promozione conquistata sul campo e un'altra volta siamo stati promossi lo stesso, vincendo alla grande.

Comunque, l'Acireale si segnalava per buona gestione e per la cura dei vivai (Sorbello, Marulla, ecc.). Il buco lasciato da Pulvirenti, però era incolmabile, e quelli venuti dopo lo hanno aggravato. Si è riusciti comunque a tirare avanti con due campionati dignitosissimi, con squadre composte da ragazzini.

Per il crollo, quindi, non credo a colpe generalizzate dei catanesi, salvo ovviamente la scarsa attenzione dei media e delgi orgnai istituzionali, ma certo Pulvirenti non ha la coscienza a posto e nemmeno alcuni politici acesi e non.

Secondo me, se non ci fosse stata la parentesi Pulvirenti probabilmente avremmo vivacchiato come prima tra C1 e C2, forse avremmo persino potuto precipiatare in D, ma in Eccellenza e addirittura in Promozione certo non ci saremmo finiti, come del resto non c'eravamo finiti mai.

Ciao.

 

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5429
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re: Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #394 il: 12 Luglio 2007, 04:27:23 pm »
Bua, mi dispiace, ma non sono d'accordo.

Innanzitutto, gli illeciti sportivi di cui parli facevano ridere, ci sono costati una promozione conquistata sul campo e un'altra volta siamo stati promossi lo stesso, vincendo alla grande.

Comunque, l'Acireale si segnalava per buona gestione e per la cura dei vivai (Sorbello, Marulla, ecc.). Il buco lasciato da Pulvirenti, però era incolmabile, e quelli venuti dopo lo hanno aggravato. Si è riusciti comunque a tirare avanti con due campionati dignitosissimi, con squadre composte da ragazzini.

Per il crollo, quindi, non credo a colpe generalizzate dei catanesi, salvo ovviamente la scarsa attenzione dei media e delgi orgnai istituzionali, ma certo Pulvirenti non ha la coscienza a posto e nemmeno alcuni politici acesi e non.

Secondo me, se non ci fosse stata la parentesi Pulvirenti probabilmente avremmo vivacchiato come prima tra C1 e C2, forse avremmo persino potuto precipiatare in D, ma in Eccellenza e addirittura in Promozione certo non ci saremmo finiti, come del resto non c'eravamo finiti mai.

Ciao.

 
Beh, questo è ben altro discorso rispetto a quello del tuo concittadino.
Se la colpa del Catani è di sottrarre spazio sui media...beh, sappi che quando eravamo in Eccellenza si può dire che Antenna Sicilia ci ignorava e Telecolor faceva i collegamenti in rigido ordine di categoria, quindi dopo tutte le squadre siciliane professionistiche che allora (bei tempi) erano almeno sei, tutte più avanti di noi, quindi se abbiamo recuperato il gap, evidentemente siamo stati bravi e le altre raltà non hanno saputo gestir eil successo.
Ciao!
PS: Occasionale...arrivo sull'altro topic!

Offline Testa Dura

  • Utente
  • ****
  • Post: 685
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #395 il: 23 Luglio 2007, 10:47:30 pm »
Finalmente la nuova squadra dell'Acireale sta cominciando a prendere forma.
Peccato per Di Napoli (anche il cognome mi ricordava i bei tempi), ma gli altri acquisti per quel che mi risulta sono all'altezza del compito. Va da sè che la squadra va completata al più presto.
Nonostante tutto Forza Acireale.

N.B. Chi è quell'acese che secondo la Sicilia vende souvenir (certamente taroccati) ai tifosi catanesi accorsi a Chatillon? Dobbiamo togliergli la cittadinanza o dargli la medaglia per la miglior presa per i f... A voi concittadini acesi l'ardua risposta.



appavito

  • Visitatore
Re: Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #396 il: 23 Luglio 2007, 11:45:27 pm »

N.B. Chi è quell'acese che secondo la Sicilia vende souvenir (certamente taroccati) ai tifosi catanesi accorsi a Chatillon? Dobbiamo togliergli la cittadinanza o dargli la medaglia per la miglior presa per i f... A voi concittadini acesi l'ardua risposta.


Evidentemente non tutti i tuoi concittadini hanno la tua Testa......Dura! ::)

Saluti

Offline Trunz

  • Utente
  • ***
  • Post: 374
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #397 il: 25 Luglio 2007, 09:30:39 am »
Celso mi pare un ottimo acquisto, e un elemento che in Eccellenza può fare la differenza e trascinare i granata in serie D.

Ora si tratta solo di migliorare il livello degli juniores, mi sembra, e forse un ritocco in difesa. Che ne pensate?

Offline Testa Dura

  • Utente
  • ****
  • Post: 685
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #398 il: 25 Luglio 2007, 11:31:28 pm »
Se mi consenti, il vero colpo, quasi incredibile, è Tabasso.
Per il resto sono abbastanza d'accordo con te, occorre qualche ritocco per la difesa e per gli under, mentre a centrocampo e in attacco l'Acireale è già una squadra molto oltre gli standard dell'Eccellenza (c'è anzi qualche problema di abbondanza...).
Stiamo comunque calmi, non sarà una passeggiata.

Offline franco t.

  • Utente
  • *
  • Post: 42
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #399 il: 27 Luglio 2007, 01:16:58 pm »
Caro Testa Dura, ti rispondo solo adesso perchè prima non ho avuto nè il tempo nè l'opportunità per farlo, ma meglio tardi che mai.

Citazione
"Fratello Franco t.
consentimi di chiamarti fratello, non solo per le origini comuni (avevo due nonni su quattro tra Giarre e Riposto), ma anche perché Acireale e Giarre sono città non solo vicine fisicamente, ma anche socialmente e culturalmente; lo stesso accento è quasi indistinguibile, e a sua volta è nettamente diverso da quello di Catania (che si pone come un unicum nella Sicilia orientale, per cui ogni loro affornto all'accento acese, per quanto risibile, è se ci pensi bene anche un affronto all'accento di Giarre, di Taormina, di Aci S. Antonio, persino di Augusta)."

Certo che ti consento di chiamarmi fratello perchè, anche in mancanza di parentele, io considero fratelli tutti i siciliani, e li considero tutti vicini socialmente e culturalmente, e a prescindere dall'accento che essi parlino, compresi i catanesi che tu tanto odi.

Citazione
"In fondo è ancora comprensibile, ancorché non del tutto giustificabile, che a Giarre si tifi per la squadra attualmente più forte. L'Italiano è famoso per andare sempre a soccorso del vincitore, e gli stessi attuali tifosi catanesi sono quasi tutti degli ex (ex atletisti, ex juventini, ex milanisti). Del tutto incomprensibile, invece, la tua affermazione per cui dovresti tifare Catania perché appartieni alla provincia di Catania! A parte che una semplice appartenenza amministrativa, tra l'altro forzosa e non certo scelta liberamente, non certo giustifica il tifo sportivo (forse che a Sanbenedetto si tifa Ascoli, o a Empoli Fiorentina?), occorre notare che l'appartenenza alla provincia di Catania non ha penalizzato solo noi, ma anche voi. Tanto per esempio,la scelta di stornare tutti gli investimenti sulla Plaja non ha danneggiato solo la scogliera a nord, ma anche le magnifiche spiagge joniche (da Jonia) da S.Anna a S. Marco (quest'ultima da sempre lordata dai campeggiatori abusivi con tanto di accento della civita)."

Io non so per chi si tifi principalmente a Giarre, perchè non ho mai fatto un sondaggio, e non mi interessa più di tanto neanche sapere i catanesi per chi tifassero o per chi tifano adesso, la mia affermazione si basa semplicemente su un mio ragionamento, che comunque ritengo abbia una sua logica, in riferimento ai campionati più importanti, meglio tifare, anche se trovo il termine improprio diciamo meglio simpatizzare, oltre che naturalmente per il Giarre per quanto mi riguarda, per una realtà a me vicina come può essere Catania o Messina o  Palermo (anche se un po' piu distante) che per una qualsiasi squadra del continente sicuramente a me lontana, e poichè Catania mi è piu vicina ecco spiegato il tutto.
Gli esempi che tu fai non credo che reggano sopratutto il primo, dove parliamo di 2 squadre che bene o male hanno viaggiato nelle stesse categorie e di 2 centri dove forse il capoluogo e inferiore per abitanti e dimensioni al centro non capoluogo, nel secondo caso non so per chi tifassero gli empolesi quando la loro squadra militava nelle serie inferiori e sinceramente non so quale sia la situazione adesso, ma comunque non credo nutrano tanto odio nei confronti dei vicini piu grandi, e comunque stiamo parlando di 2 squadre che miltitano nello stesso campionato e quindi una qualche rivalità potrebbe avere un senso, cosa che non ha un senso nel nostro caso dove il Catania, tranne una breve parentesi, e per fatti eccezionali, è sempre stato in categorie superiori alle nostre.
Poi per quanto riguarda l'appartenere alla provincia, anche se io considero inutile questo ente, certo non potevamo essere messi con Siracusa o Trapani e neanche Messina, quindi anche questo è logico così, poi sugli investimenti sulla plaja, non credo possiamo sindacare noi su come spende i soldi il comune di Catania, o dare la colpa a loro se i nostri comuni latitano, per quanto riguarda gli accenti che affollano e lordano le spiagge da te citate, ti garantisco che sono i più diversi e disparati.


Citazione
"In ogni caso, se vi va bene così, pazienza: vorrà dire che resterete un'enclave catanese (di serie B) nel mezzo della provincia di Acireale-Taormina. A proposito, nella nuova provincia non sarebbe obbligatorio tifare Acireale, potresti tifare Giarre e, orrore orrore persino Catania, e soprattutto saresti un cittadino di serie A (la conurbazione Giarre/Riposto avrebbe 50.000 abitanti, e sarebbe seconda solo agli 80.000 di Acireale/Acicatena.
Pensaci su. In ogni caso forza Acireale (e perché no? Anche Giarre)".

Se permetti per lo stesso motivo suddetto, considero inutile l'ente provincia perchè solo ulteriore fonte di mangiatoia per i nostri politici, figurati io riunirei di nuovo Giarre e Riposto come una volta, pensa come possa considerare la creazione di un'altra inutile provincia, e comunque neanche adesso nessuno mi obbliga a tifare per nessuno, la serie a cui appartiene una città secondo me è da imputare semplicemente ai suoi cittadini ed ai suoi amministratori, non ad altri, vicini o lontani che siano, e poi guarda caso,ancora deve nascere, e già stai facendo una classifica fra i centri, no grazie preferisco restare così.

     
Citazione
"Proprio il fatto di girare per il mondo mi ha legato ancor più alla mia piccola/immensa Acireale e al mio poderino di Maugeri, se proprio lo vuoi sapere. Inoltre, proprio per questo osservo quanto siano ridicole le ambizioni metropolitane di Catania e quanto sia importante che Acireale mantenga un'identità distinta da Catania, come, tanto per fare due esempi molto calzanti, mantengono Aix en Provence da Marsiglia e Monza da Milano".

Vedi una cosa è mantenere una propria indentà un'altra odiare i propri vicini, o cercare di andare in competizione con delle realtà più grandi delle nostre, ambedue cose che sicuramente non fanno i monzesi nei confronti dei milanesi,
non conosco l'altra situazione e quindi non mi esprimo. Che poi Catania ed il suo hinterland abbiano assunto delle dimensioni metropolitane è un dato di fatto, su cui nè io nè tu possiamo fare nulla.

Citazione
"Il fatto è che con il Catania in serie A sono state uccise le altre realtà vicine (Acireale, Giarre, Ragusa e forse pure Messina), tutte molto più presentabili, e si è data la possibilità a questi energumeni di salire alla ribalta. Era proprio il caso? Mi sa che col mio topic "sliding doors" avevo colto nel segno (l'avranno chiuso per questo?)".

Dulcis in fundo, questa è proprio la cosa che trovo più assurda, mi spieghi che c'entra il Catania addirittura con la situazione del Messina, la cui dirigenza si è scavata la fossa con le sue mani, o con il Ragusa, o con il Giarre, e tutto sommato anche con l'Acireale, perchè al di là della questione Pulvirenti, era solo questione di tempo
ma prima o poi la fine sarebbe stata sempre quella, sempre è solo per un unico motivo, le nostre realta non riescono ad esprimere imprenditori locali capaci di programmare seriamente per mantenere una squadra ai livelli consoni alle dimensioni dei centri in questione, e lo stesso discorso vale. come già detto in precedenza, per  Licata, Gela, Marsala, Mazara o capoluoghi di provincia come Trapani, Agrigento e la stessa Siracusa, o Cosenza per uscire dalla Sicilia, pur non avendo nessun vicino che fagociti le attenzioni.
Allora secondo il tuo ragionamento tutti i centri vicini a Bari, Lecce, Verona, Bologna, Genova, Bergamo, Parma, o Messina e Palermo, dovrebbero augurarsi che queste squadre vadano male o meglio ancora scompaiano?
Non trovi assurdo tutto ciò?
Ricordati le colpe dobbiamo sempre, prima di tutto, cercarle in noi stessi, e non addossarle agli altri.
Per quanto riguarda il tuo "sliding doors", che comunque contemplava la dirigenza di Pulvirenti, naturalmente si tratta solo di utopia, ma naturalmente tutti abbiamo il diritto di sognare, era chiaro a tutti , forse tranne a voi, che per Pulvirenti l' Acireale era solo una sorta di apprendistato da usare come trampolino di lancio verso una realtà più importante che gli potesse dare maggiore visibilità e maggiori introiti, di pubblico, sponsor, diritti TV e quant'altro.

Ciao, e non volermene ma a me piace sempre dire molto "francamente" quello che penso.
   

Offline Trunz

  • Utente
  • ***
  • Post: 374
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #400 il: 27 Luglio 2007, 01:35:18 pm »
Franco, mi piace molto la pacatezza del tuo stile, che invece non trovo nel mio concittadino Testa Dura, che per questo si è fatto più nemici di quanto già noi acesi abbiamo senza di lui.

Sulle argomentazioni però dissento. Permettimi di dire che il caso dell'Acireale calcio è particolare, perché la società è stata svuotata e indebitata col passaggio di Pulvirenti a Catania, per cui c'è un rapporto diretto tra le fortune del Catania e il nostro fallimento. A Como per lo stesso motivo odiano tutti il Genoa e Preziosi.

Fino all'ultimo, poi, Pulvirenti giurava di non avere alcuna intenzione di rilevare il Catania. Libero naturalmente di farlo, ma senza causare la morte di un'altra squadra. Molto scorretta e contraria alle leggi dello sport è stata quanto meno la volontà di aver rallentato appositamente la corsa dell'Acireale verso la B visto che aveva già acquiastato il catania. questo, se mi consenti, nessun tifoso di qualsiasi squadra l'avrebbe sopportato.

D'accordo con te che le province sono spesso enti inutili, e che servono a dare da mangiare ai vari politici. Abioliamole tutte, allora, compresa quella di Catania, che sinora è servita solo a favore il capoluogo a danno di tutti gli altri centri. In ogni caso, se non c'è comunanza di interessi bisogna scioglierli i vincoli, o no? Se poi non c'è mai stato amore, come tra Aci e Catania, ancora a maggior ragione.

Ciao.

Offline Testa Dura

  • Utente
  • ****
  • Post: 685
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #401 il: 27 Luglio 2007, 10:58:47 pm »
Concordo in gran parte con quello che ha detto Trunz, anche se lui, per non dispiacere (inutilmente) ai catanesi mi riserva sempre qualche frecciata o qualche critica del tutto fuori luogo.
Comunque, transeat: a quello che lui ha risposto al cortese Franco t. (tutt'altra pasta rispetto ai catanesi) aggiungerei solo tre cose:
1) Non è vero che "tranne una breve parentesi, e per fatti eccezionali" il Catania sia stato sempre in categorie superiori all'Acireale. Nel dopoguerra e fino agli inoltrati anni '50 erano entrambe in serie C. Si sono reincontrate negli anni settanta, e purtroppo il pareggio dell'Acireale con il Bari fu decisivo per la promozione del Catania (che viceversa, come tutti sanno, aveva comperato la partita giocata al comunale: dopo un primo tempo stradominato dall'Acireale il ct vinse 3-1 grazie all'accordo tra Vecchio e Massimino, per cui quest'ultimo pagò l'acquisto in granata del giocatore Petraccini). 
Negli primi anni novanta Aci e Ct si ritrovarono di nuovo in C1 (e c'era pure il Giarre); nell'anno della promozione in B dell'Acireale (dopo un testa a testa proprio con voi) il Catania sprofondò in Eccellenza e tornò avanti all'Acireale solo dopo quasi un decennio, grazie a pulvirenti che con una seire di scelte sconclusionate fece retrocedere l'Acireale dalla C1 nello stesso anno in cui il ct fu promosso dalla C2;
2)  Noi acesi, e io in testa, non odiamo i catanesi. Non è nel nostro costume. Come ben sai, noi siamo persone miti e oneste, babbe e incapaci di veri odi, cosicché i catanesi hanno sempre approfittato della nostra condiscendenza per danneggiarci. Loro sì, invece, che ci detestano; guarda con che "esprit de finesse" Sonar ci apostrofa nel topic accanto, e sta tranquillo che direbbero lo stesso ai giarresi, se anche voi aveste il coraggio di ribellarvi alla loro tirannia.
3) Oltre a non odiarli, noi non vogliamo assolutamente entrare in competizione con Catania, ovviamente molto più grande e potente. Vogliamo semplicemente quello che non sono disposti a darci: Rispetto per la nostra distinta identità, autonomia provinciale, riconoscimento diritto di tifare esclusivamente per un'altra squadra, la NOSTRA squadra, senza per questo essere insultati e considerati dei traditori.   
Chiuderei infine con un'esortazione: giarresi, provate a fare un piccolo sforzo: cominciate a credere un po' più in voi stessi. Siete migliori dei catanesi, ve lo assicuro, e non ha senso la vostra dipendenza a loro, né noi vogliamo sottomettervi.
Ciao Franco t. e forza Acireale e Giarre.
« Ultima modifica: 28 Luglio 2007, 06:02:53 pm da Redazione »

Offline Testa Dura

  • Utente
  • ****
  • Post: 685
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #402 il: 27 Luglio 2007, 11:02:33 pm »
Pardon, dimenticavo, poi non sono d'accordo con Trunz, ovviamente, sul fatto di rinunciare all'autonomia provinciale. Non è sufficiente che scompaia la provincia di Catania, è importante fare la nostra.
Forza Acireale.

sonar

  • Visitatore
Re: Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #403 il: 28 Luglio 2007, 09:04:28 pm »
Citazione
Loro sì, invece, che ci detestano; guarda con che "esprit de finesse" Sonar ci apostrofa nel topic accanto, e sta tranquillo che direbbero lo stesso ai giarresi,

E qui ti sbagli di grosso colo-Testy,come ho scritto più volte chi vi conosce vi evita,infatti io vi detesto e vi apostrofo perchè vi conosco, infatti non son Catanese ma Castellese.
Sono nato e abito ad aci Castello,vi conosco perchè i miei, illo tempore, hanno avuto la malaugurata idea di farmi fare le scuole ad aci, e precisamente al collegio S. Luigi, che trovasi esattamente allo sbocco di via sciuti in via galatea.
Doppia disgrazia per me...... la prima, perchè quegli ottusi dei fratelli cristiani che lo gestivano, facevano studiare francese anzichè inglese del quale son rimasto digiuno ; la seconda , perchè ho potuto conoscere bene la Grande Evoluta Catania solo dopo l'adolescenza.
Il collegio era frequentato da alunni provenienti dalla provincia di Catania e Siracusa, con diversi dei quali ancora ci sentiamo, solo  gli iacitani,arretrati inaffidabili e meschini ho sempre scansato.
I Giarresi e Ripostesi  sono di tutt'altra  pasta,ho molti amici sia nell'una che nell'atra cittadina con i quali andiamo insieme a pesca,ragion per cui ho portato la mia barca a Riposto e onestamente anche per le ricciole che ci pesco.

Ognuno ha la faccia che si merita

   
 

Offline Testa Dura

  • Utente
  • ****
  • Post: 685
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #404 il: 28 Luglio 2007, 11:49:20 pm »
Ma guarda... Anche Sonar ha fatto il San Luigi, magari eravamo compagni di classe. Per chi non lo sappia è la scuola preferita dalla borghesia di tutta la Sicilia orientale, la scuola acese che serve ad acculturare tutto il resto del mondo. Anch'io ho fatto francese (ma alle elementari anche inglese) ma parlo inglese con la massima tranquillità.  Evidentemente eri tra i somari che i Fratelli Cristiani rimproveravano (e picchiavano) una volta sì e l'altra sempre. Ecco perché sei cresciuto così acidognolo e ce l'hai con gli acesi. Evidentemente i tuoi compagni di scuola non ti c.... e tu eri costretto a frequentare quelli "di fuori". Che peccato, hai avuto una grande occasione (quella di entrare nel giro acese) e non l'hai sfruttata.

Parliamo di cose serie...
L'Acireale comincia un'altra avventura. Certo, un campionato di Eccellenza non è quello cui la nostra tifoseria è abituata, ma è importante risalire al più presto la china. Certo, tutti giocheranno contro di noi con la bava alla bocca, perché per loro battere l'Acireale equivale a battere il Real Madrid, ma per altro verso forse un po' a tutti gli avversari - compresi quelli più validi come il Palazzolo o la Nissa - le gambe faranno giacomo giacomo quando avranno di fronte l'Acireale. La tradizione qualcosa conta.
In ogni caso un'unico obiettivo è accettabile per l'Acireale e d è la promozione in serie D. Avremo come sempre tutti contro, anche perché siamo rimasti l'unico bastione anti-pulvirenti in tutta la Sicilia orientale, ma ce la faremo, lo sento.
Forza Acireale!!! Noi siamo l'Acireale calcio.