Autore Topic: Nonostante tutto... Forza Acireale  (Letto 332910 volte)

sonar

  • Visitatore
Re: Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #375 il: 18 Giugno 2007, 07:02:27 pm »
Citazione
In ogni caso, a tutti quelli che hanno partecipato al forum contribuendo alla fortuna di questo topic, il più gettonato di tutti: dagli storici Maru Spina e gruppo Gaspare (Anima, Catania più, Sonar, ecc.ecc.), a Manlio Liotrino, e tutti gli altri diciamo GRAZIE!
Bye bye, e curatevi.

Beh! Effettivamente il nostro atavico godimento nel prendervi in giro ha fatto la fortuna di questo topic,infatti saranno almeno cento anni che ci sollazziamo per le vostre situazioni tragicomiche.
Mio nonno mi raccontava di quando i catanesi si recavano ad iaci in occasione della festa di S. Venera in carrozza ,alla quale tramite un filo veniva legata la bancarella dell'ignaro venditore di calia e simenza, all'uopo distratto dal compare del cocchiere pronto a far schioccare la frusta facendo partire simultaneamente cavalli carrozza e bancarella con risultati immaginabili.
E' troppo lunga per raccontarvi d quando Bastianu & company volevano spostare la chiesa  in avanti solo perchè il prete gli aveva detto che erano troppo indietro.
Per non parlre di quando Bastianu voleva sirrari (segare) u campanaru (campanile)in quanto tale Marianu si era chiuso dentro e continuava a scampanare notte e giorno non facendo così dormire i parrocchiani.
Quante me ne ha raccontate il mio caro nonno, altro che barzellette dei carabinieri.
Cosa vuoi farci Testy , abbiamo le nostre debolezze.
Ciò non ti autorizza comunque a chiamarci cuginastri ,non torniamo ad offendere altrimenti ti chiamo Testycolo e ti segnalo al moderatore.   :-P

PS. Caro Mauro Spina ,non sono certo del motivo per cui non stai scrivendo anche se posso intuirlo, ma credimi a noi , ai veri tifosi quali  tu appartieni, quelli che non criticano a priori siano essi dirigenti tecnici o giocatori,quelli che sostengono soprattutto nel momento del bisogno,quelli che badano al sodo e non all'effimero, ci manchi,ti vogliamo sentir gioire con noi,si perchè questa salvezza contro tutto e tutti vale più dello scudetto.
Se poi pensi a quanta gente che ci aveva cantato il de profundis abbiamo fatto rosicare le ossa è ancora più appagante.
E' ora ,a buon diritto, di spacchiarini,di farlo pesare alle cassandre immonde che: NOI SIAMO IL CALCIO CATANIA  niente a che spartire con i lanciatori di m....
Ciao Fratello Ti aspetto!   

Offline Trunz

  • Utente
  • ***
  • Post: 368
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #376 il: 20 Giugno 2007, 01:31:30 pm »
Finalmente qualcosa comincia a muoversi con l'allenatore Tosto e il D.g Zappalà. Si parla anche di nuovi arrivi, tra cui Costanzo.

Era ora, perché non mi sembrava aver cominciato con il piede giusto, quest'anno.

La concorerenza sarà abbatanza agguerrita quest'anno, e la promozione in serie D non sarà una passeggiata per il solo fatto di chiamarsi Acireale. Questo deve essere chiaro per tutti e che tutti quindi si rimbocchino le maniche. Temo che basterebbe un anno mediocre per fare sfiorire il miracolo di un pubblico restato attaccato come l'edera alla sua squadra. Forse sono pessimista, ma non vedo l'entusiasmo straripante e incredibile visto quello che era capitato dell'anno scorso.

Restiamo vicini alla nostra squadra, è essenziale.

Vedo che il clima attorno a noi è addirittura peggiorato. Mi chiedo le ragioni di tanto odio, che trovo incomprensibile. Non crdo sia il miglior modo di mantenere rapproti di civile rispetto reciproco. 

Offline Testa Dura

  • Utente
  • ****
  • Post: 674
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #377 il: 24 Giugno 2007, 02:49:12 pm »
Quoto tutto, tranne come al solito le tue ingenue affermazioni sul comportamento dei catanesi, che ovviamente mi sembra spregevole, ma del tutto comprensibile.
Puntare alla serie D, ovviamente è un imperativo categorico per chi si chiama Acireale, ma avrei preferito maggiore chiarezza dalla dirigenza. Ad esempio, il vecchio titolo è stato acquistato, o no?
Forza Acireale.

Offline Testa Dura

  • Utente
  • ****
  • Post: 674
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #378 il: 28 Giugno 2007, 03:50:04 pm »
La notizia del completamento del Tupparello (futuro stadio Filippo Raciti?) è decisamente di buon auspicio per il campionato che l'Acireale si appresta a iniziare.
Certo, non è assolutamente una serie che si addice al nostro blasone, e senza il vergognoso contributo dei presidenti non acesi (di Malupassu, di Misterbianco, persino di Palermo) che hanno banchettato sul nostro vessillo, non l'avremmo mai frequentata, come mai era del resto accaduto nel glorioso passato della squadra granata.
Dovremo comunque affrontare questa prova, con l'unico irrinunciabile obiettivo dell'immediata promozione in D, ma anche con l'umiltà dei forti, perché mai nessuno ci regalerà nulla e tutte le squadre - tra cui qualcuna di un certo passato - affronteranno l'Acireale come se avessero di fronte il Brasile. La vittoria, comunque, mi ripeto, è d'obbligo, perché non possiamo permetterci di avere nessun anno di ristagno in un campionato dilettantistico, a pena di mettre a rischio un blasone conquistato negli anni e che solo alcuni forestieri non legati alla nostra bandiera hanno macchiato. Noi che invece abbiamo il sangue granata (ossia blu) non abbandoneremo mai la nostra squadra. Guai se qualcuno si facesse prendere dalla voglia di vedere la Juve o il Palermo vincere a ct. Ricordiamoci che sarebbero soldi e numeri regalati a pulvirenti e che comunque le disgrazie degli altri, per quanto rispondenti a equità, non bilanceranno mai le nostre eventuali fortune. Cucchiamo enormemente, quindi, ma a distanza, restando ben seduti sugli spalti del nostro mitico stadio.
In ogni caso "vamos a matar granata" (chi si ricorda il magnifico striscione del comunale?) e miriamo esclusivamente a vincere il campionato, perché se malauguratamente dovessimo arrivare terzi nessuno provvederebbe a un pietoso ripescaggio, di cui invece si avvalsero i cuginastri, che nel 1994, con l'Acireale in B, non seppero nemmeno vincere sul campo il campionato di Eccellenza.
Forza Acireale. 

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5399
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re: Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #379 il: 28 Giugno 2007, 04:44:16 pm »

...miriamo esclusivamente a vincere il campionato, perché se malauguratamente dovessimo arrivare terzi nessuno provvederebbe a un pietoso ripescaggio, di cui invece si avvalsero i cuginastri, che nel 1994, con l'Acireale in B, non seppero nemmeno vincere sul campo il campionato di Eccellenza.

Un campionato in cui fummo inseriti in corsa, giocammo tre volte la settimana per tre mesi con una squadra rifondata interamente in pochissimi giorni, il tutto avendo il pieno diritto di giocare in serie C1.
L'obbiettività al supermecato ancora non si compra, pazienza...
Ciao!
« Ultima modifica: 28 Giugno 2007, 07:12:10 pm da Redazione »

Offline peppe77

  • Newbie
  • Post: 9
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #380 il: 28 Giugno 2007, 10:13:50 pm »
La notizia del completamento del Tupparello (futuro stadio Filippo Raciti?) è decisamente di buon auspicio per il campionato che l'Acireale si appresta a iniziare.
Certo, non è assolutamente una serie che si addice al nostro blasone, e senza il vergognoso contributo dei presidenti non acesi (di Malupassu, di Misterbianco, persino di Palermo) che hanno banchettato sul nostro vessillo, non l'avremmo mai frequentata, come mai era del resto accaduto nel glorioso passato della squadra granata.
Dovremo comunque affrontare questa prova, con l'unico irrinunciabile obiettivo dell'immediata promozione in D, ma anche con l'umiltà dei forti, perché mai nessuno ci regalerà nulla e tutte le squadre - tra cui qualcuna di un certo passato - affronteranno l'Acireale come se avessero di fronte il Brasile. La vittoria, comunque, mi ripeto, è d'obbligo, perché non possiamo permetterci di avere nessun anno di ristagno in un campionato dilettantistico, a pena di mettre a rischio un blasone conquistato negli anni e che solo alcuni forestieri non legati alla nostra bandiera hanno macchiato. Noi che invece abbiamo il sangue granata (ossia blu) non abbandoneremo mai la nostra squadra. Guai se qualcuno si facesse prendere dalla voglia di vedere la Juve o il Palermo vincere a ct. Ricordiamoci che sarebbero soldi e numeri regalati a pulvirenti e che comunque le disgrazie degli altri, per quanto rispondenti a equità, non bilanceranno mai le nostre eventuali fortune. Cucchiamo enormemente, quindi, ma a distanza, restando ben seduti sugli spalti del nostro mitico stadio.
In ogni caso "vamos a matar granata" (chi si ricorda il magnifico striscione del comunale?) e miriamo esclusivamente a vincere il campionato, perché se malauguratamente dovessimo arrivare terzi nessuno provvederebbe a un pietoso ripescaggio, di cui invece si avvalsero i cuginastri, che nel 1994, con l'Acireale in B, non seppero nemmeno vincere sul campo il campionato di Eccellenza.
Forza Acireale. 
La notizia del completamento del Tupparello (futuro stadio Filippo Raciti?) è decisamente di buon auspicio per il campionato che l'Acireale si appresta a iniziare.
Certo, non è assolutamente una serie che si addice al nostro blasone, e senza il vergognoso contributo dei presidenti non acesi (di Malupassu, di Misterbianco, persino di Palermo) che hanno banchettato sul nostro vessillo, non l'avremmo mai frequentata, come mai era del resto accaduto nel glorioso passato della squadra granata.
Dovremo comunque affrontare questa prova, con l'unico irrinunciabile obiettivo dell'immediata promozione in D, ma anche con l'umiltà dei forti, perché mai nessuno ci regalerà nulla e tutte le squadre - tra cui qualcuna di un certo passato - affronteranno l'Acireale come se avessero di fronte il Brasile. La vittoria, comunque, mi ripeto, è d'obbligo, perché non possiamo permetterci di avere nessun anno di ristagno in un campionato dilettantistico, a pena di mettre a rischio un blasone conquistato negli anni e che solo alcuni forestieri non legati alla nostra bandiera hanno macchiato. Noi che invece abbiamo il sangue granata (ossia blu) non abbandoneremo mai la nostra squadra. Guai se qualcuno si facesse prendere dalla voglia di vedere la Juve o il Palermo vincere a ct. Ricordiamoci che sarebbero soldi e numeri regalati a pulvirenti e che comunque le disgrazie degli altri, per quanto rispondenti a equità, non bilanceranno mai le nostre eventuali fortune. Cucchiamo enormemente, quindi, ma a distanza, restando ben seduti sugli spalti del nostro mitico stadio.
In ogni caso "vamos a matar granata" (chi si ricorda il magnifico striscione del comunale?) e miriamo esclusivamente a vincere il campionato, perché se malauguratamente dovessimo arrivare terzi nessuno provvederebbe a un pietoso ripescaggio, di cui invece si avvalsero i cuginastri, che nel 1994, con l'Acireale in B, non seppero nemmeno vincere sul campo il campionato di Eccellenza.
Forza Acireale. 
Ma esiste ancora acireale?

Offline Testa Dura

  • Utente
  • ****
  • Post: 674
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #381 il: 07 Luglio 2007, 12:09:50 am »
E invece esiste, mio caro Peppe, esiste e tiene la schiena dritta e la testa (dura) alta, cara al sol. :-D
Forza Acireale, alla faccia di chi ci vuole male.

Offline Trunz

  • Utente
  • ***
  • Post: 368
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #382 il: 09 Luglio 2007, 03:38:37 pm »
Vorrei tornare a parlare dell'Acireale, cosa che serve anche perché continua questo incredibile silenzio stampa nei confronti dell'Acireale.

Leggo il giornale La Sicilia di oggi: come ormai da tempo articoli su tutti tranne che sull'Acireale. E' forse vero che si tratta di un fenomeno che interessa spegnere a tutti i costi?

Certo, non depone bene l'allontanamento di Zappalà, ammesso che sia vero.

Non so che dire. Speriamo in bene.

Offline Testa Dura

  • Utente
  • ****
  • Post: 674
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #383 il: 10 Luglio 2007, 09:58:32 pm »
Poco più di un anno fa venne escluso dai campionati professionistici l'Acireale calcio 1946, quarta squadra siciliana per titoli e blasone, prima per immagine al di fuori della Sicilia, unica e sola per tutti gli acesi che si rispettino.
Sulle vicende, tanto simili a quelle tra Como e Genoa, che hanno portato al fallimento della gloriosa suadra acese abbiamo già discusso più volte in questo topic: è sufficiente solo ricordare che tutto ha trovato origine nei vergognosi fatti del 2004, con pulvirenti che abbandona l'Acireale per traslocare armi, bagagli e patrimonio contabile verso il Catania. Chi vuole apporfondire ha molti elementi per farlo in questo topic dove si è parlato a lungo della cosa e i difensori a oltranza del malpassotu non sono riusciti a trovare uno straccio di serio argomento a suo favore, deidcandosi solo al consueto sport degli insulti.
Ma il malpassotu non merita troppa attenzione. Merita più attenzione invece osservare come l'ascesa del Catania, oltre a nuocere direttamente all'Acireale, abbia cannibalizzato anche le altre relatà sportive vicine.
Ad esempio, il Giarre è retrocesso e non riesce a riprendersi, anche perché ha preso la sua tifoseria (il giorno della sua retrocessione alcuni giarresi persino esultavano per la promozione del ct: contenti loro).
In sostanza, la promozione e la successiva salvezza del ct, quantunque nefaste per l'immagine della città e della Siclia tutta (dato quello che è successo), hanno distrutto, con il tipico tocco di re mida al contrario, tutto quello che si muove attorno.
L'Acireale, miracolosamente, contro tutto e tutti, resiste. Resiste perché incarna la passione e l'orgoglio di una città che non vuole cedere allo strapotere catanese, che vuole rendere testimonianza di una fede incrollabile, che non si arrenderà... mai!
Oltre mille acesi, domenica scorsa, hanno commemorato il misfatto dell'8.7.2006. Ricordatevi che noi combattiamo anche per voi, giarresi, paternesi, calatini, puntesi, misterbianchesi, perché anche voi siete vittime dell'arroganza del capoluogo. Noi acesi, siamo la punta di lancia della rivolta perché abbiamo più tradizione e più radici, ma un giorno anche voi vi ribellete all'idea di essere catanesi di serie B, e ci ringrazierete.
Forza Acireale   

Offline ENZO

  • Utente
  • *****
  • Post: 2399
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #384 il: 11 Luglio 2007, 08:59:44 am »
Poco più di un anno fa venne escluso dai campionati professionistici l'Acireale calcio 1946, quarta squadra siciliana per titoli e blasone, prima per immagine al di fuori della Sicilia, unica e sola per tutti gli acesi che si rispettino.
Sulle vicende, tanto simili a quelle tra Como e Genoa, che hanno portato al fallimento della gloriosa suadra acese abbiamo già discusso più volte in questo topic: è sufficiente solo ricordare che tutto ha trovato origine nei vergognosi fatti del 2004, con pulvirenti che abbandona l'Acireale per traslocare armi, bagagli e patrimonio contabile verso il Catania. Chi vuole apporfondire ha molti elementi per farlo in questo topic dove si è parlato a lungo della cosa e i difensori a oltranza del malpassotu non sono riusciti a trovare uno straccio di serio argomento a suo favore, deidcandosi solo al consueto sport degli insulti.
Ma il malpassotu non merita troppa attenzione. Merita più attenzione invece osservare come l'ascesa del Catania, oltre a nuocere direttamente all'Acireale, abbia cannibalizzato anche le altre relatà sportive vicine.
Ad esempio, il Giarre è retrocesso e non riesce a riprendersi, anche perché ha preso la sua tifoseria (il giorno della sua retrocessione alcuni giarresi persino esultavano per la promozione del ct: contenti loro).
In sostanza, la promozione e la successiva salvezza del ct, quantunque nefaste per l'immagine della città e della Siclia tutta (dato quello che è successo), hanno distrutto, con il tipico tocco di re mida al contrario, tutto quello che si muove attorno.
L'Acireale, miracolosamente, contro tutto e tutti, resiste. Resiste perché incarna la passione e l'orgoglio di una città che non vuole cedere allo strapotere catanese, che vuole rendere testimonianza di una fede incrollabile, che non si arrenderà... mai!
Oltre mille acesi, domenica scorsa, hanno commemorato il misfatto dell'8.7.2006. Ricordatevi che noi combattiamo anche per voi, giarresi, paternesi, calatini, puntesi, misterbianchesi, perché anche voi siete vittime dell'arroganza del capoluogo. Noi acesi, siamo la punta di lancia della rivolta perché abbiamo più tradizione e più radici, ma un giorno anche voi vi ribellete all'idea di essere catanesi di serie B, e ci ringrazierete.
Forza Acireale   

MIIIIIII  MA PER I CATANESI SARA' BRUTTO AD AVERLO VICINO!!!!!!!!!!!!!!!!!!
 ::) ::) ::) ::) ::) ::)

Con Affetto
SAALUTI
Ciao a Tutti e................. FORZA PALERMOOOOOOO
LA  CAPITALE DEL CALCIO SICILIANO

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5399
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re: Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #385 il: 11 Luglio 2007, 09:18:37 am »
Tralasciando le altre farneticazioni, colgo l'occasione per salutare la quarta più blasonata realtà calcistica siciliana, con l'augurio di una pronta risalita: forza Siracusa! Fra la fine degli anni '40 e l'inizio degli anni '50 gli azzurri militarono in Serie B per almeno 5 stagioni e facendosi rispettare, mentre noi e il Messina faticavamo in C.
E quando noi faticavamo in Eccellenza, nel 1993-'94, il Giarre purtroppo fallì e dovette salutare la terza serie. Da allora l'unica realtà catanese a riuscire a risalire, pur tra mille difficoltà, è stato proprio il capoluogo.
Mentire sapendo di mentire, che schifo...

Offline Trunz

  • Utente
  • ***
  • Post: 368
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #386 il: 11 Luglio 2007, 10:08:57 am »
Bua, mi sembra che dimentichi che l'Acireale nel 1993-94 era in B e che è rimasta in C1 fino a quando non è retrocessa in C2 con Pulvirenti. Altro che anni quaranta.

O lo hai rimosso?

Ciao. Auguri per il vostro campionato, ma tieni presente che quello che quello che dice Testa Dura è in gran parte vero, purtroppo.

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5399
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re: Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #387 il: 11 Luglio 2007, 10:22:59 am »
Bua, mi sembra che dimentichi che l'Acireale nel 1993-94 era in B e che è rimasta in C1 fino a quando non è retrocessa in C2 con Pulvirenti. Altro che anni quaranta.

O lo hai rimosso?

Ciao. Auguri per il vostro campionato, ma tieni presente che quello che quello che dice Testa Dura è in gran parte vero, purtroppo.

Due anni sempre nelle ultime 5 posizioni contro almeno 5 del Siracusa (che stazionava sempre a metà classifica), ma forse di più, e molti altri campionati di serie C quando l'acireale era in interregionale. Il Siracusa è la quarta più blasonata realtà siciliana. Con Pulvirenti l'acireale è retrocesso e poi è risalito in C1 dopo un anno, lo hai rimosso? Se nella provincia nessuna realtà è riuscita ad emergere da 15 anni a questa parte è colpa dell'inconsistenza economica del territorio e del disinteresse degli imprenditori locali. Nessun paese della provincia ha saputo costruire uan realtà duratura, Catania sì.
Se fosse rimasto Pulvirenti sareste ancora in C1, con gli imprenditori locali non siete mai andati oltre, vediamo adesso, ma imparate a riconoscere i vostri errori invece di attribuirli agli altri, altrimenti resterete sempre in basso a compiacervi del vostro vittimismo. E' un consiglio da amico.
Mentire sapendo di mentire, che vergogna.
« Ultima modifica: 11 Luglio 2007, 08:13:51 pm da Redazione »

Offline franco t.

  • Utente
  • *
  • Post: 42
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #388 il: 11 Luglio 2007, 11:21:12 am »
Citazione
Ad esempio, il Giarre è retrocesso e non riesce a riprendersi, anche perché ha preso la sua tifoseria (il giorno della sua retrocessione alcuni giarresi persino esultavano per la promozione del ct: contenti loro).


Caro testa dura, intervengo solo perchè si parla del Giarre,
io non credo proprio che c'entri qualcosa Catania o il Catania,
se il Giarre è retrocesso, la verità e' solo che il nostro avversario negli spareggi per la salvezza è stato più forte di noi, punto.
Per il resto sono d'accordo con Bua, se non si riesce a risalire
la colpa è solo del fatto che, nè noi, nè voi, nè altri da te citati, riusciamo ad esprimere imprenditori capaci di fare progetti seri,
per altro non mi pare che in centri come Licata, Gela, Marsala, Mazara o capoluoghi di provincia come Trapani, Agrigento e la stessa Siracusa, o Cosenza per uscire dalla Sicilia, pur non avendo nessun vicino che fagociti le attenzioni, riescano a combinare qualcosa di meglio, sicuramente per gli stessi motivi suddetti.
Riguardo al fatto che molti giarresi abbiano esultato per la promozione del Catania, mi sembra naturale, come quando esultiamo per la squadra che rappresenta la nostra nazione, così esultiamo altrettanto naturalmente, per la squadra che rappresenta la nostra provincia. e quindi anche noi.

Ti saluto, e cercate tu e il tuo amico trunz, di togliervi di dosso questa mania di persecuzione.

Offline Testa Dura

  • Utente
  • ****
  • Post: 674
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Nonostante tutto... Forza Acireale
« Risposta #389 il: 11 Luglio 2007, 08:06:02 pm »
Fratello Franco t.
consentimi di chiamarti fratello, non solo per le origini comuni (avevo due nonni su quattro tra Giarre e Riposto), ma anche perché Acireale e Giarre sono città non solo vicine fisicamente, ma anche socialmente e culturalmente; lo stesso accento è quasi indistinguibile, e a sua volta è nettamente diverso da quello di Catania (che si pone come un unicum nella Sicilia orientale, per cui ogni loro affornto all'accento acese, per quanto risibile, è se ci pensi bene anche un affronto all'accento di Giarre, di Taormina, di Aci S. Antonio, persino di Augusta).
In fondo è ancora comprensibile, ancorché non del tutto giustificabile, che a Giarre si tifi per la squadra attualmente più forte. L'Italiano è famoso per andare sempre a soccorso del vincitore, e gli stessi attuali tifosi catanesi sono quasi tutti degli ex (ex atletisti, ex juventini, ex milanisti). Del tutto incomprensibile, invece, la tua affermazione per cui dovresti tifare Catania perché appartieni alla provincia di Catania! A parte che una semplice appartenenza amministrativa, tra l'altro forzosa e non certo scelta liberamente, non certo giustifica il tifo sportivo (forse che a Sanbenedetto si tifa Ascoli, o a Empoli Fiorentina?), occorre notare che l'appartenenza alla provincia di Catania non ha penalizzato solo noi, ma anche voi. Tanto per esempio,la scelta di stornare tutti gli investimenti sulla Plaja non ha danneggiato solo la scogliera a nord, ma anche le magnifiche spiagge joniche (da Jonia) da S.Anna a S. Marco (quest'ultima da sempre lordata dai campeggiatori abusivi con tanto di accento della civita).
In ogni caso, se vi va bene così, pazienza: vorrà dire che resterete un'enclave catanese (di serie B) nel mezzo della provincia di Acireale-Taormina. A proposito, nella nuova provincia non sarebbe obbligatorio tifare Acireale, potresti tifare Giarre e, orrore orrore persino Catania, e soprattutto saresti un cittadino di serie A (la conurbazione Giarre/Riposto avrebbe 50.000 abitanti, e sarebbe seconda solo agli 80.000 di Acireale/Acicatena.
Pensaci su. In ogni caso forza Acireale (e perché no? Anche Giarre).      
« Ultima modifica: 11 Luglio 2007, 08:15:29 pm da Redazione »