Autore Topic: Festa di Campogalliano (MO)  (Letto 2687 volte)

Offline Marco Tullio

  • Utente
  • *****
  • Post: 3130
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
  • La continuità nella discontinuità
Festa di Campogalliano (MO)
« il: 14 Giugno 2006, 12:32:37 am »
Casorezzo (MI), 13 Giugno 2006
Cari forensi,
 la festa sembra non finire mai; sabato scorso, il 10, a Campogalliano (MO) c’è stato un raduno di Catanesi residenti in Alta Italia, un evento organizzato dal gruppo degli Old Elephants (ah, gli anglismi!). Per l’occasione ho pernottato in un albergo in paese con moglie e figlia, perché prevedevo che i festeggiamenti sarebbero finiti sul tardi e pertanto non mi sembrava prudente rimettermi al volante dopo avere assunto una discreta quantità di alcool. Dopo aver sistemato il bagaglio in stanza, avere indossato una maglia rossazzurra e aver imposto altrettanto a mia figlia, siamo andati nel locale prescelto, ovverosia “La bella Italia”, una cui sala è stata destinata ai cinquattotto gaudenti in giubilo per l’ascesa del Catania. Ho incontrato naturalmente tanti amici conosciuti in questi ultimi anni: Aldo da Como, che peraltro ha passato la notte nel mio stesso albergo, Aldo da Correggio, Francesco da Rovigo, Danilo, Mast da Treviso, l’ecista (“fondatore”: si ricordi che presso i Greci i fondatori di città ricevevano dopo la morte onori divini) del club, cioè Santo da Pesaro, il presidente Nico Thor da Verona, Renato da Desenzano, meglio conosciuto come Johnny Tre Dita, Lino da Bologna, soprannominato Prezzemolino, perché non mi pare che ci sia mai stata trasferta in cui lui non fosse presente (si vocifera che nella stagione 1997/1998 si perse una poco memorabile partita in quel di Tricase contro la formazione locale, perché il sabato sera si era preso una sbronza e quando si risvegliò era già lunedì, ma lui se ne accorse purtroppo solo quando trovò chiusi i cancelli dello stadio). Devo dire con compiacimento paterno che la mia Agata in maglietta rossazzurra ha riscosso un discreto successo: già è simpatica di suo, ma con quella mise non poteva proprio fallire in un contesto come quello di cui parlo. In verità la cena è stata solo un pretesto per celebrare ulteriormente il trionfo del 28 Maggio, data ormai scolpita nei cuori che palpitano per il Catania: tante sono state le riprese amatoriali dell’evento sottoposte alla visione degli astanti. Devo dire che ho provato una certa invidia per chi c’era e un profondo rammarico per non aver potuto fare altrettanto, ovvero io ci sarei potuto riuscire se la settimana prima, quando io ero a Lecce, il Brescia avesse deciso di giocare seriamente contro il Torino. Ma ormai è inutile questionare: l’importante è che la promozione ci sia comunque stata, anche se io non ho potuto gustarmela da vicino come ho sognato per tutto questo anno. La serata è riuscita sotto ogni aspetto: quello culinario e quello festaiolo. Ho scoperto che Lino e Nico hanno la stoffa dei presentatori, perché hanno introdotto impeccabilmente le premiazioni per i benemeriti del club, fra tutti il decano Aldo da Correggio, che quest’anno ci ha procurato i biglietti per la maggior parte delle trasferte, e inoltre hanno consentito di rilasciare dichiarazioni a diverse persone, fra le quali sono da annoverare io stesso, un onore che non so quanto io abbia meritato, dal momento che in questi due anni, data la mia recente paternità, le mie trasferte sono state ridotte all’osso. È stato piuttosto divertente quando Nico ha distribuito dei premi per le donne dei tifosi rossazzurri, costrette durante la stagione a sopportare le pazzie dei loro uomini: quando è venuto il momento di scartare i doni, il contenuto è risultato essere per ciascuna un paio di mutande bianche con una A ricamata, a simboleggiare che esse erano meritevoli della massima serie.
 L’intera sala era tappezzata di striscioni, bandiere, poster e sciarpe rossazzurre e più volte durante la serata sono stati intonati inni: era difficile per gli altri avventori non notare la nostra presenza. Certo alcuni ci guardavano incuriositi, altri divertiti, ma non possono certo mancare i malevoli, perché a tarda serata, mentre portavo la mia bimba a prendere un po’ d’aria in cortile, ho notato uno sparuto crocchio di indigeni che discuteva e mi è parso che l’oggetto fossimo noi; questo dubbio è stato dissipato quasi del tutto quando, scorgendomi in maglia rossazzurra, hanno abbassato la voce, ma non abbastanza da non permettermi di sentire parole confuse e tuttavia inequivocabili: «Sono dei buffoni!... Il Catania... E se gli dicessimo: “Terroni, terroni!”?». Al che io mi sono girato a fissarli, ho mormorato in maniera decisa una frase del tipo: «Che stronzi!» e sono rientrato. È un buon segno quando chi solitamente prova del disprezzo d’un tratto esprime inconfondibili segni di invidia: si abitui perché questo è solo l’inizio. Com’è stucchevole la miseria umana, a qualsiasi latitudine essa si manifesti!
 Finalmente è venuto il momento della torta, che ritraeva un campo di calcio, sul quale capeggiava un altro strato, naturalmente a forma di A, ricoperto da una decorazione che riproduceva uno striscione rossazzurro sul quale vi era scritto “Old Elephants”. L’occhio ha voluto la sua parte, ma anche le papille gustative hanno avuto la loro bella soddisfazione.
 Anche le feste più belle hanno la loro fine e pertanto all’una di notte a molti è parso il caso di congedarsi: anche io, mia moglie e Agata abbiamo deciso che era giunta l’ora di tornare in albergo. Ma in ogni caso la festa per la promozione continua lo stesso in altra forma, perché solo quando riuscirò a prendere atto che il Catania è finalmente in A potrò concentrarmi sul campionato futuro e sulle eventuali gioie che ci procurerà. Comprendetemi, voi che potete: da troppi anni la massima aspirazione è stata quella di raggiungere questo traguardo e adesso che il sogno è realtà voglio godermela finché posso. A presto,
Marco Tullio
Nuovo Catania, nuovo nome

Offline Elephant Catania

  • Utente
  • ***
  • Post: 300
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Festa di Campogalliano (MO)
« Risposta #1 il: 14 Giugno 2006, 05:01:03 pm »
Citazione da: "Marco Tullio"
Casorezzo (MI), 13 Giugno 2006
Cari forensi,.....


E avvisare quando esistono questi "raduni" vetitrennali, no vero?
Mi meraviglio pure di quel simpaticone di Francesco di Rovigo che non mi avvisa...avrà voluto il pezzo della torta più grosso?
Un abbraccio.
Tony - Brescia

Offline santopesaro

  • Utente
  • *****
  • Post: 4052
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Festa di Campogalliano (MO)
« Risposta #2 il: 14 Giugno 2006, 06:34:19 pm »
Grande Marco Tullio,uno dei momenti piu' belli della serata e' stato il tuo intonare una magnifica canzone-poesia  in dialetto

Tantissimi complimenti anche per la bellissima Agata :D

Offline Marco Tullio

  • Utente
  • *****
  • Post: 3130
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
  • La continuità nella discontinuità
Per Tony e Santo
« Risposta #3 il: 15 Giugno 2006, 08:02:23 am »
Casorezzo (MI), 15 Giugno 2006
Caro Tony,
 ahimè! pensavo andassi alla festa di Brescia (per inciso, perché non ne abbiamo fatta una sola?): il mio errore è stato non accennarne prima sul forum in modo tale che chi avesse voluto aderisse. Inoltre, è dal 2002 che non ho il piacere di vederti da vicino, tanto che comincio a credere che tu sia diventato un'entità metafisica: quest'anno spero che tra San Siro e il Delle Alpi riusciamo a incrociarci ancora. A presto,
 Marco Tullio

Caro Santo,
 il mio sonetto conto di fartelo ascoltare nuovamente alla mia prima trasferta e a San Siro. Ci rivediamo alla prossima stagione,
Marco Tullio
Nuovo Catania, nuovo nome

Offline Elephant Catania

  • Utente
  • ***
  • Post: 300
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Per Tony e Santo
« Risposta #4 il: 15 Giugno 2006, 05:27:23 pm »
Citazione da: "Marco Tullio"
Casorezzo (MI), 15 Giugno 2006
Caro Tony,
 ahimè! pensavo andassi alla festa di Brescia (per inciso, perché non ne abbiamo fatta una sola?): il mio errore è stato non accennarne prima sul forum in modo tale che chi avesse voluto aderisse. Inoltre, è dal 2002 che non ho il piacere di vederti da vicino, tanto che comincio a credere che tu sia diventato un'entità metafisica: quest'anno spero che tra San Siro e il Delle Alpi riusciamo a incrociarci ancora. A presto,
 Marco Tullio



Comunque ti perdono x la "grave" manchevolezza soprattutto x la mia appartenenza al partito della pace ergo ad una certa categoria testicolare!

Quanto alla mia entità metafisica, è vera e non la nascondo!
Negli ultimi 3/4 anni, ho seguito, via satellitea le partite dei liotri dal pianeta Marte!
Faceva freddino e bevevo solo l'acqua, mentre mi cibavo della sola scorta (pluriennale) di pasta alla norma liofilizzata e, nonostante tutto, ho pure sofferto di emorroidi! Che sfiga!  

Parentesi ludica a parte, in questi anni ho fatto qualche trasfertina ma capirai bene che tra il mio matrimonio del 2004, una bambina nata ad inizio di quest'anno e con il mia solita appartenenza, dal 1989, alla F.I.G.C., prima come "pupo nero praticante" e da qualche anno alla ricerca di arbitri migliori di quelli attuali della CAN, le domeniche libere mi si sono ridotte al lumicino!
L'unica (s)fortuna che ho quando (quelle rare volte), riesco a vedere il Catania in trasferta, è la possibilità di non "ammazzarmi" la vita x comprare o cercare il biglietto e di sedere in tribuna...anche perchè negli altri settori "non mi vogliono"!
Però, dal prossimo anno, visto l'evento spettacolare che si prospetta nel vedere e sentire parlare anche del Catania ad "Antenna3, TeleNova e TeleLombardia", starei firmando una "convenzione" con mia moglie affinchè accetti di portarla con me nelle trasferte rossoazzurre!
La convenzione di cui sopra nasce dal desiderio di rientrare in quel tipo d'entità terrena/umanoide che mi contraddistingueva anni orsono...  
Mi sembra di aver finito.
Ciao.
Tony

Offline Marco Tullio

  • Utente
  • *****
  • Post: 3130
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
  • La continuità nella discontinuità
Domanda
« Risposta #5 il: 16 Giugno 2006, 08:09:21 am »
Casorezzo (MI), 16 Giugno 2006
Caro Tony,
 ricordo bene che anche ad Ascoli sei andato in tribuna in quanto arbitro, mi chiedevo se ti fossi mai ritrovato chiuso nello spogliatoio come Paparesta (peraltro che corn...! ci ha dato un rigore contra al 91°!). Ciao ancora e complimenti per il matrimonio e per la figlia,
Marco Tullio
Nuovo Catania, nuovo nome

Offline Elephant Catania

  • Utente
  • ***
  • Post: 300
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Domanda
« Risposta #6 il: 16 Giugno 2006, 12:24:22 pm »
Citazione da: "Marco Tullio"
Casorezzo (MI), 16 Giugno 2006
Caro Tony,
 ricordo bene che anche ad Ascoli sei andato in tribuna in quanto arbitro, mi chiedevo se ti fossi mai ritrovato chiuso nello spogliatoio come Paparesta (peraltro che corn...! ci ha dato un rigore contra al 91°!). Ciao ancora e complimenti per il matrimonio e per la figlia,
Marco Tullio


Grazie!

Non ti nascondo che quella fortuna di trovarmi dentro lo spogliatoio con dirigenti che mi chiudevano dentro non l'ho mai avuta...magari avessi avuto il 66% dell'ex-cda della Juve a "tuonarmi" x il mio arbitraggio!
I primi a saperlo(il giorno dopo), sarebbero stati i magistrati, poi i giornalisti e poi x conoscenza i miei designatori...

Offline THOR

  • Utente
  • *****
  • Post: 1331
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Festa di Campogalliano (MO)
« Risposta #7 il: 16 Giugno 2006, 07:24:12 pm »
CARO MARCO,
il piacere di ritrovarsi tutti insieme, ancora una volta, passando dalle curve dei vari stadi ai tavoli della bella Italia, e' stato grande!
Come grande e' stata la mia soddisfazione nel vedere nuovi amici e rivedere tutti i "vecchi".
In mezzo a tutto questo colore rossazzurro, la tua splendida bambina merita il primo posto!
E' stata una bella e piacevole serata, finalmente serena senza le tensioni di una gara o di un postpartita.
Noi Old siamo fatti cosi, prima di tutto amici e catanesi.

Avremo modo di ritrovarci ancora, stiamo gia' preparando il terreno, le basi per la nuova stagione, che come tutti speriamo sara' ancora CATANIA!!

OLD ELEPHANTS sempre a sostegno

 :D

Offline Marco Tullio

  • Utente
  • *****
  • Post: 3130
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
  • La continuità nella discontinuità
Alle prossime trasferte
« Risposta #8 il: 17 Giugno 2006, 04:21:21 pm »
Casorezzo (MI), 17 Giugno 2006
Caro Nico,
 quest'altro anno si giocherà sempre di domenica e pertanto ci vedremo più spesso. Magari riuscirò a sapere se ti chiami "Nico" per antifrasi, ovvero figura retorica per la quale si esprime un concetto attraverso il suo contrario: Parcae quoniam non parcunt, lucus quoniam non lucet, Nico picchì si' beddu ranni. Ciao,
Marco Tullio
Nuovo Catania, nuovo nome