Autore Topic: Palermo e Catania: Mercato e prospettive  (Letto 46635 volte)

Offline occasionale rosanero

  • Utente
  • *****
  • Post: 3596
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Palermo e Catania: Mercato e prospettive
« il: 12 Luglio 2007, 11:04:48 am »
Come avevo annunciato ecco il mio nuovo contenitore riservato ai tifosi di entrambe le parrocchie. Oggi inizia il ritiro rosanero e mi sembrava il momento di iniziare dei ragionamenti sulla serie A che va ad iniziare.  Ogni discorso si chiuderà il 26/08 o forse meglio il 31/08.



Offline occasionale rosanero

  • Utente
  • *****
  • Post: 3596
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Palermo e Catania: Mercato e prospettive
« Risposta #1 il: 12 Luglio 2007, 11:09:49 am »
Bene entrambe le squadre siciliane sono in ritiro, il Palermo ci sta andando in realtà, e ritengo opportuno dare un primo giudizio sul mercato di entrambi in quanto è con queste squadre che si farà la preparazione in attesa di qualche altro scambio di mercato.

Il voto che esprimo è comparabile all’obiettivo dichiarato che è di un piazzamento Uefa  con un timido ochietto alla champions per il Palermo o facendo un punticino in più dei 58 dell’anno scorso, e di una salvezza per  il Catania.

Voto Palermo: 7 - - ….” Perché ad oggi a fronte di  una rosa importante tra titolari presunti e  riserve vi sono giocatori inadeguati per questo Palermo…Capuano e Ciaramitaro….se al 31 Agosto si sarà preso un altro interno di centrocampo toglierò il - - dal voto 7

Voto Catania: 7 . “ Perché sta facendo tutto quello che una squadra con risorse economiche limitate può fare per mantenere la categoria: trattenere i pezzi migliori, prendere qualche buon giocatore di categoria (Terlizzi per esempio), prendere giocatori interessanti dal mercato sud americano sperando di avere avuto lo stesso fiuto avuto per l’acquisto di Vargas.


Altra cosa sarà questa seria A che si presenta come una delle più difficili della storia di questo campionato.
Ancora se prendete una bella cartina d’Italia e guardate questa serie A capirete  come si tende verso una geopolitica  chiara. Ci sono troppe Toscane e l’Atalanta in più e negli anni devono scendere e ne potrà rimanere una o forse due. Mancano Bologna, Bari e/o Lecce, Verona……facendo quattro conti nel medio termine dovremo lottare come matti per mantenere due siciliane in massima serie.

Secondo me il campionato quest’anno sarà spaccato, tenendo conto delle formazioni ad oggi, in 4 blocchi:

Quelli della Champions: Juve, Milan, Inter, Roma, Fiorentina
Quelli dalla Uefa: Palermo, Lazio, Udinese, Sampdoria, Napoli, Torino e Genoa.
Quelli senza un perché: Empoli, Parma, Livorno RegginaQuelli della zona retrocessione: Siena Cagliari Catania Atalanta

La Reggina è in rosso xchè se come credo dovesse vendere sia Bianchi che Amoruso....potrebbe scendere in quarta fascia.

E’ chiaro che basterà poco per far si che un squadra passi ad una fascia limitrofa……ma secondo me i valori sono questi.

E’ chiaro che questo implica che molti miei contifosi si mettano buoni perché beccare la Uefa quest’anno sarà tutt’altro che banale.
E’ chiaro che i cuginastri devono metterci l’anima  in quanto, per come la vedo io, è preoccupante, che in ultima fascia abbia messo solo 4 squadre….per 3 posti……c’e’ anche da dire che con le formazioni ad oggi vedo Siena e Cagliari pietre pietre.

Il mio augurio Siena, Atalanta e Livorno ma quest’ultima, con Lucarelli, Tavano e Dorashoo, non è squadra che retrocede.

Saluti e si apra il dibattito.

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8714
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Palermo e Catania: Mercato e prospettive
« Risposta #2 il: 12 Luglio 2007, 12:47:44 pm »
Parliamo del momento. Al momento il 7 meno meno mi sembra un pò ingeneroso per la sola presenza di Capuano e Ciaramitaro in rosa. Se il metro di giudizio é la costruzione di una rosa adeguata alla lotta per un posto UEFA questo voto mi sembra poi ancora più stretto.

Consideriamo che al momento (é sempre opportuno specificarlo quando mancano 45 giorni alla chiusura del mercato) il Palermo ha tenuto tutti i suoi big, Barzagli compreso ed ha innestato due-tre pezzi niente male.

Il mio voto al momento é di un punto superiore al tuo, diciamo 8 meno meno. Il giorno in cui dovessero essere potati gli ultimi rami secchi, Brienza, Gonzalez, Capuano e presi un paio di sostituti più motivati, la valutazione supererà la soglia dell'otto, viceversa potrà anche scendere.

Obiettivo del Palermo secondo Zamparini oggi: la zona Uefa con un occhio al quarto posto. Zamparini ha aggiunto che arrivare fuori dalla zona UEFA con questa rosa sarebbe un fallimento. Concordo. Come fu un fallimento lo scorso anno arrivare fuori dalla zona Champions con quell'organico, quei punti di vantaggio a fine andata e quel campionato che definire mediocre ed anomalo é probabilmente un eufemismo.

Sulle fasce di valori da te individuate al momento (sempre al momento) farei fare un saltino indietro alla Fiorentina orfana di Toni, un altro saltino ad una fra Napoli e Genoa (difficile che tre neopromosse su tre, mettendoci anche la Juve, facciano contemporaneamente mirabilie il primo anno) e starei molto attento all'Empoli, che ha scattiato un grandissimo campionato, ma ha perso Almiron, Matteini e Pratali tutti in un colpo. Attento chiaramente in chiave salvezza.

Sulla carta sembra il torneo più difficile degli ultimi quattro anni, non so dirti prima perchè seguo la serie A attentamente solo da quando vi é tornato il Palermo. Oltre all'analisi geopolitica ne farei una puramente tecnica. Con l'ingresso di De Laurentis, Preziosi e del nuovo proprietario del Parma girano molti, ma molti più soldi, che si sono tradotti in acquisti di giocatori importanti, la Juventus fa chiaramente storia a se, Torino, Livorno e l'Udinese hanno speso tanto, la Sampdoria si sta attrezzando anch'essa bene. Un ritorno alle spese in una serie A che ci aveva abituati a vedere le strisciate più Palermo e Fiorentina spendere soldi e le altre a barattare giocatori o vivere di prestiti.

Poi solo il campo dirà come stanno le cose, ma le premesse sono buone.
...meritare la mia amicizia non e' semplice. Ancora meno semplice e' meritare la mia inimicizia, perche' per essere mio nemico devi avere dei valori che non posso condividere, ma che rispettero'. Ai piu' riservo invece cio' che meritano: indifferenza...

Offline occasionale rosanero

  • Utente
  • *****
  • Post: 3596
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Palermo e Catania: Mercato e prospettive
« Risposta #3 il: 12 Luglio 2007, 12:59:30 pm »
Diciamo che Zamaprini ha detto puntiamo al quarto posto ma se usciamo dalla Uefa è un fallimento. Quindi considerato che per arrivare quarti bisogna avere annullato il gap con Viola e Roma dico....7--.

Sulle fasce potrei essere d'accordo........... ma noi sappiamo cosa ha fatto il Palermo al suo primo ritorno in A....l'entusiasmo del San Paolo e di Marassi potrebbe essere l'arma in più. Io dico la mia è più probabile che la Juve fatichi a stare dietro le strisciate e la Roma che il Napoli e Genoa escano dalla corsa Uefa.

Sull'Empoli aggiungici anche deve fare l'Uefa diciamo che potebbe essere colorata di rosso come la Reggina e rischiare la quarta fascia.

Concordi sul fatto che ad oggi Siena e Cagliari partono, sulla carta con 3 dita di un piede in serie B?
 

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8714
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Palermo e Catania: Mercato e prospettive
« Risposta #4 il: 12 Luglio 2007, 01:43:24 pm »

Concordi sul fatto che ad oggi Siena e Cagliari partono, sulla carta con 3 dita di un piede in serie B?
 

Concordo.
...meritare la mia amicizia non e' semplice. Ancora meno semplice e' meritare la mia inimicizia, perche' per essere mio nemico devi avere dei valori che non posso condividere, ma che rispettero'. Ai piu' riservo invece cio' che meritano: indifferenza...

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Palermo e Catania: Mercato e prospettive
« Risposta #5 il: 12 Luglio 2007, 02:07:14 pm »
Bene entrambe le squadre siciliane sono in ritiro, il Palermo ci sta andando in realtà, e ritengo opportuno dare un primo giudizio sul mercato di entrambi in quanto è con queste squadre che si farà la preparazione in attesa di qualche altro scambio di mercato.

A me sembra prematuro per i motivi da te stesso addotti, ovvero il mercato non si è chiuso...ma comunque ok, giochiamo pure ;-) :-D

Il voto che esprimo è comparabile all’obiettivo dichiarato che è di un piazzamento Uefa  con un timido ochietto alla champions per il Palermo o facendo un punticino in più dei 58 dell’anno scorso, e di una salvezza per  il Catania.

Voto Palermo: 7 - - ….” Perché ad oggi a fronte di  una rosa importante tra titolari presunti e  riserve vi sono giocatori inadeguati per questo Palermo…Capuano e Ciaramitaro….se al 31 Agosto si sarà preso un altro interno di centrocampo toglierò il - - dal voto 7

Voto Catania: 7 . “ Perché sta facendo tutto quello che una squadra con risorse economiche limitate può fare per mantenere la categoria: trattenere i pezzi migliori, prendere qualche buon giocatore di categoria (Terlizzi per esempio), prendere giocatori interessanti dal mercato sud americano sperando di avere avuto lo stesso fiuto avuto per l’acquisto di Vargas.


Non quoto i voti per i motivi, appunto, sopra esposti... soprattutto del Palermo che seguo di sfuggita...ma quoto assolutamente gli obiettivi...

Altra cosa sarà questa seria A che si presenta come una delle più difficili della storia di questo campionato.
Ancora se prendete una bella cartina d’Italia e guardate questa serie A capirete  come si tende verso una geopolitica  chiara. Ci sono troppe Toscane e l’Atalanta in più e negli anni devono scendere e ne potrà rimanere una o forse due. Mancano Bologna, Bari e/o Lecce, Verona……facendo quattro conti nel medio termine dovremo lottare come matti per mantenere due siciliane in massima serie.


Al di là delle cartine geografiche e dei giochi di geopolitica che probabilmente si fanno nella stanza dei bottoni, il mio Catania lotterà da matti a prescindere...su questo non ho dubbi!

Secondo me il campionato quest’anno sarà spaccato, tenendo conto delle formazioni ad oggi, in 4 blocchi:

Quelli della Champions: Juve, Milan, Inter, Roma, Fiorentina
Quelli dalla Uefa: Palermo, Lazio, Udinese, Sampdoria, Napoli, Torino e Genoa.
Quelli senza un perché: Empoli, Parma, Livorno RegginaQuelli della zona retrocessione: Siena Cagliari Catania Atalanta

La Reggina è in rosso xchè se come credo dovesse vendere sia Bianchi che Amoruso....potrebbe scendere in quarta fascia.

E’ chiaro che basterà poco per far si che un squadra passi ad una fascia limitrofa……ma secondo me i valori sono questi.


Si...se il gioco è quello di giudicare sulla carta, diciamo che tuttosommato li condivido. Certo...l'Empoli fra quelle "senza un perchè" e il Catania e l'Atalanta in quarta fascia mi sembra un tantino esagerato...ma va bè, non voglio passare per fazioso 8D
In più, mi sembra che il Napoli venga sovravvalutato più per blasone che per le oggettive potenzialità di una squadra che al momento...e ripeto al momento...è rimasta pressappoco quella dello scorso anno e ha rinnovato con un tecnico che tutto può fare tranne che l'allenatore di calcio. Discorso più o meno simile per l'Udinese, come ho già scritto in un altro post :-D 8D

E’ chiaro che questo implica che molti miei contifosi si mettano buoni perché beccare la Uefa quest’anno sarà tutt’altro che banale.
E’ chiaro che i cuginastri devono metterci l’anima  in quanto, per come la vedo io, è preoccupante, che in ultima fascia abbia messo solo 4 squadre….per 3 posti……c’e’ anche da dire che con le formazioni ad oggi vedo Siena e Cagliari pietre pietre.

Il mio augurio Siena, Atalanta e Livorno ma quest’ultima, con Lucarelli, Tavano e Dorashoo, non è squadra che retrocede.
Saluti e si apra il dibattito.


Vedi, io continuo a non essere d'accordo con l'affermazione secondo cui con i "nomi" non si può retrocedere, soprattutto quando i campionati ci danno le prove che non è così facile l'equazione.

Ti ricordo che il Livorno lo scorso campionato fu graziato, come il Torino (squadra anch'essa da Figurine Panini :-D ), dai saldi di fine stagione che fanno le altre quando non hanno più o hanno ragiunto gli obiettivi stagionali, perchè per quasi un intero campionato, con Lucarelli e poi Fiore e Cesar, è stato dietro a noi...e scrivo quasi perchè per superarci hanno dovuto approfittare, come il Toro, di quella squalifica infame che ci ha fiaccato nel morale e nel fisico. Altrimenti col piffero che con quei nomi non è squadra che può retrocedere. 8D

Per il resto ti quoto sul fatto che raggiungere i rispettivi obiettivi sarà una cosa grande, da accogliere con soddisfazione...smettendola con quest'ansia da prestazione, con questo clima perenne da ultima spiaggia, perchè è solo controproducente.

Ciao  ;-)


Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est

Offline occasionale rosanero

  • Utente
  • *****
  • Post: 3596
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Palermo e Catania: Mercato e prospettive
« Risposta #6 il: 12 Luglio 2007, 02:57:29 pm »
Gaspare unaa precisazione i nomi non sono dell'entità astratte....mi spiego meglio.....

Chiamiamoli Pippo pluto e paperino.

Pippo è uno che segna un pozzo di goal in serie A ogni anno e pertanto se la tua è a rischio grazie ai suoi goal si salva.
Pluto è uno che fin quando l'ho visto giocare nel Milan era fortissimo.
Paperino  prima di partire per Valenzia era una delle seconda punte più forti del calcio Italiano.
Ora può essere che il prossimo campionato faranno schifo tutte e tre ma sulla carta non vi è dubbio che me lo fanno collocare in terza fascia.


Saluti

Sull'Empoli, squadra che ha conquistato qualche punticino in meno del Palermo c'e'e solo da capire, e non sono un indovino, quanto le partenze di Almiron, Matteini e forse Pratali e la necessità di spendere energie in coppa Uefa lo faranno scacare.....finiranno dalla seconda alla terza fascia..o alla quarta?


Offline ENZO

  • Utente
  • *****
  • Post: 2399
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Palermo e Catania: Mercato e prospettive
« Risposta #7 il: 12 Luglio 2007, 02:59:20 pm »


Voto Palermo: 7 - - ….” Perché ad oggi a fronte di  una rosa importante tra titolari presunti e  riserve vi sono giocatori inadeguati per questo Palermo…Capuano e Ciaramitaro….se al 31 Agosto si sarà preso un altro interno di centrocampo toglierò il - - dal voto 7

Voto Catania: 7 . “ Perché sta facendo tutto quello che una squadra con risorse economiche limitate può fare per mantenere la categoria: trattenere i pezzi migliori, prendere qualche buon giocatore di categoria (Terlizzi per esempio), prendere giocatori interessanti dal mercato sud americano sperando di avere avuto lo stesso fiuto avuto per l’acquisto di Vargas.


Secondo me il campionato quest’anno sarà spaccato, tenendo conto delle formazioni ad oggi, in 4 blocchi:

Quelli della Champions: Juve, Milan, Inter, Roma, Fiorentina
Quelli dalla Uefa: Palermo, Lazio, Udinese, Sampdoria, Napoli, Torino e Genoa.
Quelli senza un perché: Empoli, Parma, Livorno RegginaQuelli della zona retrocessione: Siena Cagliari Catania Atalanta

La Reggina è in rosso xchè se come credo dovesse vendere sia Bianchi che Amoruso....potrebbe scendere in quarta fascia.

E’ chiaro che basterà poco per far si che un squadra passi ad una fascia limitrofa……ma secondo me i valori sono questi.

E’ chiaro che questo implica che molti miei contifosi si mettano buoni perché beccare la Uefa quest’anno sarà tutt’altro che banale.
E’ chiaro che i cuginastri devono metterci l’anima  in quanto, per come la vedo io, è preoccupante, che in ultima fascia abbia messo solo 4 squadre….per 3 posti……c’e’ anche da dire che con le formazioni ad oggi vedo Siena e Cagliari pietre pietre.

Il mio augurio Siena, Atalanta e Livorno ma quest’ultima, con Lucarelli, Tavano e Dorashoo, non è squadra che retrocede.

Saluti e si apra il dibattito.


AL MOMENTO (sottolineo) AL MOMENTO

Il voto del PALERMO per mè è da "7++" trasformabile in "8" se si riuscisse a prendere un buon terzino sinistro, anche se su questo punto il buon Pisano potrebbe smentirci tutti, ed incoraggiato dalla riconferma magari ci fà una gradita sorpresa!!!!  8-)

Sul Catania è prematuro dare un voto, perchè non sono riuscito a capire se il pessimo girone di ritorno sia imputabile alla serata tragica del Derby con le relative conseguenze, oppure da motivi più tecnici.
Certamente se riuscirà a ripetere lo straordinario inizio del campionato trascorso, allora tanto di cappello è un "9" non glielo toglierà nessuno.

CONCORDO invece sui valori delle squadre di quest'anno, anche se molto probabilmente almeno il 50% di giocatori oggetto di questa campagna acquisti risulteranno dei "PACCHI" come ogni anno.
Speriamo che i giocatori acquistati dal PALERMO facciano parte dell'altro 50%  ::) ::) ::)

Non dimentichiamoci infine che il PALERMO parte in classifica con +6!!!!!!!!!!!!!!!
 :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D

SALUTI
Ciao a Tutti e................. FORZA PALERMOOOOOOO
LA  CAPITALE DEL CALCIO SICILIANO

Offline occasionale rosanero

  • Utente
  • *****
  • Post: 3596
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Palermo e Catania: Mercato e prospettive
« Risposta #8 il: 12 Luglio 2007, 03:08:47 pm »
Enzo templare non voglio contestare il vostro voto..però vorrei fare riflettere sul fatto che io non ho chiesto un voto all'entusiasmo...perchè io avrei votato 9 dopo tutte le immagini su youtube di Miccoli, Cavani e Jankovic che ho visto. Io ho chiesto un voto, ad oggi, sull'obiettivo dichiarato. Siccome Zamparini fino a questa mattina dichiarava" Obiettivo quarto posto ma la perdita della Uefa un fallimento!!".....Io sostengo che il GAP tecnico con Roma e Viola non è stato, ad oggi, annullato...indi niente 4° posto......indi ecco il 7--.
Poi c'e' un fatto.......... se volete estetico.....ora passi per Ciaramitaro che è Palermitano...panelle cazzilli e siamo tutti amici......ma in una squadra dove le riserve vincerebbero il derby con il Catania ::) ::)......il terzino sinistro è Capuano????


Hai fatto 30....fai 31!

Saluti
 

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8714
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Palermo e Catania: Mercato e prospettive
« Risposta #9 il: 12 Luglio 2007, 03:34:52 pm »
Enzo templare non voglio contestare il vostro voto..però vorrei fare riflettere sul fatto che io non ho chiesto un voto all'entusiasmo...perchè io avrei votato 9 dopo tutte le immagini su youtube di Miccoli, Cavani e Jankovic che ho visto. Io ho chiesto un voto, ad oggi, sull'obiettivo dichiarato. Siccome Zamparini fino a questa mattina dichiarava" Obiettivo quarto posto ma la perdita della Uefa un fallimento!!".....Io sostengo che il GAP tecnico con Roma e Viola non è stato, ad oggi, annullato...indi niente 4° posto......indi ecco il 7--.
Poi c'e' un fatto.......... se volete estetico.....ora passi per Ciaramitaro che è Palermitano...panelle cazzilli e siamo tutti amici......ma in una squadra dove le riserve vincerebbero il derby con il Catania ::) ::)......il terzino sinistro è Capuano????


Hai fatto 30....fai 31!

Saluti
 

Io ho dato un voto in più non per l'entusiasmo dei nuovi acquisti, ma per avere il Palermo smentito tutti, me compreso, che credevamo nell'ennesima rivoluzione che invece non c'é stata.

Se mantieni i più forti, poti i rami secchi ed aggiungi un paio di ciliegine sei una squadra che merita 8 meno meno. Se poi arriva un terzino sinistro e magari un altro centrale (anche se Bresciano può giocare anche lì) rimangono ancora due voti e qualcosina (i meno meno... ::)) dall'8 al 10.

Non sono daccordo sulla valutazione attuale della Fiorentina. Si sono ringiovaniti parecchio ed hanno tolto Toni. Dovranno necessariamente cambiare modo di giocare e non é deto che tutte le ciambelle riescano col buco anno per anno.

Zamparini dopo un quinto posto e la campagna acquisti effettuata deve necessariamente parlare di Champions, perchè l'obiettivo della squadra deve essere migliorarsi rispetto all'anno passato. Sappiamo tutti che sarà difficilissimo se non impossibile, ma dobbiamo guardare in alto, in avanti, altrimenti si finisce a...Guidolin.

Poi il campo dirà se allenatore e rosa saranno all'altezza, quanto meno di non essere fuori dai giochi già a metà campionato e ne trarremo tutti le conseguenze.
...meritare la mia amicizia non e' semplice. Ancora meno semplice e' meritare la mia inimicizia, perche' per essere mio nemico devi avere dei valori che non posso condividere, ma che rispettero'. Ai piu' riservo invece cio' che meritano: indifferenza...

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5433
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re: Palermo e Catania: Mercato e prospettive
« Risposta #10 il: 12 Luglio 2007, 05:10:20 pm »
Ciao,
premetto che mi viene difficile esprimere giudizi, perché vengo da un anno di matricolato, pertanto non conosco bene il campionato. Inoltre, anche se i ritiri sono cominciati, il mercato è in pieno fermento. Per finire ritengo che, oltre alla tecnica dei singoli ci sono molte variabili che possono spostare gli equilibri, soprattutto per le squadre medie.
Comincio dalla fine:sulle squadre di quarta fascia, credo sarà ben difficile individuarle prima dell'inizio del torneo: il Siena ha uno sponsor che addirittura forse farà cambiare denominazione alla squadra, quindi mi aspetto investimenti maggiori e ritocchi sostanziali alla rosa attuale. Non ho mota simpatia per questa società, mi auguro che retroceda, ma non penso che affronterà il campionato nelle condizioni attuali. Il Cagliari ha tanti anni di esperienza  molti quattrini che hanno permesso di raddirzzare la barca in corsa nelle ultime due stagioni, ergo potrebbe essere l'equivalente del Parma o del Chievo dello scorso campionato. Riguardo la Reggina e l'Empoli conto che saranno con tutti e due i piedi nella lotta per non retrocedere, se non altro perché ci sono sempre state con la sola eccezione dello scorso anno e per i toscani c'è il fastidioso impegno in UEFA. Anche l'Atalanta non è detto che ripeta il tranquillo campionato dello scorso anno. E come essere certi che il Torino abbia imparato dai propri errori? Sul Napoli ho dei dubbi sulel qualità dell'allenatore, mentre il Genoa penso volerà sulle ali dell'entusiasmo per il ritorno in A. Il Parma è ancora un cantiere, la Samp e l'Udinese stanno aprendo un nuovo ciclo...insomma molte incertezza.
Per le squadre più forti mi pare difficile che l'Inter possa essere insidiata per lo scudetto, quindi prevedo un replay delle ultime stagioni.
Ergo, secondo me le fascie saranno le seguenti:
1. Inter, Milan, Roma
2. Juventus, Lazio, Fiorentina, Palermo
3. Udinese, Sampdoria, Napoli, Genoa, Torino, Livorno, Parma
4. Catania, Reggina, Empoli, Siena, Cagliari, Atalanta

Nel dettaglio delle nostre realtà:
Palermo: voto 7. La sostituzione di Di Michele per Miccoli sintetizza il salto di qualità rispetto alla scorsa stagione. Arriva un giocatore motivato e se ne va uno sfascia-spogliatoio. Con il rientro di Amauri, il rientro di Matteini e con Cavani, l'unico problema che potrebbe nascere in attacco è se i presunti titolari dovessero perdere il posto, come la prenderebbero?
Per il resto proprio Colantuono mi sembra uno dei migliori tecnici emergenti, credo che sia una buona scelta.

Catania: voto 6  Rispetto allo scorso anno ci vorrà un po' più di qualità, forse finora non l'abbiamo, eccetto che per l'ingaggio di Terlizzi in difesa, reparto che ancora deve essere rifondato. Dobbiamo però migliorare nelle alternative, il voto medio dipende dal fatto che abbiamo (per ora) mantenuto la spina dorsale dello scorso anno, cioè i migliori: Vargas, Stovini, Baiocco, Caserta, Spinesi. Conto molto che il nuovo acquisto più importante risulti Mascara, alla prova d'appello per dimostrare di poter fare la differenza anche in A, ma ancora mancano alcuni tasselli fondamentali per giudicare.
Spero anche nelle capacità di Baldini di cementare il gruppo enella voglia di riscatto dell'allenatore.
Ciao!

Offline occasionale rosanero

  • Utente
  • *****
  • Post: 3596
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Palermo e Catania: Mercato e prospettive
« Risposta #11 il: 12 Luglio 2007, 05:27:36 pm »
Ma non so la juve è questa:

Zebina Gryghera Andrade Chiellini
Camoranesi Tiago Non mi ricordo Nedved
       Del Piero  Treseguet

credo che al limite possa fare corsa a parte con la violacea per il quarto posto.

Per i tre posti Uefa...credo che sia una corsa tra:
Palermo Udinese  Lazio  Samp e almeno una tra Napoli, Toro e Genoa!

Vedremo ma ognuno per i propri obiettivi siamo certi che sarà durissima!!! 8-) 8-)

Saluti

Offline tomsriver

  • Utente
  • ****
  • Post: 502
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Palermo e Catania: Mercato e prospettive
« Risposta #12 il: 12 Luglio 2007, 05:35:40 pm »
Bene entrambe le squadre siciliane sono in ritiro, il Palermo ci sta andando in realtà, e ritengo opportuno dare un primo giudizio sul mercato di entrambi in quanto è con queste squadre che si farà la preparazione in attesa di qualche altro scambio di mercato.

A me sembra prematuro per i motivi da te stesso addotti, ovvero il mercato non si è chiuso...ma comunque ok, giochiamo pure ;-) :-D

Il voto che esprimo è comparabile all’obiettivo dichiarato che è di un piazzamento Uefa  con un timido ochietto alla champions per il Palermo o facendo un punticino in più dei 58 dell’anno scorso, e di una salvezza per  il Catania.

Voto Palermo: 7 - - ….” Perché ad oggi a fronte di  una rosa importante tra titolari presunti e  riserve vi sono giocatori inadeguati per questo Palermo…Capuano e Ciaramitaro….se al 31 Agosto si sarà preso un altro interno di centrocampo toglierò il - - dal voto 7

Voto Catania: 7 . “ Perché sta facendo tutto quello che una squadra con risorse economiche limitate può fare per mantenere la categoria: trattenere i pezzi migliori, prendere qualche buon giocatore di categoria (Terlizzi per esempio), prendere giocatori interessanti dal mercato sud americano sperando di avere avuto lo stesso fiuto avuto per l’acquisto di Vargas.


Non quoto i voti per i motivi, appunto, sopra esposti... soprattutto del Palermo che seguo di sfuggita...ma quoto assolutamente gli obiettivi...

Altra cosa sarà questa seria A che si presenta come una delle più difficili della storia di questo campionato.
Ancora se prendete una bella cartina d’Italia e guardate questa serie A capirete  come si tende verso una geopolitica  chiara. Ci sono troppe Toscane e l’Atalanta in più e negli anni devono scendere e ne potrà rimanere una o forse due. Mancano Bologna, Bari e/o Lecce, Verona……facendo quattro conti nel medio termine dovremo lottare come matti per mantenere due siciliane in massima serie.


Al di là delle cartine geografiche e dei giochi di geopolitica che probabilmente si fanno nella stanza dei bottoni, il mio Catania lotterà da matti a prescindere...su questo non ho dubbi!

Secondo me il campionato quest’anno sarà spaccato, tenendo conto delle formazioni ad oggi, in 4 blocchi:

Quelli della Champions: Juve, Milan, Inter, Roma, Fiorentina
Quelli dalla Uefa: Palermo, Lazio, Udinese, Sampdoria, Napoli, Torino e Genoa.
Quelli senza un perché: Empoli, Parma, Livorno RegginaQuelli della zona retrocessione: Siena Cagliari Catania Atalanta

La Reggina è in rosso xchè se come credo dovesse vendere sia Bianchi che Amoruso....potrebbe scendere in quarta fascia.

E’ chiaro che basterà poco per far si che un squadra passi ad una fascia limitrofa……ma secondo me i valori sono questi.


Si...se il gioco è quello di giudicare sulla carta, diciamo che tuttosommato li condivido. Certo...l'Empoli fra quelle "senza un perchè" e il Catania e l'Atalanta in quarta fascia mi sembra un tantino esagerato...ma va bè, non voglio passare per fazioso 8D
In più, mi sembra che il Napoli venga sovravvalutato più per blasone che per le oggettive potenzialità di una squadra che al momento...e ripeto al momento...è rimasta pressappoco quella dello scorso anno e ha rinnovato con un tecnico che tutto può fare tranne che l'allenatore di calcio. Discorso più o meno simile per l'Udinese, come ho già scritto in un altro post :-D 8D

E’ chiaro che questo implica che molti miei contifosi si mettano buoni perché beccare la Uefa quest’anno sarà tutt’altro che banale.
E’ chiaro che i cuginastri devono metterci l’anima  in quanto, per come la vedo io, è preoccupante, che in ultima fascia abbia messo solo 4 squadre….per 3 posti……c’e’ anche da dire che con le formazioni ad oggi vedo Siena e Cagliari pietre pietre.

Il mio augurio Siena, Atalanta e Livorno ma quest’ultima, con Lucarelli, Tavano e Dorashoo, non è squadra che retrocede.
Saluti e si apra il dibattito.


Vedi, io continuo a non essere d'accordo con l'affermazione secondo cui con i "nomi" non si può retrocedere, soprattutto quando i campionati ci danno le prove che non è così facile l'equazione.

Ti ricordo che il Livorno lo scorso campionato fu graziato, come il Torino (squadra anch'essa da Figurine Panini :-D ), dai saldi di fine stagione che fanno le altre quando non hanno più o hanno ragiunto gli obiettivi stagionali, perchè per quasi un intero campionato, con Lucarelli e poi Fiore e Cesar, è stato dietro a noi...e scrivo quasi perchè per superarci hanno dovuto approfittare, come il Toro, di quella squalifica infame che ci ha fiaccato nel morale e nel fisico. Altrimenti col piffero che con quei nomi non è squadra che può retrocedere. 8D

Per il resto ti quoto sul fatto che raggiungere i rispettivi obiettivi sarà una cosa grande, da accogliere con soddisfazione...smettendola con quest'ansia da prestazione, con questo clima perenne da ultima spiaggia, perchè è solo controproducente.

Ciao  ;-)




Caro Gaspare
Ho letto il tuo post con vero interesse, così come quelli degli amici di Palermo.
Io ti espongo il mio punto di vista riguardo al Catania, poi tu giudicherai.
1° Domanda: la vera squadra era quella del girone d'andata (dott jeckil) o quel mostro del girone di ritorno (mr. Hide) ???
Ti confesso di essere un pò preoccupato, stando così le cose, cioè con l'attuale dotazione di calciatori, circa il prossimo campionato del Catania. E' vero che la dirigenza sta provvedendo a sfoltire la "zavorra", rimpiazzandola con elementi che potrebbero rivelarsi delle buone sorprese........................, però dimentichi una cosa:  spesso ciò che fa muovere una squadra non sono i nomi, non sono i campioni, non sono le potenzialità economico e politiche, bensì sono una cosa ben più importante:  LE MOTIVAZIONI.
Mio padre mi racconta che il primissimo campionato del Catania in serie A, quelllo della stagione 1961/62, la società, non disponendo di importanti leve economiche (come d'altronde adesso), mise in campo una squadra che la stampa del nord, all'inizio del campionato, definì di ""POSTELEGRAFONICI", intendendo una squadretta composta da dilettanti.
Beh, quella squadra seppe reagire ai dileggiamenti di mezza Italia, riuscendo a classificarsi al 6° posto a fine campionato !!!
Nei campionati di serie A che seguirono invece il Catania fu costrtto a lottare sempre per non retrocedere, forse perchè vennero meno le motivazioni, cioè l'entusiasmo del 1° anno nella massima serie, oltre al fatto che la stampa del nord si guardava bene dal dileggiare quei "postelegrafonici".
Non è che all'improvviso i brocchi eran diventati campioni di razza, però quelle MOTIVAZIONI avevano spinto la squadra a livelli spaziali.
Qualcosa di simile (con le debite proporzioni) avvenne con l'Italia mondiale 1982.
Ti confesso di essere confuso riguardo alle valutazioni da dare a questa squadra, cioè se definirla dott Jeckil ovvero mister Hide:  una squadra promossa nella massima serie trova sempre quelle motivazioni di entusiasmo che la spingono, coma una barca a vela con il vento in poppa.
In sostanza il Catania iniziò il campionato scorso quasi con la stessa squadra della B (con l'aggiunta di Vargas) e andò benissimo.
Il 2/febbraio costituì un evento traumatico; però perchè la squadra, per il fatto di giocare lontano da casa ed a porte chiuse, crollò all'improvviso e nella maniera che tutti sappiamo ???
2° domanda:. la squadra ritroverà queste motivazioni nel prossimo campionato, pur essendo sicuramente (allo stato attual) rinforzata rispetto allo scorso campionato ???


Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Palermo e Catania: Mercato e prospettive
« Risposta #13 il: 12 Luglio 2007, 05:56:42 pm »
Gaspare unaa precisazione i nomi non sono dell'entità astratte....mi spiego meglio.....

Chiamiamoli Pippo pluto e paperino.

Pippo è uno che segna un pozzo di goal in serie A ogni anno e pertanto se la tua è a rischio grazie ai suoi goal si salva.
Pluto è uno che fin quando l'ho visto giocare nel Milan era fortissimo.
Paperino  prima di partire per Valenzia era una delle seconda punte più forti del calcio Italiano.
Ora può essere che il prossimo campionato faranno schifo tutte e tre ma sulla carta non vi è dubbio che me lo fanno collocare in terza fascia.


Saluti

Sull'Empoli, squadra che ha conquistato qualche punticino in meno del Palermo c'e'e solo da capire, e non sono un indovino, quanto le partenze di Almiron, Matteini e forse Pratali e la necessità di spendere energie in coppa Uefa lo faranno scacare.....finiranno dalla seconda alla terza fascia..o alla quarta?





Non discuto sulle capacità tecniche di certi giocatori. Discuto sulla nostra presunta volontà di trasfomare quel "sulla carta" in reali capacità senza aspettare che il campo ci dica la sua!

Comunque per me...magari solo per me...avvolte i "nomi" diventano entità astratte se non c'è un ambiente sano (struttura societaria, contesto che motiva, pubblico!) che li supporta!
Il "nome" in certe realtà, come la nostra ad esempio, può divenire un'arma a doppio taglio se non la si sa gestire. Il "nome" viene a Catania per giocare titolare per diritto divino e per censo...quale turn over, quale "a seconda dell'avversario"...ergo tradursi in spogliatoio in subbuglio 8-)...quindi grande rischio di stagione a P...Passegiatrici ::)

Nello scorso campionato, qui a Catania, dopo le prime partite abbiamo assistito all'ikakkiatura potente di Colucci che non ci stava di fare da secondo a Corona  8|
"O Marino mi da un posto da titolare o a gennaio vado via" ...queste pressappoco furono le parole che rilasciò alla stampa. Fortunatamente abbiamo una Società coi controkaiser e la questione fu sistemata.

E stiamo parlando di Colucci....mica di Gilardino....qui c'è gente che ha fatto nomi, ma nomi, come vice...e ripeto VICE...Spinesi o vice Vargas che non t'immagini :-D :-D :-D...chi parla di Bogdani,chi di Riganò, chi di Simone Inzaghi...chi, con qualche pretesa in meno, di Cacia  :-D :-D

Sull'Empoli che ha fatto qualche punticino in meno del Palermo, infine, per me c'è poco da capire :-D...per me...e ripeto PER ME...altro che Almiron e soci....per me si è applicata solo la teoria che ho già esposto!  

Ciao ;-)  
 
Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Palermo e Catania: Mercato e prospettive
« Risposta #14 il: 12 Luglio 2007, 06:22:54 pm »

Caro Gaspare
Ho letto il tuo post con vero interesse, così come quelli degli amici di Palermo.
Io ti espongo il mio punto di vista riguardo al Catania, poi tu giudicherai.
1° Domanda: la vera squadra era quella del girone d'andata (dott jeckil) o quel mostro del girone di ritorno (mr. Hide) ???
Ti confesso di essere un pò preoccupato, stando così le cose, cioè con l'attuale dotazione di calciatori, circa il prossimo campionato del Catania. E' vero che la dirigenza sta provvedendo a sfoltire la "zavorra", rimpiazzandola con elementi che potrebbero rivelarsi delle buone sorprese........................, però dimentichi una cosa:  spesso ciò che fa muovere una squadra non sono i nomi, non sono i campioni, non sono le potenzialità economico e politiche, bensì sono una cosa ben più importante:  LE MOTIVAZIONI.
Mio padre mi racconta che il primissimo campionato del Catania in serie A, quelllo della stagione 1961/62, la società, non disponendo di importanti leve economiche (come d'altronde adesso), mise in campo una squadra che la stampa del nord, all'inizio del campionato, definì di ""POSTELEGRAFONICI", intendendo una squadretta composta da dilettanti.
Beh, quella squadra seppe reagire ai dileggiamenti di mezza Italia, riuscendo a classificarsi al 6° posto a fine campionato !!!
Nei campionati di serie A che seguirono invece il Catania fu costrtto a lottare sempre per non retrocedere, forse perchè vennero meno le motivazioni, cioè l'entusiasmo del 1° anno nella massima serie, oltre al fatto che la stampa del nord si guardava bene dal dileggiare quei "postelegrafonici".
Non è che all'improvviso i brocchi eran diventati campioni di razza, però quelle MOTIVAZIONI avevano spinto la squadra a livelli spaziali.
Qualcosa di simile (con le debite proporzioni) avvenne con l'Italia mondiale 1982.
Ti confesso di essere confuso riguardo alle valutazioni da dare a questa squadra, cioè se definirla dott Jeckil ovvero mister Hide:  una squadra promossa nella massima serie trova sempre quelle motivazioni di entusiasmo che la spingono, coma una barca a vela con il vento in poppa.
In sostanza il Catania iniziò il campionato scorso quasi con la stessa squadra della B (con l'aggiunta di Vargas) e andò benissimo.
Il 2/febbraio costituì un evento traumatico; però perchè la squadra, per il fatto di giocare lontano da casa ed a porte chiuse, crollò all'improvviso e nella maniera che tutti sappiamo ???
2° domanda:. la squadra ritroverà queste motivazioni nel prossimo campionato, pur essendo sicuramente (allo stato attual) rinforzata rispetto allo scorso campionato ???




 :-D :-D :-D...perdonami TOM se esordisco ridendo, ma non è mancanza di rispetto delle tue argomentazioni...è solo che hai scritto cose che io vado dicendo da anni e ho scritto fino a poco fa, ossia che "Nomi" e soldi non sempre servono per fare una squadra competeiva...almeno qui a Catania!

Ho già parlato di motivazioni e di buona struttra societaria...con me sfondi un portone già aperto.  ;-)
Dovresti raccontarlo a chi si tritura le pa.lle misurando la bontà dell'acquisto dal nome e dal prezzo o a quelli che parlano di "scommesse e giocatori svincolati" dimenticando che proprio con questa politica siamo arrivati dove siamo adesso :-D :-D 

Riguardo il 2/2, anche lì mi sono espresso molto chiaramente: Il Catania per me non è stato per nulla Dott. Jekil e Mr Hyde....non esiste il calcio senza il proprio pubblico nel proprio stadio, soprattutto per una neopromossa che ha costruito la sua forza proprio tra le mura amiche e per una squadra che statisticamente, a causa del gioco dispendioso di Marino, tra febbraio e marzo accusa una flessione tecnotattica rilevante...

Riguardo, infine, la tua seconda domanda, anche qui ripeto sempre le stesse cose: sarà il campo a dire che Catania sarà. Null'altro....tralatro ancora si deve chiudere il mercato, vediamo e poi giudichiamo...intanto lasciamo lavorare in pace la Società che forse...ma forse ::)...un pò di fiducia la merita no!? ::) ;-)

Ciao ;-)

Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est