Autore Topic: L'Europa? Un altro mondo  (Letto 3414 volte)

Offline Aldo

  • Utente
  • *****
  • Post: 3910
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
L'Europa? Un altro mondo
« il: 10 Aprile 2013, 01:47:44 am »
Stasera ho visto l'abissale differenza che separa il nostro calcio da quello europeo.

In Borussia Dortumund - Malaga sono stati segnati 2 gol in evidente fuorigioco, all'81' gli spagnoli segnavano l'1-2 che li aveva praticamente qualificati con il marcatore che si trovava 1 metro oltre il penultimo avversario, nessuna protesta, nessun comportamento isterico da parte dei padroni di casa danneggiati. Al 93' i tedeschi segnano il gol del 3-2 che li proietta, ormai inaspettatamente in semifinale in una posizione di offside ancora più evidente, anche qui, da parte degli spagnoli, nessuna protesta, nessun comportamento isterico, nonostante fossero stati inopinatamente estromessi da una semifinale che ormai ritenevano di avere in tasca. 30" dopo alla fine della partita nessuna gazzarra in torno all'arbitro, ma solo i tedeschi che festeggiavano con i loro tifosi e gli spagnoli affranti che andavano i loro tifosi, nei cui panni non mi sarei mai trovare stasera. Chepeaux signori.

Che differenza con le corride cui siamo abituati in casa nostra, come per restare nella più immediata attualità, il finale da saloon di Inter-Juventus, o di Inter-Atalanta o l'intera partita tra Fiorentina e Milan.

Non c'è che dire l'Europa è un altro mondo e non credo che sia un caso se noi restiamo alla porta ..... e non solo nel calcio, purtroppo.  :^(
Melior de cinere surgo! ❤️💙❤️💙

Offline turiddu

  • Utente
  • *****
  • Post: 2349
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:L'Europa? Un altro mondo
« Risposta #1 il: 10 Aprile 2013, 10:14:02 am »
Vorrei vedere se gli errori fossero a senso unico cosa succederebbe nella "meravigliosa" europa, perchè qui stà il problema, fin quando gli errori sono equi allora si ragiona ma quando questi pesano sempre dalla stessa parte vedrai che anche la tanto "civile " europa diventa un mondo comune.
Io al fatto che fuori dai nostri confini è tutto idilliaco non ci credo, detto questo riconosco che il nostro calcio e in genere la nostra società non è messa bene.
salutamu.

Offline marco-69

  • Utente
  • *****
  • Post: 2541
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:L'Europa? Un altro mondo
« Risposta #2 il: 10 Aprile 2013, 11:31:21 am »
Vorrei vedere se gli errori fossero a senso unico

Il punto, ottimamente centrato da turiddu, e' proprio questo. Se un arbitro e' scarso..la sua scarsezza deve essere uniformemente distribuita.
Altrimenti finisce che uno comincia a pensare male.

Certo...se il nostro biglietto di presentazione e' Roma, col suo Derby..e la sua guerriglia urbana..
Andiamo maluccio.

Offline Diegos

  • Utente
  • *****
  • Post: 1396
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:L'Europa? Un altro mondo
« Risposta #3 il: 10 Aprile 2013, 12:31:04 pm »
Aldo la tua recensione mi ha messo una tristezza immane addosso  :-\

Ti riferisci al "fair play" vero e proprio; al sostenitore che ama la sua squadra, non gli piace perdere (nemmeno a me) ma se capita l'accetta e riparte.  Dopo tutto il calcio è fatto di RIVINCITE, alla fine arriverà l'anno buono.

A ogni buon conto la sportività spa.gnola non mi sembra un granché' eccotene le prove:

http://video.gazzetta.it/pellegrini-arbitro-dov-era/d92474f4-a1ae-11e2-bfa5-c1d5b945890e

Non sto difendendo l'orrore su cui vessa la nostra carissima Serie A attualmente, come dice Marco Roma, Firenze, Milano e Torino ultimamente hanno pesantemente danneggiato l'immagine della nostra Serie A; gli spalti sono tristissimamente vuoti, vuoi la crisi (ma quella c’è anche in spagna per esempio) vuoi che la gente ne abbia abbastanza, il calcio italiano anni 80' se lo sono divorati. 

In conclusione la "Iron Lady" è decessa, subito dopo, la scomparsa la FA (equivalente della FIGC) aveva detto che tutti i club avrebbero dovuto rispettare un minuto di silenzio, non ti dico le reazioni istantanee in cui alcuni club sostenevano che l'imposizione avrebbe creato un clima politico in ambito sportivo, dieci minuti dopo una circolare della stessa FA dice: il minuto di commemorazione non è OBBLIGATORIO per tutti i club, lo facciano questi che se la sentono.  Risultato la FA ha evitato di POLITICIZZARE il clima e si sono scaricati di una grossa responsabilità perché' l'imposizione avrebbe fatto della FA un'istituzione sportiva POLITICIZZATA.

Non ti nascondo che (lo faccio raramente) invidio gli anglosassoni per questo.  Nella nostra Italia è tutto maledettamente politicizzato.  Facci caso non ci sono recensioni che, in un modo o nell'altro, non parlino di politica Se ti vesti in un modo sei di sinistra, se uri.ni in certi posti sei di destra e così via dicendo; sembra che anche l'aria che respiriamo è POLITICIZZATA.  Il motivo lo potrei anche capirlo, la politica italiana è pattume e di conseguenza gli italiani parlano spesso di politica perché' la "politica" è il "problema" degli italiani.

Il mio timore è che prima o poi (facendo tutti i dovuti scongiuri) l’UEFA ci squalificherà dall'Europa (ecco gli anglosassoni godrebbero come bisce se ciò accadesse) ricordano sempre l'Heysel e mettono pressioni alle autorità calcistiche mondiali ed europee che loro sono stati squalificati per quei fatti deprecabili e poi dicono in un articolo dell'autorevolissimo (?) Times se noi siamo stati puniti perché' NON SQUALIFICATE I CLUB italiani adesso? 

Nella Perfida Albione per disordini pubblici ti becchi galera CERTA, se lavori, il tuo datore di lavoro sarà informato della persona oscena che hanno impiegato, squalifica tipo DASPO in base la gravità e in ogni caso anche quando hai finito il DASPO, se decidessi di andare allo stadio lo DEVI COMUNICARE alla questura.

Non canto le lodi alla Perfida Albione (perché' di problemi sociali ne hanno una marea) ma ca.zzo provo un'invidia assurda!  Spero di non sognare ma mi auguro che il nostro Paese possa diventare un Paese dove l'argomento di attualità non sia la POLITICA  >:( >:( >:(


Salutoni  ;-)   
« Ultima modifica: 10 Aprile 2013, 12:37:38 pm da Diegos »

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:L'Europa? Un altro mondo
« Risposta #4 il: 10 Aprile 2013, 02:44:59 pm »
Diegos...guarda la questione è di una semplicità disarmante!

1) Una giustizia che funziona non fa comodo alla POLITICA...soprattutto ad un POLITICO!

2) E' il 90% dei giornalisti che la butta in POLITICA...perchè pensa che l'obiettività sia dare un colpo al cerchio ed uno alla botte, mentre quel restante 10% che sa fare il proprio mestiere, ossia quello di raccontare i fatti, viene preso per fazioso e politicizzato...che è come quelle donne che se la danno per interesse sono virtuose, se la danno per piacere sono put.tane!

Ciao

 
Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est

Offline Aldo

  • Utente
  • *****
  • Post: 3910
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:L'Europa? Un altro mondo
« Risposta #5 il: 10 Aprile 2013, 03:05:38 pm »
Carusi capemuni.
Non ho scritto che tutto è idilliaco, ma che la cultura sportiva è diversa, ho rimarcato che i giocatori in campo non hanno quasi protestato ed a fine partita non è scoppiata alcuna rissa o assembramento minaccioso ed isterico attorno agli ufficiali di gara, mentre a casa nostra i giocatori comiinciano a protestare più o meno platealmente, a seconda del blasone della squadra, ad ogni decisione dell'arbitro e finiscono al triplce fischio se non ci sono stati errori o presunti tali, altrimenti la querelle continua all'infinito. O queste differenze le vedo solo io?

Melior de cinere surgo! ❤️💙❤️💙

Offline Aldo

  • Utente
  • *****
  • Post: 3910
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:L'Europa? Un altro mondo
« Risposta #6 il: 10 Aprile 2013, 03:17:37 pm »
Vorrei vedere se gli errori fossero a senso unico cosa succederebbe nella "meravigliosa" europa, perchè qui stà il problema, fin quando gli errori sono equi allora si ragiona ma quando questi pesano sempre dalla stessa parte vedrai che anche la tanto "civile " europa diventa un mondo comune.
Io al fatto che fuori dai nostri confini è tutto idilliaco non ci credo, detto questo riconosco che il nostro calcio e in genere la nostra società non è messa bene.
salutamu.

E chi sarebbero le vittime degli errori a senso unico? La Juventus? L'Inter? Il Milan? La Fiorentina? Chi altro? E' una questione di cultura sportiva che noi, semplicemente non abbiamo ed altri si. Punto.
Ma la vedo solo io l'enorme differenza del modo di stare in campo dei giocatori italiani, rispetto a quelli stranieri? Ma lo vedo solo io l'abuso di fair play peloso da parte dei giocatori della squadra che ha più vantaggio dalla perdita di tempo? Ma lo vedo solo quando si battono calci d'angolo e punizioni dentro l'area si scatena la bagarre più assoluta che dovrebbe comportare l'assegnazione contemporanea di quattro calci di rigore e di quattro punizioni per la squadra che difende, da parte di un arbitro appena sufficiente?
Se tutte queste cose le vedo solo io, hai ragione  tu, il mio è un luogo comune.
Melior de cinere surgo! ❤️💙❤️💙

umastru

  • Visitatore
Re:L'Europa? Un altro mondo
« Risposta #7 il: 10 Aprile 2013, 08:28:13 pm »
Vorrei vedere se gli errori fossero a senso unico cosa succederebbe nella "meravigliosa" europa, perchè qui stà il problema, fin quando gli errori sono equi allora si ragiona ma quando questi pesano sempre dalla stessa parte vedrai che anche la tanto "civile " europa diventa un mondo comune.
Io al fatto che fuori dai nostri confini è tutto idilliaco non ci credo, detto questo riconosco che il nostro calcio e in genere la nostra società non è messa bene.
salutamu.

E chi sarebbero le vittime degli errori a senso unico? La Juventus? L'Inter? Il Milan? La Fiorentina? Chi altro? E' una questione di cultura sportiva che noi, semplicemente non abbiamo ed altri si. Punto.
Ma la vedo solo io l'enorme differenza del modo di stare in campo dei giocatori italiani, rispetto a quelli stranieri? Ma lo vedo solo io l'abuso di fair play peloso da parte dei giocatori della squadra che ha più vantaggio dalla perdita di tempo? Ma lo vedo solo quando si battono calci d'angolo e punizioni dentro l'area si scatena la bagarre più assoluta che dovrebbe comportare l'assegnazione contemporanea di quattro calci di rigore e di quattro punizioni per la squadra che difende, da parte di un arbitro appena sufficiente?
Se tutte queste cose le vedo solo io, hai ragione  tu, il mio è un luogo comune.
Di Bartolomei, che era un signore, da Capitano si avvicinava all'arbitro senpre con le mani dietro la schiena e dandogli del lei.
Altri tempi Aldo, quando un certo Rivera litigava a morte con un certo arbitro siciliano, il migliore, anche lui con le braccine dietro la schiena e di sicuro non si permetteva di mandarlo a quel paese come ormai certi campioni soprattutto dell'urbe fanno a ogni piè sospinto. Aldo rassegnati, siamo antichi, non riusciamo a capire come sia possibile che un panchinaro placchi un guardalinee che và verso centrocampo e invece di essere espulso viene ascoltato.
Siamo antichi, ma io sono orgoglioso d'esserlo 8D
"U Mastru"

Offline cantarutti72

  • Utente
  • *****
  • Post: 1365
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:L'Europa? Un altro mondo
« Risposta #8 il: 11 Aprile 2013, 09:19:32 pm »
Stasera ho visto l'abissale differenza che separa il nostro calcio da quello europeo.

In Borussia Dortumund - Malaga sono stati segnati 2 gol in evidente fuorigioco, all'81' gli spagnoli segnavano l'1-2 che li aveva praticamente qualificati con il marcatore che si trovava 1 metro oltre il penultimo avversario, nessuna protesta, nessun comportamento isterico da parte dei padroni di casa danneggiati. Al 93' i tedeschi segnano il gol del 3-2 che li proietta, ormai inaspettatamente in semifinale in una posizione di offside ancora più evidente, anche qui, da parte degli spagnoli, nessuna protesta, nessun comportamento isterico, nonostante fossero stati inopinatamente estromessi da una semifinale che ormai ritenevano di avere in tasca. 30" dopo alla fine della partita nessuna gazzarra in torno all'arbitro, ma solo i tedeschi che festeggiavano con i loro tifosi e gli spagnoli affranti che andavano i loro tifosi, nei cui panni non mi sarei mai trovare stasera. Chepeaux signori.

Che differenza con le corride cui siamo abituati in casa nostra, come per restare nella più immediata attualità, il finale da saloon di Inter-Juventus, o di Inter-Atalanta o l'intera partita tra Fiorentina e Milan.

Non c'è che dire l'Europa è un altro mondo e non credo che sia un caso se noi restiamo alla porta ..... e non solo nel calcio, purtroppo.  :^(
generalmente è come descrivi tu, ma non sempre.

Guardate qui, anche questa è storia...d'Europa

http://www.youtube.com/watch?v=toTx8wet820

Abbracci
"più tifi strisciato, più sei un siciliano rinnegato !! fuckinmiju "

Offline Diegos

  • Utente
  • *****
  • Post: 1396
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:L'Europa? Un altro mondo
« Risposta #9 il: 11 Aprile 2013, 10:04:27 pm »
Si del resto il giardino del vicino ha sempre l'erba piu' verde della tua...

Saluti da un antiesterofilo all'estero... ;-)

umastru

  • Visitatore
Re:L'Europa? Un altro mondo
« Risposta #10 il: 11 Aprile 2013, 10:12:38 pm »
Stasera ho visto l'abissale differenza che separa il nostro calcio da quello europeo.

In Borussia Dortumund - Malaga sono stati segnati 2 gol in evidente fuorigioco, all'81' gli spagnoli segnavano l'1-2 che li aveva praticamente qualificati con il marcatore che si trovava 1 metro oltre il penultimo avversario, nessuna protesta, nessun comportamento isterico da parte dei padroni di casa danneggiati. Al 93' i tedeschi segnano il gol del 3-2 che li proietta, ormai inaspettatamente in semifinale in una posizione di offside ancora più evidente, anche qui, da parte degli spagnoli, nessuna protesta, nessun comportamento isterico, nonostante fossero stati inopinatamente estromessi da una semifinale che ormai ritenevano di avere in tasca. 30" dopo alla fine della partita nessuna gazzarra in torno all'arbitro, ma solo i tedeschi che festeggiavano con i loro tifosi e gli spagnoli affranti che andavano i loro tifosi, nei cui panni non mi sarei mai trovare stasera. Chepeaux signori.

Che differenza con le corride cui siamo abituati in casa nostra, come per restare nella più immediata attualità, il finale da saloon di Inter-Juventus, o di Inter-Atalanta o l'intera partita tra Fiorentina e Milan.

Non c'è che dire l'Europa è un altro mondo e non credo che sia un caso se noi restiamo alla porta ..... e non solo nel calcio, purtroppo.  :^(
generalmente è come descrivi tu, ma non sempre.

Guardate qui, anche questa è storia...d'Europa

http://www.youtube.com/watch?v=toTx8wet820

Abbracci

Se è per questo, solo l'altro ieri in sudamerica i poliziotti brasiliani puntavano i fucili contro un squadra argentina.
Per restare nel nostro, solo trent'anni fa a Catania la media in casa era quattro partite e un'invasione di campo. ::) ::)
Vedi Canta, ha me mi hanno "imparato" che bisogna guardare chi è meglio di te e cercare d'imitarlo, ma soprattutto mai e poi mai usare come scusante per i miei cattivi comportamenti che c'è qualcuno che si comporta peggio.
Che ci vuoi fare, sono antico, lo dicono anche quei due frugoletti che ho generato quando gli ho fatto notare che non si buttano cartacce per terra, e loro per tutta risposta mi hanno detto che era pieno di cartacce.
Devo dire che non hanno preso bene le due tumpulate sul coppino che mi sono scappate dalle mani. ::) ::)
"U Mastru"

Offline Caprarupens

  • Utente
  • *****
  • Post: 2016
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:L'Europa? Un altro mondo
« Risposta #11 il: 11 Aprile 2013, 10:21:38 pm »

Se è per questo, solo l'altro ieri in sudamerica i poliziotti brasiliani puntavano i fucili contro un squadra argentina.
Per restare nel nostro, solo trent'anni fa a Catania la media in casa era quattro partite e un'invasione di campo. ::) ::)
Vedi Canta, ha me mi hanno "imparato" che bisogna guardare chi è meglio di te e cercare d'imitarlo, ma soprattutto mai e poi mai usare come scusante per i miei cattivi comportamenti che c'è qualcuno che si comporta peggio.
Che ci vuoi fare, sono antico, lo dicono anche quei due frugoletti che ho generato quando gli ho fatto notare che non si buttano cartacce per terra, e loro per tutta risposta mi hanno detto che era pieno di cartacce.
Devo dire che non hanno preso bene le due tumpulate sul coppino che mi sono scappate dalle mani. ::) ::)
"U Mastru"

Mastru lascia stare gli angioletti sennò altro che cenere  :-D

Offline Aldo

  • Utente
  • *****
  • Post: 3910
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:L'Europa? Un altro mondo
« Risposta #12 il: 12 Aprile 2013, 02:12:28 am »
Stasera ho visto l'abissale differenza che separa il nostro calcio da quello europeo.

In Borussia Dortumund - Malaga sono stati segnati 2 gol in evidente fuorigioco, all'81' gli spagnoli segnavano l'1-2 che li aveva praticamente qualificati con il marcatore che si trovava 1 metro oltre il penultimo avversario, nessuna protesta, nessun comportamento isterico da parte dei padroni di casa danneggiati. Al 93' i tedeschi segnano il gol del 3-2 che li proietta, ormai inaspettatamente in semifinale in una posizione di offside ancora più evidente, anche qui, da parte degli spagnoli, nessuna protesta, nessun comportamento isterico, nonostante fossero stati inopinatamente estromessi da una semifinale che ormai ritenevano di avere in tasca. 30" dopo alla fine della partita nessuna gazzarra in torno all'arbitro, ma solo i tedeschi che festeggiavano con i loro tifosi e gli spagnoli affranti che andavano i loro tifosi, nei cui panni non mi sarei mai trovare stasera. Chepeaux signori.

Che differenza con le corride cui siamo abituati in casa nostra, come per restare nella più immediata attualità, il finale da saloon di Inter-Juventus, o di Inter-Atalanta o l'intera partita tra Fiorentina e Milan.

Non c'è che dire l'Europa è un altro mondo e non credo che sia un caso se noi restiamo alla porta ..... e non solo nel calcio, purtroppo.  :^(
generalmente è come descrivi tu, ma non sempre.

Guardate qui, anche questa è storia...d'Europa

http://www.youtube.com/watch?v=toTx8wet820

Abbracci

Cantarutti, non c'è problema, se ne cerchi ne trovi anche altri di episodi che vanno in quella direzione, da noi, però, è esattamente il contrario, l'episodio è quando non si fanno sceneggiate, mentre quei finali di partita sono all'ordine del giorno, solo nell'ultima giornata Inter-Atalanta e Fiorentina-Milan.
Melior de cinere surgo! ❤️💙❤️💙

Offline Aldo

  • Utente
  • *****
  • Post: 3910
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:L'Europa? Un altro mondo
« Risposta #13 il: 12 Aprile 2013, 02:14:09 am »
Si del resto il giardino del vicino ha sempre l'erba piu' verde della tua...

Saluti da un antiesterofilo all'estero... ;-)
Diegos, non c'è probema, ho scritto delle stupidaggini, il nostro calcio è uguale a quello che si gioca in Europo, se non meglio .....
Melior de cinere surgo! ❤️💙❤️💙

Offline turiddu

  • Utente
  • *****
  • Post: 2349
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:L'Europa? Un altro mondo
« Risposta #14 il: 12 Aprile 2013, 09:36:41 am »
Vorrei vedere se gli errori fossero a senso unico cosa succederebbe nella "meravigliosa" europa, perchè qui stà il problema, fin quando gli errori sono equi allora si ragiona ma quando questi pesano sempre dalla stessa parte vedrai che anche la tanto "civile " europa diventa un mondo comune.
Io al fatto che fuori dai nostri confini è tutto idilliaco non ci credo, detto questo riconosco che il nostro calcio e in genere la nostra società non è messa bene.
salutamu.

E chi sarebbero le vittime degli errori a senso unico? La Juventus? L'Inter? Il Milan? La Fiorentina? Chi altro? E' una questione di cultura sportiva che noi, semplicemente non abbiamo ed altri si. Punto.
Ma la vedo solo io l'enorme differenza del modo di stare in campo dei giocatori italiani, rispetto a quelli stranieri? Ma lo vedo solo io l'abuso di fair play peloso da parte dei giocatori della squadra che ha più vantaggio dalla perdita di tempo? Ma lo vedo solo quando si battono calci d'angolo e punizioni dentro l'area si scatena la bagarre più assoluta che dovrebbe comportare l'assegnazione contemporanea di quattro calci di rigore e di quattro punizioni per la squadra che difende, da parte di un arbitro appena sufficiente?
Se tutte queste cose le vedo solo io, hai ragione  tu, il mio è un luogo comune.
Aldo non volevo dire che il tuo è un luogo comune,ci mancherebbe, volevo solo sottolineare che secondo il mio modesto parere il problema maggiore non stà tanto nell'atteggiamento di stare in campo,anche perchè le fesserie le combinano anche gli stranieri che giocano nel nostro campionato e non solo gli  italiani, piuttosto il vero problema è l'equità: alcuni subiscono più degli altri e questo a lungo andare può avvilire e far saltare i nervi,di contro chi è abituato ad un trattamento "privilegiato" quando subisce un torto normalissimo fà scoppiare un finimondo. Tutto qui. E comunque ho riconosciuto i limiti del nostro calcio e della nostra società.
Detto questo,purtroppo per noi, paradisi ce ne sono pochi in giro.
salutamu.