Autore Topic: Potenza - Catania  (Letto 337 volte)

Offline bonfanti58

  • Utente
  • ****
  • Post: 806
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Potenza - Catania
« il: 05 Novembre 2023, 09:06:45 pm »
Lo so. Girano...
Ma il topic bisogna aprirlo.
Il rosso come il fuoco dell'Etna L'azzurro come il cielo e il mare

Offline Giovanni (Roma)

  • Utente
  • *****
  • Post: 1947
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Potenza - Catania
« Risposta #1 il: 05 Novembre 2023, 09:15:47 pm »
... anche solo per dire che l'ennesima prestazione incolore della squadra stavolta ha causato l'esonero di tutto lo staff tecnico.
Squadra affidata momentaneamente a Zeoli!

Offline garreccio

  • Utente
  • *****
  • Post: 1806
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Potenza - Catania
« Risposta #2 il: 05 Novembre 2023, 11:44:47 pm »
Tanto tuonò che piovve. Tutto lo staff tecnico a casa, Antonello Laneri incluso. Sconfessato in toto un progetto tecnico; adesso è importante scegliere bene per provare a raddrizzare un campionato. PS: prestazione di oggi davvero imbarazzante.

Offline katane64

  • Utente
  • ***
  • Post: 379
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Potenza - Catania
« Risposta #3 il: 06 Novembre 2023, 01:21:22 am »
Un'involuzione imbarazzante, dal fraseggio in orizzontale delle prime partite abbiamo finito con i lanci lunghi. Senza un tiro in porta. A me pareva solo una squadra che non sapesse cosa fare. Dall'intervento a falce della Società, invece, sembrerebbe esserci altro oltre all'allenatore. Speriamo che stavolta prendano le giuste decisioni.

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5505
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re:Potenza - Catania
« Risposta #4 il: 06 Novembre 2023, 10:13:19 am »
Imbarazzante la sconfessione del progetto nel giro di pochi mesi, un fallimento totale. Grella esonera tutti ma dovrebbe anche esonerare se stesso o prendere atto di n on avere ancora l'esperienza per gestire una società professionistica.
Andava almeno affiancato ed è stato un errore privarsi di Dante Scibilia che avrebbe potuto accompagnare la crescita dellla soccietà da start-up ad azienda.
I nomi che sento per il nuovo allenatore sono tutti ex, il che mi pare sintomo di pochezza di idee e  mi preoccupa ancor di più.
Maran non mi pare conosca la C e il nostro girone in particolare. Ferraro sarebbe l'ammissione di dover rinnegare ogni idea sbandierata finora. Lucarelli incorrerebbe in provvedimenti disciplinari della società perché sbroccherebbe in conferenza stampa alla prima sconfitta o difficoltà. Silvio Baldini si dimetterebbe dopo un mese.
Sono molto deluso dall'organizzazione inadeguata, i risultati sono una conseguenza.

Offline garreccio

  • Utente
  • *****
  • Post: 1806
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Potenza - Catania
« Risposta #5 il: 06 Novembre 2023, 10:42:25 am »
Imbarazzante la sconfessione del progetto nel giro di pochi mesi, un fallimento totale. Grella esonera tutti ma dovrebbe anche esonerare se stesso o prendere atto di n on avere ancora l'esperienza per gestire una società professionistica.
Andava almeno affiancato ed è stato un errore privarsi di Dante Scibilia che avrebbe potuto accompagnare la crescita dellla soccietà da start-up ad azienda.
I nomi che sento per il nuovo allenatore sono tutti ex, il che mi pare sintomo di pochezza di idee e  mi preoccupa ancor di più.
Maran non mi pare conosca la C e il nostro girone in particolare. Ferraro sarebbe l'ammissione di dover rinnegare ogni idea sbandierata finora. Lucarelli incorrerebbe in provvedimenti disciplinari della società perché sbroccherebbe in conferenza stampa alla prima sconfitta o difficoltà. Silvio Baldini si dimetterebbe dopo un mese.
Sono molto deluso dall'organizzazione inadeguata, i risultati sono una conseguenza.
Sono d'accordo. In effetti l'impressione postuma della vicenda - così maturata nelle ultime ore - è quella di una società che obtorto collo è stata costretta ad abdicare rispetto ad un progetto iniziale, una volta resisi conto che per ragionare da azienda che pensa in grande tocca strutturarsi come tali. Sembra quasi che qualcuno, forse dall'Australia, abbia pensato che basta sganciare qualche milioncino di euro ed acquistare calciatori di categorie superiori...ed il gioco è fatto. Ma ahimè il calcio professionistico è (anche) altro.
In disparte le considerazioni sulla scelta di Tabbiani (perchè sceglierlo, considerando il pessimo girone di ritorno fatto col Fiorenzuola nella passata stagione? Quale illuminazione sulla via di Damasco per decidere di fare all-in su di lui?), perchè si è deciso di rivoluzionare una squadra e un modello vincenti seppur in altro e meno difficile campionato? Eppure vi sono tanti esempi di squadre che, in passato, mantenendo la stessa identica ossatura hanno fatto salti doppi e/o tripli di categoria: semplicemente perchè lo spirito di squadra, l'afflato e il cameratismo tra i calciatori, nonché l'abitudine a vincere le partite, spesso e volentieri fanno la differenza eccome! e soprattutto è merce rara che non si compra nelle sessioni del calciomercato e quando hai la fortuna di averla te la devi tenere stretta!
Invece, a questo punto possiamo dire sbagliando, si è deciso di affossare quella squadra dei record e puntare su altro, innovando da capo a piedi: con il risultato che è sotto gli occhi di tutti: giocatori che sembrano quasi non conoscersi e che sovente non sanno a chi dare la palla, spirito di squadra ai minimi termini, gioco asfittico.
Ciò posto: la soluzione non può che essere quella di una scelta che viri su un tecnico con grandissima esperienza (della C) e con la pelliccia sullo stomaco: a queste prime donne della ns squadra vanno strizzati per bene gli zebedei perchè di fronte a 14.000 abbonati e 18,000 persone allo stadio devono solo sputare l'anima. E poi comu veni si cunta.   

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2436
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Potenza - Catania
« Risposta #6 il: 06 Novembre 2023, 12:27:47 pm »
Tovo azzeccatissimi i commenti di Bua e Garreccio e li condivido totalmente.
A questo punto non si sarebbe dovuti arrivare mai. Innanzitutto, sfruttando il vantaggio di aver vinto il campionato a marzo, si poteva progettare bene la nuova stagione (che non vuol dire comprare subito, appena si apre il calciomercato, tutti calciatori a qualsiasi prezzo). La prima opzione sul tavolo era rivoluzionare la squadra vincente o rinforzarla? Parole piene di verità quelle scritte da Garreccio: certi valori non si comprano al calciomercato e se hai la fortuna di averli devi mantenerli.
Adottata la scelta di rivoluzionare tutto, si doveva partire da un tecnico che aveva dimostrato di saper vincere in serie C girone meridionale (come si era fatto con Ferraro). E se si era deciso di puntare su un "giochista" (però non riesco a ricordarmene uno vincente) il mix di giocatori anziani "strutturati" e giovani, doveva vedere prevalere i giovani, meglio plasmabili a nuove idee tattiche e di gioco.
Si dovevano scegliere sedi di ritiro più adatte ad una squadra importante e concordare col tecnico un ciclo di amichevoli per rodare bene la squadra (anche se inizialmente incompleta).
Tutta questa incoerenza - che è ben lontana dalla capacità di progettare - ha portato alla situazione odierna, e non era difficile prevedere che ciò avvenisse.
Dopo i proclami di Grella della scorsa primavera circa la grande sintonia ed affinità con Laneri, si è dissolto tutto nel giro di 10 partite. Laneri ha avuto certamente le sue colpe, specie sul piano organizzativo della stagione (il ritiro) ma non credo che la strategia della totale rivoluzione e la scelta di Tabbiani siano opera sua. Grella, anziché ammettere onestamente gli errori di tutta la dirigenza, anche suoi quindi (e gli errori nel calcio sono la regola), ha voluto scaricare le colpe sul Direttore Sportivo. Un vero capo non fa così. E' un brutto segnale per il Catana, per tutti i suoi componenti.


Offline bonfanti58

  • Utente
  • ****
  • Post: 806
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Potenza - Catania
« Risposta #7 il: 06 Novembre 2023, 03:27:21 pm »
Condivido le osservazioni su espresse.
Confido anche che vengano al più presto operate le opportune riparazioni in sede di mercato.
Ciao a tutti
Il rosso come il fuoco dell'Etna L'azzurro come il cielo e il mare