Autore Topic: Polemica sui fondi di investimento  (Letto 7455 volte)

Offline santopesaro

  • Utente
  • *****
  • Post: 4052
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Polemica sui fondi di investimento
« Risposta #15 il: 23 Maggio 2015, 05:49:27 pm »
A parte che il discorso che facevo non è legato alle voci sul Catania ma in generale, esistono molti club che sono stati strozzati dai debiti accumulati per pagare gli interessi a questi strozzini: non ricordo i nomi, ma almeno un club argentino e uno spagnolo sopno passati in terzera, cioè in C per queste operazioni. Per i club piccoli ci sono molti casi in cui la cosa non ha funzioato affatto.
Non è la stessa cosa della GEA, che fornisce un servizio completo di gestione e ci guadagna con la procura dei giocatori. Questi decidono quando un club deve vendere un giocatore, a quanto venderlo e a chi, limitando le possibilità della società di costruire un prgetto tecnico.

Bua ti ripeto sono scelte personali.

Se non vuoi accettare il loro aiuto non ti costringono.Attenzione io sono asettico,non mi interessa il discorso.

Ma ne stanno facendo un film su qualcosa che non viene imposta a nessuno

Ricordi male la Gea.

I giocatori andavano dove volevano loro  e alle quotazioni che volevano loro

Erano chiamate 7 sorelle apposta

Non per i soldi ma per il cerchio che avevano creato.Con tante societa' satelliti(siena per esempio)che poi sono fallite per costi esorbitanti non piu' sostenibili.


Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2456
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Polemica sui fondi di investimento
« Risposta #16 il: 23 Maggio 2015, 06:51:12 pm »
Secondo me puntare l'attenzione sul fenomeno è giusto. Farlo diventare uno spartiacque che di per sé determina una buona ed una cattiva gestione non giova a capire fino a che punto esso può influire sui destini di un club.

Prendiamo il caso del Catania. Se una presenza del genere si fosse avuta all'interno di un progetto sportivo solido, gestito da una persona competente e di grande esperienza, (come quello che avevamo fino a due anni fa), in cui la dirigenza valuta di acquistare un paio di giocatori particolarmente talentuosi per fare un ulteriore passo in avanti partendo, lo ripeto, da una situazione già consolidata e di assoluto controllo della situazione, un aiuto del genere (anche pagando il prezzo di valorizzare "gratis"i giocatori a vantaggio di altri, senza poter fruire della eventuale plusvalenza), avrebbe dato una spinta in avanti. Viceversa in un contesto caotico e di mancanza progettuale (o di incapacità di gestire un progetto sportivo), riempire la squadra di giocatori acquistati con l'aiuto del finanziatore esterno, espongono la società a perdere la propria autonomia e a ricercare nel "nome" del calciatore la soluzione ad errori che invece hanno origine nelle stanze dirigenziali.
« Ultima modifica: 23 Maggio 2015, 07:09:11 pm da vasco »

Offline U mastru

  • Utente
  • *****
  • Post: 1778
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Polemica sui fondi di investimento
« Risposta #17 il: 23 Maggio 2015, 11:06:38 pm »
Secondo me puntare l'attenzione sul fenomeno è giusto. Farlo diventare uno spartiacque che di per sé determina una buona ed una cattiva gestione non giova a capire fino a che punto esso può influire sui destini di un club.

Prendiamo il caso del Catania. Se una presenza del genere si fosse avuta all'interno di un progetto sportivo solido, gestito da una persona competente e di grande esperienza, (come quello che avevamo fino a due anni fa), in cui la dirigenza valuta di acquistare un paio di giocatori particolarmente talentuosi per fare un ulteriore passo in avanti partendo, lo ripeto, da una situazione già consolidata e di assoluto controllo della situazione, un aiuto del genere (anche pagando il prezzo di valorizzare "gratis"i giocatori a vantaggio di altri, senza poter fruire della eventuale plusvalenza), avrebbe dato una spinta in avanti. Viceversa in un contesto caotico e di mancanza progettuale (o di incapacità di gestire un progetto sportivo), riempire la squadra di giocatori acquistati con l'aiuto del finanziatore esterno, espongono la società a perdere la propria autonomia e a ricercare nel "nome" del calciatore la soluzione ad errori che invece hanno origine nelle stanze dirigenziali.
=D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D> =D>
E non mi sento neppure eccessivo.
Ormai il calcio è un mare infestato da squali, la differenza la fà lo stare su una piccola barca in ferro o su un presunta nave di cartone.
"U Mastru"

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Polemica sui fondi di investimento
« Risposta #18 il: 25 Maggio 2015, 09:41:21 am »
Preziosi è nel gruppo taorminese.
E' vero, non ci sono filantropi nel calcio, ma non vuol dire che bisogna accetatre tutto. La FIFA vuole metterli fuori legge, almeno questo è un segnale. Purtroppo bisogna chiedersi perché.

In ogni caso il dibattito dei due articoli è interessante e rimango convinto che un calcio 2.0 può esistere se i tifosi cominciano ad aver un ruolo attivo. Se dobbiamo imprtare qualcosa dalla Spagna allora perché non l'azionariato popolare?
A questa gente, Sky in testa, non dispiacerebbe affatto un calcio con gli stadi vuoti (eventualmente gli spettatori li aggiungono in sovrimpressione) e stanno lavorando in questa direzione. Vogliono che i campionati siano solo roba per i Golia, alla faccia dei Davide, che alla lunga, con buona pace delle meteore che da alcuni anni solcano i mari della A, andranno a sparirre. A me non sta bene.
Se a voi basta non essere nella situazione del Parma o del Genoa non vi critico. Ma voi non criticate chi pensa che ci sia un'alternativa ad accettare qualunque scelta cali dall'alto.

 8-) ...ma por.ca di quella Santanchè...è mai possibile che per te quando si dissente o, semplicemente, si criticano certi articoli, si attenta alla libertà di parola!?  8-)

Sul calcio moderno...dovresti saperlo, caro Bua...abbiamo la stessa disistima...solo che a me da fastidio l'ipocrisia e la retorica (motivo principale del mio essere fot.tutamente antifascista!!) ...io sono straconvinto che l'unica strada percorribile, per far tornare il calcio lo sport più bello del mondo, è farlo diventare come il rugby...punto e basta!

...ce la facciamo a farlo!?...no, è utopia!...bene, allora...fino a quando circoleranno certe cifre...fino a quando, per dirne una, si pagherà quasi 200 milioni gente come Bale, che non riesce a schiacciare di testa una palla a porta vuota in una semifinale di Champion's...fino a quando si ragionerà col "nesciii i sooddi!!"....ci saranno sempre speculatori, bancarottieri, fondi d'investimento e quant'altro...

...pretendere che il presidente del Catania (chiunque esso sia o sarà!) non si allinei alla spartizione di questa torta...anche solo per non sparire...secondo la mia modestissima umile ed inutile opinione, è un'utopia anche superiore a quella del rugby...e tale e quale all'azionariato popolare da parte dei catanesi...

Insomma...per come la vedo io, il calcio è questo...prendere o lasciare...lo posso scrivere o ci appelliamo all'art.21 della Costituzione!?

 8-)
« Ultima modifica: 25 Maggio 2015, 09:44:10 am da GASPARE »
Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5541
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re:Polemica sui fondi di investimento
« Risposta #19 il: 25 Maggio 2015, 11:24:30 am »
Ripeto, nonn mi riferivo al caso del Catania.
Secondo me ci possiamo comunque ribellare, per esempio boicottando Sky che ci ha portato a questo punto (cioè alla Serie A più noiosa di sempre).
Poi su come funziona il tutto è sempre utile informarsi per non perdere il filo, in questo senso il botta e risposta degli articoli giova.
Sul Catania dico che fra fondi e GEA non sono per nulal tranquillo, ma questo si sa.
Intanto 48 dalla fine del campionato e nessuna dichiarazione dalla stanza dei bototni. Ripicca da terza elementare, menefreghismo o distrazione?

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Polemica sui fondi di investimento
« Risposta #20 il: 25 Maggio 2015, 12:50:53 pm »

Secondo me ci possiamo comunque ribellare, per esempio boicottando Sky che ci ha portato a questo punto (cioè alla Serie A più noiosa di sempre).
Poi su come funziona il tutto è sempre utile informarsi per non perdere il filo, in questo senso il botta e risposta degli articoli giova.
Sul Catania dico che fra fondi e GEA non sono per nulal tranquillo, ma questo si sa.


...ma io non sto dicendo che è inutile informarsi o, peggio, che non bisogna indagare (purchè si citino fatti concreti e non illazioni, sentitodire e congetture ), ma stiamo scherzando!?...dico solo che il calcio è questo e accorgersene solo quando i risultati latitano è da ipocriti...
Il Catania, per come la vedo io, è ne più e nemmeno allineato con la stragrande maggioranza del calcio professionistico di tutta Europa...
L'Udinese...un giorno si, l'altro pure...ha la GdF in sede...e non mi risulta ci siano ne la GEA e ne fondi a sostenere i Pozzo...da noi senza riscontri concreti al momento si sono fatte solo illazioni...calcioscommesse compreso! 



Intanto 48 dalla fine del campionato e nessuna dichiarazione dalla stanza dei bototni. Ripicca da terza elementare, menefreghismo o distrazione?

...o nulla da dire prima di aver fatto reset!

Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est

Offline ENZO

  • Utente
  • *****
  • Post: 2433
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Polemica sui fondi di investimento
« Risposta #21 il: 25 Maggio 2015, 01:19:52 pm »
................solo che a me da fastidio l'ipocrisia e la retorica (motivo principale del mio essere fot.tutamente antifascista!!) ........

Strano, ero convinto che queste erano prerogative  comuniste e di sinistra !!!!

 8| :-D 8| :-D :-D 8| :-D

Saluti
Enzo
 
Ciao a Tutti e................. FORZA PALERMOOOOOOO
LA  CAPITALE DEL CALCIO SICILIANO

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Polemica sui fondi di investimento
« Risposta #22 il: 25 Maggio 2015, 01:25:49 pm »
Ripeto, nonn mi riferivo al caso del Catania.
Secondo me ci possiamo comunque ribellare, per esempio boicottando Sky che ci ha portato a questo punto (cioè alla Serie A più noiosa di sempre).
Poi su come funziona il tutto è sempre utile informarsi per non perdere il filo, in questo senso il botta e risposta degli articoli giova.
Sul Catania dico che fra fondi e GEA non sono per nulal tranquillo, ma questo si sa.
Intanto 48 dalla fine del campionato e nessuna dichiarazione dalla stanza dei bototni. Ripicca da terza elementare, menefreghismo o distrazione?
..ma parli seriamente ?...ma che caspita di contestazione sarebbe il boicottaggio a Sky? e poi chi la farebbe?
...ma finiamola , azionariato, boicottaggio alle pay-tv, ma dove a Catania , in Italia?...un mondo surreale...
CATANIA USQUE AD FINEM

Offline Aldo

  • Utente
  • *****
  • Post: 3910
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Polemica sui fondi di investimento
« Risposta #23 il: 25 Maggio 2015, 01:59:40 pm »
Caro bua, di boicottare SKY, o le TV a pagamento in generale, per quanto mi riguarda, non se ne parla nemmeno, perché è solo grazie a loro che noi possiamo seguire sempre il nostro Catania ed il calcio che comu in generale,
Il problema non sono le paytv, ma la miopia del mondo del calcio italiano che per avidità di denaro, ha consentito che facessero il bello ed il cattivo tempo.
Melior de cinere surgo! ❤️💙❤️💙

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5541
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re:Polemica sui fondi di investimento
« Risposta #24 il: 25 Maggio 2015, 02:36:25 pm »
Caro bua, di boicottare SKY, o le TV a pagamento in generale, per quanto mi riguarda, non se ne parla nemmeno, perché è solo grazie a loro che noi possiamo seguire sempre il nostro Catania ed il calcio che comu in generale,
Il problema non sono le paytv, ma la miopia del mondo del calcio italiano che per avidità di denaro, ha consentito che facessero il bello ed il cattivo tempo.

Aldo, ti capisco, ma nell'era di Internet si potrebbe ovviare.
E' vero comunque che non ci sono stati manager capaci di trovare altre fonti di guadagno, tolti, duole ammetterlo, quelli della Juventus con lo stadio nuov.
Io ho nostalgia dello striscione "Questo calcio ci fa SKYfo".
@GPalermo: lo so che sembra utopia, ma l'evoluzione, per quanto lenta, è possibile, tanto è vero che in Spagna ci sono mi pare quattro Club con una vasta base di azionisti. D'altra parte lo disse persino Lotito che il sistema rischia di collassare. E se dovesse succedere non ci saranno alternative a ripartire dalla base.

@Gaspare: allora siamo d'accordo. Io non sapevo di questi meccanismi fino a due anni fa, il fatto che abbiano coinciso con i nostri pessimi risultati è un caso. A mio avviso comunque per i piccoli club non sono una soluzione ma un pericoloso salto nel buio.
Cmq l'Udinese è molto avanti con la storia dei fondi, addirittura ha un club inglese e uno francese in cui giostrare i giocatori.

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Polemica sui fondi di investimento
« Risposta #25 il: 25 Maggio 2015, 05:17:13 pm »

Aldo, ti capisco, ma nell'era di Internet si potrebbe ovviare.
E' vero comunque che non ci sono stati manager capaci di trovare altre fonti di guadagno, tolti, duole ammetterlo, quelli della Juventus con lo stadio nuov.
Io ho nostalgia dello striscione "Questo calcio ci fa SKYfo".
@GPalermo: lo so che sembra utopia, ma l'evoluzione, per quanto lenta, è possibile, tanto è vero che in Spagna ci sono mi pare quattro Club con una vasta base di azionisti. D'altra parte lo disse persino Lotito che il sistema rischia di collassare. E se dovesse succedere non ci saranno alternative a ripartire dalla base.

...ti ripeto, Bua...il problema non è solo Sky...ma smetterla di credere a certi sepolcri imbiancati del cosiddetto giornalismo sportivo...i quali ci hanno convinto che si può fare calcio seriamente solo se si spende e si spande...sono gli stessi che, però, ad ogni mesta uscita della nostra Nazionale dalle coppe....ci dicono che bisognerebbe avere più coraggio nel far giocare i giovani italiani dei vivai, invece di investire barche di soldi in top player stranieri...della serie, ciò che si asserisce a pranzo lo si smentisce a cena...penosi!!  :-D

@Gaspare: allora siamo d'accordo. Io non sapevo di questi meccanismi fino a due anni fa, il fatto che abbiano coinciso con i nostri pessimi risultati è un caso. A mio avviso comunque per i piccoli club non sono una soluzione ma un pericoloso salto nel buio.
Cmq l'Udinese è molto avanti con la storia dei fondi, addirittura ha un club inglese e uno francese in cui giostrare i giocatori.

Sarà, Bua...ma almeno...per il momento...i militi della Finanza a TdG ci vengono solo per un rilassante salutare giro in SPA...così come gli 007 dell'Ufficio Inchieste della FGCI...  :-D

Ma sai, secondo me, qual'è il problema? E' che con l'avvento e la ormai diffusione capillare del web, sono nati decine di siti psudogiornalistici dedicati al Catania...ovviamente nessun riferimento a DR ed alla tua persona, ci mancherebbe...dove qualunque pubblicista o pseudotale si sente giornalista pronto, soprattutto in momenti bui come questi, a dare lo scoop clamoroso (le prove sono sempre la conoscenza del nipote del giardiniere di TdG!  :-D ) per attirare attenzione su di se e "clik" sul suo sito...mettici come complice l'assurdo silenzio dei vertici societari...e la frittata è servita!

...ultima in ordine delle balle di questi mesi...quella dei flussi anomali di scommesse sulle partite del Catania...arrivate perfino ai TG Rai, adombrando un nostro coinvolgimento nel calcioscommesse....come se già non bastassero tutte le scommesse dolorosamente perse in campo dal "signor" Cosentino...  8D   

Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5541
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re:Polemica sui fondi di investimento
« Risposta #26 il: 25 Maggio 2015, 05:51:07 pm »
Ma sai, secondo me, qual'è il problema? E' che con l'avvento e la ormai diffusione capillare del web, sono nati decine di siti psudogiornalistici dedicati al Catania...ovviamente nessun riferimento a DR ed alla tua persona, ci mancherebbe...dove qualunque pubblicista o pseudotale si sente giornalista pronto, soprattutto in momenti bui come questi, a dare lo scoop clamoroso (le prove sono sempre la conoscenza del nipote del giardiniere di TdG!  :-D ) per attirare attenzione su di se e "clik" sul suo sito...mettici come complice l'assurdo silenzio dei vertici societari...e la frittata è servita!

...ultima in ordine delle *** di questi mesi...quella dei flussi anomali di scommesse sulle partite del Catania...arrivate perfino ai TG Rai, adombrando un nostro coinvolgimento nel calcioscommesse....come se già non bastassero tutte le scommesse dolorosamente perse in campo dal "signor" Cosentino...  8D

Verissimo. Questo dipende anche dal fatto che gli sponsor pagano in base al traffico che riesci a produrre, per cui abbondano le gallerie (magari con belle donne poco vestite) e articoli con titoli sensazionalisti, nonché gli insopportabili pezzi della serie "10 modi per...".
La fortuna di DR è che non ammette pubblicità, per cui posso scrivere solo quello che penso;-)

I silenzi della società, che in certi frangenti erano giustificati, adesso offrono terreno fertile ad ogni tipo di supposizione/illazione. E ancora non è iniziato il calciomercato, hai idea di quello che ci aspetta da qui al 31 agosto?!