Autore Topic: CORRIERE DELLA SERA, DELLA SERIE....  (Letto 2793 volte)

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
CORRIERE DELLA SERA, DELLA SERIE....
« il: 14 Agosto 2012, 12:00:15 pm »
...HANNO LA FACCIA COME IL CU.LO!!

http://www.corriere.it/cronache/12_agosto_14/roncone-uomo-che-appieda-300mila-persone_99cd52e8-e5d5-11e1-aa1f-b3596ab6a873.shtml

....bene, premesso che per mia cultura sono portato a stare contro gli imprenditori...e non faccio distinzione nemmeno per Pulvirenti a cui sono, però, grato per quello che sta facendo per la mia squadra del cuore...soprattutto perchè espressione della mia terra...

...mi piacerebbe che l'estensore del sopralinkato articolo usasse lo stesso spirito del cronista d'assalto...del coraggioso fustigatore...anche intervistando, per esempio, Marchionne o direttamente uno della famiglia Agnelli...e, dimenticando che gli pagano lo stipendio, chiedesse lumi sulla politica industriale della Fiat di questi ultimi 20 anni circa...pagata coi soldi pubblici!!

Gli chiedesse dell'ei fu Termini Imerese...di quello che aspetta Pomigliano o Mirafiori...degli operai reintegrati dai tribunali per i contiunui attentati ai diritti fondamentali dei lavoratori col tentativo di riportarli all'800...e su come mai invece per la Juventus non ci sono mai problemi...anzi si ricapitalizza tranquillamente ogni stagione in barba ad ogni divieto federale...

Cos'ha di diverso offrire 500 mila euro per il contratto di Barrientos dai 20 milioni offerti per Van Persie...con gli operai di Termini Imerese che da dicembre non avranno più nemmeno la cassa integrazione, oltre ad aver distrutto al livello ambientale il territorio!?

Vi dovreste vergognare...signori del Corriere!!

Il giornale di Agnelli che guarda la pagliuzza negli occhi degli altri e non la trave ficcata nel cu.lo degli italiani da decenni!!...voi, oltre ad avere glissato sulle por.cate fatte del vostro Padrone, siete quelli che avete per anni giustificato e legittimato quel tizio di Arcore...col vostro cerchiobottismo passato per giornalismo obiettivo ed equilibrato...nonostante fosse chiaro chi è e quali sono i suoi reali interessi...
Mai! Nessuna intervista dello stile fatta a Pulvirenti...anzi i vari Panebianco, Romano, Galli della Loggia lo hanno perfino chiamato statista...facendo concorrenza ai Belpietro, ai Sallusti...se non addirittura a Fede!

Adesso fate i moralisti con la scusa dei 300 mila passeggeri appiedati...come se a voi interessasse davvero la loro sorte o quella dei 508 lavoratori di WindJet, quanto invece v'interessa riproporre il solito proptotipo del siciliano maneggione e truffatore tanto caro a certa intellighentia nordista...la stessa che soffiava beata sul presunto default della Regione Sicilia....

Ha ragione Grillo...togliamo il finanziamento pubblico ai giornali, così la smetteranno di propinarci a spese nostre le balle dei loro Padroni!

VERGOGNA!!     
Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est

Offline garreccio

  • Utente
  • *****
  • Post: 1806
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:CORRIERE DELLA SERA, DELLA SERIE....
« Risposta #1 il: 14 Agosto 2012, 12:07:20 pm »
...HANNO LA FACCIA COME IL CU.LO!!

http://www.corriere.it/cronache/12_agosto_14/roncone-uomo-che-appieda-300mila-persone_99cd52e8-e5d5-11e1-aa1f-b3596ab6a873.shtml

....bene, premesso che per mia cultura sono portato a stare contro gli imprenditori...e non faccio distinzione nemmeno per Pulvirenti a cui sono, però, grato per quello che sta facendo per la mia squadra del cuore...soprattutto perchè espressione della mia terra...

...mi piacerebbe che l'estensore del sopralinkato articolo usasse lo stesso spirito del cronista d'assalto...del coraggioso fustigatore...anche intervistando, per esempio, Marchionne o direttamente uno della famiglia Agnelli...e, dimenticando che gli pagano lo stipendio, chiedesse lumi sulla politica industriale della Fiat di questi ultimi 20 anni circa...pagata coi soldi pubblici!!

Gli chiedesse dell'ei fu Termini Imerese...di quello che aspetta Pomigliano o Mirafiori...degli operai reintegrati dai tribunali per i contiunui attentati ai diritti fondamentali dei lavoratori col tentativo di riportarli all'800...e su come mai invece per la Juventus non ci sono mai problemi...anzi si ricapitalizza tranquillamente ogni stagione in barba ad ogni divieto federale...

Cos'ha di diverso offrire 500 mila euro per il contratto di Barrientos dai 20 milioni offerti per Van Persie...con gli operai di Termini Imerese che da dicembre non avranno più nemmeno la cassa integrazione, oltre ad aver distrutto al livello ambientale il territorio!?

Vi dovreste vergognare...signori del Corriere!!

Il giornale di Agnelli che guarda la pagliuzza negli occhi degli altri e non la trave ficcata nel cu.lo degli italiani da decenni!!...voi, oltre ad avere glissato sulle por.cate fatte del vostro Padrone, siete quelli che avete per anni giustificato e legittimato quel tizio di Arcore...col vostro cerchiobottismo passato per giornalismo obiettivo ed equilibrato...nonostante fosse chiaro chi è e quali sono i suoi reali interessi...
Mai! Nessuna intervista dello stile fatta a Pulvirenti...anzi i vari Panebianco, Romano, Galli della Loggia lo hanno perfino chiamato statista...facendo concorrenza ai Belpietro, ai Sallusti...se non addirittura a Fede!

Adesso fate i moralisti con la scusa dei 300 mila passeggeri appiedati...come se a voi interessasse davvero la loro sorte o quella dei 508 lavoratori di WindJet, quanto invece v'interessa riproporre il solito proptotipo del siciliano maneggione e truffatore tanto caro a certa intellighentia nordista...la stessa che soffiava beata sul presunto default della Regione Sicilia....

Ha ragione Grillo...togliamo il finanziamento pubblico ai giornali, così la smetteranno di propinarci a spese nostre le *** dei loro Padroni!

VERGOGNA!!     
Q
U
O
T
O
 =D>
 =D>

Offline Catanisazzu

  • Utente
  • *****
  • Post: 1243
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:CORRIERE DELLA SERA, DELLA SERIE....
« Risposta #2 il: 14 Agosto 2012, 01:09:31 pm »
Ma di cosa ti scandalizzi, caro Gaspare?
Anzi, scandalizzarsi è giusto, è morale, è legittimo. Ma, considerare lo stato in cui viviamo non ti aizza di più?
Certo, sembra retorica, questa Italia e questa Sicilia, immobile, sorda e lecchina, di cui i nostri degni politici fanno copertina, fanno accapponare la pelle.
Ma dove ca-z.zo viviamo? Il fango e la fame ci stanno travolgendo e nessuno di noi muove un dito.
Se in un paese hai tolto la libertà di stampa, di pensiero e di giustizia, hai tolto la vita alla democrazia... siamo arrivati!
#STAMUAVVULANNU!

Offline garreccio

  • Utente
  • *****
  • Post: 1806
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:CORRIERE DELLA SERA, DELLA SERIE....
« Risposta #3 il: 14 Agosto 2012, 01:47:19 pm »
Che poi, a leggere bene bene l'articolo del Corriere, Pulvirenti (in fondo in fondo) non ne esce malissimo...se non altro gli viene data la possibilità di spiegare che WindJet e Calcio Catania non sono vasi comunicanti e che, dunque, il rinnovo del contratto ad un calciatore non può avere alcuna refluenza sulla gestione patrimoniale della compagnia aerea...
Insomma, alla fin fine, se il lettore è dotato di una normalissima facoltà di discernimento, può anche darsi che riesca anche a farsi un'idea non eccessivamente fuorviante...

Ma è quell'assurdo titolo ("Pulvirenti, l'uomo che appieda (sic!) 300.000 persone" e poi "Ma ha pagato 500mila euro per un giocatore: «Normale, la squadra non si tocca»"),  a far sorgere il sospetto che scopo dell'articolo sia di riversare in esso tutto quel capzioso e vetusto bagaglio di antimeridionalismo stereotipato (nemmeno tanto strisciante), del quale, francamente, ci stiamo cominciando a stufare un pò tutti...

 

Offline marco-69

  • Utente
  • *****
  • Post: 2541
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:CORRIERE DELLA SERA, DELLA SERIE....
« Risposta #4 il: 14 Agosto 2012, 03:08:50 pm »
Gaspare...

http://www.repubblica.it/cronaca/2012/08/14/news/pulvirenti_patron_di_wind_jet_dagli_hard_discount_al_calcio-40935072/?ref=HREC1-3

questa e' Repubblica..

Corrado Zunino...

Ti sembra meglio?
 8-)

Nel frattempo, puntuale, arriva la rassicurazione...che non rassicura  8-)

http://www.tuttomercatoweb.com/catania/?action=read&idnet=aXRhc3BvcnRwcmVzcy5pdC05NTcyMw

Gaspare non ti abbiliare..
Comu finisci...si cunta ;-)


Offline Aldo

  • Utente
  • *****
  • Post: 3910
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:CORRIERE DELLA SERA, DELLA SERIE....
« Risposta #5 il: 14 Agosto 2012, 03:28:50 pm »
Carusi, gli articoli citati sono in linea con quanto sta accadendo, cosa vi aspettavate che i giornali dicessere che bello, che bello? In quello del Corriere c'è un pò di demagogia con il paragone tre l'ingaggio di Barrientos ed i 300.000 appiedati, ma anche questo ci sta nei confronti di un imprenditore che gestisce un'importante società di calcio. Vi chiedete perchè lo stesso trattamento non è stato risevato ad Agnelli, Marchionne ed alla Juve? Avaja carusi in NOMEN OMEN in questo paese è sempre stato così.
Io tutto questo l'ho messo nel conto e mi limito ad augurarmi che il nostro Catania non ne sia coinvolto e, sopratutto, che il danno ai lavoratori WJ sia il più limitato possibile. Dei luoghi comuni e degli articoli di stampa, francamente mene infischio.
Melior de cinere surgo! ❤️💙❤️💙

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5504
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re:CORRIERE DELLA SERA, DELLA SERIE....
« Risposta #6 il: 14 Agosto 2012, 03:52:53 pm »
Trovo fastidiosi i riferimenti alle assoluzioni di Zunino (come se non fossero, per così dire, meritate) e totalmente idiota il paragone con Barrientos (che se rinnova immagino prenderà di più dei 500k euro rimproverati). Non capisco perché non abbiano affidato il servizio al buon Alfio Sciacca.
Comunque almeno ora sappiamo un po' di più della biografia del presidente, che finora mi era per molti versi oscura.

Per il resto, mi pare ovvio che se le aziende lavorano su mercati differenti possano avere sorti differenti, capita a tute le indistrie con un portafoglio vario, lo dimostrano le tante join venture e i tanti spinoff cui abbiamo assistito negli ultimi anni.

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8805
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:CORRIERE DELLA SERA, DELLA SERIE....
« Risposta #7 il: 14 Agosto 2012, 04:00:50 pm »
Trovo fastidiosi i riferimenti alle assoluzioni di Zunino (come se non fossero, per così dire, meritate) e totalmente idiota il paragone con Barrientos (che se rinnova immagino prenderà di più dei 500k euro rimproverati). Non capisco perché non abbiano affidato il servizio al buon Alfio Sciacca.

Non vedo di cosa possa lamentarsi Gaspare. Articoli in linea con quanto lui predilige, direi anche meno velenosi di quelli di Travaglio. C'è qualcosa che mi sfugge, evidentemente...
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline marco-69

  • Utente
  • *****
  • Post: 2541
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:CORRIERE DELLA SERA, DELLA SERIE....
« Risposta #8 il: 14 Agosto 2012, 05:07:46 pm »
Templare, pacatamente e e serenamente, quello che ti sfugge e' che Travaglio non ne ha salvato UNO.
Da Destra a Sinistra, con lo stesso stile (che puo' piacere, o meno).

A Gaspare (ed anche a me) non e' piaciuta la differenza che si evince nel trattare il padrone di WindJet dai padroni di FIAT.
Ma Aldo in questo e' stato perfetto nel sintetizzare il nocciolo del problema, quello vero..

Tornando a noi: fai il demagogo? Fallo SEMPRE.
Non a convenienza.
E, sempre a mio modesto parere, sul Corrierone...ci marciano con la storia dello stile, dell'equidistanza, del giornalone Liberale...

Bua: Zunino e' fatto cosi'..Li si che non mi stupisco.
Repubblica e' un giornale che PRETENDE..come dire..che tu sia giudiziariamente illibato..
De Benedetti a parte, ovviamente!
« Ultima modifica: 14 Agosto 2012, 05:12:06 pm da marco-69 »

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8805
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:CORRIERE DELLA SERA, DELLA SERIE....
« Risposta #9 il: 14 Agosto 2012, 06:06:35 pm »
Templare, pacatamente e e serenamente, quello che ti sfugge e' che Travaglio non ne ha salvato UNO.
Da Destra a Sinistra, con lo stesso stile (che puo' piacere, o meno).

A Gaspare (ed anche a me) non e' piaciuta la differenza che si evince nel trattare il padrone di WindJet dai padroni di FIAT.

Ma benedetti figliuoli, mi fate le verginelle scandalizzate? Ma che cittadinanza avete? Nepalese?  ::) ::) ::) Ora comunque è più chiaro.


p.s. Travaglio non ne ha salvato effettivamente uno, tranne se stesso, quando D'Avanzo OSO' adottare un metro simile al suo nell'affrontare quella questioncina delle vacanze siciliane che non si capiva bene chi le avesse pagate, se lui (con gli scontrini delle carte di credito degli anni precedenti) o quel tipo poco raccomandabile e parecchio corruttibile... Mi pare fosse nella GdF, ma potrei sbagliarmi, perchè non è che poi di Repubblica ne faccia utilizzo migliore...

p.s.2 Speriamo Travaglio non si occupi mai di Windjet e di Puvvi in particolare. Da quanto letto negli articoli precedenti, lui potrebbe tirarne fuori un libro. Ci sono tutti gli ingredienti che gli piacciono di più: personaggio misterioso, exploit dal nulla, aziende in deficit da anni, perfino l'aspetto etico dei soldi investiti nel calcio mentre hostess e piloti rischiano il posto. Che saga che ne verrebbe fuori!

p.s.3 mi auguro che si sia capito che nel p.s.2 ce l'avevo con il "sommo giornalista" e non con il Presidente del Catania.

Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline marco-69

  • Utente
  • *****
  • Post: 2541
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:CORRIERE DELLA SERA, DELLA SERIE....
« Risposta #10 il: 14 Agosto 2012, 06:30:02 pm »
...mi piacerebbe che l'estensore del sopralinkato articolo usasse lo stesso spirito del cronista d'assalto...del coraggioso fustigatore...anche intervistando, per esempio, Marchionne o direttamente uno della famiglia Agnelli...

A me pareva espresso chiaramente ::)


Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8805
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:CORRIERE DELLA SERA, DELLA SERIE....
« Risposta #11 il: 14 Agosto 2012, 06:56:41 pm »
...mi piacerebbe che l'estensore del sopralinkato articolo usasse lo stesso spirito del cronista d'assalto...del coraggioso fustigatore...anche intervistando, per esempio, Marchionne o direttamente uno della famiglia Agnelli...

A me pareva espresso chiaramente ::)

Eh, sono tordone, che vuoi farci...
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2435
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:CORRIERE DELLA SERA, DELLA SERIE....
« Risposta #12 il: 14 Agosto 2012, 07:21:53 pm »
In un affare in cui sono in ballo interessi rilevanti, io credo che nulla accada per caso. Da anni ho smesso di pensare ai giornali italiani come al "quarto potere" libero ed indipendente. Corriere, Repubblica entrano in un gioco che "deve" mettere l'imprenditore "siciliano" al suo posto: quello del traffichino, del sef made man dall'ombra oscura. Il tutto metre Alitalia continua a riversare sull'azienda siciliana accuse veramente risibili per il mondo degli affari a certi livelli. Quasi quasi stavano per cascarci, gli ingenui imprenditori bresciani nella trappola tesa dall'astuto catanese, capace di nascondere la realtà, di manipolarla come il mago Silvan, come Martinez alla Juve.
E allora mettiamoli in fila i fatti, quelli che, parzialmente, e con molta fatica di lettura approfondita e "laterale" riusciamo a ricavare da quanto riportato dai giornali.
1. Alitalia, il principale vettore italiano, messo su per volontà politica e con una pesante iniezione di denaro pubblico (prepensionamenti, scivoli, cassa integrazione ecc.), da un pool di imprenditori bresciani i cui interessi si intrecciavano con quelli delll'allora premier, che con i suoi cento e passa aerei muove 12 milioni di passeggeri all'anno decide che è venuto il momento di allargarsi (anche in vista di una possibile vendita all'Air France) sul mercato italiano. Entra allora in trattativa con Wind Jet, il maggiore operatore low cost italiano (3 milioni di passeggeri) e con Blu Express, un operatore quasi insignificante.
2. Cosa c'è in ballo quindi: 3 milioni di passeggeri e gli slot nel maggiore aeroporto del Sud Italia e in alcuni aeroporti del Nord. Fissiamo bene questo punto perchè è cruciale in tutta la vicenda.
3. Che Wind Jet, compagnia di trasporto aereo creata senza aiuti pubblici, operi con 12 aeromobili presi in Leasing lo sanno anche i non addetti ai lavori, non diciamo i bambini. Quindi principale valore della Wind Jet è costituito dall'avviamento (la clientela fidelizzata) e dagli slot negli aeroporti. Che Alitalia scopra questo soltanto ora (vedi intervista all'AD Ragnetti), permettetemi, è alquanto singolare.
4. A Novembre 2011 Mediobanca, non quindi la Banca Agricola Popolare di Belpasso, in vista della possibile cessione ad altro operatore del settore, stabilisce, analizzando i bilanci e mettendo il naso dentro le carte dell'azienda, che Windjet ha un valore notevole, appetibile sul mercato del trasporto aereo.
5. La compagnia messa sul mercato attira l'interesse dei tedeschi e di Alitalia. La compagnia sceglie di trattare con Alitalia. In sette mesi, fino ad aprile, mese in cui viene annunciata dalle parti l'intesa di massima per l'integrazione di Wind Jet in Alitalia, non è possibile che non ci sia stato tutto il tempo di valutare il "rischio finanziario" dell'operazione, come invece, a scusante per l'interruzione della trattativa, continua a ripetare  l'AD di Alitalia. Ma nel mondo degli affari non è così, il rischio è la prima variabile analizzata. A chi la vuole raccontare? Per di più è emerso che si tratta dei rischi legati ai contratti di manutenzione. Ai contratti..... A qualcosa di scritto che deve saltar fuori. E si interrompe una trattativa in cui sono in ballo le vite di migliaia di persone per questo?
6. Wind Jet ha continuato a vendere i biglietti sul suo sito, nelle agenzie, ai tour operator, nella certezza del buon fine della trattativa, alla quale mancavano soltanto i dettagli. Sarebbe stato da folli esporsi alle azioni risarcitorie dei clienti ove non fossero stati sicuri della continuità del servizio.
7. E' inutile che contiunano a tacciare di incapacità il management di Windjet, almeno della vicenda industriale della compagnia: avranno pure le loro colpe ma la lista dei fallimenti dei vettori aerei in europa è lunga quannto un elenco abbonati di una squadra di calcio. Il motivo è molto semplice: una piccola compagnia ha dei costi fissi (servizi a terra ecc.) che ripartisce su un numero limitato di clienti. Una grande compagnia gli stessi costi li ripartisce su un numero enormemente maggiore. Fino a quando il carburante si manteneva entro un certo livello di costo,  i ricavi riuscivano a coprire i costi fissi. Da qualche anno a questa parte non è più così. E la stessa Alitalia fa fatica a mantenere l'equilibrio costi/ricavi (e per questo è in vista il "matrimonio" con air France).

CONSIDERAZIONI PERSONALI. Alitalia con questa mossa ha impedito ad un operatore tedesco di piazzarsi sul mercato italiano del low cost. Ha la buona speranza che gli slot, se non saranno messi all'asta, saranno ripartiti fra più compagnie, senza quindi un nuovo concorrente, ma potenziando leggermente ogni operatore attuale (un piccolo danno insomma). Dei tre milioni di passeggeri in maniera "naturale" (in quanto è la compagnia che offre più voli al giorno) la stragrande maggioranza volerà Alitalia, la quale resterà, nelle rotte del sud sulle quali è già abbondantemente presente, il vettore di riferimento, quasi monopolista. Una partita giocata sulla pelle dei siciliani, in primo luogo i lavoratori della Windjet, (e di un bel pò di italiani che si erano affezionati al vettore low cost). Le conseguenze quindi saranno di due ordini: un salasso occupazionale che metterà sulla strada 500 famiglie più l'indotto;  un inevitabile aumento dei prezzi sulle tratte per Roma e Milano.
Sarò affetto da "travaglite", ma penso che questa fosse la strategia fin dall'inizio. Del resto, una compagnia - Alitalia - che ha il problema dell'esubero del proprio personale come può pensare di assumere 500 persone di un'altra compagnia?
Perchè Pulvirenti e i suoi collaboratori si siano infilati in questa strada senza ritorno a noi non è dato sapere. Probabilmente hanno giocato altri fattori che hanno indirizzato verso questa scelta.
Non credo che il "bene" sia sempre in Sicilia e gli altri siano brutti e cattivi,  ma certamente in tutta questa vicenda i "furbastri" gli "astuti" non sono stati i siciliani, i quali anzi, hanno avuto un comportamento "anglosassone" nel rispettare l'intesa già raggiunta e ora rinnegata.
Scusate per la lunghezza del post, prometto che non lo farò più. :-))

Offline cantarutti72

  • Utente
  • *****
  • Post: 1365
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:CORRIERE DELLA SERA, DELLA SERIE....
« Risposta #13 il: 14 Agosto 2012, 10:11:31 pm »
Frasi personali estrapolate dai post di commento sull'odierno articolo de "La Sicilia" a proposito della vicenda Wind Jet che riporto in questo topic per l'affetto sincero che mi lega agli habituè di questo muro:

"Se Wind Jet fallisce, allora devono fallire tutte le compagnie. Non è una frase di parte, ma una constatazione di natura tecnica. Una low-cost sostiene degli elevatissimi costi di manutenzione degli aeromobili, di utilizzo delle rotte aeree e di noleggio degli aeromobili. Sopravvive solo la compagnia che riesce a mantenere un elevato "load factor" ossia il rapporto tra posti occupati e posti disponibili all'interno dei vettori. Indice che permette di raggiungere il "break-even point" cioè la copertura dei suddetti costi fissi di gestione (incluso il personale). E in tal senso Windjet si era dimostrata virtuosa in questi anni, aumentando questo fattore, oltre che incrementando continuamente il proprio fatturato, le proprie rotte, la propria flotta. Il dissesto finanziario di cui sproloquiano i media non ha nulla a che vedere con le banche. Il grado di indebitamento finanziario della compagnia si è mantenuto intorno al 10% del fatturato, che per chi mastica di bilanci è un ottimo indice al quale ambirebbe ogni società. I problemi sono nati probabilmente (dico così perchè nessun bilancio, da Oslo a Lampedusa, ti dirà mai se un'azienda soffre di ritardi nei pagamenti ai fornitori !!!) dagli impegni verso i "lessor", ossia i proprietari degli aeromobili e vs. la Lufthansa per la manutenzione degli aerei. Dunque, se la Windjet ha visto una continua crescita commerciale perchè dovrebbe fallire, mentre i competitor low-cost continuano a sopravvivere CON GLI ESATTI PROBLEMI DI GESTIONE !!!!????? Pensate che Blue Panorama sia meglio della nostra WJ? Se guardate il bilancio di quest'ultima i costi di manutenzione degli aerei, invece che essere capitalizzati a poste immateriali (come giustamente ha fatto la WindJet) vengono "insabbiati£ tra i crediti diversi!! Col risultato che BP fa apparire furbescamente un patrimonio netto tangibile di gran lunga più consistente di Wind Jet!!! Easyjet, Blue Panorama, Ryanair, Air Berlin eccetera, è solo questione di tempo, ma anche loro arriveranno al collasso. E' una patologia delle lowcost. Probabilmente non dovevano neanche esistere. Sono aziende che continuano a rinviare (perchè contabilmente lecito) i costi ai futuri esercizi, onde evitare ingenti perdite in c/econmico. Ripeto ancora, se fallisce Windjet, NON HANNO MOTIVO DI ESISTERE LE ALTRE LOW COST !!!
-----------------------------------------
Le low-cost, nei confronti dell'utenza, praticano di fatto dei prezzi "sociali", assimilabili a quelli dei ferry-boat che convogliano, ad esempio, gli abitanti dell'isola d'Elba alla Toscana continentale. Con la differenza che le compagnie marittime ricevono un contributo in c/esercizio da parte dello Stato senza il quale andrebbero costantemente in perdita, a causa appunto dei prezzi "sociali" praticati ai passeggeri. A mio avviso, dunque, le low cost dovevano nascere in Italia, previa delibera di sussidi in c/esercizio da parte degli enti territoriali o centrali. Non è assistenzialismo, è una mera funzione sociale quella dei contributi in c/esercizio, ossia quella di garantire alle famiglie la possibilità di spostarsi per lavoro, svago o cure a prezzi abbordabili. Perchè dunque le compagnie marittime sì e quelle aeree no?? Qui è solo una questione politica o di mere strategie aziendali, come quella che sta smantellando la Windjet, i supermercati Aligrup (Despar) e quella che ha già steso il gruppo ELCO. Con la buona volontà e con lungimiranza (piuttosto che a isteriche eiaculazioni precoci !!) si possono e si potevano salvare situazioni che non erano assolutamente irreversibili!!! Alitalia era sull'orlo del fallimento e la politica ha messo una pezza. Stesso discorso per A.S. Roma (lassamu peddiri...). Perchè non dovrebbe avvenire per WindJet, visto che i primi (scusate la volgarità) a prenderla in quel posto sarebbero i lavoratori e in seconda battuta noi siciliani che dovremo pagare il 30-40% in più sulle stesse tratte o sobbarcarci estenuanti tour-de-force per la mancanza di voli diretti verso la gran parte delle destinazioni europee !!!!!"
---------------------------------

e a certa gentaglia ignorante e pusillanime che senza farsi una cultura dà del mafioso a qualunque essere vivente nato nella Trinacria che ha avuto la fortuna di arricchirsi ho scritto:
"non che dia importanza a ciò che scrivi, ma immagino solamente che come te ci siano ahimè migliaia e migliaia di pusillanimi nella nostra amata terra che per partito preso disprezzano ciò che è nostrano ed adulano con imbecille ammirazione tutto ciò che è targato nord. Dopo la mafia la metastasi che affligge la Sicilia è l'ignoranza di gente come te che parla prima di farsi una cultura. Prova a chiederlo agli operari cassintegrati di Termini Imerese se è più mafioso Pulvirenti o Marchionne, il cui gruppo di appartenenza spende 110 milioni di euro per farsi un proprio stadio per poi piangere miserie e crisi a centinaia di famiglie di lavoratori. Pensa ai signori Tanzi, come hanno ridotto la Latte Sole, pensa alla Elco. CHE SCHIFO, CHE VERGOGNA!!!
........
visto che il ferro si batte quando è caldo, vorrei aggiungere qualcos'altro, a proposito di ignoranza e di paraocchi di tanti su ciò che ha i natali nella nostra meravigliosa Trinacria. Da qualcuno ho sentito dire a proposito dell'A.D. di Wind Jet, Stefano Rantuccio le tesuali parole "ma comu fa unu ca prima vinneva pasta e buatti dà sassa a divintari amministraturi ri na compagnia aerea ???" riferendosi al ruolo in precedenza assunto da Stefano Rantuccio nel gruppo Pulvirenti, ossia responsabile amm.vo della Meridi (Supermercati Fortè)...ecco, a questo punto, è d'obbligo chiedere, per controbattere "ma comu fa unu ca prima vinneva creme p'à fissa (scusate la volgarità), assorbenti, pannolini, candeggina, pili p'è radiolini a divintari amministraturi delegatu di l'Alitalia??". Mi riferisco al signor Andrea Ragnetti, il cui curriculum è fatto di esperienze nella Procter & Gamble (creme p'a...), Reckitt Beckinser (detersivi), Philips (pili pìe radiolini...). Cosa può capirne in meno di linee aeree uno che prima gestiva supermercati rispetto ad un tizio che stabiliva strategie sulle vendite di pannolini, di sgrassatori o di scaldabiberon?? Mi chiedo ancora il Signor Ragnetti cosa ne capisca di bilanci, ed in particolare di quelli di compagnie low-cost!! E' un manager come tanti, come quelli che hanno portato e stanno portando a fondo la nostra economia nazionale. Cachet da milioni di euro per poi fare ciò che è in grado di progettare anche un ragazzino con licenza media: taglio dei costi (in primis, personale), esternalizzazione di alcuni servizi, il tutto condito da finanza creativa...e a lui cosa gliene fregherà (come tutti i manager di grandi gruppi) se lo tsunami di ritorno, tra qualche anno, sarà la perdita di stima da parte dei consumatori finali, con nefaste conseguenze per la società ed i suoi dipendenti. I suoi bei milioncini di euro se li sarà già intascati da un bel po', anzi, nel frattempo avrà assunto un altro incarico di prestigio presso altro gruppo di tutt'altra attività, nel quale apporterà le sue "illuminanti" conoscenze ed esperienze. SONO DOPPIAMENTE SCHIFATO ED AMAREGGIATO!!!
.......
chi insulta un nostro conterraneo che ha creato ricchezza e posti di lavoro con le proprie capacità(oltre che portare il Catania in serie A non dimentichiamo) e non con intrallazzi ed oscure alleanze è solo un povero pezzente imbecille, provinciale, venduto, a cui la rabbia e l'invidia lo rosicano vivo. Vi meritate un altro manipolo di "benefattori" del Norditalia che, in nome del lavoro e dello sviluppo, dopo aver creato una Chernobyl versione soft a Priolo e Gela (dove si muore in 10 anni anzichè in due) adesso torneranno a riempire i nostri spazi di inceneritori e di trivellazioni per la ricerca di petrolio (nel Canale di Sicilia). Accoglieteli, ve li meritate tutti, pugno di fottuti venduti !!!! VI DOVREBBERO TOGLIERE PERSINO I DIRITTI CIVILI, BRANCO DI IGNORANTI E PEZZENTI !!!!
"

Continuo e continuerò ad essere amareggiato. Al di là degli aspetti tecnici e contabili quel che si fiuta in tutte le vicende che interessano l'economia isolana è una certa PREVENZIONE congiunta da parte dei poteri finanziari-politici e dell'informazione pubblica.  Cosa che posso accertare nel mio lavoro quotidiano, tra le frasi e mezze frasi che capto dai colleghi da Roma in su.
Vien voglia di mollare tutto e mandare al diavolo l'Italia. Per i miei figli, soprattutto.

Abbracci



VOLONTA', FEDE, MOTIVAZIONE
« Ultima modifica: 14 Agosto 2012, 10:18:47 pm da cantarutti72 »
"più tifi strisciato, più sei un siciliano rinnegato !! fuckinmiju "

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:CORRIERE DELLA SERA, DELLA SERIE....
« Risposta #14 il: 14 Agosto 2012, 11:03:11 pm »

Eh, sono tordone, che vuoi farci...

 8-) ...no, sei fascista...paraocchi...e mai farsi troppe domande sul timoniere di turno, a meno che sia zingaro...solo credere, obbedire e combattere...


P.S.: tre quarti d'Italia hanno avuto le prove che la bonanima di D'Avanzo la scafazzò fracida con quella storia delle vacanze a scrocco di Travaglio...il restante quarto, ossia quello a cui fai parte tu, solleva ancora dubbi perchè legge solo Cronaca Vera...unico riferimento giornalistico del vostro livello...  8D

 
Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est