Autore Topic: La casa del Calcio Catania per far crescere un'intera città  (Letto 6941 volte)

Filippo MI

  • Visitatore
La casa del Calcio Catania per far crescere un'intera città
« il: 27 Settembre 2010, 07:03:59 pm »
Il calcio non è solo un gioco, se ne facciano una ragione i romantici del pallone. Il mondo del calcio genera ricavi che sono tutt'altro che marginali per il PIL italiano e non solo.

Secondo gli ultimi dati Deloitte (2010), il Manchester United registra ricavi per 400 milioni di euro e quelli combinati delle venti squadre top d’Europa ammontano complessivamente a più di 4 miliardi di euro.

I principali quattro club italiani (Juventus, Milan, Inter e Roma) hanno registrato rispettivamente ricavi per 203, 196, 196 e 146 milioni di euro.

In Italia il 70% dei ricavi proviene direttamente dai diritti TV ed il restante 30% è prodotto da introiti da stadio e merchandising. Negli altri grandi campionati europei la composizione dei ricavi è invece più bilanciata.

Davanti a questi colossi, una piccola società come il Calcio Catania, non ha molte possibilità di sopravvivere a meno di ricoprire un ruolo di pura comparsa.

Ma nelle aziende di successo, oltre al prodotto, la differenza la fa la qualità del management e la sostenibilità della strategia che ne sostiene le proprie decisioni.

Il Calcio Catania s.p.a. ha deciso innanzi tutto di ridurre i costi operativi che nel calcio italiano sono in grandissima parte legati alla voce emolumenti. Seguendo l'esempio delle società professionistiche americane, da tempo il Catania applica una politica di salary cap, mentre per il mercato, l'amministratore delegato Pietro Lo Monaco profondo conoscitore del calcio argentino, ha puntato da sempre su talenti sudamericani e su giovani provenienti dalle serie inferiori e/o cresciuti nel vivaio della società etnea.

Quest'ultima voce è comparabile a quella che in un'azienda si chiama innovazione. Ma l'innovazione non si improvvisa, si realizza solo se si attua una governance appropriata investendo su infrastrutture, ricerca e sviluppo, processi, organizzazioni e risorse umane adeguate.

La costruzione del centro sportivo che verrà completato a Dicembre, è la risposta implementativa a questa strategia. La nuova casa del Calcio Catania, ha dichiarato recentemente non a torto Pietro Lo Monaco, è come una vittoria in Champions League per una società come il Catania.

Si contano sulla punte delle dita di una mano, le società che hanno realizzato strutture similari in Italia. Una piccola squadra come il Novara, ha attuato una strategia similare e nonostante il limitato bacino d'utenza, sta costruendo i successi degli ultimi anni grazie ad una gestione oculata ed al centro sportivo novarello inaugurato nel Settembre 2007.

Secondo il presidente del Catania Nino Pulvirenti, nel centro sportivo che sta sorgendo a Torre del Grifo nel comune di Mascalucia, lavoreranno a regime circa 200 persone, di cui un centinaio almeno da assumere nei prossimi anni.

Non si riesce a cogliere l'importanza di queste cifre, se non si tiene conto del contesto economico in cui questo impianto sta nascendo. E' notizia di questi giorni che 40000 persone si sono candidate per uno dei 240 posti di lavoro del nuovo negozio Ikea che verrà aperto nei prossimi mesi a Catania, città in cui la disoccupazione giovanile supera il 40%.

Ma i progetti della società di Nino Pulvirenti non si limitano "solo" alla permanenza nella massima serie, nè alla costruzione del centro sportivo. Seguendo l'esempio della Juventus in Italia e di società come l'Arsenal in Inghilterra, consegnato il centro sportivo, inizieranno i lavori per la costruzione di un nuovo centro polifunzionale che includerà il nuovo stadio. Questo permetterà di aumentare i ricavi, variandone la distribuzione e diminuendo la dipendenza dai diritti TV.

Il calcio Catania non gioca solamente la domenica per il diletto di noi inguaribili tifosi, ma sta costruendo un futuro da cui un'intera comunità potrebbe trovare fonte d'ispirazione per tornare ad essere quella città che orgogliosamente veniva definita 30 anni fa la Milano del sud.

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: La casa del Calcio Catania per far crescere un'intera città
« Risposta #1 il: 28 Settembre 2010, 06:07:36 pm »
 8D ...acchinistacuntannu Fulippu...Puvvirenti ciccassi di nesciri i sssooddi paccattari i jucaturi di serie A e no scummissi...ca non semu a snai!!  ::) u centru spottivu chi è nautru Fortè!?...a non ci su i Zagari...l'Auscianni!!??...a sempri fari sssoddi pensunu chissi...l'abbonamenti cchiu cari do munnu avemu...a ci pari ca semu fissa cca!?...vulemu a ciampionligghi ca Catania samerita ca non semu a ghiacirreale...diccillu o signò Lomonico...  ::)

 ::)
Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est

Offline marco-69

  • Utente
  • *****
  • Post: 2541
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: La casa del Calcio Catania per far crescere un'intera città
« Risposta #2 il: 28 Settembre 2010, 08:50:54 pm »
Filippo...Ho visto il cantiere e ho visto la soddisfazione del Presidente Antonino Pulvirenti.
E' una bella realizzazione.
Ma il centro sportivo, pur nella sua importanza, deve essere supportato da una reale crescita sportiva.
E per crescita sportiva intendo il lato sinistro della classifica.

Altrimenti..restera' solo la soddisfazione ..Edile.... ::)

E io allo stadio non guardo il depliant del Centro Sportivo..
Guardo la squadra e la voglio vedere vincere.

Questo inizio e' un buon viatico. Speriamo di continuare. ;-)

Offline Fantadrum

  • Utente
  • *****
  • Post: 2457
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: La casa del Calcio Catania per far crescere un'intera città
« Risposta #3 il: 28 Settembre 2010, 09:07:18 pm »
Filippo...Ho visto il cantiere e ho visto la soddisfazione del Presidente Antonino Pulvirenti.
E' una bella realizzazione.
Ma il centro sportivo, pur nella sua importanza, deve essere supportato da una reale crescita sportiva.
E per crescita sportiva intendo il lato sinistro della classifica.

Altrimenti..restera' solo la soddisfazione ..Edile.... ::)

E io allo stadio non guardo il depliant del Centro Sportivo..
Guardo la squadra e la voglio vedere vincere.

Questo inizio e' un buon viatico. Speriamo di continuare. ;-)
L'inizio é ottimo, ricordo ad es. Prandelli che criticava fortemente i DElla Valle per non avere una "casa comune" della Fiorentina.

Io però, purtroppo, non credo che il centro sportivo sarà quel volano che ci farà saltare stabilmente nella parte sinistra della classifica...per stare stabilmente là (e in Europa) ci vogliono anche investimenti e budget che, malgrado le opinioni farlocche  e apologete ::) ::) ::) di Gaspare, non credo avremo. Il centro sportivo sarà UNA delle componenti di crescita della società (e un volano economico per il territorio), ma non sarà la lampada di Aladino per il tesoro dell'Europa. Che ci potrà essere, ma in maniera molto sporadica  e casuale. Poi, il centro sportivo bisognerà anche valorizzarlo bene, ci vorranno investimenti sull'acquisto di giovanissimi, ci vorranno investimenti nei salari di ottimi allenatori e preparatori giovanili...ecc...ecc...ecc.

Siamo fiduciosi guardando al passato e guardando quello che i nostri hanno già fatto, ma ci vorrà tanto da lavorare su questo "strumento".

Offline marco-69

  • Utente
  • *****
  • Post: 2541
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: La casa del Calcio Catania per far crescere un'intera città
« Risposta #4 il: 28 Settembre 2010, 09:19:04 pm »
Fanta..il volano della nostra UEFA potrebbe essere lo stadio..

Con quello alibi non ce ne sarebbero piu'.
Ma...con questi chiari di luna e il decreto Crimi nel cassetto...
Altro che 5 anni.. :^(

Pero'..anche lo stazionamento a sinistra e l'abbandono della lotta per non retrocedere lo considererei un passo avanti..
Come detto..Chi vivra', vedra'. ;-)

Offline Fantadrum

  • Utente
  • *****
  • Post: 2457
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: La casa del Calcio Catania per far crescere un'intera città
« Risposta #5 il: 28 Settembre 2010, 10:03:20 pm »
Fanta..il volano della nostra UEFA potrebbe essere lo stadio..

Con quello alibi non ce ne sarebbero piu'.
Ma...con questi chiari di luna e il decreto Crimi nel cassetto...
Altro che 5 anni.. :^(

Pero'..anche lo stazionamento a sinistra e l'abbandono della lotta per non retrocedere lo considererei un passo avanti..
Come detto..Chi vivra', vedra'. ;-)

Io all'inizio l'ho detto...a mio avviso, la nostra squadra, con questo budget, con l'ottima scelta di argentini di vatino (qualità a basso prezzo ::), tipo Ikea)..é da metà classifica. Col centro sportivo e il nuovo stadio, saremmo qualcosa in più del centro classifica. Che sarebbe comunque un buon risultato.

Se domani i Nostri decideranno di alzare il livello degli investimenti in giocatori (aumentando la loro redditività, il loro valore nell'utilizzo..ma anche il loro rischio), la UEFA stabile potrebbe diventare una realtà.

In ogni caso...tempo ne abbiamo... ;-)

umastru

  • Visitatore
Re: La casa del Calcio Catania per far crescere un'intera città
« Risposta #6 il: 28 Settembre 2010, 10:50:12 pm »
Fanta..il volano della nostra UEFA potrebbe essere lo stadio..

Con quello alibi non ce ne sarebbero piu'.
Ma...con questi chiari di luna e il decreto Crimi nel cassetto...
Altro che 5 anni.. :^(

Pero'..anche lo stazionamento a sinistra e l'abbandono della lotta per non retrocedere lo considererei un passo avanti..
Come detto..Chi vivra', vedra'. ;-)

Io all'inizio l'ho detto...a mio avviso, la nostra squadra, con questo budget, con l'ottima scelta di argentini di vatino (qualità a basso prezzo ::), tipo Ikea)..é da metà classifica. Col centro sportivo e il nuovo stadio, saremmo qualcosa in più del centro classifica. Che sarebbe comunque un buon risultato.

Se domani i Nostri decideranno di alzare il livello degli investimenti in giocatori (aumentando la loro redditività, il loro valore nell'utilizzo..ma anche il loro rischio), la UEFA stabile potrebbe diventare una realtà.

In ogni caso...tempo ne abbiamo... ;-)
Su, non fare il modesto, manda il tuo curriculum al gatto e la volpe, vedrai che ti assumono subito. ::)
Sai come, loro due con solo la loro passione, e la loro scarsa competenza tengono la squadra in serie A da cinque anni, con i bilanci in ordine, con un centro sportivo quasi ultimato. Pulvirenti in sei anni di presidenza ha sempre mantenuto le sue promesse e raggiunto i suoi obbiettivi. Chi, non dico in Sicilia,
ma in italia può dire lo stesso?
Se permetti allora credo più a lui quando promette l'europa in cinque anni e in maniera non aleatoria, che a tanti buffoni di cui è piena la nostra società politicà e civile.
"U Mastru"
P.S. Una delle mie massime soddisfazioni e pensare di quanto è aumentato il consumo di Maloox di certi individui.
 

Offline marco-69

  • Utente
  • *****
  • Post: 2541
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: La casa del Calcio Catania per far crescere un'intera città
« Risposta #7 il: 28 Settembre 2010, 11:20:20 pm »
loro due con solo la loro passione, e la loro scarsa competenza

Mastro..io non ho letto alcun cenno sulla competenza dei dirigenti del Catania in questo topic..
Meno che mai che tale competenza sia scarsa.

Quello che non capisco e' come NON si possa impostare un discorso sui numeri, sul freddo ragionamento.
Quello che non capisco e' PERCHE' si debba essere tifosi 7 giorni su 7.
Io lo sono la domenica, allo stadio, al Massimino (altri davanti Menza..bonta' loro). Ma mi piace anche ragionare di pallone.
Io credo che il cammino del Catania in questi ultimi 10 anni sia stato FAVOLOSO.

Nel 2000 eravamo a discutere coi tifosi del Giulianova. Oggi siamo a S.Siro. STUPENDO.
Ma io leggo che Mascara rivendica posizioni UEFA.
E se il capitano della mia squadra parla di UEFA io ho due possibilita':

-gli credo, acriticamente;

-ci rifletto su.

La seconda che hai detto.
Noi non siamo da UEFA. Ne quest'anno..Ne il prossimo.
Per l'UEFA ci vogliono altri budget..Se poi ci arriviamo..bene..Ma non e' nelle nostre possibilita'.

E se la societa' Calcio Catania decidera' questo profilo di investimenti, il nostro orizzonte calcistico non andra' oltre lo stazionamento tranquillo nella massima serie..

Adesso..mi raccomando..
Non vi fate mancare nulla..

" A cc'eri abbituatu "

"Tifoso Sky-foso "

" Cucca "..No Cucca NO..MAI 8D
« Ultima modifica: 28 Settembre 2010, 11:21:52 pm da marco-69 »

umastru

  • Visitatore
Re: La casa del Calcio Catania per far crescere un'intera città
« Risposta #8 il: 28 Settembre 2010, 11:42:49 pm »
loro due con solo la loro passione, e la loro scarsa competenza

Mastro..io non ho letto alcun cenno sulla competenza dei dirigenti del Catania in questo topic..
Meno che mai che tale competenza sia scarsa.

Quello che non capisco e' come NON si possa impostare un discorso sui numeri, sul freddo ragionamento.
Quello che non capisco e' PERCHE' si debba essere tifosi 7 giorni su 7.
Io lo sono la domenica, allo stadio, al Massimino (altri davanti Menza..bonta' loro). Ma mi piace anche ragionare di pallone.
Io credo che il cammino del Catania in questi ultimi 10 anni sia stato FAVOLOSO.

Nel 2000 eravamo a discutere coi tifosi del Giulianova. Oggi siamo a S.Siro. STUPENDO.
Ma io leggo che Mascara rivendica posizioni UEFA.
E se il capitano della mia squadra parla di UEFA io ho due possibilita':

-gli credo, acriticamente;

-ci rifletto su.

La seconda che hai detto.
Noi non siamo da UEFA. Ne quest'anno..Ne il prossimo.
Per l'UEFA ci vogliono altri budget..Se poi ci arriviamo..bene..Ma non e' nelle nostre possibilita'.

E se la societa' Calcio Catania decidera' questo profilo di investimenti, il nostro orizzonte calcistico non andra' oltre lo stazionamento tranquillo nella massima serie..

Adesso..mi raccomando..
Non vi fate mancare nulla..

" A cc'eri abbituatu "

"Tifoso Sky-foso "

" Cucca "..No Cucca NO..MAI 8D
Ma lo hai letto bene il mio post? Non so se hai notato che sono forse l'unico che ha criticato il Giampa dopo San Siro e dopo la partita con il Bologna.
Quello che onestamente mi dà parecchio fastidio è leggere certe cose dopo che Pulvirenti ha promesso l'UEFA in cinque anni. Ma in sei anni ha mai fallito un obbiettivo? Ha costruito o no un centro sportivo in meno di due anni? in una regione in cui in questo spazio temporale non si ripara neppure una buca. ::) ::) ::)
Ma pensate che il duo delle meraviglie non sappia che per partecipare in maniera stabile alle competizioni europee e non rischiare di retrocedere ci vogliono spalle molto larghe e robuste?
Ditemi per quale motivo si dovrebbero sp.utta.na.re così in una città di cui almeno il trenta per cento degli abitanti non aspetta altro che un loro passo falso per sparargli addosso.
Mi fa specie che si dubiti di loro da parte di una tifoseria che si è bevuta le più grosse b.a.l.le. da i peggiori filibustieri che sono transitati da via ferrante Aporti.
C'è l'esperto Fanta che ci spiega che ci vogliono i soldi, le strutture, tempo, come se stessimo parlando del Mantova, oppure del messina.
Questa è gente seria, che non perde facilmente la testa, ne il primo drammatico anno di serie A, e neppure l'anno scorso.
O vogliamo parlare delle dichiarazioni di Pulvirenti dopo la partita di domenica e paragonarle con quelle di Ranieri e di vari dirigenti romani dopo la partita di mercoledi?
Lo ammetto, mi da un fastidio fisico questa mancanza di fiducia verso questa dirigenza.
"U mastru"
« Ultima modifica: 28 Settembre 2010, 11:46:34 pm da umastru »

Offline Fantadrum

  • Utente
  • *****
  • Post: 2457
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: La casa del Calcio Catania per far crescere un'intera città
« Risposta #9 il: 29 Settembre 2010, 01:11:18 am »
MAstru...datti ai lavori manuali che ci fai ccchiu cumpassa ::) ::) ::) ::) ::) ::) ::) ::) ::)

Già ti ha risposto benissimo Marco.....
ti aggiungo, anzi ti ripeto, solo una cosa, apri le orecchie..bene, bene, bravo così.

Pulvirenti ha parlato di zona Uefa in 5 anni l'anno scorso, quando eravamo ultimi. Do you understand???? 8-) Capisci il motivo? Se vuoi ti faccio un disegnino :-D

Bene, riapri le orecchie. Lo Monaco ha detto che quello non sarà il nostro obiettivo, e che Pulvirenti ha detto quello che ha detto perchè é un tifoso, vatino ha rimarcato che il nostro obiettivo è quello di mantenere la categoria, anche tra 5 anni. Lo stesso ninuzzo (o forse era vatino, fa lo stesso), altre volte a Sala stampa, ha dichiarato che noi non potremmo mai competere contro le prime 7-8 (le ha anche citate)per l'Europa perchè non abbiamo la forza economica sufficiente.

Do you understand..oppure é troppo difficile????? 8-) 8-) :-D :-D :-D

Questo, anche per evitare che tra qualche anno, qualche genio-catastrofista-distruttore rossazzurro, incomincerà a criticare la nostra dirigenza per non aver rispettato l'obiettivo UEFA.

Poi, potremmo sporadicamente e casualmente centrare la UEFA. Ma, a budget invariato (comprensivo di piccole variazioni dovute a eventuale nuovo stadio), c'è poco da fare. 8-)

Tanto lo so che queste cose, nei prossimi anni, dovrò riscriverle, con tutte le cucuzze come te che ci sono in giro... :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D

ciao manovale ;-)




Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: La casa del Calcio Catania per far crescere un'intera città
« Risposta #10 il: 29 Settembre 2010, 10:26:58 am »
con tutte le cucuzze come te che ci sono in giro...

 8D ...che scritto da un genio come te (dopo aver capito tutto su come si fa un programma sportivo...hai capito tutto sul centro sportivo e le intenzioni societarie  ;-) =D> ::) )...e un pò come accostare Capezzone all'intelligenza...o fare Nerone capitano dei pompieri, per dire...  ::)

TI VOGLIAMO COSI'  =D> TA TA TATTA TA TA  =D>






Per l'UEFA ci vogliono altri budget..Se poi ci arriviamo..bene..Ma non e' nelle nostre possibilita'.

E se la societa' Calcio Catania decidera' questo profilo di investimenti, il nostro orizzonte calcistico non andra' oltre lo stazionamento tranquillo nella massima serie..

Adesso..mi raccomando..
Non vi fate mancare nulla..

" A cc'eri abbituatu "

"Tifoso Sky-foso "

" Cucca "..No Cucca NO..MAI

 

No Fratello...no...non mi ha mai appassionato questa divisione in guelfi e ghibellini...anzi trovo patetico coloro che parlano di cucche e filosocietari...soprattutto quando si cerca di portare avanti dei ragionamenti

Premesso che nemmeno io credo che al momento siamo da Europa League...però trovo molto semplicistica l'affermazione di cui sopra...diciamo sempre sul filone tipico della nostra mentalità del tanto spendi + tanto acquisti "nomi" = più fai strada...

La realtà del calcio giocato invece...diciamo, da almeno un ventennio...ci dice spesso il contrario. Ci sono Società che per inseguire il sogno UEFA si sono svenate e si sono rovinate (lasciando stare quelle che sono fallite, tra cui si annovera il Napoli oggi rinato...ma il Torino di Cairo ti dice nulla?)...altre che con investimenti, che tu chiameresti da "nozze coi fichi secchi", si sono prese belle soddisfazioni...

Mi viene in mente l'Udinese di...guarda un pò ::) ...Lo Monaco che si fece perfino i preliminari di Champions, oltre all'UEFA...ma penso al Perugia di Gaucci...ora tu risponderai: ma il Perugia è fallito! Si è vero...ma non perchè spendeva e spandeva come l'Ancona di Pieroni...ma perchè Luciano Gaucci faceva il maneggione in affari extracalcistici...senza mettersi sotto l'ombrello di Moggi...

Insomma...ancora non riusciamo a capire che nel calcio sono molto di più le scommesse che si vincono che le certezze...perchè gli investimenti che si fanno sono suscettibili a tantissime varianti impazzite...che approntare una rosa di calciatori non è come produrre auto, vestiti, prosciutti su cui in qualche maniera qualche certezza sugli investimenti fatti la si può avere...

Ora, il centro sportivo...se ci si riflette bene invece di liquidarlo come una mera "soddisfazione edile"(cresciamo sportivamente anche noi, invece di pretenderlo sempre dagli altri!) è una di quelle poche certezze che ha il calcio...sicuramente non da oggi, nè da domani...ma in prospettiva!
Faccio un piccolo esempio fra i tanti: la Roma...a parte i santi in paradiso...ha costruito le sue fortune sui talenti che ha sfornato da Trigoria...

Infine...a me non risulta che in questi cinque anni allo stadio sia stato a guardarmi alcun depliant...poi no sacciu chi ti viri tu o stadiu, Marcuzzo...casomai mu fa sapiri, siamo solo due file distanti  ::) :-D

Ciao ;-)
Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est

Offline Fantadrum

  • Utente
  • *****
  • Post: 2457
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: La casa del Calcio Catania per far crescere un'intera città
« Risposta #11 il: 29 Settembre 2010, 11:33:24 am »
con tutte le cucuzze come te che ci sono in giro...

 8D ...che scritto da un genio come te (dopo aver capito tutto su come si fa un programma sportivo...hai capito tutto sul centro sportivo e le intenzioni societarie  ;-) =D> ::) )...e un pò come accostare Capezzone all'intelligenza...o fare Nerone capitano dei pompieri, per dire...  ::)

TI VOGLIAMO COSI'  =D> TA TA TATTA TA TA  =D>






Per l'UEFA ci vogliono altri budget..Se poi ci arriviamo..bene..Ma non e' nelle nostre possibilita'.

E se la societa' Calcio Catania decidera' questo profilo di investimenti, il nostro orizzonte calcistico non andra' oltre lo stazionamento tranquillo nella massima serie..

Adesso..mi raccomando..
Non vi fate mancare nulla..

" A cc'eri abbituatu "

"Tifoso Sky-foso "

" Cucca "..No Cucca NO..MAI

 

No Fratello...no...non mi ha mai appassionato questa divisione in guelfi e ghibellini...anzi trovo patetico coloro che parlano di cucche e filosocietari...soprattutto quando si cerca di portare avanti dei ragionamenti

Premesso che nemmeno io credo che al momento siamo da Europa League...però trovo molto semplicistica l'affermazione di cui sopra...diciamo sempre sul filone tipico della nostra mentalità del tanto spendi + tanto acquisti "nomi" = più fai strada...

La realtà del calcio giocato invece...diciamo, da almeno un ventennio...ci dice spesso il contrario. Ci sono Società che per inseguire il sogno UEFA si sono svenate e si sono rovinate (lasciando stare quelle che sono fallite, tra cui si annovera il Napoli oggi rinato...ma il Torino di Cairo ti dice nulla?)...altre che con investimenti, che tu chiameresti da "nozze coi fichi secchi", si sono prese belle soddisfazioni...

Mi viene in mente l'Udinese di...guarda un pò ::) ...Lo Monaco che si fece perfino i preliminari di Champions, oltre all'UEFA...ma penso al Perugia di Gaucci...ora tu risponderai: ma il Perugia è fallito! Si è vero...ma non perchè spendeva e spandeva come l'Ancona di Pieroni...ma perchè Luciano Gaucci faceva il maneggione in affari extracalcistici...senza mettersi sotto l'ombrello di Moggi...

Insomma...ancora non riusciamo a capire che nel calcio sono molto di più le scommesse che si vincono che le certezze...perchè gli investimenti che si fanno sono suscettibili a tantissime varianti impazzite...che approntare una rosa di calciatori non è come produrre auto, vestiti, prosciutti su cui in qualche maniera qualche certezza sugli investimenti fatti la si può avere...

Ora, il centro sportivo...se ci si riflette bene invece di liquidarlo come una mera "soddisfazione edile"(cresciamo sportivamente anche noi, invece di pretenderlo sempre dagli altri!) è una di quelle poche certezze che ha il calcio...sicuramente non da oggi, nè da domani...ma in prospettiva!
Faccio un piccolo esempio fra i tanti: la Roma...a parte i santi in paradiso...ha costruito le sue fortune sui talenti che ha sfornato da Trigoria...

Infine...a me non risulta che in questi cinque anni allo stadio sia stato a guardarmi alcun depliant...poi no sacciu chi ti viri tu o stadiu, Marcuzzo...casomai mu fa sapiri, siamo solo due file distanti  ::) :-D

Ciao ;-)


va beh abbiamo capito che il budget, secondo la tua geniale e fantasmagorica teoria, vale poco rispetto ad altre variabili (che sono talmente varie e complesse... 8| 8-)). Tant'é che Real Madrid e Barcellona in Spagna, Manchester United e Chelsea in GBR, Inter-Milan e Juve in Italia, Bayern di Monaco in Germania non vincono quasi mai nei loro rispettivi campionati...niente, ci sono sempre delle "sorprese" guidate da presidenti e allenatori bravissimi...ma guarda tu  8-) 8-)

Gaspare, meno male che ci sei tu che mi metti allegria con le tue sparate  ::) ::) ::) ::) ::) ::) ::) ::) ::) ::) ::) ::) ma perchè queste genialate non le brevetti??  :-D :-D :-D Guarda, preservela come "proprietà intellettuale" non vorrei che qualche comico te la 8-) 8-)rubasse.  8-) 8-) 8-) Fantastico, in una giornata grigia, sboccia la risata  :-D :-D

e meno male che la Gazzetta pubblica ogni anno la classifica con i monte ingaggi, e meno male che ho pubblicato il link, e meno male che sovrapponendola alla classifica dello scorso anno otteniamo risultati quasi uguali. MONTE INGAGGI= SOLDI...le uguaglianze te le ricordi gasparuzzo? O te le sei scordate????

Per intenderci, io ritengo che il budget sia la variabile più importante che decide molto, ma ce ne sono anche altre di variabili che permettono piccoli (e molto sporadicamente, ma molto, grandi) aggiustamenti in alto o in basso.

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: La casa del Calcio Catania per far crescere un'intera città
« Risposta #12 il: 29 Settembre 2010, 12:37:17 pm »
 8D ...arricupigghiti Aldograsso  :-D ;-)

Stai attento concentrati...non è difficile...astuta sta play station ::) : si parla di squadre della fascia del Catania...comprì!?...Fascia del Catania...ci sei?...sei connesso?...stu bummulu ogni tanto u rapi o no?  ::)

Chi min.chia c'entrano Manchester, Real, Barcellona e colossi del genere? 8| 8| :-D

 8D ...ci fosse la possibilità, per gli utenti "giulivi" come te servirebbe il Forum tipo telegiornale L.I.S. ::) ...forse, ma forse forse, qualche possibilità che almeno una volta...solo una ::) ...riesci ad essere pertinente ci sarà... :-D

E comunque...ti comunico che il Real Madrid di Florentino Perez...nella sua fascia (f-a-s-c-i-a ...concentrati!) dopo aver speso quanto la manovra economica di Tremonti collezionando le figurine panini...ha fatto un flop pazzesco... ;-) :-D

Adesso genio incompreso...da bravo...torna a giocare co pallottoliere...tranquillo su t'addummisci mentre conti ti faccio un fischio!  ::) ;-)


TI VOGLIAMO COSI'  =D>  TA TA TATTA TA TA   =D>

Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est

Offline Fantadrum

  • Utente
  • *****
  • Post: 2457
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: La casa del Calcio Catania per far crescere un'intera città
« Risposta #13 il: 29 Settembre 2010, 01:05:13 pm »
Gaspare sei incredibile  8-) 8-) 8-) :-D :-D

riesci a scrivere tutto e il contrario di tutto...fai delle giravolte che sembri una montagna russa  :-D guarda neanche il PD con Lombrardo, neanche Berlusca con i voltagabbana del PD-UDC del "gruppo di responsabilità nazionale". Meno male che Verba volant, scripta manent  8-) 8-) 8-)

Veramente incredibile...fai una cosa, rileggiti il tuo precedente post in cui scrivi di Udinese, Perugia, nozze con i fichi secchi....scommesse e certezze varie....in cui critichi una visione predominante del budget...e poi dimmi che avevi limitato la discussione a fantomatiche "fasce" e altre corbellerie varie. Prima scrivi che il Real non c'entra, poi ci infili Perez... 8-)..beato chi ti segue in questa simpatica e allegra tua schizzofrenia  ::) ::)

Ok, rinuncio, hai ragione  8-) 8-) non so esattamente su cosa, ma hai ragione.

Ps Intanto abbiamo scoperto che quello che realmente gioca alla playstation sei tu  ::) ::) ::)

Filippo MI

  • Visitatore
Re: La casa del Calcio Catania per far crescere un'intera città
« Risposta #14 il: 29 Settembre 2010, 02:41:24 pm »
ho provato nel mio post a fare un accostamento tra la gestione di un'azienda complessa (contesto che conosco discretamente bene  ;-) ) e la gestione di una squadra di calcio professionistico (che oggi è a tutti gli effetti un'azienda).

Ho per esempio accostato la gestione del vivaio alla ricerca e sviluppo ed all'innovazione.

Dalla discussione emergono dicotomia tipiche nella gestione delle imprese:
- breve vs. lungo termine
- scelte tattiche vs. scelte strategiche.

Il privilegiare ad esempio nella politica il brevissimo termine (la prossima tornata elettorale) ha impedito al nostro paese di raggiungere livelli di competitività similari a quelli dei nostri partner europei. Ma non voglio continuare su questo tema, perchè ci porterebbe troppo lontano e soprattutto Off Topic ...

Dalla mia modesta esperienza professionale, ho imparato che il segreto di un bravo manager è innanzitutto il buon senso e mantenere sempre un equilibrio tra i due estremi, coerenza tra scelte "tattiche" e "strategia".

Nel caso del Catania, senza la serie A non sarebbe stato possibile costruire il centro sportivo (e non sarà possibile costruire il nuovo stadio), ma senza la lungimiranza dimostrata da Lo Monaco/Pulvirenti, oggi temo saremmo qui a parlare di un altro caso Messina ...

Purtroppo il 99% dei tifosi non è interessata alla visione strategica, si limitano a quella a breve, cambiando addirittura diametralmente opinione a distanza di pochi giorni: dopo la partita con il Parma eravamo da retrocessione, dopo quella con il Cesena da scudetto  :-D

Sono contento che a gestire la società ci sia un bravo manager e non un tifoso  ;-)

Fidatevi questo Catania e questa società hanno un futuro radioso davanti  8D