Autore Topic: Milan - CATANIA  (Letto 14425 volte)

Offline garreccio

  • Utente
  • *****
  • Post: 1835
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Milan - CATANIA
« il: 31 Ottobre 2011, 01:17:34 pm »
Caro Thor, ho visto che la Redazione ha deciso su mio input di chiudere il post aperto da te; c'è stato però un misunderstanding (...) perchè avevo scritto "con il consenso di THOR", intendendo che attendevo il tuo consenso; evidentemente la frase è stata intesa nel senso che il tuo consenso c'era già stato...Spero non te la sia presa  ;-) ;-)
Ciò posto, nun ti siddiari, ma sai com'è...io non sono scaramantico (NOOOOOO), ma visti i recenti risultati contro Inter, Fiorentina, Lazio e Napoli, a furor di popolo ( 8D 8D), proviamo ad allungare questa serie e dunque...consentimi di aprire il topic in questione  :-D :-D :-D!! (va da sè che se domenica dovessimo prendere 4 pappine a San Siro, mi riterrò personalmente responsabile e, dunque, giustamente fatto oggetto di tutti i vostri legittimi vaffa... ::) ::)).

Pertanto, e con la benedizione di THOR, attacchiamo a parlare di questa partita.

O meglio, attaccate. Perchè io davvero non ho nulla da dire, atteso e considerato che delego a don Vincenzino il compito di sorprendermi ancora in quel di San Siro.

Per magari provare a sfatare qualche tabù... 8D 8D




« Ultima modifica: 31 Ottobre 2011, 01:24:04 pm da garreccio »

Offline Redazione

  • Administrator
  • Utente
  • *****
  • Post: 422
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Milan - CATANIA
« Risposta #1 il: 31 Ottobre 2011, 01:50:52 pm »
garreccio, se volete lo riapriamo

Offline garreccio

  • Utente
  • *****
  • Post: 1835
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Milan - CATANIA
« Risposta #2 il: 02 Novembre 2011, 10:00:41 am »
Partendo dal presupposto che ad Antonio Cassano auguro di superare questo momento il prima possibile, con l'augurio di verdrlo in campo quanto prima e più in forma di prima, prendo atto in maniera assai utilitaristica della sua mancanza nella partita di domenica, unitamente a quelle di Nocerino e Boateng  8D 8D.
Mi chiedo se don Vincenzo abbia intenzione di plasmare la propria squadra sulla base di tali defezioni che, verosimilmente, costringeranno Allegri a schierare una mediana unpò più "statica" di quella usuale... :-\ :-\
Personalmente riproporrei la formazione di  sabato scorso, considerando soprattutto che Ricchiuti potrebbe essere il grimaldello giusto per provare a scerdinare la trequarti difensiva del Milan...
Se Izco non dovesse farcela, volendo mantenere l'attuale modulo l'unica ipotesi percorribile sarebbe quella di schierare Lanzafame (escludo Potenza perchè ha caratteristiche che non gli consentono di veleggiare sulla fascia...).
A mio parere, l'ideale per una partita del genere sarebbe stato il buon Suazo, ma questa è un'altra storia...

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Milan - CATANIA
« Risposta #3 il: 02 Novembre 2011, 02:12:32 pm »
...garreccio,io sulla formazione non metto lingua e mi fido della sapienza tecnica dell'Aeroplanino.Lasciarei fuori dalla disputa gli episodi non prettamente sportivi:sono  distrattori possibili,e noi in questo momento dobbiamo tenere alta la concentrazione sui fatti meramente tecnico-calcistici,punto!
Ho gia detto,ma lo sa anche Montella,che le defezioni in casa milanista non sono da tenere granche' in conto.Hanno una rosa cosi' ampia,assortita e altamente qualitativa da sopperire a qualsiasi evenienza.Guarderei piuttosto ai fatti di casa nostra e alle eventuali sostituzioni,per contingenti infortuni,che si potrebbero verificare in itinere nella nostra formazione base che tanto bene finora ha fatto.
Mettendo a fuoco la lente d'ingrandimento sulle poche debolezze della formazione rossonera, risulta a tutti evidente che domenica dovremmo fare in modo di esaltarne i deficit,che ripeto non sono tanti ma che si possono rivelare fondamentali per continuare la striscia positiva di risultati utili.
La squadra di Allegri ha nel suo DNA la propensione di attaccare a pieno organico e percio' di prestare il fianco alle ripartenze della squadra avversaria.Se il Catania,che ne ha la qualita',sapra' sfruttarle al meglio potra' fare veramente male all'avversario.
Altro dato da attenzionare e che ci puo' favorire e' il calendario di partite che ha dovuto affrontare il Milan.La fatica si dovra' fare sentire e a un certo punto devono tirare il fiato.Sta a noi approfittarne mettendo in campo tenacia,reattivita', un pizzico di piu' cinismo e la consapevolezza di saper fornire prestazioni sempre all'altezza,che ci hanno consentito di essere in una buonissima posizione di classifica e che una eventuale sconfitta non potrebbe affatto minimizzare.
Un abbraccio a tutti i forumisti.    
« Ultima modifica: 02 Novembre 2011, 02:17:20 pm da GPalermo1954 »
CATANIA USQUE AD FINEM

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2454
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Milan - CATANIA
« Risposta #4 il: 02 Novembre 2011, 07:34:12 pm »
Ciao a tutti.
Mi associo anch'io nell'augurare a Cassano un rapido ritorno sui campi di gioco e di superare quest'avversità che lo ha colpito proprio ora che sembrava aver imboccato definitivamente la strada della maturità.

Quanto alla partita col Milan credo che la chiave sarà ancora una volta a centrocampo: se il Catania riuscirà a spegnere le loro fonti di gioco e ripartire rapidamente verso la porta, anche con il Milan assisteremo ad un'altra bella partita della nostra squadra. Il Catania di quest'anno è sicuro del proprio gioco e non sembra subire tare psicologiche. L'annata giusta per infrangere i tabù (Cantarutti docet).

Offline cantarutti72

  • Utente
  • *****
  • Post: 1365
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Milan - CATANIA
« Risposta #5 il: 03 Novembre 2011, 02:07:50 am »
Fratelli rossazzurri, lo splendido Catania che in questo campionato sta deliziando il cuore e la mente di noi sostenitori etnei sta raggiungendo, dati e classifca alla mano, livelli d’eccellenza e posizioni di classifica nell’olimpo del calcio italiano che nei sessantacinque anni della nostra gloriosa storia (+ il Catania anteguerra) si sono viste soltanto in altre quattro occasioni.
Due di esse sono concentrate in quel mitico Catania del binomio Marcoccio- Di Bella che con le limitate risorse economiche a disposizione (incassi allo stadio e contributi pubblici) seppe regalarci nel 1960-61  (alla fine del girone d’andata) e nel 1962-63 (sino alla VII giornata) dei momenti di straordinaria emozione con un provvisorio piazzamento al secondo posto nel massimo campionato, in perfetta coerenza con il meraviglioso periodo che stava vivendo la nostra città il cui benessere cresceva in quegli anni in maniera esponenziale, grazie alla nascita di un polo industriale all’avanguardia nella zona sud e al boom dell’edilizia che cambiò radicalmente il volto della città (con gli innegabili lati negativi). Uno straordinario sviluppo economico che le valse l’unanime appellativo (oltre che per un’innata vocazione nel campo artistico e culturale)  di “Milano del Sud”.
Le ultime due occasioni di un Catania stratosferico le ha vissute quarant’anni dopo la nostra fortunata (in senso sportivo) generazione di tifosi, quella delle pay-tv, di internet, dell’I-phone in mano pronto ad immortalare dalla curva un gol rossazzurro per pubblicarlo poi su Youtube, quella generazione che ha la fortuna di vedere e rivedere, in diretta o in differita, qualunque inquadratura, intervista, retroscena e quant’altro di ogni partita, di ogni giocatore, a differenza dei propri padri e nonni costretti a carpire informazioni frammentarie del proprio Catania da una radiolina o soltanto qualche ora dopo il triplice fischio, ancora ignari del risultato finale.
Queste due occasioni, dicevo, le abbiamo vissute nell’anno del nostro ritorno in serie A, dove un impavido gruppo di prodi giocatori continua la stupenda cavalcata vincente del campionato cadetto, guidati da un tecnico conterraneo di grandi prospettive, per farci vivere l’inimmaginabile, con un Catania che ci dona gol e spettacolo portandosi alla decima giornata al quarto posto in classifica sino alla fine del girone di andata.
L’ultima volta in cui abbiamo raggiunto le soglie della stratosfera risale all’autunno del 2008 dove una rocciosa difesa ed un cinico attacco (non tanto prodigo di marcature) ci fanno stropicciare gli occhi all’ottava giornata alla visione di una classifica che ci attestava al secondo posto alle spalle dell’Inter.
Tutti momenti magici, quelli di un Catania ai primissimi posti in serie A che hanno tuttavia avuto come denominatore comune il loro essere effimero, il loro accadere solo nella prima frazione di campionato, senza potersi mai perpetuare sino ad una fase più avanzata della stagione. Momenti, sensazioni di gioia frenate puntualmente da un brusco risveglio (come il 5-0 incassato con l’Inter nel 1960-61, la sconfitta col Napoli per 3-2 alla VIII nel 1962-63 ed infine il 7-0 in casa dei giallorossi nel 2006 o la sconfitta interna contro l’Udinese nel novembre 2008) che ha inesorabilmente ridimensionato sogni e speranze di qualcosa di straordinario, riportandoci saldamente con i piedi per terra, tenendo conto di come, onestamente, più di così, con ogni probabilità non si sarebbe potuto fare. Ma se è anche vero che il senso di una storia sportiva di una città, di una piccola metropoli come Catania sia anche quello di provare a battere sé stessi, i propri record, tentando di far sognare e gioire una nuova generazione di tifosi, questa domenica avremmo quantomeno il diritto di sognare un esito di Milan – Catania diverso dai brutti risvegli da dolci sogni che ho appena citato. L’attuale Catania, mi permetto di dire, somiglia molto per bellezza, impostazione di gioco e per condizione mentale e di classifica a quello che alla X giornata della stagione 2006-2007, battendo il Livorno per 3-2 (anche in quel caso con rimonta dopo uno svantaggio) si ritrovava ad un sorprendente quarto posto in condominio con altre due squadre; e speranzosa, fiduciosa, con il sostegno di diecimila etnei andava a giocarsela tutta all’Olimpico contro una Roma che la precedeva al terzo posto. Pagando oltremodo lo scotto della troppa foga ed inesperienza verso cui fece man bassa l’ingordigia  di un manipolo di giocatori che vigliaccamente infierirono sul moribondo approfittando della  superiorità rumerica.
Ma ogni storia ha le sue peculiarità. Il sogno di qualcosa di straordinario si ripresenta questa domenica, per la quinta volta nella storia rossazzurra. Ma qualcosa sembrerebbe diverso. Non siamo più la matricola del 1960-61 o del 2006-2007 e neanche il Catania  dalle limitate risorse economiche del 1962-63 o che segnava col contagocce nel 2008-2009. Siamo un Catania inedito forse nella storia. Mai così “maturo” in un campionato di serie A, mai così sostenuto da una solida struttura societaria (di uomini e di mezzi tecnico-ecomomici), mai probabilmente così forte sul campo . E’ più che una speranza, quella di domenica prossima, cari fratelli rossazzurri. Sarebbe un colpo fantastico, di  proporzioni inimmaginabili sbancare il  Meazza contro i rossoneri. La prima volta in casa loro in un campionato e forse la prima volta che potremmo intravedere un Catania ai piani altissimi  per un tempo straordinariamente lungo…
Abbracci
« Ultima modifica: 03 Novembre 2011, 02:13:10 am da cantarutti72 »
"più tifi strisciato, più sei un siciliano rinnegato !! fuckinmiju "

Offline marco-69

  • Utente
  • *****
  • Post: 2541
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Milan - CATANIA
« Risposta #6 il: 03 Novembre 2011, 09:55:20 am »
La disamina di Cantarutti e' perfetta.

Per la prima volta a Catania si pianifica sul lungo periodo e non solo sul piano squisitamente tecnico, ma anche a livello di impianti e i settore giovanile.

L'ultima volta che siamo volati in alto e' finita in tragedia. :^(

Stavolta se sara', sara' festa.




Offline garreccio

  • Utente
  • *****
  • Post: 1835
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Milan - CATANIA
« Risposta #7 il: 03 Novembre 2011, 10:33:42 am »
Intanto, le previsioni meteo per Milano domenica pomeriggio prevedono pioggia... 8D 8D 8D 8D 8D 8D

Offline franco-ct al nord

  • Utente
  • ****
  • Post: 688
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Milan - CATANIA
« Risposta #8 il: 03 Novembre 2011, 11:07:14 am »
Citazione
Intanto, le previsioni meteo per Milano domenica pomeriggio prevedono pioggia... 8D 8D 8D 8D 8D 8D

Condizioni meteo ideali per noi, o no?  ;-)

Buona giornata a tutti
 

Offline Fantadrum

  • Utente
  • *****
  • Post: 2457
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Milan - CATANIA
« Risposta #9 il: 03 Novembre 2011, 11:12:53 am »
Citazione
Intanto, le previsioni meteo per Milano domenica pomeriggio prevedono pioggia... 8D 8D 8D 8D 8D 8D

Condizioni meteo ideali per noi, o no?  ;-)

Buona giornata a tutti
 

io direi di no...se non contiamo la cabala  :-D :-D degli ultimi incontri  =D> :-D :-D :-)) :-)), il Milan gioca molto su lanci lunghi su Ibra, e passaggi lunghi con cambi di fascia...direi quindi che, in teoria, col campo "abbastanza pesante", loro partirebbero in vantaggio. Poi, abbiamo fatto noi talmente bene in questi ultimi tempi con la pioggia...ma magari il campo del Massimino è diverso da quello di S. Siro...

Offline franco-ct al nord

  • Utente
  • ****
  • Post: 688
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Milan - CATANIA
« Risposta #10 il: 03 Novembre 2011, 11:20:55 am »
Infatti, Fanta, io facevo affidamento sulla cabala...
Certo, sarebbe meglio se non piovesse.
Per quanto riguarda il terreno del Massimino, è sicuramente diverso. Mazzarri lo ha trovato pesante (anche se non aveva piovuto) da digerire.
Fozza Catania

Offline bdsklo

  • Newbie
  • Post: 12
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Milan - CATANIA
« Risposta #11 il: 03 Novembre 2011, 01:53:05 pm »
Salve a tutti, vorrei chiedervi un informazione "di servizio".
Pensavo di andare a San Siro domenica pomeriggio (non so ancora se settore ospiti o no), ma ancora non ho la tessera del tifoso (domanda fatta ad agosto, se ne dovrebbe parlare a fine anno per la consegna). Mi sono informato direttamente con la società e mi hanno assicurato che dovrebbe bastare la richiesta di sottoscrizione. Qualcuno di voi ha mai avuto problemi a comprare il biglietto solo con la richiesta senza avere fisicamente la tessera? E problemi ai tornelli?

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Milan - CATANIA
« Risposta #12 il: 03 Novembre 2011, 02:01:07 pm »

io direi di no...se non contiamo la cabala  :-D :-D degli ultimi incontri  =D> :-D :-D :-)) :-)), il Milan gioca molto su lanci lunghi su Ibra, e passaggi lunghi con cambi di fascia...direi quindi che, in teoria, col campo "abbastanza pesante", loro partirebbero in vantaggio. Poi, abbiamo fatto noi talmente bene in questi ultimi tempi con la pioggia...ma magari il campo del Massimino è diverso da quello di S. Siro...
...papino ;-),vedi che ti stai sbagliando...il Milan gioca in casa,e lo schema dei lanci lunghi lo pratica soprattutto nelle ripartenze quando e' in vantaggio o quando l'avversario lo costringe a rintuzzare sulla propria trequarti...pratica,come d'altronde fanno parecchie squadre,essenzialmente il gioco del possesso palla nella zona di centrocampo ,sfrutta meglio la fascia di competenza di Abate e meno quella di Taiwo,meno capace del compagno di cercare la linea di fondo,e poi dulcis in fundo si affidono molto alle combinazioni e alla fantasia dei vari Cassano,Robinho,Seedorf,Ibrahimovic...in sintesi,attaccano e si difendono a pieno organico sfruttando le situazioni che di volta in volta si vengono a creare...hanno schemi di difesa e di offesa completi e che possono variare grazie alla qualita' tecnica del suo organico a secondo le circostanze...
Ma come disse Pier Capponi :se loro suoneranno le trombe noi faremo suonare le nostre campane  :-D  ;-)  
CATANIA USQUE AD FINEM

Offline Fantadrum

  • Utente
  • *****
  • Post: 2457
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Milan - CATANIA
« Risposta #13 il: 03 Novembre 2011, 02:25:10 pm »

io direi di no...se non contiamo la cabala  :-D :-D degli ultimi incontri  =D> :-D :-D :-)) :-)), il Milan gioca molto su lanci lunghi su Ibra, e passaggi lunghi con cambi di fascia...direi quindi che, in teoria, col campo "abbastanza pesante", loro partirebbero in vantaggio. Poi, abbiamo fatto noi talmente bene in questi ultimi tempi con la pioggia...ma magari il campo del Massimino è diverso da quello di S. Siro...
...papino ;-),vedi che ti stai sbagliando...il Milan gioca in casa,e lo schema dei lanci lunghi lo pratica soprattutto nelle ripartenze quando e' in vantaggio o quando l'avversario lo costringe a rintuzzare sulla propria trequarti...pratica,come d'altronde fanno parecchie squadre,essenzialmente il gioco del possesso palla nella zona di centrocampo ,sfrutta meglio la fascia di competenza di Abate e meno quella di Taiwo,meno capace del compagno di cercare la linea di fondo,e poi dulcis in fundo si affidono molto alle combinazioni e alla fantasia dei vari Cassano,Robinho,Seedorf,Ibrahimovic...in sintesi,attaccano e si difendono a pieno organico sfruttando le situazioni che di volta in volta si vengono a creare...hanno schemi di difesa e di offesa completi e che possono variare grazie alla qualita' tecnica del suo organico a secondo le circostanze...
Ma come disse Pier Capponi :se loro suoneranno le trombe noi faremo suonare le nostre campane  :-D  ;-)  
sì gippino però se noti le partite del Milan il pallone gira molto di più in aria che rotola rasoterra...quindi il campo bagnato con rimbalzi irregolari non li dovrebbe più di tanto far "cassariare"...é anche vero che pure i nostri centrocampisti lanciano sugli esterni...o centralmente....però la palla rimbalza e rotola più che nel loro gioco.  Poi da loro non c'è il tecnicissimo Cassano e c'è Ibra che usa il fisico... in ogni caso dipenderà molto dal "grado di pesantezza" del terreno e dal "tipo di pesantezza".

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Milan - CATANIA
« Risposta #14 il: 03 Novembre 2011, 02:42:50 pm »
..Fanta,io credo soprattutto nelle possibilita' del Catania e al di la' delle condizioni metereologiche per noi sara' comunque un ulteriore banco di prova difficile..pero',se il campo dovesse essere pesante per la pioggia caduta spero possa favorire il Catania, anche perche' a loro la fatica,accumulata martedi' nella partita di CL,dovrebbe farsi sentire ancora di piu'..ne consegue cconsegue che i presupposti di far bene ci sono tutti quanti..
Tutto ok ? come ti vedi nei panni di papa? Sofia vi fa dormire o e' irrequieta come il babbo? Un abbraccio. 
CATANIA USQUE AD FINEM