Autore Topic: Unna' canciatu nianti (mi porto avanti col lavoro): XVI Giornata  (Letto 258 volte)

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8805
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Quindi, adesso come adesso, dovessimo perdere a Parma (cosa non impossibile), il terzo posto sarebbe a 6 punti, il quarto a 5, ma questi distacchi salirebbero di un punto se il Como vincesse lo scontro diretto col Modena. Fa impressione pure vedere il Cittadella (una delle squadre che stanno in fondo alla classifica per monte ingaggi) 4 punti piu' su di noi. Se invece guardiamo sotto di noi, troviamo il Bari a 3 punti e la Sampdoria a 5. Erano distanti anni luce prima che la luce si spegnesse.

Do per scontato che il CFG non abbia fretta di salire in A  e do pure per molto probabile che due fra Parma, Venezia e Cremonese salgano direttamente e che dai play off una fra Bari e Sampdoria potrebbe arrivarci indirettamente. Il prossimo anno ci ritroveremmo con le tre retrocesse dalla A e altre 4 o 5 squadre che la A la avranno sfiorata quest'anno o che hanno comunque una proprieta' importante ed ambiziosa alle spalle. Poi ci sarebbe il Palermo, che non ha fretta di salire. E la cosa potrebbe andare avanti per anni. Il Palermo inizia a ricordarmi la Ferrari, che regolarmente da quasi venti anni inizia a programmare la macchina per l'anno successivo dopo solo un terzo di campionato corrente.

Ora, io posso pure aspettarli questi anni, ma sentendo oggi Corini mi e' venuto il dubbio, non so perche', che questo potrebbe non essere il suo ultimo anno da allenatore a Palermo. Magari sono troppo scannaliato e percepisco cose che non esistono, ma se a queste "sensazioni" associo l'assoluto silenzio che alle volte puo' essere assenso, da parte della societa', allora, forse, sono un minimo giustificato.

Ad ogni modo domani non c'e' partita, il Palermo visto da due mesi a questa parte ne prende tre solo nel primo tempo. Poi il calcio e' strano, ma non mi illudo e nemmeno mi esaltero' in caso di pronostico ribaltato.

Questa squadra mi appassiona quanto i tornei di briscola dei pensionati di piazza Indipendenza.
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline Sergio

  • Utente
  • *****
  • Post: 4906
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Unna' canciatu nianti (mi porto avanti col lavoro): XVI Giornata
« Risposta #1 il: 10 Dicembre 2023, 07:15:07 pm »
Il divario tra le due squadre era molto evidente. Se è finita in pari si deve dire grazie a Brunori che si è inventato due gol.
8 MARZO 415 d. C. IPAZIA DI ALESSANDRIA, MARTIRE LAICA DEL PENSIERO SCIENTIFICO

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8805
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Unna' canciatu nianti (mi porto avanti col lavoro): XVI Giornata
« Risposta #2 il: 10 Dicembre 2023, 07:21:08 pm »
Vista fino al 96esimo. Chi mi conosce sa che questo e' un chiaro indicatore del cazzo che me ne frega ormai per quest'anno. Avessimo vinto o perso direi le stesse cose, noi tre gol attruvati, due fantastiche prodezze di Brunori, loro invece hanno giocato a calcio, saltandoci come birilli e sprecando molto sotto [porta. Certo, ci sarebbe l'aggravante di avere preso sue gol dal 91esimo al 96esimo, ma che cosa vuoi che siano delle aggravanti in un contesto in cui l'allenatore mette ad ala destra un terzino, reputa intoccabili un paio di neglie assolute e fra pochi minuti verra' a dirci di una squadra in grande ripresa, con un possesso palla del 24,18% ed un rateo gol/tiri in porta del 75%, che avrebbe meritato la vittoria e che adesso cerchera' di consolidare il tutto con una gagliarda prestazione contro il Pisa, per proseguire, e farci godere, il percorso?

Unica nota negativa: l'ammonizione di Mateju. Negativa per Corini, che non potra' schierarlo col Pisa per squalifica e ne soffrira' molto. A meno che, colpo di genio di Eugenio ex-Genio, non riesca in sei giorni a sottoporlo a plastica facciale, trasferendogli i connotati di Buttaro, di Desplanches o di chiunque altro. Una sorta di Face Off, dove ad un certo punto non capivi piu' se era Travolta a fare Cage o viceversa. Magari non lo capisce nemmeno Mateju e inizia a sembrare un terzino destro di dignitosa squadra di Lega Pro.

Ho fatto bene a portarmi avanti col lavoro. Direi.
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline turiddu

  • Utente
  • *****
  • Post: 2346
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Unna' canciatu nianti (mi porto avanti col lavoro): XVI Giornata
« Risposta #3 il: 10 Dicembre 2023, 08:31:22 pm »
Due prodezze di Brunori ci hanno tenuto a galla per buona parte della gara ed alla fine abbiamo strappato un punto.
Il Parma ci ha preso a pallonate per tutta la partita ma sono stati molto imprecisi e questo ci ha consentito di reggere fino al 96.
Il Palermo continua a non avere un gioco, ma almeno chiudendosi in difesa e scattiando qualche contropiede può riuscire a fare risultato.
Su Corini non ho molto altro da aggiungere rispetto a quanto già detto in altre occasioni:ce lo dobbiamo assuppare pi supicchiaria da questa società che prevede di andare in A sapiddu quannu.
Salutamu

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8805
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Unna' canciatu nianti (mi porto avanti col lavoro): XVI Giornata
« Risposta #4 il: 10 Dicembre 2023, 09:58:43 pm »
«Credo – ha aggiunto Corini – che la squadra abbia sofferto la pressione e le aspettative che si erano create». Sul ridimensionamento degli obiettivi ha infine concluso: «Non ne voglio parlare, guardiamo solo alla prossima gara. Cerchiamo di chiudere bene il girone d’andata».

Prima considerazione: ma non avevi scelto e preso tutti giocatori “vincenti”, reduci da successi e promozioni o anni di serie A, proprio per risolvere il problema delle “pressioni” visto lo scorso anno?

Seconda considerazione: stai praticamente ammainando bandiera riguardo al discorso serie A?

Terza considerazione: hai un culo pauroso, sei stipendiato da una società di individui strani se non fessi. Da qualunque altra parte del globo, UK compreso, dopo queste dichiarazioni, il non gioco espresso da 55 partite e 40 milioni di euro buttati al vento, ti avrebbero licenziato tramite messaggio e-mail e lasciato a piedi a Parma.

Ho finito di farmi il sangue acqua da Palermo-Lecco. Prima o poi il tuo mandato finirà. Temo solo che questa società possa dare fiducia per altri due anni ad un altro allenatore palesemente inadatto al compito assegnatogli.

Ma staremo a vedere.

p.s. non sia mai che per un miracolo, un caso, una congiunzione astrale, dovesse arrivare la serie A con lui in panchina, perché gli rinnoverebbero sicuramente il contratto e fra due anni ripartiremmo nuovamente dalle macerie.


Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline Sergio

  • Utente
  • *****
  • Post: 4906
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Unna' canciatu nianti (mi porto avanti col lavoro): XVI Giornata
« Risposta #5 il: 11 Dicembre 2023, 11:59:15 am »
Poche cose da dire: pensiamo a salvarci perché appare chiaro che con questa squadra già sarebbe un miracolone riuscire a centrare i playoff ma non pensiamo di vincerli perché altre squadre sono molto più meritevoli di noi perché composte da organici molto validi, pari o superiori al nostro, e guidate da allenatori decenti e competenti; la nostra è in mano ad uno sprovveduto, incapace, limitato, senza idee, senza inventiva, saccente, trasuda arroganza tutte le volte che parla, sfrontato nel contrastare perfidamente l’avvenuto ostracismo della tifoseria (tranne durante le gare che comunque si sostiene la squadra) che a ragione gli si sta rivoltando contro chiedendogli anche dove sia finito l’amore per questa città e questa tifoseria che lui, servo alla sua illusa e ingannevole ambizione, malgrado abbia già intuito che le possibilità di raggiungere gli obiettivi prefissati a inizio stagione sono quasi svaniti, ha ritenuto, e ritiene tuttora, di mantenere ferreamente in ostaggio non esimendoci dalla sua non più sopportabile presenza sulla nostra panchina. Non mi sembra più il caso di dedicargli disamine post gare, il suo non saperci fare, il suo non saper tirar fuori le qualità oggettive dalla maggior parte dei giocatori che si ritrova a disposizione, mi pare ormai evidente. Dovesse resistere sino a giugno non solo non cambierebbe nulla ma c’è il serio rischio di regredire (speriamo di no) sino alla tragedia sportiva.
Bisogna che la città tutta, quindi, tifosi, stampa, ma anche le forze politiche, si prodighino alla ricerca di chi oggettivamente ha la responsabilità di questa società, Gardini? Marwood? Galassi?, che mese dopo mese ci sta facendo credere quanto essa, nel gestire questa situazione sicuramente difficile,  sia molto affine all’orchestrina sul Titanic e chiedano loro di valutare quanto sia opportuno insistere su una strada il cui esito è un fallimento annunciato, senza nemmeno tentare la soluzione più logica e più indolore che è quella del cambio tecnico. Soprattutto bisognerebbe a tutti i costi impedire che questa squadra a gennaio prossimo venga stravolta su indicazioni di Corini perché ne ha già sbagliate due: gennaio scorso Tutino e Verre, due giocatori di categoria di indiscusso livello che Corini però non è riuscito a farli assimilare nelle dinamiche di gioco mentre per quanto riguarda l’estate scorsa, milioni di soldi spesi ma i disastri sono davanti agli occhi di tutti. Abbiamo ancora tre gare prima della sosta e questo 4-3-3 di Corini, stantio, prevedibile, inefficace, punti ne racimolerà molto pochi. Non illuda il punto di Parma che è figlio di due colpi geniali di capitan Brunori e non certo delle idee tattiche del nostro mister che malgrado abbia già preso contezza che la stima ed il consenso per il suo lavoro svolto stazionino ormai da tempo a livelli prossimi al rasoterra, forte di una società accidiosa e insensibile, ostinatamente ha deciso che debba morire sansone con tutti i filistei. Bisogna fermarlo, prima che sia troppo tardi. Non si piò rimanere indifferenti a questo disastro.
8 MARZO 415 d. C. IPAZIA DI ALESSANDRIA, MARTIRE LAICA DEL PENSIERO SCIENTIFICO

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8805
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Unna' canciatu nianti (mi porto avanti col lavoro): XVI Giornata
« Risposta #6 il: 11 Dicembre 2023, 02:08:55 pm »
questo 4-3-3 di Corini, stantio, prevedibile, inefficace, punti ne racimolerà molto pochi.

C'e' a mio giudizio, un errore di fondo: chiamare 4-3-3 quello che vorrebbe fare Corini. Credo che addirittura il vero errore sia credere che Corini adotti o voglia adottare un qualunque modulo. Corini, da sempre, mette in campo i giocatori in funzione degli avversari, tipica soluzione di chi ha una mentalita' ristretta. In piu', spesso e volentieri, riesce a mettere in campo giocatori fuori posto o che hanno scelto lo sport sbagliato per fare professionismo. La stessa storia del modulo ibrido, del 4-3-3 che, a partita in corso, un anno diventa 3-5-2 e un altro 4-2-3-1, da' indicazioni su come gli avversari aspettino con ansia di giocare con noi, per fare risultato e prendersi una domenica di sostanziale riposo.

Altra cosa che Corini non dovrebbe mai fare, oltre ad allenare, e' parlare con i giornalisti. Ieri ho dimenticato di citare altre sue parole che spiegano bene il concetto: abbiamo fatto una prestazione importante. Al che puoi pensare solo tre cose: 1) vive in un universo parallelo: 2) e' ipovedente ed il pastore tedesco d'accompagnamento si ubriaca prima di ogni gara e gli descrive la partita a modo suo: 3) si diverte a prendere per il culo il mondo.

Per il futuro vedo un esonero solo nel momento in cui le posizioni di coda dovessero avvicinarsi prepotentememte. Vedo pure Di Benedetto, in quel caso, a fare da traghettatore. Viceversa, con una media di 5-6 punti ogni quattro partite, galleggeremo in uno Stige fatto di ignavia mista a noia mortale.
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.