Autore Topic: Fallita la finale  (Letto 7368 volte)

Offline Sergio

  • Utente
  • *****
  • Post: 4923
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Fallita la finale
« il: 13 Aprile 2006, 12:21:26 am »
Diciamo intanto che siamo stati battuti da una squadra che non a caso ha 18 punti in più di noi in classifica. Nei 180 minuti è finita in parità 2-2 ma la formula del gol in trasferta premia la Roma. Poche idee, poco gioco ed attacco da pesi piuma, capaci di sbagliare anche quel poco che passava il convento. I falli di mano in area come quello di Tommasi si convertono in rigore solo a sqaudre come Juve e Milan; per tutte le altre, passano per falli involontari. non ne faccio comunque elemento per recriminare sul risultato finale.
Abbiamo ancora una possibilità in campionato per centrare un posto utile in Europa; ma anche se non dovesse arrivare, ci consoleremo coi prossimi derby :?
8 MARZO 415 d. C. IPAZIA DI ALESSANDRIA, MARTIRE LAICA DEL PENSIERO SCIENTIFICO

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8893
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Fallita la finale
« Risposta #1 il: 13 Aprile 2006, 12:34:37 am »
Citazione da: "Sergio"
Diciamo intanto che siamo stati battuti da una squadra che non a caso ha 18 punti in più di noi in classifica.


Questa squadra o la Fiorentina hanno quasi venti punti più di noi semplicemente perchè hanno giocatori che hanno creduto in un progetto e dirigenti che non vanno su tutti i media a sputtanare gli allenatori alla prima partita persa.

Il Palermo di inizio stagione aveva tutte le carte in regola quanto meno per non essere a 20 punti di distacco in classifica da Roma e Fiorentina.

Qualcosa o qualcuno ha voluto che andasse diversamente e si perdesse, adesso si può dire, un anno.

Sergio, spero di sbagliarmi, ma questa squadra da qui alla fine non farà più di quattro-cinque punti. Finiù u film. Ed é giusto che in Uefa vadano Chievo e Lazio, perchè lo meritano più di noi.




"Non nobis Domine, sed nomini Tuo da gloriam"
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline Testa Dura

  • Utente
  • ****
  • Post: 705
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Fallita la finale
« Risposta #2 il: 13 Aprile 2006, 09:35:51 am »
A tutti gli acesi dispiace l'eliminazione del Palermo dalla Coppa Italia. Per due motivi: il primo che riconosciamo solo la capitale come rappresentante nel campionato italiano dell'intera Sicilia; il secondo che siamo affezionati a Papadopulo, che è un allenatore capace e spesso sottovalutato. Forse parla assai, ma in un mondo abituato ad agire sotto traccia mi sembra quasi un merito.

Forza Acireale, che trova lampi d'orgoglio in mezzo a una gravissima crisi societaria, innescata due anni fa dal berlusconcino di provincia, ma anche forza Palermo, che mi sembra più forte di Chievo o Lazio.

Offline alex10103

  • Utente
  • *****
  • Post: 2115
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Fallita la finale
« Risposta #3 il: 13 Aprile 2006, 10:10:06 am »
Citazione da: "Sergio"
Diciamo intanto che siamo stati battuti da una squadra che non a caso ha 18 punti in più di noi in classifica. Nei 180 minuti è finita in parità 2-2 ma la formula del gol in trasferta premia la Roma.

No.
In campo, ieri sera non ho visto tanta differenza tra Roma e Palermo.
La differenza l'hanno fatta i giocatori, quelli del Palermo, che sembravano dormire.
E poi, perchè mettere Terlizzi visto che è sicuro partente?
E' logico che non si sia impegnato.
Così come lasciavano molto a desiderare gli attaccanti: Caracciolo, Di Michele, Brienza, ma anche Makinwa e Godeas (questi due ultimi, però, a mio parere, impiegati troppo tardi) cosa hanno fatto?
Caracciolo da sempre il peggio di sè; Di Michele non sa fare altro che litigare anche con il proprio allenatore (cosa che non sopporto); Makinwa e Godeas l'hanno mai toccata la palla?
Ed anche il centrocampo non è che abbia fatto chissà che cosa...

Citazione da: "Sergio"

Poche idee, poco gioco ed attacco da pesi piuma, capaci di sbagliare anche quel poco che passava il convento.

Infatti, quello che ho detto prima.

Citazione da: "Sergio"

 I falli di mano in area come quello di Tommasi si convertono in rigore solo a sqaudre come Juve e Milan; per tutte le altre, passano per falli involontari.

Per favore, non cadiamo sempre nell'errore di cercare l'alibi: questo, lascialo fare a Geraci.
Diciamo, invece, che il Palermo, rigore negato a parte, si è letteralmente mangiato gol fatti (vero Caracciolo e Barone?)

Citazione da: "Sergio"

 non ne faccio comunque elemento per recriminare sul risultato finale.

Bravo

Citazione da: "Sergio"

Abbiamo ancora una possibilità in campionato per centrare un posto utile in Europa; ma anche se non dovesse arrivare, ci consoleremo coi prossimi derby :?

Sei sicuro che il Palermo centrerà un piazzamento in Uefa?

Offline Sergio

  • Utente
  • *****
  • Post: 4923
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Fallita la finale
« Risposta #4 il: 13 Aprile 2006, 10:36:42 am »
Citazione
quando si persevera a mandare in campo e per giunta in un ruolo che non é suo l'attaccante meno in forma della squadra.

Concordo; credo però che per adesso nemmeno Godeas saprebbe dare di meglio, afflitto com’è da logorio da panchina; non perché non meritasse di giocare ma per seguire il diktat imposto dalla dirigenza (e dal buon senso) di insistere su Caracciolo, 8 milioni di giocatore (più i 7 per Makinwa fanno 15 milioni di euro spesi ad muzzum). La posizione mentale di Godeas è la seguente: perché dovrei rompermi il c.ulo se la maglia da titolare non sarà mai mia ma di chi è più scarso di me? Insomma, per quanto di buono abbia fatto questo ragazzo, gli è sempre stato preferito quel cadavere ambulante di Cacocciolo. Risultato: se avevamo trovato mezzo attaccante centrale, non abbiamo più neanche quello.
Makinwa è certamente in ripresa. Ma non è certo una prima punta, nè giocatore che possa giocare spalle alla porta.
Citazione
Quando si continuano a fare giocare uomini recuperati in extremis, come Corini, che poi devono uscire nuovamente infortunati.

Qui ti do ragione! Però tu sai che Corini è l’unico raggio di luce in un mare di tenebre. Non è un caso che senza di lui il Palermo non ha mai fatto bene.
Citazione
Quando si entra in campo solo per difendere, salvo poi beccare sempre il gol da polli e non essere in grado di creare una azione pericolosa.

Qui non ti capisco: si giocava in casa della temuta Roma di De Rossi, Mancini e Kuffour (18 punti avanti a noi), con un vantaggio minimo da difendere. Non mi sembra che noi si possa vantare una struttura di squadra che possa andare ad imporre il proprio gioco con cotanto avversario, in uno stadio con 45 mila tifosi avversi. Se certe lacune in questo gruppo li vediamo io e tu, credi non li veda nemmeno PDP? A mio avviso, la gara del Palermo è quella della ripresa, quando c’era da rimontare il gol di svantaggio. Ha fatto quel che ha potuto, in piena coscienza dei propri limiti.
Citazione
Quando non c'é un giocatore che riesce ad alzare la palla per un cross degno di questo nome, quando con la Roma tutta nella propria area e con marcantoni di un metro e novanta in avanti non si riesce a prendere una sola palla di testa, quando ci si trova a due metri dall'area piccola ed invece di tirare si rimette al centro.

Stendiamo un pietoso velo.

Citazione
Il Palermo lo volevo vedere (…) con la rabbia negli occhi, a costo di prendere tre gol, ma almeno impegnando il portiere avversario, il Palermo lo voglio vedere perdere con l'Ascoli, in dieci, perchè ha cercato di fare sua una partita decisiva per il campionato e non si accontenta di un punto senza infastidire più gli avversari, il Palermo lo voglio vedere perdere dopo avere assediato l'area avversaria, con il portiere che fa miracoli a ripetizione.

Scusa ma perché, non è il Palermo che avevamo visto con Del neri, bello a vedersi, sempre col sangue agli occhi e fino all’ultima goccia di sudore? Non era questo il Palermo di Del Neri che assediava l’area avversaria e si trovava sempre un portiere in vena di miracoli? E guarda un po’ dove eravamo giunti in classifica! Se avessimo continuato ad insistere con Del Neri, a quest’ staremmo a fare compagnia col Siena ed Empoli. Il cambio in panchina si era reso necessario!
Citazione
Questo Palermo é semplicemente inguardabile, brutto, svogliato ed improduttivo e lo é sempre stato da quando Delneri é andato via

Brutto e svogliato può anche darsi ma improduttivo non direi proprio amico mio: i numeri ti danno torto! 26 punti in 22 gare con Del Neri, 19 punti in 11 gare con PDP. In media è in vantaggio il tecnico toscano con 1.72 rispetto all’1.18 del tecnico di Aquileia. La verità è che questo Palermo è nato male ed è stato assestato in corsa alla meno peggio. L’ultimo 4-4-2 che ho visto è quello ascolano: quello si che era assestato benissimo con Comotto e Foggia da un lato e Fini e Del Vecchio dall’altro. Noi chi avevamo per fare il 4-4-2? Santana e Gonzalez? Grosso a parte (che però nelle idee di Del Neri veniva sprecato per compiti difensivi) l’unico che ci poteva ben stare sulla fascia era Modesto ma è stato mandato via.
Citazione
Sergio, spero di sbagliarmi, ma questa squadra da qui alla fine non farà più di quattro-cinque punti. Finiù u film.

Per carità Templare, a questa evenienza non ci voglio nemmeno pensare e non mi sembra che PDP sia allenatore capace di tollerare il rompete le righe a 5 giornate dalla fine. Temo la gara di sabato con la Roma perché presi da troppo foga di “vendetta” si potrebbe anche incorrere al suicidio ma fino a che la matematica non ci taglierà fuori definitivamente dal 7° posto le gare ce le giocheremo tutte sino alla fine. Staremo a vedere!
8 MARZO 415 d. C. IPAZIA DI ALESSANDRIA, MARTIRE LAICA DEL PENSIERO SCIENTIFICO

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8893
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Fallita la finale
« Risposta #5 il: 13 Aprile 2006, 11:27:02 am »
Sergio, l'atteggiamento con cui si scende in campo é fondamentale e l'atteggiamento del Palermo di Papadopulo é stato il più delle volte difensivista oltre la decenza.

La Roma di ieri era tutta chiacchere e distintivo, un Palermo con qualche uomo al posto giusto, magari con l'inserimento di qualche giovane della Primavera (che quest'anno sta facendo cose grandiose) a centrocampo, al posto di giocatori spremuti o infortunati o demotivati e soprattutto un Palermo convinto di giocarsi una stagione in novanta minuti, qualche parata al portiere di casa l'avrebbe fatta fare.

Si vuole difendere l'investimento? Lo si faccia con cognizione di causa. Caracciolo ha passato tre quarti di stagione a ripetere ai giornalisti che lui non era il sostituto di Toni, per caratteristiche tecniche e tattiche ed adesso il nuovo allenatore ce lo propone esclusivamente in quel ruolo! Se non si vogliono sperperare i milioni i giocatori facciamoli giocare al loro posto, anche perchè Makinwa é sicuramente molto più prima punta di Caracciolo e riesce a dare più profondità.

Il calcio di Papadopulo é stato improduttivo in termini di azioni gol create, da sempre, non certo per punti conquistati. I numeri parlano chiaro, in entrambi i casi. Diciamocela tutta però, Sergio: puoi scattiare il punticino al 94' di una partita in cui potevi prendere sei gol, o rubare la vittoria al 92' in un altra in cui non hai mai tirato in porta, ma le partite decisive, al di là della qualificazione con lo Slavia Praga, questo Palermo le ha toppate tutte: Schalke, Ascoli e Roma. Allora Papadopulo va benissimo solo se in effetti l'obiettivo era quello di evitare il rischio di trovarsi a lottare per la salvezza, ma rimango convinto che questa squadra avrebbe potuto dare di più quasi ogni partita che ha disputato.

Sul piano tattico il 4-4-2 ormai quasi impronunciabile nello spogliatoio rosanero aveva anche Bonanni fra le sue fila, uno che almeno a tirare da fuori ci provava e Delneri faceva ferro e fuoco da mesi per avere Simplicio e Semioli, segno che qualcosa non andava già in partenza. E ti dico di più, anche se non é una novità: a Delneri sono venuti a mancare soprattutto un portiere e l'appoggio di un paio di pilastri dello spogliatoio.

Pensa a quante partite si sarebbero potute vincere se un portiere avesse respinto l'unica palla gol della squadra avversaria nei novanta minuti. E qui ci colpa comunque anche Delneri, per avere avallato la conferma di Guardalben e Santoni, un pò meno per la mossa disperata dell'ingaggio a Lupatelli, perchè non é che ce ne fossero tante soluzioni in giro.

E comunque salto in aria quando sento dire che questo modulo é congeniale alle caratteristiche dei giocatori in rosa. Queste sono menzogne belle e buone! L'albero di natale funziona solo se hai un centravanti con caratteristiche uniche (mi viene in mente un passolone che si pria tutto della maglia viola e del nuovo stipendio) e trequartisti che fanno davvero la differenza e comunque rende al meglio solo quando si gioca con squadre che ti attaccano. Anche lo scorso anno facevamo partitoni belli anche sul piano del gioco con Milan, Inter, Juventus, Roma e poi ci incartavamo con Atalanta e Brescia. Se fosse la panacea di tutti i mali il 4-3-2-1 lo farebbe mezza Europa ed invece non mi sembra che le cose vadano in questa direzione.

Mi auguro che Zamparini di questa stagione ne faccia tesoro, perchè sbagliare é umano, perseverare no. E a tal proposito non sono affatto sicuro che Zamparini sia proprio convinto, malgrado il rinnovo, di tenere in panchina Papadopulo. Non iniziamo a sbagliare già ad aprile, per poi trovarci senza allenatore dopo un paio di partite. E soprattutto fuori gli scontenti, quelli che dicono di volere andare via alla vigilia della partita più importante della stagione.




"Non nobis Domine, sed nomini Tuo da gloriam"
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline Sergio

  • Utente
  • *****
  • Post: 4923
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Fallita la finale
« Risposta #6 il: 13 Aprile 2006, 12:49:36 pm »
Temply: per me non è questione di schemi o di applicazioni. La Roma (che a mio avviso ha fatto una buona gara senza spremersi più di tanto) ha giocato in 11. Noi no! Caracciolo inesistente, Di Natale  della serie “farò tutto io” (ergo, fuori squadra), Brienza brutta copia di quello dello scorso anno (certo che con Zauli accanto era tutt’altra cosa), Tedesco tanto cuore e orgoglio (ma per certi palcoscenici ed in prospettiva Europa ci vuole ben altro), Barone quel tanto che basta per non destar sospetti e malignità, Corini che dovrebbe chiedersi se è davvero il caso di farsi un altro anno in campo. Assolvo i 4 di difesa più il portiere, anche se al Grosso visto ieri avrei preferito Conteh. PDP non c’entra nulla. Lui questa squadra l’ha trovata lesta e pronta, a differenza del suo collega friulano che l’ha avvallata. Sono due le cose di Del Neri che mi hanno lasciato molto perplesso: la ricerca ossessiva di quei giocatori suoi pupilli, quasi a voler riproporre a Palermo il Chievo di due anni fa e l’incapacità di accorgersi che mettendo da parte ogni estremismo tattico, con qualche piccola variazione a centrocampo, questa squadra avrebbe sofferto di meno. Poi, si può dire di tutto, compreso che questa squadra non tira mai in porta ma è un problema endemico di questi giocatori, non certo di PDP. Caracciolo ha avuto il medesimo rendimento sia che abbia giocato in coppia con Makinwa e con due ali a supporto che con Di Michele e Brienza alle spalle. Né il duo Santana Gonzalez, né la coppia dei trequartista hanno proposto chissacchè per Caraciolo o per il finalizzatore di turno. Lanci lunghi a tagliare tutto il centrocampo o tagli in verticale del genio Corini. Togliendo questi, rimane ben poco.
Il ricorso ai giovani della primavera  mi sembra quanto mai azzardato; stiamo facendo abbili con Cacocciolo che nonostante sia al 4° campionato di A da titolare, deve ancora maturare….
8 MARZO 415 d. C. IPAZIA DI ALESSANDRIA, MARTIRE LAICA DEL PENSIERO SCIENTIFICO

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8893
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Fallita la finale
« Risposta #7 il: 13 Aprile 2006, 01:05:44 pm »
No Sergio, con Delneri si arrivava davanti al portiere tre-quattro volte a partita, quando si giocava male.

Se si é deciso che Papadopulo non ha colpe é un conto, ma ieri il Palermo é stato un tempo in balia della Roma sulla fascia di Grosso ed il gol é arrivato perchè il nostro terzino, come é capitato spesso, si é dimenticato di scalare in marcatura su Tommasi. Papadopulo fa giocare Caracciolo prima punta quando sappiamo tutti che di testa non ne prende una, lasciando Godeas e Makinwa in panchina. Papadopulo ha secondo me contribuito al peggioramento di Di Michele, che dà il massimo di se quando può tagliare innescato dai centrocampisti, non quando deve fare lui il centrocampista. Papadopulo si ostina a fare giocare a centrocampo giocatori infortunati. Un centrocampista Primavera che corre, tampona e passa palla non ha le stesse responsabilità di un centravanti e comunque ricordo a Palermo Lo Nero, Lucenti e Tedesco (Giacomo) che giocavano da veterani già a diciotto anni. Qui invece scopriamo Rinaudo, Biava o Grosso interni. Suvvia...

Vogliamo dire che Papadopulo quest'anno ha meno colpe di tanti altri? Sono daccordo anche io e l'ho detto in tempi non sospetti, quando si vinceva sull'onda dell'entusiasmo. E' il prossimo anno che mi preoccupa...




"Non nobis Domine, sed nomini Tuo da gloriam"
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline atletista per sempre

  • Utente
  • *
  • Post: 32
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Fallita la finale
« Risposta #8 il: 13 Aprile 2006, 01:35:22 pm »
Citazione da: "Sergio"
Diciamo intanto che siamo stati battuti da una squadra che non a caso ha 18 punti in più di noi in classifica. Nei 180 minuti è finita in parità 2-2 ma la formula del gol in trasferta premia la Roma. Poche idee, poco gioco ed attacco da pesi piuma, capaci di sbagliare anche quel poco che passava il convento. I falli di mano in area come quello di Tommasi si convertono in rigore solo a sqaudre come Juve e Milan; per tutte le altre, passano per falli involontari. non ne faccio comunque elemento per recriminare sul risultato finale.
Abbiamo ancora una possibilità in campionato per centrare un posto utile in Europa; ma anche se non dovesse arrivare, ci consoleremo coi prossimi derby :?
:lol:  :lol:  :lol:

Offline turiddu

  • Utente
  • *****
  • Post: 2409
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
VINCE CHI PIU' CREDE...
« Risposta #9 il: 13 Aprile 2006, 04:46:02 pm »
Ha ragione Templare quando dice di voler vedere un Palermo che giochi semre con il coltello fra i denti.
Sono perfettamente d'accordo: VINCE CHI PIU' CREDE, CHI PIU' SA' SOFFRIRE!  Questo Palermo ultimamente è stato certamente fortunato(vedi Cagliari), ma mi è sembrato tutto tranne che combattivo, se poi  a questo ci aggiungiamo il rigore non dato e l'inconsistenza vista ieri  dei nostri attaccanti, ecco il risultato.
Francamente però tutti quei punti di differenza tra la Roma ed Il Palermo e non li ho visti, così come dichiarato, nemmeno Spalletti, a cui evidentemente  non è venuto difficile mantenere un atteggiamento diplomatico avendo superato il turno pur non dimostrando alcunchè se non un maggiore cu...ore...
Riguardo alle frasi di Papadopulo, inviterei alla calma, la gente è pronta subito a sputare sentenze e giudizi come se fosse lì presente.
A fine partita ci sono delle situazioni emotive sempre molto tese, si possono dire tante cose, e spesso una cosa detta in un tono piuttosto che un altro può apparire chissà chè... calma, calma, rilassatevi è tutto a posto, e pensate alle vostre squadre.