Autore Topic: Catania-Sicula Leonzio  (Letto 5956 volte)

Offline Aldo

  • Utente
  • *****
  • Post: 3910
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania-Sicula Leonzio
« Risposta #15 il: 12 Novembre 2019, 02:22:56 am »
"in C, come spero, o in D." Giusta l'integrazione, Aldo?
Corretto 😉
Melior de cinere surgo! ❤️💙❤️💙

Offline Aldo

  • Utente
  • *****
  • Post: 3910
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania-Sicula Leonzio
« Risposta #16 il: 12 Novembre 2019, 06:02:19 pm »
La vittoria è una cosa buona. Punto. Tutto il resto è relativo.

Però un'opinione permettetemela:
la si può avere a morte con una proprietà, con una dirigenza, ma mettere questo odio al di sopra della passione di una vita per la propria squadra, per i propri colori, questo non lo condivido proprio.

Personalmente è dal 23 giugno 2015 il Catania per me non ha più un presidente, ma una proprietà;  però resta l'unica squadra per cui tifo (poi di partite ne vedo tante, ma senza passione e senza tifo). Ma mi spiegate che ragionamento è che con la retrocessione in D le cose andrebbero meglio. Augurarsi il fallimento poi... lasciamo perdere.
Se non c'è nessuno che può rilevare il Catania in C, uno che abbia i capitali per riportarlo in alto intendo, figuriamoci in D.

Ieri si è vinto, e questo a me tifoso basta. Pensavo che con Camplone il Catania avesse svoltato sul piano del gioco e della personalità imposta agli avversari, ma mi sbagliavo.
Lucarelli lo conosciamo: è lotta fino all'ultimo, su ogni pallone. E se questo basta a gioire per un goal ed una vittoria, non credo di dover fare lo schizzinoso: siamo a Catania, non a Madrid.
Non credo che tra noi tifosi ci sia chi si auguri il fallimento della società, non avrebbe senso, tanto varrebbe dedicarsi ad altro. Però la situazione resta quella che è, il gruppo Pulvirenti è in grosse difficoltà economiche, per loro stessa ammissione.
Dai rumors che si sentono, da ultimo la rescissione per insolvenza, del contratto di servizio per la sicurezza dello stadio, questa situazione tende sempre più a deteriorarsi.
Il fallimento resta quindi un ipotesi concreta, ma non dipenderà certo dai tifosi, bensì solo e soltanto dalla proprietà che potrà immettere denaro fresco nella società in dose cospicua, ma sta dismettendo tutti gli altri assets del gruppo, trovare un compratore o portare i libri contabili in Tribunale. Saranno loro a decidere cosa fare, non i tifosi. D'altra parte sono stati oro a creare questa situazione, non i tifosi.
Noi possiamo solo assistere trepidanti. Nulla più.
Quello che, personalmente, mi auguro e che si tolgano dai cabbassisi il prima possibile ed ho l'impressione che questo momento non sia lontano. Il modo lo sceglieranno loro e spero che per noi, sia il meno doloroso possibile.
Poi sarà quello che il destino ci ha riservato.

MELIOR DE CINERE SURGO!
Melior de cinere surgo! ❤️💙❤️💙

Offline U mastru

  • Utente
  • *****
  • Post: 1778
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania-Sicula Leonzio
« Risposta #17 il: 12 Novembre 2019, 07:13:36 pm »
Nino, io su Amazon, salvo pochissime eccezioni, compro i libri: te li consiglio, perché si fatica in misura di gran lunga minore e sono molto  meno da snob del golf. Mai prestare libri a un ricco perché non tornano più indietro. Leggi soprattutto la domenica fra le 15 e le 17, per evitare eccessiva produzione di bile.
Prof, potrai non crederci, ma io leggo una media di sei/sette libri (nuovi) l'anno. Per il resto ripasso l'immenso Camilleri, un pò di saggi e tanti gialli anomali italiani. Mazzini e Malvaldi. Di cui i libri non hanno niente a che vedere con le trasposizioni televisive. Sono molto meglio i libri. Ho virato sul golf per seguire il consiglio di un famoso commediografo che affermava che per giocare a golf non occorre essere stupidi, ma non si può negare che aiuti. 8D
"U mastru"

Offline Marco Tullio

  • Utente
  • *****
  • Post: 3130
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
  • La continuità nella discontinuità
Re:Catania-Sicula Leonzio
« Risposta #18 il: 12 Novembre 2019, 08:16:39 pm »
E la bile?
Nuovo Catania, nuovo nome

Offline Giovanni (Roma)

  • Utente
  • *****
  • Post: 1960
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania-Sicula Leonzio
« Risposta #19 il: 12 Novembre 2019, 08:34:11 pm »
La vittoria è una cosa buona. Punto. Tutto il resto è relativo.

Però un'opinione permettetemela:
la si può avere a morte con una proprietà, con una dirigenza, ma mettere questo odio al di sopra della passione di una vita per la propria squadra, per i propri colori, questo non lo condivido proprio.

Personalmente è dal 23 giugno 2015 il Catania per me non ha più un presidente, ma una proprietà;  però resta l'unica squadra per cui tifo (poi di partite ne vedo tante, ma senza passione e senza tifo). Ma mi spiegate che ragionamento è che con la retrocessione in D le cose andrebbero meglio. Augurarsi il fallimento poi... lasciamo perdere.
Se non c'è nessuno che può rilevare il Catania in C, uno che abbia i capitali per riportarlo in alto intendo, figuriamoci in D.

Ieri si è vinto, e questo a me tifoso basta. Pensavo che con Camplone il Catania avesse svoltato sul piano del gioco e della personalità imposta agli avversari, ma mi sbagliavo.
Lucarelli lo conosciamo: è lotta fino all'ultimo, su ogni pallone. E se questo basta a gioire per un goal ed una vittoria, non credo di dover fare lo schizzinoso: siamo a Catania, non a Madrid.

La vittoria è sempre una cosa buona...specie se si vince la guerra...ma ultimamente qui si vincono solo molte battaglie che non bastano a vincere la guerra.
Se poi guardiamo al primo tempo della partita contro la Sicula ci rendiamo tutti conto che la retrocessione può essere davvero dietro l'angolo...per fortuna nostra la Sicula ci ha regalato due gol nel secondo tempo e abbiamo vinto la partita...una battaglie tra le tante...resta il fatto che la Sicula nel primo tempo (visto anche il colore delle maglie) sembrava la Juventus (cit. Lucarelli).
Vediamo cosa succede domenica a Catanzaro...l'altra grande delusione di questo campionato.

Il fallimento non sarebbe certamente di noi tifosi...e neanche dei nostri colori...sarebbe solo di quella che tu correttamente (a mio avviso) definisci proprietà, e tu stesso ne auspichi un allontanamento. La sensazione è che il sollevamento della attuale proprietà possa accadere solo attraverso il fallimento (siamo cioè nelle stesse condizioni dei nostri cugini negli scorsi anni) ... che può essere economico (e ci sunu mali frusculi) oppure sportivo con una retrocessione...e lo spettro della retrocessione alla fine del primo tempo contro la Sicula (attualmente ultima in classifica) era davvero presente.

Il Palermo in D sembra rinato...c'è nuovo e grande entusiasmo...e la Favorita fa più spettatori in D che il Massimino in C...e se non fossimo capaci come città e come tifoseria di dimostrare questo attaccamento (ma tante volte in passato questo attaccamento è stato ampiamente dimostrato) ai nostri colori...allora saremmo noi a non meritare nulla.

Fozza Catania


Offline Caprarupens

  • Utente
  • *****
  • Post: 2016
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania-Sicula Leonzio
« Risposta #20 il: 13 Novembre 2019, 08:46:09 am »
Nino, io su Amazon, salvo pochissime eccezioni, compro i libri: te li consiglio, perché si fatica in misura di gran lunga minore e sono molto  meno da snob del golf. Mai prestare libri a un ricco perché non tornano più indietro. Leggi soprattutto la domenica fra le 15 e le 17, per evitare eccessiva produzione di bile.
Prof, potrai non crederci, ma io leggo una media di sei/sette libri (nuovi) l'anno. Per il resto ripasso l'immenso Camilleri, un pò di saggi e tanti gialli anomali italiani. Mazzini e Malvaldi. Di cui i libri non hanno niente a che vedere con le trasposizioni televisive. Sono molto meglio i libri. Ho virato sul golf per seguire il consiglio di un famoso commediografo che affermava che per giocare a golf non occorre essere stupidi, ma non si può negare che aiuti. 8D
"U mastru"

più che Camilleri le cui ultime cose sono state non alla sua altezza, leggi i suoi maesti: gli immensi Pirandello e Sciascia ...con una spruzzatina di tanto in tanto di Gesualdo Bufalino ed Elio Vitorini

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2460
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania-Sicula Leonzio
« Risposta #21 il: 13 Novembre 2019, 03:38:14 pm »

Il fallimento non sarebbe certamente di noi tifosi...e neanche dei nostri colori...sarebbe solo di quella che tu correttamente (a mio avviso) definisci proprietà, e tu stesso ne auspichi un allontanamento. La sensazione è che il sollevamento della attuale proprietà possa accadere solo attraverso il fallimento (siamo cioè nelle stesse condizioni dei nostri cugini negli scorsi anni) ... che può essere economico (e ci sunu mali frusculi) oppure sportivo con una retrocessione...e lo spettro della retrocessione alla fine del primo tempo contro la Sicula (attualmente ultima in classifica) era davvero presente.

Il Palermo in D sembra rinato...c'è nuovo e grande entusiasmo...e la Favorita fa più spettatori in D che il Massimino in C...e se non fossimo capaci come città e come tifoseria di dimostrare questo attaccamento (ma tante volte in passato questo attaccamento è stato ampiamente dimostrato) ai nostri colori...allora saremmo noi a non meritare nulla.

Fozza Catania

Caro Giovanni, io ho iniziato ad avere difficoltà a nominare il "presidente" del Catania fin dalla cacciata di Sergio Gasparin, e con l'arrivo a Catania di un'aria maleodorante, un fetore proveniente dall'Argentina e da ambienti calcistici che non mi sono mai piaciuti: Moggi, Doyen ecc. ecc.
Fino a quel momento il Catania era una società modello che produceva risultati sportivi (record di punti in serie A appena raggiunto sotto la gestione Gasparin - Maran) ed aziendali: utili a milioni, non messi in tasca o distratti verso le altre aziende del proprietario, ma reinvestiti in un moderno Centro sportivo e con la prospettiva concreta della costruzione dello stadio nuovo. Era una società dai bilanci trasparenti, studiati nelle facoltà universitarie (chiedere a Palermo, si proprio alla facoltà di Palermo, dove si notava la differenza fra i bilanci della società locale e quelli del Catania). Sul perché sia finita io ho la mia idea personale, frutto di logica ma priva di certezze.

Il 23 giugno 2015 è stata una grande botta, un colpo indimenticabile...Poteva esserlo anche dal punto di vista economico e se la società allora fosse fallita non ci sarebbe stato granché da recriminare. Ma così non è stato: dapprima grazie all'operato di un galantuomo come Pippo Bonanno e poi con il ritorno di uno che le società la sa gestire economicamente, il Catania è rimasto in vita. Ha mantenuto quella che per un nostalgico come me è un bene storico, tramandato dai "padri": il n. di matricola. Ha ridotto l'enorme montagna di debiti che l'Argentino aveva creato in appena due anni. Ha ammortizzato il deprezzamento del patrimonio giocatori.
Il tutto senza sfigurare troppo sportivamente.

Ora il mio accontentarmi non è rassegnazione, ma il prendere atto della situazione. Come avete in tanti sottolinetato, la proprietà non naviga nell'oro. E non é la vendita di un certo numero di punti vendita Forté l'indizio di ciò, visto che nessuno si sogna di dire che Auchan è sull'orlo del fallimento perché ha venduto i supermercati alla Conad: si tratta di normali operazioni commerciali. Così come la vendita degli Hotel. Il tutto va considerato all'interno del piano economico approvato in sede di concordato con il quale la Holding ha evitato il fallimento. Nello stesso tempo questo mi fa essere fiducioso sulle sorti del Catania: certamente non stanno facendo porcherie nei bilanci della società, visto che c'è un organo giudiziario che controlla.
Il Catania non naviga nell'oro perché sarebbe interesse della proprietà investire per tornare subito in B e poi possibilmente in A, tornando a produrre utili nell'ordine dei milioni di euro. Utili che comunque fino a quando non si chiude il concordato, andrebbero all'azionista per pagare i debiti del concordato.

Questa è la situazione di cui bisogna prendere atto. E non sarà certo il fallimento e la retrocessione in serie D a riportare l'entusiasmo e la gioia di tifare per i nostri colori: sarebbe solo ancora delusione e depressione per un Catania sempre più indietro.
A mio parere bisogna uscire da questa logica, augurandosi che Lo Monaco completi al più presto il risanamento e che un acquirente SOLIDO ECONOMICAMENTE, senza oscuri pregressi e DISPOSTO AD INVESTIRE, rilevi la società in serie C.
Perpetrare questo clima di guerra a Lo Monaco va contro la persona, che in questo momento, anche sbagliando le scelte, fa il vero interesse del Catania.

Consentitemelo: ripartire dalla D dopo un fallimento solo per liberarsi di Lo Monaco e della proprietà, magari con una "mezza giacca" che viene a fare il Presidente per prendersi la notorietà del ruolo, ma senza la forza economica per riportare il Catania dove tutti noi vogliamo, a me non interessa proprio.

Offline U mastru

  • Utente
  • *****
  • Post: 1778
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania-Sicula Leonzio
« Risposta #22 il: 13 Novembre 2019, 09:54:36 pm »
E la bile?
Che ti devo dire, passeggiare a lungo su un verde prato dovrebbe aiutare alla sua riduzione.
"U mastru"

Offline Aldo

  • Utente
  • *****
  • Post: 3910
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Catania-Sicula Leonzio
« Risposta #23 il: 21 Novembre 2019, 01:39:35 am »
Utilizzo il vecchio topic anche per il replay di Coppa Italia.
È andata.
Amen.
Melior de cinere surgo! ❤️💙❤️💙

Offline Marco Tullio

  • Utente
  • *****
  • Post: 3130
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
  • La continuità nella discontinuità
Re:Catania-Sicula Leonzio
« Risposta #24 il: 21 Novembre 2019, 08:51:04 am »
Sì, andata senza ritorno, partita secca. Partita così entusiasmante da non sentirsi l'esigenza di aprire un filone a sé.
Nuovo Catania, nuovo nome