Autore Topic: 30^ giornata serie A (ancora per poco): Empoli-PALERMO  (Letto 6961 volte)

Offline Nelson

  • Utente
  • *****
  • Post: 1579
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:30^ giornata serie A (ancora per poco): Empoli-PALERMO
« Risposta #15 il: 20 Marzo 2016, 06:14:16 pm »
Marco Giampaolo è paragonabile a quel professore universitario di grandi conoscenze e di profonda cultura ma assolutamente incapace di trasmettere entusiasmo e stimoli ai suoi studenti che alla fine finiscono per mandarlo a quel paese.
Non voglio insistere ed essere antipatico, ma credimi, non è così. Sono proprio i suoi giocatori a difenderlo ad oltranza e a ricordarlo come l‘allenatore che ha trasmesso di più rispetto ad altri. 

Simeone - e anche Zenga non dimentichiamo - saranno stati scarsi tecnicamente come pensi tu (insomma... il Cholo ha vinto una Uefa League e stava quasi per vincere la finale di Champions con un budget  di decine di milioni di euro in meno rispetto alla Juventus)  ma hanno trasmesso tante di quelle motivazioni da far rinascere una squadra. Ricordati di come era cotta psicologicamente la squadra tra dicembre 2010 e gennaio 2011 fin quando Giampaolo non è stato esonerato.

Moment! :-D Non ho mai detto che il Cholo è scarso. Non sono così pazzo da andare contro un allenatore che ha ottenuto eccellenti risultati. Dico solo che a gennaio gli diedero giocatori molto importanti, invece Giampaolo aveva una squadra che era stata sopravvalutata. Se le aspettative sono alte, i risultati diventano deludenti. Invece, la salvezza che Giampaolo stava garantendo era tutt‘altro che scontata. Quel Catania non era così forte come credevano i tifosi.
All‘inizio Simeone ebbe grandi difficoltà ed è lui stesso a dire quanto sia siata importante l‘esperienza di Catania per diventare l‘allenatore attuale.
Zenga invece è un vero mistero, non si può negare che abbia ottenuto risultati eccezionali, quindi parlano i fatti ed evito di esprimere altre opinioni in proposito. Tuttavia, io credo che Giampaolo sia nettamente migliore di Zenga (una pista di distacco).

Il bello del calcio è che ognuno si porta chiaramente le proprie convinzioni... io sosterrò sempre che il Catania di Mihajlovic ,ad esempio , si sarebbe tranquillamente salvato anche senza Maxi Lopez poiché già girava a mille prima che l'argentino arrivasse.Ricordiamoci la partita perfetta che giocò la squadra contro il Parm[a finita per 3 a 0 in casa (gennaio 2010)
Rispetto questa e tante altre tue opinioni e ti dico che secondo me i gol di Maxi Lopez sono stati determinanti. Non potevamo contare sui gol di Morimoto, che non segnava nemmeno a porta vuota. Per nostra fortuna qualche gol pesante lo fece anche Martinez. Ad ogni modo, Lopez giocò alla grande e se hai un centravanti che segna e gioca bene, tutto diventa più facile.
Inoltre, a mio parere, una vittoria che diede veramente molto morale fu quella in casa della Lazio, vinta con un bel gol di Maxi Lopez.

Mi azzardo anche a sostenere che se ci fosse stato ancora Pietro Lo Monaco  giocatori come Leto e Monzon sarebbero stati valorizzati al meglio e avrebbero dato delle grandi soddisfazioni al Catania... come di contro Martinez o Barrientos con la gestione Pablo Cosentino sarebbero risultati degli emeriti brocchi.
Un abbraccio

Questa è l’opinione più importante e la condivido.
Il resto sono opinioni che ho ribadito solo per argomentare (e non per imporre). Io credo che ogni opinione sia rispettabile, ma solo se argomentata, ecco perché ho scritto così tanto. E sia chiaro, la mia parte di dialogo non intende annullare la tua. Scrivo a te, ma parlo con tutti, ovviamente ;-)

Un abbraccio.
He was like a cock who thought the sun had risen to hear him crow  (G. Eliot)