Autore Topic: Ai cugini rosanero.  (Letto 2687 volte)

Offline MALATO PO CATANIA

  • Utente
  • ****
  • Post: 941
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Ai cugini rosanero.
« il: 10 Aprile 2011, 11:26:22 pm »
Carissimi cugini rivali, permettetemi di esprimere la mia opinione su quanto accade a casa vostra da qualche mese. E’ vero, la situazione non è bella e sicuramente avrà ripercussioni sulle vostre priorità ed il vostro futuro, ma penso che al di là di tutto non ci sia nulla di nuovo, o quantomeno di eclatante!
Zamparini è questo! Lo è sempre stato e lo sarà. Il suo modo di gestire lo si conosce e quanto accade non fa una grinza, anzi, mi meraviglierei se fosse altrimenti…
Zamparini non  è uno stolto, ma un grande imprenditore e lo ha sempre dimostrato. E’ in linea con i suoi obiettivi che naturalmente non collimano con quelli della piazza rosanero: ha venduto Cavani, Kiajer; venderà Pastore e Bacinov e realizzerà le dovute plusvalenze centrando in pieno i suoi obiettivi.
Non gliene frega nulla dei risultati sportivi  (non gliene mai fregato….) e ve l’ha sempre detto o … fatto capire. La cessione di Cavani ne è prova tangibile. Il Napoli è secondo in classifica grazie a suoi gol….
A  lui interessano i suoi affari e basta! Nessuna passione, nessun entusiasmo, solo affari e plusvalenze..
A Palermo ha trovato ciò che cercava e, in linea con le vostre esigenze, ha investito proficuamente. Non vi ha fatto mancare nulla, vi ha dato ciò che anelavate da 33 anni, vi ha concesso brevi apparizioni nel palcoscenico europeo e continua a mantenervi in serie A. Cosa andate cercando? Dovreste mostrargli gratitudine eterna. Nulla più!
La cosa invece che dovreste rimproverarvi e su cui dovreste riflettere è che non siete stati capaci di accendere una ben che minima sensibilità in seno al vostro ambiente imprenditoriale. In questi dieci anni di sodalizio con l’imprenditore friulano, non siete stati capaci di stimolare il vostro stesso ambiente : nessuna iniziativa locale, nessun dibattito in merito, come se fosse assodato che a Palermo il calcio non è roba da palermitani.
Non posso accettare il fatto che realtà come Udine, Verona, Catania, Parma, ..... abbiano società radicate nel territorio, frutto di un’imprenditoria locale attenta ed appassionata e Palermo no!
In serie A penso sia l’unica società “esterna” all’ambiente!
C’è da riflettere e … parecchio!
La vostra unica speranza starebbe nella costruzione del nuovo stadio, che darebbe (secondo voi) un motivo valido a Zamparini nel continuare un rapporto, dove voi rappresentate solo un aspetto secondario.
Pensate cosa sarebbe uno stadio a Palermo di proprietà di un friulano, che lo gestirebbe, lui e i suoi discendenti in seguito, per quasi mezzo secolo: l’ennesimo sacco ai danni della vostra città!!!
A Catania abbiamo un’altra mentalità, mi dispiace, non è campanilismo ma la realtà dei fatti.
I Massimino preferirono cedere la società ai Gaucci anziché al gruppo Virlinzi sponsorizzato dal Pippo nazionale ed a uno sconosciuto imprenditore locale, giovanissimo, tifoso, passionale. Il suo nome era Nino Pulvirenti,  abbonato in curva sud!!!
Dopo qualche anno tornò alla carica più maturo e più deciso, pronto a prendersi quello che gli apparteneva
Ognuno di noi sapeva che quella era una situazione temporanea e queste certezze trapelavano dappertutto: nei bar, sui giornali, per strada, … anche qui sul forum!
Il Catania doveva continuare ad essere nostro, perché il nostro presidente deve essere tifoso ed accanito, come il grande Angelo Massimino.
Magari non raggiungeremo mai i vostri risultati , non parteciperemo mai a nessuna competizione europea , lotteremo sempre per la salvezza , ma resteremo sempre orgogliosi della nostra Presidenza e di come ha servito il nostro ambiente!
Ritornando a voi, penso che dovreste riflettere attentamente su ciò che accade e capire fino a che punto la vostra situazione possa gratificarvi.
Non posso credere che una città come Palermo non abbia imprenditoria; non posso credere che a Palermo non ci sia la voglia ed il piacere di rischiare; non voglio credere che a Palermo nessuno … ci creda!!
Meglio ripartire da “palermitani”  …........... !!!

In bocca al lupo
MALATO PO CATANIA

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5505
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re: Ai cugini rosanero.
« Risposta #1 il: 10 Aprile 2011, 11:53:49 pm »
Mah, in tempi in cui squadre come il Manchester UTD o il Liverpool, che sono da sempre dei tifosi, hanno proprietà americare e in cui la regola è proprio quella del forestiero, non credo che questo discorso possa valere in generale, e nel particolare mi pare prematuro.
I Massimino poi cedettero a Gaucci perché fu l'unico a mettere sul piatto i soldini, cosa che mi risulta Pulvirenti non fece affatto.
A parte che anche il buon Ninuzzo i suoi affari li fa, eccome.

umastru

  • Visitatore
Re: Ai cugini rosanero.
« Risposta #2 il: 11 Aprile 2011, 12:12:32 am »
Mah, in tempi in cui squadre come il Manchester UTD o il Liverpool, che sono da sempre dei tifosi, hanno proprietà americare e in cui la regola è proprio quella del forestiero, non credo che questo discorso possa valere in generale, e nel particolare mi pare prematuro.
I Massimino poi cedettero a Gaucci perché fu l'unico a mettere sul piatto i soldini, cosa che mi risulta Pulvirenti non fece affatto.
A parte che anche il buon Ninuzzo i suoi affari li fa, eccome.

Qui invece ti quoto quasi in pieno. Ricordati che i Gaucci non hanno mai tirato fuori una lira se proprio non costretti. Mica sono scappato io all'estero per non finire in galera.(per debiti) ::) ::) ::) ::) ::) ::) ::)
"Mastru"

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Ai cugini rosanero.
« Risposta #3 il: 11 Aprile 2011, 03:17:35 am »
Mah, in tempi in cui squadre come il Manchester UTD o il Liverpool, che sono da sempre dei tifosi, hanno proprietà americare e in cui la regola è proprio quella del forestiero, non credo che questo discorso possa valere in generale, e nel particolare mi pare prematuro.
I Massimino poi cedettero a Gaucci perché fu l'unico a mettere sul piatto i soldini, cosa che mi risulta Pulvirenti non fece affatto.
A parte che anche il buon Ninuzzo i suoi affari li fa, eccome.

Io credo invece che il discorso di Malato relativo a Palermo e Zamparini abbia una sua concreta fondatezza in quanto le realta' economiche a cui tu fai riferimento non sono paragonabili con quella dei nostri cugini.Cosa volete che siaano Palermo e Zamparini inseriti nel panorama economico internazionale se paragonate a Londra o Manchester? E' un grosso azzardo proporne l'accostamento con le citta' inglesi, con la sua alta finanza e con personaggi come gli sceicchi e i  nababbi americani e cinesi che vi fanno affari a cifre da capogiro;cifre che coprirebbero una finanziaria dello Stato.
Nutro gli stessi dubbi di Malato e di tanti amici palermitani che Zamparini completato i suoi programmi
avra' in seguito ancora a cuore le sorti del Palermo.Ringraziera', salutera' e avanti il prossimo....
Tornando all'interesse e agli investimenti degli stranieri arabi,amaricani e cinesi per le societa' di calcio inglese, essi hanno come ragione finanziaria e commerciale l'immissione sul mercato del surplus dei loro guadagni(petrolio,attivita' industriali o commerciali),ed e' quello di attivare joint ventures che permettono un ritorno di tipo finanziario,commerciale e in termini di impatto di immagine.
Un'azione finanziaria a raggiera che va dall'acquisto del club di calcio sino all'acquisto di quote di di societa' industriali,commerciali, banche e settori strategici della finanza.
Quando lo sceicco Khalifa decise di acquistare il Manch.City attraverso un fondo industriale,calcolato in dieci miliardi di dollari provvide parallelamente ad acquisire il 16% della Barclays Bank  e in piu' altri settori dell'economia locale inglese.
Appare lapalissiano come per gli stranieri in terra inglese il calcio e' una attivita' marginale e non di lucro come lo e' giustamente per Zamparini o per il nostro caro presidente.
Solo che il nostro essendo un prodotto della nostra fauna autoctona locale e' piu' affidabile e piu' sensibile dello "straniero" friulano.
CATANIA USQUE AD FINEM

Offline pippom

  • Utente
  • ***
  • Post: 198
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Ai cugini rosanero.
« Risposta #4 il: 11 Aprile 2011, 07:52:57 am »
Solo che il nostro essendo un prodotto della nostra fauna autoctona locale e' piu' affidabile e piu' sensibile dello "straniero" friulano.

Si, ma non appena Ninuzzu si fa prendere dalla passione, Lo Monaco ci ti tira bellu coppu di frenu a manu.

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5505
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re: Ai cugini rosanero.
« Risposta #5 il: 11 Aprile 2011, 09:21:25 am »
Mah, in tempi in cui squadre come il Manchester UTD o il Liverpool, che sono da sempre dei tifosi, hanno proprietà americare e in cui la regola è proprio quella del forestiero, non credo che questo discorso possa valere in generale, e nel particolare mi pare prematuro.
I Massimino poi cedettero a Gaucci perché fu l'unico a mettere sul piatto i soldini, cosa che mi risulta Pulvirenti non fece affatto.
A parte che anche il buon Ninuzzo i suoi affari li fa, eccome.

Qui invece ti quoto quasi in pieno. Ricordati che i Gaucci non hanno mai tirato fuori una lira se proprio non costretti. Mica sono scappato io all'estero per non finire in galera.(per debiti) ::) ::) ::) ::) ::) ::) ::)
"Mastru"

Io parlavo unicamente della trattativa per il passaggio del 2000: allora l'unica proposta concreta fu quella di Gaucci, che si era fatto i conti dopo che il figlio Alessandro aveva assistito ad un derby con l'Atletico che aveva portato ben 20 mila persone allo stadio. Poi,in prospettiova pay-tv, al papà sembrò un buon affare. Meno male che poi non ebbe la meglio la "cordata" di Virlinzi perché dietro c'era Moggi e rischiavamo la fine del Messina. E meno male pure che poi arrivò Pulvirenti.

Riguardo l'accostamento con le realtà inglesi, il mio era solo un esempio in scala: non credo che siano molti i proprietari di società nativi della città della squadra, specie al nord Italia. Comunque poco in porta, ormai dobbiamo proiettarci in prospettiva Unione Europea e dubito che la passione possa bastare a mettersi nelle cento messe di gestire una società come il Catania, in una piazza in cui devi fare l'equilibrista e in cui devi rendere conto un po' a tutti di qualunque scelta.

Non credo comuqnue sia il caso di dare sentenze su realtà vicine e lontane nello stesso tempo.

Offline MALATO PO CATANIA

  • Utente
  • ****
  • Post: 941
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Ai cugini rosanero.
« Risposta #6 il: 11 Aprile 2011, 09:51:09 am »
Bua, a Catania, indipendentemente dai fatti, alla fine ci sono state diverse alternative e comunque non credo che la scelta Gaucci sia stata determinata da un'esigenza di liquidità. Se non ricordo male ci furono degli intoppi sul passaggio d'azioni causati proprio da insolvenze da parte dei Gaucci.....
A Palermo nulla di ciò!!
Sul modello inglese, l'intervento di GPA ha sintetizzato perfettamente il mio pensiero: un universo parallelo e distante!!!
Un saluto

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Ai cugini rosanero.
« Risposta #7 il: 11 Aprile 2011, 10:20:58 am »
Solo che il nostro essendo un prodotto della nostra fauna autoctona locale e' piu' affidabile e piu' sensibile dello "straniero" friulano.

Si, ma non appena Ninuzzu si fa prendere dalla passione, Lo Monaco ci ti tira bellu coppu di frenu a manu.
Si,vabbe' noi ci siamo abituati, ci hanno educato tra gli stenti.Non vorrei pero' che finisse come quel padrone che impreco' contro la sorte per la morte del suo scecco dopo che l'aveva abituato a digiunare!!!
CATANIA USQUE AD FINEM

Offline tomsriver

  • Utente
  • ****
  • Post: 502
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Ai cugini rosanero.
« Risposta #8 il: 12 Aprile 2011, 06:21:57 pm »
Quoto quanto scritto da Malato.
Dopo i Romani, gli Arabi, i Normanni, i Francesi, gli Spagnoli, i Borboni, i Gonzaga, ecc....... ecco l'ennesimo "conquistadores" della nostra terra, sotto le sembianze del presidente della squadra di calcio !!!!!!!
........................e mi pare strano che nessuno dei cari cuginetti abbia trovato qualcosa da replicare. 8| 8| 8|

Offline Sergio

  • Utente
  • *****
  • Post: 4906
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Ai cugini rosanero.
« Risposta #9 il: 13 Aprile 2011, 12:09:33 am »
Quoto quanto scritto da Malato.
Dopo i Romani, gli Arabi, i Normanni, i Francesi, gli Spagnoli, i Borboni, i Gonzaga, ecc....... ecco l'ennesimo "conquistadores" della nostra terra, sotto le sembianze del presidente della squadra di calcio !!!!!!!
........................e mi pare strano che nessuno dei cari cuginetti abbia trovato qualcosa da replicare. 8| 8| 8|

Hai ragione! Io quando cammino per le strade di Palermo e vedo le "schifezze" che questi conquistadores ci hanno lasciato, (tipo: palazzo dei normanni, la cappèlla palatina, la martorana ecc. ecc.), cado in depressione. 8-)
E poi, questo friulano che comprando il Palermo si permettere di toglierlo dall'ennesimo baratro e portarlo in Europa.... Che indegna persona.
Piuttosto: che l'amministrazione comunale si guardi bene dal completare l'iter burocratico per le concessioni edilizie per lo stadio nuovo, sarebbe imperdonabile.
8 MARZO 415 d. C. IPAZIA DI ALESSANDRIA, MARTIRE LAICA DEL PENSIERO SCIENTIFICO

Offline marco-69

  • Utente
  • *****
  • Post: 2541
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Ai cugini rosanero.
« Risposta #10 il: 13 Aprile 2011, 09:36:17 am »
Quando le basi della discussione sono quelle di un Derby vinto o perso per paragonare i sistemi amministrativi di una citta :^(

Poche parole: a Palermo si vive un momento difficile.
Dovuta alla insipienza del suo massimo Dirigente.
Ma in dieci anni a Palermo hanno avuto 3 partecipazioni all'UEFA.
Allora..io direi che non e' questione di provenienza della proprieta'. Ma della sua solidita' e del suo modo di procedere.

Proto, Franza, Gaucci..Questi sono "dirigenti" che io NON vorrei MAI. Ne nella mia squadra, ne altrove.

Zamparini, Pulvirenti..Di questi parlano i risultati sportivi e non...

SURSUM CORDA.

A tutti.
« Ultima modifica: 13 Aprile 2011, 09:42:36 am da marco-69 »

Offline santopesaro

  • Utente
  • *****
  • Post: 4052
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Ai cugini rosanero.
« Risposta #11 il: 13 Aprile 2011, 10:56:07 am »
Mah, in tempi in cui squadre come il Manchester UTD o il Liverpool, che sono da sempre dei tifosi, hanno proprietà americare e in cui la regola è proprio quella del forestiero, non credo che questo discorso possa valere in generale, e nel particolare mi pare prematuro.
I Massimino poi cedettero a Gaucci perché fu l'unico a mettere sul piatto i soldini, cosa che mi risulta Pulvirenti non fece affatto.
A parte che anche il buon Ninuzzo i suoi affari li fa, eccome.


Bua hai citato due societa'.Vatti ad informare sull'ambiente,su cosa pensano.

Il radicamento sul territorio e' fondamentale per il futuro.Altrimenti prendi il malloppo e scappa.E cu ti pigghia :-D

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5505
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re: Ai cugini rosanero.
« Risposta #12 il: 13 Aprile 2011, 03:47:49 pm »
Mah, in tempi in cui squadre come il Manchester UTD o il Liverpool, che sono da sempre dei tifosi, hanno proprietà americare e in cui la regola è proprio quella del forestiero, non credo che questo discorso possa valere in generale, e nel particolare mi pare prematuro.
I Massimino poi cedettero a Gaucci perché fu l'unico a mettere sul piatto i soldini, cosa che mi risulta Pulvirenti non fece affatto.
A parte che anche il buon Ninuzzo i suoi affari li fa, eccome.


Bua hai citato due societa'.Vatti ad informare sull'ambiente,su cosa pensano.

Il radicamento sul territorio e' fondamentale per il futuro.Altrimenti prendi il malloppo e scappa.E cu ti pigghia :-D

Anche io preferisco che il patrimonio rimanga di proprietà locale, ma per come sta andando questo mondo, temo sarà sempre più difficile.

Offline tomsriver

  • Utente
  • ****
  • Post: 502
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Ai cugini rosanero.
« Risposta #13 il: 13 Aprile 2011, 09:43:41 pm »
Quoto quanto scritto da Malato.
Dopo i Romani, gli Arabi, i Normanni, i Francesi, gli Spagnoli, i Borboni, i Gonzaga, ecc....... ecco l'ennesimo "conquistadores" della nostra terra, sotto le sembianze del presidente della squadra di calcio !!!!!!!
........................e mi pare strano che nessuno dei cari cuginetti abbia trovato qualcosa da replicare. 8| 8| 8|

Hai ragione! Io quando cammino per le strade di Palermo e vedo le "schifezze" che questi conquistadores ci hanno lasciato, (tipo: palazzo dei normanni, la cappèlla palatina, la martorana ecc. ecc.), cado in depressione. 8-)
E poi, questo friulano che comprando il Palermo si permettere di toglierlo dall'ennesimo baratro e portarlo in Europa.... Che indegna persona.
Piuttosto: che l'amministrazione comunale si guardi bene dal completare l'iter burocratico per le concessioni edilizie per lo stadio nuovo, sarebbe imperdonabile.


Non è questo il punto !!!
La vera questione centrale è che dalle vostre parti siete abituati a delegare ad altri (appunto i Greci, i Romani, i Cartaginesi, gli Arabi, i Francesi, i Borboni, gli Spagnoli, i Gonzaga, i Zamparini............ ) la gestione  delle vostre cose.
Le parole come ""iniziativa"" o ""responsabilità"", nella parte occidentale della nostra cara isola non hanno alcun valore !!!

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5505
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re: Ai cugini rosanero.
« Risposta #14 il: 13 Aprile 2011, 11:20:47 pm »
Quoto quanto scritto da Malato.
Dopo i Romani, gli Arabi, i Normanni, i Francesi, gli Spagnoli, i Borboni, i Gonzaga, ecc....... ecco l'ennesimo "conquistadores" della nostra terra, sotto le sembianze del presidente della squadra di calcio !!!!!!!
........................e mi pare strano che nessuno dei cari cuginetti abbia trovato qualcosa da replicare. 8| 8| 8|

Hai ragione! Io quando cammino per le strade di Palermo e vedo le "schifezze" che questi conquistadores ci hanno lasciato, (tipo: palazzo dei normanni, la cappèlla palatina, la martorana ecc. ecc.), cado in depressione. 8-)
E poi, questo friulano che comprando il Palermo si permettere di toglierlo dall'ennesimo baratro e portarlo in Europa.... Che indegna persona.
Piuttosto: che l'amministrazione comunale si guardi bene dal completare l'iter burocratico per le concessioni edilizie per lo stadio nuovo, sarebbe imperdonabile.


Non è questo il punto !!!
La vera questione centrale è che dalle vostre parti siete abituati a delegare ad altri (appunto i Greci, i Romani, i Cartaginesi, gli Arabi, i Francesi, i Borboni, gli Spagnoli, i Gonzaga, i Zamparini............ ) la gestione  delle vostre cose.
Le parole come ""iniziativa"" o ""responsabilità"", nella parte occidentale della nostra cara isola non hanno alcun valore !!!

Invece da noi di dominazioni ne abbiamo avute poche! Praticamente chiunque è passato di qua e ancora oggi si cerca sempre il salvatore della patria...