Autore Topic: Il gufo Prestinenza  (Letto 2658 volte)

Offline Sergio

  • Utente
  • *****
  • Post: 4923
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Il gufo Prestinenza
« il: 15 Maggio 2006, 03:33:28 pm »
Non ero a casa ieri sera e sto guardando soltanto adesso la registrazione di Salastampa.  
Non riesco a esimermi dallo scrivere queste due righe dopo aver visto il servizio sul Catania e la funerea opinione/previsione fatta dal giornalista in oggetto. Comincia subito a dire, dopo l’introduzione di Teghini che narra di una gara senza storia e stravinta alla grande, che la vittoria del Catania è stata figlia di un gol regalato dagli avversari, un gol “facile senza il quale l’andamento della gara probabilmente sarebbe stato diverso". Rimprovera acerbamente alla squadra di aver perso due uomini chiave per la difesa, Bianco e Cesar, e su queste assenze comincia a dipingere un tetro scenario su ciò che potrebbe accadere a Catanzaro ad una squadra, il Catania, la cui difesa “non è mai stata efficiente”. Qui interviene Teghini chiedendogli cosa potrebbe temere il Catania da una squadra già retrocessa che ha subito oltre 50 gol, 26 sconfitte e che avrà si e no 200 fans interessati alla gara. “L’ambiente pesa” ribatte il gufo, “pesa sui giocatori, sulla squadra, è un fatto di rivalità dove probabilmente alcuni giocatori hanno lasciato perdere altre partite per concentrarsi su questa. Del resto il Catanzaro ha già messo in difficoltà l’Atalanta che però è una squadra di A” (evidentemente per lui il Catania non lo è).
Teghini, stupito, incassa il colpo e vira argomento ma Prestinenza non si perde d’animo: “anche la gara con l’Albinoleffe, squadra veloce e priva di pressioni psicologiche, sarà una partita molto difficile”. Il Teghini incalza sostenendo che il Catania è molto forte e che tra i due clubs non c’è confronto ma Prestinenza rimane inamovibile nel suo aspetto d’oltretomba, la sua aria costernata e per nulla votata all’ottimismo.
Teghini sembra un bravo cristiano ma al momento di scegliere gli ospiti per la sua trasmissione pesca su quanto di peggio e di scarso Catania possa offrire. Eppure colà le persone competenti di calcio e che alzerebbero di molto il livello della trasmissione, non mancano di certo. Strano che in questa trasmissione propongano sempre personaggi che non riscuotono affatto l'approvazione e l'apprrezzamento dell'utenza, specie quella etnea. Spero solo che non ci sia un Moggi anche a Salastampa?
8 MARZO 415 d. C. IPAZIA DI ALESSANDRIA, MARTIRE LAICA DEL PENSIERO SCIENTIFICO

Offline Elephant Catania

  • Utente
  • ***
  • Post: 300
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Il gufo Prestinenza
« Risposta #1 il: 16 Maggio 2006, 11:19:13 am »
Scusami Sergio, fino a prova contraria, e contrariando pure gli utenti della mia stessa fede che si sono espressi contro Prestinenza, un giornalista può esprimere un pensiero e un giudizio, azzeccato o meno che sia, rimanendo in un linguaggio comprensibile e scevro da condizionamenti del luogo dove si trova.
Capisco anche che Prestinenza non sia telegenico, giovane e aitante, ma se questo giornalista ha delle preoccupazioni, immagino, siano fondate perchè altre volte, in quella trasmissione, si è sentito unanime, il giudizio sulla certezza della serie A del CATANIA.
Ovvio che ce la auguriamo tutti noi rossoazzurri ma è altrettanto ovvio che non è ancora matematica.
Aggiungo inoltre, che il signor Prestinenza sarà ben contento di vedere offuscate le sue preoccupazioni dalle eventuali 2 vittorie finali che significherebbero la massima serie, però essere coi piedi a terra, evitare, oggi, voli pindarici è quantomeno saggio e coerente.
Mi ricordo, dopo la vittoria col Mantova che per tutti gli ospiti di quella puntata di Salastampa, il Catania era in serie A "matematicamente". Dopo la vittoria con la Ternana idem e l'apoteosi si era vista dopo la vittoria di Cremona.
Invece, dopo 2 domeniche, sconfitta rocambolesca di Modena, sembravamo nel baratro.
La vittoria col Pescara è giusto che dia entusiasmo, come le partite, sulla carta facili, contro Catanzaro e Albinoleffe!
Però, sulla carta, certi risultati sembrano appartenere alla Juve al Milan, alla Fiorentina, alla Lazio, al Siena, ecc...almeno così dicono gli inquirenti romani!  
Ciao