Autore Topic: Il momento del CT: quali rimedi secondo voi??  (Letto 23442 volte)

Offline bonfanti58

  • Utente
  • ****
  • Post: 804
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Il momento del CT: quali rimedi secondo voi??
« Risposta #15 il: 27 Novembre 2013, 11:18:58 am »
Uno dei (tanti) problemi che affliggono questo Catania, mi pare quello della mancanza, tra i calciatori in rosa, di un leader autorevole, fuori e soprattutto sul campo. Di qualcuno cioè che possa vantare, oltre ad una certa esperienza, militanza nel nostro ambiente e doti tecniche, possibilmente di play maker, anche carattere di trascinatore.

Ad esempio, avrei visto bene Lodi, in questo ruolo, se solo avesse voluto restare..

Purtroppo mi sembra che nessuno dei nostri “anziani” possieda, tutte insieme, queste caratteristiche. Una soluzione alternativa potrebbe essere quella di affidarsi ad un nucleo di veterani, conferendo loro particolari motivazioni e responsabilità. Nomi non ne faccio: Alvarez, Legrottaglie, Izco, Almiron, Barrientos, Lopez…
Il rosso come il fuoco dell'Etna L'azzurro come il cielo e il mare

Offline ivan

  • Utente
  • *****
  • Post: 1365
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Il momento del CT: quali rimedi secondo voi??
« Risposta #16 il: 27 Novembre 2013, 02:32:47 pm »
Secondo me uno dei problemi "nativi" di questa squadra,  è quello di aver allestito una rosa con un centrocampo scarso dal punto di vista numerico, perchè non considerando, ovviamente, Castro e Barrientos centrocampisti, come invece vengono indicati, chi sono gli altri veri centrocampisti al di là delle loro qualità tecniche?
Tachsidis, Plasil, Guarente, Izco e Almiron (per Freire secondo me vale il discorso fatto per i due di cui sopra), quindi 5 in totale, e considerando normali infortuni eventuali squalifiche ecc..., sono veramente pochi,  questo probabilmente è il più grosso errore fatto in sede di mercato, ripeto a prescindere dalle loro qualità.

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Il momento del CT: quali rimedi secondo voi??
« Risposta #17 il: 27 Novembre 2013, 02:44:34 pm »
  8-) ..ma cu Gaspare comu finiu?..ancora é tanta la collera che credo solo una vittoria sul Milan potrebbe mitigarne l'entità...
CATANIA USQUE AD FINEM

Offline Davide da Miami

  • Utente
  • *****
  • Post: 1174
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Il momento del CT: quali rimedi secondo voi??
« Risposta #18 il: 28 Novembre 2013, 12:41:06 am »
Pressappochista..diciamo che ci siamo ,quasi  ;-)
Katane,con tutta la buona volontà credo proprio che la tua elencazione delle cose da fare non sia realizzabile, semmai la si potrebbe inserire in un programma a lungo termine.
Al Catania servono cose semplici e che non costano poi tanto in termini economici.
Al Catania serve ritrovare la calma e la serenità.Una citazione francese dice che la felicità costa poco o nulla,se é cara vuol dire che non é di qualità.
Prima raggiungiamo questo obiettivo e piu' chiare poi ci appariranno le cose da fare dal punto di vista tecnico, e poi ancora, se é il caso,  di un intervento sull'organico.
Credo che i problemi del Catania stiano fuori dallo spogliatoio ma che ineluttabilmente si riflettono nelle testa dei calciatori e conseguentemente,a cascata, nelle prestazioni.
La cosa che mi rende triste non é tanto l'ultimo posto in classifica quanto la mancanza di un progetto di gioco che prima o poi ti può tirare fuori dal fondo della classifica.E' la squadra piu' brutta vista in questi otto anni di serie A.
Mi chiedo se sia possibile che tutti,dico tutti, senza eccezion fatta per alcuno,si siano sbagliati nel giudicare il Catania prima che il campionato iniziasse? Possibile che tre sole cessioni,per quanto eccellenti, abbiano cosi' fortemente influenzato il  rendimento di tutta la squadra?
Io, che di professione non faccio il pessimista,ho creduto fino ad ieri in una ripresa della squadra e di una pronta risalita in classifica,ma la prestazione squallida di Torino mi ha dovuto far ricredere ed ha scalfito fortemente le mie sicurezze.
Gareccio chiede i rimedi per fare uscire dalla crisi quaesto Catania,ma tutto ciò é roba per psicologi e forse bisognerebbere riscrivere le teorie dei maestri  Freud e Darwin per capirci meglio qualcosa.
Per quanto riguarda il dato tecnico,mi pare superfluo far rilevare che sin qui i nuovi acquisti hanno dato un apporto infinitesimale ...un fallimento a tipo chiamai a l'ovvu ppi darimi aiutu e mi sdurrubbai e ...c'appizzai u sceccu ccu tutti i carrubbi.I rimedi? tutti quelli che ho elencato sin dalla prima giornata.Ricostruire quella fascia sinistra che tante soddisfazioni ci aveva dato...Monzon alla luce di quello che ha fatto a Catania e di quello che aveva fatto in Francia e poi in Brasile,checché se ne possa dire non é cosa per la quale...a meno che..a meno che non si utilizzi come esterno di un centrocampo a cinque....Di chi la colpa di questo equivoco? Chi ha perorato per farlo scendere in campo contro Fiorentina e Inter? Persone piu' avvedute non l'avrebbero fatto scendere in campo quantomeno ppi non farici accucchiari u trugghiu da mala cumpassa ::)  ::)
Secondo equivoco non risolto è stato aver insistito, in una situazione cosi' precaria, nell'utilizzo del giovane greco,che già di suo ha problemi di ambientamento, se poi lo si inserisce in un contesto a lui non congeniale il risultato sarà quello di averlo esposto ai riflettori della contestazione e di non recuperarlo sul piano mentale.
Terzo equivoco: che senso ha aver ingaggiato un Guarente che fino adesso a procurato piu' danni che benefici quando hai in casa un veterano,già recuperato fisicamente, come Biagianti?
Avaiia Bonanno,Cosentino,prisirentiiiiiiiiiiiiiiiiii,  ma a cu cazzzu ni 'mpunisturu  ::)  ::)
Last but not least....ma na vuliti rari a cunfirenza di rarini quacche spiegazioni!!?????? GRAZIE!!!!  ::)

GP io credo che quello dei 3/11 dei titolari che abbiamo perso durante il mercato sia l'inghippo che noi tifosi andiamo ripetendo dall'inizio del campionato. A parte il fatto che io ritengo che 3/11 dei titolari di una squadra in ogni caso non sia cosa da poco, quello che veramente manca al Catania quest'anno sono gli altri 8/11 dei titolari.
Almiron e Legrottaglie sono i fantasmi dei giocatori di due anni fa, Spolli, Barrientos, Bergessio, e Izco sono infortunati di lungo corso e per quel poco che hanno giocato non si sono mai espressi ai livelli dei gloriosi anni precedenti (a parte forse Barrientos), Alvarez da quando ha deciso di non rinnovare il contratto gioca con il freno a mano tirato, e Andujar è il portiere della nazionale argentina solo perché la Albiceleste non ha di meglio. Quindi non sono solo Marchese, Lodi e Gomez che mancano a questa squadra.
Anche io penso che la mancanza di un AD sia uno dei problemi principali del Catania quest'anno. A me manca tantissimo la figura signorile di Gasparin che sempre ci spiegava prima e dopo le partite come andassero le cose in seno al Catania. L'arroganza e il dispotismo di PLM invece non mi mancano proprio. Di sicuro avverto la mancanza del liaison, del tratto di unione tra la società e i giocatori. Quel ruolo dovrebbe svolgerlo Bonanno in quanto responsabile dell'area tecnica del Catania, ma Pippuzzu non mi pare abbia la caratura per prendere di petto i vari Almiron, Lopez e compagnia bella quando scendono in campo svogliati. A me sembra che Bonanno sia molto più a suo agio con i giovani, dalla primavera in giù, e che quella sia tutto sommato la sua dimensione.
Per quanto riguarda la disfatta di Torino in particolare, la causa numero una della sconfitta è stata la mancanza di concentrazione di tutti i giocatori in campo, come se la striminzita vittoria sull'Udinese li avesse appagati ed il Catania avesse già raggiunto il suo obiettivo, e che l'impegno con il Torino fosse una partita amichevole o di fine stagione.
Che il Catania avrebbe perso di brutto con il Torino lo abbiamo capito tutti dopo 40 secondi, quando Immobile ha sfondato tra Legrottaglie e Gyomber come se i nostri centrali non esistessero, come se fossero intangibili, ed è andato al tiro. L'apice della distrazione il Catania lo ha raggiunto con l'errore di Legrottaglie al 10'. L'ex Santo da Gioia del Colle ha ricevuto la palla da Keko (improvvisatosi terzino in quanto Alvarez era fuori infortunato) e non si accorge di avere Immobile alle spalle. Quando se ne accorge si precipita a calciare verso Gyomber, ma invece di colpire il pallone, colpisce il terreno di gioco, attruppica e casca 'ntera. Questo errore commesso dall'autoproclamato leader della difesa del Catania, un giocatore di 37 anni dal passato internazionale, che dovrebbe essere il primo a sapere che con la squadra momentaneamente in 10 causa infortunio di un compagno, l'attenzione dovrebbe essere amplificata piuttosto che pensare di essere a una scampagnata.
Io dei giocatori che sono scesi in campo a Torino distinguo quelli che hanno giocato male da quelli ca fitenu do primu finu all'ultimu minutu. Tra questi ultimi ci metto l'intera difesa più Tachtsidis. La disfatta del Catania è iniziata con le prestazioni disastrose dei due centrali e si è sparsa poi in tutte le altre zone del campo. Se alle prestazioni disastrose dei due centrali ci aggiungiamo anche quella del regista, si vede come al Catania sia venuto a mancare il nucleo, la parte centrale della squadra.
Per i terzini e Gyomber posso trovare giustificazioni per le loro prestazioni inguardabili. Alvarez aveva a testa spasciata, Capuano ha giocato ai limiti delle sue possibilità e Gyomber era spremuto dalla sua nazionale. Checché ne dicano alcuni forumisti, a 20 anni un calciatore non è nel pieno della maturità fisica e mentale, e anche se è vero che si possono giocare 2 partite in una settimana, non ci si può aspettare di giocare la seconda nel pieno delle proprie capacità, per lo meno per tutta la durata della partita. Visto che per quel ruolo c'erano le alternative, Rolin in particolare, era meglio fare riposare il giovane slovacco.
Ma chi mi hanno deluso di più sono stati proprio Legrottaglie e Tachtsidis, due giocatori che avevano dimostrato lievi progressi nelle precedenti partite, e che sono crollati inspiegabilmente contro i granata.  Per Legrottaglie e Tachtsidis non ci sono giustificazioni. Forse il primo dovrebbe ammettere che è ormai arrivato il momento di appendere le scarpette al chiodo, ed il secondo di aver bevuto troppo ouzo per festeggiare la qualificazione della propria nazionale ai mondiali.
Last but not least, GP io a Biagianti non lo rimpiango proprio. Del resto basta guardare cosa sta facendo a Livorno per rendersi conto ca cappata era a Catania, e cappata è a Livorno.
La mia soluzione ai problemi del Catania è una sola: lavorare, lavorare, e ancora lavorare. Speriamo che dal ritiro a porte chiuse con silenzio stampa esca fuori qualcosa di buono.

SEMPRI
FOZZA CATANIA
« Ultima modifica: 28 Novembre 2013, 01:02:22 am da Davide da Miami »

Offline Aldo

  • Utente
  • *****
  • Post: 3908
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Il momento del CT: quali rimedi secondo voi??
« Risposta #19 il: 28 Novembre 2013, 01:13:25 am »
Non so quali rimedi ci possano essere a questa, fin qui, sciagurata stagione, ma vi porto un dato nello stesso tempo strabiliante e preoccupante, che mi è balzato agli occhi solo ora.
In queste tredici partite i nostri hanno giocato in casa con Inter, Parma, Chievo, Genoa, Sassuolo ed Udinese, fuori invece abbiamo incontrato Fiorentina, Livorno, Lazio, Cagliari, Juventus, Napoli e Torino. Orbene facendo un confronto con gli stessi incontri, rispettando la suddivisione in casa-fuori, negli anni precedenti risulta che abbiamo 4 punti in meno rispetto alla stagione Baldini/Zenga, 6 rispetto alle stagioni Marino, Giampaolo/Simeone e Montella, 8 rispetto all'anno scorso e ben 10 rispetto alla stagione .......... Atzori/Mihajlovic!!!!!!!!!
Precisato che, quasi tutte queste squadre la abbiamo affrontate sotto la guida di Mihajlovic, la cosa mi ha lasciato lo stesso assolutamente basito e preoccupato.
E' poco più di un gioco, sono solo numeri, lo so, ma ci sono rimasto di stucco e molto, molto perplesso! :-( :-( :-( :-(
« Ultima modifica: 28 Novembre 2013, 01:26:53 am da Aldo »
Melior de cinere surgo! ❤️💙❤️💙

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2434
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Il momento del CT: quali rimedi secondo voi??
« Risposta #20 il: 28 Novembre 2013, 12:14:11 pm »

GP io credo che quello dei 3/11 dei titolari che abbiamo perso durante il mercato sia l'inghippo che noi tifosi andiamo ripetendo dall'inizio del campionato. A parte il fatto che io ritengo che 3/11 dei titolari di una squadra in ogni caso non sia cosa da poco, qello che veramente manca al Catania quest'anno sono gli altri 8/11 dei titolari.

Anche io penso che la mancanza di un AD sia uno dei problemi principali del Catania quest'anno. A me manca tantissimo la figura signorile di Gasparin che sempre ci spiegava prima e dopo le partite come andassero le cose in seno al Catania. L'arroganza e il dispotismo di PLM invece non mi mancano proprio. Di sicuro avverto la mancanza del liaison, del tratto di unione tra la società e i giocatori. Quel ruolo dovrebbe svolgerlo Bonanno in quanto responsabile dell'area tecnica del Catania, ma Pippuzzu non mi pare abbia la caratura per prendere di petto i vari Almiron, Lopez e compagnia bella quando scendono in campo svogliati. A me sembra che Bonanno sia molto più a suo agio con i vani, dalla primavera in giù, e che quella sia tutto sommato la sua dimensione.

SEMPRI
FOZZA CATANIA

Intrvengo nella vostra discussione perché credo stia andando al cuore del problema. Però nelle parole di Davide colgo una contraddizione: attribuire a singoli giocatori responsabilitá che sono di tutta la squadra (gli 8/11). Io mi rifiuto di pensare che a Legrottaglie tremino le gambe al momento di un passaggio al  compagno o che sia stato distratto e non concentrato. Il problema a mio parere e di gioco: in ogni fase devono esserci distanze giuste, alternative per i disimpegni per evitare la pressione degli avversari e lo stesso quando si attacca. Tutto questo il Catania non ce l'ha. E il paragone delle partite fatto da Aldo  ci fa capire che questa situazione é più simile a quella vissuta con il disastroso Baldini che allo splendido Catania di Mihajlovic. Per cui se De Canio al di lá di chi va in campo non riesce a  correggere questi problemi di gioco é bene non insistere con lui, anche a costo di essere tacciati di "zamparinismo".
Ma é bene che una decisione del genere la prendesse il presidente insieme ad un nuovo Ds "plenipotenziario". La cocciutaggine non sempre é una qualitá, la saggezza del ravvedimento lo é in ogni caso.
« Ultima modifica: 28 Novembre 2013, 12:16:41 pm da vasco »

Offline Davide da Miami

  • Utente
  • *****
  • Post: 1174
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Il momento del CT: quali rimedi secondo voi??
« Risposta #21 il: 28 Novembre 2013, 06:40:10 pm »
Intrvengo nella vostra discussione perché credo stia andando al cuore del problema. Però nelle parole di Davide colgo una contraddizione: attribuire a singoli giocatori responsabilitá che sono di tutta la squadra (gli 8/11). Io mi rifiuto di pensare che a Legrottaglie tremino le gambe al momento di un passaggio al  compagno o che sia stato distratto e non concentrato. Il problema a mio parere e di gioco: in ogni fase devono esserci distanze giuste, alternative per i disimpegni per evitare la pressione degli avversari e lo stesso quando si attacca. Tutto questo il Catania non ce l'ha. E il paragone delle partite fatto da Aldo  ci fa capire che questa situazione é più simile a quella vissuta con il disastroso Baldini che allo splendido Catania di Mihajlovic. Per cui se De Canio al di lá di chi va in campo non riesce a  correggere questi problemi di gioco é bene non insistere con lui, anche a costo di essere tacciati di "zamparinismo".
Ma é bene che una decisione del genere la prendesse il presidente insieme ad un nuovo Ds "plenipotenziario". La cocciutaggine non sempre é una qualitá, la saggezza del ravvedimento lo é in ogni caso.

Scusami Vasco mi fai capire dove sta la contraddizione in quello che ho scritto?
Dopo aver letto il tuo commento sono andato a riguardare le immagini della gara contro il Torino per avere una conferma delle mie impressioni durante la partita, e ti invito a fare lo stesso. Ti renderai conto che Legrottaglie nell'azione del gol di Immobile aveva tre alternative a disposizione, cioè ripassare la palla a Keko, passarla a Gyomber a sinistra, oppure passarla indietro al portiere. Ha optato per la seconda soluzione, con i risultati che tutti sappiamo. Se non era distratto in quel momento allura a iessiri pi fozza a vicchiania. Non è colpa di De Canio se Legrottaglie ha tradito il Catania per l'ennesima volta quest'anno.
Dici che De Canio è l'unico colpevole della situazione disastrosa del Catania? E del Catania di Maran delle prime 8 giornate cosa ne pensi? Quindi facciamo ritornare il Trentino? Oppure ingaggiamo un terzo allenatore?
Io non sono mai stato un grande sostenitore di De Canio, un allenatore sul quale ho sempre nutrito dei dubbi, e che ha quasi totalmente perso quel poco di stima che si era guadagnato con quel doppio cambio sconclusionato al 35' della partita di Torino, però a me mi sembra più vittima che colpevole delle disgrazie del Catania.
Io credo invece che bisogna lavorare sulla testa dei giocatori, far venire loro un senso di attaccamento alla maglia e alla causa del Catania, fare in modo che scendano in campo arraggiati e con il sangue negli occhi. Quando vedremo in campo una squadra con tutti i suoi effettivi a disposizione e in perfette condizioni fisiche e con in corpo la voglia di spaccare il mondo, allora sì che ci tireremo fuori dalla situazione in cui ci troviamo.

Sempri
FOZZA CATANIA

Offline GPalermo1954

  • Utente
  • *****
  • Post: 4187
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Il momento del CT: quali rimedi secondo voi??
« Risposta #22 il: 28 Novembre 2013, 07:41:38 pm »

GP io credo che quello dei 3/11 dei titolari che abbiamo perso durante il mercato sia l'inghippo che noi tifosi andiamo ripetendo dall'inizio del campionato. A parte il fatto che io ritengo che 3/11 dei titolari di una squadra in ogni caso non sia cosa da poco, qello che veramente manca al Catania quest'anno sono gli altri 8/11 dei titolari.

Anche io penso che la mancanza di un AD sia uno dei problemi principali del Catania quest'anno. A me manca tantissimo la figura signorile di Gasparin che sempre ci spiegava prima e dopo le partite come andassero le cose in seno al Catania. L'arroganza e il dispotismo di PLM invece non mi mancano proprio. Di sicuro avverto la mancanza del liaison, del tratto di unione tra la società e i giocatori. Quel ruolo dovrebbe svolgerlo Bonanno in quanto responsabile dell'area tecnica del Catania, ma Pippuzzu non mi pare abbia la caratura per prendere di petto i vari Almiron, Lopez e compagnia bella quando scendono in campo svogliati. A me sembra che Bonanno sia molto più a suo agio con i vani, dalla primavera in giù, e che quella sia tutto sommato la sua dimensione.

SEMPRI
FOZZA CATANIA

Intrvengo nella vostra discussione perché credo stia andando al cuore del problema. Però nelle parole di Davide colgo una contraddizione: attribuire a singoli giocatori responsabilitá che sono di tutta la squadra (gli 8/11). Io mi rifiuto di pensare che a Legrottaglie tremino le gambe al momento di un passaggio al  compagno o che sia stato distratto e non concentrato. Il problema a mio parere e di gioco: in ogni fase devono esserci distanze giuste, alternative per i disimpegni per evitare la pressione degli avversari e lo stesso quando si attacca. Tutto questo il Catania non ce l'ha. E il paragone delle partite fatto da Aldo  ci fa capire che questa situazione é più simile a quella vissuta con il disastroso Baldini che allo splendido Catania di Mihajlovic. Per cui se De Canio al di lá di chi va in campo non riesce a  correggere questi problemi di gioco é bene non insistere con lui, anche a costo di essere tacciati di "zamparinismo".
Ma é bene che una decisione del genere la prendesse il presidente insieme ad un nuovo Ds "plenipotenziario". La cocciutaggine non sempre é una qualitá, la saggezza del ravvedimento lo é in ogni caso.
No,é ca quannu a iucata é a coppi  Davide c'ha mentiri mazzi o..spati :-D....
Caro Vasco, la soluzione dei problemi non la si può liquidare  con il cambio dell'allenatore,e, perciò,come credo, trattandosi di una faccenda complicata, é ingeneroso puntare il dito su chi ha avuto affidata la squadra solo da qualche settimana.Se ci metti pure che non ha potuto valutare la situazione di ogni singolo atleta in quanto ancora non tutti disponibili perché infortunati, credo che qualche attenuante pro domo sua per noi diventa d'obbligo.
Alla calma e alla serenità,a cui sopra mi riferivo, erano sottintesi tutti i problemi derivanti dalle divergenze sorte tra allenatore,società e Cosentino.Inutile adesso soffermarmi su certi fatti accaduti in quanto sin tanto che la società, nella persona del presidente,non ne da comunicazione restano illazioni e chiacchiere da Bar dello Sport.
Se mi hai letto,nei miei primi post paventavo la mancanza di un preciso progetto di gioco,che poi trovava rispondenza nella confusione in cui entrò Maran sin dalle prime giornate.Se a questo aggiungi una serie di infortuni e la forzatura Monzon-Leto nelle due prime giornate, il risultato é stato quello di aver fatto saltare gli equilibri dello spogliatoio e la perdita da parte di Maran del controllo e della gestione dei calciatori.Non ti racconto di episodi inediti ed accaduti,che certamente tu e tanti del forum non siete a conoscenza e che per riservatezza non é il caso di mettere in piazza.Di tutto questo bailamme, quali colpe vogliamo dare al nostro presidente e alla società di cui lui é a capo?
Tutto questo,unitamente agli infortuni, alla sfortuna e a qualche errore commesso dalla società in sede di mercato fa il compendio logico di una annata purtroppo nata storta ma che sono sicuro il presidente saprà raddrizzare,portando la nave in acque piu' chete,come dimostrato in passato.
Credo infine che la stessa squadra, contestualmente a una condizione fisico-mentale diversa avrebbe avuto anche risultati diversi, meno deficitari e piu' consoni al valore tecnico dei roossazzurri.
Ciao  ;-)   
CATANIA USQUE AD FINEM

Offline Davide da Miami

  • Utente
  • *****
  • Post: 1174
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Il momento del CT: quali rimedi secondo voi??
« Risposta #23 il: 28 Novembre 2013, 08:30:10 pm »
No,é ca quannu a iucata é a coppi  Davide c'ha mentiri mazzi o..spati :-D....

Su è accussì u fattu allura speriamo ca su piccasu n'attruamu a iucari a briscola 'n cincu n'ammattemu mai 'nsemi :-D

Caro Vasco, la soluzione dei problemi non la si può liquidare  con il cambio dell'allenatore,e, perciò,come credo, trattandosi di una faccenda complicata, é ingeneroso puntare il dito su chi ha avuto affidata la squadra solo da qualche settimana.Se ci metti pure che non ha potuto valutare la situazione di ogni singolo atleta in quanto ancora non tutti disponibili perché infortunati, credo che qualche attenuante pro domo sua per noi diventa d'obbligo.
Alla calma e alla serenità,a cui sopra mi riferivo, erano sottintesi tutti i problemi derivanti dalle divergenze sorte tra allenatore,società e Cosentino.Inutile adesso soffermarmi su certi fatti accaduti in quanto sin tanto che la società, nella persona del presidente,non ne da comunicazione restano illazioni e chiacchiere da Bar dello Sport.
Se mi hai letto,nei miei primi post paventavo la mancanza di un preciso progetto di gioco,che poi trovava rispondenza nella confusione in cui entrò Maran sin dalle prime giornate.Se a questo aggiungi una serie di infortuni e la forzatura Monzon-Leto nelle due prime giornate, il risultato é stato quello di aver fatto saltare gli equilibri dello spogliatoio e la perdita da parte di Maran del controllo e della gestione dei calciatori.Non ti racconto di episodi inediti ed accaduti,che certamente tu e tanti del forum non siete a conoscenza e che per riservatezza non é il caso di mettere in piazza.Di tutto questo bailamme, quali colpe vogliamo dare al nostro presidente e alla società di cui lui é a capo?
Tutto questo,unitamente agli infortuni, alla sfortuna e a qualche errore commesso dalla società in sede di mercato fa il compendio logico di una annata purtroppo nata storta ma che sono sicuro il presidente saprà raddrizzare,portando la nave in acque piu' chete,come dimostrato in passato.
Credo infine che la stessa squadra, contestualmente a una condizione fisico-mentale diversa avrebbe avuto anche risultati diversi, meno deficitari e piu' consoni al valore tecnico dei roossazzurri.
Ciao  ;-)   

Per la prima volta da quando scrivo su questo forum ti quoto al 100%.
« Ultima modifica: 28 Novembre 2013, 08:37:37 pm da Davide da Miami »

Offline Aldo

  • Utente
  • *****
  • Post: 3908
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Il momento del CT: quali rimedi secondo voi??
« Risposta #24 il: 28 Novembre 2013, 08:41:51 pm »
Quindi la responsabilità di quanto sta succedendo sarebbe solo di Maran, senza nessuna colpa da addebitare alla società nel suo complesso?
Melior de cinere surgo! ❤️💙❤️💙

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2434
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Il momento del CT: quali rimedi secondo voi??
« Risposta #25 il: 28 Novembre 2013, 09:11:05 pm »

Scusami Vasco mi fai capire dove sta la contraddizione in quello che ho scritto?
Dopo aver letto il tuo commento sono andato a riguardare le immagini della gara contro il Torino per avere una conferma delle mie impressioni durante la partita, e ti invito a fare lo stesso. Ti renderai conto che Legrottaglie nell'azione del gol di Immobile aveva tre alternative a disposizione, cioè ripassare la palla a Keko, passarla a Gyomber a sinistra, oppure passarla indietro al portiere. Ha optato per la seconda soluzione, con i risultati che tutti sappiamo. Se non era distratto in quel momento allura a iessiri pi fozza a vicchiania. Non è colpa di De Canio se Legrottaglie ha tradito il Catania per l'ennesima volta quest'anno.
Dici che De Canio è l'unico colpevole della situazione disastrosa del Catania? E del Catania di Maran delle prime 8 giornate cosa ne pensi? Quindi facciamo ritornare il Trentino? Oppure ingaggiamo un terzo allenatore?
Sempri
FOZZA CATANIA

No,é ca quannu a iucata é a coppi  Davide c'ha mentiri mazzi o..spati :-D ....
Caro Vasco, la soluzione dei problemi non la si può liquidare  con il cambio dell'allenatore,e, perciò,come credo, trattandosi di una faccenda complicata, é ingeneroso puntare il dito su chi ha avuto affidata la squadra solo da qualche settimana.Se ci metti pure che non ha potuto valutare la situazione di ogni singolo atleta in quanto ancora non tutti disponibili perché infortunati, credo che qualche attenuante pro domo sua per noi diventa d'obbligo.
Alla calma e alla serenità,a cui sopra mi riferivo, erano sottintesi tutti i problemi derivanti dalle divergenze sorte tra allenatore,società e Cosentino.Inutile adesso soffermarmi su certi fatti accaduti in quanto sin tanto che la società, nella persona del presidente,non ne da comunicazione restano illazioni e chiacchiere da Bar dello Sport.
Se mi hai letto,nei miei primi post paventavo la mancanza di un preciso progetto di gioco,che poi trovava rispondenza nella confusione in cui entrò Maran sin dalle prime giornate.Se a questo aggiungi una serie di infortuni e la forzatura Monzon-Leto nelle due prime giornate, il risultato é stato quello di aver fatto saltare gli equilibri dello spogliatoio e la perdita da parte di Maran del controllo e della gestione dei calciatori.

Davide e Gp ho premesso che intervenivo nella discussione perchè ritenevo e ritengo che entrambi abbiate colto aspetti del periodo che sta attraversando il Catania molto vicini, a mio parere, alla realtà.
Caro Davide, proprio la sottolineatura che a giocar male non sono i 2 o 3 subentranti (e qualcuno, Leto, lo si comincia a vedere soltanto ora), ma gli 8/11 della squadra mi trova pienamente daccordo. Per questo non getto la croce a nessun singolo o a qualcuno in particolare.
Ribadisco che il problema del Catania da inizio stagione, secondo me, è nella mancanza della sicurezza di un progetto di gioco da sviluppare sul campo da parte degli 11 giocatori. Per entrare nel merito, ho rivisto diverse volte l'azione del primo goal del Torino e ho rafforzato la mia convinzione che il Catania era disposto malissimo (come nell'azione precedente in cui Immobile aveva colpito il palo): il pallone arriva a Legrottaglie da destra in controtempo, pressato da Immobile, con l'unica possibilità di passarlo alla sua sinistra poco indietro a Gyomber, visto che i due centrocampisti erano più avanti e marcati: in questa situazione se non hai la certezza della posizione del compagno indietro è probabilissimo sbagliare (e di questi errori sui campi di calcio, anche internazionali, ne abbiamo visti a decine).

Sul cambio dell'allenatore, caro GP, non sono certo io ad auspicarlo. Ho accolto De Canio con grandi speranze e penso sinceramente che presto verrà a capo della situazione. Tuttavia, se il gioco del Catania (al di là dei risultati) non dovesse migliorare decisamente nelle prossime partite non credo sia un sacrilegio metterlo in discussione. Ma ciò non può avvenire per capriccio presidenziale, ma su un preciso disegno tecnico e con il supporto di una dirigenza che fino ad ora (anche per le questioni che giustamente taci) non ha dato grande prova di sé.
Comunqe e sempri
Fozza Catania.
« Ultima modifica: 28 Novembre 2013, 09:20:31 pm da vasco »

Offline THOR

  • Utente
  • *****
  • Post: 1331
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Il momento del CT: quali rimedi secondo voi??
« Risposta #26 il: 28 Novembre 2013, 10:00:07 pm »
---le responsabilità??? della SOCIETA' in toto..senza se e senza ma.... lo dice lo stesso presidente..poi a piramide tutti i collaboratori fino ai giocatori!!! amen

Offline Davide da Miami

  • Utente
  • *****
  • Post: 1174
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Il momento del CT: quali rimedi secondo voi??
« Risposta #27 il: 28 Novembre 2013, 10:17:03 pm »
Davide e Gp ho premesso che intervenivo nella discussione perchè ritenevo e ritengo che entrambi abbiate colto aspetti del periodo che sta attraversando il Catania molto vicini, a mio parere, alla realtà.
Caro Davide, proprio la sottolineatura che a giocar male non sono i 2 o 3 subentranti (e qualcuno, Leto, lo si comincia a vedere soltanto ora), ma gli 8/11 della squadra mi trova pienamente daccordo. Per questo non getto la croce a nessun singolo o a qualcuno in particolare.
Ribadisco che il problema del Catania da inizio stagione, secondo me, è nella mancanza della sicurezza di un progetto di gioco da sviluppare sul campo da parte degli 11 giocatori. Per entrare nel merito, ho rivisto diverse volte l'azione del primo goal del Torino e ho rafforzato la mia convinzione che il Catania era disposto malissimo (come nell'azione precedente in cui Immobile aveva colpito il palo): il pallone arriva a Legrottaglie da destra in controtempo, pressato da Immobile, con l'unica possibilità di passarlo alla sua sinistra poco indietro a Gyomber, visto che i due centrocampisti erano più avanti e marcati: in questa situazione se non hai la certezza della posizione del compagno indietro è probabilissimo sbagliare (e di questi errori sui campi di calcio, anche internazionali, ne abbiamo visti a decine).

Sul cambio dell'allenatore, caro GP, non sono certo io ad auspicarlo. Ho accolto De Canio con grandi speranze e penso sinceramente che presto verrà a capo della situazione. Tuttavia, se il gioco del Catania (al di là dei risultati) non dovesse migliorare decisamente nelle prossime partite non credo sia un sacrilegio metterlo in discussione. Ma ciò non può avvenire per capriccio presidenziale, ma su un preciso disegno tecnico e con il supporto di una dirigenza che fino ad ora (anche per le questioni che giustamente taci) non ha dato grande prova di sé.
Comunqe e sempri
Fozza Catania.

Caro Vasco,
premetto che per quel poco che ho letto su questo forum, ritengo che tu sia uno dei più competenti e coerenti conoscitori di calcio tra i forumisti, e che mi fa piacere che tu dica che il mio parere e quello di GP sono vicini al tuo. Ma nel caso dell'errore di Legrottaglie mi sembra che tu stia cercando di difendere l'indifendibile. Ho rivisto l'azione incriminata ancora una volta, e mi sono convinto ancora di più che Legrottaglie aveva tra i piedi una giocata facile facile. Non mi sembra che riceva il pallone in controtempo (in qual caso la colpa sarebbe di Keko che gli passa il pallone male). Nel momento in cui parte il passaggio di Keko, Immobile è parecchio distante da Legrottaglie, e il nostro difensore aveva tutto il tempo di pensare sul da farsi. Solo che Fratello Nicola ha avuto un falso contatto tra il cervello e la gamba destra e si sdurubbau 'ntera. Tu dici che errori del genere accadono spesso anche a livello internazionale? Onestamente di errori così in Serie A non me ne ricordo neanche uno.
Per quanto riguarda l'allenatore io credo che De Canio sia già in discussione dopo aver subito due goleade a Torino, soprattutto quella vergognosa contro i granata. Solo che io sono molto ottimista di natura e non voglio neanche pensarci che il Catania non farà risultati positivi a partire dalla partita con il Milan e quindi De Canio salverà la panchina. ::)
Sulla società seguo l'esempio di GP e taccio nella speranza che il presidente sia già al lavoro per migliorare la squadra, ma mi viene da ridere a pensare che Pulvirenti ha detto dopo la sconfitta con la Lazio che questo Catania farà più punti di quello dell'anno scorso. 8|
« Ultima modifica: 28 Novembre 2013, 10:40:21 pm da Davide da Miami »

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2434
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Il momento del CT: quali rimedi secondo voi??
« Risposta #28 il: 29 Novembre 2013, 12:13:29 am »
Ma nel caso dell'errore di Legrottaglie mi sembra che tu stia cercando di difendere l'indifendibile. Ho rivisto l'azione incriminata ancora una volta, e mi sono coninto ancora di più che Legrottaglie aveva tra i piedi una giocata facile facile.


Davide, diversitá di valutazione, tutto qui. Per me il Catania in quel momento era disposto male con tutti i difensori, tranne Gyomber, puntati dagli avversari fra i quali Insigne é forse il piú veloce. Per il resto ti ringrazio del giudizio nei miei confronti, apprezzamento che é reciproco e che personalmente estendo a tutti i forumisti: é un piacere leggere questo forum. Siamo tutti tifosi appassionati della nostra squadra e vorremmo tornare a vivere qualche domenica esaltante. Di piú su domenica prossima non posso dire. ;-)
« Ultima modifica: 29 Novembre 2013, 12:15:03 am da vasco »

Offline Davide da Miami

  • Utente
  • *****
  • Post: 1174
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Il momento del CT: quali rimedi secondo voi??
« Risposta #29 il: 29 Novembre 2013, 12:40:34 am »
Davide, diversitá di valutazione, tutto qui. Per me il Catania in quel momento era disposto male con tutti i difensori, tranne Gyomber, puntati dagli avversari fra i quali Insigne é forse il piú veloce. Per il resto ti ringrazio del giudizio nei miei confronti, apprezzamento che é reciproco e che personalmente estendo a tutti i forumisti: é un piacere leggere questo forum. Siamo tutti tifosi appassionati della nostra squadra e vorremmo tornare a vivere qualche domenica esaltante. Di piú su domenica prossima non posso dire. ;-)

Vasco stavolta hai fatto un po di confusione. Insigne gioca nel Napoli, non nel Torino. Forse intendevi dire Immobile.
Ti ringrazio pure io per l'apprezzamento, e un ultima cosa che vorrei dire sul gol di Immobile e che il Catania in quel momento era in 10 uomini per l'infortunio di Alvarez, e che di conseguenza tutti in campo dovevano prestare ancora più attenzione.
E ora ammughiamula cu sta cosa e pinsamu o Milan.

Sempri
FOZZA CATANIA
« Ultima modifica: 29 Novembre 2013, 12:48:16 am da Davide da Miami »