Autore Topic: Minuto di silenzio per le squadre siciliane  (Letto 35956 volte)

Offline Testa Dura

  • Utente
  • ****
  • Post: 705
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Minuto di silenzio per le squadre siciliane
« Risposta #90 il: 16 Ottobre 2009, 10:07:30 am »
Caro Trunz, ti ringrazio per le parole gentili (che non sempre mi hai riservato).
Spiego meglio il mio pensiero.
Se la Sicilia e il Sud sono viste così male dalle altre parti d'Italia, al punto che non si pensa automaticamente di fermare per un minuto le squadre di calcio, qualche motivo c'è, e secondo me non si tratta di razzismo puro, ma di una prevenzione che discende da vari fattori, tra cui un certo grado di prevenzione e, purtroppo, la inoppugnabile circostanza che nel Sud si sono diffusi dei comportamenti che hanno pregiudicato la nostra immagine. Questo è evidentissimo a livello politico, e quindi c'entra, di riffa o di raffa,  il meccanismo del voto. Io non credo ai miracoli: quindi se abbiamo una maggioranza della popolazione che adotta comportamenti discutibili difficilmente saranno votati dei politici esemplari. Non credi?
Sui comportamenti dei singoli, poi, in Sicilia abbiamo terribili esempi dovunque, dalle piccole alle grandi cose. Te ne faccio uno (di piccole cose) che mi è capitato non molto tempo fa (guarda caso, a Catania, ma temo che sarebbe potuto succedere anche da noi).
In una strada trafficata del centro mi fermo con la macchina alle strisce pedonali perché vedo una signora con delle buste della spesa e un bambino alla mano. Dovrebbe essere una cosa normale, e da altre parti lo è. La signora, evidentemente già preparata a combattere col pugnale per conquistare l'attraversamento, ha un attimo di sconcerto. Forse temeva che il mio fosse un tranello, che mi prepararsi ad accelerare e metterla sotto. Non so. Fatto sta che ha attraversato dopo molti secondi e che, vista la mia "debolezza", ha ritenuto di alzare lo sguardo con aria di sfida ed attraversare con una studiata lentezza. Nel frattempo le macchine dietro a me si sono messe a suonare in modo esasperato, e qualcuno mi ha gridato dietro qualche parolaccia.
Uno spaccato dei nostri tempi e dei nostri comportamenti, niente più. Una scena buona per una commedia cinematografica. Ma da questo cosa può uscire di buono? Se non ci riflettiamo, se non facciamo autocritica, se non ci impegnamo a fare che qualcosa cambi, come possiamo sperare che noi tutti riacquistiamo credito di fronte alla nazione intera?
Lo vedi che anche in questo forum mi rispondono aggressivamente anche quando dico delle cose che vorrebbero essere uno stimolo ad adottare i migliori comportamenti possibili, contro la mafia, contro il mancato rispetto delle regole, contro il malcostume imperante. Non è malcostume anche questo?  Tutto questo solo perché ci sono stati dei dissensi nel passato sul passaggio di pulvirenti da Acireale a Catania e perché , come acese, tifo ovviamente per la mia squadra e non per il Catania (a proposito, hai visto la partita con il Ragusa? Io ero fuori dalla Sicilia).
Quanto alle classi sociali, sono d'accordo con te, non bisogna fare di tutta un'erba un fascio e distinguere le singole situazioni, ma nella media, converrai, qualcosa di vero c'è, o quanto meno di verosimile. La democrazia è un lusso; occorre che ce ne siano le condizioni di base. In Sicilia, obiettivamente, non c'erano.

Forza Acireale.

Offline Diegos

  • Utente
  • *****
  • Post: 1396
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Minuto di silenzio per le squadre siciliane
« Risposta #91 il: 16 Ottobre 2009, 11:18:34 am »
testa dura gira e rigira dici sempre la stessa cosa, la copla di tutti i tuoi mali sembra essere Catania, hai un problema grosso mpare...ma grosso grosso....hai viaggiato tanto ma sei rimasto provincialotto pazienza!!!!

Offline Caprarupens

  • Utente
  • *****
  • Post: 2016
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Minuto di silenzio per le squadre siciliane
« Risposta #92 il: 16 Ottobre 2009, 12:36:08 pm »
Lo psichiatra signori! Ci vuole lo specialista!


..................... ma deve essere bravo bravo bravo!

Offline Sergio

  • Utente
  • *****
  • Post: 4923
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Minuto di silenzio per le squadre siciliane
« Risposta #93 il: 16 Ottobre 2009, 12:45:10 pm »
Se la Sicilia e il Sud sono viste così male dalle altre parti d'Italia, al punto che non si pensa automaticamente di fermare per un minuto le squadre di calcio, qualche motivo c'è, e secondo me non si tratta di razzismo puro, ma di una prevenzione che discende da vari fattori, tra cui un certo grado di prevenzione e, purtroppo, la inoppugnabile circostanza che nel Sud si sono diffusi dei comportamenti che hanno pregiudicato la nostra immagine.

Concordo ma è inaccettabile che una leggerezza del genere (perché di questo si tratta, la mancata estensione del minuto di raccoglimento in tutti i campi d’Italia, non credo ad ideologie razziste espletate in questo modo) possa venire dal presidente di un organo di governo come la figc, tanto più che adesso non sa come metterci una pezza, c’è il rischio che questo minuto di raccoglimento lo protrarrà sino a natale in tutti i campi d’Italia per celare la debbaggine in cui è caduto. ::)
Che poi la Sicilia o i siciliani vengano guardati con occhi stereotipati secondo vizi abitudini e malcostume che abbiamo cuciti addosso, dobbiamo farcene una ragione ma è un discorso a parte. Come pure dobbiamo farcene una ragione se abbiamo una classe politica, parlo principalmente di quella locale, da barzelletta. Un governatore accusato per truffa e favoreggiamento alla mafia che non si sa come diventa senatore invece di finire in galera ed il suo successore che ha una fedina penale da impallidire, macchiatosi di quei reati (interesse privati in atti d’ufficio, reati contro la pubblica amministrazione, tangenti) su cui, per un governatore, non ci dovrebbero essere non solo le accuse ma nemmeno i sospetti. Ieri una 40ina di sindaci del territorio palermitano si sono incontrati a palazzo d’Orleans per discutere sull’emergenza rifiuti ed il nostro caro governatore (d minuscola volutamente) se ne andava a Roma a coprirci di ridicolo impegnandosi in una faccenda che per giunta non fa parte dei suoi incarichi.
Testa, leggo con interesse quello che scrivi, anche se gradirei tantissimo che la piantassi di metterci sempre Catania o Pulvirenti nei tuoi post e quasi sempre rimarcandone i lati negativi. Lascia perdere ed occupati solo delle tue cose o di cose che riguardano l’intera collettività. A volte grandi temi di ampi contenuti nei tuoi post, passano in secondo piano, o trascurati in toto, per stigmatizzare la singola parolina, presa poi a pretesto per manifestare la propria insofferenza verso la persona, condotta di chi ha il cervello da pecora. Come diceva quel tale, non ti curar di loro ma guarda e passa, come faccio io ormai da anni.
8 MARZO 415 d. C. IPAZIA DI ALESSANDRIA, MARTIRE LAICA DEL PENSIERO SCIENTIFICO

Offline marco-69

  • Utente
  • *****
  • Post: 2541
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Minuto di silenzio per le squadre siciliane
« Risposta #94 il: 16 Ottobre 2009, 01:05:31 pm »
per stigmatizzare la singola parolina

Se invece di catanesizzati, avessi letto palermitanizzati...

Sai che ballo.... :-D

Comunque avete ragione. Abbiamo una forte acredine contro quel patrimoni di virtu' che sta sopra la Timpa...

Acireale Ragusa..Toh ti interessa pure il pallone..

0-0, gara scialba, grande pubblico al Tupparello, circa 3000 persone..
Spero di avere soddisfatto la tua curiosita'.

Ovviamente..

FORZA CATANIA

 ::) ::) ::) ::)

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Minuto di silenzio per le squadre siciliane
« Risposta #95 il: 16 Ottobre 2009, 01:10:31 pm »
Mah...continuo ripeterlo Marco...

Ma perchè gli date tutta questa confidenza...non lo so!

Infine...mi risulta che si era fatto un topic...perchè non continua a postare lì la sua roba aristocratica invece di disturbare il prossimo!?

Mistero... 8D
Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est

Offline marco-69

  • Utente
  • *****
  • Post: 2541
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Minuto di silenzio per le squadre siciliane
« Risposta #96 il: 16 Ottobre 2009, 03:13:36 pm »
Gaspare..

Io gli do un conto limitato...
Altri dovrebbero stigmatizzare i suoi post..Ma vedo che si continua a tollerare l'evidente razzismo e l'intolleranza nei confronti di una ben delimitata comunita' siciliana, quella Catanese.

Mi diverte pure l'atteggiamento di qualche pesciolino occidentale, che fa il "paciere"..
Ma fra aristocratici, ci si intende. ;-)

Chiusa parentesi Gaspare.
Portati il Kway domenica. :-D

Offline Diegos

  • Utente
  • *****
  • Post: 1396
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Minuto di silenzio per le squadre siciliane
« Risposta #97 il: 16 Ottobre 2009, 04:38:51 pm »
Dear Marco69,

I've got an idea, why don’t we ignore the western peacemaker as well  ::) 
 ;-)

Offline marco-69

  • Utente
  • *****
  • Post: 2541
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Minuto di silenzio per le squadre siciliane
« Risposta #98 il: 16 Ottobre 2009, 05:59:58 pm »
It could be possible ignore them..

I do really try to ignore them
At the same way they could avoid to put always the same bullshits..

So long Diegos. :-D

Offline beppe

  • Utente
  • ***
  • Post: 209
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Minuto di silenzio per le squadre siciliane
« Risposta #99 il: 16 Ottobre 2009, 07:00:38 pm »
Caro Trunz, ti ringrazio per le parole gentili (che non sempre mi hai riservato).
Spiego meglio il mio pensiero.
Se la Sicilia e il Sud sono viste così male dalle altre parti d'Italia, al punto che non si pensa automaticamente di fermare per un minuto le squadre di calcio, qualche motivo c'è, e secondo me non si tratta di razzismo puro, ma di una prevenzione che discende da vari fattori, tra cui un certo grado di prevenzione e, purtroppo, la inoppugnabile circostanza che nel Sud si sono diffusi dei comportamenti che hanno pregiudicato la nostra immagine. Questo è evidentissimo a livello politico, e quindi c'entra, di riffa o di raffa,  il meccanismo del voto. Io non credo ai miracoli: quindi se abbiamo una maggioranza della popolazione che adotta comportamenti discutibili difficilmente saranno votati dei politici esemplari. Non credi?
Sui comportamenti dei singoli, poi, in Sicilia abbiamo terribili esempi dovunque, dalle piccole alle grandi cose. Te ne faccio uno (di piccole cose) che mi è capitato non molto tempo fa (guarda caso, a Catania, ma temo che sarebbe potuto succedere anche da noi).
In una strada trafficata del centro mi fermo con la macchina alle strisce pedonali perché vedo una signora con delle buste della spesa e un bambino alla mano. Dovrebbe essere una cosa normale, e da altre parti lo è. La signora, evidentemente già preparata a combattere col pugnale per conquistare l'attraversamento, ha un attimo di sconcerto. Forse temeva che il mio fosse un tranello, che mi prepararsi ad accelerare e metterla sotto. Non so. Fatto sta che ha attraversato dopo molti secondi e che, vista la mia "debolezza", ha ritenuto di alzare lo sguardo con aria di sfida ed attraversare con una studiata lentezza. Nel frattempo le macchine dietro a me si sono messe a suonare in modo esasperato, e qualcuno mi ha gridato dietro qualche parolaccia.
Uno spaccato dei nostri tempi e dei nostri comportamenti, niente più. Una scena buona per una commedia cinematografica. Ma da questo cosa può uscire di buono? Se non ci riflettiamo, se non facciamo autocritica, se non ci impegnamo a fare che qualcosa cambi, come possiamo sperare che noi tutti riacquistiamo credito di fronte alla nazione intera?
Lo vedi che anche in questo forum mi rispondono aggressivamente anche quando dico delle cose che vorrebbero essere uno stimolo ad adottare i migliori comportamenti possibili, contro la mafia, contro il mancato rispetto delle regole, contro il malcostume imperante. Non è malcostume anche questo?  Tutto questo solo perché ci sono stati dei dissensi nel passato sul passaggio di pulvirenti da Acireale a Catania e perché , come acese, tifo ovviamente per la mia squadra e non per il Catania (a proposito, hai visto la partita con il Ragusa? Io ero fuori dalla Sicilia).
Quanto alle classi sociali, sono d'accordo con te, non bisogna fare di tutta un'erba un fascio e distinguere le singole situazioni, ma nella media, converrai, qualcosa di vero c'è, o quanto meno di verosimile. La democrazia è un lusso; occorre che ce ne siano le condizioni di base. In Sicilia, obiettivamente, non c'erano.

Forza Acireale.

A parte le questioni oggettive che ti dividono da Catania,quoto in toto.

Offline Trunz

  • Utente
  • ***
  • Post: 384
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Minuto di silenzio per le squadre siciliane
« Risposta #100 il: 17 Ottobre 2009, 12:34:52 pm »

Comunque avete ragione. Abbiamo una forte acredine contro quel patrimoni di virtu' che sta sopra la Timpa...

Acireale Ragusa..Toh ti interessa pure il pallone..

0-0, gara scialba, grande pubblico al Tupparello, circa 3000 persone..
Spero di avere soddisfatto la tua curiosita'.


Caro Marco, però proprio non significa nulla che 3000 persone, senza tifosi del Ragusa siano andate a vedere giocare l'Acireale? Secondo me qualcosa significa, e non ci vedo nulla di negativo.

Caro Testa, mi piace il tuo nuovo approccio più discorsivo, e così puoi dare il meglio di te come molti ti riconoscono. Comunque, sono d'accordo con Sergio se eviterai di parlare di Catania toglierai a qulli che ti attaccano ogni residua scusa per ignorare le cose intelligenti che dici.

Mi hai chiesto dell'Acireale. Siamo stati penalizzati dal campo in cattive condizioni perché dovevamo attaccare ed eravano più tecnici, comunque sarà dura anche quest'anno, nessuno ci regala niente e due tre avversarie sono alla nostra altezza. Come squadra ovviamente, perché come pubblico, tifo e attaccamento della città non abbiamo rivali anche nelle categorie superiori, e lo sai! Ciao.

Offline marco-69

  • Utente
  • *****
  • Post: 2541
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Minuto di silenzio per le squadre siciliane
« Risposta #101 il: 17 Ottobre 2009, 04:23:52 pm »
0-0, gara scialba, grande pubblico al Tupparello, circa 3000 persone..

Dove sia la negativita' in questo resoconto..me lo spieghera' il tuo secondo io, Trunz.
Siracusa c'e' rimasta 10 anni in quelle categorie...

E squadre con bacini di utenza maggiori hanno languito nelle sglie del professionismo per oltre 15 anni..
Siete avvelenati col mondo.

E del mondo avete una visione distorta.
Questo e' il vostro limite.

Offline Diegos

  • Utente
  • *****
  • Post: 1396
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re: Minuto di silenzio per le squadre siciliane
« Risposta #102 il: 17 Ottobre 2009, 08:22:35 pm »
0-0, gara scialba, grande pubblico al Tupparello, circa 3000 persone..

Dove sia la negativita' in questo resoconto..me lo spieghera' il tuo secondo io, Trunz.
Siracusa c'e' rimasta 10 anni in quelle categorie...

E squadre con bacini di utenza maggiori hanno languito nelle sglie del professionismo per oltre 15 anni..
Siete avvelenati col mondo.

E del mondo avete una visione distorta.
Questo e' il vostro limite.


You are more than right mate...that is their limit...it is unbeleivable how poisoned the Acesi people are towards the CATANESI  ::)

Ciao Marco e forza CATANIA...don't waste your time, as you said they are racist...

Best,

Diegos

P.s. scusate il messaggio in codice anglosassone  ::)

umastru

  • Visitatore
Re: Minuto di silenzio per le squadre siciliane
« Risposta #103 il: 17 Ottobre 2009, 10:43:18 pm »
La diatriba etnea-acese non mi fà impazzire, ma scrivere in inglese mi sembra offensivo, se non si vuole rendere pubblico il proprio pensiero ci si scrive in privato, non nella lingua di Albione.
Meno male che  esistono i vocabolari ad aiutare quelli come me, che avendo fatto le scuole basse, non sono cosmopoliti.
Mi sono deciso ad intervenire solo adesso  visto che un paio di volte che ripetete il giochino.
Ripeto, liberi di parlare tra di voi, ma non in un forum aperto a tutti. lo trovo decisamente scorretto e offensivo per gli altri fruitori dello stesso spazio.
"U Mastru"

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5540
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re: Minuto di silenzio per le squadre siciliane
« Risposta #104 il: 18 Ottobre 2009, 12:17:13 pm »
Ma non aveva detto che non ci avrebbe più onorato della sua presenza, stizzito dal fato che non tutti apprezzassero i suoi trattati sulla superiorità della razza acese? Adesso sappiamo anche quanto vale la sua parola.
Bei tempi quando queste rivalità senza senso non esistevano.

Comunque i flamer(copincollo da wikipedia:  Nel gergo delle comunità virtuali di Internet come newsgroup, forum, blog, chat o mailing list, un flame dall'inglese per "fiamma")  è un messaggio deliberatamente ostile e provocatorio inviato da un utente alla comunità o a un altro individuo specifico; flaming è l'atto di inviare tali messaggi, flamer chi li invia[...])
nelle comunità normali vengono espulsi senza se e senza ma.

Speriamo di non dover aspettare che le fiamme siano più numerose dei post ordinari.

Ciao.