Post recenti

Pagine: [1] 2 3 ... 10
1
Calcio siciliano / Re:Palermo ( o quello che ne rimane) - Catanzaro
« Ultimo post da Templare il Oggi alle 01:38:24 pm »
Corini non si tocca. Benissimo. Per me il Palermo può pure andare in serie A vincendo da adesso in poi tutte le partite, non mi interessa, per quest’anno sarò spettatore distaccato, il prossimo si vede. Presumibilmente ci sarà da ridere, considerata l’oscena esperienza di questi primi due anni.

Società silente, comunicazione che nemmeno in terza categoria sui Nebrodi, allenatore evidentemente così coperto da potere prendere per il culo tutti, dagli pseudo giornalisti al pubblico. E una squadra che sprofonda, liquefatta al suo interno.

State compiendo, in maniera diversa, la stessa opera distruttiva dell’entusiasmo fatta da Zamparini, apparite illogicamente ciechi di fronte a due anni di orrori sotto qualunque fronte. Il consolidamento mettetevelo lassù fino alle tonsille, perché il prossimo anno ci saranno solo macerie da cui dovrete ricominciare. E la cosa più allucinante è che non avete lesinato spese in questi due anni, semplicemente avete fatto bruciare decine di milioni al vostro pseudo-allenatore scelto dopo due settimane di calcoli algoritmici, quando dando la squadra in autogestione a un Lucioni qualsiasi avreste fatto meglio.

Siete evidentemente limitati, tagliati ad hoc per questo calcio fatto di manager, bilanci, consolidamenti e cazzate capitalistiche varie. In una sola parola: britannici.

Fottetevi. Con affetto.
2
Calcio siciliano / Re:Palermo ( o quello che ne rimane) - Catanzaro
« Ultimo post da Sergio il 02 Dicembre 2023, 01:52:31 pm »
Non mi va di scrivere nulla e non ho scritto niente in nessun posto. Faccio fatica anche a leggere, mi fermo solo ai titoli.
Sentendo parlare Corini e delle sue fasulle convinzioni, mi sembra di rivivere gli ultimi tempi con Zamparini che per salvare le proprie aziende dal fallimento mise a repentaglio la sopravvivenza stessa del Palermo e a noi ci finì malissimo.
3
Calcio siciliano / Re:Palermo ( o quello che ne rimane) - Catanzaro
« Ultimo post da turiddu il 02 Dicembre 2023, 01:43:53 pm »
Ho aspettato il giorno dopo , a mente fredda, per provare ad aggiungere qualcos'altro, ma mi vengono in mente poche altre cose.
Guardare il Palermo comincia a darmi un senso di repulsione, mi viene voglia di cambiare canale, un po' come accadeva ai tempi dell'ultima proprietà, un po' come mi accade a sentir parlare di patriarcato e sentirsi responsabili per gesti folli compiuti da chissà chi.
Tutte cose che mi danno un senso di nausea, esattamente come il gioco( 'ta min..a) espresso dal Palermo  ed ultimamente comincia a starmi sulle palle pure questo CFG e la loro totale assenza e silenzio. Se ne vadano pure a quel paese, loro e i loro progetti a lungo termine.
4
Calcio siciliano / Re:Palermo ( o quello che ne rimane) - Catanzaro
« Ultimo post da Templare il 02 Dicembre 2023, 02:15:59 am »
Stasera avevo in programma il trasferimento di due metri cubi di betulla dal capanno di casa al ristorante (fortunatamente distano solo 50 metri) e per farlo ho aspettato che finisse lo spettacolo in onda alla Favorita. Devo dire che i quasi 7 gradi sottozero di questa frizzantina serata scozzese sono stati piu' piacevoli dei 98 minuti di immagini televisive.

Provo ad articolare il mio pensiero partendo dal calcio povero citato da Turiddu. Se facciamo il rapporto ricchezza/risultati, Mirri esce in questo momento da trionfatore rispetto al CFG: rifondazione da zero, campionato di D vinto, primo anno in C play-off fino alla fase nazionale pur con gente come Saraniti e Kanoute, secondo anno promosso in B con una cavalcata epica nei play-off. Tecnico non confermato dopo la promozione in C, preso forse il meglio che ci fosse sul mercato, Boscaglia, poi rivelatosi un'autentica delusione, cambio con Filippi in un momento in cui la squadra era allo sbando, stessa cosa l'anno dopo, con Baldini. Si puo' non essere Zamparini ed azzeccare i momenti in cui cambiare guida tecnica, Mirri lo ha fatto benissimo.

Il CFG ha sbagliato la scelta del dopo Baldini prendendo il peggio del peggio disponibile e lo abbiamo detto in tanti fin dal primo giorno. Insiste da due anni sullo stesso allenatore, malgrado i soldi spesi sul mercato e la media punti imbarazzante della squadra. Pare che Corini sia stato confermato anche stasera, dopo una partita indecorosa finita con un risultato bugiardo. Se il Catanzaro ci avesse fatto cinque gol, probabilmente sarebbe stato ancora poco in base alla lezione stratosferica di calcio, idee, intensita' che ci ha dato.

Ma Corini il peggio di se' riesce a darlo, paradossalmente, piu' quando parla che quando allena. E' venuto in sala stampa dicendo che la squadra aveva fatto un buon primo tempo e sbagliato qualche situazione nella ripresa, ma che i giocatori avevano comunque fatto quello che era stato loro richiesto di fare. Se la societa' e' d'accordo con queste folli dichiarazioni e non caccia Corini un minuto dopo la fine della conferenza stampa, allora il problema non e' il tecnico, ma il CFG.

Alla serie A non deve piu' pensarci nessuno sano di mente, significherebbe essersi corinizzati e vedere situazioni frutto solo della fantasia, ma stiano attenti tutti perche' a campionati iniziati bene e finiti malissimo siamo ben abituati, penso soltanto alla doppia retrocessione consecutiva dalla B alla C2 con Arcoleo e Rumignani. Questa squadra non sembra piu' essere in grado di vincere nemmeno la partitella settimanale con la Primavera, e' un gruppo allo sbando, con un allenatore tatticamente scarso e dissociato dalla realta' ed una societa' che mi da' l'impressione di non avere ben chiaro dove si trovi e che campionato sia quello di serie B italiana.

Ci sono tutti gli ingredienti per sprofondare, nella migliore delle ipotesi si saranno persi due anni senza costruire praticamente nulla.

Intanto le altre squadre brindano felici in anticipo guardando il calendario e sapendo che a breve potranno asfaltarci con poco sforzo.

Forza Palermo.
5
Calcio siciliano / Catania - Crotone (Coppa Italia)
« Ultimo post da vasco il 02 Dicembre 2023, 01:59:21 am »
Anche questa partita di coppa italia fa parte della stagione del Catania. Quindi apro questo topic postumo non tanto per commentare, perchè sulla partita praticamente è già stato detto tutto, quanto per lasciare una traccia.

Comunqe una vittoria ai rigori dopo un triplo recupero dello svantaggio è un'autentica goduria sportiva. "Cura" Lucarelli, valore della squadra (delle tente "riserve" della squadra) che viene fuori, credito con la fortuna saldato? Boh, forse tutte queste cose messe insieme. Il fatto è che i progressi del Catania continuano. E ora che anche i giocatori "riservisti" stanno entrando nella mentalità della rosa ampia, si aggiungono nuove potenzialità anche per il campionato.
Vedremo cosa succederà.
6
Calcio siciliano / Palermo ( o quello che ne rimane) - Catanzaro
« Ultimo post da turiddu il 01 Dicembre 2023, 11:37:29 pm »
Sconfitta ampiamente prevista, mi siddía pure dire sempre le stesse cose.
Adesso ci aspetta un'altra batosta col Parma e poi ci ritroveremo entro Natale a metà classifica.
Quest'anno dobbiamo solo sperare di salvarci, nient'altro.
Questa società sarà pure ricca, ma senza emozioni il calcio diventa noioso, i soldi non bastano.
Rimpiango i tempi in cui eravamo si poveri, ma ci emozionavamo anche in c.
Divertitevi e godetevi il percorso... 'Nta Min...a!

7
Calcio siciliano / Re:Chiarezza e battaglie civili
« Ultimo post da Templare il 30 Novembre 2023, 12:19:12 pm »
Aggiungo e mi fermo:

https://www.stadionews.it/lione-esonerato-fabio-grosso-solo-una-vittoria-in-stagione/

Magari prima che se lo pigli qualcun altro. Magari per vedere Insigne e Di Francesco che giocatori sono e provare a dare una GROSSA sterzata.
8
Calcio siciliano / Re:Chiarezza e battaglie civili
« Ultimo post da Templare il 29 Novembre 2023, 11:21:57 pm »
Gli esopianeti non vanno trascurati.
Il gioco proposto da Corini è patriarcale.
Il terzultimo posto invece non è detto che lo sia
Catanzaro e Parma ce lo diranno

Patriarcale, ovvero inesistente ancora piu' che evanescente. Sappiamo che non abbiamo nulla da fare, passeremo il tempo ad apprezzare le sue capacita' di analisi tattica, quelle che domenica scorsa lo hanno portato a giocare con una specie di 3-5-2 con Di Mariano terzino per arginare Corrado. Per arginare un giocatore di una squadra ultima in classifica. Mentalita' che Trapattoni in confronto era uno zemaniano.

48 ore e poi sara' Catanzaro. Aspettiamo.
9
Calcio siciliano / Re:ha da passà a nuttata
« Ultimo post da turiddu il 29 Novembre 2023, 01:09:02 pm »
Sergio il campionato è ancora molto lungo e noi  nelle ultime partite abbiamo avuto una media da retrocessione; se continuiamo in questo modo non è così certa la salvezza tranquilla, la b riserva sempre sorprese in tutti i sensi.
Esagerato? Forse.
Il gioco di Corini, dicevo a Template in altro post, è come il patriarcato in Italia cioè evanescente, senza sostanza,
eppure ce lo dobbiamo accollare.
Certe ostinazioni si pagano, il conto arriva.
10
Calcio siciliano / ha da passà a nuttata
« Ultimo post da Sergio il 29 Novembre 2023, 12:13:23 pm »
Si potrebbe andare tutti quanti allo stadio comunale
Vengo anch'io? No, tu no
Per vedere come stanno i tifosi incazzati
E gridare: "Aiuto, aiuto c'è ancora Corini!"
E vedere di nascosto l'effetto che fa

Mi viene difficile immaginare venerdì prossimo l’ingresso in campo dei giocatori accompagnati da cori festanti, sciarpate, fumogeni, coriandoli ed altri elementi coreografici vari. Anche la “io che amo solo te” potrebbero evitarcela, siamo tutti indispettiti e si nota.
Mi torna in mente questa vecchia canzone di Iannacci perché a conti fatti, ormai profondamente disilluso, venerdì sera sarò allo stadio. Spettatore molto probabilmente passivo, ma ci sarò (dovrà essere la squadra, con la sua prestazione, a smuovermi dall’inevitabile silenzioso fatalismo in cui mi troverò avviluppato specialmente all’inizio (e speriamo anche non durante)). Intanto nella eventualità che avissimu a scattiari qualche punto sarebbe tutto grasso che cola. Se perdessimo non la prenderei come un dramma, come accaduto nelle gare precedenti, penso che ormai ha da passà a nuttata come recitava De Filippo. Un altro anno di B non mi spaventerebbe. Mi preoccupa semmai che l’ostinatezza a perseguire cocciutamente un percorso perdente ed esiziale possa compromettere la compostezza e l’alto grado di civiltà che da parecchi anni contraddistingue la tifoseria rosanero, in casa e fuori. Siamo tutte brave persone ma c’è sempre qualche frangia che non disdegna qualche uscita al naturale. Ci stanno mettendo alla prova, dobbiamo resistere.
E al di là della partita, spero di non assistere all’effetto scenico-tragico, in campo e fuori, che provocherebbe una eventuale, probabile, malafiura.
Pagine: [1] 2 3 ... 10