Autore Topic: Il Messina a Lo Monaco.  (Letto 11648 volte)

Offline Sergio

  • Utente
  • *****
  • Post: 4923
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Il Messina a Lo Monaco.
« il: 13 Giugno 2012, 01:11:44 pm »
Da quanto apprendo da mediagol, Lo Monaco s'è comprato il Messina.
Grande città, grande tifoseria alle spalle, un ambiente che aspetta solo di essere risollevato e se le cose vanno per come dovrebbero andare, calcolando anche le capacità e la bravura di Lo Monaco, questi diventerà a breve cittadino onorario, il nuovo atteso messia, la figura più venerata assieme al santo patrono, come, e forse anche più, Zamparini lo è (oggi magari traballa n'anticchia ::)) di Palermo.
Conoscendo il personaggio (si era stancato, così ci ha lasciato intendere, di vedere che i frutti più cospicui del proprio lavoro andavano in tasca a Ninuzzu mentre lui si leccava la sarda), sembra inutile aggiungere che punterà dritto a raggiungere la massima serie nel minor tempo possibile.
Spero che ciò gli riesca e che gli amici Biagio e Kronos che non sentiamo ormai da tempo, possano tornare ad appassionarsi a questo sport, sperando pure che, visto che Lo Monaco rappresenta tutto un crogiuolo di sentimenti, affetti, odi, ripicche, speranze e delusioni per tanti altri tifosi locati ad un 80ina di chilometri più a sud, non procuri qualche complicazione epatica ::) per i numerosi rimpianti che ivi potrebbero sorgere, a cominciare da chi non voleva che Lo Monaco alzasse troppo la voce (mancu s'iddu era u patruni :-P ::)) e s'ammuccasse tutta la scena. ;-)
8 MARZO 415 d. C. IPAZIA DI ALESSANDRIA, MARTIRE LAICA DEL PENSIERO SCIENTIFICO

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Il Messina a Lo Monaco.
« Risposta #1 il: 13 Giugno 2012, 01:24:21 pm »
Si...Sergio...mi sento dello stesso umore del tifoso juventino che apprende che Beppe Marotta ha comprato l'oltre 60% del Cuneo  8D



...si era stancato, così ci ha lasciato intendere, di vedere che i frutti più cospicui del proprio lavoro andavano in tasca a Ninuzzu mentre lui si leccava la sarda...

...questa poi rientra nel novero delle tue perle...dall'anno domine 2002 (mi pare questo l'anno che ti ho conosciuto!) sei su questo Forum un marchio una garanzia  :-D
Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est

Offline bonfanti58

  • Utente
  • ****
  • Post: 813
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Il Messina a Lo Monaco.
« Risposta #2 il: 13 Giugno 2012, 01:36:09 pm »
...questa poi rientra nel novero delle tue perle...dall'anno domine 2002 (mi pare questo l'anno che ti ho conosciuto!) sei su questo Forum un marchio una garanzia  :-D

Non è possibile, caro Gaspare: il primo topic è datato 31.03.2006...
Il rosso come il fuoco dell'Etna L'azzurro come il cielo e il mare

Offline Templare

  • Utente
  • *****
  • Post: 8891
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Il Messina a Lo Monaco.
« Risposta #3 il: 13 Giugno 2012, 01:39:53 pm »
...questa poi rientra nel novero delle tue perle...dall'anno domine 2002 (mi pare questo l'anno che ti ho conosciuto!) sei su questo Forum un marchio una garanzia  :-D

Non è possibile, caro Gaspare: il primo topic è datato 31.03.2006...

Per la nuova versione del forum. C'era una volta un'altra versione di cui non si sono conservati i post...
Esistono tre modi di approcciare l'antifascismo. Il primo è accettarne il disagio che emana e compatirlo. Il secondo è prenderlo inesorabilmente per il culo. Il terzo modo é quello cosiddetto "geometrico", perché prevede l'utilizzo della squadra.

Offline Sergio

  • Utente
  • *****
  • Post: 4923
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Il Messina a Lo Monaco.
« Risposta #4 il: 13 Giugno 2012, 01:50:56 pm »
...questa poi rientra nel novero delle tue perle..

Ma quale perla?! 8-)
Quando Lo Monaco dice che "Ninuzzu guadagnava senza fare nulla" (tra parentesi, una frase che tu volevi negarne l'esistenza), cosa dice se non quello che giusto io ho interpretato?
vabbè: avevo previsto qualche complicanza epatica tra 5 anni, il tempo che io prevedo per il ritorno del Messina nel calcio che conta.  La prima complicazione invece si è avuta oggi, A.D. mercoledì 13 giugno 2012 ::) ::) ::)
E tu Gaspare sei uno che di Lo Monaco ne ha sempre rimarcato i pregi. Immagino cosa accadrà (al fegato) a chi per Lo Monaco ha sempre riserbato disprezzo e ingiurie. ::)
8 MARZO 415 d. C. IPAZIA DI ALESSANDRIA, MARTIRE LAICA DEL PENSIERO SCIENTIFICO

Offline Sergio

  • Utente
  • *****
  • Post: 4923
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Il Messina a Lo Monaco.
« Risposta #5 il: 13 Giugno 2012, 01:57:56 pm »
Si...Sergio...mi sento dello stesso umore del tifoso juventino che apprende che Beppe Marotta ha comprato l'oltre 60% del Cuneo  8D

Altra fesseria! Da tifoso appartenente alla rivale storica di sempre del Catania, ho temuto negli ultimi tempi che il Messina ci rubasse la scena. Ci sono state annate, vedi le due ultime del Messina in A, in cui il derby col Messina a Catania era più sentito e più atteso di quello col Palermo. (forse perchè da noi le prendevate sempre :-P)  O forse, più seriamente parlando, perchè tra catanesi e messinesi c'erano state scaramucce di troppo.
Nulla a che confrontare con Juventus Cuneo.
8 MARZO 415 d. C. IPAZIA DI ALESSANDRIA, MARTIRE LAICA DEL PENSIERO SCIENTIFICO

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5543
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re:Il Messina a Lo Monaco.
« Risposta #6 il: 13 Giugno 2012, 03:13:01 pm »
Ciao Sergio,
condivido il tuo augurio di rivedere sul forum gli amici di Messina, ricordo con affetto Zancle e Biagio.
Per Lo Monaco il lavoro sarà arduo, dipenderà molto da chi gli presterà i soldi, particolare non irrilevante perché mica le plus-valenze riescono sempre col buco...
Poi quello che ha detto di Pulvirenti era dettato senz'altro dal racore, non è detto che sia vero.
Il derby con il Messina è sempre meno sentito perché il bilancio è spaventosamente a nostro favore (quando perdemmo quei maledetti play-off, maledetti per quello che successe, non per il risultato sportivo), mi pare che fu interrotta una tradizione più che ventennale negli scontri diretti.
Non so se ci sano state beghe fra ultrà, io personalemnte avevo antipatia per Moggi & Co., e non amo i prgetti in cui una squadra è satellite, anche se mi sarei dovuto adeguare qualora la stessa operazione fosse stata portata a termine dei Gaucci e Moggi qui a Catania (si ventilava questa ipotesi all'indomani della promozione in A).
Pulvirenti ha fatto un record stndo accanto per dieci anni ad uno come Lo Monaco, credo che non possa rimpiangere la scelta, perché comunque ci sono cose più importanti del lavoro.
Poi non è detto che fra 5 anni noi saremo ancora ai vertici (puoi immaginare dove ho le mani, ma grazie per l'augurio!

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Il Messina a Lo Monaco.
« Risposta #7 il: 13 Giugno 2012, 07:47:41 pm »
 :-D ...ribadisci di essere il mio mito preferito, Sergio... =D>

1) Non si è mai visto un fornaio andare dal titolare del panificio e dirgli "Bravo, tu assittatu a cassa acchiappi soddi...e ju fazzu u cani impastannu e nfunnannu...a bellu principali si!:-D ...almeno a Catania...ma forse a Palermo si!  8D

2) a fesseria...rispondo con fesseria!  :-D E' ovvio che tra Messina e Catania non corre lo stesso paragone tra Cuneo e Torino...ma tu, ancora ha nasciri e già a chiamasti Cola  ::)
E conoscendoti...fossi i missina mi rattassi a usu pazzu...perchè una, e dicasi una, non l'ha nzittatu quando ti avventuri in previsioni societarie...
Inkia in 5 anni in serie A...a chi ti fumasti a playstation cu PES 2012 inserito!?


Ah...e ancora non ho capito cos'è che avrei nascosto...e anche quando, perchè  8| ...cos'era la rivelazione del 4^ mistero di fatima!? ...mah!! :-D

Sei un grande... :-D :-D

 
Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est

Offline vasco

  • Utente
  • *****
  • Post: 2460
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Il Messina a Lo Monaco.
« Risposta #8 il: 13 Giugno 2012, 09:58:33 pm »
Che il Messina riprenda la sua corsa sportiva non può che essere una buona notizia. Per ciò facciamo gli auguri agli amici tifosi messinesi.

La notizia chiarisce ancora di più l'ultimo anno di Lo Monaco a Catania. Voler fare un salto di qualità è più che legittimo. Da tifoso avrei gradito un comportamento più riconoscente (senza quelle uscite rancorose ed offensive) verso il presidente di quella Società che gli aveva permesso di crescere professionalmente.
Ora il Genoa gli consente di realizzare il suo obiettivo (anche se l'operazione con la Salernitana era ben diversa, per categoria, da quella di Messina) evidentemente nell'ambito di un rapporto diverso di quello che aveva con la Società calcio Catania.

Vedremo se le sue note capacità taumaturgiche (calcisticamente parlando), si confermeranno anche in riva allo stretto.

Offline Sergio

  • Utente
  • *****
  • Post: 4923
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Il Messina a Lo Monaco.
« Risposta #9 il: 13 Giugno 2012, 10:01:00 pm »
Poi quello che ha detto di Pulvirenti era dettato senz'altro dal racore, non è detto che sia vero.

Ogn'uno può trarre le sue deduzioni non mi sembra che occorra un cervello sopraffino.
Per come la vedo io, il Catania sarebbe ugualmente dov'è adesso se al posto di Pulvirenti ci fosse stato un presidente qualsiasi (tranne Zamparini, ovviamente) ma con la medesima disponibilità finanziaria. Se invece al duo lasciamo Pulvirenti ma togliamo Lo Monaco, ho diverse perplessità che il percorso storico intrapreso dal Catania in questi ultimi anni, sarebbe stato il medesimo. Certo poteva anche darsi che sarebbe andata anche meglio; ma così, a sensazioni, credo che i maggiori meriti della riuscita vadano ascritti al vostro ex direttore.
E' chiaro che ci sono parecchi altri direttori sportivi capaci come Lo Monaco. Pochi però sono quelli capaci di fare le nozze coi fichi secchi.
Piuttosto sembra che Lo Monaco sia stato sostituito da due persone che si sono divisi i compiti che prima erano suoi soltanto. Necessità aziendale oppure limiti dei subentranti? Questa è una bella domanda.
8 MARZO 415 d. C. IPAZIA DI ALESSANDRIA, MARTIRE LAICA DEL PENSIERO SCIENTIFICO

Offline Sergio

  • Utente
  • *****
  • Post: 4923
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Il Messina a Lo Monaco.
« Risposta #10 il: 13 Giugno 2012, 10:09:06 pm »
Non si è mai visto un fornaio andare dal titolare del panificio e dirgli "Bravo, tu assittatu a cassa acchiappi soddi...e ju fazzu u cani impastannu e nfunnannu...a bellu principali si!:-D ...almeno a Catania...ma forse a Palermo si!  8D

Passi per il paragone, il padrone del forno di solito è uno che sa fare il pane anche lui. E se non lo sa fare, panettieri disoccupati ce ne sono a tignitè. Il padrone del forso sa cosa perde (o non perde) se il suo impiegato va via. Speriamo che lo sappia anche Pulvirenti. I posteri diranno chi avrà avuto ragione. Una cosa è certa: il forno è solo del suo padrone, la squadra di calcio no! La squadra è dei suoi tifosi. Una cosa che di solito i presidenti stentano a capirlo, a cominciare da Zampa. ;-)
8 MARZO 415 d. C. IPAZIA DI ALESSANDRIA, MARTIRE LAICA DEL PENSIERO SCIENTIFICO

Offline THOR

  • Utente
  • *****
  • Post: 1331
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Il Messina a Lo Monaco.
« Risposta #11 il: 14 Giugno 2012, 12:26:37 am »
...pupu di pezza!!!.... manca la faccina con il vomito.... ;-)

Offline THOR

  • Utente
  • *****
  • Post: 1331
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Il Messina a Lo Monaco.
« Risposta #12 il: 14 Giugno 2012, 09:25:47 am »
...che voto darebbe a Catania ...10
...e a Pulvirenti......1


puuuu fitusu...sputare nel piatto dove hai mangiato ( alla grandissima) non è bella cosa!!!



pupu di pezza...

Offline bua

  • Utente
  • *****
  • Post: 5543
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
    • http://cccatania46.altervista.org/
Re:Il Messina a Lo Monaco.
« Risposta #13 il: 14 Giugno 2012, 09:35:39 am »
Poi quello che ha detto di Pulvirenti era dettato senz'altro dal racore, non è detto che sia vero.

Ogn'uno può trarre le sue deduzioni non mi sembra che occorra un cervello sopraffino.
Per come la vedo io, il Catania sarebbe ugualmente dov'è adesso se al posto di Pulvirenti ci fosse stato un presidente qualsiasi (tranne Zamparini, ovviamente) ma con la medesima disponibilità finanziaria. Se invece al duo lasciamo Pulvirenti ma togliamo Lo Monaco, ho diverse perplessità che il percorso storico intrapreso dal Catania in questi ultimi anni, sarebbe stato il medesimo. Certo poteva anche darsi che sarebbe andata anche meglio; ma così, a sensazioni, credo che i maggiori meriti della riuscita vadano ascritti al vostro ex direttore.
E' chiaro che ci sono parecchi altri direttori sportivi capaci come Lo Monaco. Pochi però sono quelli capaci di fare le nozze coi fichi secchi.
Piuttosto sembra che Lo Monaco sia stato sostituito da due persone che si sono divisi i compiti che prima erano suoi soltanto. Necessità aziendale oppure limiti dei subentranti? Questa è una bella domanda.
Sono poche le società in cui una sola persona fa tutto, ho sempre detto che avrei preferito una struttura più granulare perché meno legata ai singoli. E' anche vero che quando va via un AD o un presidente si porta di solito dietro i suoi collaboratori.
Ad ogni modo, vedremo a breve se Pulvireenti è stato davvero un utile idiota come lascia intendere LM o piuttosto ha avuto la sua parte nel lasciar lavorare i suoi collaboratori.
E vediamo se quando disse che LM è il nostro Messi, ma Messi fa bene nel Barcellona e non altrove, aveva ragione.
In ogni caso se un rapporto è logoro è controptroducente trascinarlo ancora.

Offline GASPARE

  • Utente
  • *****
  • Post: 4455
  • Mi Piace Ricevuti +0/-0
Re:Il Messina a Lo Monaco.
« Risposta #14 il: 14 Giugno 2012, 09:49:22 am »
Passi per il paragone, il padrone del forno di solito è uno che sa fare il pane anche lui. E se non lo sa fare, panettieri disoccupati ce ne sono a tignitè. Il padrone del forso sa cosa perde (o non perde) se il suo impiegato va via. Speriamo che lo sappia anche Pulvirenti. I posteri diranno chi avrà avuto ragione. Una cosa è certa: il forno è solo del suo padrone, la squadra di calcio no! La squadra è dei suoi tifosi. Una cosa che di solito i presidenti stentano a capirlo, a cominciare da Zampa. ;-)

 8D ...certo Sergio...solo che il padrone del forno, qui a Catania, al suo panettiere l'ha pagato a peso d'oro...e non solo...gli ha consentito pure di fare la cresta sulle mafalde al di fuori dal panificio...auttru ca allicau a sadda!  :-D...poi come dici anche tu, di panettieri liberi peri peri ce n'è quanti ne vuoi...ed infatti ne ha assunto un altro  ;-)

E, piccola ma significativa differenza con quello di Palermo, lui ci abita sopra il panificio...non ci scende solo per vincere la noia sdirrubbannu cantuneri per poi tornarsene nde muntagni  :-D

Comprì!?

 ;-)
Noli offendere patriam Agathae, quia ultrix iniuriarum est