Post recenti

Pagine: 1 2 [3] 4 5 ... 10
21
Calcio siciliano / Re:Palermo, serie B 2024/25
« Ultimo post da Templare il 28 Giugno 2024, 02:07:44 am »
A proposito di miglioramenti, l'unica mia perplessità rispetto a quanto sentito è che nessuno, da Gardini, al DS fino a Dionisi, ha mai parlato chiaramente di  " promozione diretta", ma solo di " miglioramento".
Vedremo.

E non parleranno mai di serie A come obiettivo stagionale, penso sia proprio un diktat dall'alto. In realta' le vere dichiarazioni le fa il mercato ed io ho ancora la pretesa di dire che lo scorso anno l'idea fosse quella di puntare diritto alla promozione. Ad un certo punto si sono resi conto che mancava piu' di qualcosa, probabilmente hanno capito che la guida tecnica fosse il primo vero problema e che a seguire si erano aggiunte altre concause che portavano diritte al fallimento, mi riferisco a preparazione sbagliata, fragilita' muscolare, arrendevolezza caratteriale di quei giocatori su cui invece si era puntato molto.

"Migliorare rispetto allo scorso anno" e' frase che si presta comunque ad una riflessione. Puoi migliorare in termini di gioco, di coesione, di punti in classifica e non ci vuole poi tanto visti i due anni di "orrobbrobbi" o puoi migliorare in ottica posizione finale e a questo punto il campo si restringe, perche' si va dal partire terzi o quarti nella griglia play-off fino alla promozione diretta. In quest'ultimo caso in pratica "migliorare" farebbe rima con "non diciamo nulla per scaramanzia".

Aspetto con interesse i convocati per Livigno.
22
Calcio siciliano / Re:Catania 2024/2025
« Ultimo post da vasco il 27 Giugno 2024, 03:10:42 pm »
Rileggendo il mio post precedente mi rendo conto che sembrava che imputassi alla curatela fallimentare la lentezza dello svolgimento della procedurra di vendita all'asta.
 
In realtà sottolineavo che proprio il rispetto rigoroso della legge (come dev'essere)  da parte dei professionisti incaricati di gestire la procedura portasse ad una conseguenza aberrante rispetto alla finalità per la quale la procedura è prevista: la soddisfazione massima dei creditori; e allo tempo stesso non consentisse alla società calcistica di dotarsi della struttura di cui ha necessità. Quindi il problema è nella legge fallimentare: la procedura fallimentare mirante a garantire che con criteri equi si pervenga alla determinazione del giusto valore, nel caso del tutto particolare del Centro Sportivo di Mascalucia, non sta raggiuggendo le sue finalità, in quanto il giusto valore del bene è ridotto proprio dal trascorrere del tempo imposto dalla legge.

Leggendo l'annuncio dell'attuale asta (https://www.astetelematiche.it/vendita-asta-telematica-complesso-sportivo-mascalucia-catania-via-magenta-scheda=314577-2178308) ho visto che l'offerta minima è stata ridotta a 9 milioni di euro. Molto probabilmente ancora tanti e quindi si andrà avanti e trasccorreranno altri 70 giorni (la precedente asta era scaduta il 6 giugno mentre la prossima scadenza è fissata il 17 luglio).

Riguardo alla regolarità della struttura, vi è una corposa documentazione a corredo della procedura concorsuale, quindi non sarebbe difficile per dei professionisti esperti verificare se ci siano abusivismi da sanare o insanabili.

Diverso ancora diverso è quello sulla sostenibilità economica della struttura nel lungo periodo. Certamente qualunque centro sportivo richiederebbe delle spese per la sua gestione e manutenzione. Ricordo che per Torre del Grifo si parlò, al tempo della sua inaugurazione, di una sua capacità di generare proventi dalla vendita al pubblico di servizi (piscine, palestre e altri servizi aperti al pubblico). Tali proventi potevano concorrere a sostenere la spesa per la parte non sportiva , quella relativa ai soli campi di gioco in cui si allenano le squadre;  fermo restando che il centro medico, la piscina, la palestra, le attrezzature per la fisioterapia, sono un aiuto rilevante per una squadra professionistica che ha l'ambizione di militare nella prima o nella seconda serie del calcio italiano.

Anch'io ritengo che l'informazione locale avrebbe potuto occuparsi con maggiore attenzione della questione, facendo chiarezza attorno a domande o dubbi che circolano a livello di chiacchiere da bar senza fondamenti reali.

Ne parliamo noi cercando di sfuggire il più possibile alla tentazione della diceria che è sempre in agguato. Perché, come dice Bua, in estate abbiamo del tempo in più da perdere.
23
Calcio siciliano / Re:Palermo, serie B 2024/25
« Ultimo post da turiddu il 27 Giugno 2024, 01:28:28 pm »
Ho sentito anch'io la presentazione del DS ed allenatore, anche se non tutta.
Ho avuto delle buone impressioni, rimango fiducioso anche se sarà solo il campo a darci tutte le risposte che cerchiamo.
Sono dell'idea che la qualità tecnica sia importante ma lo è altrettanto il carattere e lo spirito con cui la squadra scenderà in campo contro ogni avversario. Se Dionisi sarà in grado di trasmettere grinta e voglia di lottare su ogni pallone senza mai arrendersi,  allora avremo ottime chance di raggiungere l'obiettivo prefissato , diversamente rischiamo solo di ... migliorarci...
A proposito di miglioramenti, l'unica mia perplessità rispetto a quanto sentito è che nessuno, da Gardini, al DS fino a Dionisi, ha mai parlato chiaramente di  " promozione diretta", ma solo di " miglioramento".
Vedremo.
24
Calcio siciliano / Re:Palermo, serie B 2024/25
« Ultimo post da Templare il 27 Giugno 2024, 12:16:33 pm »
De Sanctis e Dionisi, prima impressione: un altro mondo.

Sul DS: per tempi e modi di risposta, complice pure l'accento campano, ricorda Lo Monaco, piu' educato pero'. Ha parlato e per la prima volta in epoca CFG un DS lo ha fatto e non sono state dichiarazioni banali. Nell'ordine:

1) non ci saranno rivoluzioni, andranno via soltanto i giocatori non al livello del campionato che ci si appresta a fare.
2) Brunori e' al centro del progetto. Idem Segre.
3) il Palermo dovra' assolutamente aumentare la sua fisicita'.
4) Pigliacelli va via, altri come Stulac e Saric verranno valutati in ritiro.
5) Dopo Livigno e fino alla prima di Coppa, si andra' in ritiro in un'altra localita'.
6) il Palermo sta trattando giocatori di serie A anche a livello internazionale, ma ci vorra' tempo e le trattative non sono, ovviamente, semplici.

Considerazioni. Mi sembra che De Sanctis abbia chiari un po' tutti gli errori commessi negli ultimi due anni. La mancanza di fisicita' dell'organico e' anche uno di quei fattori che possono spiegare come in autunno inoltrato ed inverno la squadra sia sparita dal campo. A questo potrebbe legarsi anche la predisposizione agli infortuni muscolari e comunque tutto lo staff di preparatori e' stato cambiato. Su Brunori parzialmente perplesso per due motivi. La riconferma di un giocatore scontento non sarebbe il massimo, ma non sono nemmeno convinto al 100% che dire che Brunori sia al centro del progetto equivalga anche a pensare che non andra' via. Non mi strappero' comunque le vesti se mai dovesse essere ceduto, la mia posizione e' nota.

Il puntare, infine, anche su quei giocatori che non hanno reso (quasi tutti) e' comunque un segno che in societa' la pensino un po' come la maggioranza della gente e cioe' che il precedente allenatore sarebbe stato capace di scoglionare pure Messi e Ronaldo.

Andiamo a Dionisi. Siamo passati da una joint venture Gorgone & Calafiore a Ceccherini & Panariello. Dionisi e' brillante, ha la battuta pronta, e' vivo, insomma tutto il contrario di Corini. Punti fermi la linea a 4 e il carattere da trasmettere alla squadra. Quest' ultima cosa sembra un'ovvieta', ma e' pure ovvio che negli ultimi due anni il clima dentro lo spogliatoio era piu' da pride che da combattenti. Chissa' se anche la verve di Dionisi non possa essere un fattore in questo senso.

Continuiamo ad aspettare le prime ufficialita', in entrata e in uscita, rimango moderatamente fiducioso.
25
Calcio siciliano / Re:Catania Campione d'Italia Calcio a 5
« Ultimo post da garreccio il 27 Giugno 2024, 11:47:41 am »
Le ragazze dell'Orizzonte ormai sono semplicemente nella Storia della pallanuoto; è la società più titolata d'Europa, vero e proprio orgoglio e vanto dello sport catanese. Qui a Roma, dove vivo e dove la pallanuoto è uno sport seguitissimo e molto praticato a livello giovanile, vi assicuro che guardano con invidia e ammirazione allo strapotere della società etnea. Chapeau
26
Calcio siciliano / Re:Catania Campione d'Italia Calcio a 5
« Ultimo post da bua il 26 Giugno 2024, 10:12:44 am »
Ammetto di aver sempre considerato poco il calcio a 5. Anche la precedente finale, persa da outsider mi pare contro Pesaro nel 2021 non mi aveva esaltato.
Rivedendo invece gli highligths di questa partita ho visto che il livello è altissimo e che si è trattato di una bella impresa.
Ricordiamo però anche l'Orizzonte, che ha saputo ribaltare anch'esso la propria finale, dopo aver perso in casa gara 1 con Padova e aver pareggiato con autorità vincendo fuori e poi chiudendo in gara 3.
Quando i soldi contano meno dell'organizzazione riusciamo sempre a dire la nostra, come è stato in passato con rugby e pallavolo, questo è un dato incoraggiante.

Il beach soccer faccio ancora fatica a intenderlo come un vero sport, mi limito a sottolineare che trovo sbagliato che il Catania FC faccia concorrenza al Catania BS.
27
Calcio siciliano / Re:Catania 2024/2025
« Ultimo post da bua il 24 Giugno 2024, 05:11:09 pm »
Beh, le tue osservazioni sono comprensibili, ma immagino che i curatori sappiano perfettamente come devono muoversi per rispettare le esigenze di legge, poi è possibile che la burocrazia non sia un'alleata, come spesso avviene.
Ad ogni modo la soluzione TdG non è a breve termine, ma lo si sapeva anche prima che andasse all'asta.

Piuttosto anche l'idea di Pelligra di un centro sportivo imponente che duri cent'anni è da valutare al di là dell'entusiasmo e della megalomania che contraddistingue il catanese, proprio alla luce dell'esperienza pregressa.

Presentato come uno dei migliori centri sportivi d'Europa (da chi lo ha concepito e costruito), TdG si è rivelato difficile da mantenere e anche sprovvisto di soluzioni di autosostentamento energetico.
Per di più di tanto in tanto si legge che ci sono parti abusive, buttando lì la cosa come se fosse normale dirlo/scriverlo dopo 15 anni senza spiegare se si tratti di piccole irregolarità catastali o problemi più seri. Inoltre sarebbe utile sapere se è possibile apportare modifiche alla struttura e se sono stati risolti i problemi col Comune, che doveva ottenere altre strutture in cambio dal Catania.
Tutte cose che da utente vorrei leggere sui siti e testate specializzate, che invece si limitano a fumose notizie di mercato o copia-incolla di dichiarazioni superficiali ed estrapolate dal contesto.
Non dico di fare un'inchiesta approfondita che richiede dei costi e un editore illuminato, ma almeno andarsi ad informare su queste cose e magari pagare qualcuno in grado di fare una stima orientativa di quanto costerebbe il ripristino? Giusto per farsi un'idea basata su valutazioni di professionisti e non del cugino di turno...

Tornando a noi: abbiamo davvero bisogno di una struttura mega galattica con 10-12 campi che solo i top-club hanno?
E per quella dovremmo lasciare TdG al suo destino, aspettando che si riduca ad ecomostro?
Il Viola Park, che ha 12 campi, stando a Wikipedia è costato 110 milioni di euro (inizialmente dovevano essere 70) e per mantenerlo servono 10 milioni l'anno, infatti lo usano persino per i matrimoni.
Siamo certi che sia un modello da prendere ad esempio o forse ci si potrebbe limitare ad ispirarsi a soluzioni più "sostenibili" (parola solitamente messa in blacklist dai tifosi), tipo i centri di Sassuolo o Sud Tirol?

Come sempre o più domande che risposte, ma tanto è estate e abbiamo tempo da perdere ;-)
28
Calcio siciliano / Re:Catania 2024/2025
« Ultimo post da vasco il 24 Giugno 2024, 03:03:11 pm »
Leggo un'intervista di Grella in cui parla delle strutture sportive che il Catania dovrebbe utilizzare la prossima stagione, in cui fa riferimento al campo di Nesima in alternativa al campo piccolo del Cibali. Quando si affronta questo argomento non si può evitare di tornare sul destino del Centro sportivo di Torre del Grifo.

E' paradossale che i curatori incaricati di vendere all'asta la struttura non considerino il fattore tempo come determinante ai fini del valore della struttura. Si tratta di una struttura del tutto sui generis che solo una società di calcio importante può pensare di acquistare: non è una struttura con i campetti da affittare la sera per le partite scapoli contro ammogliati.
Però, più passa il tempo più la struttura richiede interventi di ripristino sempre più costosi e conseguentemente il valore della base d'asta risulterà sempre inadeguato, almeno fino a quando non si arriverà a cifre irrisorie.
Vista la necessità del Catania di dotarsi di una struttura simile, la logica vorrebbe che, rispettando quanto previsto dalla legge che disciplina le aste, i curatori procedessero rapidamente a pervenire al prezzo congruo per permettere al Catania di acquistare la struttura senza buttare via i soldi ed ai vecchi creditori di recuperare quanto più possibile delle loro spettanze.
Continuando con la lentezza con cui si stanno celebrando le aste quelli che subiranno il degrado costante della struttura saranno i vecchi creditori: paradossalmente il curatore fallimentare che secondo la legge dovrebbe tutelare al meglio i loro interessi li sta danneggiando.
Perchè mi pare ormai evidente che il Catania non sborserà un centesimo in più di quello che il Centro al momento vale, considerati i necessari lavori di ripristino.
29
Calcio siciliano / Re:Catania Campione d'Italia Calcio a 5
« Ultimo post da vasco il 24 Giugno 2024, 02:34:51 pm »
Pienamente daccordo.
Un risultato che quasi quasi stava per passare inosservato, come se per noi fosse una consuetudine vincere un campionato nazionale di serie A: faccio il mea culpa. Bravissimi i ragazzi e grande società che è riuscita ad ottenere un grande risultato con competenza e serietà.
30
Calcio siciliano / Catania Campione d'Italia Calcio a 5
« Ultimo post da garreccio il 24 Giugno 2024, 01:43:25 pm »
...no dico io...ma un plauso alla Meta Catania glielo vogliamo fare o no??? Grandissimo risultato sportivo, bravissimi davvero.
E poi...vedere quei ragazzi con le maglie rossazzurre, gridare e saltare al ritmo di "Siamo noi, siamo noi, i campioni dell'Italia siamo noi!", m'fa fattu rizzari i carni!! :) :) :)
Pagine: 1 2 [3] 4 5 ... 10